Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 3 di 5 primaprima 12345 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 41 a 60 su 86

Discussione: Propulsione spaziale: dubbio sulla legge di azione e reazione

  1. #41
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito



    Quote Originariamente inviata da marcober Visualizza il messaggio
    la somma non cambia
    In altre parole stai confermando ciò che è certamente falso e cioè che l'energia che fa ruotare le mini turbine viene dal nulla, cioè free energy.

    Sulla base di questa conferma, (certamente falsa), il carrello non si muove neanche di un millimetro cioè rimane fermo come una statua.

    ------------------------------------------
    ------------------------------------------
    Se invece ipotizzo la verità, (cioè che l'energia che fa accelerare le turbine non viene dal nulla ma viene dalla spinta dell'acqua), la somma della forza contro la parete con la forza dei perni. dovrebbe essere MINORE del rinculo causato dalla pompetta idraulica.
    (p1+p2+parete) < rinculo

    Aluminum-Golden-DC-12V-Diesel-Submersible-font-b-Oil-b-font-Pumps-Water-font-b-Oil.jpg
    Sempre le mini turbine devono accelerare, quindi i getti d'acqua devono essere ad impulso, inoltre per rendere il sistema più efficiente. occorre frenare le mini turbine ad impulsi mediante 2 generatori elettrici.

    Serve un deviatore elettrico che collega il circuito elettrico alla pompetta idraulica oppure ai 2 generatori elettrici.

    Quando i generatori sono collegati, non deve essere collegata la pompetta, e viceversa, quando i generatori non sono collegati, la pompetta deve essere collegata.

    Un circuito elettronico provvederà a commutare continuamente, e anche a stabilire le tempistiche più convenienti.
    Ultima modifica di uforobot; 08-12-2015 a 12:58
    i peggiori nemici del fotovoltaico sono gli speculatori edilizi perché costruiscono alveari di 15 piani anziché case di zero piani.

  2. #42
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    ma che c'etra come alimenti la pompa... non stavamo solo parlando di azione e reazione?
    In tal caso la forza di reazione del lancio del liquido è pari a quella di reazione dell'impatto del liquido sulle partei del sistema, che siano turbine o una partee o il pavimento poco importa.
    Se pensi che una certa energia sia immagazzinata dalle turbine in movmento, sbagli..tale energia sara compensata dal fatto che quando fermi lancio acqua, per di fatto avrai una turbina che sta "frenando" un flusso, e tale aizone non sarà piu bilanciata dal "lancio" e quindi l'alstronave torna al punto di partenza.
    Lo stesso vale senza turbine..quando parte lancio si muove..qaundo lo fermi, ti riaccelera indietro con la stesa forza e quindi equivale a portarti dove eri partito
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  3. #43
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Uforobot, per favore LEGGIMI, ORA, provaci:

    1: pensa che hai il default del tuo sistema a TRE MOTORI che consumano energia: è PAZZESCO

    2: allora priva di motori a consumo i due sistemi a pale

    [i quali sono SBAGLIATI... il rendimento lo fornisce un pannello rigido]

    3: dunque hai INERTI i due rotori a pale

    Se ci sei rispondimi ora, ciao


    Per marcober: hehe...mi è difficilissimo leggerti comunque ci PROVO
    (vediamo adesso il tempo di risponderti e quanto prende per il mio cervello di meditazione)

    A) astronave è fuori luogo... non immagini cosa ci vorrebbe... peccato!

    B)
    la forza di reazione del lancio del liquido non è pari... essendo INERZIALE il GETTO

    perché ad esempio i lanciatori di getto recenti
    che accelerano o pressurizzano (o entrambi) è la metrica di getto che importa
    cioè se anche provi ad innaffiare i fiori e l'orto... con le pressioni normali...
    vicino il sistema che vuoi carezza mentre a 1 metro e più schiaccia
    (questo è REALE, è liquido + inerzia+ gravità)


    C) La reazione dell'impatto del liquido sulle parti del sistema:

    con 3 motori le due turbine a pale dovrebbero sincronizzarsi
    altrimenti il sistema non funziona e mai

    Dunque per uforobot occorre un controllo elettronico per una cazzata
    e anche se fosse il mio dire ora una cazzata...
    PERO' SI FAREBBE YAHOOO PERCHE' POI TROVIAMO IL CONTROLLO ELETTRONICO


    D) mentre in laboratorio di Fisica 1 e nell'
    https://it.wikipedia.org/wiki/Hovercraft
    l'ARIA del sistema ATMOSFERA FUNZIONA

    Chiudendo il sistema di uforobot si formano le TURBOLENZE
    https://it.wikipedia.org/wiki/Regime_turbolento


    E) l'energia potenziale delle turbine a pala e del lanciatore di getto
    in cui acqua o aria poco importa... sono sistemi critici e problematici
    dove i ricercatori come si è visto preferiscono le MASSE ROTANTI CON ECCENTRICITA'

    si comporta con consumare energia per il lavoro non solo di girare
    si ottiene un sistema stupido che consuma energia e ne produce ZERO!


    F) ZERO, cioè niente e nulla perché il
    https://it.wikipedia.org/wiki/Rendimento_meccanico
    Né lo si sa calcolare né interessa perché viviamo di SPRECO d'energia


    Per queste ragioni questo tema per uforobot (lo vuole gestire e tentare di vincere)
    è invece come una ennesima cazzata inutile!
    Perché visto quanti problemi ci sono direi che:

    è inutile scomodare turbine e valletti con mestoli
    oppure con accessori moderni super efficienti ... tecnologici... industriali...

    Per come trovare a forza di consumo che un carrello si muova
    con il problema era renderlo movimentato dal sistema sul carrello
    dato che il tema è la propulsione spaziale

    E se questo fosse per stare a Terra ripeto: manicomio! COSE DA PAZZI!


    Mentre ripeto: ci sono due soluzioni reali, possibili, ma per poi poca roba...

    la prima è studiare il riferimento storico
    del documento che ti ho detto di osservare:

    https://www.youtube.com/watch?v=aKWPht3fU-o
    video time: 30:09 in poi sino a concludere lo spezzone...

    INERTIAL PROPULSION come ricerca a trovare qualcosa o niente

    La seconda è cercare il motore primo ad auto-sostentamento
    per produrre tanta elettricità

    e dove il progetto ed effetto io l'ho pubblicato...
    ed è il sistema più facile da quando esiste ingegneria
    Ultima modifica di mostromagnetico; 08-12-2015 a 13:49

  4. #44
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Rilancio la discussione per metterla in rilievo
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)
    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)
    Perché il male trionfi è sufficiente che i buoni rinuncino all'azione (attr. Edmund Burke)

  5. #45
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao, il problema di uforobot mi pare sempre lo stesso:

    vuole portare un sistema in tensione per poi rilasciare la tensione meccanica

    caricata mediante motore
    convenzionale
    (prima stupidata, è pure fuori tema... qui si discute il controverso...)

    e con questo modulo realizzare un ciclo in cui qualche interazione
    possa infine replicare quanto è già stato realizzato

    Perciò ho detto INUTILE (sia il pensiero che le opere... magari alcune costruzioni... )
    invece pare che sia più consueto scrivere una paramatematica del sistema
    in modo forse di soddisfarsi ma non assolutamente soddisfare la ragione del discutere per il controverso

    Cosa ne pensi e cosa vi pare di aggiungere oggi ???

  6. #46
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da mostromagnetico Visualizza il messaggio
    Ciao, il problema di uforobot mi pare sempre lo stesso:

    vuole portare un sistema in tensione per poi rilasciare la tensione meccanica

    caricata mediante motore
    convenzionale
    (prima stupidata, è pure fuori tema... qui si discute il controverso...)

    e con questo modulo realizzare un ciclo in cui qualche interazione
    possa infine replicare quanto è già stato realizzato

    Perciò ho detto INUTILE (sia il pensiero che le opere... magari alcune costruzioni... )
    invece pare che sia più consueto scrivere una paramatematica del sistema
    in modo forse di soddisfarsi ma non assolutamente soddisfare la ragione del discutere per il controverso

    Cosa ne pensi e cosa vi pare di aggiungere oggi ???
    Io trovo invece intelligente l'idea di uforobot di utilizzare l'idea di una turbina per recuperare PARTE,ma forse mi sbaglio,forse tutta,non so,l'energia per muoversi nello spazio usando solo una "molla" che respinge due corpi in sensi opposti...

  7. #47
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da GabrieleCito Visualizza il messaggio
    recuperare l'energia per muoversi nello spazio.
    il problema è che non si muove
    Quindi anche se recuperi 100% (impossibile) di quello che spendi per il lancio..resti fermo e hai sprecato una certa % di energia...
    Come fa a sembrarti intelligente?
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  8. #48
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da marcober Visualizza il messaggio
    il problema è che non si muove
    Quindi anche se recuperi 100% (impossibile) di quello che spendi per il lancio..resti fermo e hai sprecato una certa % di energia...
    Come fa a sembrarti intelligente?
    Stavo per cancellare il messaggio. Comunque in teoria si può generare una spinta unidirezionale nel vuoto con delle masse. voglio dire,dovrebbe essere valido come concetto. ho un libro su quell'argomento. non dico però che si possa ottenerla"gratuitamente".non so

  9. #49
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    La trovo in'idea intelligente perchè accumulandosì un'energia nel rotore (che ruota appunto),la spinta non è più bilanciata e il movimento può esistere...

  10. #50
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    se tu sei su un carrello , entro una teca di vetro e spari con una pistola..il carrello per reazione rincula insieme ala pistola e a te che la tieni e al carrello che tiene te.
    piu è pesante il proiettile, piu rincula...se il proiettile pesasse come pistola+te+carrello...per un osservatore esterno proiettile e carrello si allontanerebbero alla stessa velocità.
    Poi pero quando proiettile (in assenza teorica di attriti con aria) arriva contro la parete della teca, tutta l'energia dello sparo la ritrasmette ala teca e al carrello, che quindi viene quindi fermato.
    In effetti sei andato avanti di un pochino...ma sicome sei nello spazio senza gravita non hai una energia geopotenziale diversa dalla posizione precedente..e siccome non c'è aria, non hai avuto attrito..quindi non hai speso energia per muoverti , per cui non si è creata e consumata alcuna free-energy..l'energia è solo necessaria per accelerare e fermarsi.

    Quanto sei avanzato? dipende da quanto è lungo il carrello (la teca) , quanto pesa il proiettile, a che velocità lo lancio (quantità di polvere da sparo).
    Siccome la navicella sarà ridotta, in pratica "sto fermo".

    Il fatto che il proiettile si schianti conto la parete in fondo..o nel tragitto faccia anche girare delle pale..non cambia sulle forze che il proiettile esercita nella direzione opposta allo sparo, che tutte sommate insieme (pale+fondo) sono = a quella dello sparo e fermeranno il moto.

    Affinche il moto sia continuo ..il proiettile non deve piu toccare la navicella..cioè essere lanciato fori dal sistema di riferimento che si vuole accelerare.

    Non vi è alcuna free energy, perche un movimento non accelerato nello spazio e senza gravita non richiede energia (questo in teoria, poi in pratica le cose sono diverse...penso per gravitazione comunque minima ma non zero..vento solare..presenza di una certa % di materia e quindi di attrito)

    In teroia ogni volta che lanciamo un missile nello spazio la tera frena un pochino...ma poi accelera quando rientra (se rientra)
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  11. #51
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da GabrieleCito Visualizza il messaggio
    La trovo in'idea intelligente perchè accumulandosì un'energia nel rotore (che ruota appunto),la spinta non è più bilanciata e il movimento può esistere...
    se ruota significa che una parte di liquido è passato avanti e sbattera sula parete..la forza sui perni rotori+forza su parete= forza della pompa=carrello si ferma appena fermo getto. e siccome turbine non recuperano 100% del'energia della pompa..prima o poi finisco il carburante..ma se ho un carburante, meglio che lo faccio esplodere in un razzo e spingo fuori della navicella i gas caldi e in espansione, che mi spingono avanti...e una volta che sono partito non devo piu fare nulla se non altre esplosioni per frenare..invece nel sistema "interno" devo continuare a lanciare acqua perche se smetto avro un momento in cui pompa spinge zero e dall'altro lato arriva ancora acqua, e questo ferma la navicella
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  12. #52
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Avendo working model o un simulatore qualsiasi e' facile fare la prova... io ho ragionato cos!. Invece di andare a scaricare completamente l'energia in una direzione e cosi pareggiare la spinta di azione esercitata sulla parete opposta al foro da dove esce l'acqua ,cioe a destra, parte della energia dell'acqua che andrebbe a compensare l'azione,viene accumulata in moto rotatorio,quindi ci sara' un movimento unidirezionale finche la turbina per inerzia gira. Quando andremo a frenare quella turbina anche il carrello si fermera'. Io cosi la vedo

    Tuttavia qui con me non ho working model...

  13. #53
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    E volevo sottolineare che NON ho mai detto che si viene a creare un energia gratuita.............!

  14. #54
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Gabriele ripeto, se tu aumenti la coppia del generatore calettato alle turbine, aumenti la spinta sull,albero che contrasta la spinta della pompa...se avessi coppia pari ala spinta, la turbina è ferma...man mano che cali la coppia , inizia a finire acqua sulla parete dietro le turbine e cala la coppia sugli alberi.

    L'energia spesa per lanciare acqua potrà diventare energia elettrica sul generatore dele turbine oppure calore nell'acqua che si schianta sulla parete dietro, poco importa..da qualche parte tale energia fornita ala pompa va dissipata....ma questo non incide sul fatto che il sistema si sposti.

    Nnella famosa astronave posso avere un acquario e far circolare acqua con una pompetta, mica si muove l'altronave...qui abbiamo la stessa cosa, solo che l'acquario si è rotto e l'acqua è ovunque.
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  15. #55
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Io considero le turbine solo come mezzo per assorbire e conservare l'energia cinetica dell'acqua (un volano)che altrimenti andrebbe a frenare il moto del carrello,sbattendo a piena potenza sul muro...
    Ultima modifica di GabrieleCito; 09-12-2015 a 22:06

  16. #56
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Concordo sul fatto con te che l'energia serve solo ad accelerare e frenare,ma mooooolto oltre lo spazio di un'astronave...

  17. #57
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ok, le turbine conservano (una parte) dell'energia consumata dalla pompa..ma questo non cambia sul fatto che astronave si muova o no. Perché più ne vuoi conservare, più coppia metti sui perni, e meno acqua va sul fondo..quindi cambia solo il bilancio di come conservi l'energia della pompa....se metti tanta coppia alle turbine, ottieni più energia cinetica e meno energia termica su acqua e parete di fondo....se lasci passare più acqua, meno energia alle turbine e più energia termica...la somma del'energia cinetica e termica sta pari al'energia fornita alla pompa...ma tutto cioè che importa? Sarebbe come dire che accendo una lampadina davanti ad un pannello fv dentro astronave e mi aspetto che era si sposti o meno...
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  18. #58
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Domani faccio una simulazione e vediamo chi ha ragione. Quanta energia serve virtualmente per mantenere in movimento un astronave? Circa 0... se assorbo la forza di reazione con un impatto diretto,singolo,istantaneo e l'azione agisce per un tempo piu lungo il mio libro dice che vince l'azione... domani simulo la cosa

    Cioe ieri ho provato con due palline di stessa massa e stessa altezza come punto di partenza e due piani inclinati di pendenza diversa...inizialmente l'aggeggio si muoveva dalla parte del piano inclinato meno inclinato perche il tempo di permanenza sullo stesso era maggiore...poi le sfere si scontravano e tutto andava frenando...ma se si trovasse un modo per far scontrare i proiettili e assorbire le energie antagoniste al movimento?

    Ps forse il contrario,non mi ricordo
    Ultima modifica di GabrieleCito; 09-12-2015 a 22:39

  19. #59
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    In un mondo ideale senza attrito ed efficienza 1 avresti una pompa che assorbe X per prelevare acqua a pressione 0 e spingerla a P 1 e dall'altra parte una pressione 1 assorbita da una turbina che la rilascia a zero producendo 1 di energia. Se la rilascia a zero , tutta la spinta dell'acqua è sui mozzi e dunque non hai nulla di non compensato , salvo il primo secondo quando inizi a pompare a non hai ancora acqua su turbina , che poi é compensato quando spegni pompa ma acqua arriva ancora su turbina (era già lanciata)... È tutto si equilibrio di nuovo.
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  20. #60
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Direi che su una astronave non c'è modo di realizzare un sistema ad impulsi di questo tipo.

    Cioè vincere sulla massa dell'astronave... non è nemmeno da discutere, è davvero strano ed assurdo!

    Attenti all'assurdità dove col motore che consuma poi passate ad altri dispositivi

    messi li nel sistema come a giocare col working model...

    Dovreste pensare a sistemi coerenti... la propulsione di questo tipo (motore primo interno in sala macchine)
    richiede solo di possedere molta energia prodotta internamente all'astronave
    per attuare il sistema di propulsione esterno (attuatore direzionale).

    Come si può direzionare un'astronave del futuro mediante il pensiero assurdo ?

    i colpi di rinculo sono monodirezionali...
    allora il disco volante gira il sistema a rinculo... ma dai... che cazzate immense... puah!

  21. RAD
Pagina 3 di 5 primaprima 12345 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Piemonte: un disegno di legge sulla semplificazione
    Da agente oso nel forum IDROELETTRICO
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 22-10-2013, 16:39
  2. Comunicazione e legge 115/2008 ... dubbio
    Da carlogen nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 07-03-2010, 11:48
  3. Attendiamo sviluppi sulla futura immaginaria propulsione
    Da Zedemel nel forum Ai Confini della Scienza
    Risposte: 20
    Ultimo messaggio: 18-05-2008, 11:28
  4. Dubbio sulla reazione di Lorenz
    Da gabryel81 nel forum Speciale M.E.G.
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 10-09-2006, 12:47
  5. Risposte: 123
    Ultimo messaggio: 13-01-2006, 13:02

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •