Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 1 di 5 12345 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 20 su 97

Discussione: Osmosi inversa, prova quantità acqua di scarto

  1. #1
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito Osmosi inversa, prova quantità acqua di scarto



    Esser ubriaco senza bere è antipatico, ma ho questa sensazione, pertanto porgo alla vs attenzione la prova da me eseguita mirata al controllo della quantità di scarto acqua in funzione di un prelievo, dove i conti non tornano.
    Almeno per quanto ho letto sino ad ora, comunemente si parla di uno scarto di 3 - 4 litri x litro di prelievo.
    Cosi ferma restando questa misura di scarto, dopo una prova se si vuole della serva, c'è da rimanere allibiti.
    A vaso d'espansione o accumulo vuoto d'aria perchè probabilmente guasto (anche per questo stò facendo delle prove) prelevo dal rubinetto d'uscita acqua depurata, con santa pazienza 1L d'acqua, il funzionamento di ricarica e di conseguenza lo scarto d'acqua che se ne va per lo scarico per recuperare questo litro, dura 45min.
    Poi la curiosità mi spinge al controllo dell'acqua di scarto, però per non rischiare di allagare la casa, divido la prova, cioè prelevo 100cc d'acqua depurata, il recupero dura 4 minuti e mezzo, e lo scarto d'acqua che se ne va è di 2,6 L.
    Belin che botta, se conto di consumare 5L giorno per 350 gg (15 di ferie) fanno 1750 Litri anno di consumo acqua depurata.
    Se 100cc di prelievo comportano 2.6L di scarto fanno 26 litri al litro di prelievo, che moltiplicati per 1750 litri di consumo acqua depurata annui, fa la mostruosa cifra di 45.500 litri, chi sono io babbo natale o solo uno che non sa fare i conti?
    Mi rusulta anche che i tempi di ricarica variano in funzione della pressione del vaso, che normalmente mi è dato sapere dover essere di 0.5 bar, non so se influisce anche sul consumo di scarto, insomma so troppo poco, help.

  2. #2
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    -Le membrane dell'osmoasi sono a posto? Non si sono mica seccate svuotando per caso l'impianto?
    -Il riduttore di pressione è pulito, lavato e funzionante?
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)
    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)
    Perché il male trionfi è sufficiente che i buoni rinuncino all'azione (attr. Edmund Burke)

  3. #3
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Opss, domande da un milione di dollari, posso solo rispondere che solo qualche giorno fa è stata fatta la solita manutenzione con la sostituzione dei filtri, dove è stato determinato il perfetto funzionamento di tutto l'impianto.

    Proprio ora ho contattato l'idraulico, che dopo avermi fatto svuotare l'acqua del vaso e sgonfiare l'aria completamente e constatato che il carico si ferma appena il vaso è tornato pieno, mi dice di svuotare nuovamente il vaso e caricare la pressione a 0.3bar ricollegare il tutto per vedere cosa succede.
    Naturalmente ho posto le tue domande, fatte mie ovviamente, risposta è tutto a posto.

    A capirci qualcosa!!

  4. #4
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Dai ragionamenti che abbiamo già fatto, è facile capire che se la pressione dell'acqua è INFERIORE a quella osmotica, l'acqua dall'altra parte non ci va... e nemmeno se oltre alla pressione osmotica, c'è da vincere anche quella di gonfiaggio del vaso di espansione.
    Ora, parli di pressione lato acqua pura.... ma si doverebbe sapere anche qual'è la pressione in ingresso lato acqua da depurare e quella a valle del riduttore.

    Faccio un esempio sballato ma pratico:
    Hai pressione in acquedotto di 2 bar, e la pressione osmotica è di 1bar, cui devi sommare quella del vaso di un bar: risultato, non c'è differenza di pressioni da un lato o dall'altro della membrana, e l'acqua non passa..
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)
    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)
    Perché il male trionfi è sufficiente che i buoni rinuncino all'azione (attr. Edmund Burke)

  5. #5
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Belin adesso inizio a capire qualcosa, resta il fatto di come fare a misurare queste pressioni, guarda l'allegato che casino c'è in quella scatola.
    Indi cosi ad occhio, però presumendo che le pressioni non siano pari, posso anche pensare che l'acqua non passa dalla menbrana perchè sporca?
    se si come si pulisce?

    Resta ovvio che una diagnosi a distanza, specialmente con le mie lacune è difficile, indi un bel grazie per l'aiuto.
    Ribadisco che sono si interessato a capire il funzionamento ma se avessi a disposizione il manutentore, invece che è a molti km distante, molte grane le lascerei volentieri a lui.
    Immagini Allegate Immagini Allegate

  6. #6
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    resta il fatto di come fare a misurare queste pressioni
    Bastano dei manometri... al limite, anche uno solo... visto che hai gli attacchi rapidi da aria compressa e puoi metterlo e toglierlo come ti pare.
    Si tratta solo di avere le pressioni di ingresso, quelle a valle del riduttore e quella lato acqua pura.

    guarda l'allegato che casino c'è in quella scatola.
    Dai, quattro tubi non sono un casino..

    Indi cosi ad occhio, però presumendo che le pressioni non siano pari,.....posso anche pensare che l'acqua non passa dalla menbrana perchè sporca? se si come si pulisce?
    La membrana la puoi immaginare come un setaccio dove si otturano i fori, e i fori si otturano per due motivi: formazione di alghe e depositi di minerale (tipo calcare, per come si presentano).
    Premesso che ci sono in giro dei prodotti appositi, si può fare anche con prodotti di largo consumo a patto che conosci le dosi o scarichi un documento dove vengono indicate.

    I minerali si eliminano per primi, grazie ad una soluzione di acido cloridrico fatta circolare in circuito chiuso al posto dell'acqua tramite per esempio una pompetta da acquario che pesca da una tanica (e dove torna la soluzione che ha fatto il giro).

    Poi, si deve lavare per bene facendo circolare acqua osmotizzata (devi averne un po' in un contenitore) pompandola dal lato acqua pura, e mandando allo scarico in fogna quella che esce dalla cartuccia dalla camera centrale (che corrisponde al lato ingresso e uscita centrale: sono comunicanti, quindi è indifferente).

    Poi si fa un lavaggio come con l'acido, ma questa volta con soda causica diluita: quindi sempre in ciclo chiuso, pescando da una tanica (etc). E poi si fa un altro lavaggio con acqua osmotizzata in controcorrente, come prima.

    Poi si mette in funzione l'impianto, si producono un paio di litri, si lascia riposare per un paio d'ore, e poi la si butta via; si produce ancora un litro per sciacquare, si butta via di nuovo e sei pronto per l'utilizzo normale.

    Per essere più comodi a fare la pulizia, di solito si modifica l'impianto mettendoci dei T, dei rubinetti e qualche spezzone di tubo per "portarsi fuori" i tubi per il lavaggio, ma nel tuo caso hai le cartucce fissate con delle clips....
    Potresti mettere semplicemente dei doppi rubinetti sulle tre entrate della cartuccia osmosi: li chiudi tutti, e così sfili i tubi senza che esca una goccia d'acqua e senza vuotare la cartuccia. Poi te la porti in garage, ci attacchi un accrocchio per lavarla e stabilizzarla, e poi la rimonti pulita, riaprendo dopo tutti i rubinetti. Ti rimane da fare solo la prima produzione per il risciacquo e basta.

    Al prossimo post, metto la tua foto modificata, per chiarire alcune cose...

    P.S.: leggiti anche questo documento, anche se è un impianto più grande e diverso, ci sono indicazioni utili..
    http://www.prominent.com/it/Portalda...enerale_ro.pdf
    Ultima modifica di livingreen; 22-02-2011 a 08:06
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)
    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)
    Perché il male trionfi è sufficiente che i buoni rinuncino all'azione (attr. Edmund Burke)

  7. #7
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Benissimo tutto quello che serve per farmi capir qualcosa è benvenuto, grazie leggerò con attenzione, ormai sono in un full immersion osmotico, mia moglie dice di sbrogliarmela e cambiare baracca, che abbia ragione!!
    Attendo la foto modificata, cosi mi so regolare meglio, nel contempo credo che, nonostante la perfetta spiegazione di come fare la pulizia, sia meglio sostituirla quella membrana, non vorrei far pasticci con soda caustica acido e varie.
    Di contro c'è da dire che costa, indi sarà meglio imparare, non so di preciso cosa fare anche perchè non ho ancora capito di preciso ogni quanto bisogna pulirla/sostituirla, mi riferisco ad un consumo medio di 5L giorno.
    Di certo il tuo discorso mi ha fatto capire che per pulire la membrana ci vuole ben altro che la soluzione proposta in allegato, che fa riferimento ad un impianto senza accumulo.
    Immagini Allegate Immagini Allegate

  8. #8
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    In base ai ricambi che vedo in web, non trovo molta corrispondenza, la membrana nel mio impianto è quella che indico con una freccia, vedi allegato, cosa trovo dentro di preciso?
    Immagini Allegate Immagini Allegate

  9. #9
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Aiutami, aiutatemi, sono alla frutta devo arrangiarmi.
    Ho smontato l'elemento d'osmosi Filmtec menbranes reverse osmosis element model TW30-1812-75.
    visto che non mi riuscirà di pulirlo lo sostituisco, perchè pare, dopo una serrata discussione con l'idraulico, che non lo sia stato da almeno 3 anni, cosi l'idraulico ricorda, affermando che è pulitissimo, si vede che guarda in una sfera di cristallo.
    Comunque, l'ho trovato in web originale e non, la domanda è dal momento che devo sostituirlo sarà il caso di montare un elemento più potente? visto che quell'accidente attuale è un 75 GPD, che cosa succede se lo sostituisco con un100 GPD ad esempio?
    Oppure consigliatemi qualcosa di meglio che ovviamente stia nella mia baracca.

    Cortesemente siate veloci nella risposta, sono appiedato, grazie.

    Saluti.

  10. #10
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Tieni duro, non ho tanto tempo per rispondere durante la settimana...

    visto che quell'accidente attuale è un 75 GPD, che cosa succede se lo sostituisco con un100 GPD ad esempio
    Certo che puoi, ma controlla che l'elemento dichiari la portata alle stesse pressioni di quello attuale, perchè alcuni garantiscono produzioni enormi... a 8 atmosfere.
    Comunque, non è che l'attuale sia poi così scarso: 75 Gpd (gallons per day) vuol dire che l'elemento può filtrare/produrre 75*3,78= 283 litri al giorno di acqua pura.. e 100 Gpd invece 378, 5 litri..
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)
    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)
    Perché il male trionfi è sufficiente che i buoni rinuncino all'azione (attr. Edmund Burke)

  11. #11
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ti ringrazio, naturalmente fai quello che puoi, già quello che fai non è poco.

    Azz.. c'è anche da controllare la pressione è vero, chiedo al fornitore.
    In merito alla portata hai ragione 283 litri non sono pochi, se il mio impianto li producesse davvero mi basterebbero eccome, siamo due gatti, comunque ho fiducia nella sostituzione dell'elemento, sono convinto che l'attuale sia intasato, mi pare logico.
    Naturalmente, se non avessi soddisfazione cambio tutto, anche se so che avrò mille difficoltà e che dovrò arrangiarmi, credo che una volta capito l'ambaradan non dovrebbe esser difficile, ed io che non volevo più fare un tubo...
    Ho pure difficoltà nella scelta, ormai ne ho visti di tutti i colori, ma pur iniziando a capirci qualcosa sono ancora lontano del saper scegliere con ...salis, nella prossimo post, allegherò un paio di soluzioni, sono pressochè uguali però non capisco il perchè di tanta differenza di prezzo, o meglio lo so, appunto, non so valutare i materiali, perchè il funzionamento gira o volta è sempre quello, salvo delle strane novità tipo quella del Auto-Flusher che ho citato in post precedente, che si è meglio di nulla, ma stando a quanto mi hai spiegato ci vuole ben altro per una perfetta pulizia.


    PS: mi spieghi da dove sbuca quel 3.78 che moltiplichi per i 75 Gpd?

  12. #12
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    PS: mi spieghi da dove sbuca quel 3.78 che moltiplichi per i 75 Gpd
    Come ti ho detto, i Gpd sono "gallons per day", cioè galloni al giorno. E un gallone equivale a 3,785 litri...

    Intanto che ce l'hai smontata, pulisci quel riduttore...
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)
    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)
    Perché il male trionfi è sufficiente che i buoni rinuncino all'azione (attr. Edmund Burke)

  13. #13
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Opss, non ci pensavo neppure ai galloni.

    Ho rimontato il tutto, dato che più che soffiarci con il compressore non ho fatto, in attesa di decisioni, e dato che di perdite ce ne sono da tutte le parti, non ho problemi ormai ci sono dentro, smonto ancora tutto se è il caso.
    Per interderci, il riduttore è quello che indico con una freccia in allegato.

    Grazie.
    Immagini Allegate Immagini Allegate

  14. #14
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Post corretto: modificato schema.
    Immagini Allegate Immagini Allegate
    Ultima modifica di livingreen; 27-02-2011 a 11:36
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)
    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)
    Perché il male trionfi è sufficiente che i buoni rinuncino all'azione (attr. Edmund Burke)

  15. #15
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Proprio un bel lavoro ti ringrazio, ora non dovrei più sbagliare.

    Va bè ho pulito la già pulita miscelatrice, certo che come ti muovi ti fulmina, come tocchi perde tutto, drizza da na parte perde dall'altra, belin è na guerra di stabilità.
    Adesso capisco perchè hai scritto che non è poi cosi incasinato li dentro, guardando altri sistemi mi sono spaventato, su molti ci vuole un cardiochirurgo neonatale per lavorarci.
    Allora quello che hai indicato come riduttore, che io ho chiamato rubinetto di bypass, anche se chiuso tutto funziona, l'idraulico mi ha spiegato che questo serve, te lo spiego con parole mie, per immettere acqua non depurata, ovviamente dell'acquedotto già passata per prefiltro e filtro, che miscelata alla depurata si riesce a regolare il livello di conducibilità elettrica e di conseguenza, seppur con tutti i perchè che mi hai spiegato, regolarla sui 40/60 uS/cm, solo con l'apertura di pochissimi millimetri di giro, cosa che a rubiletto chiuso da 15 uS/cm, forse un pò pochino, sempre facendo finta che la nostra apparecchiatura di misura sia attendibile.
    Detto ciò rilevo dallo schema di flusso che non dovrei aver scritto una boiata.
    Comunque come lo pulisco non è un semplice rubinetto, o c'è un filtro dentro?
    A proposito subito dopo c'è una valvola che ha tutta l'aria di essere di non ritorno, dal momento che ha incisa una freccia.

    Grazie ancora e fatti coraggio, ho ancora mille domande da farti, ovviamente nel rispetto dei tuoi tempi.

  16. #16
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Mi sono accorto di un paio di errori, che però non posso correggere sulla foto postata, mentre lo schema è a posto:
    -1- nella foto, scambiare la dicitura Valvola miscelatrice con Riduttore;
    -2- Sempre nella foto, manca la scritta sulla valvola antiritorno, anche se l'avevo messa nella prima versione; nello schema invece la valvola era presente ma avevo omesso la dicitura (ora è corretto).

    "Rubinetto di bypass " (meglio conosciuto come regolatore di salinità) e riduttore si puliscono metendoli a mollo in soluzione acida e poi soffiandoli, e poi si risciacquano. Puoi usare dell'acido muriatico diluito o dell'anticalcare per cucina o bagno, spruzzandolo direttamente dentro e poi sciacquando. Basta che sia uno di quei prodotti liquidi, e non crema (come il brillacciaio per lavandini) o in gel (come il wcnet)
    Ultima modifica di livingreen; 27-02-2011 a 11:42
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)
    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)
    Perché il male trionfi è sufficiente che i buoni rinuncino all'azione (attr. Edmund Burke)

  17. #17
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Se ho capito bene quello che a me era sembrato un riduttore lo è davvero, difatti aprendo la miscelatrice, ci sono due membrane, tra l'altro è composto da due linee, su una linea lavorano le membrane sull'altra il passaggio è libero, come ben si vede in schema di flusso, ok correggo il disegno, ed anche lo schema di flusso, in più aggiungo la valvola di non ritorno, vedi allegati.
    Sarà complicato lavorare in quel contesto, sempre perchè ogni volta che tocco qualcosa subito dopo perde, e va bè due perdite o tre non fanno tanta differenza, perciò procedo.
    Immagini Allegate Immagini Allegate

  18. #18
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Hai postato un disegno corretto, ma uguale al mio che avevo già corretto... ok invece per la foto.

    Parli di perdite... in che senso? Hai inserito male i tubi nei raccordi rapidi? I raccordi sono svitati?
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)
    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)
    Perché il male trionfi è sufficiente che i buoni rinuncino all'azione (attr. Edmund Burke)

  19. #19
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Accidenti non ho visto la correzione, scusa.

    intendo che, i raccordi sono serrati adeguatamente e non perdono, dai tubicini, infilati per bene, trafila qualche goccia, vedi frecce all. + altre due che non si vedono in immagine.
    E dal momento che non ho nessun ricambio, tubo a parte, che posso tagliare da quello di scarico, non sò come fare, li muovo e un pò tengono... ma muovo di qua perdono di là, mi stanno a piglia per il sedere, tanto più che quei tubicini non riesco neppure a sfilarli, totalmente per sostituirli.
    Immagini Allegate Immagini Allegate

  20. #20
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Bene, si tratta di normali tubi per usi pneumatici, come anche i raccordi. Per toglierli si schiaccia verso il basso la ghiera colorata e si tira via il tubo.

    Denro c'è solo un o-ring, che di solito non perde mai... ma invece. capita che il tubo si schiacci per effetto della pressione della ghiera e trafili qualcosa.

    Di solito, basta pulire un poco l'o-ring (con uno straccetto o un cotton fioc bagnato), tagliare via il primo mezzo centimetro di tubo (cioè la pare schiacciata), pulirlo e infilarlo nel raccordo.
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)
    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)
    Perché il male trionfi è sufficiente che i buoni rinuncino all'azione (attr. Edmund Burke)

  21. RAD
Pagina 1 di 5 12345 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Risposte: 12
    Ultimo messaggio: 22-04-2014, 22:09
  2. Legno di scarto da cantiere !!
    Da Fernando09 nel forum RIFIUTI, RIUTILIZZO, RICICLO
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 25-06-2012, 19:20
  3. Osmosi inversa
    Da Archangel nel forum IDROELETTRICO
    Risposte: 11
    Ultimo messaggio: 22-08-2007, 20:13
  4. "OSMOSI INVERSA" regolazione salinità
    Da ALEX1508 nel forum Acque e Suolo
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 09-07-2007, 18:24

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •