Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 3 di 27 primaprima 123456789101112131415161723 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 41 a 60 su 527

Discussione: Sperimentazione e teoria sulla LENR Nichel-idrogeno

  1. #41
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito



    Se a qualcuno interessa ancora, ho continuato a sviluppare l'alimentatore HV per il Geiger o quant'altro.
    Ora simulo senza problemi un alimentatore fino a 2 kV 2 mA, sorgente 15VDC,
    ripple a pieno carico entro i 5 mV p.p.
    Non lo pubblico ancora perche` sto pensando di aggiungere controlli e letture
    via microprocessore ed eventualmente uno stadio preregolatore che consenta
    l'utilizzo di batterie entro i 9V e lo renda portatile.
    Ovviamente, per chi lo desidera, posso inviare lo schema attuale.
    Ultima modifica di bwana; 22-11-2011 a 22:27

  2. #42
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao bwana si è interessante prova a postarlo nella sua discussione, ho una richiesta da farti mi servirebbe un oscillatore da 40..350MHz hai un circuitino facile facile?
    Credo che l'onda portante per la fusione si aggiri in torno a quella frequenza, volevo provare ad iniettarla nella cella elettrolitica per vedere se succede qualcosa.
    grazie.

  3. #43
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao GabriChan,
    scusa ma non mi e` molto chiara la tua richiesta.
    Intendi un oscillatore sinusoidale accordabile da 40 a 350 MHz?
    Se e` cosi`, in pratica deve essere accordabile entro una decade.
    Risoluzione?
    Stabilita`?
    Tensione di uscita?

  4. #44
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao bwana, si può andare bene anche un'onda quadra, per l'escursione di frequenza basta un trimerino, da 40 a 350Mhz la stabilità entro i 10Khz la tensione di uscita 12Vdc la corrente pochi mA.

  5. #45
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Un trimmerino... Non crederai mica che si possa usare un 555 vero?
    E quanto all'onda quadra, e` ancora piu` difficile da ottenere dell'onda
    sinusoidale, poiche` contiene anche tutte le armoniche dispari.
    Richiede componenti che funzionino almeno a 5fMax.
    http://it.wikipedia.org/wiki/Onda_quadra.
    Comunque vedo quello che riesco a fare, non sara` facile, soprattutto
    perche` da quanto scrivi comprendo che il costo dev'essere praticamente
    zero.
    Ultima modifica di bwana; 23-11-2011 a 16:42

  6. #46
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Hmmm...
    Ci sarebbe questo, che andrebbe abbastanza bene:
    MAX2605, MAX2606, MAX2607, MAX2608, MAX2609 45MHz to 650MHz, Integrated IF VCOs with Differential Output - Overview
    Peccato che ho guardato in giro e nessun distributore che
    conosco lo ha in stock.
    Non e` che con la tua ditta ti riesce di avere un sample?
    Oltretutto questo ha anche un evaluation kit (del quale
    SCONSIGLIO VIVAMENTE L'ACQUISTO, dato che in ameri-
    ca costa 150 $) dal quale potresti copiare il pcb con alte
    possibilita` di successo al primo colpo.
    In alternativa, bisogna farsi un VCO a discreti che funzioni
    nella banda richiesta... auguri.
    Ultima modifica di bwana; 23-11-2011 a 17:33

  7. #47
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Grazie bwana gli darò un'occhiata.
    Su quelle frequenze non ho mai fatto nulla, devo capire un po cosa fare.
    Guardando le foto dell'e-cat della defcalion si nota un generatore di frequenze e dai cavi e dai connettori sembra tanto un trasmettitore in gel range di frequenze, e poi da altre fonti ho trovato che l'idrogeno si attiva a 300Mhz.
    Mi ha incuriosito e vorrei fare delle prove.

  8. #48
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Continuando a cercare, ho scoperto che la PotatoSemi ha sviluppato un nuovo modo di implementare i vecchi TTL, che cosi` possono arrivare fino a 1.25 GHz. A questo punto, riuscendo a farsene dare qualcuno, (ho visto che hanno una pagina su ebay USA, ma il problema e` proprio che stanno negli USA) si potrebbe pensare di implementare un oscillatore a trigger di Schmidt con un 7414. Ma finche` non ho almeno un modello SPICE del pezzo (ho provato a chiederlo su ebay) non mi e` possibile fare niente. Credo sarebbe il sistema a costo zero che cerchi tu.
    Quanto all'idrogeno, non so se si attiva a 300 MHz, ma di sicuro so che i forni a microonde oscillano su una frequenza di risonanza dell'idrogeno, che **mi pare** sia 2.4 GHz, la stessa del wifi, ma guarda su wiki per sicurezza, dovresti trovare qualcosa sulle serie di Balmer,Lyman,Paschen, o piu` compiutamente l'equazione di Rydberg.
    Ultima modifica di bwana; 24-11-2011 a 15:03

  9. #49
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Qualcuno fonde e solidifica i propri materiali per "orientarli" prima di utilizzarli? E' una prova già fatta? Avrebbe senso? Io credo di si...
    E' vero che viene usata polvere della quale una parte trasmuta, ma forse quella parte è proprio quella orientata "bene".

    In geologia (che avete citato sopra in riferimento al piezonucleare) alcune rocce laviche ed altre sedimentarie (soprattutto quelle contenenti Ni e Fe) si ritrovano con i cristalli orientati secondo il campo magnetico terrestre. Questo è possibile durante la fase di sedimentazione e di solidificazione.

    Il provino, poi non andrebbe più spostato. (e potrebbe essere la causa della difficile riproducibilità)
    L'idrogeno, essendo un gas, dovrebbe orientarsi da solo....

    Può avere senso tutto questo?

  10. #50
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao sono nuovo e spero di non creare confusione avevo un paio di domande per Gabrichan
    hai intenzione di "attivare " idrogeno passami il termine ( posso darti del tu??)con quella frequenze da te menzionate ?
    A riguardo , ma non è il mio campo, sarebbe importante a tuo avviso considerare l'intorno del sistema ( quindi eventuale presenza di shift correlabile ad interazioni "chimiche") e il tipo di campo magnetico in cui si trova il " sistema " medesimo ?
    cordiali saluti

  11. #51
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Boss77 certo che puoi darmi del tu, partendo dall'ipotesi (mia) che un nucleo lo si possa vedere sia come un nucleo sia come un'onda e quindi bisogna tenere conto del campo sia magnetico che elettromagnetico della particella,
    http://citi5.org/launch/?p=1826
    sia come un'onda e quindi va aggiunta anche un'onda portante che possa sincronizzare le due onde per poter fare la fusione.
    Ultima modifica di GabriChan; 24-11-2011 a 20:53

  12. #52
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Grazie per la risposta . Tale frequenza l'hai dedotta o misurata? Se l' avessi misurata lo hai fatto in" emissione" o in "assorbimentò"

  13. #53
    Pietra Miliare

    User Info Menu


  14. #54
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Io ho un ft ir ma dubito che si veda qualcosa. Con. Xrf si analizza la superficie del campione forsè per questo trovi 1% di cobaltò

  15. #55
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Piolos .Io ho un ft ir ma dubito che si veda qualcosa. Con. Xrf si analizza la superficie del campione forsè per questo trovi 1% di cobaltò

  16. #56
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Benvenuto in questa gabbia di matti, Boss 77!
    Gabrichan, ho letto il PDF del quale hai postato il link.
    Ora mi e` piu` chiaro perche` mi hai dato quei parametri di frequenza.
    Dallo stesso articolo pero` traggo la soluzione piu` facile, che consiste in un generatore di impulsi, a quanto leggo dell'ordine dei microsecondi (a me su due piedi sembra un tempo parecchio lungo per i fenomeni in esame), che e` decisamente piu` facile da realizzare rispetto al generatore sinusoidale che mi avevi chiesto. L'unica cosa che va MOLTO curata e` il tempo di salita/discesa degli impulsi, da tenere quanto piu` basso possibile. In pratica e` questo che limita la frequenza piu` alta contenuta nell'impulso.
    A questo punto, il generatore vero e proprio puo` anche consistere in due multivibratori monostabili accoppiati tra loro, dei quali uno regola il pulse repetition rate, pardon, il numero di impulsi al secondo, dato che siamo in Italia, ed il secondo il pulse width, ovvero la larghezza dell'impulso. Non fosse che ritengo sia utile arrivare fino a 10 MHz con il repetition rate, probabilmente basterebbe davvero un 555. Tra un po' ti posto un circuitino che ho in mente, realizzato con i miei beneamati CD40106, ma che sarebbe meglio realizzare, trovandoli, con i famosi 7414 della PotatoSemi, posto che funzionino nello stesso modo (e dovrebbero) degli altri Schmidt triggers, proprio perche`, grazie alla loro larghissima banda passante, hanno tempi di salita trascurabili. Allo stesso modo bisognera` studuare un circuito di uscita realizzato con transistor o FET per microonde, altrimenti i fronti ripidi vanno a farsi benedire. Non dispongo di un simulatore in grado di valutare il comportamento a quelle frequenze di un circuito stampato, per cui mi limito a sottolineare la necessita` di usare una doppia faccia con un piano riservato alla massa e tutti i collegamenti dall'oscillatore in poi realizzati in tecnica stripline. Purtroppo non mi intendo di radiofrequenza, dovrai chiedere a qualcun altro.

  17. #57
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Bwana grazie in effetti neanche io ho mai lavorato su quelle frequenze e quindi sono un pò in difficoltà, mi informerò, grazie mille.

  18. #58
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao GabriChan
    Oggi ho letto rapidamnete al documnetazione che mi hai girato , quanti ricordi mi sono affiorati...
    Da uno dei tuoi vecchi post mi sembra di aver letto che lavori con una cella , è coretto ?
    Se si se e non ti era di disturbo volevo sapere

    Usi della polver di Ni ?
    in sospensione o deposta ?
    hai mai pensato di testare la reazione in un sistema multi elettrodo pulsante ?
    Hai valutato eventuali limitazioni diffusive al "catodo " magari usando elettrodi "girevoli opportunamnete sagomati ?
    queste domande te le pongo perche comincia a girami qualcosa nella testa ( è vuota e di psazio per girare le idee ne hanno )

    PS per quello che puo valere la mia opinione per me sei "un grande "
    .






    Magari sono domande " poco sensate ma io sono ,molto curioso

  19. #59
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao, grazie per il grande, ma sono solo curioso.
    No non uso polveri, faccio sciogliere elettroliticamente l'anodo di nichel che si deposita sul catodo, come atomi, in più aggiungo anche un forte campo magnetico con un magnete, in più sul catodo si forma anche l'idrogeno, si ha una formazione anomala di calore e trasmutazioni di nichel in rame.
    In più si forma un deposito di polvere che può essere usata nel reattore a gas e probabilmente va anche bene perché è già polarizzato magneticamente e poroso.

    Uso entrambi le alimentazioni, sia continua che pulsante, i risultati sono diversi.
    Ciao.

  20. #60
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Grazie mille.

  21. RAD
Pagina 3 di 27 primaprima 123456789101112131415161723 ... ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 07-07-2011, 09:23
  2. Aiuto nichel
    Da tecnonick nel forum CHIMICA
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 15-08-2010, 22:12
  3. LENR, GDPE e Statistica.
    Da topolinus nel forum L.E.N.R. (Trasmutazioni Bassa Energia)
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 16-11-2006, 13:19
  4. Batterie Nichel Zinco
    Da gattmes nel forum Pile e Batterie (generico)
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 18-10-2005, 14:03

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •