Evlist veicoli elettrici
Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 1 di 6 123456 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 20 su 106

Discussione: Ibridazione veicoli elettrici

  1. #1
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito Costruire uno scooter ibrido




    Note di Moderazione:
    NOTA DI MODERAZIONE


    Note di Moderazione:
    Spero che Ponzo, Massimo_Merillio e tutti gli altri utenti non se la prendano se ho deciso di unire alcuni interventi recenti in una discussione unica.
    In questo 3d si parlerà di ipotesi di 'ibridizzazione' di vario tipo, cioè idee e eventuali realizzazioni per aumentare l'autonomia in km dei veicoli elettrici mediante l'uso di generatori elettrici a combustibile fossile.
    Analizzeremo pro e contro, eventuali rischi per il mezzo e implicazioni sulla sua regolare circolazione su strade aperte al traffico.
    Ci metterei anche quella che per ora definisco 'IBRIDIZZAZIONE STATICA', cioè la possibilità di portarsi dietro il generatore e ricaricare il veicolo durante le soste, soluzione sicuramente più percorribile da un punto di vista sia legale che realizzativo.
    Buona discussione!
    Riccardo



    Ho scoperto una cosa mooooolto interessante: esistono gruppi elettrogeni portatili del peso di 10-15 kg, con tanto di manico per portarseli in giro, di dimensioni, ad esempio,45x24x38 cm ( link ) oppure da 6-10 kg ( link ) o 23 kg per 42x35x37 (un po' grandino...) o 38x32x34 (link ), ma ce n'è per tutti i gusti, basta cercare "motogeneratore", "generatore elettrico" o "gruppo elettrogeno".
    Le potenze variano enormemente, si va dai 150 a 1500 W, come pure i prezzi, dai 90 ai 2000 euro, e stranamente il prezzo non è proporzionale nè alla potenza nè alle dimensioni, va un po' per conto suo...

    Il mio caricabatterie assorbe 240W/400VA, per cui non ho ancora trovato un generatore abbastanza piccolo, ma se una "valigetta" di 15kg puo produrre 1000VA (!), al costo esorbitante di 1300 euro, magari un cosino più piccolo può costare meno, visto che ce ne sono anche da 150 W (il "motofaro a spalla", che a quanto pare esiste in vari tagli)
    Probabilmente (non ho ancora misurato) sulla mia pedana c'e uno spazio di 20x30x30 cm: mettendo cioè un "ponte" sul mio scooter come ce ne sono in altri, oppure mettendo direttamente il generatore sulle spalle (se pesa 8kg magari ci si fa), si potrebbe usare per i viaggi più lunghi, senza "ansia da autonomia"...


    Non sono il primo ad aver avuto questa idea, ma per una bici mi sembrerebbe eccessivo...
    Sapete se c'e' modo di scrivere su quel gruppo tramite un qualche forum?
    Ultima modifica di riccardo urciuoli; 19-11-2013 a 09:48
    Batterie, DoD e profondità di scarica: *** Scaricare le batterie solo fino a metà prima di ricaricarle. *** Al piombo da 60 km: usata 20 km per volta durerà 60.000 km, 60 km per volta ne durerà 12.000. *** Al litio da 60 km: usata 20 km per volta durerà 120.000 km, 60 km per volta durerà 60.000 km.
    -- Jumpjack --

  2. #2
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da jumpjack Visualizza il messaggio
    Ho scoperto una cosa mooooolto interessante: esistono gruppi elettrogeni portatili del peso di 10-15 kg...

    Anche questo: Gruppo elettrogeno compatto inverter mod GIB900N - Gruppo Elettrogeno - B&C Energy System di B. Proto & C. s.a.s.

  3. #3
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    18 centimetri di larghezza!!! Mi sa che mi entra nel vano di una batteria!!!

    Sarebbe davvero strambo vedere uno scooter parcheggiato col motore acceso ma senza tubo di scappamento... :-)
    Pero' è ancora troppo grande, non so che farmene di 800 VA! Possibile non li facciano più piccoli? Magari nell'ambito del modellismo, che ne so!

    Intanto che cercate per me , ecco i dettagli della mia idea: siccome ho due batterie, ne userei una durante la marcia, poi quando questa è scarica, userei l'altra, mentre la prima si ricarica. Pero' mi viene in mente che nel tempo che dura una batteria, circa un'ora di viaggio, l'altra potrebbe ricaricarsi al massimo per 6-7 chilometri, quindi forse il gioco non vale la candela!
    A meno che non metta un generatore da almeno 1500W, nel qual caso potrei collegarlo direttamente al motore una volta esaurita la prima batteria!
    Ultima modifica di riccardo urciuoli; 19-11-2013 a 09:41 Motivo: post consecutivi
    Batterie, DoD e profondità di scarica: *** Scaricare le batterie solo fino a metà prima di ricaricarle. *** Al piombo da 60 km: usata 20 km per volta durerà 60.000 km, 60 km per volta ne durerà 12.000. *** Al litio da 60 km: usata 20 km per volta durerà 120.000 km, 60 km per volta durerà 60.000 km.
    -- Jumpjack --

  4. #4
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Io farei cosi':

    in primo luogo modificherei il generatore per avere la tensione desiderata per ricaricare la batteria poi lo colleghi alla batteria e lo accendi quando la batteria raggiunge un certo livello di scarica e lo spegni quando è carica o quasi carica. Si potrebbe fare un circuito che svolge questa funzione in automatico. Se non erro alcuni gruppi elettrogeni hanno avviamento elettrico (io ne ho visto uno così ma non so se era modificato ad hoc od originale).
    In questo modo non devi trafficare con le 2 batterie e tutto sommato hai un sistema semplice da gestire.
    Ovviamente il tutto va dimensionato alla capacita del pacco bat & corrente massima di ricarica.
    Bici elettrica MKIII : qui.

    E-bike / li-ion batteries / electronics / etc. : jacopo.tk


  5. #5
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Però a me sembra proprio un'eresia collegare uno schifosissimo gruppo elettrogeno che brucia orrendi combustibili fossili per aumentare l'autonomia di uno scooter elettrico....
    Forse bisognerebbe fare due conti sul rendimento di siffatto mostro pseudo ecologico!

    Però non prendetemi troppo sul serio, devo ammettere che i veicoli ibridi non mi appassionano molto....per me o tutto o niente...
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  6. #6
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Sai, stavo pensando proprio la stessa cosa... anche perchè poi, se è il solo sistema che può ricaricare le batterie che si occupano della trazione, la sua potenza sarebbe in pratica equivalente a quella di un analogo scooter con SOLO il motore a scoppio.... e quindi, tanto vale comprarsene uno che vada solo a benzina, sia per il calo del rendimento nel doppio passaggio che azzera il vantaggio di avere un motore ice sempre in regime di efficienza, sia per il fatto che sarebbe poi difficile entare nelle aree interdette ai veicoli non elettrici.
    Però, affinando un po' l'idea.... con un sistema tipo prius, ad esempio...
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)

  7. #7
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da livingreen Visualizza il messaggio
    Sai, stavo pensando proprio la stessa cosa...
    E allora siamo in tre.
    Però, a questo punto io approfitto ora di questo 3D per una idea che mi gira in testa da un po'.
    Pensare ad un generatore con motore endotermico come unico sistema di ricarica è mostruosamente sbagliato, sia come emissioni che come rendimenti.

    Diverso invece è se l'obiettivo è un "range extender", o meglio assicurarsi una riserva di energia per non rischiare di rimanere a piedi.
    E allora perché non pensare ad una pila a combustibile di dimensioni sufficientemente ridotte tipo l'Efoy che montano molti miei amici camperisti?

    Il funzionamento | EFOY
    Dati tecnici | EFOY

    Non prendetemi per matto, oltretutto hanno un costo spropositato, ma sempre meglio che dotarsi di un generatore a benzina molto più inquinante... O no?

    Ciao!
    Gym
    Dal giorno 08/02/2017 questo account è inattivo.
    Per favore non inviate alcun messaggio (soprattutto mail) al sottoscritto riguardante questo Forum poiché non otterrete alcuna risposta.
    Grazie!

  8. #8
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Eheheheh.... stavo proprio per arrivare a quello!!
    Bravo Gymania, mi hai letto nel pensiero!

    Poi, si può sempre fare anche quello che propone jumpjack, ci sono parecchie soluzioni e possiamo parlarne.. ma è l'idea di fondo, che non mi piace, visto che poi si inquina come se avessimo uno scooter normale.
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)

  9. #9
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da gymania Visualizza il messaggio
    E allora siamo in tre.
    Però, a questo punto io approfitto ora di questo 3D per una idea che mi gira in testa da un po'.
    Pensare ad un generatore con motore endotermico come unico sistema di ricarica è mostruosamente sbagliato, sia come emissioni che come rendimenti.

    Diverso invece è se l'obiettivo è un "range extender",
    Ma infatti è così che si chiamano questo tipo di mezzi: "elettrici ad autonomia estesa" (su un sito "ante litteram" di diversi anni fa, un italiano che le ha "inventate" le definisce "auto semi-elettriche" e fa tutta una serie di calcoli).
    La Opel Ampera, la Chevrolet Volt, e la Toyota Prius che uscità quest'estate, lo sono tutte: viaggi per 80 km (20 per la prius) solo in elettrico, ma se poi ti serve di fare altri chilometri si accende il motore a benzina e ti ricarica la batteria.

    Non è un' "eresia tecnica", perchè il motore gira sempre al numero di giri ideale, quello di massimo rendimento, perchè essendo collegato al generatore e non alle ruote non ha bisogno di cambio. Quindi è molto più efficiente dell'accoppiamento diretto motore-ruote (anche se non ho numeri precisi). E siccome userei il generatore termico solo nei rari casi di percorsi più lunghi di 70 km, sarebbe comunque risparmioso ed ecologico com'e' adesso, ma non avrei l'ansia dell'autonomia!

    o meglio assicurarsi una riserva di energia per non rischiare di rimanere a piedi.
    E allora perché non pensare ad una pila a combustibile di dimensioni sufficientemente ridotte tipo l'Efoy che montano molti miei amici camperisti?

    Il funzionamento | EFOY
    Dati tecnici | EFOY
    Quando ho letto delle celle Efoy, già in vendita, sono saltato sulla sedia. Poi ho trovato i prezzi... e sono riatterrato.
    Ma ricaricare lo scooter con una cartuccetta di idrogeno o di benzina o di cosa consumano queste celle, e farci 300 km, sarebbe strafico.
    Ma toccherà aspettare ancora qualche annetto, per avere un sistema piccolo ed economico.
    Batterie, DoD e profondità di scarica: *** Scaricare le batterie solo fino a metà prima di ricaricarle. *** Al piombo da 60 km: usata 20 km per volta durerà 60.000 km, 60 km per volta ne durerà 12.000. *** Al litio da 60 km: usata 20 km per volta durerà 120.000 km, 60 km per volta durerà 60.000 km.
    -- Jumpjack --

  10. #10
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito Scooter ibrido fatto in casa

    ****

    Sarebbe interessante riuscire a costruire uno "scooter elettrico ad autonomia estesa" ("ibrido" nel senso che va sia a corrente che a benzina), anche se tecnicamente non è semplice come lo sembra teoricamente: in teoria tutto ciò che serve è un piccolo gruppo elettrogeno. In realtà, le cose si complicano:

    1) Il gruppo elettrogeno deve produrre abbastanza energia da poter compensare quella persa durante il viaggio.
    2) La ricarica delle batterie deve avvenire in contemporanea alla scarica: serve quini un'elettronica piuttosto complessa.
    3) Il caricabatterie dello scooter deve essere abbastanza potente da poter utilizzare appieno la potenza del generatore
    4) Il gruppo elettrogeno deve essere abbastanza piccolo da poter stare sulla pedana dello scooter o in un bauletto rinforzato.

    1) Uno scooter elettrico consuma in media 40-50 Wh/km ed ha un'autonomia di circa un'ora e di circa 50-80 km, e una batteria di 3-4 kWh. Per semplificare, prendiamo dei "numeri ideali":
    Consumo: 50 Wh/km
    Autonomia: 50 km
    Autonomia: 1 ora
    Capacità: 3 kWh

    Per produrre 3 kWh in un'ora servirebbe un g.e. da 3 kW. Potrebbe essere complicato trovarne uno piccolo, quindi proviamo ad accontentarci di uno da 1 kW, giusto per fare i primi calcoli: 1000 Wh ci garantirebbero un supplemento di autonomia di 20 km, ossia circa un 40% in più. A questo si aggiungerebbe la possibilità di tenere in carica lo scooter ovunque, anche in assenza di colonnine, supponendo di nascondere il generatore nel bauletto: sarebbe una cosa bizzarra vedere uno scooter parcheggiato col bauletto che sbuffa e rumoreggia, ma vabbè... Diciamo che come primo esercizio possiamo aggiudicarci un gruppo elettrogeno da 1 kW.

    2) Per questo punto, bisognerebbe vedere se esistono circuiti o schede o integrati già pronti, perchè progettare tutto da zero renderebbe il progetto improponibilmente complicato. Dopotutto, le auto ibride esistono da 10 anni o più, quindi è una tecnologia consolidata, magari esiste roba già fatta...

    3) Il mio scooter, per esempio, non andrebbe bene: ha un caricabatterie da 200W, in un'ora ricaricherenne al massimo 4 km, del tutto inutile. Invece per esempio l'e-max ha un caricabatterie da 1500W, che avrebbe già più senso: in un'ora ricaricherebbe mezza batteria, concedendo un'altra mezz'ora di autonomia, nella quale continuerebbe a ricaricare la batteria, e così via... Bisogna però verificare se anche le batterie al litio possono essere ricaricate così rapidamente (l'e-max ha batterie al piombo).

    4)Al momento il g.e. più piccolo che ho trovato è di circa 40x30x40 cm, quindi piuttosto grande. Per trovarli su internet bisogna cercare, oltre che g.e., anche elettrogeneratore, generatore elettrico, e cose così.
    In realtà, il motore di un decespugliatore o di una motosega è molto più piccolo di 40x30x40, ed ha 1 o 2 cavalli di potenza (quindi circa 1 o 2 kW); quello che gli manca è un alternatore da far girare, quindi bisogna concentrarsi sulla ricerca di un alternatore/generatore sfuso.


    Per cominciare direi che basta, ora fatevi sotto con le idee!
    Ultima modifica di gymania; 07-06-2012 a 18:33
    Batterie, DoD e profondità di scarica: *** Scaricare le batterie solo fino a metà prima di ricaricarle. *** Al piombo da 60 km: usata 20 km per volta durerà 60.000 km, 60 km per volta ne durerà 12.000. *** Al litio da 60 km: usata 20 km per volta durerà 120.000 km, 60 km per volta durerà 60.000 km.
    -- Jumpjack --

  11. #11
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Si potrebbe sempre usare un gruppo elettrogeno 4 tempi a benzina e convertirlo ad etanolo. Così inquiniamo meno.

    Oppure per avere più autonomia basta aggiungere batterie..forse spendi meno.
    Bici elettrica MKIII : qui.

    E-bike / li-ion batteries / electronics / etc. : jacopo.tk


  12. #12
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Beh, tanto per stuzzicare la curiosità (adesso non ho tempo per una risposta estesa), dirò che ci sono in giro generatori da 20 a 800 W...
    Quando ho detto "se ne può parlare", intendevo quelli. E chi ha parlato del piggott non ha sbagliato di molto..
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)

  13. #13
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Gruppi elettrogeni ad aria compressa (non ancora portatili):
    [url=http://www.mdi.lu]MDI Enterprises S.A. - Voitures

  14. #14
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Non dimenticate che lo scopo dell' "ibridizzazione" sarebbe poter fare rifornimento facilmente!Dove li troviamo in giro per l'italia etanolo e aria compressa???
    Batterie, DoD e profondità di scarica: *** Scaricare le batterie solo fino a metà prima di ricaricarle. *** Al piombo da 60 km: usata 20 km per volta durerà 60.000 km, 60 km per volta ne durerà 12.000. *** Al litio da 60 km: usata 20 km per volta durerà 120.000 km, 60 km per volta durerà 60.000 km.
    -- Jumpjack --

  15. #15
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da jumpjack Visualizza il messaggio
    ...Dove li troviamo in giro per l'italia etanolo e aria compressa???
    Il motore ad aria compressa (secondo le specifiche indicate in quel sito della MDI) funziona anche da compressore per ricaricare la bombola che equipaggia il sistema.

  16. #16
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Solo parole: niente fatti, come al solito (e sono quasi vent'anni).
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)

  17. #17
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    ci sono pure i gruppi elettrogeni a gas... gpl sicuramente forse pure metano...

  18. #18
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Ma scusate, s'è fatto tanto e ancora si sta facendo per uscire dalla tecnologia del motore endotermico e volete per forza reinserirlo in un veicolo elettrico?
    E a che scopo, per aumentare l'autonomia?
    Piuttosto di "sporcare" un veicolo nato pulito, io aggiungerei una batteria.

    Quanto alle pile a combustibile certo oggi costano parecchio, ma forse si potranno autocostruire. O no?

    Gym

    p.s. anzi, se non ricordo male ci dovrebbe essere pure un 3D in tema da qualche parte nel Forum...
    Dal giorno 08/02/2017 questo account è inattivo.
    Per favore non inviate alcun messaggio (soprattutto mail) al sottoscritto riguardante questo Forum poiché non otterrete alcuna risposta.
    Grazie!

  19. #19
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    lo scopo sarebbe quello di eliminare quello che al momento è il più grosso difetto dei mezzi elettrici: l'ansia da autonomia, e il non poter mai avere la certezza di poter ritornare a casa, perchè se finisci il carburante no c'è verso di fare il pieno, specie se non hai il caricabatterie integrato a bordo ma solo a casa.
    Poi magari il motore termico non lo useresti mai... ma averlo a bordo è come avere una scialuppa su una nave.
    Batterie, DoD e profondità di scarica: *** Scaricare le batterie solo fino a metà prima di ricaricarle. *** Al piombo da 60 km: usata 20 km per volta durerà 60.000 km, 60 km per volta ne durerà 12.000. *** Al litio da 60 km: usata 20 km per volta durerà 120.000 km, 60 km per volta durerà 60.000 km.
    -- Jumpjack --

  20. #20
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito Ibridazione veicoli elettrici


    Bene..bene...fra qualche giorno vi posterò le foto del lavoraccio finito con le smc,per chi non ha seguito la sezione,ho cambiato le betterie originali della mia 600 con delle lifeipo4 da 40Ah ,riuscendo a mettercelle giuste giuste nel cassone centrale così da poter eliminare l'anteriore completo per far spazio a un'eventuale gruppo elettrogeno(il gioco era quello in effetti).Per l'elettronica ho fatto una cassettina di 12 cm d'altezza,che andrà appena sotto la vaschetta del webasto(si potrebbe anche moficare ma ne parlerò qui : http://www.energeticambiente.it/fiat...fai-da-te.html ).Ma andiamo al sodo,lo spazio rimasto sotto "la mia cassettina" sarà di circa 35cm in altezza,che è la misura più critica,in lunghezza e larghezza non dovrebbero esserci problemi per montare il gruppo elettrogeno,un neo 600ntista mio amico(ora son due che spero vengano anche a salutarci qui )ha calcolato i consumi effettivi dell'auto in KW-Km/h ,in pratica con un gruppo elettrogeno da 5kw,cammineremmo a 50km/h all'infinito(salvo serbatoio gruppo),quindi,premettendo che a me basterebbe anche un timido aiutino in caso mi servisse prolungare il tragitto con poca carica residua,inizio la ricerca su e-bay per capire le dimensioni reali di un gruppo.Bhe,pensavo davvero peggio,già questo qui : Loncin EN3500 3.5kw Industrial Generator 230/110v meccalte | eBay potrei montarlo su senza problemi ,spostando serbatoio, cassetta ellettrica e eliminando il telaio......che ne dite?Avete qualcosa di meglio?Gli inverter li scarto a priori per il prezzo davvero esagerato.
    Ultima modifica di riccardo urciuoli; 19-11-2013 a 09:47 Motivo: unione discussioni

  21. RAD
Pagina 1 di 6 123456 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Veicoli elettrici Ecomission
    Da skimer nel forum Veicoli a minor impatto ambientale/alternativi
    Risposte: 14
    Ultimo messaggio: 25-12-2015, 18:24
  2. Raduno Veicoli Elettrici
    Da elektro nel forum Fiere, Conferenze e Raduni
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 27-01-2012, 14:37
  3. Zap veicoli elettrici
    Da UnioneFaLaForza nel forum Veicoli elettrici in commercio
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 07-04-2009, 18:20
  4. Futuro dei veicoli elettrici
    Da Antonio Zanardo nel forum Veicoli ELETTRICI: auto elettriche, moto elettriche (veicoli a propulsione elettrica)
    Risposte: 53
    Ultimo messaggio: 30-12-2008, 09:14

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •