Grazie! Grazie!:  0
Visualizzazione dei risultati da 1 a 2 su 2

Discussione: Templari Diva, la nuova era delle pompe di calore aria/acqua

  1. #1
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito Templari Diva, la nuova era delle pompe di calore aria/acqua



    "Diva" Templari è un'innovativa pompa di calore aria/acqua con COP al massimo livello e cicli di defrosting ridotti al minimo.Il risultato della ricerca e sviluppo Templari è una rivoluzionaria macchina con inverter ad iniezione di vapore ad alta temperatura dell'acqua che si inserisce a pieno titolo in un complesso mercato fatto di colossi italiani, multinazionali giapponesi e sofisticate ma costose macchine tedesche. Gli spazi di miglioramento c'erano e Templari ha saputo cogliere la sfida.
    L'obbiettivo di Templari è realizzare un prodotto altamente efficiente raggiungendo un livello attualmente sconosciuto nella produzione italiana.
    "Diva" è stata concepita per contrastare l'alto costo dell'energia elettrica in Italia e garantire un'elevata economia d'esercizio perché la parola d'ordine è: "Vietato sprecare energia!"
    "Diva" è un prodotto "Made in Italy" ed ogni suo componente è stato studiato, valutato e promosso solo se risultante come miglior componente attualmente esistente nel mercato. "Diva" ha ampiamente superato severi test di qualità per garantire le migliori prestazioni e la totale affidabilità.
    Dato che la potenza è inutile senza controllo, "Diva" è equipaggiata di un software proprietario dedicato ed espressamente ottimizzato per garantire la costante e massima efficienza in tutte le condizioni d'uso.
    Caratteristiche progetto "Diva":
    1. Compressore Scroll Power Inverter silenziato con iniezione di vapore.
    2. Acqua calda in mandata fino a 63C°, adattabile quindi ad impianti tradizionali a radiatori e acqua calda sanitaria.
    3. Circolatore acqua alta efficienza classe A di serie, con un EEI (Energy Efficienty Index) di 0,23 (attuale 0,40) risponde alle normative europee ErP (Energy related Products) 2009/125/CE obbligatorie in Europa a partire dal 1° Agosto 2015.
    4. Ventola classe A di serie, a basso numero di giri (Max 600 giri), basso consumo, super silenziosa pilotata da inverter a giri variabili, risponde alle normative europee ErP del 2015.
    5. Controllore programmabile, adatto a pilotare al meglio tutti i componenti della macchina in base alle temperature esterne ed interne, possibilità di gestire 2 temperature differenti di serie: temperatura acqua impianto termico e temperatura acqua sanitaria.
    6. Funzionamento esteso fino alla temperatura -30C° di aria esterna (unica del suo genere) grazie al sistema "smart injection".
    7. Sistema 'smart injection' pilotato da valvola elettronica per una maggiore precisione e velocità dell'iniezione, unica 'made in Italy' con questa tecnologia.
    8. Sistemi di recupero dell'energia per estendere il campo di funzionamento della macchina, ridurre i consumi, ridurre i cicli di defrosting.
    9. Separatore d'olio di serie, defrosting attuato senza spegnere e accendere il compressore (in ogni ciclo defrosting il compressore si accende 2 volte)importantissimo perché aumenta la durata del compressore.
    10. Defrosting ridotti al minimo e solo se necessari.
    11. Progettazione, dimensionamento e scelta dei componenti senza compromessi.
    12. Estetica curata ed adattabile a qualsiasi contesto residenziale.
    13. Passo alette batteria esterna di 2,5 mm con rivestimento idrofilico di serie, vasca raccogli condensa riscaldata di serie tutto questo per ritardare la formazione di ghiaccio e ridurre quindi i cicli di defrosting.
    14. Controllo remoto da installare all'interno dei locali di serie, con funzioni di controllo disponibili al 100% e non parziali.

    Grazie alla tecnologia ‘Smart Injection’, la capacità di riscaldamento nominale 63 °C all’acqua è mantenuta fino ad una temperatura esterna del’aria di -18 °C. Inoltre, le operazioni di sbrinamento sia negli intervalli di inserimento che nella durata sono sensibilmente migliorate rispetto ai classici sistemi. Grazie a ciò, la temperatura degli ambienti viene raggiunta più velocemente e può essere mantenuta al livello desiderato in modo più stabile assicurando il massimo comfort anche con condizioni esterne estremamente rigide e variabili. Tutto questo concentrato di tecnologia dovuto ad un forte impegno in ricerca e sviluppo da parte di un team di ingegneri italiani, sfocia sia in un COP (coefficient of performance) sia ad un SCOP interstagionale più elevato in assoluto fino ad oggi: COP elevati e defrosting minimi garantiscono a Diva la stessa economicità di consumi delle pompe di calore geotermiche, con il grande vantaggio di un impianto meno complesso nella progettazione, meno soggetto a vincoli normativi, nonchè dai costi di realizzazione dimezzati. “Diva” non necessita di una caldaia in affiancamento. Disponibile in versione monoblocco, sia trifase che monofase, a partire da Giugno 2013.

  2. #2
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Defrosting intelligenti e ridotti
    Il fenomeno della formazione di brina sulla superficie delle batterie evaporanti delle pompe di calore avviene durante il funzionamento invernale aumentando d'intensità in maniera esponenziale fintanto che la superficie della batteria d'espansione non sia totalmente occlusa dallo strato di brina, trasformatasi nel frattempo in ghiaccio. In tale condizione, i sistemi di sicurezza presenti nelle pompe di calore ne bloccano il funzionamento, causando non pochi disagi all'utilizzatore. Per evitare tale condizione e per eliminare lo strato di ghiaccio che copre la batteria d'espansione, la pompa di calore effettua dei cicli di sbrinamento, chiamati Defrosting.
    Durante il defrosting, la pompa di calore inverte il ciclo di funzionamento sbrinando la batteria di espansione. Tale operazione rappresenta una perdita di efficienza dell'impianto e risulta usurante per il compressore.
    KITA riduce i cicli di sbrinamento attraverso la batteria evaporante, progettata espressamente per limitare la formazione di brina. Inoltre


    Kita ha una batteria evaporante particolare, progettata per evitare il formarsi di brina, assieme ad un circuito frigo di nuova concezione, ad dei componenti aggiuntivi di sicurezza che rendono il sistema affidabile e funzionale. Intelligenti perchè migliaia di ore di prove nelle più svariate condizioni climatiche, assieme ad dei nuovi sensori di controllo, hanno permesso di arrivare ad una dimestichezza con il fenomeno brina. In kita il defrosting viene eseguito solo quando serve.
    Per capire l'importanza basti pensare che attualmente le macchine con una normale tecnologia devono eseguire dai 2 ai 3 cicli di defrosting all'ora a partire da una temperature dell'aria di+4°C + 5°C, dipendente dall'umidità. Ogni ciclo di defrosting, a parità di potenza elettrica assorbita causa una perdita di resa del 10%. Per la maggior parte della stagione invernale questa condizione si verifica, causando la brutta sorpresa di subire un consumo di energia elettrica di un 20%- 30% in più rispetto quello riportato nei cataloghi.

  3. RAD

Discussioni simili

  1. Pompe di calore aria/acqua...
    Da casapassiva nel forum Caldaie a Gas (metano-GPL)
    Risposte: 60
    Ultimo messaggio: 18-01-2015, 18:08
  2. Solarpst Vs pompe di calore aria/acqua
    Da PaoloMak nel forum Templari Diva, la nuova era delle pompe di calore aria/acquaSolare TERMODINAMICO
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 01-02-2011, 12:25
  3. Pompe di calore aria/acqua
    Da nel forum In Casa
    Risposte: 49
    Ultimo messaggio: 25-01-2010, 23:42

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •