Mi Piace! Mi Piace!:  434
NON mi piace! NON mi piace!:  77
Grazie! Grazie!:  99
Pagina 31 di 31 primaprima ... 11171819202122232425262728293031
Visualizzazione dei risultati da 661 a 666 su 666

Discussione: Il nuovo mondo,Sarà migliore?

  1. #661
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito



    ci sono auto, scooter e biciclette in sharing se proprio non si vuole usare la metro e non si ha una auto adatta ad entrare in area B.
    Ma tutti i lavoratori che l'hanno presa fino ad oggi perché non è stato concesso loro lo smart working (cioè stare a girarsi i pollici sul divano per gli stakanovisti de noartri) invece erano sacrificabili vero?
    Non è detto che tutti possano permettersi più auto in famiglia o un noleggio ogni giorno per andare al lavoro.


    Inviato dal mio SM-G973F utilizzando Tapatalk

  2. #662
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    I lavoratori in metro sono “sacrificabili” quanto i medici, gli infermieri, i panettieri, i guidatori di autobus e metropolitane, i calciatori professionisti ecc. ecc.
    Sono persone in età lavorativa che corrono un rischio minimo per svolgere il loro lavoro. Chi non se la sente può starsene chiuso in casa accettandone le conseguenze.
    Se il contagio si diffonde con 1.000 positivi asintomatici al giorno o con 100.000 cambia zero. Sempre asintomatici sono.
    Cambia però la possibilità di controllo. Con 1000 è precisa. Con 100.000 pura utopia.
    E cambia ovviamente la possibilità di contagio per le fasce deboli. Se da anziano o malato cronico decido di infilarmi in metro con 1000 contagi al giorno rischio, ma meno che se lo faccio con 100.000 contagi al giorno.
    Ma anche nel primo caso rischiavo a luglio e rischierò a novembre!
    Quindi, stabilito che ormai siamo più vicini ai 100.000 giornalieri (si stima almeno una diffusione 10 volte maggiore di quella rivelata dai tamponi) e che le attività lavorative devono andare avanti... a me pare che non resti molto di realistico fattibile!
    Ora si sono inventati il lockdown notturno. Bene! Perlomeno al 90% della gente che lavora non creerà alcun problema. Ma non stupitevi se fra pochi giorni i ricoverati cominceranno a stabilizzarsi e magari scendere, ma i decessi continueranno a crescere. Man mano che i sintomatici lievi verranno smistati a casa o nelle residenze alberghiere l’onda si appiattirà. Ma senza misure di isolamento specifico saranno molti gli anziani contagiati in casa o negli ospedali.
    Ultima modifica di BrightingEyes; Oggi a 00:21
    “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
    O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno


  3. #663

    Predefinito

    Al solito: il meglio sarebbe avere mezzi tanti mezzi pubblici, viaggiatori ben scaglionati e ztl in buona parte delle grandi città.

    Non potendo scegliere il meglio mi accontenterei del bene (o del male minore): se nelle grandi città non riuscissero ad aumentare le corse o scaglionare gli orari dei passeggeri dovrebbero aprire gli ZTL.
    Per le strisce blu c’è già l’agevolazione di 8 ore a 4€ in buona parte della città.

    Prima di arrivare a questo però avrei attivato la didattica a distanza almeno per le classi dal secondo superiore in su.
    Fattibilissima anche per le scuole medie.


    Se l’orario normale è 8-14, farli entrare tra le 9 e le 11 significa esporli ad un rischio maggiore di contagio: quello di dover pranzare a scuola e allungare i tempi di permanenza al chiuso.
    Ad oggi stanno con le finestre spalancate per far cambiare l’aria ma a dicembre sarebbe impensabile...

    Ricordo che i mezzi elettrici in sharing potrebbero essere una valida alternativa: possono già entrare nelle zone ZTL e non pagano sulle strisce blu.
    Ultima modifica di JO GREEN; Oggi a 06:43
    FV: 4.68 kwp - 13 PANNELLI SunPower X22 - 360wp - inverter ABB UNO-DM 4 - azimuth = 10 - tilt = 15° - dal 15/02/2019 - Penta-split Daikin Stylish con gas R32 (25+25+25+25+42) dal 31/10/2018 http://pvoutput.org/list.jsp?id=73607

  4. #664
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da vonklausen Visualizza il messaggio
    ... non è stato concesso loro lo smart working (cioè stare a girarsi i pollici sul divano per gli stakanovisti de noartri)
    Certo che se lo smart working lo si intende come un modo di starsene sdraiati sul divano a girarsi i pollici, forse qualcosa non va nell'organizzazione del lavoro, ma io vivo un'altra realtà, dove chi sta a casa a svolgere la sua attività è sovente più produttivo, lavora anche oltre le canoniche 8 ore, senza richiedere il pagamento di straordinari, considerando che risparmia comunque tempo e spese di viaggio e in definitiva riesce anche a mantenere le scadenze pattuite.
    Già da tempo si pensava di introdurre lo smart working in azienda, ora se ne è presentata l'occasione e proseguirà anche dopo l'emergenza, almeno per quella parte di noi per la quale è possibile e vicendevolmente voluta.

    Come per ogni cosa, gli eventuali abusi è giusto che vengano sanzionati e rimossi.

    ••••••••••••

  5. #665
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Se la smart working è serio ma ben venga! Concordo! Ed anche per l'auspicato periodo "post-Covid"! Riuscire a ridurre significativamente l'enorme spreco di risorse e energia necessario a far spostare milioni di persone in orari pendolari sarebbe un vantaggio sotto ogni punto di vista. Diciamo che certe esperienze di "smart working alla statale" viste a marzo un po' di dubbi li lasciano, ma nel settore privato e con adeguata organizzazione è una soluzione assolutamente condivisibile. Con vantaggi e svantaggi, ovvio. Anche il rapporto fra colleghi è importante. Ma, una volta passata l'emergenza, credo sarà possibile alternare i periodi con uno o due giorni in presenza.
    Non sono altrettanto entusiasta della frequenza a distanza per le scuole. L'ideale sarebbe tenere a distanza solo i docenti, perlomeno quelli in fascia già più a rischio, e lasciare i ragazzi nelle aule. Ovviamente con distanziamento e mascherine, ma credo sia abbastanza facile prevedere che molto difficilmente questo determinerà certezza di non contagio.
    Alla fine a mio parere per i ragazzi a scuola dovrebbe valere una specie di "bolla generazionale" sul livello di quella che più o meno c'è nel calcio. Si fanno test rapidi frequenti, se un ragazzo risulta positivo sta a casa 10 gg (ma isolato anche dai membri della famiglia! Non servono stanze sigillate o pasti sotto la porta. E' dimostrato che con adeguate precauzioni si può avere una riduzione molto forte della contagiosità! Per 10 giorni si può fare qualche attenzione in più!) e se si negativizza torna, il resto della classe prosegue normalmente senza ormai velleitarie quarantene di classe che non sono più utili a frenare nulla.
    Il virus nei giovani circola già a ritmo altissimo e non farà che accelerare. Cercare di "isolarli" per mantenerli "sani" è illusorio. Ma testarli frequentemente per permettere loro di farsi la positività (che ormai si sa per certo che nel 90% dei giovani asintomatici dura una settimana al massimo) evitando contatti con le categorie a rischio in quella settimana sarebbe possibilissimo!
    Occorrerà anche un po' di fantasia e il cambiamento di molte abitudini se vogliamo superare questa prova senza troppe vittime. Mantenersi su rigide posizioni ideologiche che potevano avere valore 12 mesi fa, ma ora sono solo facilitatori di contagio a me pare pericoloso.
    Quote Originariamente inviata da JO GREEN Visualizza il messaggio
    Al solito: il meglio sarebbe avere mezzi tanti mezzi pubblici, viaggiatori ben scaglionati e ztl in buona parte delle grandi città..
    Questo sarebbe ottimo. Ma io insisto che servirebbe anche una differenziazione sui mezzi. Lo so che puzza di "apartheid", ma il concetto per me resta che occorrerebbe trovare soluzioni che garantiscano a me ultra60enne di poter usufruire di un mezzo dove tutti sono ben distanziati, con mascherina e senza affollamento. Per un ventenne o riusciamo a fare il mondo magico con il quadruplo di autobus e treni della metro a quattro piani (non c'è proprio spazio orizzontale! Non è possibile "aggiungere" treni nella normale circolazione sulle rotaie già oggi!) o dovremo farci tutti una ragione che si affolleranno e probabilmente si contageranno!
    Siamo a ottobre! E già i mezzi pubblici sono tornati ai livelli del pre-covid! Come si può pensare di riuscire a mettere in campo in 15 giorni quello che non si è riusciti nemmeno a pensare in tre mesi estivi??
    Quindi o bloccano le scuole e si torna a un lockdown o l'unica è cercare di evitare il più possibile che chi va a scuola venga in contatto con le fasce deboli, a mio modesto parere.
    In sostanza per me la battaglia di contenimento era persa già a maggio. Il virus è stato contenuto dal lockdown e subito dopo il clima estivo ha reso più difficile il contagio.
    Le feste e la movida c'erano già tutto giugno e tutto luglio. L'incubazione non si estende su due mesi, senza l'ostacolo garantito da luce solare, ventosità e distanze all'aria aperta la risalita sarebbe già partita a luglio.
    Ora non stiamo pagando il prezzo della "incoscienza dei giovani" o dei pazzi che "sono andati all'estero". Semplicemente stiamo vedendo gli effetti del ritorno agli assembramenti cittadini specie sui mezzi pubblici e della riduzione dell'ostacolo climatico sulla trasmissione. Man mano che la percentuale di UV solari si ridurrà e il clima freddo obbligherà a respirare aria in ambienti chiusi la situazione contagi peggiorerà. Qualche misura occorre prenderla purtroppo.
    Ultima modifica di BrightingEyes; Oggi a 10:06
    “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
    O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno


  6. #666
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    permettemi una voce fuori dal coro, io vedo enormi controindicazioni sullo smart working
    va bene se " puoi non andare qualche giorno ", anzi n quel senso è solo positivo, ipotizzare che ci si presenti al lavoro due o tre giorni e gli altri lo si svolga a casa funziona bene
    al contrario ho visto di persona risultati DISASTROSI sullo smart working totale o quasi totale, persone che fino l'anno scorso erano socevoli sono diventate intrattabili al limmite dell'inciviltà

    e non offenderti Jo se dico che ho notato questa sindrome sopratutto nelle donne
    io sono favorevole senza eccezioni quando possibile ad uno smart working dell'ordine del 40.% circa del tempo
    ognuno deve prendersi le sue responsabilità, ma non deve mai dimenticare che "sue" è sottolineato
    " Impara le regole, affinché tu possa infrangerle in modo appropriato " ( Dalai Lama )

Pagina 31 di 31 primaprima ... 11171819202122232425262728293031

Discussioni simili

  1. Il nuovo mondo?La 5uinta Generazione.
    Da diezedi nel forum 4 amici al BAR
    Risposte: 206
    Ultimo messaggio: 14-10-2020, 18:29
  2. Il nuovo mondo? E-commerce!
    Da richiurci nel forum 4 amici al BAR
    Risposte: 232
    Ultimo messaggio: 08-07-2020, 12:26
  3. Convegno "Nuove Energie per un Mondo Nuovo"
    Da eroyka nel forum Fiere, Conferenze e Raduni
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 07-06-2013, 09:17
  4. Fiera quattro passi / verso un mondo migliore
    Da gymania nel forum Fiere, Conferenze e Raduni
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 16-09-2009, 17:28

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •