Mi Piace! Mi Piace!:  8
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  1
Pagina 4 di 7 primaprima 1234567 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 61 a 80 su 126

Discussione: EM-Drive

  1. #61
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito



    chi l'ha detto? TU, era il primo post del 3d dal quale è nato il tuo delirio di considerazioni, basate su errori "formali" e che si è ovviamente arenato nel nulla.

    Perchè se uno scrive:
    Quote Originariamente inviata da max001 Visualizza il messaggio
    A proposito di energia spesa per lo spostamento dei veicoli, sarebbe interessante capire se l'ulteriore massa di 250Kg presente nella auto full-hybrid, dedicata ai dispositivi per l'ibridazione, si esprime in un bilancio energetico favorevole nella percorrenza reale su strada (e non solo sulla carta dei test NEDC), rispetto allo stesso veicolo alleggerito di tali dispositivi.

    Per veicoli "full hybrid" intendo unicamente quelli che utilizzano elettricità generata esclusivamente dai dispositivi a bordo (1. dal motore a scoppio. 2. dalla rigenerazione in frenata), analogamente ai sistemi presenti nelle toyota.
    NB. Da questa categoria sono da escludersi tutti i sistemi ibridi o semi-elettrici che consentono, tra i vari metodi di rifornimento di energia elettrica, la ricarica attraverso cavo.

    Questo ci permetterebbe di sapere se questo tipo di tecnologia porta a reali risparmi, oppure sesi tratta di una pomposa manovra commerciale che ripropone una tipologia di motori endotermici leggermente più efficienti ma meno scattanti, semplicemente sostituendogli il "vestito".
    sta dicendo che "non funzionano", visto le la peculiarità dei veicoli ibridi è proprio la maggiore efficienza (da te negata).

    Detto questo, secondo me fai confusione pure riguardo ai plug-in, perchè a mio avviso è proprio sui plug-in che i costruttori ci "marciano" di più. O non sai neanche che i consumi dichiarati non considerano gli assorbimenti da presa?

    Chiarisco, utilissimi i plug-in, perchè sono ancora più vicini agli elettrici puri, ma ingannevoli riguardo ai km/l dichiarati.

    Di free energy e altro ho parlato solo perchè vedo sono le sezioni, molto utopistiche e piene di chiacchiere, dove ti piace approfondire.

    Non replico su fotoelettrico e LED, ne capisco poco sai com'è... per me i fotoni sono ancora senza massa, pensa quanto sono obsoleto
    Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
    Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

  2. #62
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito


    • Ciao Riccardo e scusa il mio sfoco cosa ne pensi di questo articolo.
    • e-drive
    • correnti superficiali propagano all'interno della cavità sulla parete conica (tra le due piastre terminali)
    • modi di risonanza elettromagnetica creano cariche elettriche su ogni piastra terminale
    • effetto Mach / Woodward è innescato con la forza di Lorentz da correnti superficiali sulla parete conica
    • accelerazione della cavità RF come dovuta alla variazione di densità Electro Magnetic dalle onde evanescenti all'interno dello strato di pelle

    Un inserto polimero posizionato asimmetricamente i risultati cavità in maggiore asimmetria, riducendo Q. accelerazione della cavità è una funzione di tutti i fattori di cui sopra. Il modello può spiegare l'accelerazione con e senza l'inserto polimero (in misura più significativa o meno significativo)
    Questo mi sembra una quantità eccessiva di speculazione quando non hanno nemmeno misurato i campi esterni per assicurarsi che non vi è niente di più semplice da fare. Ma ho sentito i troll Reddit sono stati là fuori generando arcobaleni per rallentare le indagini.
    Ci sono stati molti momenti in cui la camera si è in una pelliccia-ball di molteplici conversazioni in una sola volta. Le interruzioni, tutti a corto di vedere un arcobaleno, i problemi del proiettore, programmi per la cena, ecc
    Ma sul serio, la cosa più deludente è stato quello di vedere la maggior parte della matematica basata su semplici modelli ad elementi concentrati. EM Drive Developments - related to space flight applications - Thread 8 che sono stati estratti da alcune altre equazioni EM per semplicità che si basavano su un'idea di Montillet con onde evanescenti, trattamento Montillet nella sua carta è matematico e non basati su circuiti equivalenti. Ma le onde evanescenti in realtà può fare nessun lavoro o di scambio di energia in modo da non ... aspetto è che un rainb

  3. #63
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito em drive

    Come vi ho detto se cerano novità li avrei pubblicato .

    questo e l'articolo

    A distanza di un paio di settimane dalle ultime indiscrezioni che avrebbero voluto Stati Uniti e Cina attivamente coinvolti nelle sperimentazioni sul cosiddetto EmDrive, è giunta la tanto attesa peer review del sistema di propulsione. Una peer review consiste nella verifica, condotta da enti la cui autorità nel settore coinvolto sia riconosciuta, di progetti di ricerca, pubblicazioni e articoli. In questo caso la convalida porta la firma dell’Eaglework Laboratory della NASA. Pubblicata per il Journal of Propulsion and Power dell’American Institute of Aeronautics and Astronautics, la peer review ha anche confermato la validità dei risultati ottenuti nel corso dei precedenti test. La prova nel vuoto ha infatti riprodotto il risultato di 1,2 Millinewton per kilowatt che era stato ottenuto in occasioni precedenti. Alla luce delle critiche mosse, e dei falsi positivi risultanti da alcune sperimentazioni sull’#EmDrive, nella pubblicazione disponibile online è anche chiaramente specificato il fatto di aver preso in considerazione diverse possibili fonti di errori.


  4. #64
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    primo non vedo il link, quello che hai messo dice che non c'è niente di concreto.

    20 il newton misura una forza, i kW una potenza...quindi la corrispondenza non è corretta....
    Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
    Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

  5. #65
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    20 il newton misura una forza, i kW una potenza...quindi la corrispondenza non è corretta....
    Invece ha utilizzato le misure corrette. E' stato chiarissimo: Produce 1,2 mN per kW di potenza assorbita. Riccardo finiscila di fare il bullo... che sei tu che non capisce ciò che gli altri scrivono.

    Cimpy, te no dai... guarda, l'effetto fotoelettrico spiega bene questo fenomeno.

  6. #66
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    ancora una volta confermi di non aver capito la fondamentale "analisi dimensionale" che è uno dei tanti strumenti (se la si conosce) per evitare di scrivere stupidate.

    Una forza che non si sposta non genera lavoro. E se anche si sposta ma non dici per quale distanza, o meglio con quale velocità, non hai detto proprio niente.
    Se ricordo bene Potenza = forza x velocità, o per te esiste una controversia anche nella definizione di potenza?

    Max te no dai, non ne azzecchi una... e mica a uno che ti spiega cose note puoi dare del bullo, perchè se è moderatore e si offende potrebbe prenderla male ahahah

    Scherzo eh, ma modera i termini e non scrivere stupidate... STUDIA che ti fa bene.
    Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
    Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

  7. #67
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ha ragione max001.
    In quel caso non centra la dimensionalità delle equazioni, (mica stiamo estrapolando equazioni da altre espressioni matematiche)

    Anche nei razzi convenzionali, si brucia ogni secondo una certa quantità di carburante e si ottiene una spinta che è una forza, ma mica stiamo dicendo che energia=forza.
    i peggiori nemici del fotovoltaico sono gli speculatori edilizi perché costruiscono alveari di 15 piani anziché case di zero piani.

  8. #68
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Si ma se uno dice che ha ottenuto 20 mN per kW è sbagliato e la dimensionalità c'entra eccome, ma inutile spiegarlo a chi la Fisica NON VUOLE conoscerla
    Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
    Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

  9. #69
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Riccardo questo articolo lo preso dal National Geografhic mi sembra che sia una rivista seria.
    Io non dico che quello che ce scritto sia la verità ma un pensierino ce lo farei.


    anni di speculazioni, un team di ricercatori sperimentali del Johnson Space Center della NASA è giunto a un traguardo che molti ritenevano impossibile: testare la possibilità di costruire un sistema a propulsione elettromagnetica che consenta a una navicella spaziale di viaggiare nel vuoto senza usare alcun tipo di propellente.

    Secondo il team che ha pubblicato lo studio su Aerospace Research Central, il motore a propulsione elettromagnetica, o EmDrive, converte l'elettricità in propulsione semplicemente facendo rimbalzare microonde in uno spazio chiuso. In teoria, un motore così leggero potrebbe un giorno inviare una navicella su Marte in soli 70 giorni.

    Il problema è che l'Em Drive sembra sfidare le leggi della fisica classica: gli stessi ricercatori che dicono che potrebbe funzionare non sanno perché lo faccia. Altri studi su questo tipo di motori sono stati accolti con enorme scetticismo, e molti fisici relegano l'EmDrive al mondo delle pseudo-scienze.

    La differenza è che lo studio più recente è passato attraverso un livello di scrutinio da parte di studiosi indipendenti che suggerisce la possibilità
    che l'EmDrive funzioni davvero. Siamo all'inizio di una rivoluzione nei viaggi spaziali o alla nuova "falsa partenza" di un motore spaziale "impossibile"? Andiamo per ordine.

  10. #70
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    [QUOTE=vinci;119730495]Riccardo questo articolo lo preso dal National Geografhic mi sembra che sia una rivista seria.
    Io non dico che quello che ce scritto sia la verità ma un pensierino ce lo farei.


    anni di speculazioni, un team di ricercatori sperimentali del Johnson Space Center della NASA è giunto a un traguardo che molti ritenevano impossibile: testare la possibilità di costruire un sistema a propulsione elettromagnetica che consenta a una navicella spaziale di viaggiare nel vuoto senza usare alcun tipo di propellente.

    Secondo il team che ha pubblicato lo studio su Aerospace Research Central, il motore a propulsione elettromagnetica, o EmDrive, converte l'elettricità in propulsione semplicemente facendo rimbalzare microonde in uno spazio chiuso. In teoria, un motore così leggero potrebbe un giorno inviare una navicella su Marte in soli 70 giorni.

    Il problema è che l'Em Drive sembra sfidare le leggi della fisica classica: gli stessi ricercatori che dicono che potrebbe funzionare non sanno perché lo faccia. Altri studi su questo tipo di motori sono stati accolti con enorme scetticismo, e molti fisici relegano l'EmDrive al mondo delle pseudo

  11. #71
    Tordesillas
    Ospite

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da uforobot Visualizza il messaggio
    Ha ragione max001...
    Anche secondo me.
    Se prendiamo -diciamo- una elettrocalamita, la alimentiamo con un chilowatt d potenza elettrica, dal nucleo si sprigiona una forza misurabile in newton, l'analisi dimensionale sarà sbagliata o giusta ma questa forza c'è eccome.
    Se il Motore EM alimentato elettricamente produce una forza, l'analisi dimensionale può solo adattarsi a questo fatto.
    ...
    ...
    ...
    Ho scritto "Se", eh! Se invece di unacavità risonante ho un tamburo rotante, pieno di biglie invece che di onde elettromagnetiche, e misuro una forza netta, c'è poco da fare, è sbagliata la misura. E se in vece mia la misura l'hanno eseguita gli scienziati della NASA? E' sbagliata lo stesso, ci scommetto un caffè.

    Ma facciamo degli esempi numerici: il motore del razzo Saturn fornisce 6,7 MN, a un millinewton al kilowatt, per avere la stessa spinta di quel motore con EmDrvie ci vogliono
    ...
    ...
    6,7 gigawatt elettrici, questo è molto interdittivo perché è la potenza di una decina di centrali atomiche, che stivarle a bordo di un veicolo interplanetario deve essere difficile, immagino; e anche inutile, perché pesano molto di più della spinta che produrrebbero

  12. #72
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Non voglio Commendare certe battute perché mi sembrano fuori luogo.
    Ripeto ha quei Si g. che dicono che è tutta una bufala dico solo i fisici hanno scoperto tutto
    se è si allora chiudiamo il discorso ma se ce un dubbio allora è un altra cosa. E
    ripeto non sto dicendo che non sia una bufala ma forse qualcosa ce.

    Se trovo un documento ve lo mostrerò chi e interessato lo può leggere.

  13. #73
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Mi sa che qualcuno la sta prendendo male, scusate se credete che è una bufala perché venite

    in questo forum io ho invitato chi è interessato ha discutere chi non ci crede non venga
    si legga un bel libro alan dean foster ho di asimov o Alfred E. Van Vogt o di poesia
    nessuno vi sta prendendo con la pistola per discutere perché venite a dire sempre le solite cose ba.
    Voi non ci credete me ne faro una ragione.

  14. #74
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Però i milliNewton per Kw sono troppo pochi.

    Non sarebbe stato meglio quindi spingere un ciclotrone che sta su una motrice di treno e quella motrice sta su binari ?
    Per reazione l'astronave va avanti è la motrice del treno va indietro.

    Certo ! Non possono buttare via una motrice al minuto, quindi la motrice devono tenersela, ma se lo tengono prima o poi (per inerzia) andrà a sbattere contro il fondo posteriore dell'astronave che è la poppa; e quindi si annulla la spinta in avanti che era stata data.

    (Sbattimento non ci deve essere perché danneggia, serve che la motrice abbia dei freni che frenano dolcemente)

    Anzi No !
    La spinta non sarà annullata del tutto, perché un attimo prima di frenare la motrice, diminuisco la massa della motrice.

    e come la diminuisco la massa della motrice ?

    La diminuisco spegnendo il ciclotrone che sta dentro la motrice; spegnendolo succede che le particelle non girano più quasi alla velocità della luce e quindi perdono massa, e quindi la motrice ha una massa complessiva inferiore.

    Quando poi il treno accelera di nuovo verso il davanti dell'astronave, di nuovo l'astronave riceve una spinta verso dietro ma si tratta di una spinta inferiore perché il ciclotrone è spento.

    Quando il ciclotrone si troverà a prua, accendo di nuovo il ciclotrone, le particelle acquistano massa, la motrice del treno acquisisce maggiore massa, accelero la motrice verso la poppa è l'astronave riceverà una'altra spinta verso avanti, trattasi di spinta forte perché il ciclotrone in quel momento è al massimo.

    Ogni volta che recupero la massa della motrice del treno, recupero una massa inferiore perché il ciclotrone in esso contenuto è spento o quasi spento.

    Ogni volta che spingo la massa della motrice del treno verso la poppa dell'astronave, spingo una massa maggiore perché il ciclotrone è al massimo.
    i peggiori nemici del fotovoltaico sono gli speculatori edilizi perché costruiscono alveari di 15 piani anziché case di zero piani.

  15. #75
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Cimpy
    Questo articolo e stato copiato da un articolo su National Geographic italia
    questo e il sito Eppur si muove: l'EmDrive, il motore impossibile - National Geographic
    Cos'è cambiato ora?
    La novità è che i ricercatori della NASA impegnati nell'EmDrive hanno pubblicato i risultati dello studio in una cosidetta rivista peer-reviewed, dove cioè quello che viene pubblicato viene sottoposto al vaglio di altri studiosi indipendenti. Questo non garantisce la validità di una scoperta, ma almeno assicura che altri ricercatori hanno analizzato gli esperimenti condotti trovando validi sia il metodo utilizzato che i risultati ottenuti.

    Nello studio i ricercatori spiegano di aver testato l'EmDrive in un vuoto quasi assoluto simile a quello che incontrerebbe nello spazio. Gli studiosi hanno messo il motore su un pendolo di torsione, lo hanno acceso e determinato la spinta prodotta in base a quanto si è mosso.Ne è emerso, secondo le stime dei ricercatori, che l'EmDrive sarebbe in grado di produrre 1,2 millinewton per kilowatt di energia.

    Non è granché paragonato alla spinta di motori più tradizionali, ma è tutt'altro che insignificante considerando la totale assenza di carburante. Tanto per fare un paragone, le vele o altre tecnologie simili generano solo una frazione di quella spinta, tra i 3,33 e i 6,67 micronewton per kilowatt.

    Prima d'ora, una delle contestazioni principali rivolte all'EmDrive era che, poiché si riscaldava quando veniva attivato, era l'aria calda che lo circondava a produrre la spinta. Testare il dispositivo nel vuoto ha costretto almeno in parte ad accantonare questae obiezione, anche se i dubbi da sciogliere restano ancora tanti.


    se ti

  16. #76
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    dunque...em-drive ad oggi è sono una vaga promessa, perchè la spinta è talmente minima da rendere le misure "controverse".

    Poi lo ripeto per l'ultima volta, perchè tanto se non volete capire le basi della Fisica non capirete, ma non ha senso una corrispondenza tra energia spesa (o potenza) e forza ricavata.

    Vinci puoi mettere qualche link SERIO che riporta le equivalenze che dici tu? Es la forza delle vele? Fai anche confusione tra potenza e energia... perchè kW è una potenza non una energia...

    Ragazzi, come per Max vale anche per voi: se volete capire la Fisica anzitutto dovete studiarla ed essere PRECISI...
    Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
    Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

  17. #77
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito



    Ciao Riccardo


    L'articolo che ho pubblicato non sono parole mie ma del giornalista.


    Poi ti faccio presente che la rivista National Geographic non è un giornale qualunque ma serio


    il giornalista lo dice che ci sono molti dubbi e ci vogliono altre prove


    questo è un altro pezzo dell'articolo.





    Sempre dal articolo precedente







    Com'è possibile?
    Per prima cosa, non è ancora chiaro se l'EmDrive produca effettivamente spinta, un'affermazione che necessita ulteriori verifiche. Ma c'è già chi formula ipotesi sul possibile funzionamento del motore.

    I ricercatori dell'Eagleworks che hanno testato l'EmDrive ritengono che le microonde di fotoni spingano contro un "plasma virtuale", ovvero coppie particelle-antiparticelle prodotte e riassorbite quasi istantaneamente dal vuoto quantistico. Il problema è che non sappiamo neppure se il "plasma virtuale" esista, dice il fisico Sean Carroll di Caltech.

    Nello studio, il team di Eagleworks fa riferimento alla cosiddetta teoria
    pilot-wave della meccanica quantistica per spiegare come il vuoto quantistco possa generare spinta, pur ricordando che questa interpretazione non è "predominante nella fisica attuale".

    Secondo Mike McCulloch, fisico della University of Plymouth, l'EmDrive dimostrerebbe una nuova teoria sull'inerzia relativa alla cosiddetta radiazione di Unruh, una sorta di calore che subirebbero gli oggetti in accellerazione. A suo dire, poiché le estremità ampia e stretta del cono dell'EmDrive permettono diverse lunghezze d'onda della radiazione di Unruh, l'inerzia dei fotoni all'interno della cavità deve necessariamente cambiare mentre rimbalzano avanti e indietro, e questo, in modo da conservare la quantità di moto, produrrebbe la spinta.

    Il modello di McCulloch però dà per assunto che la radiazione di Unruh esista (mentre non è stata confermata in via sperimentale); inoltre suggerisce che la velocità della luce all'interno del cono dell'EmDrive sia variabile, il che viola a sua volta la teoria della relatività speciale di Einstein,
    obietta il fisico Brian Koberlein del Rochester Institute of Technology.

    Esiste poi l'ipotesi del fisico Jim Woodward, il quale ritiene che ioni carichi di energia subiscano fluttuazioni transitorie di massa quando vengono accelerati. Questa ipotesi, ancora non confutata a livello teorico, può spiegare come la navicella si muoverebbe nello spazio senza violare il principio della conservazione della quantità di moto.

    Potrebbe rivelarsi un'altra bufala?
    Assolutamente si. Esiste una lunga serie di scoperte che apparentemente sfidano le leggi della fisica
    (qualcuno ricorderà la storia dei neutrini più veloci della luce) che alla fine si rivelano frutto di esperimenti fallosi.

    Nello studio, gli autori identificano nove possibili fonti di errore nella sperimentazione. Nessuna è da escludere in maniera assoluta, quindi saranno necessari ulteriori test... e chissà che la prossima volta non vengano effettuati nello spazio.



    Comunque ho letto da qualche parte che si vuole lanciare un piccolo satellite per provarlo nello spazio

  18. #78
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    "Questo (...) assicura che altri ricercatori hanno analizzato gli esperimenti condotti"

    Assicura che altri ricercatori abbiano analizzato i documenti e non abbiano trovato in essi (i documenti) svarioni tali da rifiutarne la pubblicazione.

    Non assicura:

    1)che gli esperimenti condotti fossero davvero validi - solo che la loro descrizione era, per quei secondi ricercatori, formalmente corretta

    2)che gli altri ricercatori (uno? Due? O ben tre?) non facessero parte di quel 2% dei fisici che all'EM Drive crede e che pertanto ha solo cercato conferme alle proprie aspettative

    Fossi in te attenderei repliche degli esperimenti, anziché timbri e firme.
    Ich bin ein CimPy - Accidenti, mi sa che ho perso il treno (e mi si è pure rotta la sveglia)! Qualcuno sa dirmi a che ora passa il prossimo?

  19. #79
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    aspettiamo le prove... e che almeno ci dicano quella micro forza che peso è riuscito a sollevare e di quanto, tanto per fare un esempio ehhh...

    se lo spostamento della forza è nullo il lavoro è nullo -> rendimento NULLO

    Ecco, ora vi ho spiegato perchè l'analisi dimensionale che non torna qualcosa vuol dire...
    Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
    Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

  20. #80
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da vinci Visualizza il messaggio
    ...lifter funzionacon alta tensione e non so
    se è stato provato in una camera a vuoto ...
    Il Lifter è stato provato in una camera a vuoto in un laboratorio della NASA e ha volato.

    Avevo letto questa notizia anni fa proprio in questo forum.

  21. RAD
Pagina 4 di 7 primaprima 1234567 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Enel Drive roadshow + offerte a consumo
    Da Smirne nel forum Infrastrutture per veicoli elettrici
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 09-02-2015, 13:56
  2. Enel drive
    Da gb88 nel forum Sistemi di MOBILITA' Eco-Logica
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 17-02-2013, 11:21
  3. motori direct drive
    Da emilio79 nel forum EOLICO
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 19-12-2010, 17:47
  4. Eco-drive
    Da nel forum Fuori casa
    Risposte: 24
    Ultimo messaggio: 02-05-2009, 19:36
  5. quali vantaggi da un generatore direct drive
    Da Nicola Wind nel forum EOLICO
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 28-01-2008, 11:08

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •