Evlist veicoli elettrici
Mi Piace! Mi Piace!:  309
NON mi piace! NON mi piace!:  24
Grazie! Grazie!:  37
Pagina 29 di 37 primaprima ... 91516171819202122232425262728293031323334353637 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 561 a 580 su 728

Discussione: riflessione sull'elettrico

  1. #561
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito



    Quote Originariamente inviata da Pedalologo Visualizza il messaggio
    ..dovrei metterci 5 anni di mutuo per comprarmi quel bel pacco di batterie col rischio che fra 5 anni mi ritrovi con una macchina superata da altre più
    performanti ... per farci il pendolare con tanto di tempo perso ad attaccare e staccare spine quasi tutti i giorni... perché?
    Tutte le auto sono superate da quelle nuove dopo 5 anni...
    Io la caricherei a casa...tempo perso? Meno che dal benzinaio
    Poi se non fa per te non sei obbligato ma la maggior parte delle persone in italia fa qualche decina di km al gg

    Inviato dal mio SM-G950F utilizzando Tapatalk
    pdc Templari Kita S Plus - vers. sw 13.26. Pit x acs BLR-Integra 500 + serpentino acs maggiorato 7,7 mq. Impianto Fotovoltaico 6,75 kw Winaico, inverter ABB 6000. 3 VMC Wolf cwl-d70. Casa 180 mq netti, EPHi 45 kwh/mqa, zona E 2388 gg. Cucina a induzione. No gas. contratto Enel 6 kw.

  2. #562
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Tempo perso per attaccare e staccare la spina ? Se uno a fretta puo ricaricare da 0 in mezzora.... non duciamo stupidate . Ovvio che non lo puoi fare sempre . Ma mica hai il diavolo alle calcagna tutti i Santi giorni . Prezzo .... la golf in questione se abiti in lombardia area 1 o 2 hai altri 8000 di bonus da 23scendi a15. Una comunisdima auto di gr B. A cui devi sommare bollo 50%di rca. Benzina o altro... tagliandi . Signori per chi ha possibilità. ... di ricarica comoda i tempi sono maturi

  3. #563
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Se poi aspettiamo che i prezzi scendano al 50 % allora credo che in casa avete ancora quei televisori del 90' . Perché pensate che tra 6 mesi lo stesso 50" costerà 100€ in meno . Intanto siete fermi al tubo catodico

  4. #564
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Azz Manfre 73 che telepatia

  5. #565
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da rcravero Visualizza il messaggio
    Vorresti comprarla ad euro 9990?
    Da 38500 a 9990 ci sono in mezzo un sacco di cifre più ragionevoli rispetto a 38.5K
    anche sparare la cifra di 9990 per non ammettere che 38.5k sono troppi non mi sembra ragionevole

  6. #566
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    non ho mai speso 38000 per un'auto, lunica grossa comprata nuova 9 anni fa è la mi Opel Astra SW Turbodiesel.

    Una bella auto, una delle poche che mi piaceva, ma mi sembravano tantissimi 20000€ e non li spenderei più per un diesel o benzina..per una elettrica sicuramente si.

    Pedalologo studia e informati prima di sparare certezze, la mia utilitaria elettrica è stata costruita VENTI anni fa e non ha avuto un guasto.


    Da quando l'ho presa io nel 2013 e rimessa in strada con cambio batterie... sono passati 6 anni e mezzo e 80000 km (fatti con una utilitaria FIAT Seicento).... e le batterie ancora funzionano, e si sono abbondantemente ripagate.

    Poi ognuno continua a comprare quello che ritiene più adatto, per lui per il pianeta o per entrambi. Ma evitiamo di dire sciocchezze da forum di Alfisti ehhh


    PS vi racconto un aneddoto che credo sia condivisibile: tutti stanno a criticare i prezzi delle elettriche, anche un collega che da anni dice "la comprerei ma costano troppo".
    Ha comprato il solito SUV per la figlia, giovane e al primo lavoro. 30000€ e non gli sono sembrati troppo.

    In manovra ha rotto paraurti posteriore e telecamerine/sensori di parcheggio urtando un palo nella sua proprietà...aaahhh non sempre la tecnologia salva, se guidi un camion travestito da auto.

    Ovviamente, soluzione all'italiana, ha brigato col meccanico per farsi cambiare il pezzo in garanzia.

    Eh già, le elettriche costano troppo.
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  7. #567
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Raga basta ricordare degli incentivi Lombardi.... sono piemontese e mi fate male :-D

    Scherzi a parte ho paura che finiranno appena disponibili quasi solo a vantaggio di auto termiche. Inutile illudersi di prendere e-golf a 15. 23 non è un cattivo prezzo per le dotazioni che ha.

    Avessi le competenze di Riccardo mi prenderei una panda zebra o altre EV abbandonate e me la risistemerei, però le mie competenze mi spingono al massimo a controllare lo stato della cinghia di trasmissione per accorgermi che non c'è (dopo mezz'ora di ricerca).
    FTV: 4,55 kWp Qcells G5 da 325 Wp e inverter ZCS wifi (8 pannelli sud, 6 pannelli est).
    https://www.solarmanpv.com/portal/Te...aspx?pid=71510
    2 Condizionatori a PDC LG Quadro, 1 condizionatore LG Art cool wifi (sconsigliato wifi della LG-inutile e pieno di problemi).

  8. #568
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Grazie della stima Mirko, ma io per ora mi accontento della mia Seicento Elettra.

    Una delle macchine meno sicure degli ultimi 20 anni, ma ideale per gli spostamenti urbani e in vicinanza.

    Tra un anno forse potrebbe perfino essere iscrivibile ASI, e comunque se non va a fuoco non credo la venderò MAI.

    Io non ho mai visto l'auto come una estensione del fallo, e quindi mi basta piccola ahahahh.

    E poi non giudico chi fa 20-30-40000 km/anno con l'auto, ma forse dovremmo rivedere anche certi presunti "diritti".

    I 15000 km/anno della Elettra sono quasi il 50% della percorrenza totale della mia famiglia, usiamo molto anche la metro e i treni, una seconda auto elettrica per ora sarebbe ingiustificata, magari un domani se uno dei figli dovesse fare più strada per lavoro...e ne venderei comunque prima una termica
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  9. #569
    Banned

    User Info Menu

    Predefinito

    ..Io nei conti che faccio, prendi ad es. una elettrica sui 17000Nw di peso, tipo la Golf o la
    Volkswagen, che pubblicizzano per tutti, con 300000m di autonomia, e pneumatici mettiamo da 0,3m di raggio e cv=0.01
    di coefficiente di attrito volvente ..che vorrebbero dire:


    Energia = Fattrvolv * autonomia= Forzapeso*cv/raggiopneum * autonomia=17000*.01/0.3*300000=1.7E8 J
    ossia: 1.7E8/(3600*1000)=47.2Kwh spesi dal pacco batterie


    [solo per compensare l' attrito volvente (con pneumatici messi bene) e quindi viaggiando a velocità inferiori ai 70Km/h da non tener tanto conto, in rapporto,
    dell' attrito viscoso con l' aria]


    ..che in euro solo per le batterie ne vorranno più di 15000 ..con il peso di circa 300Kg di materiali da riciclare..
    ........cioè queste in esempio sarebbero macchine per tutti concepite per risparmiare carburanti e non inquinare...?

  10. #570
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Perchè lanciarsi in conti complessi, approssimativi e per i quali non si hanno competenze ma si è fatto solo un po' di copia incolla da internet?

    Una auto elettrica consuma circa 1/4 (come energia/km o Wh/km) di una equivalente termica.

    Questo è un dato ottenuto da me e moltri altri su strada, quindi REALE e non usando una formuletta probabilmente errata che non tiene in conto le tantissime variabili coinvolte nel moto di un veicolo.

    Qui ho riportato un minimo di conti e considerazioni, senza formule complicate ma basati su dati misurati e quindi non contestabili (a meno di mettere in dubbio la mia buona fede)
    Storia di Eli parte II - i miei primi 50000 km elettrici - ElectroYou
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  11. #571
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Riccardo non dicevo quello che avrei fatto fossi stato in te (sarebbe assurdo cambiare Eli...dopo tutto quel lavoro e quella soddisfazione ha un valore non monetizzabile), intendevo cosa farei io, che non ho alcuna auto elettrica, se avessi le tue competenze (e non è eccesso di stima... è constatazione dei fatti. Tu ci sei riuscito davvero con eli!)


    Per gli astrusi calcoli... sarà che per muovere una e-golf ai 70 km orari servano 45 kWh....ma di fatto con 35 kWh percorre a quelle velocità più di 200 km per carica (prove di non so quale rivista, ai 90 km orari, hanno percorso 217 km e, notare, si sono fermati in quanto giunti a destinazione non per Batteria esaurita)
    FTV: 4,55 kWp Qcells G5 da 325 Wp e inverter ZCS wifi (8 pannelli sud, 6 pannelli est).
    https://www.solarmanpv.com/portal/Te...aspx?pid=71510
    2 Condizionatori a PDC LG Quadro, 1 condizionatore LG Art cool wifi (sconsigliato wifi della LG-inutile e pieno di problemi).

  12. #572
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    E le batterie dopo dove le buttate? Come un disco rotto, gli elettro-scettici continuano ad agitare lo spettro di un disastro ecologico, con migliaia di accumulatori di auto elettriche buttati in discarica con il loro contenuto “velenoso”. Nulla di tutto questo.

    Lunga vita, sull’auto e dopo

    La vita delle batterie è lunga e può andare ben oltre il primo utilizzo nello stoccare l’energia necessaria per alimentare il motore.
    [https://www]Il pacco-batterie di un’elettrica Renault, sistemato nel pianale sotto i piedi dei passeggeri.
    Cominciamo col dire che, dopo un periodo calcolato in 8-10 anni, le batterie conservano ancora almeno il 75% della loro capacità. Tanto che le case sono così confidenti da offrire 8 anni di garanzia, molto più di quanto viene offerto su un powertrain convenzionale a combustione interna.
    Ergo: per la capacità residua possono (o meglio: devono) essere utilizzate come accumulatori per uso statico. Spesso a supporto della produzione di energia da rinnovabili, che necessita di uno stoccaggio se il consumo non avviene nel momento stesso della produzione. Il caso più noto è quello dello stadio dell’Ajax, l’Amsterdam Arena, la cui illuminazione è alimentata da batterie che per anni equipaggiavano un modello elettrico di grande diffusione come la Nissan Leaf. Ma le esperienze in tutto il mondo ormai sono migliaia. E non si può certo più considerarle un utilizzo sperimentale, ma una normalissima “second life”.
    [https://www]L’Amsterdam Arena, illuminata con energia stoccata nelle batterie ex Nissan Leaf
    Senza dimenticare che il valore del componente e la sua architettura rendono economicamente sostenibile e tecnicamente possibile – in caso di guasto – anche un remanufacturing del pacco batteria. E quindi un ulteriore ciclo di vita utile prima degli utilizzi successivi.

    Grande supporto allo sviluppo delle rinnovabili

    Sono le stesse Case automobilistiche a promuovere progetti di riutilizzo. La Renault e la Nissan, per esempio, hanno collaborato con Bouygues Energy Service nel progetto European Energy Local Storage Advanced system (ELSA), per installare sistemi di stoccaggio con batterie provenienti da auto elettriche in diverse città europee. Per non parlare delle esperienze in corso nelle isole: a Porto Santo e a Belle-Île-en-Mer, le batterie che prime erano montate sulle Renault Zoe servono per accumulare l’energia prodotta durante il giorno con energie rinnovabili, come i tetti solari. Riducendo la dipendenza di questi luoghi meravigliosi dai carburanti fossili, che devono essere trasportati via mare. La stessa Renault ha in atto un accordo per fornire le batterie usate a Powervault, una start-up inglese specializzata nel fornire impianti di stoccaggio ai grandi condomini dotati di tetto solare. Secondo la Casa francese, questa second life si estende almeno per altri cinque anni. E consente al costruttore di ammortizzare ulteriormente il costo delle batterie, che è ancora piuttosto elevato. E il tema è ben presente anche all’Unione Europea, che nel 2018 ha raggiunto un agreement on innovation con diversi costruttori, per promuovere il riutilizzo prima di arrivare all’extrema ratio del riciclo.
    [https://www]I pacchi-batterie di un’auto elettrica Renault usati per lo stoccaggio di energia in second life.

    I costruttori al lavoro per recuperare preziose materie prime

    E c’è infine la terza vita, quella finale, su cui si sta lavorando in tutti i Paesi. In un’ottica di economia circolare che punta non soltanto al riuso dei materiali rari presenti nelle batterie (litio,  cobalto e manganese, oltre a nickel e alluminio), ma anche alla creazione di una nuova, profittevole filiera industriale. In Italia c’è un progetto molto avanzato portato avanti dal Cobat e dell’Enea, con il supporto di Enel X. In Francia è all’opera l’Agence d’Environment Energy Management (Ademe), con la collaborazione dei principali costruttori, come il Groupe Renault e PSA Peugeot Citroen. Il ruolo delle Case auto in questo processo è fondamentale, perché possono progettare i pacchi-batterie in modo da agevolarne il riciclo a fine vita. E occuparsene esse stesse.
    [https://www]Il paco-batterie viene estratto dal pianale dell’auto, per poi iniziare il lavoro di recupero.
    Il recupero è un lavoro complesso e costoso, che richiede una serie di trasformazioni chimiche e severi criteri di sicurezza. Il che fa sì che si ritardi il più possibile l’operazione. E che si cerchi di “educare” gli automobilisti a gestire nel modo ottimale ricarica e scarico delle batterie, in modo da allungarne la vita il più possibile. Ma alla lunga il momento del riciclo arriva. E ci si sta preparando. Nello stabilimento tedesco di Salzgitter, dove Volkswagen Group Components sta costruendo un impianto pilota per la produzione di celle-batteria, nel 2020 entrerà in funzione una struttura dedicata solo al recupero. “Per molti decenni e fino a poco tempo fa, le batterie esauste sono state trattate come rifiuti pericolosi, mentre possono rappresentare una fonte preziosa di materie prime”, assicurano i tecnici del colosso tedesco.
    [https://www]Il pacco batterie di una Volkswagen elettrica: si punta a riciclarne il 97% dei componenti.
    Ma come? “Abbiamo passato gli ultimi dieci anni a capire come poter recuperare materie prime preziose quali nichel, manganese, cobalto e litio” spiega Thomas Tiedje, Responsabile della programmazione tecnica per la divisione e-Mobility di Volkswagen Group Components. L’impiego multiplo di questi quattro materiali è particolarmente importante, perché la loro estrazione e utilizzo incidono molto sull’impronta di carbonio di un’azienda. Inoltre, il riciclo permette di ridurre i costi e preservare le materie prime.

    L’ISI punta a riciclare fino al 97%, dal 53% attuale

    A Salzgitter si potranno riciclare 1.200 tonnellate di batterie ogni anno, che corrispondono a circa 3.000 veicoli elettrici. La capacità crescerà costantemente, anche se fino alla fine del prossimo decennio, quando la prima grossa tranche di veicoli elettrici raggiungerà la fine del ciclo di vita, non si prevedono quantità considerevoli di batterie da recuperare.
    Ma come viene riciclata una batteria? Nel caso in cui la struttura chimica delle celle non raggiunga più i parametri di efficienza richiesti per alcun tipo di riutilizzo, si passa al recupero. I componenti vengono smontati e i materiali essiccati e setacciati, per poter estrarre la cosiddetta “polvere nera”, che contiene materie prime preziose come nichel, manganese, cobalto e litio. A questo punto gli elementi vengono separati e ritornano disponibili per la produzione di nuove batterie.
    [https://www]Una slide Volkswagen mostra le due strade che si aprono quando la batteria scende sotto al 75% di capacità.
    L’impianto pilota di Salzgitter farà da apripista per altre strutture dedicate al riciclo da Volkswagen nei prossimi anni. L’obiettivo non è legato solo agli obblighi di carattere ambientale, ma anche a target di convenienza economica, per arrivare a recuperare fino al 97% delle materie prime, partendo dal 53% attuale. Un dato che, secondo Volkswagen AG, salirà rapidamente fino al 72%. Una grande sfida nella sfida dell’auto elettrica.


    Inviato dal mio SM-G950F utilizzando Tapatalk
    pdc Templari Kita S Plus - vers. sw 13.26. Pit x acs BLR-Integra 500 + serpentino acs maggiorato 7,7 mq. Impianto Fotovoltaico 6,75 kw Winaico, inverter ABB 6000. 3 VMC Wolf cwl-d70. Casa 180 mq netti, EPHi 45 kwh/mqa, zona E 2388 gg. Cucina a induzione. No gas. contratto Enel 6 kw.

  13. #573
    Banned

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
    Perchè lanciarsi in conti complessi, approssimativi e per i quali non si hanno competenze ma si è fatto solo un po' di copia incolla da internet?

    Una auto elettrica consuma circa 1/4 (come energia/km o Wh/km) di una equivalente termica.

    Questo è un dato ottenuto da me e moltri altri su strada, quindi REALE e non usando una formuletta probabilmente errata che non tiene in conto le tantissime variabili coinvolte nel moto di un veicolo.

    Qui ho riportato un minimo di conti e considerazioni, senza formule complicate ma basati su dati misurati e quindi non contestabili (a meno di mettere in dubbio la mia buona fede)
    Storia di Eli parte II - i miei primi 50000 km elettrici - ElectroYou
    GUARDA CHE MEGLIO E PIU SEMPLICE DI QUELLA FORMULETTA Energialavoro=F*S NON FAI!
    PER FAVORE APRITELI OGNI TANTO I LIBRI !!!

    Seppoi per calcolare la forza prendi la formula dell' attrito volvente F=cv*Forzapeso/r conoscendo il peso e dato un certo raggio e coefficiente d' attrito volvente che trovi sulle caratteristiche dei pneumatici ..di meglio non fai!

    (potresti aggiungere che devi considerare se c' è portanza negativa o positiva ma per le basse velocità non occorre)

    ..questi calcoletti sono più che sufficienti dunque per dare una idea di come vadano le cose ..fateveli prima di dare dello ignorante a chicchessia per di più se non si è capaci che di riportare due tabelle restando a quel livello e pretendendo che ci restino anche gli altri!..

  14. #574
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Mi sa che tu i libri manco li hai da aprire.....
    Segui il mio impianto solare termico ad integrazione riscaldamento con Rotex HPU Hybrid sul web:
    Solare termico di Sergio&Teresa
    Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500

  15. #575
    Banned

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da sergio&teresa Visualizza il messaggio
    Mi sa che tu i libri manco li hai da aprire.....
    ..appunto fai come si fa a scuola invece di screditare gratuitamente me, metti la tua soluzione con i tuoi calcoli dove contesti i miei perché di quelli stai contestando.. non la mia persona!

  16. #576
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Beh ti rendo semplicemente quel che tu dai gratuitamente ad altri che hanno cercato di spiegarti che il rendimento di un motore elettrico è molto migliore del rendimento di un motore termico, e che dunque il consumo in Wh/km di un'auto a motore termico è tipicamente più elevato di un'auto di pari livello a motore elettrico.

    Tu in risposta scrivi la formuletta (giusta) del lavoro e una formuletta senza senso che darebbe l' "attrito volvente" .... che basta guardare le unità di misura per capire che è senza senso .... e accusi gli altri di non aprire libri ... fai tu.
    Segui il mio impianto solare termico ad integrazione riscaldamento con Rotex HPU Hybrid sul web:
    Solare termico di Sergio&Teresa
    Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500

  17. #577
    Banned

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da sergio&teresa Visualizza il messaggio
    .....
    Tu in risposta scrivi la formuletta (giusta) del lavoro e una formuletta senza senso che darebbe l' "attrito volvente" .... che basta guardare le unità di misura per capire che è senza senso .... e accusi gli altri di non aprire libri ... fai tu.
    ..Correggi i miei conti e metti la tua formuletta per l' attrito volvente!!! ...siamo in un forum apposta per discutere e correggere le rispettive convinzioni!!!

  18. #578
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Per prima cosa chiedi scusa a chi ha scritto cose giuste.... tu non le hai considerate e ti sei messo a insultare.

    Poi discutiamo.

    Un mio vecchio professore diceva: io a chi sa non insegno.
    Segui il mio impianto solare termico ad integrazione riscaldamento con Rotex HPU Hybrid sul web:
    Solare termico di Sergio&Teresa
    Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500

  19. #579
    Banned

    User Info Menu

    Predefinito

    Io sono qui per discutere di auto elettriche e non con te!!

    ..ti riepilogo le tue risposte sul tema delle formule che ho messo..


    Mi sa che tu i libri manco li hai da aprire.....

    Tu in risposta scrivi la formuletta (giusta) del lavoro e una formuletta senza senso che darebbe l' "attrito volvente" .... che basta guardare le unità di misura per capire che è senza senso ....
    e accusi gli altri di non aprire libri ... fai tu.

    Per prima cosa chiedi scusa a chi ha scritto cose giuste.... tu non le hai considerate e ti sei messo a insultare.


    Poi discutiamo.


    Un mio vecchio professore diceva: io a chi sa non insegno.
    ...per chi invece gli interessasse la discussione possiamo continuare da discutere ci sarebbero tante cose anche partendo dalle formulette che ho messo io...

    P,s
    un professore che non ha capito che non s' impara mai tutto non ha capito nulla
    di Pincus Pallinus

  20. #580
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Mercedes: rotto il muro del 50% di efficienza termica del V6 al banco

    in F1 la Mercedes ha raggiunto la magica efficienza del 50% sul motore termico....al banco... evviva
    un motore elettrico comune sta oltre il 90%

    l'energia dell'elettrico può arrivare da fonti rinnovabili (il mix italiano dice 36-38%) e aumenterà
    il combustibile fossile quanto è rinnovabile?

    emissioni ?

    e aggiungo. quanto sviluppo ha sostenuto il motore termico ? quanti anni?
    se si fosse sviluppato alla pari l'elettrico a che punto saremmo (anche sulle batterie)?
    già in una decina di anni si sono raddoppiate le capacità di carica con stesso peso...
    pdc Templari Kita S Plus - vers. sw 13.26. Pit x acs BLR-Integra 500 + serpentino acs maggiorato 7,7 mq. Impianto Fotovoltaico 6,75 kw Winaico, inverter ABB 6000. 3 VMC Wolf cwl-d70. Casa 180 mq netti, EPHi 45 kwh/mqa, zona E 2388 gg. Cucina a induzione. No gas. contratto Enel 6 kw.

  21. RAD
Pagina 29 di 37 primaprima ... 91516171819202122232425262728293031323334353637 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. La Piaggio torna sull'elettrico, ecco la Vespa elettrica!
    Da jumpjack nel forum Categoria L3 (es. moto elettriche)
    Risposte: 12
    Ultimo messaggio: 28-08-2018, 08:23
  2. Perchè le grandi case motociclistiche non puntano sull'elettrico?
    Da lennon79 nel forum Categoria L3 (es. moto elettriche)
    Risposte: 23
    Ultimo messaggio: 26-11-2012, 17:17
  3. aiuto vorrei un consiglio sull'acquisto scooter elettrico
    Da moicano 1 nel forum Veicoli ELETTRICI: auto elettriche, moto elettriche (veicoli a propulsione elettrica)
    Risposte: 13
    Ultimo messaggio: 27-10-2010, 07:19
  4. Riflessione... (un pò polemica)
    Da semex nel forum RISPARMIO ENERGETICO ed EFFICIENZA ENERGETICA
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 23-08-2010, 10:34
  5. Riflessione importante
    Da nel forum riflessione sull'elettrico BIO-CARBURANTI
    Risposte: 13
    Ultimo messaggio: 11-04-2005, 16:30

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •