Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 2 di 2 primaprima 12
Visualizzazione dei risultati da 21 a 33 su 33

Discussione: [BEDINI] funzionamento

  1. #21
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito



    Tanto per mettere i puntini sulle i, e senza fare polemiche inutili... Chi ha detto che la gravità non viene utilizzata per produrre energia? L'energia potenziale gravitazionale è l'energia associata alla posizione di un corpo, sul quale agiscono delle forze (per esempio forza di gravità) ovvero è energia immagazzinata, disponibile per compiere lavoro.Le centrali idroelettriche non la utilizzano già da decenni? Ripeto: non si tratta di tirar fuori energia o lavoro dal nulla. Ma di convertire, trasformare... Come si utilizza l'energia contenuta in un combustibile per ottenere lavoro, perché non possiamo tentare di utilizzare il magnetismo?

  2. #22
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Perchè noi non sfruttiamo la gravità, ma il fatto che Qualcuno faccia piovere in alta montagna creando quella massa che poi, se vogliamo, possiamo sfruttare come "energia gravitazionale", completando poi il ciclo con l'evaporazione che riporta in altro il vapore, che crea le nuvole, che crea poi la pioggia...
    Se invece proviamo a farlo facendo cadere un masso, otteniamo, è vero, dell'energia... ma una volta sola, perchè poi il masso da solo in alto non ci ritorna.
    E nel caso del combustibile, usiamo una reazione chimica irreversibile... a meno di usare una energia uguale (anzi, superiore) per tornare a ricrearlo.
    Prova a pensare come puoi utilizzare i magneti, e vedrai da solo che è la stessa cosa.
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)
    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)
    Perché il male trionfi è sufficiente che i buoni rinuncino all'azione (attr. Edmund Burke)

  3. #23
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Con gravità e magneti permanenti si può costruire un generatore primo.

    La gravità esegue la sua costante di accelerazione
    (costante per via che si deve dimostrare mediante un modellino)

    Il magnetismo permanente
    non si può convertire mediante il suo campo di elettroni
    il quale rimane permanente e anche fisso nonché simmetrico
    (viene detto che il campo è chiuso eccetera ed è vero).

    Tuttavia il magnetismo permanente rappresenta un materiale di ingegneria:

    LE MOLLE

    Nel magnetismo permanente l'effetto molla sempre carica esiste vero, reale
    e se è così solamente l'ignoranza dimostra che non si prendono i componenti per studiarli.

    I magneti possono formare, eseguire e programmare la meccanica di macchine
    in modo che rendano un effetto chiaro come lo è lo spingere qualcosa in fisica classica.

    Spingendo il sistema di studio per persone più intelligenti della norma
    gli esperimenti dimostrano che tale effetto spinta continua lo si può dimensionare.

    Il dimensionamento sarebbe il progetto e la sua elaborazione pubblica.

    Mentre per il Bedini
    il suo sistema che lo hanno lasciato nel suo capannone come suo lavoro eccetera...
    rappresentano sistemi blandi per caricare le batterie però:
    mediante l'amperaggio di batterie

    Allora siamo daccapo con ideare paccottiglie!
    cioè niente di nulla per la questione della macchina epocale

    Infine, qualora si cerchi qui di raccontare come va cercato e sviluppato tale progetto
    ricevendo solamente critiche assurde come certa moderazione...

    questo insieme di persone non risolve un bel niente da una decina di anni !!!
    Ultima modifica di mostromagnetico; 01-02-2016 a 18:17

  4. #24
    Al Mizar
    Ospite

    Predefinito

    "L'energia potenziale gravitazionale è l'energia associata alla posizione di un corpo, sul quale agiscono delle forze (per esempio forza di gravità)"
    Perfetto. e con ciò quando quel corpo sotto l'azione della gravità è sceso (cioè ha perso energia potenziale) in su non ci ritorna, nonostante i paragoni che puoi fare.
    La stessa cosa succede ad un oggetto che acceleri sotto l'influsso di un campo magnetico: perde energia potenziale, e quella che acquista sotto altra forma non gli basterà mai per tornare al punto di partenza;
    Puoi dire che quanto sopra non è vero e farci divertire per mesi e per anni, sui motori magnetici su quelli a gravità e su altri che ti possono venire in mente. Il Perendev lo conosci, ti piace?

    Bene,
    visto che siete attenti e reattivi, oggi mediteremo sulla Tromba.
    Lasciatemi cominciare con un italiano che purtroppo mostromagnetico non capirà, perché non lascia nel vago nemmeno una virgola, non per nulla l'ha scritto da ragazzo il mio garzone, testa dura come nessun'altra, io glielo dicevo, ma cosa passi il tempo a guardare i pendoli, gli dicevo, il pendolo oscilla si sa da sempre, non vedo cosa speri di cavarne, insomma alla fine ha cambiato fissa e si è costruito un telescopio.

    Ma procediamo con la somministrazione:

    SAGR. Ed io mercé di questi discorsi ritrovo la causa di un ef­fetto che lungo tempo m’ha tenuto la mente ingombrata di mara­viglia e vota d’intelligenza. Osservai già una citerna, nella quale, per trarne l’acqua, fu fatta fare una tromba, da chi forse credeva,ma vanamente, di poterne cavar con minor fatica l’istessa o mag­gior quantità che con le secchie ordinarie; ed ha questa tromba il suo stantuffo e animella su alta, sì che l’acqua si fa salire per at­trazzione, e non per impulso, come fanno le trombe che hanno l’ordigno da basso. Questa, sin che nella citerna vi è acqua sino ad una determinata altezza, la tira abbondantemente; ma quando l’acqua abbassa oltre a un determinato segno, la tromba non lavo­ra più. Io credetti, la prima volta che osservai tale accidente, che l’ordigno fusse guasto; e trovato il maestro acciò lo raccomodasse, mi disse che non vi era altrimente difetto alcuno, fuor che nell’ac­qua, la quale, essendosi abbassata troppo, non pativa d’esser al­zata a tanta altezza; e mi soggiunse, né con trombe, né con altra machina che sollevi l’acqua per attrazzione, esser possibile farla montare un capello più di diciotto braccia: e siano le trombe lar­ghe o strette, questa è la misura dell’altezza limitatissima. Ed io sin hora sono stato così poco accorto, che, intendendo che una corda, una mazza di legno e una verga di ferro, si può tanto e tan­to allungare che finalmente il suo proprio peso la strappi, tenen­dola attaccata in alto, non mi è sovvenuto che l’istesso, molto più agevolmente, accaderà di una corda o verga di ‘acqua. E che altro è quello che si attrae nella tromba, che un cilindro di acqua, il quale, havendo la sua attaccatura di sopra, allungato più e più, fi­nalmente arriva a quel termine oltre al quale, tirato dal suo già fatto soverchio peso, non altrimente che se fusse una corda, si strappa?

    E ora, attenzione: il mistero si scioglie:
    SALV. Così puntualmente cammina il negozio; e perché la me­desima altezza delle diciotto braccia è il prefisso termine dell’al­tezza alla quale qualsivoglia quantità d’acqua, siano cioè le trombe larghissime o strette o strettissime quanto un fil di paglia, può sostentarsi, tutta volta che noi peseremo l’acqua contenuta in di­ciotto braccia di cannone, sia largo o stretto, haremo il valore del­la resistenza del vacuo ne i cilindri di qualsivoglia materia solida, grossi quanto sono i concavi de i cannoni proposti. E già che haviamo detto tanto, mostriamo come di tutti i metalli, pietre, le­gni, vetri etc., si può facilmente ritrovare sino a quanta lunghezza si potrebbono allungare cilindri, fili o verghe di qualsivoglia gros­sezza, oltre alla quale, gravati dal proprio peso, più non potrebber reggersi, ma si strapperebbero. […]

    Ma ce n'è ancora, per decine e centinaia di pagine, godimento puro, il piano inclinato la cicloide, ottica balistica astronomia, SAGR. Resta hora che ci dichiate in qual cosa consista il resto della resistenza, cioè qual sia il glutine o visco che ritien attaccate le parti del solido, oltre a quello che deriva dal vacuo: perché io non saprei imaginarmi qual colla sia quella che non possa esser ar­sa e consumata dentro una ardentissima fornace in due, tre e quattro mesi, né in dieci o in cento; dove stando tanto tempo argento oro e vetro liquefatti, cavati, poi tornano le parti loro, nel freddarsi, a riunirsi e rattaccarsi come prima. Oltre che, la mede­sima difficoltà che ho nell’attaccamento delle parti del vetro, l’ha­rò io nelle parti della colla, cioè che cosa sia quella che le tiene così saldamente congiunte.

    Da qualche parte dice anche delle calamite.

  5. #25
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Noooo... ci mancava solo l'effetto Tromboliere ...
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)
    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)
    Perché il male trionfi è sufficiente che i buoni rinuncino all'azione (attr. Edmund Burke)

  6. #26
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    hai copiato Galileo, molto bene, è sempre interessante

    La prima parte è sulle pompe idrauliche (problemi loro, cioè ignoranza!)

    infatti a quel livello non si poteva progettare ad esempio il servo sterzo eccetera

    Non c'era modo alcuno di capire e nemmeno comprendere
    che le fatiche sono corrispondenti al mezzo (l'apparato meccanico)

    Come mai invece molto prima Archimede di Siracusa aveva capito tutto ?
    rispondo oggi, ieri avevo fretta e voi non avete letto perché avete ... paura ?

    Nel passato tecnologico se si STUDIA la Storia della Tecnologia
    ci sono stati periodi sapienti seguiti da periodi storici da alta ignoranza
    (leggi che la fede, oltrepassando la tecnologia, PRIVAVA il popolo di apparati meccanici).

    Non c'era modo alcuno di causare, anche provocare la comprensione pubblica
    oppressa dal credere o dall'ignoranza
    per ragione di abbandono del ricordo del passato tecnologico
    e per i problemi della documentazione

    ma... anche allora c'erano vivi e vegeti i sapientoni presuntuosi !
    i quali come il famoso paparino del giovane matematico intraprendente
    Fargas, diceva a Janos, che lui aveva studiato tutta la vita
    ma la geometria di Euclide non si poteva capire

    CAPIRE PORTA AD ESTENDERE IL SAPERE

    La questione che hai cercato di dirmi con ironia
    e come stare a cattedra (questo mi duole e mi fa incazzare)

    A volte non c'è di ingrossare il metodo tecnologico, e nemmeno a ridurlo
    ma trovare la LEGGE che GOVERNA il metodo stesso
    (ripassati la storia del pigreco)


    Dunque questo tuo citare Galileo (vale anche per citare Cartesio... Discorso Sul Metodo)
    è il senso del tuo copiare ed incollare per poi deprimere la verità ?

    Davvero STRANO ! Misericordia: lo scettico è capace di prendere la verità e distorcerla !

    Dimmi un po' cosa tu penserai quando vedrai la sfera rotolare da sé in salita
    con un filmato migliore più dettagliato di quello che ho prodotto ?

    E prendere il CICLO accelerando ad ogni giro di 360° ?

    E lo stesso vale per il Propulsore Ciclico, c'è tanto di progetto

    Infine per questa Trave Girevole da terzo e quarto mondo moderno
    qualora si desideri giocare
    (oppure stare come col collo sotto la trave per provare coi sensi presso il cranio)

    quando la trave cala per:
    gravità(costante) + inerzia(F = M A) + spinta (1 N oppure dieci o cento o quanti ne occorrono)
    ad ogni momento di gravità lo sbilanciamento della trave "crea" la forza motrice, il momento torcente.

    Infine: se io poverino illetterato incasinato e preda di sfide impossibili
    sono stato CAPACE di TROVARE nel BUIO della compagnia sul web
    ed anche terra a terra, miei amici e conoscenti
    tre macchine epocali per il futuro prossimo e venturo


    Domando in questa discussione
    se desiderate consumare corrente per cose insignificanti
    https://www.youtube.com/watch?v=EFB0AuXPmfA

    Dimenticate il motore primo con questi vecchi modelli, Bedini per primo

    John Bedini è stato a costruire macchine a magneti permanenti capendo una mazza pure lui!
    eppure si osserva tecnologia anche incredibile nei suoi lavori di apparati sperimentali

    Per il problema del tema di questa discussione
    Per propedeutica, è da realizzare il sistema per la Free Energy Magnetic Pulsed Motor
    va anche bene per lo studio elettrotecnico, coraggio che tra un po' ritorna la Primavera


    Devo però aggiungere un NOTATE BENE

    I sistemi ad elettromagneti ad attivazione e disattivazione pulsata
    (onda quadra, acceso poi spento) non trovano l'auto-sostentamento da fuelles

    Si trova semplicemente la spinta elettromagnetica a tempo d'esecuzione del sistema

    in altre parole il rotore a magneti permanenti girando su disco
    trova l'elettromagnete spento, così il magnete permanente transita per inerzia
    appena giunge il momento di intervento preciso l'elettromagnete si attiva
    per ottenere questa FASE occorre lo studio dei sensori per il compito dell'elettromagnete
    il quale è in funzione del disco con i magneti permanenti

    Solo che capita un problema oppure un risultato di poco conto
    Cioè consumando energia elettrica per l'elettromagnete in tanti momenti di attivazione
    __________________________________________________ __________________

    si entra in un problema reale: quanto consumo per ottenere corrente gratuita ?
    __________________________________________________ __________________

    Ora, ragazzi, se questo Bedini è valido per formare tanti elettroni gratuiti

    Non vale una cicca per la F = M A e nemmeno a piangere !

    Nota bene F possiamo dire che è forza viva, quella meccanica
    M di norma è scarsa, nessuno ha costruito più di John Bedini il suo motore primo più grosso
    e costruirlo costa un patrinomio... e poi gira penso se attorno ci sono 6 batterie GROSSE

    A
    può andare bene ma ecco la deficienza pubblica che posso dimostrare vera:
    vedere girare è quello che voi utenti e visitatori volete vedere
    e poi quando ad esempio la bufala è vera, non siete capaci di verificare il falso !

    E se non fosse così... da mesi forse un paio di anni
    la mia ricerca sarebbe di studiarmi per stravincere questa sfida del controverso

    Insomma: nel caso si desideri prendersi la sfida della realizzazione
    Col Bedini si casca in una serie di problemi
    come cadono i fichi passi nel problema di Sagredo e Salviati
    ad esempio ingrossate gli elettromagneti
    ma dovete ingrossare il disco e i magneti permanenti trovare poi lo stesso problema:
    quando si osserva il documentario del capannone di John Bedini
    si vede che dentro è molto ordinato ma è pieno di batterie
    non gira nulla senza le batterie
    I motori ci sono, però Bedini va alla sua ruota di bicicletta e solo li !
    fa vedere il pendolo perpetuo, che ha l'elettromagnete nel punto di stasi del pendolo
    comunque il suo grosso motore non lo accende, mi sa che è stato deluso

    Galileo non aveva nemmeno il pensiero degli elettromagneti... proprio NIENTE !

    Invece noi del 2016
    dovremmo essere in grado di creare energia quanta ne desideriamo
    ed anche in barba a tutto il mondo che vieta questo fare
    per l'auto-sostentamento energetico del popolo, però non abbiamo capito come fare, vero ?

    Per le ciufolate letterate
    https://it.wikipedia.org/wiki/Dialog...temi_del_mondo

    c'è da ridere perché i tre omini
    stanno a litigare con cose futili per poi cercare le spiegazioni dell'universo !


    Oggi sappiamo anche molto dell'universo, per una Scienza giovane, l'Astrofisica
    Ma senza studiare nemmeno questo
    possiamo credere che siamo ancora al centro dell'universo

    volete rimanere coi secchi in mano e con il profilo che niente è possibile e mai ?

    Correlando poi su derisioni come l'effetto tromboliere,
    in altre parole cercare cazzeggio risposte tipo deridere tutti i giorni,
    questo vi piace, ma non è giusto !

    Dunque per il tema la ricerca di Bedini è anche giusta,
    e va bene per un modellino, coraggio che di informazioni ne abbiamo tantissime
    ma non qui, nel web... auto-arrangiatevi .

    Se volete basta poco, solo un nome nel browser: John Bedini

    http://johnbedini.net/
    Ultima modifica di mostromagnetico; 02-02-2016 a 11:10

  7. #27
    Al Mizar
    Ospite

    Predefinito

    Ma ti sembra di scrivere in italiano? sarà un italiano moderno, custom magari, ma non si capisce una mazza.
    Non che ci sia granché da capire, eh!

  8. #28
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    La mazza sta nel tuo leggere... cerca Free Energy ... aspetta, forse è troppo...

    Cerca John Bedini: http://johnbedini.net/

    e poi John Bedini funzionamento
    https://www.google.it/url?sa=t&rct=j...CuM17Z-_zDUE2Q

    e poi dimmi se scrivono meglio di me

    Il CAPIRE è l'arte degli ADULTI ed è anche una coercizione

    Il capire è sofferenza, di norma lo si evita (mostromagnetico 2016, suoi aforismi)
    Ultima modifica di mostromagnetico; 02-02-2016 a 11:16

  9. #29
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Peccato che allo stato attuale non esiste al mondo un motore magnetico funzionante , ne un motore a energia gratis ...

    Quindi di che cosa stai parlando delle tue solite fesserie ???
    Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "
    Relativity is wrong .

  10. #30
    Al Mizar
    Ospite

    Predefinito

    dài raga smettetela di litigare,
    con le vostre beghe avete messo in imbarazzo pure kalix
    scommettiamo che se torna mette degli altri puntini sulle i?

  11. #31
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Per le mie fesserie
    è come dire che gli scettici
    hanno continuamente scritto delle cazzuolate deprimenti ripetendo le frasi come dei software

    Per chi scrive la sua firma del partire dalle basi la mia ricerca è fondata e ristretta su BASI DI FISICA CLASSICA
    per favore cerchi di studiare i problemi offerti da certe discussioni, che non siano troppo complicati.


    Per il tema di questa discussione
    [BEDINI] funzionamento

    voi scetticoni da anni riportate il nulla su niente,
    una pletora infinita di gné gné che pare più una fantasia che la realtà.


    Il coraggio non vi viene né in primavera e nemmeno nelle altre stagioni
    perché del controverso non vi interessa, aspettate il salvatore, l'inventore, ed anche me medesimo,
    che si arrangi che si esponga,
    che vada a lui tutta la problematica ed anche infine la soppressione, vero ?

    Oppure il provare solamente a scrivere...
    mediamente in forumismo di base... questi fraseggi qua... e la...
    cioè sempre il criticare la sintassi al posto del verificare la semantica ...
    queste sono tutte tecniche
    che approfittano della poca intensità di chi propone (ed anche per chi esagera)

    vale sempre negare ed il tentativo da stampare sulla t-shirt è io inficio e tu ?

    Ma che valore ha questa risposta perpetua ?
    Troppo facile a rispondere in quel modo strano, assurdo, ed anche disumano
    e per me sostenuto da qualcosa... di ancora più strano...

    Dall'inficianesimo ? Dal prodotto di 50 anni di carburante petrolifero ?


    Cosa dice il tema di questa discussione ? che lo traduco così ora:

    Chi non si interessa di Gravità e Manetismo, ed anche di elettrotecnica per la Free energy

    stia almeno zitto!
    visto che a rispondere sempre a smentire la realtà è anche come cercare di annullare la verità

    Per tutti gli altri Buone Ricerche,
    le quali propongono delle verità... da non lasciarli ai passeri... le beccano... le portano via...

    La ricerca di John Bedini vale la pena di discuterne i corrispondenti valori
    (i suoi fondamenti esistono anche da molto più tempo dei miei).

    Comunque, sebbene la turbina per posizionarla poi anche negli autoveicoli, esisterebbe,
    in modo - reale - da ridurre le batterie ed avere sempre l'amperaggio a valori di consumo...
    con il sistema Bedini ve lo sognate,
    mentre studiando poi la mia ricerca... magari in futuro... tranquillamente... dopo il Bedini
    se gli ingegneri mi leggeranno... la realizzerete.

    Sognatevi il Bedini ma anche questo che anticipa la turbina autosufficiente
    http://jedamovie.altervista.org/micr...75006103515625

    Però questa informazione SIA DA GUIDA
    per questo controverso qui sempre scarso di comprendere le sue basi scientifiche


    Dato che è l'aria compressa che in effetti reali manda in rotazione questa tecnologia
    Per cui la fonte di aria compressa si sa dove la si trova: consumando.

    Per il Bedini vale la pena di cercare come si fa a mantenere piene le batterie
    cosa c'è nel sistema di ricarica per il futuro...
    il presente è drammatico:
    non c'è personale posizionato nel fai da te cantiniero anche sprovveduto
    ed anche che forse nessuno impugna la matematica per cercare poi la fisica della mia ricerca
    fisica la quale l'ho pubblicata nei forum delle invenzioni
    di chi è quasi sprovveduto ma ricerca per il popolo anche analfabeta

    Tale ricerca inizia con fare studiare il [momento flettente]
    poi cerca di trovare modo di misurare gli EFFETTI REALI
    Vale a dire che si studia quando:
    le dimensioni fisiche di una velocità sono, dunque [ lunghezze diviso tempi ].
    eccetera...

    Che le accelerazioni sono costanti per effetto della gravità
    e che sono proporzionali alle forze applicate.
    eccetera...

    Galileo era stato sul punto di capire bene
    però che non aveva formulato esplicitamente è la famosissima:
    F = m a
    dove (F) è la forza applicata a un corpo, (m) è la sua massa e (a) è l'accelerazione.§

    e via così, tra esperimentare misurare e studiare fisica matematica


    Questa è la [legge fondamentale della dinamica] e la scoprì Isaac Newton.


    ciao
    Ultima modifica di mostromagnetico; 05-02-2016 a 13:44

  12. #32
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da mostromagnetico Visualizza il messaggio
    ciao
    io qui do la mia visione futuristica......le batterie e sistemi di energia del futuro saranno miiaturizzate e funzioneranno con fusione fredda di elementi creati in laboratorio che avranno una emivita relativamente breve ( 2-5) anni e dopodichè perderanno la loro radioattività

  13. #33
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Infatti le società industriali (più intelligenti) finanziano le ricerche (quelle vere).

    Nel controverso c'è troppa stasi... problemi di solitudine sociale resa al massimo possibile...

    molto strano ma vero!

  14. RAD
Pagina 2 di 2 primaprima 12

Discussioni simili

  1. MOTORE DI BEDINI
    Da putrechigi nel forum Prototipi privati di veicoli elettrici
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 04-12-2006, 17:03
  2. Bedini
    Da nel forum Apparati MECCANICI
    Risposte: 21
    Ultimo messaggio: 10-02-2005, 12:27
  3. GENERATORI DI BEDINI
    Da Furio57 nel forum Apparati MECCANICI
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 20-12-2004, 13:37
  4. Salve / Bedini
    Da nel forum Apparati MECCANICI
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 06-01-2004, 23:02
  5. GENERATORI DI BEDINI
    Da Furio57 nel forum Apparati IMMOBILI
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 14-12-2003, 19:47

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •