Mi Piace! Mi Piace!:  74
NON mi piace! NON mi piace!:  3
Grazie! Grazie!:  8
Pagina 6 di 7 primaprima 1234567 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 111 a 132 su 138

Discussione: Sistema con vettore a gas liquido per alimentare un autoveicolo con energia elettrica prodotta con acqua 8 °C

  1. #111
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito



    Quote Originariamente inviata da Tiberio Simonetti Visualizza il messaggio
    "
    dal cambiare la frequenza sull'alimentazione, perchè abbiamo usato per un secolo lampade alimentate
    in bassa frequenza e consumato 100 W per avere 100 W di illuminazione ? Bastava cambiare frequenza
    e diminuire drasticamente l'assorbimento di potenza elettrica. Negli anni 30 la cosa era già possibile perchè
    esistevano già le valvole termoioniche ed avrebbero potuto già costruire impianti a frequenza maggiore per
    alimentare tutto il sistema di illuminazione, invece niente di tutto questo.

    Perchè non è stato fatto ? Dammi un motivo valido.
    Perchè è una emerita putt.anata

  2. #112
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    No, non è così. Il COP di una pompa di calore non dipende tanto dalla differenza di temperatura....
    E con questa ci siamo mangiati pure il rendimento di una pompa di calore applicando il ciclo di Carnot

  3. #113
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    "Chiedo venia per l'imprecisa impostazione, e ripropongo la domanda: alla fine dell'operazione di pompaggio,
    come sarà variata la quantità totale di carburante (cisterna+serbatoio)?"

    Con questo linguaggio pieno di vocaboli ed aggettivi inconsueti secondo me avresti dovuto
    scrivere romanzi e non stare quì a perdere tempo con il sottoscritto. O forse hai già scritto
    qualche libro ? Complimenti, ma non certo per i pregiudizi tecnico-scientifici fin quì esposti.

  4. #114
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    "E con questa ci siamo mangiati pure il rendimento di una pompa di calore applicando il ciclo di Carnot"

    Pregiudizio, tanto pregiudizio (ma è solo un eufemismo) per non dire altro.
    Ma non puoi applicare Carnot su una pompa di calore in zona fredda !!!
    Il gas non si trova nelle condizioni perfette (e spero tu sappia cosa sia) quando è sottoforma di vapore.
    Quando è in vapore le forze elettromagnetiche (negative) influscono sull'energia cinetica delle molecole
    ed il calcolo con Carnot è completamente sbagliato. Ti consiglio di studiare il grafico generalizzato dei gas
    e non rispondere solo per cercare di indebolirmi concettualmente. Sei fuori strada. Ho conseguito ben tre
    brevetti nel campo delle energie alternative, ed allora penso, qualcosa ci avrò pur capito, che ne dici ?
    Ultima modifica di Tiberio Simonetti; 15-09-2020 a 21:25

  5. #115
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    "Perchè è una emerita putt.anata"

    Tipica risposta di chi non ha risposte razionali in merito.
    Tutto sommato però state comunque quì ad ascoltarmi e questo è positivo
    per il forum, per me, e per chi si informa prendendo spunto dai vari colloqui
    fino a quì sostenuti.
    Ultima modifica di Tiberio Simonetti; 15-09-2020 a 21:21

  6. #116
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Tiberio Simonetti Visualizza il messaggio
    "E con questa ci siamo mangiati pure il rendimento di una pompa di calore applicando il ciclo di Carnot"

    Pregiudizio, tanto pregiudizio per non dire altro.
    Ma non puoi applicare Carnot su una pompa di calore in zona fredda !!!
    Il gas non si trova nelle condizioni perfette (e spero tu sappia cosa sia) quando è sottoforma di vapore.
    Quando è in vapore le forze elettromagnetiche (negative) influscono sull'energia cinetica delle molecole
    ed il calcolo con Carnot è completamente sbagliato. Ti consiglio di studiare il grafico generalizzato dei gas
    e non rispondere solo per cercare di indebolirmi concettualmente. Sei fuori strada. Ho conseguito ben tre
    brevetti nel campo delle energie alternative, ed allora penso, qualcosa ci avrò pur capito, che ne dici ?
    hai conseguito ben 3 brevetti per scrivere ad esempio ste cretinate qua ?


    scritto da Tiberio simonetti

    Ad esempio l'acqua bolle a circa 99-100 °C a pressione atmosferica, quindi la sua temperatura critica a 1 atm vale
    circa 100 °C. Ma se l'acqua è sottoposta ad esempio ad una pressione di 0,01 atm allora la sua temp critica vale 6,6 °C
    quindi bolle a 6,6 °C.
    non conosci la differenza tra temperatura critica e temperatura di ebollizione oltre al resto della fisica nota .....

    a noi non frega na sega che tu abbia speso soldi per fare dei brevetti ...

    anche chi ha brevettato il tubo tucker ....aveva i suoi brevetti , solo che ora deve scontare varie pene !!

    Tubo Tucker. Condannata a due anni la coppia del "tubo miracoloso" - Chiamamicitta

    saluti
    più studio e più mi accorgo di non sapere una mazza

    Nessuna quantità di esperimenti potrà dimostrare che ho ragione , un unico esperimento potrà dimostrare che ho sbagliato!!

  7. #117
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Tiberio Simonetti Visualizza il messaggio
    Visto che la diminuzione di energia a parità di illuminazione dipendeva soprattutto dal cambiare la frequenza sull'alimentazione, perchè abbiamo usato per un secolo lampade alimentate in bassa frequenza e consumato 100 W per avere 100 W di illuminazione ?
    Bastava cambiare frequenza e diminuire drasticamente l'assorbimento di potenza elettrica. Negli anni 30 la cosa era già possibile perchè esistevano già le valvole termoioniche ed avrebbero potuto già costruire impianti a frequenza maggiore per alimentare tutto il sistema di illuminazione, invece niente di tutto questo.
    Perchè non è stato fatto ?
    Dammi un motivo valido.
    perchè tu non eri ancora nato per cui gli umanoidi degli anni '30 dello scorso secolo erano ignoranti come capre

    del resto inorridiamo tutti quando vediamo i fanali delle auto che sono alimentati in corrente continua per cui il loro rendimento tende a zero (dicasi direttamente proporzionale con la fraquenza)
    ognuno deve prendersi le sue responsabilità, ma non deve mai dimenticare che "sue" è sottolineato
    " Impara le regole, affinché tu possa infrangerle in modo appropriato " ( Dalai Lama )

  8. #118
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    "non conosci la differenza tra temperatura critica e temperatura di ebollizione oltre al resto della fisica nota ....."

    Ok, te lo concedo, prenditi questa piccola soddisfazione, ma me lo hai scritto già tre-quattro volte
    non pensi possa bastare ? Lo hanno capito tutti che su tante cose almeno su questa ci hai azzeccato.



  9. #119
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    " perchè tu non eri ancora nato per cui gli umanoidi degli anni '30 dello scorso secolo erano ignoranti come capre"

    E' solo una risposta senza senso per non ammettere che una risposta non c'è.

  10. #120
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Tiberio Simonetti Visualizza il messaggio
    "non conosci la differenza tra temperatura critica e temperatura di ebollizione oltre al resto della fisica nota ....."

    Ok, te lo concedo, prenditi questa piccola soddisfazione, ma me lo hai scritto già tre-quattro volte
    non pensi possa bastare ? Lo hanno capito tutti che su tante cose almeno su questa ci hai azzeccato.


    è gravissimo che tu non conosca queste basi di fisica ( che si studiano in seconda media superiore ) è gravissimo che una persona che stà trattando azoto liquefatto non abbia queste conoscenze in merito

    indipendentemente dal funzionamento .....il rischio dato da queste carenze è l'esplosione del sistema cui si sta lavorando

    rischi di fare del male a te stesso ed agli altri

    chi te lo dice è uno che lavora tutti i santi giorni da 25 anni con azoto liquido , ( stoccaggi da oltre 30000 litri ), CO2 liquida , ammoniaca anidra liquefatta , gas liquefatti tipo ammine alifatiche ( sfere da 160000 litri ).
    più studio e più mi accorgo di non sapere una mazza

    Nessuna quantità di esperimenti potrà dimostrare che ho ragione , un unico esperimento potrà dimostrare che ho sbagliato!!

  11. #121
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Tiberio Simonetti Visualizza il messaggio
    Buongiorno Uforobot

    Dai, porta pazienza, adesso non mi puoi chiedere di imparare a disegnare con Google.

    Ho fatto una cosa in fretta e l'ho caricata così come è venuta.


    No!

    Ti avevo chiesto di imparare a disegnare con Paint Brush di windows, ed usare il sito di google per trovare l'immagine schematica di una turbina già pronta, cosi in modo veloce e sbrigativo incollavi sul disegno di Paint brush.
    Tu invece disegni con la matita su un foglio cartaceo e poi fai la foto o scansione di quel foglio.
    Ma che brutta cosa !
    Comunque non importa.
    ---------------------------------------
    Parliamo invece di un frigorifero casalingo.
    Nel frigorifero casalingo c'è un compressore che comprime un gas, questa compressione genera calore infatti toccando il compressore ci si accorge che scotta.
    Poi il gas viene inviato all'interno del frigorifero e fatto espandere; l'espansione provoca il raffreddamento interno del frigorifero ma contemporaneamente quel gas si riscalda, cioè quel gas assorbe calore dall'interno del frigorifero oppure come dici tu, (usando la tua fraseologia strana), quel gas assorbe energia da quell'ambiente che è ubicato all'interno del frigorifero.

    Poi però per completare il ciclo termodinamico, di nuovo il gas viene inviato al compressore che lo comprime di nuovo, eccetera eccetera.

    Il frigorifero non produce elettricità ma al contrario l'assorbe, questo assorbimento è causato dal secondo principio della termodinamica il quale stabilisce che per creare una differenza di temperatura devo spendere energia, energia che proviene dall'esterno.
    Poi per allontanare il calore dal compressore potrei usare una ventola oppure semplicemente delle alette di raffreddamento, rispettivamente se frigorifero costoso od economico.
    ---------------------------
    Ritorniamo al progetto di Tiberio.
    Il progetto di Tiberio è un frigorifero come illustrato sopra ma in più c'è una turbina che complica le cose ed è ubicata proprio là dove c'è l'espansione del gas.


    1. è vero che l'espansione del gas raffredda l'ambiente circostante
    2. non è vero che il gas si raffredda ma al contrario si riscalda.
    3. è vero che l'espansione del gas farebbe girare le pale di una turbina la quale genera un po di elettricità di valore x
    4. è vero che le pale rallentano l'espansione del gas, quindi il compressore deve fare maggiore lavoro e quindi assorbe più energia elettrica cui valore che è quasi x (quasi perché perdite varie)


    Ma se quel gas si riscalda e quindi diventa gassoso, come pensi di liquefarlo di nuovo ?

    Serve Babbo Natale che dall'esterno ci regala un po di energia, No ! Scherzo ! E' necessario che un compressore lo comprima di nuovo oppure devo usare una grossa bombola di gas compresso ma quella bombola prima o poi finisce.

    In altre parole una grossa bombola di gas compresso è fonte di freddo, (a condizione che il calore che fu causato dalla compressione si stato già allontanato precedentemente).

    Quindi per liquefare quel gas che esce dalle pale della turbina ho 2 possibilità:
    prima possibilità: lo comprimo,
    seconda possibilità: lo raffreddo mettendolo a contatto con un altro gas che si sta espandendo.
    -----------------------
    E' necessaria energia per liquefare di nuovo una sostanza che normalmente è un gas a temperatura ambiente.
    Nel linguaggio strano di Tiberio, Tiberio direbbe: "per liquefare una sostanza (che normalmente è un gas) è necessario che quella sostanza regali energia all'ambiente"

    In realtà non ci si deve fare ingannare dal linguaggio strano di Tiberio, è necessario infatti sapere che per liquefare una sostanza (che normalmente è un gas) occorre spendere energia cioè non esistono regali.

    In altre parole quello che conta veramente è la differenza di temperatura e non la temperatura; cosa ci interessa a noi stare al centro del sole se poi nel centro del sole non c'è differenza di temperatura ?

    Che cretini gli ingegneri del 1800 ! Bruciavano carbone per fare evaporare l'acqua.
    Ma se a quel tempo ci fosse stato Tiberio Simonetti, lui avrebbe detto a loro: "Ma che cavolo fate ?Invece di bruciare carbone per fare evaporare acqua, usate la temperatura ambiente per fare evaporare l'azoto liquido ! "

    Inizialmente Tiberio Simonetti avrebbe avuto ragione e quegli ingegneri avrebbero fatto la figura dei deficienti somari asini, perché la temperatura ambiente costa meno del carbone inoltre la temperatura ambiente non inquina.

    I guai sarebbero poi venuti DOPO perché liquefare di nuovo l'acqua è facile (è sufficiente condensarla), invece liquefare di nuovo l'azoto è tutt'altra cosa perché è necessario Babbo Natale che passa di li è ci regala un po di energia la quale è necessaria per liquefare di nuovo l'azoto, (oppure usare carbone per comprimere e poi espandere eccetera eccetera).

    -------------------------------------------------------
    La differenza tra un frigorifero casalingo è il progetto di Tiberio Simonetti è soltanto la turbina messa là dove il gas si espande.

    Quindi per realizzare il progetto di Tiberio Simonetti basta semplicemente acquistare un frigorifero casalingo e poi aggiungere una piccola turbina là dove il gas si espande.

    Si ! è vero che l'espansione del gas spinge le pale della turbina e la turbina genera un po di elettricità, ma questa elettricità non basta per contrastare il maggiore sforzo sostenuto dal compressore e sopratutto non basta per liquefare nuovamente un gas (gas che normalmente è un gas a temperatura ambiente).

    Tiberio Simonetti è convinto che le pale della turbina provocano la diminuzione di energia delle molecole del gas e quindi il gas si raffredda ancora di più.
    Trattasi di convinzione stagliata; invece la temperatura aumenta.
    Le pale della turbina provocano la diminuzione di quel movimento ordinato ma non la diminuzione di movimento disordinato caotico che è la temperatura.

    La turbina non è un frigorifero che raffredda gas, per quello c'è il frigorifero, ma il frigorifero assorbe energia
    Invece la turbina produce elettricità.

    Secondo il mio parere personale, il progetto di Tiberio Simonetti non funziona perché succedono brutte cose proprio là.
    Là dove ?
    Là ! Dove il gas esce dalla turbina.

    Di conseguenza la temperatura continua ad aumentare un po dappertutto, scompare la differenza di temperatura e non funziona più.

    Non funzionando più niente poi succede che Tiberio Simonetti pensa che c'è stata una perdita di gas e quindi occorre compensare aggiungendo altro gas.
    L'aggiunta lui la fa aprendo la valvola del serbatoio di azoto (il serbatoio da 200 bar).

    Aggiungi oggi, aggiungi domani: la bombola di 200 bar si esaurisce.

    e Tiberio Simonetti continua a pensare che c'è una perdita nell'impianto.

    In realtà non c'è nessuna perdita di gas, semmai c'è perdita di differenza di temperatura.

    Nonostante l'impianto sia perfettamente stagno ed ermetico, questo non impedisce la diminuzione della differenza di temperatura; questa è una caratteristica fondamentale dell'entropia e quindi anche una caratteristica fondamentale del secondo principio della termodinamica.

    Nel primo progetto lui aveva messo 6 scambiatori di calore ma se anche mette 50 scambiatori di calore... Sempre frigorifero con aggiunta di turbina esso è.

    Lui mette valvole che stabilizzano pressione, ma quegli stabilizzatori funzionano fino a quando la pressione è MAGGIORE del valore voluto, quando è MINORE non funziona più.

    Inoltre quelle valvole che stabilizzano (o riduttori di pressione) impediscono la comprensione del progetto, questo spiega che l'ufficio brevetti approvò il primo progetto cioè l'ingegnere dell'ufficio brevetti non voleva rompersi la testa con cose incomprensibili, è come si usa dire in gergo "se ne lavò mani" approvandolo senza capire un tubo di quei tubi.
    Ultima modifica di uforobot; 15-09-2020 a 22:08
    i peggiori nemici del fotovoltaico sono gli speculatori edilizi perché costruiscono alveari di 15 piani anziché case di zero piani.

  12. #122
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da freeway Visualizza il messaggio
    Beh, e che dire allora della termodinamica al contrario? Dove invece di sottrarre calore dalla sorgente calda abbassandone la temperatura, si sottrae calore alla sorgente fredda, AUMENTANDO IL SALTO TERMICO?
    Grande freeway! E' vano inseguire temperature critiche e valvole e pistoni, bisogna sfrondare gli orpelli e andare alla base, e la base eccola qui, ed è semplicemente una assurdità totale! Ah se fosse qui il mio magnifico Maestro, come apprezzerebbe la linearità, la semplicità, la chiarezza del commento di freewa'
    Mosley la tua adulazione è disgustosa. E dovevi arrivarci DA SOLO, dovevi, a quella considerazio'
    Maestro, sono mortifica'
    E non mi interrompere, kribbio! Guarda che ti mando a pattugliare i Motori Magnetici, eh
    No Maestro ti prego, lì non c'è che pianto e stridor di denti.
    ...
    Mh. Va bene non ti ci mando. Contento?
    Oh sì, sì Maestro mio incompara'
    Ma che lecchino che sei! Cmq se sei contento dimostralo
    E come posso farlo, o venerabile Mae'
    Che ripugnante vassalleria! Canta
    Cosa vuoi che canti, o Maestro senza pari?
    Ma basta con queste abiette sviolinate, canta una cosa qualsiasi
    Per esempio, Maestro mio eccellentissim
    E allora continua con la tua vomitevole piaggeria! Canta Partiam partiam
    ...
    ehm, Mae'
    COSA C'E', VUOI ANDARE AI MOTORI MAGNETICI?
    OK, OK, canto!

    PARTIAM PARTIAM PEL GIUGGIOLO PEL GIUGGIOLO PEL GIUGGIOLO
    PARTIAM PARTIAM PEL GIUGGIOLO PEL GIUGGIOLO PARTIAM
    Nell’orti c’è il finocchio radicchio ed insalata
    Sarà una grande annata… baldoria si farà
    PARTIAM…
    Darem l’assalto ai sucini ai peschi ai melograni
    Con tutt’e due le mani… baldoria si farà
    PARTIAM…
    Se viene il contadino noi gli si muove guerra
    Le sucine per terra… baldoria si farà
    PARTIAM…
    Se arriva anche il fattore insieme alla su’ moglie
    Il cavolo ‘un si coglie… baldoria si farà
    PARTIAM…
    Se arriva il cantiniere col guardia tanto furbo
    Si toglierà il disturbo… baldoria si farà
    PARTIAM…
    E quando vien la notte col lume della strada
    Si torna su in contrada… baldoria si farà
    PARTIAM…
    Ultima modifica di Mosley; 15-09-2020 a 22:49
    In God we trust
    ...
    all others have to provide data.

    Adotta un Contadino! https://www.youtube.com/watch?v=UEpFpYgFZ6Y

  13. #123
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Mr_Hyde Visualizza il messaggio
    è gravissimo che tu non conosca queste basi di fisica ( che si studiano in seconda media superiore ) è gravissimo che una persona che stà trattando azoto liquefatto non abbia queste conoscenze in merito .
    ???
    sbagli gravemente tu, guarda che lui non tratta azoto liquido, fa solo fantasie mentre è seduto sul cesso
    ognuno deve prendersi le sue responsabilità, ma non deve mai dimenticare che "sue" è sottolineato
    " Impara le regole, affinché tu possa infrangerle in modo appropriato " ( Dalai Lama )

  14. #124
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Ho conseguito ben tre brevetti nel campo delle energie alternative, ed allora penso, qualcosa ci avrò pur capito, che ne dici ?
    Gentilmente ci indichi quali? Sai com'è, a sto punto si va "a fare le pulci" anche a quelli

  15. #125
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    La curiosità di Lupino per i brevetti del nostro Inventore ha stimolato la mia, di curiosità; ho perciò cercato con Google il numero di brevetto fornito dal Nostro nel primo post di questa spett. discussione, ho trovato un fottìo di risultati e, dato che ho dormito tutto il pomeriggio e in conseguenza adesso non ho sonno, vado a somministrare all'uditorio alcune perle secrete dal succitato.

    - sapendo che il Sole irradia 1000 w / sec su un metro quadrato di superficie ... a parte la scrittura non conforme S.I. delle unità di misura, peccato veniale, qui si dimostra l'incapacità dell'originatore della frase di distinguere fra Energia e Potenza. Altre ridicolaggini nella stessa pagina

    - qui una vera epifania di meraviglie:
    1- L'impianto è caratterizzato dal fatto che prelevi energia termica a temperatura ambiente, la ceda al gas criogenico interno ( in questo caso aria, ma è possibile usare anche un' altro gas utile allo scopo) e la trasformi in energia meccanica e quindi elettrica.
    2- L'impianto è caratterizzato dal fatto che depuri aria atmosferica con la "cattura" della CO2 e la depositi nel depuratore per essere scissa poi in Carbonio ed Ossigeno.
    3- L'impianto è caratterizzato dal fatto che può produrre ed estrarre aria liquida (e se necessario pure altri gas liquidi) anche per scopi diversi da quelli descritti nell'impianto
    - Ugualmente è possibile produrre Idrogeno ed ossigeno da elettrolisi

    - filosofia da strapazzo in italiano sgangherato: "La nostra mente, purtroppo,abituata allo studio ed al funzionamento degli impianti a carbone, gas o petrolio mal interpreta un’idea che basa la sua teoria sull’uso dell’energia prodotta assorbendo energia termica ambiente" ... circa 15 000 parole, l'admin del forum ronf ronf ronf si addormenta a metà lettura
    - e sezione ridicola: "se scegliamo come fluido vettore l’acqua che ha una temperatura CRITICA di 374 ° C è necessario per forza usare carbone, mentre tutta questa energia potrebbe non essere necessaria se al posto dell’acqua venisse usata ARIA LIQUIDA"
    Ariaahhh aria li-qui-daaaahhhahahahaaaMOSLEY!
    Maestro! Che piacevole sorpre'
    Che fai, mi diventi ripetitivo? Cosa ciai da sghignazzare?
    Maestro, l'aria liquidaahhaahaaaaaaa ...ehm ...
    ...

    - in Energia senza sforzo, sez. "Alcune riflessioni sulle pompe di calore", troviamo la condizione per autosostenersi.
    La riflessione è sul tema "è possibile costruire un impianto (quindi una pompa di calore criogenica ) in cui i 4 kjoul di energia termica possano essere convertiti in 1,5/ 2 di energia elettrica ...?", la risposta è "sì", e la condizione per autosostenersi è lapalissiana: è sufficiente disporre di una differenza di temperatura.
    L'inventore del nostro apparato dimostra aahahhaaaaBada Mosley che se non la pianti ti spedisco ai Motori Magnetici ... ehm ... l'inventore dimostra, dicevo, che mediante la concessione di un brevetto (concessione uff. brevetti UIBM n° 0001383773) "l’energia necessaria alla liquefazione è minore di quella guadagnata nell’espansione"AAHHAHAHAAMosley, accidenti a te, ma mi vuoi ammazzare dalle risate?

    - qui una delle prime stesure del Progetto, una trentina di righe piene di scemenze alla pressione di tremila atmosfere, tipo che "Una volta che il fluido è di nuovo a 110 K e pressione uguale ad 1 bar, scambierà con aria liquida in avvio espansione che è ad una temperatura di circa 75 K . Questa assorbirà energia di liquefazione dall'altra che è a 110 k ..."

    - ora prego il sensibile uditorio di prepararsi a uno shock: dieci invenzioni ecologiche incredibili! Una è l'ombrello ecologico

    , poi c'è la batteria commestibile, piena di nero di seppia, che quando è scarica si mangia, altre otto stupidère, e nei commenti -anzi, nel commento, uno solo, perché solo pochi approdano a certi siti chiappacitrulli- troviamo la solita colata di concetti male digeriti, p. es. "Il progetto rispetta ampiamente il II° principio termodinamico in quanto ha un generatore di energia a temperatura ambiente ed un pozzo a circa 153° C sottozero perfettamente isolato in autosostenimento", ecco veramente l'ultima volta che ho visto il II° principio e l'autostenimento insieme, invece di rispettarsi ampiamente si stavano prendendo vicendevolmente a mazzate sui denti, e non credo che da allora abbiano fatto pace.

    - presso Il Figlio della Fantasia, un-nome-una-garanzia, invece, stessa zuppa (migliaia e migliaia di parole, grazie Maestro per avermi fatto seguire un corso di lettura veloce da trenta crediti formativi): una "relazione che parla di come possa essere possibile produrre energia usando come vettore energetico aria liquida avendo come apporto energetico solo energia termica a temperatura ambiente",
    nella quale relazione impariamo, come già evidenziato da freeway in tempi non sospetti, che nel mondo di Tiberio il calore passa da un corpo caldo ad uno freddo, grazie ad un "fluido [che] dopo aver assorbito energia di liquefazione dall’azoto ( perchè molto più freddo dell’azoto stesso) ...", mentre nel paragrafo "Descrizione delle fasi più importanti", al secondo capoverso troviamo -un po' allibiti, un po' sconcertati- che la temperatura critica dell'Azoto è di circa 300 kelvin.

    - al prossimo link, ci imbattia'
    Vedi di concludere, ché non se ne può più di queste baggianate
    ...
    ehm
    ...
    In conclusione, è una vera disdetta che Tiberio sia così garbato e gentile -compatibilmente con le circostanze, naturalmente- oltre che con tutta evidenza profondamente convinto di avere ragione, perché non mi posso sbizzarrire con le più fantasiose e mordaci denigrazioni, e devo limitarmi a una leggera perculatina di tanto in tanto.

    Saluti.

    M
    Ultima modifica di Mosley; 16-09-2020 a 03:21
    In God we trust
    ...
    all others have to provide data.

    Adotta un Contadino! https://www.youtube.com/watch?v=UEpFpYgFZ6Y

  16. #126
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    "chi te lo dice è uno che lavora tutti i santi giorni da 25 anni con azoto liquido , ( stoccaggi da oltre 30000 litri ), CO2 liquida , ammoniaca anidra liquefatta , gas liquefatti tipo ammine alifatiche ( sfere da 160000 litri )."

    Buongiorno Mr-Hyde e scusami per l'arroganza con cui ti ho risposto.
    Onore a chi lavora con onestà, impegno e Buona Volontà.
    Ti ringrazio per i consigli fin quì ricevuti e ne terrò conto.

    In ogni caso se dovessi costruire un prototipo scenderò di pressione a circa 1,6 - 1,8 Bar massimi.
    Tu mi insegni infatti che a temperature criogeniche con pressioni elevate non si scherza. Naturalmente
    verranno usati volumi più grandi (e materiali inox per criogenia), ma vista la esigua potenza sviluppata
    (sempre se sarò in grado di farlo funzionare) i volumi saranno comunque contenuti.


  17. #127
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Mosley, vedo che hai fatto il mio stesso percorso e sei giunto alle stesse conclusioni. Ammiro la tua costanza nel cercare di riportare sulla retta via lo smarrito viandante ma credo che ogni tuo sforzo sia vano perché il buon Tiberio è refrattario ad ogni richiamo alle leggi fisiche correnti sostituite dalla sua fede incrollabile nell’azoto liquido, la sua pietra filosofale che , grazie anche al magico algoritmo, consente di trasformare ogni tiepida brezza in muscolosi KWh. La storia insegna che di fronte alla fede (peggio se cieca) la scienza non basta (Galileo docet ) ma siccome il tempo è galantuomo la cosa migliore è sedersi e aspettare che il reprobo trovi la sua via per Damasco...
    Viva la tecnologia che semplifica la vita.
    Non discutere mai con un idiota, la gente potrebbe non notare la differenza.

  18. #128
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    "In conclusione, è una vera disdetta che Tiberio sia così garbato e gentile -compatibilmente con le circostanze,
    naturalmente- oltre che con tutta evidenza profondamente convinto di avere ragione, perché non mi posso sbizzarrire
    con le più fantasiose e mordaci denigrazioni, e devo limitarmi a una leggera perculatina di tanto in tanto."

    "
    Mosley, vedo che hai fatto il mio stesso percorso e sei giunto alle stesse conclusioni. Ammiro la tua costanza nel
    cercare di riportare sulla retta via lo smarrito viandante ma credo che ogni tuo sforzo sia vano perché il buon Tiberio
    è refrattario ad ogni richiamo alle leggi fisiche correnti sostituite dalla sua fede incrollabile nell’azoto liquido, la sua
    pietra filosofale che , grazie anche al magico algoritmo, consente di trasformare ogni tiepida brezza in muscolosi KWh. La storia insegna che di fronte alla fede (peggio se cieca) la scienza non basta (Galileo docet ) ma siccome
    il tempo è galantuomo la cosa migliore è sedersi e aspettare che il reprobo trovi la sua via per Damasco..."

    Complimenti. Mi piace questo modo di scrivere curato, non violento, non volgare, "con quel pò di ironia",
    quanto basta a non innervosire l'interlocutore, anche se a me non innervosisce ed anzi mi arricchisce in
    esperienza tecnica ed umana.

    Per quanto riguarda invece la Fede, ho imparato a mie spese (purtroppo, ma la cosa sarebbe impossibile
    a meno che non ci si vada a sbattere il naso) che l'unica Verità è solo nel Padre Eterno e in cui personalmente
    credo.

    Per l'azoto, oggi la penso così, domani non so, potrei anche cambiare idea e farmene un'altra chi lo sa.
    E per concludere infine, riguardo al tempo galantuomo, magari incontrassi la Verità sulla via per Damasco,
    ma ho paura che questo privilegio non mi sarà mai concesso, non mi merito tanto.









  19. #129
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Chapeau allo stile, assolutamente gradevole e lontano anni luce dalla rozzeria arrogante di altri ....ma il giudizio sulla materia purtroppo non può cambiare, sorry..
    Viva la tecnologia che semplifica la vita.
    Non discutere mai con un idiota, la gente potrebbe non notare la differenza.

  20. #130
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Tiberio Simonetti Visualizza il messaggio
    ... Per quanto riguarda invece la Fede ...

    A gran parte di questo onorevole uditorio della Fede degli astanti non gliene ne importa un fico, anche perché di Fedi ce n'è più di una, e non c'è modo di determinare sperimentalmente quale sia quella giusta; in ogni caso, allo stato, dimostrazioni di miracoli non se ne sono viste, e tutto ciò che dimostrabilmente funziona lo fa senza violazione di Leggi Fisiche, mentre niente funziona che implichi violazione di Leggi Fisiche. A parte quello che succede nella Meccanica Quantistica, naturalmente, ma quel reame -allo stato- è fuori dal nostro campo di indagine.

    Saluti agnostici.

    M











    In God we trust
    ...
    all others have to provide data.

    Adotta un Contadino! https://www.youtube.com/watch?v=UEpFpYgFZ6Y

  21. #131
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da serman Visualizza il messaggio
    ... La storia insegna che di fronte alla fede (peggio se cieca) la scienza non basta (Galileo docet ) ...
    Come dire che, contro la forza, la ragion non vale ...
    Galileo, già vecchio, fu condotto nei sotterranei dell' Inquisizione, e gli furono mostrati i ferri che gli avrebbero morso la carne se non avesse pubblicamente ritrattato; come si possa ancora (2020!) proporre una qualsiasi fede -e quella fede, poi!- supera la capacità mia di comprensione, oltraggia la mia -sia pur debole- intelligenza, mi spaventa.
    E' solo grazie al mutato Rapporto di Forze che chi si affida a sensate esperienze, invece che alle Scritture, non viene condotto in catene al supplizio; sospendiamo per un istante la vigilanza, e li roghi avvamperanno di nuovo.

    M
    In God we trust
    ...
    all others have to provide data.

    Adotta un Contadino! https://www.youtube.com/watch?v=UEpFpYgFZ6Y

  22. #132
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Questa è una centrale in cui viene prodotta energia dal calore dell'acqua
    del mare. Il fluido vettore dovrebbe esser ammoniaca che liquefa ed evapora
    con una differenza di circa 10 °C. Nel disegno è stata indicata una temperatura
    fredda di 5 °C ma penso comunque non si possa scendere sotto ai 6 °C (più
    credibile 8 °C e non a quella profondità).

    Questo è un tipico esempio di come l'energia termica a temperatura ambiente
    possa essere trasformata in energia elettrica.

    OTEC-test-facility-Kona2_0.jpg
    Se l'energia pulita e illimitata di -Ventimila leghe sotto ai mari- diventa realtà - QualEnergia.itqualenergia.it

    E' solo energia in transito : Dal Sole all'ambiente, da questo al sistema e dal
    sistema all'ambiente. La quantità di energia è sempre la stessa, e non viene
    prodotta energia in più. Se dopo aver prodotto un MW elettrico vado di nuovo
    a prelevare energia dal mare e produco un'altro MW elettrico (e quindi in totale
    2 MW dal primo che già ho sottomano), non vado certo contro il I° Principio
    perchè magari in totale ne ho già prelevati 10 dal mare.

    Il concetto secondo me è questo : Energia elettromagnetica dal Sole al mare, e se
    non la uso, questa durante la notte se ne andrà verso gli strati più alti della nostra
    atmosfera. Se invece, non voglio aspettare la notte, e la prelevo durante il giorno,
    dissipandola nel giro di pochi secondi (trasformandola naturalmente in elettricità),
    non faccio altro che sostituirmi al periodo di tempo giorno-notte, impegnando il Sole
    a ripristinare il calore dell'acqua nello stesso momento in cui la prelevo, perchè nel
    frattempo è diminuita di temperatura.

    Ho solo un rendimento del 5-10 % e questo è vero, ma non me ne può importare
    di meno, tanto ho tutto il mare a disposizione.

    Più chiaro di così si muore.
    Ultima modifica di Tiberio Simonetti; 17-09-2020 a 07:25

Pagina 6 di 7 primaprima 1234567 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Risposte: 17
    Ultimo messaggio: 27-08-2020, 12:17
  2. Fornitore energia elettrica totalmente prodotta da fonti rinnovabili
    Da diezedi nel forum RISPARMIO ENERGETICO ed EFFICIENZA ENERGETICA
    Risposte: 14
    Ultimo messaggio: 13-05-2019, 12:39
  3. Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 19-09-2012, 23:10
  4. Energia prodotta da un mulino ad acqua
    Da phenix87 nel forum IDROELETTRICO
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 09-06-2012, 16:01
  5. Contatore energia prodotta - Officina elettrica
    Da polino nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 25-08-2010, 11:07

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •