Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 3 di 3 primaprima 123
Visualizzazione dei risultati da 45 a 57 su 57

Discussione: motore magnetico funzionante

  1. #45
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito



    Sappiamo sin troppo cosa è il motore elettrico.
    Forse siamo nel controverso... e cosa significa CONTRROVERSO lo hai compreso ?

    Ti devo ricordare che il motore a calamite oltremodo chiamato self sustainding permanent magnetic motor

    deve girare da sé... ci sei oppure giochi
    a dubitare ?

    In questo caso strano e controverso esiste una prima REALTA' VERA ed elettrotecnica.

    Se gira da sé oppure lo si fa girare per CAPIRE
    accade che un qualsiasi motorino in reversibile
    eroga il voltaggio del suo consumo come Free Energy.

    Vi ricordate il Propulsore Ciclico 2011 ?
    Ho verificato realmente che appena si muove il disco eroga decimi di Volts
    se gira a rpm del motore elettrico ma in reversibile
    si estrae il voltaggio sino al masismo delle capacità di una dinamo.

    L'ipotesi da verificare (ma forse sta nei trattati eletrotecnici)
    eppure l'ho verificato personalmente
    è se è inutile girare di più rpm il motorino messo a fulcro di un esperimento facile
    e se può erogare più Free Energy.

    Io dico che non-può.

    Invece per elettrotecnica abbiamo gli ALTERNATORI
    e li abbiamo molto ok per le energie rinnovabili.

    Vorrei sapere se offrono la realtà del "se più giro più erogo Free Energy".

    Ma per il motore a calamite direi che basta fare girare questi strani modelli, vi pare ?

    Il fondamento del se possono spingere e girare decisi... ESISTE VERO.

    Esiste solamente se si trova di evitare la resistenza (attrito, e campo avverso)
    del sistema strano, qualunque sia la sua composizione.

    In letteratura (non sono mie parole) si chiama Open Gate

    In italiano si chiama a sinonimo, ad esempio liberazione
    ciao
    Ultima modifica di mostromagnetico; 02-06-2016 a 13:34

  2. #46
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Dai risultati sperimentali emerge un disallineamento rispetto ai fondamenti noti. Ma sono diversi decenni che c'è fermento e si sta tentando di definire un modello più preciso/completo, e solo recentemente questa necessità sta diventando stringente. Avrete certamente visto che ultimamente va di moda divulgare nuove teorie della gravità...

    Il problema è che la revisione non è confinata alla sola gravitazione universale (che comunque è già buona cosa, correggere il modello matematico dei moti orbitali delle stelle ed eliminare definitivamente il concetto di materia oscura che è ormai divenuto un argomento imbarazzante per qualsiasi fisico).
    Sono state osservate incongruenze, rispetto al modello standard, anche nella misurazione del moto di un corpo sottoposto a forze tangenti. E le incongruenze rilevate non sono attribuibili ad attriti meccanici e resistenza di penetrazione nel fluido, poichè riducendo entrambi a livelli minimi si verifica un incremento di lunghezze percorse, a parità di impulso iniziale, troppo inferiori alle previsioni fornite degli strumenti del modello.
    Dunque i vettori non paralleli si condizionano (nel caso in esame l'impulso inerziale che agisce come forza in direzione perpendicolare al secondo impulso di forza) e la questione è spinosa per le conseguenti ripercussioni sulle leggi della dinamica che pertanto risultano incomplete o comunque non simmetriche per tutti gli eventi osservabili.

    Nuovi strumenti matematici sembrano avere corrispondenza anche con il principio di conservazione di carica. L'impulso di forza elettromotrice che agisce sempre perpendicolare al moto, cui è sottoposta una carica non neutra immersa in un flusso magnetico (nota come forza di Lorentz), riconduce ad un incremento di modulo velocità della massa elettronica che controbilancia la radiazione emessa dall'atomo.
    La misurazione dell'energia è resa estremamente sofisticata da una costante di scala macro.
    I trasferimenti di energia sono misurati con l'unità Ϙ, corrispondente ad un forza*tempo simultanea ad una variazione di potenziale.
    Notare che la sola forza*tempo senza variazione, indica esclusivamente la presenza di potenziale energetico, ma non il trasferimento di energia.
    Per calcoli di trasferimento che partono da misure spaziali, si utilizzano specifiche trasformazioni di coordinate.

    Per questo motivo è auspicabile mantenere un'apertura mentale maggiore dei nostri predecessori, e perchè no, vagliare anche idee alternative.

    Ad ogni modo mi spiace aver scomodato mostromagnetico, perchè il perfetto bilanciamento delle forze cui il rotore è sottoposto permane anche assumendo le misure di calcolo più avanzate. Tuttavia resta aperta l'ipotesi di riuscire ad annullare una piccola parte di forza (quanto basterebbe per ottenere uno sbilanciamento nel ciclo) tramite un apparato che sfrutti il condizionamento delle forze non parallele, che tra l'altro, sarebbe molto interessante per applicazioni propulsive senza propellenti, poichè la forza di spinta potrebbe essere contrapposta sul momento angolare indotto a una massa, aggirando il principio di reazione.

    Poi spero sia abbastanza chiaro che leggo questi thread non per assecondare l'ignoranza, ma anzi per fare considerazioni utili a scopo didattico. (come nel messaggio 32, valutando solo nel merito).

  3. #47
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    mi spiace aver scomodato mostromagnetico, perchè il perfetto bilanciamento delle forze cui il rotore è sottoposto permane anche assumendo le misure di calcolo più avanzate
    Una logica ineccepibile, la stessa sfoggiata in tutto il resto del discorso.

    Mi piace soprattutto la parte che somiglia a "Degli scienziati hanno scoperto che una donna nell'arco di un anno ha bisogno di 3,7 km di..."
    Ich bin ein CimPy - Accidenti, mi sa che ho perso il treno (e mi si è pure rotta la sveglia)! Qualcuno sa dirmi a che ora passa il prossimo?

  4. #48
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Cimpy, c'è una logica:
    L'interazione di vettori di forza va calcolata con un sistema ben preciso.
    In primo luogo la risultante vettoriale è ricavata tradizionalmente col teorema di carnot.
    Successivamente, un secondo passaggio di scomposizione della risultante, ricavabile attraverso un'altra relazione trigonometrica, che calcola l'impulso residuo dei singoli vettori originali. Tutto con metodo non convenzionale, poichè si utilizza la Ϙ (che è comunque convertibile in Joule).

    Il sistema di calcolo coincide col moto delle stelle periferiche che hanno una velocità orbitale troppo elevata rispetto al modello standard (o viceversa quelle più interne orbitano troppo lentamente), e poi corrisponde col comportamento del moto di un corpo soggetto a vettori non paralleli, oltre a spiegare con "matematica" la carica fondamentale. Sembrano tre quesiti differenti invece è lo stesso identico per tutti e tre.

  5. #49
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Visto che abbiamo il professore astronomico in questo thread ... buona continuazione.

    Caro professore che conosci la fisica,
    forse devi ancora IMPARARE che razza di sistemi sono questi - i controversi -

    Volendo rimanere in tema
    dimmi se il magnetismo permanente si può portarlo sulla stazione spaziale
    e poi ad esempio buttarlo via...
    tanto non serve, non gira, non viene compreso e nemmeno capito...
    però... se lo buttano dalla porta di scarico per darlo al COSMO...

    che ci pensi lui? il cosmo... l'universo?
    come dicono gli scienziati... il cosmo pensa ed elabora...
    però pare che NON PARLI molto agli umani ! Sebbene i fisici apprendano...
    ne abbhiamo uno in Italia... Carlo Rovelli... lo conosci ?

    Perciò è difficile capire il controverso oppure ?

    Dunque: una attrazione tra calamite e roba meccanica tipo apparato meccanico ...
    sai quelli inerti, senza motore...

    E poi una REPULSIONE A MAGNETI PERMANENTI con un po' di ingegneria a fai da te
    come nel tema di questo thread...

    una repulsione a magneti permanenti può avvenire ? ... nel vuoto del cosmo ?



    Per l'interazione ad Open Gate della mia ricerca

    (mia non è perché la trattengo... la salvo dal coprirla di vere
    "cassate" di forumismo di bassissimo livello
    ,
    quello che ad esempio è evidente leggendo il dire di Cimpy, poca roba insolvente perennemente)

    l'interazione che libera la resistenza e pesino accelera la parte mobile dell'apparato
    quello generico, sperimentale, scientifico se la scienza agisse in merito...
    si può realizzare? Come?

    Questo interagire tra campi
    con gli elettroni resi col materiale del magnete PERMANENTI...
    (e la mia teoria in merito dice che sono fissi
    anche se entrano e poi escono dal corpo del magnete
    possiamo dire che sono tutti fermi


    e il campo è come rigido... chiuso... coercitivo... bla bla... esattamente convenzionale)


    L'ARMONIA del COMPORRE un OPEN GATE a soli MAGNETI PERMANENTI
    mediante una ingegneria , una sua meccanica inerte ben composta

    è realmente possibile pianificarla per ottenere un effetto propulsore ?


    io lo avevo persino pubblicato, preparato, realizzato, filmato, caricato in yotube...
    e poi ho pubblicato lo SCHEMA per l'ingegneria: https://www.youtube.com/watch?v=pgPzr_dD5u8
    schema in cui ho reso il vero in fotogrammi... non ho usato la tecnica del falso
    ma del discretizzare il VERO per scopo di proteggermi dalle vere soppressioni...

    io continuo a desiderare di vincere.
    lottare poco per volta per costruire anche questo modello scientifico reale
    cioè seguendo questo progetto che ho reso pubblico così,
    sempre grezzo, brutto e che pare imbecille PERO' è VERITA'
    per stimolare tutta una discussione pubblica in merito:
    https://www.youtube.com/watch?v=15FSJRl4gaQ

    Il demerito reale è che la mia ricerca come il mio dire nella ruota di Bessler
    è andata a ... "cassare" pure quella...

    okkio a questa che parte da un modello altrui , non mio
    però in quel modello cari signori e anche professori ...
    c'è il principio reale della fisica classica in funzione dell movimento perenne

    Lo sapete cosa è questo principio ?
    penso di no perché a me piace leggere il dire di tutti mentre voi MM me medesimo vi da fastidio...

    Anni fa a questi signori di forum negatesi ... stufatesi... e rinunciatesi ...
    avevo detto che il mio TRIBOLARE con le calamite aveva dei problemi!

    Gli apici dei magneti a sbarra col campo sulla faccia più estesa del magnete,
    detto campo magnetico RADIALE producavano una resistenza
    e basta avene poca per invalidare lo studio reale del movimento perenne.


    Mentre nel progettino di motorino di questo thread
    il ricercatore prova i campi di calamite lavorate CURVE
    e prelevate con tagliare cone si deve il materiale...
    Si sa che spezzando i magneti si producono ancora magneti.


    Questo fatto aiuta a trovare il movimento perenne perché abbassa la resistenza...
    Tuttavia accrocchiando bene si trova il funzionante... ooh gira... che bello...
    e che trucco che bufala e che truffa ci sarà ?

    Ma la forza motrice in questi accrocchi non ci sta MAI !

    Per ottenere la FORZA MOTRICE ALLL'ISTANTE (T_0) e per tutti gli istanti (T_n)
    per un movimento perenne del motore a calamite sia teorico che pratico

    Occorre produrre ad istante (T_n) una PRESSIONE di interazione

    cioè una TENSIONE tra questi campi
    che assomiglia molto (è inerente alle interazioni a calamite...)
    agli effetti normali e puerili, quelli che decelerano.

    La tensione che sblocca ogni resistenza e produce forza e spinta
    per cui il motore a calamite funzionante agisce
    e rende Free Energy girando dinamo e poi alternatori
    avviene se si realizza il progetto della mia ricerca, altrimenti non si può!

    Oppure andiamo a sistemi che sappiamo, Muammer Yildiz, Stuart Harris, e da poco questo:
    https://www.youtube.com/watch?v=4d2DgCbrK-Q
    Ultima modifica di mostromagnetico; 05-06-2016 a 13:12 Motivo: DOVIZIA

  6. #50
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    "c'è una logica:
    L'interazione di vettori di forza va calcolata con un sistema ben preciso"


    Il che porta a dispiacersi di avere ospite MM.
    Mi pare giusto.
    Ich bin ein CimPy - Accidenti, mi sa che ho perso il treno (e mi si è pure rotta la sveglia)! Qualcuno sa dirmi a che ora passa il prossimo?

  7. #51
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Stai giocando capendo poco niente, ora ti ri-spiego il mio vissuto
    che è stato il cercare di capire - da zero - questo grosso problema.

    Dicevo che doveva essere reso semplice, ricordi oppure giochi bieco ?

    Ho studiato l'interazione di propulsore a magneti permanenti
    so, conosco tropo bene quello che è la Fisica dell'interazione della mia ricerca,
    cioè conosco i suoi dettagli
    .

    L'interazione reale e replicabile (io stesso l'ho replicata più volte)
    avviene per TANGENZA DI CAMPO MAGNETICO PERMANENTE
    altrimenti non si trova l'Open Gate più semplice possibile, cioè non si trova il ciclo!

    Questa TANGENZA è puerile,
    è come dire che dando una manata ad una ruora di bicicletta resa inerte (la bici la ribalti a ruote in su)
    se ci dai una manata ortogonale tra la tua mano e il fulcro ottieni niente
    e siamo forse al tuo livello... poca intelligenza per il controverso!

    Se invece cerchi la tangenza tra molte possibili, se desideri quella più proficua
    allora riesci ad accelerare la ruota con le SPINTE GIUSTE

    Il tuo braccio - rifletti - si flette per spingere

    Mentre l'apparato meccanico da progettare
    e da te ad esempio passa un anno, anche dieci, con niente di nulla...

    è praticamente un pistone
    in cui la pressione è regolata per avere, per ottenere che il sistema propulsore funzioni.


    Io desidero costruire come vi ho detto
    un rotore a biella e volano apposito e perfetto, regolabile come un dispositivo scientifico.

    ma per giocare basta un pistone ad aria da 10 euro e 3 calamite.

    da 3 anni però ho visto nessuno in opera!
    e io che so, mi dedico alla conoscenza di tutta la matematica
    sviluppando una conoscenza direi da studente nei primi 5 anni del programma scolastico italiano
    e cercando poi di capire a grandi linee che roba è il calcolo differenziale assoluto...

    Per produrre ad esempio un foglio sulla rivista scientifica
    dovrò capire come misurare i Gauss del sitema che ho sul tavolo di ricerca.
    perché occorre il vero empirismo ma qui dove abito è molto difficile ottenerlo!

    Direi che come Galileo io LASCIO al futuro lo sviluppare la mia ricerca,
    offro anche a te di realizzare un pensierino al giorno.

    Ma ora che vivo deciso,
    mi vergogno di certa gente che non mi fornisce la comunicazione che esigo!

    io me la prendo più forte più vera più sana da solo, ne sono capace
    ma dopo... non voglio, non desidero arrivare a vivere come Tesla, come Ighina e come Mayorana
    e nemmeno come tutti gli inventori che poi lasciano il loro studio nella busta consegnata al notaio
    e mai e poi mai cercano di comunicare con le persone comuni.

    Nel mio intimo dello spirito che mi accende il desiderio di conoscenza
    desidero che avvenga un capire diffuso sino a chi rubi subito la mia ricerca, ne approfitti.

    in questo thread io sono lo studioso più vissuto di tutti per queste interazioni
    voi invece vorrei il faccia a faccia tra me e una serie di psicologi che provano poi la vostra veridicità.

    Notate bene che io dallo psicologo ci sono stato
    e ho detto a lui che soffro di negazione di discussione coerente
    ma per resistere cerco molto spesso lo svago e dormire
    nonostante abbia contribuito a cercare di trovare le soluzioni nel controverso.

    E cosa ho dovuto poi eseguire ? il convenzionale.
    per provare che sono sano in due giorni ho compilato le loro statistiche psichiatriche
    e nella normalità io sono DENTRO e pure CERTIFICATO.


    Torniamo al tema di questa discussione.

    La pressione tra i campi magnetici permanenti
    per motorini free energy funzionanti direi che è possibile

    quando si trova il proprio modo di fare... come nel tema di questa discussione.

    Ma l'energia, il produrla, se andate ad osservare...
    non esiste alcun sistema reale in youtube che si sottopone al produrre energia.

    In questo problema ricordo che nel 2011
    la prova reale a bassissima pressione del Propulsore Ciclico in misero mio approccio
    ha prodotto la forza motrice di tipo ROTORE con la sua dinamo,
    il sistema ha sviluppato la coppia motrice da avvio a 340°.


    Adesso il sistema avrà la sua liberazione mediante l'Open Gate
    e il progetto che vi ho lasciato verrà realizzato mediante il fai da te.

    Tuttavia per mio diletto lo realizzo quando mi pare e piace,
    io sto cercando di raggiungere la conoscenza matematica sufficiente per gli integrali o quanto serve.

    visto che in Fisica occorre misurare come una pressione di contatto tra due palloni pieni di aria
    però sempre pressioni basse, in modo da reralizzare l'effetto molla che rilascia la spinta
    quando la pressione della biella preme sul campo statore

    il propulsore perfetto deve premere per tangenza campi magnetici permanenti

    e l'ingresso nel propulsore a magneti permanenti
    il sistema di interazione possiede una pressione bassa,
    per questo non c'è resistenza,

    è come estendere una guida a magneti permanenti industriale convenzionale.

    non c'è perché tale pressione in gauss, quella degli elettroni delle calamite, del loro campo esterno
    deve essere quella tra la pressione della biella e il campo di interazione
    in modo che l'ingresso sia come un momento di inerzia

    entrato nel propulsore la pressione del rotore invece deve andare al massimo
    e poi interviene la centrifuga ad aiutare
    ma in avvio questo è un problema oppure no,

    Qui occorre il MODELLINO reale efunzionante, per cui io sono in tema di questo thread

    l'uscita dal propulsore è gratis e non trova resistenza, trova il CICLO
    e poi se esiste resistenza sappiamo che vince l'INERZIA

    per l'altra macchina scientifica il moto vive di inerzia

    La macchina sperimentale per trovare l'empirismo sapete come deve essere progettata ?
    Dovete variare il campo degli statori, non più ad elementi discreti, ma a parti in continuo,
    almeno una parte sola ma estesa circa a 340°
    cioè produrre un campo più unito possibile, che simuli molto bene una forgiatura
    mediante inserimento di cinturini a magneti permanenti, è una nuova tecnologia del fai da te...

    Per la conoscenza invece ripeto:
    guide di plastica, attrito per avere proprio l'effetto FORZA MOTRICE
    e poche sorgenti, il progetto ne ha 4 dipende dal diametro,
    se fosse diametro 100 cm 7 oppure 11 sorgenti

    La verifica dell'open gate è a piacere, ripeto con 3 calamite e un pistoncino ad aria da pochi euro.

    La geometria del sistema, il lavoro di trovarla giusta direi che è facile basta provare.

    Ma con il regolatore dell'Open Gate, con quello che ho da costruire

    e la mia vita non mi da il tempo, oramai poco niente, è estate... !!!

    Costruito questo propulsore in seguito cambiando la geometria diventa la TURBINA
    Questo per via che per grande sviluppo l'ingegneria abbandona l'eccentrico,
    ma sa trovare grazie all'eccentricità la linearità
    e lo sforzo è trovare il rotore a circonferenza e niente più biella telescopica
    L'Open Gate passa dunque da interno< > esterno sino a tutto sotto < > sopra.


    Penso che leggendo non capirete nulla
    perché in 3 anni non c'è stato niente e nulla per capire la mia ricerca.

    in 2 brevissimi paragrafi:

    1: la Fisica della mia ricerca attua la Teoria dell'Elasticità
    a partire dalle molle e siamo in Fisica Classica
    https://it.wikipedia.org/wiki/Robert_Hooke


    2: per il propulsore - da prove reali ripetute da me in tanti momenti passati -
    occorre trovare un angolo della testata di interazione del rotore
    rispetto al campo magnetico del sistema statore.
    (angolo aperto davanti al verso del motore, chiuso dietro, come fare surf, pari pari...)e qui siamo come nel futuro dell'ingegneria sui sistemi ad auto-sostentamento
    che sfruttano il CAMPO di forza STATICO, quello dei Magneti Permanenti
    e poi sia a propulsione che per l'alternatore (Free Energy + elettrotecnica).


    Meditate e oggi è il giorno proprio dell'ambiente

    https://it.wikipedia.org/wiki/Giornata_mondiale_dell'ambiente



    Ultima modifica di mostromagnetico; 05-06-2016 a 19:24 Motivo: lotta continua e note aggiunte per riassumere

  8. #52
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    MAx eccoti accontentato , vedi la risposta di Mostro magnetico ?
    Mostro sei un mostro ,ma della tastiera ...


    La pressione tra i campi magnetici permanenti
    per motorini free energy funzionanti direi che è possibile ...


    Mostro mi fai vedere un motorino funzionante ?????forse possibilebilebilebile .....
    Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

  9. #53
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Alla tastiera sono spontaneo, anhe se vi ho detto che posso copiare Dante e poi cambiare le parole...

    Mi reputo un ricercatore perché ho studiato le realtà, tanti effetti, cercando di risolvere il problema del ciclo.

    Direi che ho trovato le soluzioni per l'industria ed anche il fai da te cantiniero.

    Prima o poi ritornerò a pubblicare e saranno decisioni su pubblicare roba mai vista.

    Questo mi può portare a essere soppresso, vedremo quando mi diverto perché...
    il Mondo mi piace sempre meno, vivo sopportando il suo ambaradam e poi chi se ne frega di donare.


    Al punto che ti chiedo di donarmi una soluzione però strana e molto convenzionale

    Rispondere a questo quesito irrisolvibile:

    cosa significa:

    4. un’operazione binaria x⊙y gode della proprietà di assorbimento rispetto all’operazione x⋄y
    se si ha: x ⊙ (y ⋄ x) = x qualunque siano i due elementi x, y ∈ A.


    Capisco solo ciò che ho sottolineato,
    il resto del carlino di solamente un approccio di matematica per la scuola media
    però trattato benissimo al punto di essere un po'incomprensibile,
    vale a dire che. 1. Nella fonte convenzionalissima non c'è l'appendice del significato dei simboli adoperati.
    2: Sul WEB ho trovato a fatica un semplice dire funzione di funzione espressa dal circoletto tra le variabili incognite

    3: il circoletto col puntino al centro viene chiamato non viene descritto cosa fa nemmeno in wikipedia,
    non esiste implementazione simbolica in nessun trattato che possiedo!
    Però tale simbolo è presente qui: che ci sta a fare ? ⊙ | circled dot operator (U+2299) @ Graphemica


    Allora caro mio dove non c'è e non sembra vero occorre ... ESPERIRE per CONOSCERE

    Esperire significa più di un umano su unico tema

    e avere un certo lavorio sulla materia di studio cioè discutere per progettare ancora meglio il come realizzare.


    Ad esempio per matematica occorrono prove reali con tutti i sistemi che conosciamo,
    lo scopo immediato è che lo sviluppo sia identico per lo scopo supremo: l'esattezza

    X^2 è vero che è X*X ?
    Che sia vero mi pare logico, esiste x*x anche nei testi scolasstiv, perchè Derive ti dice x^2 = zero è un mistero
    Dato che se scriviamo x*x restituisce x^2
    Questo problema esistee poi lo si risolve, si trova la correzione intercalata con l'umano sul software...
    che però è abbandonatosi sin dal 2008...

    Wolfram Mathematica invece CRESCE e di Stephen Wolfram ce ne uno solo ed è stato pure criticato ma ha vinto lui
    e per fortuna il mondo accoglie Mathematica: Wolfram Mathematica: Modern Technical Computing

    In qualche modo x^2 = x*x
    https://www.wolframalpha.com/pro/ste...th-solver.html

    Derive ? buttatelo via oppure AMATELO (fate questo anche per me)

    La Free Energy è studiare il VERO dove esso è RELAZIONABILE
    Immagina un cerchio sul foglio di carta, è il campo attorno ad un magnete
    e poi un secondo magnete idem, stanno distanti. Se li avvicini che succede ?

    Per potere superare il Magnetic Wall, il campo avverso, contrario al verso anche dell'ipotesi del motore a calamite
    L'UNICO MODO per sviluppare la forza motrice è provenire da interno oppure da sotto e PER INERZIA
    così da spingere il campo del rorore contro quello dello statore
    nel punto di contatto per TANGENZA di CAMPO in interazione a 2 sorgenti una fissa l'altra mobile.

    In realtà questi campi si schiacciano fra loro
    e solo per TANGENZA si sviluppa l'ACCELERAZIONE tipo di "molle sempre cariche"

    Trovata l'accelerazione vieneraggionto il FLUSSO e la FORZA VIVA F = M A

    L'ELASTICITA' in questo sistema è presente mel rotore come apparato, e nell'interazione dell'Open Gate.

    Ilrisultato del Propulsore è simile a ciò che la macchina scientifica
    (sfera di materiale magnetico permanente
    che rotola in perpetuo accelerando a dismisura
    anche a contatto, meglio a 1 mm su Teflon, con materiale magnetico permanente, la monorotaia a calamite
    in cui avviene l'interazione per attrazione completa dove capire perché la sfera rotola è da premio nobel veramente).

    Ricorati di Cantor che solamente per gli insiemi è stato trattato così male che è finito in manicomio.
    Lui ora lo chiamano PADRE degi insiemi e LO E'.

    Io sono l'equivalente della SCOPERTA. Tu qui considerti fortunato, ce l'hai regalata sino a rubarmi l'idea e tutto il resto.

    E come te tutti, fatemi sapere se questo vi fa bene oppure no,
    se non capite sono ancora vivo e si, sul tavolo del costruire sto operando.

    Ultima modifica di mostromagnetico; 08-06-2016 a 13:13 Motivo: riduzionismo

  10. #54
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Mi reputo un ricercatore perché ho studiato le realtà, tanti effetti, cercando di risolvere il problema del ciclo
    Come no, stessa cosa. Eppoi cercare di risolvere rende edotti - infatti tu sei edotto, no? -, i risultati non contano: uno che per anni prova a risolvere un problema, è un espertone a prescindere dal fatto che, dopo anni, di soluzioni minimamente funzionanti non ne abbia sfornata una, che fosse una, che fosse vera.

    Una dritta: aggiungi a "ricercatore" la parola "indipendente" - pare vada di moda.
    Ich bin ein CimPy - Accidenti, mi sa che ho perso il treno (e mi si è pure rotta la sveglia)! Qualcuno sa dirmi a che ora passa il prossimo?

  11. #55
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Come no, stessa cosa? non penso che sia lo stesso di immaginare rispetto al provare.

    Eppoi cercare di risolvere rende edotti - infatti tu sei edotto, no?
    Sto imparando sia la Fisica che la Matematica
    Obbiettivo il pubblicare dopo possedere il codice di MM, ovvio che prende tanto tempo,
    sono da solo e ora ho uno Sprugnoli da spremente le meningi per elaborarlo...
    questa fonte è bellissima... come quella di Bellissima... un altro matematico...
    tante parole... tanta sapienza... e tanto da implementare...
    devo completarmi per completare
    Lo devo perché sono il prescelto, dovrò dimostrare... quanto vi ho detto, nulla di altro.

    i risultati non contano: uno che per anni prova a risolvere un problema,
    è un espertone a prescindere dal fatto
    che, dopo anni, di soluzioni minimamente funzionanti non ne abbia sfornata una, che fosse una, che fosse vera.
    ah, questa è proprio bella e mi pari un bambino:
    la Scienza caro mio ha voluto anche 30 anni per meno di quello che io ho scoperto in solo 6 anni.

    Ho scoperto quello che poteva essere scoperto da sempre,
    ma se vai a cercare il campo magnetico permanente in tangenza non lo trovi!

    trovi le cazzate, tanto per fare girare... la beozia

    e questo tema, il link di prima pagina
    che per fortuna sta servendo alla causa del contrario dell'intelligenza...
    parlo di Ingegneria applicata ai sistemi INERTI, quelli SENZA IL MOTORE, comprendi ?

    Ripeto la mia ricerca serve a comprendere il principio di Fisica di queste interazioni
    e poi all'apparato meccanico più semplice e più funzionale,
    che io chiamo Biella Telescopica.

    in seguito la si abbandona per più funzionalismo,
    più dinamica e potenza del sistema Propulsore Ciclico a Turbina.

    E' difficilissimo organizzare una turbina (richiede campi cooperanti)
    senza avere fatto le dovute prove reali del Propulsore più semplice,
    per il quale consiglio un diametro di un metro,

    in cui la biella telescopica...
    può avere la sua dimensione di approccio ed anche di resa di un prototipo,
    ed è quello che andrebbe nelle automobili nel bagagliao
    inserito con una circolazione di aria intelligente coma quella del sistema frenante.
    Porteresti a spasso un propulsore di 10N che girando sviluppa almeno 40N
    ed il suo alternatore dedicato (elettrotecnico) ricava quello che puoi calcolarti.

    Una dritta: aggiungi a "ricercatore" la parola "indipendente" - pare vada di moda.
    Questo si, grazie per la questa piccolissima notadello scrivere,
    la addotto anche perché la descrizione matematica che in Fisica ESISTE FACILE
    non mi pare opportuna senza l'empirismo e chissà quando mi attrezzerò
    (farò senza per la sfida e se quella matematica posso completarla
    comunque sia saprò scrivere il codice di approssimazione, quello per il fai da te popolare)
    Il tocco, il codice eccelso magari no,
    perché nella storia chi è stato Faraday non ha potuto essere Maxwell
    , questo è ovvio

    La faccenda degli operatori strani per la comprensione della Matematicava avanti con il potere studiare come in esperimenti matematiciVe li espongo brevemente:

    1: espressioni semplicissime tipo (x moltiplicato x
    )
    vanno controllate dall'utente come poi le espressioni complicate.
    I software sono più restii di voi cari,
    perché a loro piace più la definizione ridotta ai minimi termini in matematica
    che disgregata in aritmetica, dove se potessi parlare a Godel gli farei capire che:
    con l'Aritmetica si può portare l'intera Matematica al proprio servizio
    L'Aritmetica non è incompleta, è ridotta come per la mia ricerca a poca roba
    come dirvi e ripetervi che la SPINTA CONTINUA di questo Motore a Calamite
    è una TECNICA attualizzabile, realizzabile.

    2: gli strani operatori come <> che è un rombo e poi sarà di capire che significa
    sono appartenebti al mondo di Wolfram Mathematica per cui sono per l'apprendimento
    per la sapienza di poco niente ma
    delle basi matematiche per poi afrontare la mia ricerca
    e risolverla con il codice di programmazione...

    tale codice è più importante del costruire
    perché il codice aiuta a vincere (parcellizzazione ed ingegneria del software)
    con il metodo molto basilare e molto intriganteper poi avere i parametri del progettare...

    PER GLI EFFETTI REALI sono quasi a iniziare quello che ho lasciato fermentare in youtube
    mi pare, mi sembra, che si è ridotto a seccarsied anche peggio
    per via che non gira nulla
    dunque si ritiene fallimentare
    e cosa succede de vi faccio vedere che parte a meno di 1 m/sec
    e dimezza ad ogni giro questa velocità che puoi calcolarla a piacere
    sino a dovere frenarlo continuamente e puoi calcolarti la Free Energy al secondo?


    Ciao e pace da un ricercatore indipendente
    Ultima modifica di mostromagnetico; 09-06-2016 a 21:08

  12. #56
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito ipotesi di motore magnetico

    Salve a tutti c’e’ ancora qualcuno interessato all’argomento?
    Ho fatto numerosi esperimenti basandomi su materiale trovato in rete. Risultato? Un fallimento, in quanto tutti i meccanismi basati su “rotazione” di parti ho visto che vanno inevitabilmente in stallo (almeno quelli che ho fatto io). Ho iniziato a lavorare su un’altra idea, “rubando” il principio del motore a scoppio:
    due magneti fissi A e B ed uno in movimento rettilineo C con i poli orientati in modalità “repulsione:


    Magnete fisso A, Magnete in movimento rettilineo C, Magnete Fisso B

    + [A] -............................................ - [C]+....................................... + [B]-


    In questo schema succede che il magnete C si porta a meta strada fra i due magneti fissi, dove raggiunge l’equilibrio e lo stallo.
    Ma se inserisco per esempio davanti Ad A una massa adeguata di ferro (F1), la repulsione e’ annullata, il magnete C si porta verso A perche attratto dal ferro.

    +[A] - [F1] < ----------------------------- [C]+........................................+ [B]-

    Quindi

    + [A] - [F1] - [C] + .................................................. ......................... +[B] -


    Se a questo tolgo la massa ferrosa tra A e C (serve comunque energia ma essendo esercitata perpendicolarmente al campo magnetico e decisamente bassa) e ne inserisco un’altra fra il magnete C e B inverto il ciclo


    + [A] - - [C] + ----------------------------------------------------------> [F2] +[B] -
    ......[F1]

    A e C si respingono, C è attratto da F2.

    Il movimento alterno che F1 ed F2 devono compiere non e’ a costo zero, perche devono vincere comunque una forza di attrazione dei magneti (forza di taglio) ma e’ inferiore alla forza di repulsione fra i magneti quindi ho comunque un saldo positivo.
    Nel movimento di allontanamento di C da A, la forza di repulsione dimininusce col quadrato della distanza, ma cresce nel medesimo modo l’attrazione ad F2. Pertanto in tutta la fase del movimento ho presenza di forze.
    Scusate lo schema rudimentale, e' solo per illustrare il concetto
    Ultima modifica di artrader; 10-09-2016 a 11:43

  13. #57
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Se metti il ferro vicino ad A,i sui dipoli si orientano nello stesso verso di quelli di A

Pagina 3 di 3 primaprima 123

Discussioni simili

  1. Motore Magnetico
    Da ClearWar nel forum Apparati MECCANICI
    Risposte: 80
    Ultimo messaggio: 20-04-2013, 09:10
  2. motore magnetico
    Da tony995 nel forum Apparati MECCANICI
    Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 21-04-2011, 20:48
  3. motore magnetico
    Da putrechigi nel forum MOTORI A COMBUSTIONE ESTERNA
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 28-08-2009, 23:45
  4. motore magnetico
    Da putrechigi nel forum Apparati MECCANICI
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 18-11-2006, 08:38

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •