Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 2 di 22 primaprima 12345678910111213141516 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 21 a 40 su 423

Discussione: Steorn è vivo !! e sembra faccia sul serio !!

  1. #21
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito



    Ehm.... guarda che si usano i toroidi proprio perche' il campo magnetico creato dalla bobina avvolta sul toroide,rimane praticamente all'interno senza avere linee disperse (tranne in saturazione)
    Penso che sarai d'accordo.

    Ho guardato il video, be purtroppo non riesco a capire bene l'inglese parlato e quindi ...chissa se qualcuno prima o poi traduce in italiano.
    Comunque possono esserci due possibili spiegazioni e cioe' una con il potenziale vettore con interposto uno schermo, e una molto piu' semplice, della saturazione del toroide.
    Di solito le soluzioni piu' semplici sono anche quelle piu' reali.
    Ultima modifica di sandro-meg; 21-12-2009 a 16:45 Motivo: Aggiunta

  2. #22
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    si però...
    Steorn - Wikipedia, the free encyclopedia

    ed inoltre, se anche fosse vero che la configurazione attingesse da Marinov, che però dovresti gentilmente dirmi "in che senso e come" perchè non mi sembra la stessa cosa.... non sono un fisico.... ma il motore di marinov è sufficientemente semplice strutturalmente indipendentemente dai principi che lo muovono e non comprendo l'attinenza con orbo... a quanto ho potuto leggere, è stato lo stesso Marinov ad autobocciarsi successivamente ed ammettere che il suo motore non violava il principio di conservazione dell'energia... quindi mi sembra ovvio che il perseverare della steorn sia solo ed esclusivamente a scopo "lucrativo"

    in ultimo ribadisco...... come si può continuare ad affermare negli spot pubblicitari "energia pulita e infinita" (parla addirittura di ricaricare l'auto quindi si possono immaginare i potenziali in gioco) con quel "giochino a pila" della dimostrazione costruito peraltro in tempi biblici ???????

    davvero... andate avanti voi perchè a me scappa da ridere...... :-)

  3. #23
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    ma il motore di marinov è sufficientemente semplice strutturalmente indipendentemente dai principi che lo muovono e non comprendo l'attinenza con orbo
    Semplice come appare anche quello di orbo eppure ci hanno messo 3 anni per farlo....veramente ridicoli se fosse cosi'.
    Ma se hanno in mano qualcosa di anomalo, e' logico che fanno delle dimostrazioni pubbliche senza far vedere il trucco.
    Ora tutti stanno parlando di attrazione tra il magnete e toroide (statore) e poi,tramite la saturazione del toroide stesso, il nuovo allontanamento del magnete (rotore).
    Troppo semplice e comunque idea gia' usata da altri per poter brevettare :il tutto si riconduce alla truffa e niente piu'.
    Ma dai miei ricordi del 2006 parlavano di un materiale che fa da schermo, ma qui l'avete visto o nominare ? Io no, forse mi sbaglio.

    ed inoltre, se anche fosse vero che la configurazione attingesse da Marinov, che però dovresti gentilmente dirmi "in che senso e come" perchè non mi sembra la stessa cosa
    Cosa hai capito e cosa no del Siberian Coliu ? L'hai replicato per capire come funziona? Ti rendi conto che il funzionamento e' anomalo anche se mantiene il principio di conservazione di energia ?
    In qualunque caso sarebbe opportuno parlare in quel thread e non qui.
    Comunque non e' difficile vedere il potenziale vettore creato dal toroide e quello del magnete permanente. Il principio e' simile anche se la configurazione e' diversa ma si puo' parlare sempre di interazione tra un campo magnetico confinato in un nucleo e uno libero. Il punto e' se esiste un materiale 'esotico' che permette di ottenere quello che Marinov non era riuscito ad ottenere e che quelli di Steorn affermano di si.

    Ricapitalondo e' molto probabile che si tratti di una truffa anche se il trabicolo che hanno costruito lavora con energie deboli e mi ricordano le anomalie che anch'io riscontravo ma che non sono mai stato capace di moltiplicarle per capire se erano realmente anomalie o meno.

  4. #24
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da sandro-meg Visualizza il messaggio
    Cosa hai capito e cosa no del Siberian Coliu ? L'hai replicato per capire come funziona? Ti rendi conto che il funzionamento e' anomalo anche se mantiene il principio di conservazione di energia ?
    Non capisco la logica del discorso.

    "Ti rendi conto che il funzionamento e' anomalo anche se mantiene il principio di conservazione di energia?".

    Se rispetta la fisica allora cosa c'è di anomalo?
    Solitamente quando si commenta l'effetto A-B si dice
    1. Trovo un fenomeno "strano" dove B è nullo, ma A non lo è
    2. Eppure A è un coso che non ha una valenza fisica
    3. Quindi il tutto è un paradosso: come è possibile che un oggetto venga influenzato da un coso che non ha una valenza fisica?

    Il punto debole sta nel 2. CHi l'ha detto che A non ha un significato fisico? Mai sottovalutare la matematica.
    Ce l'ha quanto ce l'ha il potenziale.

    L'altro difetto di logica l'abbiamo nella vicenda Steorn
    Un'azienda che DICE di aver prodotto un oggetto rivoluzionario, capace di cambiare la faccia del pianeta, lo mette in una teca e lo rende bersagliabile di un'infinità di critiche, ovvie (la batteria, il finto moto perpetuo, eccetera).
    Però non si sa perchè... questa cosa delle critiche diventa sempre la seconda opzione. Mi spiegate perchè la scelta più probabile (ossia la truffa) viene sempre dopo la scelta più improbabile (ossia una giustificazione di carattere scientifico, molto vaga e altrettanto insostenibile)?

  5. #25
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Il punto debole sta nel 2. CHi l'ha detto che A non ha un significato fisico? Mai sottovalutare la matematica.
    Ce l'ha quanto ce l'ha il potenziale.
    Esatto, l'anomalia sta' nel fatto che solo pochi decenni fa (1982) la reale esistenza del potenziale A non veniva accettata.
    Inoltre oltre al Siberiun Coliu non conosco altri dispositivi che sfruttano il potenziale vettore A. Tutti i motori lavorano con il normale campo magnetico B.
    Quindi lo sviluppo di apparati che possano usare A sono ancora poco studiati .
    Questa e' l'anomalia di cui parlo,senza contare il fatto che in determinate condizioni l'effetto AB e' libero da vincoli adiabatici (fase di Berry--> Aharonov-Anandan e Casher). Ma questo lasciamo perdere.....troppo complicato per me.
    Il margine pero' ci potrebbe stare, un doppio percorso circolare puo presentare delle caratteristiche molto interessanti,altro esempio e' l'effetto Sagnac (Girobussole a fibre ottiche).
    Io trovo questi comportamenti anomali, ma forse e' solo una mia limitazione: la realta' e' molto piu' complicata rispetto alle regole gia' conosciute.
    Tornando a Steorn la logica e' che abbiano in mano...una bufala.
    Aspettiamo, sara' l'ennesima attesa mancata ma io ci spero sempre che prima o poi salti fuori qualcosa...

    Conclusion: The Aharonov-Casher and Aharonov-Anandan Effect Kendal Clark)The results of all of the previous effects is the somewhat shocking conclusion that in quantum mechanics particles, whether charged or neutral, are influenced by electromagnetic potentials even if the particles are not in a region of the electromagnetic fields. These potentials have definite physical influence on the particles even though they are in a field free region. This directly contradicts classical mechanics because in classical systems the equation of motion does not contain any quantities that could lead to potentials having physical significance, they only act as purely mathematical quantities. In quantum mechanics we use Schrodinger wave equations to describe the motion of particles and this is where the potentials emerge. Although there has been, and most certainly will be in the future, controversy over the exact interpretation of these potentials, I cite for example a paper by Boyer [7] where he attributes the phase shift of the Aharonov-Casher effect to a classical lag. The theoretical and experimental proof of the physical effect of these experiments cannot be denied and is directly the result of a quantum mechanical system.
    Ultima modifica di sandro-meg; 22-12-2009 a 00:13

  6. #26
    archimede1972
    Ospite

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da sandro-meg Visualizza il messaggio
    Ehm.... guarda che si usano i toroidi proprio perche' il campo magnetico creato dalla bobina avvolta sul toroide,rimane praticamente all'interno senza avere linee disperse (tranne in saturazione)
    Penso che sarai d'accordo.

    .
    Allora io parlo per mia esperienza personale, non sono un teorico ma metto in pratica questo circuiti.
    Ha usato il TIP o chiamato triodi per:
    detto semplicemente cosi tutti capiscono, è un semplice interruttore elettronico, cosi facendo evita la seconda pila , detto ciò nei fatti il triodo in questo caso da una frequenza di oscillazione in più di da una certo guadagno di amplificazione ,le cariche che vengono generate dalle bobine tramite il passaggio dei magneti, che generano una piccola quantità di energia al passaggio rotativo dei magneti . LE cariche vengono distribuiti una volta alla pila è una volta al rotore, tramite le bobine il residuo delle cariche viene swicciato per la carica della pila .Inoltre aggiungo, per ottenere migliore risultati poteva usare il MOSFET . Comunque per finire il risultato non cambia ! il fattore sarà sempre 2 a 1 . Certo è migliorabile come orbo ha fatto, eliminando gli attriti ecc, si può al massimo arrivare ad un fattore 2 a 2, fino a quando la pila perderà la sua carica, è equilibrio si spezzerà.

    La morale della favola leggetevi i progetti MEG, io personalmente quel circuito, che orbo ci ha messo 2 anni, io lo fatto in un giorno,seguendo il sito: Progetto M.E.G. - Home -
    http://www.progettomeg.it/freeintro.htm
    http://www.progettomeg.it/reportpod.htm
    Ultima modifica di archimede1972; 22-12-2009 a 12:26

  7. #27
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Mi fa piacere che hai seguito i circuiti di ProgettoMeg....
    Bene saprai quindi che Bedini/Adams (versione dinamica) usavano delle bobine mentre il POD (versione statica) usa proprio un toroide per minimizzare le perdite(campo B confinato).Purtroppo in nessuna delle due versione conosciute ci sono overunity riscontrate dai sperimentatori(me compreso).
    Poiche' l'orbo non e' statico, dovrebbe lavorare con delle bobine (maggiore efficacia,produce un campo magnetico esterno)ma.....usano il toroide, anzi 4 toroidi in serie e addirittura 8 (o piu ?) nella versione on-line.
    Per riallacciarmi alla richiesta di DDmaster, e se l'avvolgimento di ogni singolo toroide fosse bifilare non induttivo o comunque con un tipo di avvolgimento non induttivo....il comportamento sull'oscilloscopio tornerebbe . Dalle schermate non si vede il classico comportamento di una bobina nel momento di switch-on mentre in quello di switch-off si notano le classiche oscillazioni di apertura circuito.Ops ma allora perche' dovrebbe girare ?
    Potenziale vettore ....

  8. #28
    archimede1972
    Ospite

    Predefinito

    Be' ti dico cosa ho fatto io:

    ho fuso le due tipologie di circuito cioè Bedini con bobine del POD, il risultato è simile a quello di orbo, certo in maniera molto amatoriale .
    Il risultato e sempre quello, anche con tutta la fantasia non esiste un progetto che può essere affidabile nel tempo.
    Sono anche un studioso dei motori con magneti permanenti, ma anche quelli si fermano, esitino centinaia di progetti, ma messi a dura prova risultato inconcludenti.
    Non saprei rispondere per le letture dello oscilloscopio, io personalmente sono come San Tommaso, devo toccare per credere.
    Comunque se mi metterei con impegno, saprei come fare per sfalsare le misure strumentali.

    Sai quale la mia forza? molta fantasia nel fondere più tecnologie insieme, è poi sono un grande rompi********, siccome in Italia siamo pieni di Menti perché non interpellali? . Io personalmente contatto per chiedere, il loro parere in merito, il risultato che a volte la nostra ignoranza in materia ci porta su conclusioni sbagliate. E vero esistono ancora leggi fisiche da scoprire. Certamente le scoperte scientifiche si fanno in laboratori attrezzati, è con persone con menti fuori dal comune . Se orbo vuole una valenza scientifica c'è' lo spiga con una bella formula matematica, è ci spiega come funziona. La storia ci spiega che le gradi scoperte fatte ad oggi, si celavano in cervelli matematici, è anche vero che tempi passati un certo Edison anche nella sua quasi ignoranza e riuscito ha fare tante cose, ma il Ventesimo secolo è le più famose invenzione dei nostri tempi sono state fatte da Nicola Tesla, un grande matematico.

  9. #29
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Non saprei rispondere per le letture dello oscilloscopio, io personalmente sono come San Tommaso, devo toccare per credere
    Be se tu hai gia' fatto un test con dei toroidi al posto delle bobine, dovresti avere gia' le traccie dell'oscilloscopio. Controlla e vedrai che non sono uguali a quelle dell' orbo.
    Inoltre prima di saturare il toroide e far fuori le linee del magnete permanente , ci vuole un bel po di corrente.(meglio usare uno schema ad impulsi con bobina)
    Poi posso essere d'accordo con te che l'orbo non sia overunity, ma non penso che le schermate dell'oscilloscopio siano false,si parlerebbe di truffa con anche conseguenze penali.Se invece il tutto si risolvera con un'errore di valutazione sull'overunity ma senza dati falsificati, possono sempre dire che si sono sbagliati . Logico che rimane una bufala ma una cosa e' modificare volutamente dei dati come tu presupponi con il video,una cosa e' sbagliare le misure.
    E vero esistono ancora leggi fisiche da scoprire. Certamente le scoperte scientifiche si fanno in laboratori attrezzati, è con persone con menti fuori dal comune . Se orbo vuole una valenza scientifica c'è' lo spiga con una bella formula matematica, è ci spiega come funziona
    Quoto,ma ricordati che il mondo gira intorno ai interessi.

  10. #30
    archimede1972
    Ospite

    Predefinito

    ok Sandro, mettiamola cosi in natura non ho mai visto un onda quadra? sappiamo bene che una rotazione con magneti si ottiene una forma sinusoidale. Adesso se non esiste un circuito oscillante, questa benedetta onda ci la produce?.

    Dalle mie misure fatte dal progetto M.E.G, mi trovo alla lettera, il mio circuito leggermente diverso dal loro, ma le misure strumentali coincidono hai loro test.
    Il resto e solo fantasia, poi se truffa, come tutti i bravi truffatori dopo aver prosciugati i fondi di qualche povero cristo, che ci crede, scompari nel nulla.

  11. #31
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Adesso se non esiste un circuito oscillante, questa benedetta onda ci la produce?
    Semplice,si ha un circuito solamente resistivo poiche' in ogni toroide hai degli avvolgimenti bifilari non-induttivi, il reed-switch apre e chiude il circuito e quindi lavori con impulsi quadri.
    Quindi nessuna induzione alla chiusura del circuito mentre rimane una tensione indotta all'apertura dovuta alla induttanza del filo e dalla non perfetta costruzione delle bobine non-induttive avvolte sui toroidi.
    Poi bisogna vedere se anche il potenziale vettore contribuisce pure alla oscillazione che si vede .

    Ora viene la spiegazione piu' terrena che coincide con il video mostrato de steorn e con alcune prove eseguite da me questa sera.
    Le bobine sono avvolte sempre in modo non induttivo e quindi si comportano come una semplice resistenza (tranne imperfezioni).
    Il magnete viene attirato dal toroide ma quando arriva perpendicolare ad esso, lo switch-reed interviene alimentando i toroidi.
    I campi magnetici all'interno del toroide si creano e si annullano ma,modificano la permeabilita' del toroide non facendo piu' attirare il magnete che ha quindi possibilita' di continuare la rotazione.
    Ad una certa distanza lo switch-red apre il circuito e questo puo' dar luogo ad una controreazione sempre dovuta al filo e alla non perfetta costruzione delle bobine sul toroide.
    Quindi,anche in questo caso, modificare la polarita' della alimentazione non fa cambiare il verso di rotazione.
    Essa viene modificata solo dallo spostamento della ruota che fa intervenire lo switch-reed.
    La prova che ho eseguito stasera era quella di vedere che se alimentando un toroide con una bobina non induttiva si riusciva a modificare la permeabilita'.
    Prova riuscita, il magnete cade comunque (non piu' attratto) anche se si utilizza un avvolgimento non induttivo.
    Ultima modifica di sandro-meg; 23-12-2009 a 15:51

  12. #32
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    La prova che ho eseguito stasera era quella di vedere che se alimentando un toroide con una bobina non induttiva si riusciva a modificare la permeabilita'.
    Prova riuscita, il magnete cade comunque (non piu' attratto) anche se si utilizza un avvolgimento non induttivo.
    Notizia interessante!
    Anche io avevo fatto questo esperimento ma ho pensato che fosse qualche
    problema della bobina avvolta a mano, vuol dire che il fenomeno esiste.
    leo48
    -Ogni problema ha sempre almeno due soluzioni basta trovarle
    -La forza dei forti è saper traversar le traversìe con occhio sereno

  13. #33
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    A me personalmente non interessa come fanno...
    voglio solo la dimostrazione che quel coso produce più energia di quella che assorbe!

    Sul loro sito affermano che per la loro amcchina non è valido il principio di conservazione dell'energia.

  14. #34
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    e già basterebbe a farsi 5 belle grasse risate... *sigh* è proprio vero che ogni minuto nasce un pollo...

  15. #35
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    e già basterebbe a farsi 5 belle grasse risate...
    A me personalmente non interessa come fanno...
    voglio solo la dimostrazione che quel coso produce più energia di quella che assorbe!
    Ma se non vi interessa come fanno.......vi ricordo che siamo in un thread tecnico-sperimentale (anche vista la sezione),se volete chiacchierare senza dati e senza sperimentare ,i vostri post non sono desiderati: ci sono altri posti per fare chiacchiere e polemiche da bar Questo lo dico come utente, poi dovro' cominciare a tagliare i post come moderatore.

    ho pensato che fosse qualche
    problema della bobina avvolta a mano, vuol dire che il fenomeno esiste.
    Tutto dipende da come avvolgi il filo sul toroide,se usi un avvolgimento bifilare non induttivo, dubito fortemente che il fenomeno accada.(se vuoi provare...)
    Se tu fai due bobine in spazzi diversi facendo in modo che i campi prodotti si annulino ,allora il toroide cambia la permeabilita' e hai le fdo identiche al steorn.
    Tutte cose che puoi approfondire qui :JLN Labs - The TEP Project - Bifilar VS Bucking coils
    Il punto che non mi torna nel funzionamento 'terreno' e' che mi ha spinto e spinge nella spiegazione del potenziale vettore, e' che esiste un ritardo di tempo tra la tensione e corrente alla chiusura del switch-reed. Questo e' la cosa interessante dell'orbo,il resto e' spiegabile tradizionalmente.
    Per quanto riguarda l'overunity...be ho gia' detto che penso sia difficile,ma lasciamo il tempo a dirlo in fondo non dobbiamo aspettare anni.
    Ultima modifica di sandro-meg; 23-12-2009 a 14:47

  16. #36
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito


    Note di Moderazione:
    L'avevo avvertito, non voglio leggere nessun messaggio polemico e provocatore : primo richiamo per violazione regola 3C
    c) Non sono ammessi messaggi con obiettivi provocatori e polemici..

    Ultima modifica di sandro-meg; 23-12-2009 a 15:08 Motivo: Violazione regola 3C

  17. #37

  18. #38
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Ora chi mi risponde spiegandomi come e' possibile avere un ritardo tra la tensione e la corrente di alimentazioni sui toroidi come si vede chiaramente da queste schermate prese dal video di Orbo ?
    Nella prima schermata si vedono due impulsi di pilotaggio sui toroidi.La traccia verde e' la tensione mentre la gialla e' la corrente.
    alimentazione.jpg
    In questa schermata si nota invece chiaramente come e' presente il back-emf mentre in chiusura circuito si vede quasi una perfetta onda quadra.(ma gia' spiegato tradizionalmente )
    Quello che e' strano e' il ritardo presente tra tensione/corrente in chiusura circuito mentre non esiste nessun ritardo in apertura.
    backemf.jpg
    In questa schermata si vede chiaramente il ritardo esistente in chiusura...
    ritardo.jpg

    Chi riesce a darmi una risposta convincente con la teoria classica e senza dirmi che hanno manipolato le fdo ?

    Naudin sembra che mi abbia risposto....Magnetic motors researches by JL Naudin
    In Italiano potete trovare questi concetti su ProgettoMeg,(http://www.progettomeg.it/energiavuoto.htm) ...
    Io quindi la risposta alla mia domanda l'ho trovata come soluzione alternativa (Naudin l'ha vista uguale a me)....aspetto ancora la spiegazione classica,se esiste, per quel sfasamento temporale .Sfogatevi !!!
    Buon natale a tutti !!!
    Ultima modifica di sandro-meg; 26-12-2009 a 09:11 Motivo: unione post

  19. #39
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Io non so perche' ma questo congegno mi comincia ad ispirare.....
    Oggi ho replicato l'orbo e gira sia con i toroidi avvolti tradizionalmente, sia con quelli in configurazione bucking.
    Per avere dei dati comparabili a quelli della dimostrazione di Orbo (non quello alimentata dalla batteria), bisogna alimentare il toroide nella configurazione classica mentre in quella bucking ho avuto delle fdo che sto investigando (bruciato il buz 11). Confermo che in configurazione bifilare non induttiva, il motorello non gira.
    Neanche sperare di ottenere il bellissimo sfasamento tra corrente e tensione visto dalle schermate.....quello sarebbe il punto fondamentale ,forse e' dato proprio dal materiale utilizzato per fare i toroidi.
    E' inutile che mi dilunghi, Naudin scrive molto meglio e presenta tutto moolto bene: leggetevi tutto dal suo sito La reproduction du moteur de Steorn par JL Naudin le sue fdo sono 'simili' a quelle mie.
    Quello che aggiungerei ancora e' che la dimostrazione fatta da quelli della Steorn non corrisponde molto alla versione che gira con la batteria da 1,5V.
    Per saturare i toroidi serve un po di corrente e una tensione sicuramente oltre il volt e mezzo della batteria (io usavo tensioni di 8 V).
    Inoltre ,analizzando il video, si nota che usano una sonda differenziale della Hameg Hz109 e che in oscillazione va in saturazione (sia i picchi positivi che quelli negativi e sia la stessa tensione in switch-on). La sonda puo' lavorare o a 3,5V o a 35 V.....quale sara' stata la tensione di alimentazione ? Sicuramente sopra i 3,5 V ...ma quanto ?
    La loro e' stata solo una dimostrazione, ma la configurazione orbo con batteria deve essere leggermente diversa (in fondo tutto dipende dalle caratteristiche del toroide)
    Ancora nessuno che riesce rispondere alla mia domanda ?
    Comunque aspettero altri dati prima di rifare altri test, in fondo il principio di funzionamento e' simile a quello del mio primo amore.....il tutto e' troppo complicato, rifarei il solito motorello under-unity e niente piu'.
    Una cosa che non mi batte con Naudin e' la questione del movimento manuale del motore, io noto una reazione sui toroidi a differenza di lui.
    Logico sono poca cosa, ma ci sono. La cosa particolare e' che variano a seconda della posizione assunta dal toroide....si puo avere un solo impulso positivo, o solo positivo o la somma dei due precedenti....particolare.
    E' da dire che il mio toroide non e' posizionato come quello di Naudin ma come quello della dimostrazione.
    Ultima modifica di sandro-meg; 26-12-2009 a 19:41

  20. #40
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ancora nessuno che riesce rispondere alla mia domanda ?
    Per me il ritardo della corrente è molto strano anche se il materiale del nucleo
    avesse una permeabilità molto alta comunque ci sarebbe un piccolo assorbimento ma non zero.
    Per quanto riguarda la tensione indotta ho notato che facendo transitare il
    magnete sulla superfice esterna si ha un piccolo segnale ed invece non si ha
    se lo si fa transitare sul lato piatto, adesso sto cercando un nucleo ad alta
    permeabilità e fare qualche prova.
    ciao
    leo48
    -Ogni problema ha sempre almeno due soluzioni basta trovarle
    -La forza dei forti è saper traversar le traversìe con occhio sereno

  21. RAD
Pagina 2 di 22 primaprima 12345678910111213141516 ... ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Fiera con esposizione dal vivo
    Da venebol nel forum Fiere, Conferenze e Raduni
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 05-09-2008, 17:30
  2. Trasmutazioni nucleari da vivo ad Avezzano
    Da eroyka nel forum Fiere, Conferenze e Raduni
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 07-03-2008, 18:43
  3. steorn
    Da nel forum Apparati MECCANICI
    Risposte: 53
    Ultimo messaggio: 24-04-2007, 15:01
  4. Steorn, che ne pensate?
    Da guidulli nel forum Apparati MECCANICI
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 25-11-2006, 12:44
  5. STEORN VS. MEG
    Da ddmaster nel forum Speciale M.E.G.
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 21-08-2006, 23:49

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •