Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 1 di 2 12 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 22 su 35

Discussione: Cosa fareste nella mia situazione ? limiti di consumo

  1. #1
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito Cosa fareste nella mia situazione ? limiti di consumo



    Buongiorno, non posso andare troppo indietro con le spiegazioni altrimenti non ne usciamo.. mi limiterò a fornirvi dei dati e una piccola premessa.


    Abbiamo costruito un capannone ad utilizzo commerciale e di officina meccanica (relativamente piccolo con superficie 350 mq alto 3 metri in zona isolata ma per noi strategica ).
    Abbiamo però dei limiti per quanto riguarda l'energia elettrica assorbita e stiamo cercando le migliori soluzioni ( anche con un occhio alla spesa ).
    Ecco i dati:

    A disposizione:
    - Energia elettrica con limite a 10Kw ( non possiamo chiedere di più )

    Necessari:
    - 25Kw in certi periodi dell'anno quando oltre ai consumi standard si somma il riscaldamento/raffrescamento ( che comunque non potranno utilizzare troppa energia )

    Considerando le carte in tavola come trovereste l'energia in più ? Quali sistemi per riscaldare/raffredare utilizzereste?

    Nostra attuale idea:
    - impianto fotovoltaico di 20/25Kw
    - ....

    Grazie mille del vostro tempo
    Ultima modifica di stefano-WD; 10-04-2020 a 13:06

  2. #2
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Non ho capito...avete 10 kw di pannelli, non potete chiederne di più, però come idea avete un impianto per 20/25 kw a pannelli?


    Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk

  3. #3
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da bravo666 Visualizza il messaggio
    Non ho capito...avete 10 kw di pannelli, non potete chiederne di più, però come idea avete un impianto per 20/25 kw a pannelli?


    Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk
    Scusami se non sono stato chiaro. Intendo che possiamo assorbire dal contatore massimo 10Kw di energia elettrica. L'impianto fotovoltaico sarà invece con capacità di 20KW

  4. #4
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ma non penserai mica di avere di inverno (ma nemmeno di estate) 10 di contatore + 20 di FV ? perchè di inverno poi ci sono giornate che produci 0..... quindi se hai bisogno di 25kw di assorbimento lo devi comunque prevedere dal contatore.....

  5. #5
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Concordo...occorrerebbe un secondo contatore, almeno...
    Il che probabilmente non sarebbe nemmeno male, di modo da suddividere il fotovoltaico tra i due per lo scambio sul posto, dovrebbe essere più conveniente piuttosto che legare lo scambio di un impianto da 25kw su unica utenza no?

    Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk

  6. #6
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    bravo666 guarda che lui non ha FV ora , ha 10kw di contatore di impegno , sul quale vuole mettere 20kw di FV , basta il solito contatore con stesso impegno con SSP

  7. #7
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Si l'ho capito, ma visto che deve fare il fotovoltaico non sarebbe meglio farlo su due scambi, facendone insomma 2 da 10? Perché poi a fine anno dovrebbero fare i conteggi tra immissione e prelievo, e non sarebbe meglio dividere il conto su due contatori che non su 1?
    Fermo restando che con due contatori da 10 kw avrebbe sempre e comunque 20 kw da sfruttare, dividendo a dovere l'impianto ovviamente
    Porca la miseria non mi viene più semplice da scrivere, mi spiace cacchio

    Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk

  8. #8
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ma che dici? così paga due volte i fissi della fornitura? per quale ragione dovrebbe farsi mettere un altro contatore , che tra l'altro non è possibile sullo stesso POD ?

  9. #9
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Si esatto in inverno e nei giorni di nebbia la produzione del fotovoltaico sarà prossima allo zero.
    Quindi se non possiamo produrre di più l'unica è consumare meno KW.
    Come alimentazione della caldaia penso che la scelta unica sia il GPL con bombola annessa.

    Alcuni mi hanno proposto un ibrido caldaia APENGROUP + Pompa di calore.
    Leggendo in rete però lo sconsigliano perchè dicono che non costa poco e il climatizzatore del solo freddo è di una marca cinese di scarsa qualità.

    oppure:

    2 soluzioni con sistema separato termoconvettori con caldaietta a condensazione esterna con convettore interno + condizionatore per l'estate separato tipo trial split.

    Detto ciò noi abbiamo pensato:

    Caldaia a condensazione da 34KW ( esempio Ferroli ) alimentata con GPL. costo dai 900 ai 1500 Euro
    convettori interni
    condizionatore con inverter per l'estate 12000 + 12000 + 12000 che consuma 6Kw + 2 condizionatori per locali separati consumo 1.5Kw ciascuno.

    ferroli-bluehelix-tech-rrt-34C-34-kw-caldaia-condensazione-doppio-scambiatore-gpl-metano[1].JPGcaldaiette[1].JPGcald%20a%20cond%20+%20convettore[1].JPGclimatrial[1].JPGair500[1].JPG
    Ultima modifica di stefano-WD; 10-04-2020 a 14:49

  10. #10
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Editato.....

  11. #11
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da spider61 Visualizza il messaggio
    Ma che dici? così paga due volte i fissi della fornitura? per quale ragione dovrebbe farsi mettere un altro contatore , che tra l'altro non è possibile sullo stesso POD ?
    Per avere quei 20 kw minimi di cui necessita, o ho capito male il discorso?

    Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk

  12. #12
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Non si possono avere due contatori e poi cosa fai per i carichi li dividi ?

    stefano-Wd perchè dici che vuoi 10kw ? sarai in trifase immagino quindi 20 o 10 non cambia tantissimo , andrebbero visti i costi sul sito enel (SEN)

    ma forse sei nella sezione sbagliata, per il riscaldamento migliore nella tua situazione puoi chiedere nella sezione adatta , io mai metterei GPL a bombolone , meglio tutto elettrico con FV

  13. #13
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Si, credevo si potesse fare sinceramente, suddividendo i carichi ovviamente, non la vedevo una cosa tanto stupida costi fissi a parte, certo, ma non sapevo non si potesse montare un secondo contatore.
    Edit: concordo riguardo il gpl, consumi una valanga per una casa figurarsi per un capannone.
    Piuttosto se possibilitati, e non si hanno alternative, un impianto a biomassa il più automatico possibile, per il lato riscaldamento

    Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk

  14. #14
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    forse è necessario che spieghi meglio la situazione altrimenti rischio di essere frainteso.
    Dove abbiamo costruito capannone noi siamo affittuari. Paghiamo quindi un affitto mensile per l'utilizzo della "piazza".
    chi mi affitta ha un contatore da 35-40KW.Di questa energia, nei periodi più carichi, a loro serve 25-30Kw. La prima cosa che abbiamo pensato è stata quella di chiedere ad Enel di installare un nuovo contatore solo per noi ma Enel in quella zona NON può installare un altro contatore a meno che gli costruiamo una apposita cabina e cediamo quella parte di terreno ( cosa che il proprietario non vuole fare ).
    A questo punto l'unica soluzione è quella di utilizzare l'energia del mio affittuario, che ci garantirà energia per 10 KW.
    Spero di essere stato chiaro... la situazione è parecchio complessa. Era per spiegarvi il perchè del limite di 10KW e il perchè di avere massimo un contatore.

  15. #15
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da bravo666 Visualizza il messaggio
    Si, credevo si potesse fare sinceramente, suddividendo i carichi ovviamente, non la vedevo una cosa tanto stupida costi fissi a parte, certo, ma non sapevo non si potesse montare un secondo contatore.
    Edit: concordo riguardo il gpl, consumi una valanga per una casa figurarsi per un capannone.
    Piuttosto se possibilitati, e non si hanno alternative, un impianto a biomassa il più automatico possibile, per il lato riscaldamento

    Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk
    La biomassa la vedo sensata solo come alimentazione di una caldaia per riscaldamento a pavimento. Inoltre se si utilizzano i pellets non riesce ad automatizzare più di tanto. Per la nostra soluzione non penso si riesca ad utilizzare. Sbaglio?

    PS ho editato il primo messaggio aggiungendo delle immagini illustrative
    Ultima modifica di stefano-WD; 10-04-2020 a 14:50

  16. #16
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Perché mai? Ci sono capannoni, palestre, piccole fabbrichette scaldate a pellet, perché lo ritieni idoneo al solo impianto a pavimento?
    Ora tecnicamente non so come si chiamino, li ho visto in un capannone industriale di un sansificio, sono tipo dei grossi ventilatori alettati sul fronte dove dentro arriva acqua calda che scorre in un radiatore, ne avevano 4 in un complesso di circa 1000mq con tubazione collegata a caldaia onnivora collegata a silos e alimentata da sansa di oliva, loro scarti di lavorazione in pratica, impianto ovviamente ad alta temperatura e per quel che vale per funzionare funzionava, scaldava in modo eccellente e per loro a costo praticamente zero.
    Se la tua alternativa é il gpl, perché non hai certezza sull'assorbimento di un riscaldamento totalmente elettrico, non la vedrei come una soluzione tanto malsana per il riscaldamento.
    Ci sono anche caldaione a legna che producono direttamente aria calda, di soluzioni per il riscaldamento a biomassa ce ne sono molte.
    Certo, poi lato raffrescamento devi per forza affidarti ad altro, ma un'unica soluzione che soddisfi entrambi i requisiti coi tuoi limiti di assorbimento non mi sovviene proprio

    Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk

  17. #17
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da bravo666 Visualizza il messaggio
    Perché mai? Ci sono capannoni, palestre, piccole fabbrichette scaldate a pellet, perché lo ritieni idoneo al solo impianto a pavimento?
    Ora tecnicamente non so come si chiamino, li ho visto in un capannone industriale di un sansificio, sono tipo dei grossi ventilatori alettati sul fronte dove dentro arriva acqua calda che scorre in un radiatore, ne avevano 4 in un complesso di circa 1000mq con tubazione collegata a caldaia onnivora collegata a silos e alimentata da sansa di oliva, loro scarti di lavorazione in pratica, impianto ovviamente ad alta temperatura e per quel che vale per funzionare funzionava, scaldava in modo eccellente e per loro a costo praticamente zero.
    Se la tua alternativa é il gpl, perché non hai certezza sull'assorbimento di un riscaldamento totalmente elettrico, non la vedrei come una soluzione tanto malsana per il riscaldamento.
    Ci sono anche caldaione a legna che producono direttamente aria calda, di soluzioni per il riscaldamento a biomassa ce ne sono molte.
    Certo, poi lato raffrescamento devi per forza affidarti ad altro, ma un'unica soluzione che soddisfi entrambi i requisiti coi tuoi limiti di assorbimento non mi sovviene proprio

    Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk
    Sul raffrescamento siamo tutti d'accordo che dobbiamo optare per condizionatore con inverter per l'estate 12000 + 12000 + 12000 che consuma 6Kw + 2 condizionatori per locali separati e impianto fotovoltaico

    Sul riscaldamento al momento siamo ancora in dubbio. All'azienda che hai visto credo convenisse perchè utilizzavano i loro stessi scarti.
    ma quando avevo fatto i conti sui consumi della caldaia a pellets mi resi conto che avrei dovuto far riempire il silos abbastanza spesso.

  18. #18
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da stefano-WD Visualizza il messaggio
    Spero di essere stato chiaro... la situazione è parecchio complessa. Era per spiegarvi il perchè del limite di 10KW e il perchè di avere massimo un contatore.
    Ora è chiaro , meno chiaro chi paga per il FV ,
    perchè il POD è del padrone , e il FV deve essere intestato a lui , non è che puoi intestarlo a te , non credo proprio , come non credo si possa rivendere energia ad altro.... ma qui latito un pò sulle normative....

  19. #19
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da spider61 Visualizza il messaggio
    Ora è chiaro , meno chiaro chi paga per il FV ,
    perchè il POD è del padrone , e il FV deve essere intestato a lui , non è che puoi intestarlo a te , non credo proprio , come non credo si possa rivendere energia ad altro.... ma qui latito un pò sulle normative....
    Infatti per il fotovoltaico sarà intestato al padrone. se lo pagano loro, noi pagheremo quello che consumiamo al prezzo enel. se invece paghiamo l'impianto noi dovremo pagare solo la differenza tra quanto consumato e quanto da noi prodotto.
    In merito alla vendita di energia in teoria se lo scrivi nel contratto di affitto non dovrebbero esserci problemi

  20. #20
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Due conti rapidi per riscaldamento: ( so che odiate i conti alla ***** come questi ma al momento posso solo fare ipotesi )
    Ipotizzando un inverno rigido avrei questi consumi stimati nelle due soluzioni:

    1) caldaia 34Kw a condensazione alimentata a GPL : consumo stimato 1.25 mc/ora per 8 ore = 10mc = 38.5L => 27€ al giorno
    supponendo un serbatoio da 1000 Litri dovrei farlo riempire ogni 26 giorni nella stagione invernale

    2) caldaia 34Kw biomassa a pellet : consumo circa 8.5 kg/h => in 8 ore circa 68kg => 17€ al giorno
    se i consumi di combustile sono questi il silos da 1000 litri dovrei farlo riempire ogni 2 settimane.

    C'è qualche errore clamoroso nei miei conti ?

  21. #21
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Calcoli il gpl a metro cubo?
    Comunque diciamo che in termini economici ci stai, all'incirca, o almeno credo perché poi non so come verrá gestito e che temperature si terranno nel capannone, o se lo mandi sempre a cannone.
    In ogni caso evita il gpl, davvero, é un pozzo senza fondo di spesa

    Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk

  22. #22
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ma io suggerirei l'utilizzo di un gruppo elettrogeno da 10-20 kW che puoi attivare alla bisogna nei momenti in cui ti serve più energia .

    Anche se manca la corrente ENEL puoi lavorare .

    Il calore dissipato puoi utilizzarlo per il riscaldamento invernale .

    Due piccioni con una fava .
    Ultima modifica di experimentator; 10-04-2020 a 18:41
    Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

Pagina 1 di 2 12 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Rustico: voi cosa fareste?
    Da ottavio77 nel forum Pompe di Calore AEROTERMICHE
    Risposte: 32
    Ultimo messaggio: 28-03-2015, 14:25
  2. Risposte: 8
    Ultimo messaggio: 28-02-2014, 08:54
  3. Analisi economica, cosa fareste voi?
    Da diegodi nel forum Aspetti economici e bancari
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 06-09-2010, 20:51
  4. cosa fareste?
    Da marcober nel forum BIOMASSE
    Risposte: 8
    Ultimo messaggio: 30-11-2009, 15:33

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •