Mi Piace! Mi Piace!:  46
NON mi piace! NON mi piace!:  8
Grazie! Grazie!:  4
Pagina 2 di 6 primaprima 123456 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 23 a 44 su 129

Discussione: Biomassa , avanti così facciamoci del male......

  1. #23
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito



    infatti, se non si fosse usato il fuoco.... saremmo ancora scimmie.....
    ma fatemi il piacere !!!!!!!!!!!!!! fa specie vedere persone che incriminano il fuoco, e usano pc, cell, auto, pdc, vestiti sintetici, internet, ecc ecc pensando che tutto sia frutto dell'opera dello spirito santo
    veramente, l'ipocrisia a volte non ha limiti...... (e mi divertirei un sacco vedere queste stesse persone vivere veramente senza quello che il fuoco può dare... sarebbe un film comico)
    logicamente, mia libera opinione.... che può piacere o meno.
    la biomassa non è per tutti........ ma per alcuni si

  2. #24
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Io invece direi che le principali cause di morte sono altre



    Direi che prima di arrivare alla legna ci siano ben altre cause sociali come ad esempio consumismo, obsolescenza programmata, ecc ecc
    Ma a chi piace il sistema attuale "produci, consuma, muori" non resta che cercare il capro espiatorio altrove. La biomassa assolve bene a questo compito ma non riuscite a farmi sentire in colpa se non mi rassegno a morire di freddo.
    "Il momento migliore per piantare un albero è vent'anni fa. Il secondo momento migliore è adesso."
    “Se questa scienza che grandi vantaggi porterà all'uomo, non servirà all'uomo per comprendere se stesso, finirà per rigirarsi contro l'uomo.”
    "D'ogni legge nemico, e di ogni fede"

  3. #25
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Comprendo che chi vende fumarole a biomassa cerchi di portare l'aqua al suo mulino, ma... si tratta di cose risapute e non smentibili. Se si vuole andare su risposte maleducate, direi che non è proprio il caso.
    Consiglio di guardarsi dati e report dell'OMS, della Banca mondiale e degli organi dei singoli Stati, nonchè di tutte le organizzazioni che si preoccupano di cercare di cambiare la situazione. E ti ricordo che in Europa, dove siamo così avanti, la combustione delle biomasse in aree densamente abitate è stata VIETATA per decenni proprio per le migliaia di decessi provocati negli anni 50, sui quali non c'è alcun dubbio riguardo alle ragioni per cui sono avvenuti.
    A solo scopo divulgativo, riporto un passo del Corriere:
    "l’uso di fornelli per cucinare inefficienti e inquinanti (o di fuochi aperti) costituisce un formidabile pericolo sotto molti punti di vista. Da quello della salute pubblica, ad esempio, si stima che causi più morti premature dell’Aids, della malaria e della tubercolosi messe insieme. Ma oltre ai costi sanitari non sono da meno quelli economici, sociali e ambientali, dalla deforestazione all’emissione di gas serra, fino al tempo perduto per la raccolta (sottratto a istruzione, lavoro e famiglia) e alle discriminazioni di genere (attività spesso delegate alle donne).
    Gli effetti sulla salute

    Non ci sono dubbi, come rilevano Banca Mondiale e «Global Alliance for Clean Cookstoves», che cucinare con combustibili solidi come carbonella, legna o carbone produca livelli significativi di inquinamento dell’aria in «ambiente familiare». Gli effetti sono inquietanti. Le cause maggiori sono le emissioni di particolato, di monossido di carbonio e di un insieme di altri gas aromatici nocivi come butadiene, benzene e stirene, che possono causare una lunghissima sequenza di malattie, tra cui danni respiratori fino al cancro al polmone e danni al feto e alla crescita dei neonati e dei bambini. Secondo l’Organizzazione mondiale della Sanità (dati 2010) tali gas e inquinanti contribuiscono alla morte prematura di almeno 4,3 milioni di individui ogni anno, e a oltre 110 milioni di malati cronici, cioè di persone le cui «attese di vita» vanno corrette «per disabilità» («Daly», disability-adjusted-life-year). Sempre secondo l’Oms l’inquinamento dell’aria in ambiente familiare è il quarto fattore di rischio di morte prematura al mondo, addirittura il primo nell’Asia meridionale e il secondo nell’Africa sub-sahariana. Come si accennava in precedenza, le morti superano la somma di quelle per Hiv-Aids (1,5 milioni), malaria (1,2 milioni) e tubercolosi (1,2 milioni)."
    <Una vena di anti-intellettualismo si è insinuata nei gangli vitali della nostra politica e cultura, alimentata dalla falsa nozione che democrazia significhi "la mia ignoranza vale quanto la tua conoscenza"> Isaac Asimov

  4. #26
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da freeway Visualizza il messaggio
    L'OMS stima in quattro milioni di decessi all'anno (di cui 500.000 bambini sotto i cinque anni) il numero di coloro che ci lasciano la pelle perchè si riscaldano o cucinano con biomasse varie
    Si, sono quelli che tengono i bracieri aperti nelle capanne...
    Negli anni 50 molta gente usava la legna allo stesso modo che nelle capanne.

    Fosse come dici tu con gli incendi che ci sono nel mondo Brasile, Siberia, Australia dovrebbero essere delle aree immense di cadaveri. Includiamoci anche il Piemonte che 2 anni fa ha avuto incendi enormi
    "Il momento migliore per piantare un albero è vent'anni fa. Il secondo momento migliore è adesso."
    “Se questa scienza che grandi vantaggi porterà all'uomo, non servirà all'uomo per comprendere se stesso, finirà per rigirarsi contro l'uomo.”
    "D'ogni legge nemico, e di ogni fede"

  5. #27
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da WuWei Visualizza il messaggio
    Io invece direi che le principali cause di morte sono altre...
    Direi che prima di arrivare alla legna ci siano ben altre cause sociali come ad esempio consumismo, obsolescenza programmata, ecc ecc
    Bene, vediamo i dati! Ma ricorda che dove si usa il vecchio sistema, la vita media è INFERIORE di oltre dieci anni rispetto a quella italiana... di dieci anni fa. Ora è calata... a causa dell'inquinamento.
    Inquinamento atmosferico, i dati dell’impatto sulla salute in Italia
    <Una vena di anti-intellettualismo si è insinuata nei gangli vitali della nostra politica e cultura, alimentata dalla falsa nozione che democrazia significhi "la mia ignoranza vale quanto la tua conoscenza"> Isaac Asimov

  6. #28
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da WuWei Visualizza il messaggio
    Fosse come dici tu con gli incendi che ci sono nel mondo Brasile, Siberia, Australia dovrebbero essere delle aree immense di cadaveri. Includiamoci anche il Piemonte che 2 anni fa ha avuto incendi enormi
    me lo stavo chiedendo pure io....
    evidentemente il "Corriere" che indica freeway ha distribuito maschere antigas a gratis a tutti gli abitanti di quelle zone......... eheheheheh

    mi viene da ridere..... anche se ci sarebbe da piangere dare la colpa ai fornelli per la seconda causa di morte mondiale......

    freeway, se mi metti alla pari un moderno generatore a biomassa, con la pentola sul fuoco di legna come i cannibali, beh..... ti consiglio di informarti un pò meglio prima.....
    la biomassa non è per tutti........ ma per alcuni si

  7. #29
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da freeway Visualizza il messaggio
    Bene, vediamo i dati! Ma ricorda che dove si usa il vecchio sistema, la vita media è INFERIORE di oltre dieci anni rispetto a quella italiana... di dieci anni fa. Ora è calata... a causa dell'inquinamento.
    Inquinamento atmosferico, i dati dell’impatto sulla salute in Italia
    Dal tuo link si legge
    Come atteso, l’inquinamento colpisce maggiormente il Nord (per il 65% del totale), in generale le aree urbane congestionate dal traffico e le aree industriali.

    Traffico e aree industriali. Proprio le 2 immagini che avevo postato io...
    In Abruzzo non so quante PDC siano installate. Sicuramente tante caldaie a legna. Dici che i livelli di inquinamento sono così elevati sul Gran Sasso?
    "Il momento migliore per piantare un albero è vent'anni fa. Il secondo momento migliore è adesso."
    “Se questa scienza che grandi vantaggi porterà all'uomo, non servirà all'uomo per comprendere se stesso, finirà per rigirarsi contro l'uomo.”
    "D'ogni legge nemico, e di ogni fede"

  8. #30
    Banned

    User Info Menu

    Predefinito

    volevo intervenire, solo che he non so da che parte cominciare
    quantunque non sia mai stato moderatore di nessun sito spero che nessuno si offenda se parlo da moderatore :

    " suvvia !
    non litigate, non scaldatevi troppo gli animi, anche se siamo in inverno e fa freddo
    se analizziamo a fondo le varie istanze che tutti portate avanti in fondo avete tutti torto allo stesso modo
    in fondo se leggi bene e ti immedesimi nel filo conduttore del ragionamento tutti gli interventi hanno qualcosa di sbagliato, primi fra tutti i miei ovviamente "

    poi perché dovremmo insistere a vivere in un logo dove ci serve la stufa d'inverno e il condizionatore d'estate invece che trasferirci dove la temperatura varia dai 18 ai 23 gradi ?


    tornando seri
    qualsiasi mezzo per scaldarsi o per alimentare la televisione va bene, usciamo dalle teorie e dalle ideologie e impariamo a decidere tutte le volte sforzandoci di uasare il meglio nel tempo e nel luogo
    ovvio che se abitassi in mezzo alle montagne fredde mi scalderei con la legna (che le persone Volgari chiamano biomassa ma non ho ancora capito cosa C. vuol dire esattamente)
    ovvio che se abitassi in mezzo alle paludi raccoglierei il CH4 (più o meno) con l'imbuto e userei quello
    nel Texas ci fu un periodo che il petrolio veniva su da solo dalla terra, bastava raccoglierlo a dargli fuoco, cosa c'era di sbagliato ?
    di sbagliato c'è solo l'ostentazione del solito moralismo di M. che PUTACCASO è sempre rivolto su quello che fanno gli altri
    io abito in città, pur piccola, e se mi mettessero vicino un Inceneritore di rifiuti che mi desse a prezzo basso sia l'energia elettrica che il calore (eventualmente tramutato in freddo attraverso adsorbitori) ovviamente con LA DOVUTA ATTENZIONE PER L'INQUINAMENTO sarei solo contento

  9. #31
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da WuWei Visualizza il messaggio
    Si, sono quelli che tengono i bracieri aperti nelle capanne... Negli anni 50 molta gente usava la legna allo stesso modo che nelle capanne.
    Per la verità non tutti. In molti Paesi in via di sviluppo si usa quella che da noi era definita "cucina economica". Non cambia molto... Per questo ci sono decine di associazioni che girano per quei paesi promuovendo metodi alternativi di combustione, come la gassificazione. Chiunque abbia gli occhi può vedere comodamente come si annerisce la stanza dove c'è una stufa, e quella roba va anche nei polmoni.
    Quote Originariamente inviata da WuWei Visualizza il messaggio
    Fosse come dici tu con gli incendi che ci sono nel mondo Brasile, Siberia, Australia dovrebbero essere delle aree immense di cadaveri. Includiamoci anche il Piemonte che 2 anni fa ha avuto incendi enormi
    Infatti le statistiche li riportano, sebbene siano aree disabitate. Il fumo è il motivo principale anche delle evacuazioni di massa che ci sono state in quei luoghi. Però, io non ho detto che chi inspira fumo muore subito (anche se è risaputo che in un incendio, il 60-70% delle vittime è causata dal fumo). Ho detto che accorcia la vita di parecchio, e non perchè l'ho sognato: è in TUTTI i rapporti dei centri medici mondiali, compreso il nostro. Anche se Giuseppe vorrebbe deviare la discussione verso "opinioni personali".

    L'Australia?
    Emergenza incendi in Australia: Sydney in apnea per il fumo - Icona Clima
    "Emergenza incendi in Australia: Sydney in apnea per il fumo -
    Vento, siccità e il grande caldo complicano le operazioni dei vigili del fuoco. A Sydney i rilevatori di fumo scattano da soli
    ... Nella città l’indice di qualità dell’aria resta 11 volte più alto del livello “pericoloso” (hazardous). L’aria è talmente offuscata dal fumo che ha attivato i sistemi di allarme di alcune abitazioni e uffici della città, costringendo residenti e impiegati all’evacuazione."
    La California?
    "È allarme intanto anche a causa della bassa qualità dell'aria che ha spinto le autorità locali a chiudere le scuole di San Francisco, Sacramento e Oakland. Le autorità di San Francisco hanno sospeso anche il servizio della popolare funivia della città."
    La Siberia? Gli USA sono in allarme, perchè il fumo è arrivato persino là. https://immagini.quotidiano.net/?url...age.jpg&w=640i
    Il Brasile? Ci sono due studi, pubblicati su Le Scienze, sulle forti emissioni di diossina degli incendi in Amazzonia. per il fumo, vale quanto sopra.
    Quote Originariamente inviata da WuWei Visualizza il messaggio
    Dal tuo link si legge
    Come atteso, l’inquinamento colpisce maggiormente il Nord (per il 65% del totale), in generale le aree urbane congestionate dal traffico e le aree industriali.
    ...Specialmente in Pianura Padana, che è una conca senza vento e dove polveri sottili e IPA ristagnano... in ogni caso, ci sono molte discussioni in questo forum dove sono riportati tutti i dati OGGETTIVI, con tanto di incidenza delle diverse fonti. L'uso sconsiderato delle biomasse è visibilmente al primo posto, ormai
    Quote Originariamente inviata da WuWei Visualizza il messaggio
    In Abruzzo non so quante PDC siano installate. Sicuramente tante caldaie a legna. Dici che i livelli di inquinamento sono così elevati sul Gran Sasso?
    Io ho fatto il militare proprio sul Gran Sasso, nel casotto sopra al tetto del famoso albergo di Campo Imperatore famoso per la fuga di Mussolini. In quel casotto c'è la stazione meteo della AAMM, ed ho visto venti oltre i 200 kmh: dubito che il fumo si agganci alla neve coi moschettoni per non farsi trascinare via... E comunque, non c'entra nulla con l'inquinamento nelle abitazioni.

    Per inciso, i diveti in atto ancora oggi derivano dalla""catastrofe ambientale che colpì Londra nel dicembre 1952. Una coltre di smog, nebbia densa e maleodorante, avvolse Londra dal 5 al 9 dicembre 1952. In un primo momento furono stimate circa 4 000 vittime ma in seguito a ricerche più recenti il numero salì considerevolmente fino a 12 000 persone, a cui si aggiunsero anche 100 000 malati in condizioni gravi" (wiki)

    Quote Originariamente inviata da GiuseppeRG Visualizza il messaggio
    evidentemente il "Corriere" che indica freeway ha distribuito maschere antigas a gratis a tutti gli abitanti di quelle zone......... eheheheheh
    Non tentare di sminuire quel che dico mettendola sul ridere, o ipotizzando che siano mie opinioni personali. I dati riportati dal Corriere sono quelli dell'ISPRA, dell'Organizzazione mondiale della Sanità e del Ministaro della Salute.
    Quote Originariamente inviata da GiuseppeRG Visualizza il messaggio
    mi viene da ridere..... anche se ci sarebbe da piangere dare la colpa ai fornelli per la seconda causa di morte mondiale......
    Beh, allora smentisci con dei dati le conclusioni dell'OMS, che vengono da tutti i rilevamenti mondiali. Che ci vuole?
    Quote Originariamente inviata da GiuseppeRG Visualizza il messaggio
    freeway, se mi metti alla pari un moderno generatore a biomassa, con la pentola sul fuoco di legna come i cannibali, beh..... ti consiglio di informarti un pò meglio prima.....
    Non fare battute razziste. Non ho mai parlato di capanne o cose simili. Quanto ai "moderni generatori", bruciano biomassa e producono polveri sottili come gli altri.
    Dovrò ripubblicare i dati delle ARPA di tutta Italia che lo evidenziano, o bastano quelli dell'altra infinita discussione?
    <Una vena di anti-intellettualismo si è insinuata nei gangli vitali della nostra politica e cultura, alimentata dalla falsa nozione che democrazia significhi "la mia ignoranza vale quanto la tua conoscenza"> Isaac Asimov

  10. #32
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Freeway io non metto in dubbio le emissioni di PM di stufe e caldaie a legna o pellet. Per inciso la legna è meglio del pellet anche perché subisce meno lavorazioni.
    Io sto dicendo che da che mondo è mondo ci si scalda con la legna e che è una fonte rinnovabile se gestita responsabilmente. Non ti piace? Non la usare. Ma non si può proibire.
    1) in determinate situazioni la biomassa è la più ecologica soluzione per il riscaldamento
    2) se tutti installassero PDC avremmo una quantità di gas climalteranti devastanti
    3) in alcuni contesti la PDC non è proponibile. Ad esempio per casa mia tra isolamento e PDC ci vorrebbero 100.000 euro e dovrei comunque tenere il bosco pulito sia per il rischio idrogeologico che per prevenire gli incendi; che ci farei con quella legna?
    3) la PDC utilizza energia elettrica che con qualche fonte devi pur ottenere
    4) il metano inquina anche più della biomassa
    5) il gasolio meglio lasciar perdere

    Per quanto riguarda gli incendi è ovvio che i fumi sono tossici ad alte concentrazioni. Ma una volta dispersi non fanno più niente.
    Qui dove vivo due anni fa c'è stato un fronte di fuoco di oltre 8km ed è arrivato a 100 m da casa mia. Insieme ad altri ho passato 12 giorni a limitare le fiamme giorno e notte. Fine novembre in maglietta e fazzoletto sulla bocca. I vigili del fuoco erano pochi. Siamo ancora tutti vivi. Anzi no, un ragazzo è morto di infarto.
    La causa principale, oltre la siccità, è stata che i boschi sono ormai abbandonati. Mi raccontano i vecchi che una volta la legna di vendeva, le faccine si vendevano ai panifici e il resto si bruciava per scaldarsi. I boschi erano puliti e gli incendi venivano domati appena partivano.
    "Il momento migliore per piantare un albero è vent'anni fa. Il secondo momento migliore è adesso."
    “Se questa scienza che grandi vantaggi porterà all'uomo, non servirà all'uomo per comprendere se stesso, finirà per rigirarsi contro l'uomo.”
    "D'ogni legge nemico, e di ogni fede"

  11. #33
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da WuWei Visualizza il messaggio
    Non ti piace? Non la usare. Ma non si può proibire.
    freeway, WuWei ha risposto in modo conciso, educato, semplice e capibile a tutti.....
    quando leggo che mi mischi il fumo degli incendi boschivi con quelli emessi dalla caldaie (che se non a norma, devono diventarle), scusa..... ma mi sa che fai un sacco di confusione per nulla.

    non ti sta bene? mi spiace per te, ma così è......
    non ti sta bene? scrivi al governo, al ministero, al legislatore o a chi vuoi, che cambino le leggi vigenti
    chi le rispetta, ha tutto il diritto di bruciare legna o altro, per tua buona pace.....
    la biomassa non è per tutti........ ma per alcuni si

  12. #34
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Comunque io ho una cucina e una stufa a legna. Pareti riverniciare da 3 anni e di nero ancora non se ne vede.
    Il nero lo trovi anche sopra i termosifoni in città dove la legna non si usa... E sai perché? Perché quel nero non è causato dalla combustione della biomassa ma perché il calore dei termosifoni spinge la polvere sulla parete sopra di essi indipendentemente dalla fonte che genera il calore.
    "Il momento migliore per piantare un albero è vent'anni fa. Il secondo momento migliore è adesso."
    “Se questa scienza che grandi vantaggi porterà all'uomo, non servirà all'uomo per comprendere se stesso, finirà per rigirarsi contro l'uomo.”
    "D'ogni legge nemico, e di ogni fede"

  13. #35
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da GiuseppeRG Visualizza il messaggio
    freeway, WuWei ha risposto in modo conciso, educato, semplice e capibile a tutti.....
    quando leggo che mi mischi il fumo degli incendi boschivi con quelli emessi dalla caldaie (che se non a norma, devono diventarle), scusa..... ma mi sa che fai un sacco di confusione per nulla.
    Io non ho mischiato proprio niente. Le risposte erano alle domande di Wuwei, ed erano pure messaggi quotati.
    Quote Originariamente inviata da GiuseppeRG Visualizza il messaggio
    non ti sta bene? mi spiace per te, ma così è...... non ti sta bene? scrivi al governo, al ministero, al legislatore o a chi vuoi, che cambino le leggi vigenti chi le rispetta, ha tutto il diritto di bruciare legna o altro, per tua buona pace.....
    Non mettermi di nuovo in bocca cose che non ho mai detto. Se non hai capito cosa sta succedendo, sono proprio gli organi che citi ( i ministeri, i legislatori etc) che stanno studiando di limitare l'uso delle biomasse. Non certo io. Sono loro che pubblicano gli studi che ho citato, non io. Chiaro?
    <Una vena di anti-intellettualismo si è insinuata nei gangli vitali della nostra politica e cultura, alimentata dalla falsa nozione che democrazia significhi "la mia ignoranza vale quanto la tua conoscenza"> Isaac Asimov

  14. #36
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Che togliessero le stufette del Brico dal commercio
    "Il momento migliore per piantare un albero è vent'anni fa. Il secondo momento migliore è adesso."
    “Se questa scienza che grandi vantaggi porterà all'uomo, non servirà all'uomo per comprendere se stesso, finirà per rigirarsi contro l'uomo.”
    "D'ogni legge nemico, e di ogni fede"

  15. #37
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da freeway Visualizza il messaggio
    Se non hai capito cosa sta succedendo, sono proprio gli organi che citi ( i ministeri, i legislatori etc) che stanno studiando di limitare l'uso delle biomasse. Non certo io. Sono loro che pubblicano gli studi che ho citato, non io. Chiaro?
    ah, io non avrei capito.......
    sai cosa sono le norme del bacino padano? sai a cosa serve il CT2.0 (che tra poco diverrà 3.0)?
    non a eliminare le biomasse........ ma a regolamentarle e promuoverle e anzi, ad incentivarle (logicamente, usandole nel giusto modo).......
    ma come tutti ben sappiamo, gli integralisti hanno "opinioni" diverse...... e sinceramente a me, importa meno di nulla

    Evento a VR Fiere sul discorso CT2.0
    la biomassa non è per tutti........ ma per alcuni si

  16. #38
    Banned

    User Info Menu

    Predefinito

    ne abbiamo già parlato io e te
    sono d'accordo con quello che dici, ma devi riconoscere che bisogna stare attentissimi, parti promuovendo la combustione di ……., e mi sta benissimo nella misura che sono convinto che stai facendo un discorso serio
    arrivi per strane e tortuose vie politiche PROMOSSE PURTROPPO PROPRIO DAGLI ODIOSI TALEBAN-ECO ad incentivare politicamente la stufetta del brico con lo scarico nella colonna degli esalatori delle cucine

    mi sembra, scusa il paragone volutamente esagerato, come dire che contro i terroristi dell'isis va bene che ci siano persone armate per arrivare al far west di periferia

    (evidente che l'accusa non è certo rivolta a te che sei una persona seria, MA)

  17. #39
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    "Il momento migliore per piantare un albero è vent'anni fa. Il secondo momento migliore è adesso."
    “Se questa scienza che grandi vantaggi porterà all'uomo, non servirà all'uomo per comprendere se stesso, finirà per rigirarsi contro l'uomo.”
    "D'ogni legge nemico, e di ogni fede"

  18. #40
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    So già come ti comporti, quindi non provarci... Qui non c'è nessun integralista: finora c'è solo uno che prima nega che PM2.5 e IPA siano pericolosi ed emessi in grande quantità dalla combustione di biomasse, e poi usa gli stessi argomenti per "smentire"se sono presenti nel CT2.0.
    Quel che si capisce bene è che alla fine c'è proprio la conferma che le biomasse inquinano, e che per tenerle sotto controllo bisogna eliminare proprio quei
    Quote Originariamente inviata da GiuseppeRG Visualizza il messaggio
    ...3-4 milioni di generatori che andranno ad essere sostituiti nei prossimi anni...
    Quelli che fino a due post fa non inquinavano.
    <Una vena di anti-intellettualismo si è insinuata nei gangli vitali della nostra politica e cultura, alimentata dalla falsa nozione che democrazia significhi "la mia ignoranza vale quanto la tua conoscenza"> Isaac Asimov

  19. #41
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da B_N_ Visualizza il messaggio
    ... incentivare politicamente la stufetta del brico con lo scarico nella colonna degli esalatori delle cucine
    ...
    Andrebbero vietate, subito.
    <Una vena di anti-intellettualismo si è insinuata nei gangli vitali della nostra politica e cultura, alimentata dalla falsa nozione che democrazia significhi "la mia ignoranza vale quanto la tua conoscenza"> Isaac Asimov

  20. #42
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Andrebbe vietata la vendita
    "Il momento migliore per piantare un albero è vent'anni fa. Il secondo momento migliore è adesso."
    “Se questa scienza che grandi vantaggi porterà all'uomo, non servirà all'uomo per comprendere se stesso, finirà per rigirarsi contro l'uomo.”
    "D'ogni legge nemico, e di ogni fede"

  21. #43
    Banned

    User Info Menu

    Predefinito

    il problema della "biomassa" è che costa poco, se costasse un centesimo di più del metano gli "ecologisti" sparirebbero in un baleno

    è un po' come le pizzerie che si vantano di avere il forno che costa meno di tutti sia come costo che come combustibile

    secondo me sarebbe perfino più urgente vietare i camini aperti, sono il peggio del peggio
    rendimento pessimo aspirano dal locale il caldo ed esalano fumi tossici
    bisogna bruciare una montagna di … per potere avere un poco di caldo, per irradiazione perché al contrario aspirano il caldo
    si può bruciare qualsiasi porcheria, puoi pure buttarci la patumiera che "scalda" uguale
    buttano furi di tutto, la temperatura è troppo alta perché sia funzionale al riscaldare ma troppa bassa per avere una post combustione decente
    sono la negazione di cosa "potrebbe essere" un filtro

    curioso che i soliti non abbiamo nulla da criticare

  22. #44
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Certo. I camini aperti sono il peggio. Inserimenti ed inutili.
    Credo che oramai vengano solo usati a Natale per fare scena.
    "Il momento migliore per piantare un albero è vent'anni fa. Il secondo momento migliore è adesso."
    “Se questa scienza che grandi vantaggi porterà all'uomo, non servirà all'uomo per comprendere se stesso, finirà per rigirarsi contro l'uomo.”
    "D'ogni legge nemico, e di ogni fede"

  23. RAD
Pagina 2 di 6 primaprima 123456 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Economia solidale,più avanti di così non credo sia possibile.
    Da diezedi nel forum ECONOMIA SOSTENIBILE
    Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 19-02-2019, 20:28
  2. casa orientata male e posizonata male lo faccio il mio FV o lascio perdere
    Da p07 nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 23-11-2014, 23:08
  3. SSP facciamoci sentire!!!!!! veramente!!!
    Da ufo-solar nel forum Aspetti economici e bancari
    Risposte: 11
    Ultimo messaggio: 24-06-2010, 14:42
  4. Vuoto=campo = Gregg braden cosi sopra cosi sotto
    Da pancia 37 nel forum Ai Confini della Scienza
    Risposte: 36
    Ultimo messaggio: 20-11-2009, 02:33
  5. FACCIAMOCI SENTIRE !!!!
    Da taote nel forum FOTOVOLTAICO
    Risposte: 43
    Ultimo messaggio: 10-01-2007, 00:18

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •