Mi Piace! Mi Piace!:  10
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  4
Pagina 4 di 4 primaprima 1234
Visualizzazione dei risultati da 61 a 79 su 79

Discussione: [manutenzione] Quando conviene pulire i pannelli

  1. #61
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito



    Sull'argomento ci siamo andati tante volte , pulire i pannelli non serve ma chiaramente se ci sono parecchi escrementi di piccioni che non vanno via nemmeno con la pioggia, è conveniente toglierli, in quel caso la produzione ne risente un pò.

    Per lavare i pannelli , lo faccio una volta l'anno e solo per tenere pulita la cornice inferiore dove si ferma lo sporco,
    uso un'asta d'alluminio da 8metri ( uso fino a 6 ) con spazzolone ,assieme a normali detersivi per l'auto e tubo dell'acqua che sciacqua a fine lavoro.
    Questo è stato il primo anno che non l'ho fatto e la pioggia provvede a tenerli puliti lo stesso.
    5.76 kW 24 IBC SOLAR Tilt 19°, Azimut+54° S-SO, Power-One 6 kW , 2 boiler 0-1200W in serie, controllo domotico , SDM220Modbus x monitoraggio consumi con MeterN, 7 split a PDC, 2 inverter Vaio3 Vaillant (eccellenti) scop 3,8 , http://pvoutput.org/list.jsp?userid=8660 Sono certo di non sapere , vivo per imparare.

  2. #62
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ok quindi pulizia utile solo in caso di pannelli molto sporchi o in presenza di escrementi di uccelli , quindi cosa consigliate di aggiungere all'acqua il classico detersivo per auto o ammoniaca? Visto che ho a disposizione una piccola autobotte ho messo dentro ammoniaca anche per la paura di fare una valanga di schiuma col detersivo , inoltre avendone da pulire parecchi preferisco un solo passaggio, qualche altro consiglio o idea?

  3. #63
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Buongiorno a tutti, volevo anch'io fare una bella pulizia dei miei pannelli dopo 5 anni di funzionamento. Sono abbastanza accessibili e ho acquistato recentemente lancia e spugna per la pulizia utilizzando acqua del mio addolcito. Leggendo qlc indicava i mesi primaverili come i più idonei ma non ho pero ben capito quale sia l orario più indicato per la pulizia (il mio impianto è a sud Ovest) e soprattutto se bisogna SPEGNERE o meno l impianto?
    Grazie

  4. #64
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    lupinve, l'argomento è stato già ampiamente trattato , un esempio:
    oggi lavi i pannelli e domani una decina di piccioni e/o gabbiani fanno di nuovo le loro belle cacchine sui tuoi pannelli, che farai li laverai di nuovo?
    I pannelli si lavano da soli e bene, quando piove, specie quando ci sono bei acquazzoni .
    Se vuoi pulisci anche tu ma sappi che se domani arriva la sabbia dal deserto che fa tutte quelle macchioline giallastre, si sporcheranno di nuovo, tornerai a lavarli?
    Queste sono brevi considerazioni poi ci sono gli studi fatti sull'argomento che hanno dimostrato che non è necessario, tranne che tu non abbia invasione di volati che stazionano permanentemente sui tuoi pannelli.
    Piuttosto controla sotto, che non ci siano nidi di uccelli e/o di roditori, quelli sono pericolosi , sempre meglio inserire retine sotto i pannelli.
    5.76 kW 24 IBC SOLAR Tilt 19°, Azimut+54° S-SO, Power-One 6 kW , 2 boiler 0-1200W in serie, controllo domotico , SDM220Modbus x monitoraggio consumi con MeterN, 7 split a PDC, 2 inverter Vaio3 Vaillant (eccellenti) scop 3,8 , http://pvoutput.org/list.jsp?userid=8660 Sono certo di non sapere , vivo per imparare.

  5. #65
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Salve a me è successo che i muratori che stavano rifacendo la copertura, nel tagliare e rifilare le tegole col flessibile hanno prodotto polvere di laterizio che si è depositata sui pannelli. Conviene fare un lavaggio oppure con le prime piogge la polvere se ne andrà in gran parte? Per ora non riesco a vedere la differenza di rendimento in quanto l'impianto è spento, è stato posato da pochi giorni e siamo in attesa del collegamento in rete da parte di ENEL.

  6. #66
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Lavare i pannelli in genere non serve ma in questo caso farei un lavaggio , tempo occorrente 30' , attento a non scivolare sulle tegole bagnate.
    5.76 kW 24 IBC SOLAR Tilt 19°, Azimut+54° S-SO, Power-One 6 kW , 2 boiler 0-1200W in serie, controllo domotico , SDM220Modbus x monitoraggio consumi con MeterN, 7 split a PDC, 2 inverter Vaio3 Vaillant (eccellenti) scop 3,8 , http://pvoutput.org/list.jsp?userid=8660 Sono certo di non sapere , vivo per imparare.

  7. #67
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Infatti non mi fido molto. Il tetto è appena stato rifatto, c'è anche la linea vita ma io non ho grande confidenza a camminare sulle falde inclinate. Avrei la fortuna di avere un rubinetto acqua proprio in soffitta inoltre i pannelli sono vicini alla botola per salire sul tetto. Basta spruzzarli con acqua oppure devo anche asciugarli? Nel primo caso potrei anche tentare di sporgere dalla botola e con un tubo buttargli aqua a scivolare sopra. Se l'operazione è più complessa, meglio chiedere a qualcuno più esperto.
    Allego la foto del pulviscolo di laterizio così che possiate valutare la gravità e la necessità di intervenire o meno. Lunedì comunque qui sono previste piogge abbondanti.

  8. #68
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    "inoltre i pannelli sono vicini alla botola per salire sul tetto"
    questo è una buona cosa e quindi non è necessario che tu salga ( meglio non farlo) , dalla botola spruzza i pannelli con acqua a pressione prendi una spazzola con manico telescopico ( la mia arriva a 8 metri acquistata su amazon) dai una bella pulita e il resto lo farà la santa pioggia con un bell'acquazzone estivo che completerà il lavoro.
    5.76 kW 24 IBC SOLAR Tilt 19°, Azimut+54° S-SO, Power-One 6 kW , 2 boiler 0-1200W in serie, controllo domotico , SDM220Modbus x monitoraggio consumi con MeterN, 7 split a PDC, 2 inverter Vaio3 Vaillant (eccellenti) scop 3,8 , http://pvoutput.org/list.jsp?userid=8660 Sono certo di non sapere , vivo per imparare.

  9. #69
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ok tenterò l'operazione. Non riesco ad avere acqua demineralizzata, spero che per una volta che faccio questo lavoro in emergenza non sia un problema anche se dalle mie parti è molto calcarea (35 °F). Eventualmente però posso usare acqua tiepida per non stressare troppo i pannelli che in questo periodo scaldano già di primo mattino.

  10. #70
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Stamattina ho chiesto ai muratori se col tubo potevano dare una pulita spruzzando acqua sui pannelli. Mi hanno risposto che era meglio non usare acqua perchè la polvere di laterizio, presente in quantità importante, tende a impastarsi con l'acqua e sarebbe stato peggio. Hanno pulito con una scopa morbida rimuovendo gran parte del pulviscolo. Adesso quel poco che è rimasto è paragonabile al normale pulviscolo atmosferico. Una sana piovuta dovrebbe rimuovere il sottile velo nelle zone dove è rimasto, basta anche soltanto un po' di vento...

  11. #71
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    salve,
    che i pannelli si pulissero da soli grazie alla pioggia era anche una mia convinzione. Di fatto dopo 4 anni ho realizzato che non è affatto così. Confermo quindi la disamina (seppur di parte) del primo post di questo thread. A causa delle polveri sottili si crea una patina appiccicosa che la pioggia NON TOGLIE. Il sistema che ho adottato è:
    - gomma 50mt srotolata dal tetto sino al giardino, con rubinetto, dispositivo acquastop e pistola da giardino
    - prodotto Wurth concentrato specifico per pulizia pannelli (costato un botto, ma ho garanzia di non rovinare i pannelli)
    - asta telescopica 4 mt con attacco alla gomma (di fatto l’asta è un tubo d’acqua rigido) con attacco terminale per simil-scopa o panno in micro fibra (l’acqua viene erogata solo con la simil scopa, mentre con il panno no). Il tool è venduto come specifico per pulizia pannelli al brico
    - tank per miscela acqua con detersivo
    - tool per spruzzare la miscela a distanza considerevole, 4 mt, è un tool da giardinaggio simile a questo Passat - Pulverisateur a Jet Continu (Jet 7): Amazon.fr: Jardin
    - procedura:
    1. prelevaggio
    con gomma dell’acqua e pistola da giardino
    2. spruzzo la miscela e lascio agire
    3. collego la gomma alla lancia telescopica e alla simil scopa che inizialmente uso senza acqua per smuovere lo sporco
    4. attivo l’acqua e ripasso la lancia con simil scopa
    5. riaciaquo con gomma e pistola
    6. altro spruzzo di miscela
    7. attacco il panno in microfibra alla lancia telescopia e pulisco i pannelli
    8. nelle zone più sporche e raggiungibili pulizia a mano con miscela erogata da erogatore spray e panno in microfibra
    9. risciacquo finale

    il tutto richiede due/tre ore di tempo (dipende da come uno è organizzato) però la differenza prima/dopo è notevole. Da monitoraggio ne ho sicuramente beneficiato, difficile dire quanto (essendo le variabili tante)
    ciao

  12. #72
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    course66 guarda che qui nessuno ha ipotizzato che era vietato pulire i pannelli, ognuno è libero di passare il proprio tempo come preferisce, se c'è a chi
    piace pulire inutilmente i pannelli è libero di farlo ma chi non lo fa produce esattamente uguale.
    Ricorda: oggi hai pulito i pannelli e domani potrebbe arrivare un pò di sabbia giallina dal deserto con un pochino di pioggierella leggera di 5 minuti , quella bella bella che lascia tutto
    impolverato, che fai torni sul tetto tutte le volte a lavare?
    Se vuoi fallo, se non lo fai produrrai uguale a fine anno.

    Brico vende il Kit pulizia pannelli ? bravi al marketing di Brico ad individuare una nuova "spesa" da cui non esimersi.
    5.76 kW 24 IBC SOLAR Tilt 19°, Azimut+54° S-SO, Power-One 6 kW , 2 boiler 0-1200W in serie, controllo domotico , SDM220Modbus x monitoraggio consumi con MeterN, 7 split a PDC, 2 inverter Vaio3 Vaillant (eccellenti) scop 3,8 , http://pvoutput.org/list.jsp?userid=8660 Sono certo di non sapere , vivo per imparare.

  13. #73
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    sarà un caso, ma iniziò primavera 2015 ho fatto prima pulizia dei pannelli, la volta successiva: autunno 2017 (perché autunno? perché mi hanno fatto manutenzione tetto causa danni creati da montaggio FTV e ne approfittato della cesta per far fare pulizia)
    Immagini Allegate Immagini Allegate
    Ultima modifica di course66; 19-06-2018 a 22:10 Motivo: Aggiornamento

  14. #74
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    course66 non c'entra nulla il risultato , questo è il mio sulla tua stessa applicazione e senza lavare
    Immagini Allegate Immagini Allegate
    5.76 kW 24 IBC SOLAR Tilt 19°, Azimut+54° S-SO, Power-One 6 kW , 2 boiler 0-1200W in serie, controllo domotico , SDM220Modbus x monitoraggio consumi con MeterN, 7 split a PDC, 2 inverter Vaio3 Vaillant (eccellenti) scop 3,8 , http://pvoutput.org/list.jsp?userid=8660 Sono certo di non sapere , vivo per imparare.

  15. #75
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da GLB Visualizza il messaggio
    Ok tenterò l'operazione. Non riesco ad avere acqua demineralizzata, spero che per una volta che faccio questo lavoro in emergenza non sia un problema anche se dalle mie parti è molto calcarea (35 °F). Eventualmente però posso usare acqua tiepida per non stressare troppo i pannelli che in questo periodo scaldano già di primo mattino.
    Ricordo che, per avere acqua senza calcare, basta cercare chi fa forniture per macchine da caffe' (qualsiasi barista, avra' l'adesivo sulla macchina, da contatatre per l'assistenza) e chiedere loro quel "cilindro" che sta sotto allamacchina (gia' che ci siete: fatevi spiegare come rigenerare. Basta un Kg di sale). Utile anche per la lavatrice et similia. Costera' un paio di centinaia di euro... od anche meno.

  16. #76
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da lupinve Visualizza il messaggio
    ...soprattutto se bisogna SPEGNERE o meno l impianto?
    Grazie
    Gentilmente, potete rispondere a lupinve, interesserebbe anche a me...
    Penso di si per sicurezza personale, ma penso di no per quanto causare possibili danni... help e grazie!!

  17. #77
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    A meno che non lo fai di notte i pannelli saranno sempre in tensione. Piuttosto starei più attento alla temperatura dei pannelli rispetto a quella dell'acqua per evitare shock termici al vetro.
    L'impianto in firma fa 10anni dall'installazione tra pochi giorni.
    Mai lavato, mai avuto (e creatomi) problemi.
    Sgraaaat.
    Fotovoltaico 4,52kWp da 52 pannelli Kyocera KC87T su inverter Fronius IG15+IG20
    Solare acs forzato con 2 pannelli piani Ebner e bollitore 300lt.
    Bassa Bresciana, 2008.

  18. #78
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Valimicio Visualizza il messaggio
    Gentilmente, potete rispondere a lupinve, interesserebbe anche a me...
    Penso di si per sicurezza personale, ma penso di no per quanto causare possibili danni... help e grazie!!
    E' una domanda strana: cosa temi, che i cavi siano cosi' danneggaiti da causare un incendio? Se si teme di avere un impianto cablato con cavi non adatti (che, quindi, potrebbero perdere l'isolante anzitempo), allora e' bene fare un controllo a vista, cavo per cavo.
    Ma, se non si teme questa eventualita', dato che l'impianto e' cablato ed isolato (ci piove sopra, giusto?), lavare i pannelli ad impianto acceso o spento, e' la stessa cosa. Anzi, non vedo che senso avrebbe... spegnere l'inverter. Mica si bagna, lui, e' al sicuro.
    Esperienza personale: impianto da 283 kw, sempre lavato piu' o meno ogni semestre (e' nelle specifiche del costruttore, inclusa una qualche clausola piu' o meno minacciosa circa la garanzia... ormai scaduta, ma tanto vale. E poi, abbiamo pannelli "che seguono la linea del tetto". Orizzontale.), ovviamente mai spento, mai avuto problemi.
    Io non dico che dovreste lavarlo tutti.
    Dico che il "mio", se non viene lavato, si impolvera parecchio.

  19. #79
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Più che strana, era una domanda di chi i pannelli li ha dovuti montare per regolamento edilizio e non conosce nél dettaglio il loro funzionamento (per questo vi leggo tutte le sere). Anche se sono solo 1,8 kwp ne sono contento e non volevo fargli più male che bene. Per la mia di sicurezza non ero preoccupato, ma ringrazio Dumas per avermi fatto ragionare sulla presenza della tensione, almeno sono un filo più cosciente su "Chi" ho a che fare. Se poi pensi che mi sono fatto convincere a mettere gli ottimizzatori senza alcuna ombra, ti dice il mio grado di preparazione sull'argomento.... (e per questo intervengo poco...) Ma questa è un'altra storia...

    Ti ringrazio comunque per il tuo intervento, che anche se mi fa apparire un po' imbranato, cosa che sono, mi ha fatto imparare una cosa nuova in più, acqua + corrente = incendio....

  20. RAD
Pagina 4 di 4 primaprima 1234

Discussioni simili

  1. Quando conviene consumare?
    Da Fiacobelli nel forum Aspetti economici e bancari
    Risposte: 30
    Ultimo messaggio: 24-07-2012, 16:44
  2. Info pulire pannelli fotovoltaici
    Da Fasto73 nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 12-07-2011, 18:58
  3. autoconsumo: quando conviene
    Da argonfusion nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 13
    Ultimo messaggio: 14-06-2011, 19:08
  4. Quando e se conviene cambiare inclinazione
    Da nigiugia nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 19-05-2011, 18:15
  5. Pulire i pannelli spesso NON CONVIENE.......
    Da stebonet nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 20
    Ultimo messaggio: 13-12-2009, 19:21

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •