Mi Piace! Mi Piace!:  55
NON mi piace! NON mi piace!:  1
Grazie! Grazie!:  4
Pagina 2 di 5 primaprima 12345 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 23 a 44 su 92

Discussione: posso far consumare meno una macchina?

  1. #23
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito



    Lo stesso motore diventa un'atrito se non e' piu che perfetto con i tempi.
    vi ricordate quel gioco con le palline appese hai fili, dove alzavi una pallina e si alzava l'ultima dal'altro lato? procedeva per alcuni secondi con i suoi atriti. Fate lo stesso discorso guidando voi la pallina e ditemi se l'effetto e' identico.
    Guidando con il motore sempre in presa ci giochiamo l'inerzia che ci da la massa del veicilo.

  2. #24
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    ..a te Teoriadeltutto ti ci vuole un mondo senza attriti..


    ..per la bici ti basterebbe una strada sempre in discesa
    dove la forza contraria dovuta all' attrito volvente (trascurando gli altri) si eguagli come in figura,
    permettendoti di scendere come senza attriti..
    https://i.postimg.cc/nr96N7CY/volvente.png

  3. #25
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Il pendolo di Newton, quello con le palline, serve a dimostrare la conservazione del moto e l'effetto degli urti elastici. Si ferma per attrito con l'aria e per le perdite dovute alla parte anelastica degli urti. E non c'entra niente.
    <Una vena di anti-intellettualismo si è insinuata nei gangli vitali della nostra politica e cultura, alimentata dalla falsa nozione che democrazia significhi "la mia ignoranza vale quanto la tua conoscenza"> Isaac Asimov

  4. #26
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    dopo quanto si ferma?
    se dovessi interferire con quel movimento funzionerebbe allo stesso modo?
    Quando lanci una macchinina giocattolo fa un certo tratto senza usare batterie mentre noi mettendoci un motorino collegato alle ruote non la sposteremo di un centimetro senza attivare il motorino.
    Esiste una conservazione per alcuni istanti della velocita' ma non la sfruttiamo.
    Se voglio aumentare la velocita' da 130 a 135 ho bisogno di spinta ma per mantenere la velocita non mi serve molta spinta.
    Tolgo la resistenza del motore cosi da recuperare la resistenza del'aria.
    Seguendo il vostro ragionamento non avrei mai il tempo ne la possibilita di cambiare una marcia perche dovrei fermarmi subito non avendo una spinta.

  5. #27
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Nessuno ha mai detto una cosa simile!!
    E il concetto lo abbiamo capito, lo hai ripetutto fino alla noia!
    MA E' SBAGLIATO.
    Come già detto, ci sono in ballo solo due cose: le forze motrici e le forze resistenti. Se togli le forze motrici la macchina rallenta subito, e rallenta fino a fermarsi. D'accordo, c'è l'inerzia, cioè una quantità di moto, ma viene consumata dalle forze resistenti fino all'arresto.
    Quindi non esiste la " conservazione per alcuni istanti della velocità ". Quella c'è solo nei cartoni animati, o nella vecchia teoria dell'impeto.
    Se voglio aumentare la velocita' da 130 a 135 ho bisogno di spinta ma per mantenere la velocita non mi serve molta spinta.
    Forse cominci a capire... tu hai SEMPRE bisogno di spinta, solo che per accelerare ce ne vorrà di più che per mantenere (su strade piane)
    Tolgo la resistenza del motore cosi da recuperare la resistenza del'aria.
    Quale resistenza del motore??? Usa meno la fantasia, non c'è alcuna resistenza come la intendi tu. Se acceleri, hai più potenza e spingi di più aumentando la velocità, se acceleri il giusto ottieni solo la spinta necessaria a mantenere la velocità, e se non acceleri per niente allora vuol dire che freni, perchè se non frenassi finiresti fuori strada. E se schiacci la frizione, il motore è completamente disconnesso e non fa resistenza alcuna.
    Quindi, anche il recupero della resistenza dell'aria togliendo il motore è solo fantasia. Tu non avresti energia in più da sfruttare.. al massimo non avresti il freno motore (che ti ricordo, non consuma energia dal combustibile se non quella di un motore al minimo).
    <Una vena di anti-intellettualismo si è insinuata nei gangli vitali della nostra politica e cultura, alimentata dalla falsa nozione che democrazia significhi "la mia ignoranza vale quanto la tua conoscenza"> Isaac Asimov

  6. #28
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    motore al minimo,ma quanto consuma un motore al minimo?
    quando la macchina e' ferma e ho inserito la marcia prova a spostarla,poi mi dirai che resistenza a un motore, poi prova con la frezione schiacciata e mi dirai che resistenza a l'aria, dopo tutto l'aereo dinamica a cosa ci serve.
    Comunque potete provare, a 100 km/ora schiacciate la frezione e ditemi quanti secondi passano prima che il contachilometri scenda.
    Mollate la frezione quando tenta di scendere la velocita e ripetete il sistema.
    In salita durera pochissimo o quasi nulla, in piano qualche secondo mentre in discesa molto piu allungo.
    Voi mi direte che in discesa guadagno con il recupero della frenata ma se rubo gia la parte inerziale della macchina la mia macchina avra scaricato buona parte di energia avendo meno problemi in frenata.
    Se freno un'auto dove il motore spinge ed insieme a lui ho anche la parte inerziale recupero molto di piu in frenata, ma quanta energia del recupero riesco effettivamente a recuperare dopo tutte le trasformazioni?
    E' piu conveniente non sprecare energia piutosto che recuperarla.

  7. #29
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Dico appositamente di tenere i servizi sotto una seconda batteria perche' necessito di una cinghia di distribuzione che mi fa atrito anche da macchina ferma. Quindi quando stacco la frezione stacco il motore ma anche tutto cio che vi e' legato. Il motore funziona di continuo dovendo raffreddarsi mi serve la ventola la quale assorbe energia dalla batteria ricaricata dal motorino ecc...
    Tutto cio che collego al motore trammite la cinghia supera l'atrito del'aria e l'atrito con il terreno.

  8. #30
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Vabbè, ci rinuncio. Se uno non fa nemmeno un piccolo sforzo per comprendere i fondamenti, non si può andare avanti.
    <Una vena di anti-intellettualismo si è insinuata nei gangli vitali della nostra politica e cultura, alimentata dalla falsa nozione che democrazia significhi "la mia ignoranza vale quanto la tua conoscenza"> Isaac Asimov

  9. #31
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Saggia idea Freeway!

  10. #32
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Un piccolo rallentamento puo' starci ma di 1 o 2 km ora.
    Comunque non serve a niente discuterne basta che proviate, se avete una macchina.
    Penso che la parte sperimentale parli di piu di 1000 parole.
    Oviamente non parlo di minuti in cui si mantiene l'inerzia. se per 5 secondi evito che il motore consumi e 5 consumi io consumo la meta,questo in piano, se per 40 secondi non gira il motore e 5 funziona risparmio e di molto, questo in discesa.
    In discesa risparmiate solo quando frenate ma se rispiarmate senza accelerare non e' piu conveniente,o accelerare solo il necessario per mantenere la velocita?
    Avete tabelle in cui mi dite quanto e' la forza contraria che agisce sulla macchina causata dal'aria alle varie velocita'?
    Tabelle in cui mi dite di quanto e' la forza contraria che genera l'atrito con il suolo alle varie velocita'?
    Poi analiziamo e procediamo.

  11. #33
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Attrito pneumatico/asfalto in varie condizioni. Tu cerchi (almeno credo) quello a marcia disinserita:

    Cetris.it - Coefficienti di attrito radente superfici stradali

    Puoi tranquillamente approssimare che questo tipo di attrito non cambi in base alle velocità, ma solo al peso del veicolo.

    Correlazione potenza dissipata/velocità (guarda la dissipazione energetica):

    Coefficiente di resistenza aerodinamica - Wikipedia

    Hai tutto quello che ti serve, devi solo sciegliere il tipo di veicolo con cui vuoi fare i calcoli per avere un peso e un Cx reale.

    Divertiti nei tuoi ragionamenti, ma per l'amor di Dio, rileggiti prima di postare perché il tuo italiano è incomprensibile.

    Scusatemi, ma la prosa non è mai stato il mio forte

  12. #34
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    penso che si puo vedere che l'atrito dello 0.01 con marcia disinserita e 0.15 a marcia alta inserita possa mostrare gia la differenza.
    Quindi a marcia disinserita 0,01 + una resistenza aereodinamica del'aria=se minore di 0,15 nelle migliori delle ipotesi da la possibilita alla mia macchina di procedere anche a motore disinserito per alcuni secondi.
    mentre in discesa l'atrito sara inferiore alla gravita non consumando ma col rischio di accelerare a marcia disinserita. Dove potrei recuperare energia da un rallentamento della velocita usando il motore come generatore di corrente assorbendo spinta trasformandola in corrente

  13. #35
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Secondo me se ci si studiasse bene potremmo ridurre di moltissimo i consumi, non recuperando energia dal moto della macchina ma non consumando energia sfruttando di piu l'inerzia e il primo principio di newton.

  14. #36
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Non ho letto tutta la discussione ma se ti informi come funzionano le auto ibride forse forse capisci come consumare meno .
    Classico raffronto tra un 1.6 benzina e 1.6 ibrido con solo 2kw di batteria , cerca in rete e troverai molte risposte .

  15. #37
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    non mi sembra che si parli di recuperare l'inerzia ma solo di passaggi di energia da un motore al'altro con dispersione per ogni trasformazione e un piccolo recupero in frenata. Penso che per avere un effettivo risparmio si deve parlare di evitare di consumare. Penso che la tabella che ci ha proposto parli abbastanza chiaro. Quella inerzia che fingiamo di non vedere ce la fa vedere l'incidente che facciamo.

  16. #38
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    l'inerzia di cui parli, la vediamo perché si estingue in meno di un secondo. Lo stesso che per il fulmine, milioni di Volt e relativamente pochi Ampere che si scarica in un batter, gli effetti sono disastrosi ma da qui a poterne imbrigliare l'energia... ce ne corre.

    F.sco

  17. #39
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    schiaccia la frezione e prova

  18. #40
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    OK ci riprovo , almeno da quello che vedo nella mia auto ibrida , ovvero recupero energia in frenata , in decelerazione ( rilascio acceleratore ) , in discesa , e in queste fasi si spegne il termico si recupera energia utilizzata successivamente per aumentare la percorrenza quindi anche per consumare meno rispetto al solo motore termico .( se non ti chiaro riformula il titolo della discussione del resto tutti vorrebbero consumare meno )

  19. #41
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    No Gibrun, non capisci....
    Lui vuole
    Quote Originariamente inviata da teoria del tutto Visualizza il messaggio
    ...non recuperando energia dal moto della macchina ma non consumando energia sfruttando di piu l'inerzia e il primo principio di newton.
    Ok, fine OT simpatico

    Teoria del tutto, l'inerzia per definizione è sempre opposta rispetto alla forza che agisce su un corpo (non alla direzione del corpo), è un'entità intrinseca del corpo che cerca di "mantenere le cose come stanno":
    - se accelleri, forza concorde alla direzione del corpo, l'inerzia cerca di rallentare la tua accelerazione (inerzia in direzione opposta al senso di avanzamento)
    - se decelleri, forza opposta al senso di avanzamento e l'inerzia cerca di allungare i tempi di decelerazione (inerzia concorde al senso di avanzamento)
    - se "cammini" a velocità costante, non agiscono forze esterne, possiedi una cerca energia cinetica e mantieni la velocità (se non erro si può dire che inerzia è pari a 0)

    incidente=urto. Caso anomalo di decelerazione praticamente istantanea che porta alla deformazione del corpo. (Corpo=macchina e i carrozzieri ringraziano )

    Aggiungo che (secondo principio di Newton)

    Forza=massa * accellerazione

    a velocità costante la accelerazione è 0, quindi non hai bisogno di forza per mantenere il moto (nessuna forza agisce su un corpo, questo mantiene il suo stato, moto o quinte che sia, come dice il primo principio di Newton).

    Questo se non consideri gli attriti. Ma ahimè ci sono, quindi se metti in folle, l'attrito (forza negativa rispetto al moto) comincerá a far rallentare la macchina creando una accelerazione negativa (vedi formula derivata da quella sopra) fino a che si ferma. Più energia cinetica hai "accumulato" è più tempo ci metterà a fermarsi (Energia cinetica= 1/2 * massa * velocità ^ 2) quindi più veloce vai più energia cinetica "possiedi" (inerzia del corpo) a parità di veicolo.

    É QUI che puoi recuperare energia come dice Gibrun o semplicemente camminando aggratis (io metto in folle se vedo coda o un semaforo rosso in lontananza) sfruttando l'inerzia del veicolo che man mano rallenta.

    vero come dici, che in discesa, se la pendenza fornisce una spinta = agli attriti, la tua auto mantiene la velocità, anzi se è tanta accelera pure, e niente di meglio se vuoi "recuperare" inerzia (sarebbe meglio dire energia cinetica). A patto che poi la sfrutti come detto sopra.

    Puoi "usare" l'inerzia solo se sei in fasi di variazioni di velocità.

    oh, poi io sono un semplice (disegnatore) meccanico, mica un tuttologo, quindi sentitevi pure liberi di correggermi e comunque Buon Natale a tutti!!

  20. #42
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    massa per accelerazione.
    massa per 0 (non voglio accelerare ma voglio mantenere una velocita.
    Atriti 0.01 per rotolamento.
    L'inerzia la mantiene la massa che si sposta trascinando le ruote e facendole rotolare.
    A certe velocita con dovuta aereodinamica diminuisco anche il fattore atrito.
    BUON NATALE A TUTTI!!!!!

  21. #43
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    La gravita spinge.
    La massa e' anche 9,8 m/s2
    Se la ruota subisce l'atrito dello 0,01 con frezione schiacciata il resto della macchina no e l'accelerazione di es. 100km/ora sposta la gravita creando un momento e facendo girare le ruote.
    se l'atrito del motore e' 0,20 e la gravita mi concede un -0,15 io mi gioco la forza della massa.
    Se io schiaccio frezione ho atrito 0,01 - 0,15 gravita io guadagno 0,14 di spinta gratuita che con motore collegato mi butto nel wc

  22. #44
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Mi astengo

Pagina 2 di 5 primaprima 12345 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Consumare meno gpl con puffer e resistenza integrata
    Da paperin nel forum RISPARMIO ENERGETICO ed EFFICIENZA ENERGETICA
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 06-01-2019, 13:25
  2. come consumare meno !!!
    Da giuggiolo0107 nel forum BIOMASSE
    Risposte: 183
    Ultimo messaggio: 03-01-2017, 12:27
  3. caldaia extraflame o edilkamin, schema x consumare meno pellet
    Da cirosound nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 17-11-2013, 14:17
  4. Che interventi attuare su una fiat uno per risparmiare e consumare meno?
    Da Eduardo Romeo Mazzaro nel forum Ai Confini del Forum
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 11-06-2009, 12:05
  5. [alcol] VOGLIO CONSUMARE MENO BENZINA!!
    Da danieleb84 nel forum Prototipi privati (BioCarb)
    Risposte: 12
    Ultimo messaggio: 27-04-2005, 19:17

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •