Mi Piace! Mi Piace!:  548
NON mi piace! NON mi piace!:  88
Grazie! Grazie!:  121
Pagina 17 di 37 primaprima ... 345678910111213141516171819202122232425262728293031 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 353 a 374 su 798

Discussione: Il nuovo mondo,Sarà migliore?

  1. #353
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito



    Ma guarda... stasera sono di buonumore e analizzo un'articolo che sicuramente entusiasma i decrescitori:

    Dalla decrescita al benvivere – forum beni comuni ed economia solidale del Friuli Venezia Giulia

    Ok. Intanto già si ammette che si deve passare "dalla decrescita" a qualcos'altro. Nozione consolante! C'è speranza!
    Poi l'articolista riesce a esprimere un concetto che invece molti tardano ad afferrare!
    Cito: "..Dunque politica alta per la decrescita, tenendo a mente l’avvertimento di Langer: “la conversione ecologica avverrà solo se sarà socialmente desiderabile”."
    Ecco... mi soffermerei su questo punto importante! Se non ci sarà una proposta "socialmente desiderabile"... NON ci sarà alcun processo di "cambio di sistema produttivo"!
    Consolante che l'articolista ammetta (finalmente!) che i capisaldi della attuale decrescita e cioè
    1. Non si può perseguire la crescita infinita in un pianeta dalle risorse limitate.
    2. La corsa dietro ai consumi compromette la qualità della vita per strangolamento delle relazioni.
    3. Se vogliamo garantirci un futuro dobbiamo ridurre consumo di materia e produzione di rifiuti.
    In realtà sono solo vuote affermazioni di propaganda se non si trasformano in proposte "socialmente desiderabili".
    E cosa è "socialmente desiderabile"??
    A mio parere NON è socialmente desiderabile rinunciare a qualcosa per concedere un po' di più a altri! E' solo ingenuo!
    E' socialmente desiderabile avere:
    1) Una società che permette a molte più persone, o meglio a tutti, di partecipare alla produzione ottenendone in cambio un reddito (perlomeno finchè non pretendi di rubarmi metà del mio reddito per farlo...)
    2) Vivere con una maggiore quantità di tempo libero e minore assillo consumistico (per tutti però...)
    3) Vivere in un ambiente meno inquinato
    4) Ridurre o invertire il processo di riscaldamento globale e emissioni
    5) Lasciare ai figli un mondo migliore di quello che si è trovato
    L'ultimo punto è un po' un riempitivo alla John Lennon dei poveri, ma vabbè... il meglio è soggettivo!
    Per gli altri punti invece qualche proposta l'articolista la fa:
    "Forse la parola giusta è spostamento a significare che dovremo ridurre certi settori e ampliarne altri: meno automobili più treni e autobus, meno strade più ferrovie, meno acqua in bottiglia più acquedotti, meno centrali a carbone più pannelli solari, meno case di nuova costruzione più ristrutturazione di quelle esistenti, meno pubblicità più scuola, minor uso di materie prime più recupero di rifiuti, meno importazione di .cibo più agricoltura locale."
    Non malaccio alla fine. Se ne può discutere!
    Meno automobili resterà una pia illusione. Ma perlomeno ottenere una trasformazione del traffico nelle città senza emissioni (elettrico!) si potrebbe ottenere. Pensare che tutti abbandoneranno le auto per utilizzare la bicicletta è stupido ed offensivo. Non tutti possono pedalare allegramente, non ovunque e non sempre, e non tutto il servizio di trasporto può essere svolto da bici e mezzi pubblici. Ma una base comune si può trovare!
    Più ferrovie e meno strade. Le strade ci sono. Non credo ne servano poi tantissime altre. Semmai serve mantenerle bene ed evitare code e ingorghi. Per le ferrovie OCCORRE prendere atto con umiltà che L'UNICA forma di ferrovia altamente apprezzata e che ha sconfitto praticamente sia l'auto che l'aereo è la TAV! Che non si adatti al sogno decrescitorio del pittoresco trenino nella amena vallata lo posso capire. Ma così E'! E così RESTERA'!
    L'alternativa non è il popppolo della valle che blocca con le buone o le cattive i perfidi avidi costruttori, ma più auto e più strade! ! più TIR! Punto!
    Meno acqua in bottiglia. Concordo in toto.
    Meno centrali a carbone più "pannelli solari". Qui l'esperto articolista poteva informarsi meglio e chiarire che "pannelli solari" in realtà significa più PANNELLI FOTOVOLTAICI! Ma il concetto è chiaro e condivisibile. E non mi pare metta in ballo condizioni del tipo che ho sentito avanzare dai fans decrescitori! Una centrale a carbone d'altro canto produce un certo ammontare di GWh. I pannelli sul tetto della villetta ne producono un po' meno. Quindi ne occorre una superficie un pelino più larga della centrale! O così o turbogas. Tertium non datur. Nemmeno l'articolista è così naif da proporre il "facciamone a meno" realtivamente alla produzione elettrica! (La cui domanda AUMENTERA' semmai!)
    Meno case nuove e più ristrutturazioni. Bah! Secondo me sarebbe utile anche radere direttamente al suolo vecchi edifici e ricostruirli con tecnologia moderna. Ma capisco il senso e credo sia già ampiamente diffuso come concetto. Comunque non mi sembra fondamentale per la "neo-decrescita".
    Meno pubblicità più scuola. Ah, ok! Mi sa un po' di slogan, ma vabbè! La scuola senz'altro ha bisogno di interventi decisi a favore degli studenti. Questo è sicuro. La pubblicità... vabbè...
    Meno importazione di cibo. Ottimo! Acquistare prodotti locali è certamente auspicabile economicamente! Non mi è chiaro il "come" ottenerlo, ma vabbè! Non stiamo a sottilizzare!

    Per fare molte di queste proposte servono RISORSE! L'articolo, soprendentemente, lo ammette senza tirare in ballo le solite fesserie decrescitorie sui costizzero e il volontariato miracoloso che tutto può! Ed è già qualcosa!
    Ma vediamo le proposte...
    "Certo, per raggiungere un obiettivo tanto ambizioso, in un contesto di economia rallentata, bisogna inventarsi altri modi di fare funzionare l’economia pubblica, che non sia più quello fiscale.Potrebbe essere il servizio civile obbligatorio, la tassazione del tempo in alternativa alla tassazione del reddito, il lavoro comunitario in cambio di un reddito di cittadinanza."
    Insomma il sospetto che forse, forse... se crei le condizioni per una vera decrescita poi ti trovi meno soldi in tasca fa capolino anche nei decrescitori! Che però NON ci pensano nemmeno a proporre l'UNICA vera alternativa di finanziamento pubblico (la tassazione sui capitali e le rendite!), ma scoprono altre inaspettate, geniali, strade!
    1) Il servizio civile obbligatorio!!! Uau!! E noi che non ci avevamo pensato!
    In parole povere... qualcuno (ancora da decidere i fortunati. L'articolo, singolarmente, si dimentica di informarci chi dovrebbe essere "obbligato"! sarà una svista?!) dovrà lavorare aggratis et amore dei per gli altri!! Che ideona! Non l'ha mai avuta nessuno prima, nevvero??
    2) La "tassazione del tempo"!! Penzatè cherroba! Io non ci sarei mai arrivato! In cosa consiste?? Evabbè! Ora pretendiamo un po' troppo eh!! Vedo gente, faccio cose, ogni tanto mi arriva una cartella esattoriale "lei ci deve 20 minuti" e vado a pagare! Chessarammai??
    3) Lavoro in cambio di RdC. Un'altra genialata assoluta!! Invece che pagare 1000 guardiani dei musei... li licenziamo tutti (tanto c'è il RdC, no?) e li sostituiamo con foraggiati di RdC che fanno quel lavoro! Sublime!!
    Poi il nostro eroe ha un sussulto di razionalità. rilegge quello che ha scritto... storce un po' il naso... elucubra e ponza per un minuto buono (senza trovare altro) e poi tranquillizza l'eventuale lettore dubbioso....
    "Le soluzioni tecniche alla fine si trovano, il problema è culturale."
    Massì! Qualcosa si trova!! Dai!! Ora, così su due piedi non mi viene in mente niente! Ma dai... già sto ponzando da settimane su come salvare il mondo e creare il "benvivere"... ecchè?!? Mi devo anche sbattere per proporre il "come"???
    Essù! Un po' di fantasia!

    Ma ci prendete davvero per scemi tutti??

    Ultima modifica di BrightingEyes; 15-09-2020 a 22:50
    “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
    O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno


  2. #354

    Predefinito

    Per far cambiare le abitudini quotidiane della maggior parte delle persone servono 2 o 3 ingredienti fondamentali: convenienza e semplicità. Il terzo ingrediente (ma non è detto che sia fondamentale per tutti) è il l’attenzione per l’ambiente.

    Gli incentivi sulla mobilità elettrica possono essere uno stimolo che fa leva sulla convenienza ma se non sono accompagnati dalle infrastrutture che rendono SEMPLICE la transizione non le comprerà nessuno.

    Nelle grandi città (dove sarebbe più auspicabile che prenda velocemente piede la mobilità elettrica) non hai la villetta singola con i pannelli solari sopra e una wall-box per ricaricare l’auto.
    Ci sono condomini e spesso difficoltà a trovare parcheggio.
    Finché non metteranno parcheggi dedicati con colonnine di ricarica in ogni via a Roma l’auto elettrica non potrà prendere piede.
    Nonostante l’elettricità sia già più conveniente della benzina.

    Ultimo ma non meno importante: così aumenteranno a dismisura i consumi elettrici e se nel frattempo non troveremo modo di produrre energia pulita sarebbe fatica sprecata...
    I politici si riempiranno la bocca con slogan sulla mobilità elettrica, i possessori di auto elettriche si sentiranno pionieri ecologisti ma se togliessimo gli occhialini rosa vedremmo che stiamo mandando le auto elettriche a carbone...
    FV: 4.68 kwp - 13 PANNELLI SunPower X22 - 360wp - inverter ABB UNO-DM 4 - azimuth = 10 - tilt = 15° - dal 15/02/2019 - Penta-split Daikin Stylish con gas R32 (25+25+25+25+42) dal 31/10/2018 http://pvoutput.org/list.jsp?id=73607

  3. #355
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da JO GREEN Visualizza il messaggio
    ...ma se togliessimo gli occhialini rosa vedremmo che stiamo mandando le auto elettriche a carbone...
    Più a gas che a carbone, ma si! Concordo!
    Così come è verissimo che la produzione elettrica AUMENTERA' ulteriormente!
    Proprio per questo ritengo del tutto risibili e fuori da ogni logica razionale le posizioni di chi non capisce che SERVE una robusta virata sulla produzione da rinnovabile! Che in Italia può venire in minuscola parte da nuovo idro (dove?) geotermica, moto ondoso, risparmio ecc. in piccola parte da un eolico ormai ubiquitario e che produce selve di pale e quindi espandibile, ma non tantissimo... e per la grande maggioranza può provenire SOLO dal Fotovoltaico! Che può essere installato su una superficie NON ALTRIMENTI UTILIZZABILE costituita in parte dai tetti industriali, discariche, fabbriche e relativi terreni dismessi e improduttivi MA ANCHE da un grande quantità di terreni ora incolti e non coltivabili che potrebbero addirittura incentivare il recupero agricolo di terreni contigui ora abbandonati. Così come di centri rurali in stato di abbandono. Senza contare che in gran parte delle installazioni FV il terreno è comunque utilizzabile come pascolo.
    A me pare EVIDENTE che le posizioni di molti amanti, a parole, della decrescita altrui in realtà sono il tentativo disperato di trovare un'alternativa a questa visione.
    Si dice insomma "no all'ecomostro FV da 10 ettari" e di fronte alla ovvia alternativa "si, ma allora servono le turbogas" ci si affida al santo risparmio&rinuncia illudendosi che la gente segua questa strada demenziale!
    Come è verissimo che senza infrastrutture adeguate, risparmi, norme severe e maggiore comodità ben pochi acquisteranno l'auto elettrica nei condomini così è ovvio che nessuno rinuncerà a consumare EE in nome del "così evitiamo i mega-impianti".
    Facciamocene una ragione.

    P.S. Forse c'entra poco, ma la firma dell'accordo di pace e relativo riconoscimento reicproco fra Israele e alcuni stati arabi è un'ottima ragione per avere speranza nel "nuovo mondo migliore".
    anche la reazione dei palestinesi è sorprendente. Per la prima volta non si invoca la distruzione dello stato di Israele come presupposto per la pace, ma un ben più realistico e realizzabile riconoscimento da parte israeliana della indipendenza dello stato di Palestina!
    Solo i soliti iraniani ed i loro alleati terroristi hezbollah continuano a insistere nella minaccia di "annientamento". Sempre più isolati, fortunatamente.
    Ultima modifica di BrightingEyes; 16-09-2020 a 12:49
    “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
    O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno


  4. #356
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    [QUOTE=BrightingEyes;119992298]
    ..Dunque politica alta per la decrescita, tenendo a mente l’avvertimento di Langer: “la conversione ecologica avverrà solo se sarà socialmente desiderabile”."
    Ecco... mi soffermerei su questo punto importante! Se non ci sarà una proposta "socialmente desiderabile"... NON ci sarà alcun processo di "cambio di sistema produttivo"!
    Io pur avendo il massimo rispetto per ciò che ha fatto quella persona credo che ormai il suo motto vada rivisto perchè anche se non cambiamo di nostra volontà saranno gli eventi che ci "conviceranno" a cambiare.Ma se continuiamo su questa strada Verso l'Estinzione. Cosa possiamo fare? [pt 1'/'2] Presentazione - XR Tube saranno ben poche le attuali forme di vita più sviluppate a poter scegliere liberamente.
    Ma ci prendete davvero per scemi tutti??
    Te la pongo anchio la stessa domanda.Credulone.I tuoi feticci tecno publiccitari la sanno raccontare bene,del resto con tutti i mezzi e le FORZE di cui dispone e difficile che così non sia.
    Comunque qualcosa hai apprezzato del articolo, può essere un punto di partenza.Ma mi sà che abbiamo un visuale della vita un pò troppo differente.Secondo te si può anzi si deve continuare a depredare di risorse il pianeta,secondo me gli schiavetti che hanno lavorato per milioni di anni per creare forme di energia e di VITA NON lo hanno fatto come dicono alcuni fanatici solo perchè l essere umano ne possa abusare.Ed è ciò che è stato fatto credere artatamente ad una parte molto consistente della popolazione umana.PS Il non voler credere che si possa crescere al infinito ed il bem vivir non sono altro che due facce della medesima medaglia.
    Ultima modifica di diezedi; 16-09-2020 a 19:58
    diezedi,zona Cividale del Friuli.KWp 2,88,totalmente integrato , 20 moduli Unisolar PVL 144W , film sottile amorfi,,2 in parallelo per alimentare 10 microinverter PowerOne da 300W,PDC Templari da 300 lt,2 collettori Kloben CPC da 8 tubi flusso diretto,circolazione forzata.Azimut -90/+90,tilt 18° .Il tutto in funzione dal aprile 2014

  5. #357
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da diezedi Visualizza il messaggio
    secondo me gli schiavetti che hanno lavorato per milioni di anni per creare forme di energia e di VITA NON lo hanno fatto come dicono alcuni fanatici solo perchè l essere umano ne possa abusare.
    Pero' me lo devi spiegare chi sono sti schiavetti..Ammetto la mia inadeguatezza, davvero non lo capisco. La notte scorsa non ci ho dormito e mi sono messo attorno le tre a rifletterci. Il risultato e' stato nullo a parte un gran mal di testa. Ti prego di illuminarmi.
    Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

  6. #358
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da fedonis Visualizza il messaggio
    Ti prego di illuminarmi.
    Il tuo ottimismo mi commuove!
    “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
    O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno


  7. #359
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da BrightingEyes Visualizza il messaggio
    Il tuo ottimismo mi commuove!
    Grazie per l'empatia, ma ad onor del vero devo ammettere che e' anche un esercizio di sano egoismo. Vorrei evitare di passare una ulteriore notte in bianco consapevole di non sapere..
    Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

  8. #360
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Fedonis non siamo l unica forma di vita a "lavorare"per poter mangiare ad es chi ha trasformato le sostanze nel potente conglomerato di energia che nutre il benessere di una parte della popolazione mondiale.L aria stessa che respiriamo è stata creata da altri esseri.E non è bastato il piccoletto a farci comprendere quant è prezioso ogni sorso d aria che inaliamo.Sarò un pò criptico ma è la mia intenzione quella di cercare di far pensare che non cè niente di ovvio nel aspettarsi la cena dopo il pranzo.Sicuramente non sarò bravo nè loquace come altri nel esporre questi miei pensieri ma questo è ciò che cerco di fare.PS ultimamente non riesco a dormir benissimo neppure io,mi son dovuto mettere un taccuino ed una matita sul comodino.
    diezedi,zona Cividale del Friuli.KWp 2,88,totalmente integrato , 20 moduli Unisolar PVL 144W , film sottile amorfi,,2 in parallelo per alimentare 10 microinverter PowerOne da 300W,PDC Templari da 300 lt,2 collettori Kloben CPC da 8 tubi flusso diretto,circolazione forzata.Azimut -90/+90,tilt 18° .Il tutto in funzione dal aprile 2014

  9. #361
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ah ok, ora comincio a vederci piu' chiaro. Si, confermo, a volte sei criptico e spesso ho l'impressione tu dia per scontato che gli altri sappiano di cosa parli. Magari non e' cosi'. Speriamo che queste insonnie passino in breve tempo.
    Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

  10. #362
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da diezedi Visualizza il messaggio
    Io pur avendo il massimo rispetto per ciò che ha fatto quella persona credo che ormai il suo motto vada rivisto perchè anche se non cambiamo di nostra volontà saranno gli eventi che ci "conviceranno" a cambiare
    E reiteri questa fesseria galattica della "inevitabilità" della conversione!
    Mi ricordi molto le tenere previsioni degli ideologi di inizio 900 sulla "ineluttabilità" della rivoluzione proletaria!
    Le tombe sono ancora piene di effetti di certe "evoluzioni inevitabili". Ma credo che tutti i deceduti per quelle illusioni sarebbero solo una pallida anticamera della strage che produrrebbe la tua "conversione inevitabile"!
    Fortunatamente per tutti anch'io resto convinto che quella persona abbia totalmente ragione e senza una "accettabilità sociale" le tue illusioni resteranno tali a lungo.
    Magari mi sbaglio eh!!... ma per ora a me pare che le cose vadano così! In futuro chissà... auguroni!


    Quote Originariamente inviata da diezedi Visualizza il messaggio
    Ma se continuiamo su questa strada Verso l'Estinzione. Cosa possiamo fare? [pt 1'/'2] Presentazione - XR Tube saranno ben poche le attuali forme di vita più sviluppate a poter scegliere liberamente.
    Il filmato è decisamente lungo e noioso. Ma me ne sono guardato un bel pezzo, per correttezza.
    La prima parte è innegabile e dovrebbe far riflettere molti. Se la temperatura media sale di 4° la Terra potrà mantenere si e no 1 miliardo di persone!
    Eh!!! E quindi??
    Cosa vi fa balzare in mente questa verità??
    Se domani (per assurdo) 10 miliardi di persone tornano a nutrirsi, scaldarsi e spostarsi utilizzado biomassa, coltivazioni naturali e forza animale questo eviterà l'aumento di 4°?? Ah si???
    Ma per pietà! Non diciamo altre FESSERIE!!
    Senza una avanzatissima tecnologia delle rinnovabili e del riciclo che permetta di garantire la fornitura energertica, di cibo e carburanti adeguata ma davvero vi illudete che bastino le panzane degli XR a "convincere" 10 miliardi di persone ad azzerare le emissioni?? Ma davvero pensate che le emissioni di CO2 siano solod a addebitare ai cattivi industriali e ai fans del "turboliberocapitalismo"???
    Beh... ripensateci!
    Anche nell'improbabile ipotesi che 10 miliardi di persone si convertano a "salvare il mondo" senza la tecnologia avanzata 9 miliardi andrebbero a riempire presto le tombe!
    D'altronde le proposte degli XR sono assolute idiozie, se prescindiamo dalle ovvie banalità sulla riduzione dell'inquinamento, le plastiche,ecc.!
    Le auto elettriche necessitano di cobalto. Estratto per il 55% in Congo con metodi antiquati e di sfruttamento.... Ottimo! Rendiamo lo sfruttamento civile! Oppure adottiamo alternative che non usino il cobalto! Mica esistono solo le auto elettriche eh! L'utilizzo dell'idrogeno, che potremmo autoprodurci in totale autonomia senza disturbare i poveri congolesi, sarebbe un'alternativa accettabile?? O è sempre un modo di utilizzare la nefanda "tecnologia" che quindi va combattuto a priori?? L'ho accennato, ma ti sei ben guardato dal commentare! Come mai? Mancano le istruzioni? O non hai ancora deciso??

    Il tipo che parla propone 3 step per la "mirabolante soluzione".
    1) Diciamo la verità e dichiariamo l'emergenza ecologica! Ottimo. Diamolo per fatto! E poi?
    2) AZIONE IMMEDIATA!! Azzeriamo le emissioni di CO2 entro il 2025! Uau! E come??? Ma vabbè... il modo si trova... cominciamo a spegnere le luci quando usciamo dalla stanza! Può servire no?? Mabaff...
    3) Questa è la più esilarante! Facciamo una "assemblea di cittadini" estratti a sorte che decidono TUTTO! Fantasttticcco! Estraiamo 100 persone che discuteranno/dialogheranno/proporranno... con decisione (immagino! Altrimenti non ha senso) inappellabile!
    E se, per mero scherzo del destino, l'estrazione porta a 100 salviniani?? Evabbè! Ci affidiamo alla dea bendata!
    Questa è la punta di diamante della nuova intelligenza ambientale? Uellà! C'è da stare allegri eh!

    Quote Originariamente inviata da diezedi Visualizza il messaggio
    Secondo te si può anzi si deve continuare a depredare di risorse il pianeta,
    Ma cosa vuol dire "depredare" di risorse?? Se 1 miliardo di persone consuma 1 miliardo di tonnellate di cereali in un anno sta "depredando" il pianeta??
    Ah no?? E perchè?? Perchè quei cereali ricresceranno l'anno dopo grazie all'energia che ci arriva dal Sole?? Quindi quello sfruttamento di risorse è accettabile in quanto il serbatoio si rinnova??
    Non è un'economia "rinnovabile"??
    Non è quello il modello a cui tendere??
    Prova a riflettere!
    Ha senso lasciare il cobalto sotto terra? Si? E perchè? Usarlo significa "depredarlo"?? Se invece non lo utilizziamo e al suo posto invece delle batterie bruciamo gas naturale no?
    I congolesi saranno più ricchi senza lo sfruttamento del cobalto?? Ah si? Davvero?? E che potrebbero fare trovandosi ad essere in 100 milioni su un territorio che, senza l'afflusso di beni materiali dato dal "consumismo" potrebbe mantenerne forse 10 milioni?? Sanissimi, liberi nella natura e non sfruttati, ma perchè liberi dagli altri 90 milioni sepolti??
    E finiamola anche con la solfa dello "crescere all'infinito"!! Per crescita si intende un processo economico che quando si allarga troppo.. cede e da una crisi. Che qualcuno paga e poi il processo riparte. Non è l'apocalisse!
    La crescita tecnologica ha finora solo dimostrato che si può avere una crescita delle prestazioni con consumi sempre minori. Gli elettrodomestici di un'abitazione moderna consumano un decimo di quello che consumavano i loro antenati 50 anni fa e garantiscono un servizio molto milgliore. Non è colpa degli elettrodomestici se noi stiamo triplicando ogni anno il numero di chi li utilizza! Non è un problema della tecnologia, della crescita economica o del liberismo capitalistico la sovrappopolazione e lo sviluppo!
    Proprio la tecnologia e i paesi occidentali stanno dimostrando che E' POSSIBILE arrestare ed invertire l'aumento continuo di energia, cibo e carburanti richiesti! Ma SENZA un parallelo crollo della qualità della vita e del benessere che NESSUNO accetterebbe!
    La tua E-bike NON è un frutto delle manifestazioni ambientaliste, ma un risultato di ingegneria e tecnologia! Te l'ho già detto! NON PUOI pensare alla decrescita e contemporaneamente pretendere di tenerti la E-bike, l'ospedale col reparto di neurochirurgia o anche solo l'ambulanza e il telefono per chiamarla!!
    Quel filmato dice cose giustissime e risapute che però fanno parte del PROBLEMA!! Che tutti conosciamo!
    Quello che manca è una SOLUZIONE!!
    Le panzane proposte o le grottesche dichiarazioni granitiche sulle "emissioni zero entro il 2025 ma non chiedeteci come" NON sono soluzioni!
    Sono solo unguenti tranquillizzanti per la coscienza di chi è angosciato dal problema, ma incapace di immaginare una soluzione fattibile e quindi si alleggerisce la coscienza recitando la preghiera, facendo il sacrificio alla divinità o predicando col dito teso ad indicare i peccati altrui!!
    XR è la versione moderna dei fanatici di Savonarola e simili! Nient'altro. E se ci sono tanti fessi che ci cascano non è una sorpresa! Erano tanti anche i seguaci di Savonarola eh!
    Ultima modifica di BrightingEyes; 16-09-2020 a 21:12
    “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
    O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno


  11. #363
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    ragazzi, cominciamo a fare il punto, ma sul serio

    già quando sento parlare di "energie rinnovabili" mi girano le palle, ancora non ho capito cosa siano esattamente

    al contrario so benissimo cosa sia l'energia elettrica producibile con l'irradiazione solare
    so benissimo con sia l'energia elettrica producibile attraverso l'enrgia cinetica prodotta dall spinta del vento come pure quella prodotta dal delta P prodotto dal salto idrico

    smettiamo di svilire concetti GIUSTI AL 100.% con vile ipocrisia

    faccio solo un esempio che è uno dei più eclatanti, ma nemmeno l'unico
    parliamo di enrgia elettrica prodotta dall'irradiazione solare, penso che nessuno di buon senso abbia da dire qualcosa contro, ma siamo seri
    piantiamola di sotenere che si debba agevolare micro impianti installati su villette, non certo vanno vietati ma di fatto convengono solo al proprietario, perchè io dovrei pagare tasse per "aiutarlo ULTERIORMENTE ? "
    al contrario impianti a terra di potenza significativa sono veramente ED INDISCUTIBILMENTE utili a tutti
    seguo cinque impianti solari con pitenza minima di 500 kW e massima di 6 MW, sono eccezionali e producono veramente e seriamente energia
    mi hanno "tirato dentro" a seguire un impianto privato con accumulo da 20 + 20 kW con UPS da 60 kW, un disastro da tutti i punti di vista, vero che alla fine il proprietario nel giro di qualche anno avrà forse recuperato il suo investimento e guadagnato qualcosina, ma se consideriamo le energie per costruirlo e manutenerlo non ha il minimo senso, l'ho abbandonato

    tutti parlano di energia e di pianeta, ma nesusno fa calcoli seri, ciò è grave
    ognuno deve prendersi le sue responsabilità, ma non deve mai dimenticare che "sue" è sottolineato
    " Impara le regole, affinché tu possa infrangerle in modo appropriato " ( Dalai Lama )

  12. #364
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Il nuovo mondo sarà migliore ?
    Forse …

    Migranti, von der Leyen: "Aboliremo regolamento Dublino"
    "ABOLIREMO REGOLAMENTO DUBLINO" - "Posso annunciare che aboliremo il regolamento di Dublino. Lo rimpiazzeremo con un nuovo sistema europeo di governance delle migrazioni. Avrà strutture comuni per l'asilo e per i rimpatri", insieme a "un forte meccanismo di solidarietà", dice la presidente della Commissione Europea, replicando agli interventi degli eurodeputati riuniti in plenaria. Mercoledì prossimo la Commissione presenterà il Migration Pact, la nuova proposta di riforma del sistema Ue di asilo e per la gestione delle migrazioni.
    "Salvare vite umane non è un optional. E quei Paesi che adempiono ai loro doveri giuridici e morali o che sono più esposti di altri devono poter contare sulla solidarietà dell'intera Ue", ha poi sottolineato. "Voglio essere chiara - ha aggiunto - se noi acceleriamo, mi aspetto che accelerino anche tutti gli Stati membri. Le migrazioni sono una sfida europea e tutta l'Europa deve fare la sua parte".
    ……………………………

    Non mi sono mai occupato di politica e men che meno di regolamenti europei , ne di politica europea e... mi sono fidato ciecamente di quello che avevano fatto i nostri politici mandati in Europa .
    Ora mi chiedo come è potuto succedere che paesi come Italia Spagna e Grecia abbiano accettato il regolamento di Dublino ????

    Erano ciechi orbi in malafede o incompetenti ???

    Direi uno dei tanti altri aggettivi …

    In poche parole sono i paesi si cui sbarcano i migranti farsi carico di essi, in tutti i sensi .

    Ora intelligentemente i paesi del nord , dove evidentemente i migranti non posso sbarcare si sono tenuti ben alla larga ed hanno partorito quell'aborto di legge non europea .

    Ma i nostri politici hanno capito almeno cosa firmavano ????

    Ma roba da matti , ma che Europa è …? Armiamoci partite … andate avanti voi … noi guardiamo da lontano e non mandarli qui da me , tu li hai accolti , tu te li tieni … e paghi …
    Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

  13. #365
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Per questo motivo ce li rispediscono di continuo, senza pubblicita' ovviamente. Il Paese di arrivo e' il Paese che si fa carico di tutto. Dal riconoscimento, al vaglio delle richieste di asilo, ai respingimenti ed i rimpatrii. Questo e' il motivo per il quale i Paesi del Nord Europa ci continuano a dire (secondo me continueranno ancora a lungo): Sono arrivati clandestinamente? Hanno il diritto di stare qui? Non effettui respingimenti e rimpatrii? Se te li vuoi tenere sono affari tuoi, a noi non riguarda, e' una scelta vostra, quindi ve li tenete voi, di certo non ci potete costringere a farci carico delle persone arrivate senza alcun titolo per entrare in Europa. E' tutto qui il punto. Ci rimproverano una gestione della accoglienza indiscriminata, verso chi non ha alcun diritto di accoglienza. In merito il superamento del trattato di Dublino, la vedo davvero dura. Sara' lunga e tortuosa la strada. I paesi del Nord Europa si metteranno di traverso e lo modificheranno solo a determinate condizioni. Insomma, non credo che la strada sia in discesa
    Ultima modifica di fedonis; 17-09-2020 a 10:58
    Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

  14. #366
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ok. Torniamo a dibattere di migranti che sui cambi di sistema produttivo pare ci sia poca condivisione!
    I trattati risalgono a un’epoca in cui non si aveva questa emergenza. Chi li ha firmati (destra peraltro...) ha colpe certo, ma anche attenuanti.
    Il VERO problema è la gestione del singolo immigrato. Ed è qui che c’è la differenza ideologica di fondo fra quelle che io distinguo in TRE possibilità!
    1) La visione “buonista”. Tipica di Chiesa, Papa, sinistra massimalista, frattaglie anarcoecocomuilluse varie. TUTTI, indipendentemente da dove e come arrivino, sono rifugiati che sfuggono alla guerra, carestia, morte, pestilenza, ecc. e noi, già solo per il fatto che possiamo permetterci la fettina di manzo ogni settimana abbiamo il dovere assoluto di metterci a 90, condividere anzi inventare direttamente il lavoro (dignitoso e adeguatamente pagato eh! Sia chiaro!), ma rispettando le inclinazioni religiose, sociali, ecc. E se questo comporta qualche sacrificio... amen! Avremo un posto in paradiso o un ritratto sulla parete della gloria al centro sociale!
    2) L’immigrato è sempre un terrorista in incognito o complice. Mira al nostro lavoro e alle nostre donne tentando di imporci stili di vita assurdi, ruba e violenta per inclinazione naturale, ecc. ecc.
    Le due visioni si scontrano da sempre creando forti contrasti in Europa. Ovvio che entrambe sono solo fesserie ideologiche.
    3) I migranti sono in piccola parte rifugiati. Sta al paese di ingresso accoglierli provvisoriamente, proteggerli e schedarli. Dopodiché è responsabilità comune europea DI TUTTI accoglierne una parte in maniera provvisoria o definitiva. Per il resto sono in grande maggioranza immigrati economici, cioè giovanotti e giovanotte che non hanno particolari problemi di sopravvivenza, anzi spesso hanno anche titoli di studio e famiglie relativamente agiate (nel paese di origine) che cercano “fortuna” in una terra che è vista come il paese del Bengodi dalle descrizioni di chi ce l’ha fatta prima.
    Questi NON hanno alcun diritto trascendente a trasferirsi qui! Non facciamoci ingannare dalle panzane degli iperbuonisti strappalacrime!
    Ed i nostri partners europei hanno tutto il diritto a chiederci di adottare specifici protocolli per l’accoglienza!
    L’immigrato clandestino va INTERNATO. Chiamatelo pure campo di concentramento, campo profughi, carcere, quel che volete.. serve una struttura che TRATTENGA chi immigra illegalmente!
    A quel punto l’immigrato va identificato, registrato, schedato e laddove esistano spazi di integrazione con posti di lavoro disponibili ed offerti in tutta Europa trasformati in immigrati lavorativi regolari.
    Quelli che non hanno prospettive di lavoro vengono rimpatriati! Punto!
    Gli hub di internamento sono costruiti nei paesi di sbarco, ma tutta la procedura è finanziata e gestita da organismi europei con quindi la solidarietà economica di tutti!
    Inoltre vanno superate le paturnie etiche e vanno fatti accordi, pagati da tutta Europa sempre, con i paesi di partenza. In modo che questi abbiano interesse a bloccare i “viaggi della speranza”.
    A quel punto possiamo lasciare tranquillamente le ONG alle loro crociere senza dover contare sul Capitano coraggioso felpato o su quelli che chiedono di mitragliare i barchini...
    “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
    O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno


  15. #367
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Questi NON hanno alcun diritto trascendente a trasferirsi qui! Non facciamoci ingannare dalle panzane degli iperbuonisti strappalacrime!
    Ed i nostri partners europei hanno tutto il diritto a chiederci di adottare specifici protocolli per l’accoglienza!
    L’immigrato clandestino va INTERNATO. Chiamatelo pure campo di concentramento, campo profughi, carcere, quel che volete.. serve una struttura che TRATTENGA chi immigra illegalmente!
    A quel punto l’immigrato va identificato, registrato, schedato e laddove esistano spazi di integrazione con posti di lavoro disponibili ed offerti in tutta Europa trasformati in immigrati lavorativi regolari.
    Quelli che non hanno prospettive di lavoro vengono rimpatriati! Punto!
    Assolutamente d'accordo …

    Il punto è perché io paese di ingresso mi debbo accollare tutti i grattacapi connessi con l'immigrazione , quando vi sono ONG olandesi e tedesche che li salvano in mare e li buttano come spazzatura nelle nostre coste .

    Tu li hai salvati ? Portali nel tuo paese …

    L'Italia da sola non ha la forza e l'autorità di contattare i paesi di origine per il rimpatrio , quelli se ne fregano altamente ci ridono in faccia e pretendono che noi li salviamo li nutriamo , diamo una casa ed un lavoro , oppure un sostentamento o un reddito di cittadinanza .

    l regolamento di Dublino III (2013/604/CE) è stato approvato nel giugno 2013 (per l'Italia, dal Governo Letta[4]), aggiornando il regolamento di Dublino II, e si applica a tutti gli Stati membri dell'UE ad eccezione della Danimarca. È entrato in vigore il 19 luglio 2013. Si basa sullo stesso principio dei due precedenti regolamenti: il primo Stato membro in cui viene registrata una richiesta di asilo (o vengono memorizzate le impronte digitali) è responsabile della richiesta d'asilo di un rifugiato.

    Ma dico questo politico come poteva essere cosi stupido da firmare questo trattato ?

    Insomma siamo sempre tra i soliti ignoti tra governo Monti e Letta -

    Ma l'Europa che favori ci ha fatto a noi ? Il regalo della legge Fornero ??
    Ultima modifica di experimentator; 17-09-2020 a 13:48
    Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

  16. #368
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da experimentator Visualizza il messaggio
    quelli se ne fregano altamente ci ridono in faccia e pretendono che noi li salviamo li nutriamo , diamo una casa ed un lavoro , oppure un sostentamento o un reddito di cittadinanza .

    È entrato in vigore il 19 luglio 2013. Si basa sullo stesso principio dei due precedenti regolamenti: il primo Stato membro in cui viene registrata una richiesta di asilo (o vengono memorizzate le impronte digitali) è responsabile della richiesta d'asilo di un rifugiato.
    No, non ci ridono in faccia. Questo e' in estrema sintesi il punto. Ci dicono che in merito l'asilo e' responsabile in Paese di approdo. E questo non e' un problema, sono la minima parte coloro che hanno diritto all'asilo. Una volta regolarizzati il problema non si pone. Si pone invece con la gran massa che non ha diritto a stare in Europa e che noi continuiamo ad accogliere indiscriminatamente e a non rimpatriare. Di questi il resto dei Paesi non ne vogliono sapere . Dicono (giustamente) che se non siamo noi a fare rispettare le nostre leggi e le comunitarie, e' un problema nostro. In sintesi, fatevi invadere da chi e da quanti volete, ma non rompete i maroni a noi con le vostre paturnie di accoglienza indiscriminata, noi vigiliamo affinche' non si verifichi nel nostro territorio. Nel vostro fate come vi pare. Poi si puo' parlar di ong, di aiuti nei flussi continui per identificazioni e rimpatri, etc etc. Ma la sostanza e' che noi non facciamo nulla di efficace al riguardo, arrivano tutti e di tutti in breve si perdono le tracce . Anche l'eventuale RDC che hai citato, chi lo erogherebbe? La direttiva che anche a chi e' entrato clandestinamente e' possibile rilasciare carta identita' e con quella ricevere le varie modalita' di assistenza da chi arriva? Da Europa o da Italia? Capito il punto? Il problema siamo noi in prima battuta, del resto si puo' discutere.
    Ultima modifica di fedonis; 17-09-2020 a 15:36
    Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

  17. #369
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    [QUOTE=BrightingEyes;119992489]
    E reiteri questa fesseria galattica della "inevitabilità" della conversione!
    Mi ricordi molto le tenere previsioni degli ideologi di inizio 900 sulla "ineluttabilità" della rivoluzione proletaria!
    Le tombe sono ancora piene di effetti di certe "evoluzioni inevitabili". Ma credo che tutti i deceduti per quelle illusioni sarebbero solo una pallida anticamera della strage che produrrebbe la tua "conversione inevitabile"!
    Fortunatamente per tutti anch'io resto convinto che quella persona abbia totalmente ragione e senza una "accettabilità sociale" le tue illusioni resteranno tali a lungo.
    Magari mi sbaglio eh!!... ma per ora a me pare che le cose vadano così! In futuro chissà... auguroni!
    Veramente le tombe son piene anche di tuoi sodali.
    Il filmato è decisamente lungo e noioso. Ma me ne sono guardato un bel pezzo, per correttezza.
    La prima parte è innegabile e dovrebbe far riflettere molti. Se la temperatura media sale di 4° la Terra potrà mantenere si e no 1 miliardo di persone!
    Eh!!! E quindi??
    Cosa vi fa balzare in mente questa verità??
    Se domani (per assurdo) 10 miliardi di persone tornano a nutrirsi, scaldarsi e spostarsi utilizzado biomassa, coltivazioni naturali e forza animale questo eviterà l'aumento di 4°?? Ah si???
    Ma per pietà! Non diciamo altre FESSERIE!!
    Senza una avanzatissima tecnologia delle rinnovabili e del riciclo che permetta di garantire la fornitura energertica, di cibo e carburanti adeguata ma davvero vi illudete che bastino le panzane degli XR a "convincere" 10 miliardi di persone ad azzerare le emissioni?? Ma davvero pensate che le emissioni di CO2 siano solod a addebitare ai cattivi industriali e ai fans del "turboliberocapitalismo"???
    Beh... ripensateci!
    Anche nell'improbabile ipotesi che 10 miliardi di persone si convertano a "salvare il mondo" senza la tecnologia avanzata 9 miliardi andrebbero a riempire presto le tombe!
    D'altronde le proposte degli XR sono assolute idiozie, se prescindiamo dalle ovvie banalità sulla riduzione dell'inquinamento, le plastiche,ecc.!
    Le auto elettriche necessitano di cobalto. Estratto per il 55% in Congo con metodi antiquati e di sfruttamento.... Ottimo! Rendiamo lo sfruttamento civile! Oppure adottiamo alternative che non usino il cobalto! Mica esistono solo le auto elettriche eh! L'utilizzo dell'idrogeno, che potremmo autoprodurci in totale autonomia senza disturbare i poveri congolesi, sarebbe un'alternativa accettabile?? O è sempre un modo di utilizzare la nefanda "tecnologia" che quindi va combattuto a priori?? L'ho accennato, ma ti sei ben guardato dal commentare! Come mai? Mancano le istruzioni? O non hai ancora deciso??

    Il tipo che parla propone 3 step per la "mirabolante soluzione".
    1) Diciamo la verità e dichiariamo l'emergenza ecologica! Ottimo. Diamolo per fatto! E poi?
    2) AZIONE IMMEDIATA!! Azzeriamo le emissioni di CO2 entro il 2025! Uau! E come??? Ma vabbè... il modo si trova... cominciamo a spegnere le luci quando usciamo dalla stanza! Può servire no?? Mabaff...
    Cominciamo con il fondere portaerei,carrarmati,blindati missili e armi di ogni tipo per farne ebike e siamo già a metà del opera
    3) Questa è la più esilarante! Facciamo una "assemblea di cittadini" estratti a sorte che decidono TUTTO! Fantasttticcco! Estraiamo 100 persone che discuteranno/dialogheranno/proporranno... con decisione (immagino! Altrimenti non ha senso) inappellabile!
    E se, per mero scherzo del destino, l'estrazione porta a 100 salviniani?? Evabbè! Ci affidiamo alla dea bendata!
    Questa è la punta di diamante della nuova intelligenza ambientale? Uellà! C'è da stare allegri eh!
    La politica (NON)rappresentativa è ormai nella tomba come i tuoi compari sù citati.

    Ma cosa vuol dire "depredare" di risorse?? Se 1 miliardo di persone consuma 1 miliardo di tonnellate di cereali in un anno sta "depredando" il pianeta??
    Ah no?? E perchè?? Perchè quei cereali ricresceranno l'anno dopo grazie all'energia che ci arriva dal Sole?? Quindi quello sfruttamento di risorse è accettabile in quanto il serbatoio si rinnova??
    Non è un'economia "rinnovabile"??
    Non è quello il modello a cui tendere??
    Prova a riflettere!
    Ha senso lasciare il cobalto sotto terra? Si? E perchè? Usarlo significa "depredarlo"?? Se invece non lo utilizziamo e al suo posto invece delle batterie bruciamo gas naturale no?
    I congolesi saranno più ricchi senza lo sfruttamento del cobalto?? Ah si? Davvero??
    Ma davvero ,và che intelligente che sei.Digita depredare.
    che potrebbero fare trovandosi ad essere in 100 milioni su un territorio che, senza l'afflusso di beni materiali dato dal "consumismo" potrebbe mantenerne forse 10 milioni?? Sanissimi, liberi nella natura e non sfruttati, ma perchè liberi dagli altri 90 milioni sepolti??
    Non son poveri di risorse per alimenti,almeno se non gli e le deprediamo per farci cibi/carburanti per noi.E quello che vende,che ruba è la loro èlite politica che poi lo usa per comprare da noi armamenti per sottomettere la gente.Sankara ci aveva provato ma e stato ammazzato, la politica in Sudafrica è ormai marcia come la nostra.TUTTI i movimenti che cercano di uscire da questo schifo vengono soffocati nel sangue. L ultimo esempio,di cui io sia a conoscenza,in ordine di tempo stà avvenendo nella Siria del nord.
    E finiamola anche con la solfa dello "crescere all'infinito"!! Per crescita si intende un processo economico che quando si allarga troppo.. cede e da una crisi. Che qualcuno paga e poi il processo riparte. Non è l'apocalisse!
    E allora cosa sberci tanto che il virus ha fermato il mercato del denaro per soli 4 mesi.Trattasi di piccola crisi passeggera.Che vuoi che sia.
    La crescita tecnologica ha finora solo dimostrato che si può avere una crescita delle prestazioni con consumi sempre minori. Gli elettrodomestici di un'abitazione moderna consumano un decimo di quello che consumavano i loro antenati 50 anni fa e garantiscono un servizio molto milgliore. Non è colpa degli elettrodomestici se noi stiamo triplicando ogni anno il numero di chi li utilizza! Non è un problema della tecnologia,
    Mi pare dimentichi che si è """magicamente"""decuplicato anche il numero dei congegni che la consumano l energia
    della crescita economica o del liberismo capitalistico la sovrappopolazione e lo sviluppo!
    Di chi ,ma quando,son tutti sgocciolamenti velenosi e minimali di quelloche è il vero Capitale.
    Proprio la tecnologia e i paesi occidentali stanno dimostrando che E' POSSIBILE arrestare ed invertire l'aumento continuo di energia, cibo e carburanti richiesti! Ma SENZA un parallelo crollo della qualità della vita e del benessere che NESSUNO accetterebbe!
    Non mi pare propio è solo che le "fabbriche" che oggi producono più schifezze si son solamente,come dire,leggermente allontanate.E di ciò dobbiamo ringraziare(forse,fai te)il "libero"mercato che si è sempre spostato dove più conveniva.Ad essere sinceri questo avveniva già ai tempi degli antichi greci.Ma oggi siamo TOTALMENTE dipendenti da questo "mercato",non abbiamo più altra scelta per soppravvivere.Dobbiamo trovare altri metodi.
    La tua E-bike NON è un frutto delle manifestazioni ambientaliste, ma un risultato di ingegneria e tecnologia!
    Ancora,come te lo devo dire che non sono contrario al progresso,quello che fà progedire veramente.Non quello delle EV da 3 tonnellate e km di fili in rame.
    Te l'ho già detto! NON PUOI pensare alla decrescita e contemporaneamente pretendere di tenerti la E-bike,
    Non vedo perchè.25 kmh non è abbastanza slow....
    l'ospedale col reparto di neurochirurgia o anche solo l'ambulanza e il telefono per chiamarla!!
    Ma neanche per idea,quello che non psso e non voglio tenermi è il business collegato che tra l altro è secondo me la fonte principale della sua inefficenza.
    Quel filmato dice cose giustissime e risapute che però fanno parte del PROBLEMA!! Che tutti conosciamo!
    Quello che manca è una SOLUZIONE!!
    Le panzane proposte o le grottesche dichiarazioni granitiche sulle "emissioni zero entro il 2025 ma non chiedeteci come" NON sono soluzioni!
    Sono solo unguenti tranquillizzanti per la coscienza di chi è angosciato dal problema, ma incapace di immaginare una soluzione fattibile e quindi si alleggerisce la coscienza recitando la preghiera, facendo il sacrificio alla divinità o predicando col dito teso ad indicare i peccati altrui!!
    XR è la versione moderna dei fanatici di Savonarola e simili! Nient'altro. E se ci sono tanti fessi che ci cascano non è una sorpresa! Erano tanti anche i seguaci di Savonarola eh!
    OKey.Questa è la tua opinione condivisa dalla maggioranza o meno non lo sò.Per me invece son tutte cose fattibilissime .
    Ultima modifica di diezedi; 17-09-2020 a 20:22
    diezedi,zona Cividale del Friuli.KWp 2,88,totalmente integrato , 20 moduli Unisolar PVL 144W , film sottile amorfi,,2 in parallelo per alimentare 10 microinverter PowerOne da 300W,PDC Templari da 300 lt,2 collettori Kloben CPC da 8 tubi flusso diretto,circolazione forzata.Azimut -90/+90,tilt 18° .Il tutto in funzione dal aprile 2014

  18. #370
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    diezedi,zona Cividale del Friuli.KWp 2,88,totalmente integrato , 20 moduli Unisolar PVL 144W , film sottile amorfi,,2 in parallelo per alimentare 10 microinverter PowerOne da 300W,PDC Templari da 300 lt,2 collettori Kloben CPC da 8 tubi flusso diretto,circolazione forzata.Azimut -90/+90,tilt 18° .Il tutto in funzione dal aprile 2014

  19. #371
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Diezedi', sei incontenibile stasera. Ho l'impressione tu abbia riposato bene la scorsa notte.
    Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

  20. #372
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da diezedi Visualizza il messaggio
    Cominciamo con il fondere portaerei,carrarmati,blindati missili e armi di ogni tipo per farne ebike e siamo già a metà del opera
    ebike di volgare acciaio ????
    che vergogna, i veri ecologisti le disdegnano e preferiscono autocostruirle in legno
    poi hai idea dell'energia necessaria per fondere una portaerei e dell'inquinamento generato
    nello specifico caso è meglio dichiarare guerra a qualcono così si prende due piccioni con un fava
    il nemico te la affonda :
    tu non sprechi energia per conferirla alle discarche
    lui smaltisce materiale bellico per cui le sue scorte guerrafondaie diminuiscono
    non ti sembra una grande ecoidea ?

    poi un vero ambientalista non usa le ebike, VA A PIEDI e se ne guarda bene di percorrere in un giorno una distanza superiore a quella che può a piedi percorrere
    non telefona, parla solo con i vicini di casa
    non cuoce il cibo che gli ambientalisti mangiano crudo .... ma solo vegetali
    non riesco a capire come faccia tu a scrivere su un forum, depredi energia alla terra e contemporaneamente arricchisci chi fornisce il servizio internet
    mistero
    Ultima modifica di B_N_; 17-09-2020 a 21:41
    ognuno deve prendersi le sue responsabilità, ma non deve mai dimenticare che "sue" è sottolineato
    " Impara le regole, affinché tu possa infrangerle in modo appropriato " ( Dalai Lama )

  21. #373
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito Il recupero del lago d'orta.... Una storia da raccontare

    Il recupero del lago d’Orta: una storia da raccontare

    Il recupero del lago d’Orta: una storia da raccontare | La Chimica e la Societa

    PER I PIGRI ........

    Posted on
    25 maggio 2015 by Mauro Icardi

    Nota: si ricorda che le opinioni espresse in questo blog non sono da ascrivere alla SCI o alla redazione ma al solo autore del testoa cura di Mauro Icardi

    Sono trascorsi ormai venticinque anni dall‘inizio di una operazione di recupero di un lago che per molti anni fu uno degli specchi d’acqua più inquinati d’Europa: il lago d’Orta. Nel 1987 l’allora istituto italiano di idrobiologia di Pallanza (oggi istituto per lo studio degli ecosistemi, che come allora fa parte del CNR) propose un “Piano per intervento diretto di risanamento”, che ebbe poi l’avvio operativo nel 1989.Questa operazione e l’intera vicenda danno lo spunto per diverse riflessioni che riguardano la chimica ma non solo. La chimica, perché il lago per anni riceverà nelle sue acque scarichi industriali sommariamente depurati provenienti da un industria che produce rayon con il metodo cuproammoniacale. Ma quando si tratterà di dare il via all’operazione di risanamento la chimica avrà un ruolo fondamentale e positivo. Quindi questa storia per l’ennesima volta ricorda l’ormai noto dualismo: benefici e rischi della chimica. (La mia opinione personale che potrà sembrare banale e scontata è che la chimica sia una scienza fondamentale. Le molte vicende che l’hanno messa sotto una cattiva luce sono semplicemente un modo sbagliato di utilizzarla). La vicenda riguarda anche strettamente il settore della gestione del ciclo idrico e la protezione delle acque.Questa storia inizia nel 1926. In quell’anno la Bemberg una società tedesca decide di costruire a Gozzano sulla riva meridionale del lago d’Orta una fabbrica tessile. Viene prodotta seta artificiale (Rayon) con il processo cuproammoniacale estraendo la cellulosa dai linters, sottoprodotti del cotone. La cellulosa viene solubilizzata per alcune ore a freddo (T < 5°C) in una soluzione ammoniacale di solfato di rame in soda caustica. Il trattamento porta alla formazione di idrossido di rame ammoniacale e di un liquido scuro molto viscoso, da cui la cellulosa viene rigenerata con un lavaggio in acqua calda e successivamente con un bagno acido per acido solforico diluito. Il processo richiede elevate quantità di acqua a basso contenuto salino, ed è questa la ragione per cui la fabbrica viene costruita sulle rive del lago. Dalla filatura si ottiene un filo estremante sottile e dall’aspetto lucente e serico che è molto apprezzato e di buona qualità. Lo slogan pubblicitario infatti recitava “Nasce dal cotone, splende come la seta”.Questo tipo di produzione però produce volumi elevati di reflui (0,2-0,3 m3 /s). Le acque scaricate dopo un blando processo depurativo nel lago mostrano da subito i loro effetti negativi. Solo due anni dopo l’entrata in funzione dello stabilimento campioni di acqua raccolti in varie zone del lago mostrano l’assenza di plancton animale e vegetale. Il popolamento ittico si riduce drasticamente.Per inquadrare la vicenda nel contesto storico giova ricordare che negli anni 30 del secolo scorso le ragioni dell’industria erano certamente prevalenti su quelle della sensibilità ambientale che emergeranno negli anni successivi, in particolare negli anni 70. Un autore come Beppe Fenoglio descrive però già nel dopoguerra nel suo “Un giorno di fuoco” che contiene racconti scritti tra il 1954 ed il 1962 la situazione del fiume Bormida e delle sue acque con questo brano : “Hai mai visto il Bormida? Ha l’acqua color sangue raggrumato, perché porta via i rifiuti delle fabbriche di Cengio e sulle sue rive non cresce più un filo d’erba. Un’acqua più porca e avvelenata che ti mette freddo» descrivendo un’altra delle vicende dolorose e controverse della storia ambientale italiana, quella dell’Acna di Cengio. Anche il Bormida dopo decenni è stato risanato.Le proteste dei pescatori del lago d’Orta che lamentano la scomparsa dei pesci vengono risolte offrendo loro un nuovo lavoro in fabbrica. Cosa singolare l’inquinamento del lago non dava origine a molestie visibili o ad odori sgradevoli. Le acque anzi risultavano alla vista limpide e pulite.Negli anni 60 la situazione si aggrava ulteriormente. Nella zona la presenza di numerose industrie elettrogalvaniche (la zona è famosa per la costruzione di rubinetterie di pregio) i cui scarichi contengono metalli quali rame, cromo, nichel e zinco riducono il lago ad uno specchio d’acqua privo di vita.La massa d’acqua del lago è ormai acidificata dai processi di ossidazione biochimica dell’ammonio a nitrato, e questa condizione aumenta la solubilità dei metalli. L’acqua del lago ha valori di ione nitrico ed ammonio di circa 5 mg/lt, il valore di acidità si oscilla tra 3,9 e 4,7 unità di Ph, il valore di rame a 0,1 mg/lt. Il caratteristico lago prealpino piemontese è ormai un lago biologicamente morto.Giungono gli anni 80. Nel 1976 in Italia è promulgata la storica “Legge Merli” per la protezione delle acque dall’inquinamento. Negli anni 80 la Bemberg si dota di un depuratore per le acque di processo e il carico di azoto che finisce nel lago si riduce drasticamente (da 3000 a 30 ton/anno). Precedentemente alla fine degli anni cinquanta l’azienda aveva iniziato il recupero del rame dalle acque esauste. Sempre nella metà degli anni 80 entrano in funzione gli impianti di depurazione del consorzio del Cusio ed il carico inquinante si riduce ulteriormente. Maturano i tempi per l’operazione di liming. Si tratta di un processo nel quale l’aumentata acidità del lago viene corretta con carbonati di origine naturale e di granulometria adatta (inferiore a0,1mm e con il 30% inferiore agli 0,02mm). Per dosare il carbonato di calcio viene progettata un’imbarcazione apposita che poteva trasportare sessanta tonnellate di carbonato per viaggio. Negli anni l’acidità viene lentamente corretta, e già nel 1993 ritorna ai valori che aveva prima del massiccio inquinamento. Si ricostituisce la riserva alcalina di carbonato e diminuisce la tossicità dei metalli che erano stati scaricati nelle acque. La vita lentamente ritorna nelle acque del lago. Oggi sono passati venticinque anni da questa operazione drastica. La storia di questo recupero è un esempio dell’equilibrio che occorre ricercare per poter far coesistere attività industriali e tutela ambientale. L’acqua è un bene indispensabile. Come si può vedere sporcarla è facile. Disinquinarla richiede molti sforzi. Le quantità di carbonato di calcio immesse nel lago sono state ingenti (nel solo periodo maggio 1989 a luglio 1990 la quantità fu di 14800 tonnellate). Oggi esiste un progetto chiamato “Orta reloaded” che continua quello che fu iniziato nel 1989. Gli equilibri ecologici dei sistemi lacustri sono estremamente delicati. L’operazione di liming è stata certamente un successo ma il lago deve essere costantemente protetto.Occorre anche ricordare che negli anni della costruzione e dell’insediamento della Bemberg la stessa azienda chiese il parere di studiosi di limnologia prima di costruire la fabbrica. Ma nonostante il parere negativo degli studiosi che prevedevano che il lago avrebbe risentito degli effetti degli scarichi di ammonio e rame decise di costruirla ugualmente. La naturalista Lina Monti già nel 1930 quattro anni dopo la costruzione documentò e descrisse gli effetti riscontrati nelle acque del lago dagli scarichi tossici dei sali di rame.

    La chimica offre molte possibilità. In questa vicenda essa è prima responsabile, e poi strumento per il risanamento di un ambiente pesantemente inquinato e degradato. Vicende di questa natura vanno a mio giudizio fatte conoscere e studiare (io ho fortunatamente avuto questa possibilità). La conoscenza della chimica ma non solo, l’approccio razionale e meditato devono essere la guida per evitare il ripetersi di situazioni cosi estreme. E come sempre la chimica è strumento fondamentale.




    .
    Ultima modifica di Mr_Hyde; 17-09-2020 a 22:51
    più studio e più mi accorgo di non sapere una mazza

    Nessuna quantità di esperimenti potrà dimostrare che ho ragione , un unico esperimento potrà dimostrare che ho sbagliato!!

  22. #374
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da fedonis Visualizza il messaggio
    No, non ci ridono in faccia. Questo e' in estrema sintesi il punto. Ci dicono che in merito l'asilo e' responsabile in Paese di approdo. E questo non e' un problema, sono la minima parte coloro che hanno diritto all'asilo. Una volta regolarizzati il problema non si pone. Si pone invece con la gran massa che non ha diritto a stare in Europa e che noi continuiamo ad accogliere indiscriminatamente e a non rimpatriare. Di questi il resto dei Paesi non ne vogliono sapere . Dicono (giustamente) che se non siamo noi a fare rispettare le nostre leggi e le comunitarie, e' un problema nostro. In sintesi, fatevi invadere da chi e da quanti volete, ma non rompete i maroni a noi con le vostre paturnie di accoglienza indiscriminata, noi vigiliamo affinche' non si verifichi nel nostro territorio. Nel vostro fate come vi pare. Poi si puo' parlar di ong, di aiuti nei flussi continui per identificazioni e rimpatri, etc etc. Ma la sostanza e' che noi non facciamo nulla di efficace al riguardo, arrivano tutti e di tutti in breve si perdono le tracce . Anche l'eventuale RDC che hai citato, chi lo erogherebbe? La direttiva che anche a chi e' entrato clandestinamente e' possibile rilasciare carta identita' e con quella ricevere le varie modalita' di assistenza da chi arriva? Da Europa o da Italia? Capito il punto? Il problema siamo noi in prima battuta, del resto si puo' discutere.
    No , non si discute di nulla …

    Cretino e stupido quel politico che ha firmato l'accordo di Dublino …

    Punto e basta .

    L'Italia da sola non può farsi carico del problema emigrazione africana , è troppo piccola e debole , non può contrastare un flusso migratorio diventato eccessivo e rispettare le leggi europee . Allora facciamo di testa nostra , le ONG non possono sbarcare nei porti italiani , li portino in Olanda e Germania .
    Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

Pagina 17 di 37 primaprima ... 345678910111213141516171819202122232425262728293031 ... ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Il nuovo mondo?La 5uinta Generazione.
    Da diezedi nel forum 4 amici al BAR
    Risposte: 206
    Ultimo messaggio: 14-10-2020, 18:29
  2. Il nuovo mondo? E-commerce!
    Da richiurci nel forum 4 amici al BAR
    Risposte: 232
    Ultimo messaggio: 08-07-2020, 12:26
  3. Convegno "Nuove Energie per un Mondo Nuovo"
    Da eroyka nel forum Fiere, Conferenze e Raduni
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 07-06-2013, 09:17
  4. Fiera quattro passi / verso un mondo migliore
    Da gymania nel forum Fiere, Conferenze e Raduni
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 16-09-2009, 17:28

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •