PDA

Visualizza la versione completa : MK12 motore a deviazione di flusso magnetico



Pagine : [1] 2

kekko.alchemi
05-11-2009, 13:39
il parallel path italiano
e le sue applicazioni


Dopo più di qualche mese di lunghe attese, eccoci dinuovo a parlare del motore a deviazione di flusso magnetico (motore di Flynn). Abbiamo fatto grandi progressi, migliorie e innovazioni e per questo il brevetto è stato d’obbligo.
Ciò che differisce dal motore di Flynn è innanzitutto lo spunto sulla partenza, infatti i motori di Flynn avendo una geometria “monofase” non riescono, se non in parte, a prediligere un senso di rotazione, per questo sulla partenza tendono ad avere un andamento irregolare (effetto tergicristallo). Flynn per ovviare a ciò, sulla sua geometria, e più in particolare sulle teste polari dello statore, ha pensato di fare un piccolo “dentino” per rendere “irregolare” il passaggio del flusso magnetico. Questo “dentino” infatti posto sull’estremità delle teste polari, tende a saturarsi e quindi a trasmettere sul rotore meno flusso rispetto all’estremità opposta, per questo il rotore tenderà ad avviarsi nella direzione dell’estremità senza “dentino” e cioè dove viene attratto con maggior flusso.

L’effetto di questa soluzione è che comunque non avremo mai un avvio deciso e violento come può essere in un brushless e in un qualsiasi motore trifase, ma avremo solamente un effetto ridotto della “indecisione” del verso di rotazione. Fra l’altro questo tipo di geometria ha il difetto di non avere la reversibilità del moto del rotore in quanto il rotore tenderà ad avviarsi sempre nello stesso senso. Se volessimo poi forzare il rotore a girare in senso opposto, avremo che il motore una volta avviato avrà una resa inferiore dovuta alla saturazione locale del “dentino”.

La nostra idea invece per risolvere il problema dello spunto è quella di sfasare tre rotori sul medesimo asse avente ognuno una sfasatura di 4 gradi. I tre statori sono invece allineati e paralleli fra di loro. Questo ci permette di avere un motore Trifase e di non avere quindi nessun tipo di problema sullo spunto e sulla reversibilità del moto. Grazie a ciò abbiamo la possibilità di sostituire qualsiasi motore elettrico con l’MK12 senza incorrere in nessun tipo di problema di incompatibilità.

Un'altra miglioria che abbiamo apportato è il maggior rapporto peso potenza. Ciò consiste nello sfruttare al meglio la (volume) di lamierini ferromagnetici presenti sul motore. Una regola fondamentale da seguire è il rapporto fra le aree polari statoriche e le aree polari del nucleo dove è avvolta la bobina. Tale rapporto a differenza di come si pensi, effettuando simulazioni e prove con il parallel path, deve essere rigorosamente di 1:1, e cioè la grandezza dell’area polare del nucleo della bobina deve essere uguale a quello delle teste polari dello statore. Flynn, preferisce invece avere un rapporto fra le aree polari statoriche e quelle del nucleo bobina di 2 : 1. Questa decisione di rapporto 2 : 1 scaturisce da un analisi fatta con dei software ad elementi finiti, e quindi un analisi fatta su un modello statico. In effetti queste analisi sembrano confermare che avendo un rapporto di 1 : 1, le aree polari statoriche tendono alla saturazione e quindi al mancato passaggio di tutto il flusso magnetico a disposizione. In realtà questa condizione è vera solamente a livello statico, infatti in un parallel path abbiamo che la forza di attrazione di un magnete risulta quadruplicata sulle teste polari. Ciò significa che abbiamo un flusso circa doppio a quello del singolo magnete e della bobina avendo bisogno quindi per forza di cose di un rapporto di 2 : 1. Questa condizione è però valida solamente se il modello risulta statico, infatti sarebbe impossibile ottenere in un modello dinamico, un flusso doppio a quello generato dalla bobina. Ciò significherebbe che generando un flusso di 0,5T ad una frequenza di 100 Hz, ci ritroveremo sulle teste polari un flusso di 1 T sempre a 100 Hz. Ma ciò è praticamente impossibile in quanto la forza (flusso) per lo spostamento (100 Hz) determina un lavoro. E ciò vorrebbe dire che otterremmo più lavoro di quello che “immettiamo”, per questo il rapporto deve essere assolutamente di 1 : 1, in quanto il flusso generato dalla bobina è esattamente quello che troveremo sulle teste polari. Non bisogna lasciarsi ingannare dai modelli statici in quanto in essi il parallel path può essere paragonato ad una leva, dove ponendo un peso X si riesce a sollevare un peso più grande in proporzione alla leva, ma il lavoro speso e compiuto è lo stesso in quanto avremo spostamenti diversi dei due pesi.

Il vantaggio che si ottiene dal parallal path inserito in un modello dinamico è la minor strada che il flusso della bobina deve fare per arrivare sul rotore, in quanto il flusso presente sul rotore è quello Deviato dalla bobina. Il vantaggio di questa applicazione è oltretutto che la bobina non risente delle perdite di flusso presenti quando il rotore viene frenato applicando un carico, in quanto la bobina risente solamente delle forze elettromotrici inverse che compiono effettivamente lavoro utile. Il flusso disperso e che quindi non compie lavoro, è quello dei magneti permanenti. In virtù di quanto detto l’MK12 riesce a mantenere rese elevate sopra il 90% in qualsiasi tipo di condizione di carco, a differenza degli altri motori elettrici che hanno invece un picco di rendimento limitato al loro range di utilizzo.

kekko.alchemi
05-11-2009, 13:42
Il motore è dimensionato per lavorare con un flusso di 1,7 T nei nuclei e nelle teste polari. Grazie a quanto spiegato sopra le perdite del lamierino non vanno ad influenzare la resa finale del motore, che anche lavorando al limite della saturazione risulta essere superiore al 90%, resa misurata facendo il rapporto fra l’energia meccanica disponibile sull’asse, e l’energia elettrica in ingresso prima dell’inverter.

I magneti utilizzati sono al neodimio, che mantenendo invariata la loro rimanenza fino a 150 °C riescono ad avere un flusso di circa 1,42 T. Per poter portare i nuclei a 1,7 T concentrando il flusso dei magneti, si hanno a disposizione due soluzioni, una di queste due è quella di aumentare la superficie del magnete. Per fare ciò si è però costretti ad aumentare significativamente anche la superficie di appoggio del magnete dovendo aumentare la dimensione e quindi il diametro del motore. Di conseguenza si va ad aumentare il peso ed il volume del motore a scapito del rapporto peso potenza. Per ovviare a ciò abbiamo progettato dei magneti a sezione circolare (spicchio di torta), così facendo abbiamo sottratto ferro al motore sostituendolo con il magnete che è quindi aumentato in termini di volume e superficie presentando una forza di attrazione assai maggiore. Utilizzando questa soluzione abbiamo potuto alleggerire il motore in termini di quantità di ferro lasciando invariato il diametro e potendo però portare i nuclei a 1,7 T.

Anche le bobine sono state modificate rispetto a quelle utilizzate da Flynn e a quelle derivate dai modelli statici. La bobina deve generare un flusso di 1,7 T e per fare ciò va dimensionata in modo completamente diverso dai motori di Flynn. Deve essere molto più grande e la cosa fondamentale è che deve generare un flusso pari a quello dei magneti. Anche i Kg di tiro della bobina devono essere gli stessi di quelli del magnete, questo per rispettare il principio spiegato sopra. Il nucleo della bobina è stato modificato in modo da risultare più voluminoso sia come spessore, sia come spazio per alloggiare il filo, inoltre lo spessore finale dell’avvolgimento di filo deve avere uno spessore pari a quello del nucleo dove è avvolto. Infine per facilitare la costruzione e rendere la bobina avvolgibile con le bobinatrici da trasformatore abbiamo fatto il nucleo ferromagnetico completamente dritto come quello di un trasformatore classico. Ciò rende ancora più semplice la costruzione del motore, lasciando inoltre inalterate le prestazioni. Per diminuire il coefficiente di ingombro dell’avvolgimento delle bobine, abbiamo preferito usare una piattina piuttosto che un classico filo tondo, questo ci permette di avere meno aria nell’avvolgimento e di aumentare quindi la quantità di rame del solenoide, facendo aumentare significativamente la resa della bobina e il flusso a disposizione. Se infatti l’avvolgimento fosse stato un blocco unico di rame sarebbe pesato circa 310 gr, utilizzando un filo tondo siamo arrivati a circa 230 gr, con la piattina a circa 290 gr.

Un altro problema non affrontato da Flynn è il flusso magnetico che fuoriesce inevitabilmente dalle teste polari statoriche esterne al motore. Utilizzando delle flange in alluminio si vanno a creare delle correnti parassite che oltre a dissipare potenza utile, mandano letteralmente a fuoco le flange. Questo perché la flangia deve poggiare per forza sulle teste polari esterne per dare robustezza al motore stesso e dissiparne il calore, cosa però non possibile visto il calore generato dalle stesse flange. Ciò oltre a dare problemi di calore, fa diminuire anche la resa di parecchi punti percentuale, perché il calore, generato dal cortocircuito delle correnti parassite nelle flange, va a sottrarre potenza al motore. Per risolvere questo problema, senza dover ricorrere all’acciaio inox 316 (amagnetico), che presenta un costo di produzione elevatissimo specie per flange di elevato diametro, abbiamo scelto di utilizzare flange in grafite sinterizzata. La grafite sinterizzata ha la caratteristica di pesare molto poco, ancor meno dell’alluminio e di presentare una resistenza alla compressione elevatissima, si parla di circa 1 tonnellata a cm3. Abbiamo così sviluppato una flangia dove le forze distribuite, siano prevalentemente di compressione. La grafite ha inoltre un costo molto basso, poco più dell’alluminio comprandolo da privati quindi non all’ingrosso, è completamente amagnetico, riesce a dissipare molto bene il calore, grazie alla sua struttura cristallina smorza ogni tipo di vibrazione e rumore, conferendo all’MK12 silenziosità e basso contenuto di vibrazioni. Questo materiale è inoltre ecologico, in quanto è carbonio puro, e quindi non necessita di processi industriali di estrazione come per la bauxite.

La trovata della grafite ci ha permesso di migliorare ancora di più le prestazioni finali del motore, potendogli così associare la definizione di motore perfetto, dove la resa costante, la coppia, il rapporto peso potenza, il basso costo dei materiali e della realizzazione sono le sue armi vincenti, dove nessun motore di pari prestazioni può competere.
Per ora stiamo sviluppando un prototipo monostadio da 2 KW per testarne le prestazioni, il prototipo gemello a questo sviluppato seguendo i disegni di Flynn aveva una potenza di circa 380 W. Successivamente svilupperemo il tristadio da 6 KW, il motore trifase che risolve i problemi di spunto.

L’ MK12 è ormai realtà speriamo solamente di trovare la persona giusta che creda in questa nuova tecnologia che rivoluzionerà il mondo dei motori elettrici.


Saluti Kekko!

_

mac-giver
05-11-2009, 14:27
na faticaccia per trovare la sezione dove metterlo:bored:

cmq dai disegni e dai progetti si passa ai fatti..

lo statore!

che bobbine ignoranti eh?

mac-giver
05-11-2009, 14:50
le flange:spettacolo:

ifftb
05-11-2009, 16:16
Che dire...........

Per chi vi ha seguito con interesse e passione fin dall'inizio, quella di oggi è una data da annotare sul calendario. :)

Davvero non ho parole per esprimervi la mia ammirazione.

michylee
05-11-2009, 16:41
Ma...emette già dei versi, la neonata creatura?

Video, video, video, video... :spettacolo:
:bye1:Dajeeeeeeeeeeeeeeeee che siam curiosi!!!

ZOLY
05-11-2009, 16:47
complimenti per la realizzazione..... aspettiamo solo di vederlo applicato su soluzioni commerciali...

ma la centralina è rimasta un punto critico o avete fatto migliorie e/o semplificazioni?

mac-giver
05-11-2009, 16:52
complimenti per la realizzazione..... aspettiamo solo di vederlo applicato su soluzioni commerciali...

ma la centralina è rimasta un punto critico o avete fatto migliorie e/o semplificazioni?

semplificata al massimo! kekko vi darà i dovuti ragguagli tecnici..

è stata una continua battaglia contro i picchi ma alla fine..:spettacolo:

per quanto riguarda il ruggito.. pazientate un pochino perchè le foto sono fresche fresche di giornata, quindi il motore va ancora assemblato.. e quindi poi sarete testimoni della suo primo vagito(o ruggito)..

dajeeeeeeeeeeeeee:spettacolo:

francescoG1
05-11-2009, 18:50
vorrei sapere fino a quale valore di carico(tipo in percentuale) è possibile mantenere quel rendimento di 90% (tende a zero con il diminuire dei giri).

mac-giver
05-11-2009, 20:24
appena li faremo posteremo tutti i risultati dei test..

per il momento posso dirti che ha un comportmento molto simile ad un trasformatore di corrente.

fino al punto di potenza max per il quale il motore è stato concepito..

dopo comincia a "sbragare"

se il motore ha 2kw di potenza nominale fino a quel valore partendo da 0 avrà sempre un andamento lineare per quanto riguarda il rendimento.. come appunto un trasf. di corrente..

ma questo ha una marcia in più sullo spunto.. con partenza da fermo non prenderà mai di più della sua potenza nominale.. anzi...:bye1:

kekko.alchemi
05-11-2009, 20:37
Grazie a tutti per i complimenti, per la centralina è un altro capitolo a parte, potrei scrivere altre due pagine piene, ma i legali mi hanno detto che siccome anche per quella, andrà fatto un brevetto, per ora posso solo dirvi che sono riuscito a eliminare la formazione dei famosi picchi di lenz, riducendo al minimo i componenti. La centralina è composta solamente da un encoder, un processore, driver e finali. La soluzione sta tutta nel software e nel pilotaggio delle bobine. Non preoccupatevi non appena potrò, posterò tutto quanto!!

eroyka
06-11-2009, 08:59
Ragazzi...
che dire c'è davvero da inchinarsi davanti a tanta bravura, costanza, fiducia e coraggio.
Siete davvero persone speciali e non solo tecnicamente ma anche moralmente.
Speriamo tutti che il motore diventi un nuovo capitolo per i veicoli elettrici e che voi abbiate tanta fortuna. Noi vi siamo vicini e cercheremo di aiutarvi come possiamo.

Invito tutti a vedere i video ripresi solo 1 anno e mezzo fa quando esisteva solo il "motorello" su youtube: YouTube - Kanaal van energeticambiente (http://www.youtube.com/user/energeticambiente) che progressi!!! Ma le basi c'erano già tutte!!

Un grandissimo saluto e... Dajeeeee!!!!

Roy

sandro-meg
06-11-2009, 10:00
Complimenti anche da parte mia sia per la realizzazione sia per la condivisione del progetto.
E' questo lo spirito giusto che puo'portare, forse ad un giorno non troppo lontano, alla meta ambita che ha mosso la sezione e il vostro impegno.
Bravi veramente e anch'io mi associo al....
DAJEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!

capper
06-11-2009, 14:19
E pensare che tutto è iniziato alzando un termosifone.....

Elisha
08-11-2009, 01:15
Congratulazioni eccellenti progressi.

Mac - Kekko, possiamo dire che un grosso motore? e se questo progetto funziona 0-2000 watt? o solo per il 2000 watt?

Dercosi
08-11-2009, 11:10
Salve, ho seguito poco questa storia ed ho qualche dubbio sull' avere capito o meno.
Mac e kekko, in questa nuova discussione avete scritto di rendimenti al 90% dell' MK12, cio' vuol dire che immettiamo energia come in un qualsiasi motore ma avendo un migliore rendimento?
Nel primo video dimostrativo, nel motore entrava enegia elettrica per 12W mi sembra, ed il resto lo fornivano i magneti permanenti, in questo caso avreste costruito un motore "overunity".
Ciao.

btbbass
08-11-2009, 12:16
Grandissimi!!


A quando la prima 500 con l'MK12?
:bye1:

pancia 37
08-11-2009, 17:02
Piu grandi di cosi è impossibile ......un dajeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee eeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee di cuore ragazzi , siete speciali voi , per questo è venuto un lavoro speciale , grandi e non fermatevi mai , spero presto potere guidare qualcosa con i vostri motori , forse si entrerà per la prima volta nella vera era dell risparmio .dajjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjeeeeeeeeeeeeeeee ee

lasvoltaesiste
08-11-2009, 19:48
Complimenti per l'MK12 e avanti con la svolta...

arpagone
09-11-2009, 12:25
A quando un cinquino elettrico con parallel path in kit di montaggio ?
Cinquino (http://www.eurozev.org/Cinquino.htm)

http://crisis.blogosfere.it/2009/09/cinqino-elettrico-20.html

Magari al posto del pacco batterie , si potrebbero inserire le bombole di idrogeno prodotte con l'elettrolizzatore ACTA ,
http://www.energeticambiente.it/vetrina-commerciale-rinnovabili/14721889-acta-energy-presenta-il-nuovo-elettrolizzatore-domestico.html
Con relative fuel cell.

mac-giver
09-11-2009, 22:17
daje daje quasi finito.. viene uno spettacoloo..:spettacolo:

mac-giver
09-11-2009, 22:21
la grafite si presta benissimo.. la si deve solo maneggiare con cura..ma la leggerezza è impressionante... è più leggera dell'alluminio..

ho già predisposto l'attacco dell'encoder.. domani riapriamo il motore e lo affoghiamo all'interno di resina termoconduttiva.. daje dajeeeeeeeeeeeee

mac-giver
09-11-2009, 22:48
A quando un cinquino elettrico con parallel path in kit di montaggio ?
Cinquino (http://www.eurozev.org/Cinquino.htm)

cinquino elettrico 2.0 - Crisis (http://crisis.blogosfere.it/2009/09/cinqino-elettrico-20.html)

Magari al posto del pacco batterie , si potrebbero inserire le bombole di idrogeno prodotte con l'elettrolizzatore ACTA ,
http://www.energeticambiente.it/vetrina-commerciale-rinnovabili/14721889-acta-energy-presenta-il-nuovo-elettrolizzatore-domestico.html
Con relative fuel cell.

wow, veramente complimenti per le realizzazioni..per quanto riguarda l'idrogeno non ne sono così convinto dell'efficienza finale della trasformazione.. mi spiego.. per me non ha senso usare l'elettricità per fare l'idrogeno(resa dell'elettrolizzatore?) per poi rimettere l'idrogeno nella fuel cell(resa della fuel cell?) per riavere l'elettricità.. alla fine o dall'enel(0,2 eur a kw) o dal fotovoltaico carico direttamente le batterie( resa 99%) e viaaa!! non è meglio?? poi i costi della fuel cell e del super elettolizzatore?

la mia bici elettrica ha 1,2kw di batt(semplici nimh) con un "pieno" visto che il motore è bel dimensionato faccio 90Km a 35kmh di media in pianura.. se andassi a 25 come da codice farebbe oltre i 110km con 0,3 eur di corrente.. ma chi ti dà di più??:preoccupato:

per quanto riguarda le percorrenze, questo motore che stiamo mettendo a punto promette spunti terrificanti con 1/3 del suo valore nominale di potenza massima.. signica che un motore da 6 kw nominali allo spunto non si prenderà mai più di 2 kw... a meno che non vogliamo trinciare i semiassi:spettacolo:

quindi immagina nel traffico pieno di semafori e stop and go continui.. la "media del rendimento" lo fa stravincere su tutti i motori concorrenti.. poi si sa, in pianura con un filo di "gas" tutti quanti rendono tanto.. con il motore a PP è come avere una macchina che in città fa 30km con un litro e in autostrada uguale....:wub2:

arpagone
10-11-2009, 11:15
wow, veramente complimenti per le realizzazioni..
Non sono mie realizzazioni , ma le vorrei realizzare , complimenti per il vostro ingegno capacità e tenacia , fuori dell'ordinario .


per quanto riguarda l'idrogeno non ne sono così convinto dell'efficienza finale della trasformazione.. mi spiego.. per me non ha senso usare l'elettricità per fare l'idrogeno(resa dell'elettrolizzatore?) per poi rimettere l'idrogeno nella fuel cell(resa della fuel cell?) per riavere l'elettricità.. alla fine o dall'enel(0,2 eur a kw) o dal fotovoltaico carico direttamente le batterie( resa 99%) e viaaa!! non è meglio?? poi i costi della fuel cell e del super elettolizzatore?

In effetti se ne perde un pò per strada , ma vuoi mettere la soddisfazione di staccarti definitivamente dall'enel e dal petrolio , senza inquinare nulla , insomma senza fare affidamento su nessuno .In questo contesto il vostro motore , e le sue applicazioni pratiche , è un anello imprenscindibile .
Se non hai un accumulo di elettricità o di gas , come la produci ,in proprio, l'energia necessaria alla carica delle batterie ?
Devi poter contare solo su te stesso .
I costi della fuel cell e delle bombole sono ancora il tallone di achille della situazione .Ma la cosa strana è che dagli 70 (houston abbiamo un problema) ad oggi le fuel cell sono praticamente rimaste ferme , come sviluppo , sopratutto per quanto riguarda i costi finali.
0.2 cent /kwh non significa nulla è solo economicità fittizia .


per quanto riguarda le percorrenze, questo motore che stiamo mettendo a punto promette spunti terrificanti con 1/3 del suo valore nominale di potenza massima.. signica che un motore da 6 kw nominali allo spunto non si prenderà mai più di 2 kw... a meno che non vogliamo trinciare i semiassi:spettacolo:

quindi immagina nel traffico pieno di semafori e stop and go continui.. la "media del rendimento" lo fa stravincere su tutti i motori concorrenti.. poi si sa, in pianura con un filo di "gas" tutti quanti rendono tanto.. con il motore a PP è come avere una macchina che in città fa 30km con un litro e in autostrada uguale....:wub2:
Avere uno spunto eccezzionale è sicuramente importante , ma è nulla rispetto alle zero emissioni , sia rumorose che inquinanti è questo il punto principale per me ,unito alla resa eccezzionale che promettete ...:spettacolo:
Con un piccolo potenziometro si potrà variare lo spunto iniziale ?
Del tipo : partenza dà formula uno , oppure normale ?
Sempre se ne costruirete uno dà montare su una piccola auto .:bye1:

mariomaggi
10-11-2009, 14:28
mac-giver,
avete fatto un ottimo lavoro, non serve aggiungere considerazioni come

per quanto riguarda le percorrenze, questo motore che stiamo mettendo a punto promette spunti terrificanti con 1/3 del suo valore nominale di potenza massima.. signica che un motore da 6 kw nominali allo spunto non si prenderà mai più di 2 kw....
Quasi tutti i motori specifici per autotrazione prodotti oggi rispettano gia' questa caratteristica, non vedo la novita'.
Ciao
Mario

P.S: se serve visibilita' nell'ambiente della trazione elettrica, ricordati che EnergeticAmbiente avra' lo stand a Velexpo Ticino, da giovedi 12 a domenica 15.

mac-giver
10-11-2009, 20:26
mac-giver,
avete fatto un ottimo lavoro, non serve aggiungere considerazioni come
.
Quasi tutti i motori specifici per autotrazione prodotti oggi rispettano gia' questa caratteristica, non vedo la novita'.
Ciao
Mario

P.S: se serve visibilita' nell'ambiente della trazione elettrica, ricordati che EnergeticAmbiente avra' lo stand a Velexpo Ticino, da giovedi 12 a domenica 15.

b'è.. il motore del vectrix che da 6kw nominale allo spunto prende 20kw non è così risparmino.. specialmente nello stress dei finali che fanno boomm..

si interessante la cosa dello stand.. ne terremo conto grazie!

mariomaggi
10-11-2009, 22:45
mac-giver,

l motore del vectrix che da 6kw nominale allo spunto prende 20kw non è così risparmino.. specialmente nello stress dei finali che fanno boomm..
a parlar male degli altri non si aumenta la propria reputazione, non pensi? A parte il fatto che dubito sulla potenza che affermi essere di 20 kW, se una elettronica non e' realizzata in modo adeguato si guasta, e la ditta ne soffre, fino a fallire.
Credo che altre parole sulle prestazioni dell'MK12, a questo punto, siano inopportune. Quando avrete fatto le prove, ne riparleremo.
Buona continuazione, Mario

lasvoltaesiste
10-11-2009, 23:23
tutti a Milano il 20 novembre per il convegno "Eppur si fonde". IO CI SARO'. Buona notte.

mac-giver
11-11-2009, 07:59
mac-giver,

a parlar male degli altri non si aumenta la propria reputazione, non pensi? A parte il fatto che dubito sulla potenza che affermi essere di 20 kW, se una elettronica non e' realizzata in modo adeguato si guasta, e la ditta ne soffre, fino a fallire.
Credo che altre parole sulle prestazioni dell'MK12, a questo punto, siano inopportune. Quando avrete fatto le prove, ne riparleremo.
Buona continuazione, Mario

mario, non ho parlato male, ho solo parlato dei fatti veri e comprovati dai fatti successi.. che poi tu confermi, l'elettronica del vect, non è adeguata, infatti ha avuto problemi di centraline esplose, bruciate, ecc.. per quanto riguarda gli spunti è un'altra verità.. la centralina era stata progettata per 110V 200A , quanto lo spunto massimo del motore.. ma essendo i finali da "soli" 300 A puoi capire come stà al limite..per non parlare delle batterie e del suo caricatore.. caliamo un vielo pietoso:cry:

e come giustamente hai detto tu la ditta di tutte queste cose infatti ne ha sofferto fino a chiudere..

le considerazioni sull' MK12 saranno sempre comparative con altri motori, perchè quando ti chiedono, ma cosa ha di speciale questo motore in confronto agli altri? (domanda più frequente) uno deve tenere presente tutti i difetti degli altri che questo motore va a compensare..:bye1:
,

eroyka
11-11-2009, 08:17
Ciao,
condivido quanto detto da mac. In particolare per quanto riguarda l'efficienza costante del motore a PP penso che nessun'altro motore elettrico possa vantare una tale prestazione. Sbaglio?
Mario, non essere così... negativo, in fondo fino ad ora hanno lavorato bene e con costanza e i risultati man mano stanno arrivando. Se ancora il motore non è perfetto lo perfezioneranno nel tempo.
Comunque è giusto rimanere con i piedi per terra e postare solo dati esatti e comprovati.
Un saluto a tutti.
Roy

francescoG1
11-11-2009, 12:42
mc-giver avete delle curve caratteristiche ottenute con simulazioni???se si vorrei vederle;anche dimensioni e peso;
grazie.

kekko.alchemi
13-11-2009, 02:52
Oggi l'MK12 ha cominciato a ruggire!! Per ora gli abbiamo tirato circa 1000 W e non vuole saperne di frenarsi, ha una coppia assurda... Sabato andremo con i 2000 W, sperando di non mandare a fuoco nulla :p

Saluti kekko

lasvoltaesiste
13-11-2009, 15:38
questo nuovo tipo di motore collegato ad una pompa idrosonica sarebbe uno spettacolo...caldaie idrosoniche (già in commercio) a consumo bassissimo....ovvia non mi ci fate pensare che mi emoziono....

lasvoltaesiste
13-11-2009, 15:40
per non pensare delle auto ad aria compressa. Aria a sua volta prodotta con tale motore elettrico...o a idrogeno.....Che bello sarebbe il mondo.

l'aria compressa intendo il motore dell'ingegner Di Pietro in Australia.

mac-giver
15-11-2009, 20:39
oggi abbiamo tenuto il mostro sotto torchio per due ore a 1,6kw non ri è rotto nulla.. le flange tengono alla grande.. la grafite fa un lavoro egregio.. dissipa il calore e non si deforma manco morta.. per trovare la sua max potenza nominale dobbiamo fare alcune cosette.. dajeeeeee

mac-giver
17-11-2009, 00:13
ho dovuto costruire un freno ignorante.. questo reggerà tutta forza del mostriciattolo:spettacolo:

daje e sempre dajeeee

rbarba
17-11-2009, 13:22
Mi accodo alla fila di chi vi fa i complimenti.

Grandi.

C'è ancora la possibilità di inviare un contributo?

mac-giver
17-11-2009, 15:36
Mi accodo alla fila di chi vi fa i complimenti.

Grandi.

C'è ancora la possibilità di inviare un contributo?

certo, con un enorme ringraziamento, anche perchè stiamo sotto un treno, i fondi dell'università sembrano sempre lontani, anche se promessi..ma capite il periodo:bored:

per i contributi chiedi a roy.. è lui che gestisce la cosa..

super grazieeee:wub2:

ps: per chi pensa che ora che abbiamo protetto il nostro lavoro non abbiamo più diritto ad un aiuto, ricordo che noi di soldi ne abbiamo solo rimessi e i vari contributi che ci sono arrivati abbiamo sempre fatto vedere come li abbiamo spesi.. e se un giorno questo motore dovesse diventare un successone il merito è anche vostro di chi ci ha aiutato volontariamente con il solo e unico scopo di aver aiutato una causa nobile.. e tranquilli che noi ricchi non ci diventeremo mai..e se mai dovesse succedere aiuteremo altri progetti ad andare avanti..:bye1:

arips: non dimenticatevi di aiutare anche i ragazzi della romagna che anche se un pò "lentini" stanno facendo un ottimo lavoro..

Zebiran
17-11-2009, 21:26
Nikola Tesla aveva ragione quando diceva che il flusso magnetico non è totalmente utilizzato o sottoutilizzato, speriamo che da il prototipo venga fatta commercializzazione su macchine elettriche che da quello che so non sono molto performance come rendimento.

Complimenti da Zebiran :spettacolo:

sugo76
17-11-2009, 22:19
COMPLIMENTI veramente!!
Chi la dura la vince.

Vi ammiro tanto.
Sugo

BucciLuciano
21-11-2009, 02:31
Voglio farVi i miei complimenti !
Siete fantastici !

ho fatto 2 giorni di fila l'alba per riuscire a leggere tutti i vostri post ^_^

:spettacolo: se un giorno farete una presentazione ufficiale voglio esserci in modo da poter stringere la mano a due mitici super-uomini :)

un caloroso saluto !
a presto

carlofds
21-11-2009, 16:11
Buona sera, scrivo per chiedere a qualcuno una sintesi di tutto questa fantastica storia che ad oggi approda alla costruzione dell'mk12. Non mi intendo di elettromagnetismo ma mi sono appassionato come ad un film !
unico problema ( mi sembra di essere mia nonna!) che non ho capito cosa fa questo motore di rivoluzionario rispetto agli altri. Prometto di studiare com'è fatto con calma ma vi prego qualcuno si preoccupi di sintetizzare la storia ... dal motore di flynn ad oggi.
Ps vi ringrazio comunque per l'avvincente serata che mi avete fatto passare ieri e della rinnovata fiducia in questo blog !
mandi
carlo

mac-giver
21-11-2009, 18:31
ciao carlofds.. per una sintesi chiara ci vorrebbe un divulgatore come zichichi:)<o></o><o></o>
non è facile,perchè bisognerebbe fare il confronto con uno per uno tutti i motori elettrici esistenti.<o></o>
da quelli a spazzole agli sincroni dai brushless a quelli a riluttanza magnetica.. è un'impresa.. perchè bisognerebbe conoscere a fondo tutte le tipologie di motori elettrici esistenti e in quali campi di applicazione vengono utilizzati..<o></o>
<o></o>
per autroazione ce ne sono un tipo, e poi anche a secondo del tipo di veicolo anche un altro tipo..<o></o><o></o>
diciamo che questo motore li racchiude un pò tutti quanti.<o></o><o></o>
perchè sotto certi aspetti assomiglia ad un brushless per quanto riguarda la presenza di magneti sullo statore e sul controllo della fase,<o></o>
ma poi il rotore è privo di avvolgimenti e qui non è più un brushless ma ha un rotore simile ad un passo passo, anche per il tipo di alimentazione ad impulsi sequenziali, ma i motori passo passo sono adatti per i controlli di movimenti meccanici ben precisi non per rotazione continua e sotto carico, anche perchè i motori a passo non hanno un grande rendimento, dopo pochi min di funzionamento si scaldano parecchio, mentre questo qui no<o></o>
<o></o>
la deviazione del flusso sul rotore è ottenuta tramite un cambio di riluttanza che avviene nello statore, che fa chiudere il flusso sul rotore, allora qui è possibile paragonarlo ad un motore a riluttanza! Ma anche qui non è così.. nei motori a riluttanza non ci sono i magneti permanenti.. in questo si..<o></o>
i motori a riluttanza sono pilotati in frequenza,( come anche i brushless) questo qui no.. i motori a riluttanza non hanno neanche loro un super rendimento, e nel caso si applica una brusca coppia di lavoro tendono a perdere il "passo"nell mk12 si trincia l'asse ma il passo non lo perde..<o></o><o></o>
per quanto riguarda il pilotaggio in questo è solo una questione di software, la centralina quindi è ridottissima nelle dimensioni, gli inverter degli altri motori hanno dimensioni molto maggiori per la loro complessità,<o></o><o></o>
alla fine non è paragonabile a nessun motore elettrico esistente..<o></o><o></o>
la differenza che abbiamo in confronto al flynn è il rapporto pesopotenza e la coppia di spunto..<o></o><o></o>
il rapporto pesopotenza l'abbiamo risolto attraverso un dimensionamento polo-bobina-magnete rivisto e corretto..(al meglio:) )<o></o><o></o>
e la coppia di spunto, attraverso l'accoppiamento di un asse con tre rotori sfasati di un tot di gradi ( a secondo la sua geometria si decidono i gradi di sfasamento) in questo modo il motore può avviarsi anche con il rotore bloccato dando degli impulsi di corrente di molti meno watt rispetto alla potenza nominale del motore..<o></o><o></o>
e qui che c'è il punto di forza del motore.. è qui che il PP si comporta come conosciamo in statica.. piccoli impulsi per smuovere una montagna.. con pochissimo calore dissipato..<o></o><o></o>
puoi bloccare il rotore se vuoi ,parlo di questo mk12 , con 8 A e 12 V fissi.. in continua che neanche con una prussiana riesci a schiodare il rotore.. ma tutto questo senza che vada a fuoco.<o></o><o></o>
se provi a bloccare qualsiasi rotore con una certa coppia sia nei motori a passi che nei brushless ci sarà se lasci attaccato il tutto una cottura veloce e inesorabile.<o></o><o></o>
e tutto questo si traduce quindi anche in coppia di spunto.. immaginiamo il nostro veicolo fermo..<o></o><o></o>
per tutti i motori l'avvio e la fase più critica..<o></o>
per i motori a scoppio dobbiamo alzare i giri del motore e agire sul cambio..<o></o><o></o>
con i motori elettrici abbiamo controller sofisticati che danno gradualmente la corrente al motore( che è sempre tanta, come minimo un terzo della sua potenza nominale per fare avviamenti mooolto graduali) per farlo avviare, ma in quel momento il rendimento del motore è prossimo al 5%.. devo dare 2 kw di corrente per iniziare il moto..(motore da 6 kw)<o></o><o></o>
con mk12 se diamo 2 kw di corrente allo spunto(sempre con potenza nominale di 6 kw) succede uno sbraang terribile con attoriciagliamento asse, ipotizzando quindi una guida cittadina con tatti stop and go, possiamo capire i vantaggi nei termini di rendimento MEDIO alla fine del tragitto in confronto all'altro motore..<o></o><o></o>
per non parlare poi della costanza del rendimento anche nei regimi sotto nominali e anche sopra.. la curva del rendimento apparirà quasi piatta..<o></o><o></o>
non so se sono riuscito a farti capire più o meno i vantaggi di questo motore che sfrutta la "leva" del PP.. il principio di funzionamento lo rende performante anche per motori di piccole dimensioni(100-1000watt) cosa che in tutti gli altri questo viene meno.. per gli asincroni dobbiamo arrivare a potenze enormi per arrivare a rendimenti del 90% qui con un motore da 1 kw fatto in casa già siamo su quei rendimenti..<o></o><o></o>
la semplicità costruttiva.. avendo gli avvolgimenti NON IN CAVA e non curvi, possiamo avvolgere le bobine come in un comune trasformatore, utilizzando anche le piattine in rame che danno un maggior coefficiente di riempimento e quindi un rendimento migliore..<o></o><o></o>
avendo un rotore privo di avvolgimenti non abbiamo problemi a salire di giri anche per le grandi potenze..qui praticamente non ci sono limiti dimensionali..<o></o><o></o>
e tanto altro ancora c'è da scoprire su questo motore.. per quello sempre dajeeeeeeeeeeee

mac-giver
21-11-2009, 18:33
mi sa che ho fatto un disastro con la dimensione dei caratteri...:/

carlofds
21-11-2009, 23:43
Ti ringrazio molto per la spiegazione mac! l'interpretazione completa mi riempirà qualche settimana di studi ! ti ringrazio anche per la dimensione dei caratteri...
non riesco a trattenermi dal farti un uteriore domanda che molto probabilmente è fuori luogo perciò ti assicuro che nei prossimi giorni rimarrò a leggere senza importunare:

questo motore potrebbe essere usato, con opportune modifiche, come generatore?

Grazie
vi seguo!

mac-giver
22-11-2009, 01:35
ma certo! è un ottimo generatore, e ha la caratteristica che se mentre gira le fasi vanno in corto gira libero, non si blocca nulla e non si brucia nulla.. praticamente genera una tensione variabile col variare dei giri, mentre la corrente rimane costante..in poche parole se quei nuclei e quelle bobine generano 8Ah anche a 10000 giri sempre 8Ah rimangono.. cambiano solo i V e quindi i watt in uscita..è un generatore a corrente costante..e pure li da studiare ce ne un bel pò..:bye1:

francescoG1
22-11-2009, 21:33
quanto pesa il vostro prototipo??? (magari anche le misure)

è possibile creare la versione lineare???(attuatore lineare)...con coppie di spunto da te indicate chissà se può competere con gli attuatori idraulici (anche in peso-volume a parità di forza-potenza)......i test sono in corso??vorrei vedere delle curve caratteristiche.

kekko.alchemi
22-11-2009, 22:06
Grazie a tutti per i complimenti, in questi giorni stiamo costruendo il torsiometro per poter tirar fuori tutte le curve di resa, coppia, rpm... Farlo bene senza dover mettere il tutto in "gondola", come fatto in precedenza, richede degli accorgimenti abbastanza complicati. Ma non appena pronto, con una spesa di circa 100 eur, avremo un torsiometro che ne costa 2000!!

Quello che stiamo facendo è applicare sull'asse (fra motore e freno), due estensimetri messi a 45°. Quando il freno viene attivato, l'asse subisce una torsione, e questa torsione viene "letta" dagli estensimetri. Ora il problema è trasmettere i dati degli estensimetri, che ruotano insieme all'asse, all'esterno per essere elaborati da un processore o PC.

Qualcuna utilizza delle spazzole, con dei contatti striscianti che portano il segnale dall'asse al PC. Questo però comporta molti disturbi dovuti alle vibrazioni e alle spazzole stesse. Quello che stiamo facendo è utilizzare un segnale ad infrarosso per far comunicare gli estensimetri (che ruotano) con l'esterno.

Abbiamo già quasi tutti i pezzi, a presto sarà pronto e cominceremo a fare tutti grafici!!

Saluti kekko!

broberto
22-11-2009, 22:43
COMPLIMENTI!
Il vostro lavoro è interessantissimo, soprattutto il vostro modo di lavorare!
é molto bello "vedere" dei ricercatori indipendenti "arrangiarsi" per produrre qualcosa di nuovo e utile senza grandi fondi o sponsorizazioni.
Fa ben sperare per il futuro dell'umanità.

Anche io sono ansioso di vedere le curve di questo motore/generatore.
Infatti sto cercando il motore adatto per la mia barchetta ibrida.
Se tutto va bene dovrei istallarlo in primavera.
Per ora sono orientato all'acquisto di un motore sincrono....
Ma il vostro mi piace molto, sarebbe possibile finanziare un prototipo ad hoc per la mia barca?
Tra l'altro un mio carissimo amico ha una grande officina meccanica e potrei farvi realizzare dei pezzi in qualsiasi materiale se necessario.
Ed io sono esperto in materiali compositi se vi occorre ridurre ancora il peso.
Ovviamente metterei a disposizione la barca (non è molto grande ma un paio di persone posso ospitarle) se volete fare dei test.

buon lavoro

roberto

mac-giver
22-11-2009, 23:04
COMPLIMENTI!
Il vostro lavoro è interessantissimo, soprattutto il vostro modo di lavorare!
é molto bello "vedere"
*** non quotare il messaggio intero ***
se volete fare dei test.

buon lavoro

roberto

ciao brob.. non è che una cosa voluta l'assenza delle sponsorizzazioni.. e che se non tiri fuori qualcosa di sensazionale, non ti sponsorizza nessuno:bored:

quindi il nostro intento è quello di poter fare il nostro tristadio e applicarlo o su uno scooter o su una barca?:) praticamente dimostrare l'effettivo funzionamento su un qualcosa..

ma per questo ci vorrebbero dei sponsor, ma gli sponsor vogliono vedere prima un qualcosa di super, ma per fare qualche cosa di super senza sponsor andiamo(siamo già andati) per stracci:cry:

la tua potrebbe essere un'ottima idea, realizzare una barca con un mk12 da..? .. quanti metri è il natante? così magari possiamo vedere bene cosa succede alla potenza del motore quando ne raddoppi le dimensioni.. che ha detta di un prof di ing. dovrebbe quintuplicare.. capisci che così il rapporto poesopotenza migliora tantissimo, raddoppi il peso e quintuplichi la potenza....

se ne può parlare.. sisi, ci farebbe andare avanti con gli studi..

mandami un pv col tuo num e ne parliamo..

ciaoo!!:bye1:

francescoG1
23-11-2009, 20:41
l'ho chiesto più volte....quali sono le misure??? e il peso???

grazie

mac-giver
23-11-2009, 23:57
l'ho chiesto più volte....quali sono le misure??? e il peso???

grazie

scusa francesco, ma di quale misure parli? di questo monostadio ? o del futuro tristadio?

questo è un prototipo sperimentale, ancora dobbiamo tirargli fuori la potenza massima, ti direi dati non precisi, ma a cosa ti servono questi dati? così per curiosità o perchè vuoi studiarne qualche applicazione?

anche se ti dico il motore pesa 7kg e tira fuori 2kw ma non si avvia da solo, perchè gli mancano gli altri due stadi, quando avremo finito di fare tutti i test daremo dei dati precisi tipo dati di targa, con tutto, calcola che i pesi sono ancora variabili, c'è da allegerire l'asse e altre cose.. :bye1:

ma il g1 a cosa è riferito? spero che non sia il tesla g1 :cry:

mariomaggi
24-11-2009, 07:35
mac e kekko,

non si avvia da solo, perchè gli mancano gli altri due stadi,
se fosse necessario realizzare un motore autovviante in un solo blocco anziche' 3, sarebbe possibile costruire lo statore in 3 pezzi, a forma di corona circolare ampia 120° meccanici. Ciascuna corona sarebbe diversa dall'altra, una come l'attuale (immaginate lo statore attuale tagliato in 3 pezzi), la seconda con i poli spostati di 120° elettrici in anticipo e la terza con i poli spostati di 120° elettrici in ritardo. Ovviamente si perderebbe un po' di potenza a parita' di ingombro rispetto all'unita' classica, ma si risolverebbe il problema dell'avviamento nelle applicazioni dove le dimensioni o il peso contano.
Lo stesso concetto sarebbe applicabile anche alla versione lineare.
Ciao
Mario

Luciano59
24-11-2009, 12:54
**************************
Quote: mac-giver
la tua potrebbe essere un'ottima idea, realizzare una barca con un mk12 da..? .. quanti metri è il natante? così magari possiamo vedere bene cosa succede alla potenza del motore quando ne raddoppi le dimensioni.. che ha detta di un prof di ing. dovrebbe quintuplicare.. capisci che così il rapporto poesopotenza migliora tantissimo, raddoppi il peso e quintuplichi la potenza....
******************************
Probabilmente è solo un refuso ma per evitare che qualcuno equivochi ricordo che al raddoppiare delle dimensioni gli aumenti del peso sono molto superiori al raddoppio.
Ad esempio un cubo di acciaio che raddoppi le proprie dimensioni ha un peso otto volte maggiore.
Ciao

francescoG1
24-11-2009, 14:47
?

ma il g1 a cosa è riferito? spero che non sia il tesla g1 :cry:

che cos'è??? è un nome che mi è venuto così senza alcuna motivazione....

io volevo sapere il peso (però anche diametro è spessore) del prototipo (non pretendo di sapere cio che non avete ancora sviluppato) giusto per sapere niente di più...

kekko.alchemi
24-11-2009, 18:59
Ciao mario, come dici te sicuramente funzionerà, ma si avranno delle perdite in termini di resa, in quanto, avendo un solo rotore, potrebbe succedere che il flusso di uno statore si riversi nell'altro, dando dei problemi di "contrasto" dei flussi, senza considerare come hai già detto, l'aumento del peso dovuto alla parte di rotore in più presente fra i 3 statori.
Invece facendo 3 statori allineati fra di loro e 3 rotori sfasati e separati fra di loro di 4 gradi (un polo sono 12 gradi), questo non succederebbe.


X Broberto: L'idea di mettere il nostro MK12 sulla nave è una bella idea, dobbiamo solo ragionare sulle potenze, perchè un motore da 5 KW su una barca da 10 metri rischia di non spostarla neanche in caso di mare un po' mosso. Servirebbe almeno un 20 KW ma anche 30 non farebbe male!
Saluti kekko

Dynoc
25-11-2009, 11:45
ricordo che al raddoppiare delle dimensioni gli aumenti del peso sono molto superiori al raddoppio.
Ad esempio un cubo di acciaio che raddoppi le proprie dimensioni ha un peso otto volte maggiore.


Luciano, scusa se ti contraddico...mai sentito parlare di alleggerimenti/scarichi?!!?? chiaramente
NON è un pezzo di "acciaio" (o altro) pieno

-D-

broberto
25-11-2009, 19:44
X Kekko:
tutti i produttori di sistemi di propulsione e elettrica dicono che 5kw sono sufficienti per una barca di 10 m bn più pesante della mia, io mi sono fatto fare diversi preventivi ed al massimo mi hanno proposto 8 kw.
per quanto riguarda il mare di solito quando ci sono onde c'è anche vento...
eventualmente se il vostro tristadio si dovesse rivelare insufficiente non si potrebbero semplicemente aggiungere altri stadi diminuendo lo sfasamento?

ciao, broberto

kekko.alchemi
25-11-2009, 22:34
Ciao broberto! Il nostro tristadio è da circa 6 KW, se ti hanno detto che 5 KW sono suffucenti allora il nostro andrà benissimo. La mia era solo una stima fittizia vedendo i motori che montano gli altri sulle barche.

Saluti kekko!!

broberto
26-11-2009, 07:54
buongiorno kekko,
penso che la minor necessità di potenza sia dovuta al fatto che il sistema elettrico non avendo invertitore e vibrazioni ha un rendimento molto più alto, inoltre i diesel non possono girare per molto tempo alla potenza massima...
in ogni caso sono molto curioso di confutare con i fatti le mie affermazioni..
aggiungere uno o più stadi si può fare?

ciao
broberto

mariomaggi
26-11-2009, 08:08
broberto,
come per tutti i motori modulari, anche questo si presta ad essere realizzato con piu' blocchi affiancati: se metti 3 blocchi avrai un trifase, con 5 blocchi un pentafase, ecc.
Come per i cilindri delle auto, piu' fasi metti e migliore sara' la regolarita' della rotazione (pulsazioni di coppia) ma il costo sara' maggiore. Per i motori elettrici di solito si scelgono 3 fasi, come per i motori a scoppio a 4 tempi di solito si scelgono 4 cilindri. Niente vieta pero' - solo per certe applicazioni - di avere motori semplificati, ad una sola fase oppure monocilindrici.
Ciao
Mario

broberto
26-11-2009, 10:55
buongiorno mario,
nel mio caso, non dipendendo da una rete trifase, può costare meno aggiungere un modulo all'mk12 piuttosto che fare un motore nuovo?
ciao
broberto

mac-giver
26-11-2009, 21:58
si rob, per come è stato concepito mk12, è perfettamente modulare, basta cambiare la lunghezza dell'asse e aggiungere rotori e statori, e la spesa è lineare e non esponenziale..
c'è solo che kekko deve fare le magheggiate con il software, ma per il resto è relativamente semplici accoppiarli..

francescoG1
30-11-2009, 15:40
scusate ma avete un documento con la trattazione teorica del motore???? (fin dove potete divulgare ...)

kekko.alchemi
30-11-2009, 22:27
Si abbiamo un sito!

New Magnetic Engine (http://newmagneticengine.blogspot.com/) in certe parti va modificata un po' la spiegazione teorica, ma sul resto è fatto veramente bene!

lasvoltaesiste
02-12-2009, 08:32
Anch'io ho visitato il sito. Complimenti veramente!!!!!!

kekko.alchemi
04-12-2009, 02:48
Stiamo combattendo con gli Strain Gauge (estensimetri simili a quelli delle bilance), che mario maggi conoscerà bene! Li stiamo applicando con la configurazione a ponte completo, su un asse di acciaio inox da 20mm di diametro. Su quest'ultimo abbiamo applicato delle batterie, un circuito amplificatore e un sistema di trasmissione ad infrarossi. Il tutto ruoterà quindi insieme all'asse e comunicherà con l'esterno tramite infrarossi. Abbiamo scelto di non utilizzare spazzole o cose del genere, per evitare disturbi sulla trasmissione.

Oggi ho terminato il circuito amplificatore e quello di trasmissione alloggiati sull'asse. Domani procederò con quello di ricezione!

Fra poco vedremo il super torsiometro in azione!

mariomaggi
04-12-2009, 07:44
kekko,

che mario maggi conoscerà beneinfatti li ho abbandonati 10 anni fa per una tecnologia piu' adatta alla misurazione di coppia. Gli strain gauge in ambiente ad alto inquinamento magnetico/elettromagnetico come l'interno di un motore non danno risultati attendibili. Se applicati nelle immediate vicinanze devono essere protetti dalle correnti d'albero determinate dalla capacita' parassita tra gli avvolgimenti del motore soggetti a correnti impulsive e la terra.
Ciao
Mario

kekko.alchemi
04-12-2009, 13:17
No mario, sono molto lontani dal motore e in mezzo c'è addirittura una flangia che fa da schermo. L'asse del torsiometro è completamente isolato dall'asse del motore!

mac-giver
04-12-2009, 18:50
ecco qui.. mancano ancora i due cuscinetti di supporto a tutto l'asse

il porta batterie-circuito è fatto... speriamo che funzia, praticamente il freno ci servirà per fare tutta la mappatura della centralina..

si, praticamente come quella delle macchine ..qui è un pò più semplice.. in base al num di giri varierà l'anticipo del motore..

:bye1:

kekko.alchemi
07-12-2009, 02:12
Dopo aver passato 3 giorni a progettare e disegnare i circuiti, oggi ho terminato lo stampato delle due schede, ricezione / trasmissione!

kekko.alchemi
12-12-2009, 13:59
Il lavoro del torsiometro procede alla grande. Abbiamo incollato 4 estensimetri a 45 gradi sull'asse, in modo da formare il ponte completo, per avere una migliore stabilità delle letture.

Il torsiometro è formato da un asse di 20 mm di diametro, praticamente non si torcerà mai, ma già applicando una piccola torsione sull'estremità dell'asse, l'elettronica rileva una torsione e segna i grammi!

Il segnale viene amplificato e filtrato 20.000 volte da un amplificatore ultralineare, un filtro ritarda e stabilizza eventuali disturbi. Lo zero torna precisamente una volta tolto il carico.

Ora sto finendo il ricevitore, fra poco vedrete il torsiometro in azione! :spettacolo:

mac-giver
12-12-2009, 20:33
come al solito quando giriamo con sti accrocchi in macchina pensiamo sempre al fatto che ci possono fermare le guardie.. che je dimo?? quel coso sembra una bomba complicata..:cry:

My Do It Energy
13-12-2009, 16:02
Hi Mac-Giver potresti sempre dire che state costruendo un motore elettrico per questa:

TechEBlog Carbon Fiber YikeBike is Foldable (http://www.techeblog.com/index.php/tech-gadget/carbon-fiber-yikebike-is-foldable)


All the best to you guys, keep up the good work and most of all keep posting pictures and results.

Mike

mac-giver
13-12-2009, 16:21
che spettacolo sto coso:spettacolo:

daje daje, se ce ne dai uno gli cambiamo il motore così gli allunghiamo l'autonomia:bye1:

francescoG1
13-12-2009, 18:21
pensate sia possibile raggiungere la densità di potenza dei motori a corrente continua (di piccola-media taglia) tipo questo??? :Agnimotors.com - Manufacturers of high efficiency D.C. motors - Company Info (http://www.agnimotors.com/home/index.php?option=com_frontpage&Itemid=47) (in una moto ridurre il peso e volume del motore è importante per avere più spazio per la batt.;tipo 40-50 Hp in 22 kg... o la metà cioè 11 kg 15 kw e sui 20-25 cm di diametro-larghezza )

francescoG1
13-12-2009, 23:49
vorrei far notare questo:PowerPedia:Flynn patent images - PESWiki (http://peswiki.com/index.php/Directory:Flynn_patent_images)

gli ultimi due motori....che nè dite???? hanno l'aria di essere la versione flat che usa pocchissimo ferro...

broberto
14-12-2009, 06:30
ciao,
la "bicicletta" è molto bella, certo la schiena di un romano potrebbe non essere d'accordo, con tutte le buche che ci ritroviamo!

per kekko:
grazie per il continuo aggiornamento di immagini e dati. complimenti per il lavoro!
hai stimato il n° di giri limite al quale la forza centrifuga diventa eccessiva per la struttura?

intendo la struttura del torsiometro
ciao,
broberto

kekko.alchemi
14-12-2009, 13:08
Ciao broberto! Si, la struttura è bilanciatissima, anche le due schede elettroniche pesano gli stessi grammi, la struttura è formata da una asse di acciaio da 20mm, e i portacuscinetti sono imbullonati su due putrelle ad H (quelle dei travi di ferro per i solai) e il tutto ancorato su una piastra di ferro. Non vibrerà niente.

Oggi ho finito il firmware del trasmettitore, oggi mi dedicherò a quello del ricevitore. Il circuito ha una sensibilità assurda, torciendo l'asse d'acciao da 20mm con 2 dita, già si vedono segnare i mNm!!

broberto
15-12-2009, 06:55
ciao kekko,

non mi riferivo a problemi di vibrazioni ma alla resistenza meccanica delle schede sottoposte ad una accelerazione che a palmi potrebbe superare i 100 g

mac-giver
15-12-2009, 10:45
ciao kekko,

non mi riferivo a problemi di vibrazioni ma alla resistenza meccanica delle schede sottoposte ad una accelerazione che a palmi potrebbe superare i 100 g

prima che si strappa il processore dai piedini ce ne passa:)

più che altro per quanto riguarda il numero di giri il problema lo darà la frequenza per la lettura..

una cosa è leggere un segnale a 1500 g/min una cosa è a 4500..

cmq tutto il sistema una volta messo a punto è stato concepito per non andare oltre i 2500 giri min..

poi se vediamo che funzia lo si può sempre fare in smd.. :bye1:

sweetdark
15-12-2009, 13:17
ciao a tutti

come alternativa alla trasmissione ad infrarossi si potrebbe usare la radio frequenza magari con il ricevitore in asse con l'asse di rotazione (scusate la ripetizione :) ) per mantenere le distanze inalterate durante la rotazione.
il modulo che avevo in mente è questo :
easy-Radio 433-4MHz transmitter from Low Power Radio Solutions (http://www.lprs.co.uk/product_info.php?cPath=21&products_id=28)
si trova su vari siti in italiano magari se interessa posso mandare in privato un link di un venditore.

saluti libero

Gianfranco
15-12-2009, 13:36
sweetdark....mai tolto le parole di bocca :)
Ciaooo

mac-giver
15-12-2009, 13:47
questa soluzione l'avevamo scartata per via dei distrubi elettromagnetici che il motore inevitabilmente dà.. cmq ora vediamo .. se l'infrarosso jel fà bene.. se no troveremo il modo di schermare il circuito..tutto se fà, sempre cor daje dajee..:)

kekko.alchemi
16-12-2009, 03:29
Si potrebbe essere una buona alternativa. Se la frequenza di trasmissione è alta, come penso che sia (intorno ai 400 MHz), non ci dovrebbero essere problemi con le basse frequenze del motore. Ma se con l'infrarosso riesco a leggere il segnale, ben venga l'infrarosso! Alla fine è un semplice led collegato direttamente al processore!

lasvoltaesiste
24-12-2009, 11:58
Buon natale a tutti gli iscritti del forum e lunga vita all'mk 12

My Do It Energy
25-12-2009, 06:36
Merry Christmas and happy and prosperous New Year to all the members of the MK 12 tread. A particular wish of success to the masters Mac and Kekko. :bye1:

<O:p</O:p

gattmes
25-12-2009, 14:02
(Buone Feste anche a Voi - Season's Greetings you too)

Per favore non usate le discussioni/messaggi per queste comunicazioni (tra l'altro potrebbe infastidire chi non le celebra)!
Usate la lavagna o la messaggistica privata (o "comunicazioni al forum").
Grazie per la comprensione.

Please do not use threads/messages for such communications. Use instead the tag board or private message (or "comunicazioni al forum"). Thanks for comprehend.

francescoG1
29-12-2009, 21:41
scusate ma siccome non ci sono state notizie neggl'ultimi giorni.....a che punto sono i test???? ciao

francescoG1
02-01-2010, 20:39
per chi interessa qui ci sono maggiori info. sul motore di flyn (quello che cercavo):QM POWER (http://www.qmpower.com/index.aspx)

oppure:http://www.qmpower.com/UserFiles/File/White_Paper_Variable_Speed_Motor_Applications.pdf

mac-giver
04-01-2010, 09:12
scusate ma siccome non ci sono state notizie neggl'ultimi giorni.....a che punto sono i test???? ciao

finchè non finiamo il software del torsiometro non possiamo fare i test..è quasi finito..pubblicheremo tutte le prove non vi preoccupate:bye1:

mac-giver
04-01-2010, 09:37
per chi interessa qui ci sono maggiori info. sul motore di flyn (quello che cercavo):QM POWER (http://www.qmpower.com/index.aspx)

oppure:http://www.qmpower.com/UserFiles/File/White_Paper_Variable_Speed_Motor_Applications.pdf

ecco, se si legge attentamente il documento, si può capire come questo motore non ha eguali in termini di media di rendimento..
il picco di efficienza ha un senso solo nei motori che girano ad un regime fisso.. per quanto riguarda invece quei motori che hanno utilizzi con regimi variabili, ecco qui che questo motore non ha rivali..

questo motore può sostituire tutti i motori esistenti, perchè li racchiude tutti, può diventare giocando sulla geometria un motore a passo, con coppia di blocco mostruosa e senza generare calore..

può sostituire un brushless per le medie di rendimento insuperabili,

gli asincroni non li vede proprio, specialmente per le piccole potenze per i quali i rendimenti sono pessimi..e per il rapporto pesopotenza..

per quanto riguarda poi l'autotrazione:spettacolo:

pippolucalee
04-01-2010, 15:52
Complimenti ragazzi avete fatto un lavoro incredibile creando dal nulla un motore che spero visti i rendimenti vada ad equipaggiare
molti veicoli di qualsiasi tipo.Ancora complimenti davvero alla fine questo dimostra che chiunque anche con pochi mezzi ma con buone idee e voglia di metterle in pratica e molto lavoro si può fare quello che avete creato voi:spettacolo::spettacolo::spettacolo::spettacolo : bravi!

francescoG1
04-01-2010, 19:02
guardando la curva di potenza del pdf postato prima si nota che dopo il 10% della no load speed si è già raggiunto quasi la potenza massima....come se ci fosse un cambio o variatore....sbaglio o la curva coppia è simile ad un'iperbole "limitata"???? non è che devese essere limitata???....

Dercosi
04-01-2010, 19:45
Ciao Mac, mi sento ormai banale a farvi i miei migliori complimenti ed auguri, visti i tanti che ne avete ricevuto.
Ho seguito i vs. progressi ma non ho capito se il vostro "mostro" e' overunity o meno.
Ciao.

mac-giver
04-01-2010, 19:46
non ho capito che vuoi dire, limitare la coppia? perchè?:preoccupato:

francescoG1
04-01-2010, 20:38
nel senso non è che troppo "forte" alle basse velocità....un pò come nei motori DC che deve essere limitata la corrente e quindi la coppia di avviamento (quella a zero giri) per evitare surriscaldamento eccessivo e gusti....

francescoG1
05-01-2010, 11:19
discutendo con una persona è venuto fuori che il vostro motore è possibile....
"Aumenti la profondità dei denti di rotore che così come sono lasciano la riluttanza più o meno identica, poi se vuoi mantenere un rotore ‘dentato’ togli i magneti e sfrutti l’effetto vernier… in questo modo le prestazioni in termini di coppia a spanne raddoppiano"

secondo pezzo"Per sfruttare l’effetto vernier devi togliere i magneti che vedi nel progetto, che comunque servono a poco in qiualsiasi configurazione,poi metti sulle espansioni polari dei magneti più piccoli con passo polare pari al passo di dentatura"

che cos'è l'effetto vernier???? a me mi da di.....non è più motore di flynn (come principio di funzionamento...) o che sfrutti il parallel path...poi non so

mac-giver
05-01-2010, 15:23
francè.. non se sto a capì na mazz...
cmq a spanne.. se togli i magneti dallo statore il motore non funziona.. perchè lo statore non è configurato a livello geometrico per avere i flussi generati dalle bobine, che nel caso togli i magneti avrebbero il nord e sud sulle estremità di ognuna,sulla superficie polare del rotore.. se vedi la geometria il flusso su rotore si chiude da polo a polo del rotore, poi se allunghi il dente, non fai altro che allungare la strada del flusso che si deve chiudere da dente a dente.. anzi quello andrebbe diminuito.. e non di poco.. ma quello lo vedremo in seguito..

francescoG1
05-01-2010, 20:27
francè.. non se sto a capì na mazz...
.

se per questo manco io ho capito quello che voleva scrive.....mi sono limitato a riportare quello che ha scritto propio perchè non capivo......più che altro ho avuto l'impressione che non avesse "capito" il funzionamento e non solo....non ho voluto insistere....

forse ho capito si riferiva al vernier hybrid reluctance generator (VHRG) descrizione che ho trovato in rete:Lo statore di un VHRG è dotato di un sistema trifase di bobine avvolte attorno a poli salienti, sulla cui superficie vengono disposti i magneti permanenti, aventi lo stesso passo dei denti rotorici; la configurazione sfrutta il cosiddetto effetto ‘vernier': alimentando le bobine con una terna trifase di correnti a frequenza proporzionale al passo tra i magneti, viene prodotta una coppia che tende ad allineare i denti rotorici in corrispondenza del magnete che presenta polarità concorde al campo prodotto dalle bobine appartenenti allo stesso polo statorico.

però il motore mi sa non è più lo stesso.......

mac-giver
06-01-2010, 00:00
nel senso non è che troppo "forte" alle basse velocità....un pò come nei motori DC che deve essere limitata la corrente e quindi la coppia di avviamento (quella a zero giri) per evitare surriscaldamento eccessivo e gusti....

dimenticavo di dirti questo.. qui la coppia mostruosa che dà ai bassi giri, non surriscanda un bel niente.. è il famoso spunto dato dai magneti.. ed è il motivo del suo vincente rendimento ai regimi variabili e stop and go..

per accelerare consuma un botto di meno degli altri col quadruplo della coppia....:bye1:

francescoG1
07-01-2010, 12:00
mi devi scusare per la fretta non ho specificato.... intendevo (indipendemete dall'assorbimento) eventuali danni al rotore (o altro, esempio perdita di aderenza di una ruota....) dato che la coppia di avviamento è dieci volte quella del picco di efficenza.....

devid2g
07-01-2010, 13:44
Ho saputo da poco di questo motore non posso che unirmi agli altri per fare i complimenti per l'idea, avrei 2 domande
quanto rumore fà?
cosa succede quando "perde il passo" sempre se esiste la possibilità che possa perderlo?

kekko.alchemi
07-01-2010, 18:24
Il passo non lo può perdere in quanto gli impulsi vengono gestiti da un processore e da un encoder! Per quanto riguarda il rumore, un po' ne fa, ma basta chiuderlo per bene.

saluti kekko

mac-giver
07-01-2010, 19:48
mi devi scusare per la fretta non ho specificato.... intendevo (indipendemete dall'assorbimento) eventuali danni al rotore (o altro, esempio perdita di aderenza di una ruota....) dato che la coppia di avviamento è dieci volte quella del picco di efficenza.....

fosse questo il problema. :)

basta prevedere un pwm che limita la corrente sull avviamento.. ma poi così si prende veramente pochi watt per smuovere un camion..

:bye1:

kekko.alchemi
08-01-2010, 00:46
E beh! è questo alla fine il segreto del Parallel Path ;)

Dercosi
08-01-2010, 09:20
Salve Mac e Kekko, gradirei sapere perche non rispondete alla mia domanda dei post 16 e 95. Ciao.

devid2g
08-01-2010, 09:57
Prima avevo chiesto se era rumoroso perché più guardo questo motore più assomiglia ad un passo passo decisamente elaboratore e i pochi passo passo che ho visto anche piccoli erano particolarmente rumorosi.

@Dercorsi per quanto io non sia un esperto di questo motore mi permetto di risponderti perché l'overunity del rendimento non esiste in alcun modo, se qualcosa viene dichiarato overunity è perché non si tiene conto di tutta l'energia in ingresso, è possibile realizzare qualcosa che sembra overunity ma l'overunity reale non esiste, nella domanda al post 16 hai scritto che il resto dell'energia viene fornito dai campi magnetici dei magneti permanenti, questo non è possibile perché il campo magnetico di un magnete permanente non compie lavoro e può restituire solo l'energia che riceve in questo caso dalle bobine, la forza repulsiva che sentiamo quando avviciniamo 2 magneti è esattamente pari a quella che forniamo noi quando li avviciniamo, è lo stesso motivo per cui un motore unicamente a magneti permanenti non funziona.

mac-giver
08-01-2010, 12:38
Prima avevo chiesto se era rumoroso perché più guardo questo motore più assomiglia ad un passo passo decisamente elaboratore e i pochi passo passo che ho visto anche piccoli erano particolarmente rumorosi.


si somiglia ad un passo passo, per la geometria, ma differisce in prestazioni.. il passo passo se fatto lavorare a ciclo continuo scalda un botto e infatti la sua resa è pessima..

qui abbiamo solo i vantaggi di un passo passo.. una coppia mostruosa.. :)

poi se il passo passo lo devi mantenere in una posizione per svariati secondi in blocco, si scalda fino a bruciarsi se non entrano in azione le protezioni.. qui è il contrario.. grazie al PP se questo motore lo metti in posizione di blocco diventa come un "gancio" ma che rimane freddo.. mk12 con 12v e 8A continui in posizione di blocco, rimane freddo congelato(in quella situazione gli si può dare fino a 40A per far arrivare le bobine a 60°) ma la sua coppia di blocco è da freno di stazionamento idropneumatico da camion..:spettacolo:

per dercorsi: confermo la spiegazione esaustiva di devid..

:bye1:

ps: per quanto riguarda il rumore.. stanno prevedendo nelle macchine elettriche altoparlanti che simulano il rumore dei motori a scoppio:cry:

dicono che è un problema di sicurezza.. le persone non sentendo il rumore a cui sono abituate, attraversano la strada in modo non sicuro..ma guardare?? se questa cosa dovesse andare avanti.. mk12 in questo caso non avrebbe bisogno di tali altoparlanti:wub2:

devid2g
08-01-2010, 13:00
Ancora complimenti non posso che tacere ora ed aspettare le vostre misurazioni continuate così.

Dercosi
08-01-2010, 13:09
Grazie Mac e Devid2g, buon lavoro.

francescoG1
08-01-2010, 15:00
leggendo questo pdf:http://www.flynnresearch.net/technology/PPMT%20technology%20white%20paper.pdf mi sono reso conto che ci sono due prototipi
uno monostadio (sicuramente si possono aggiungere altri due) da 3,5 pollici (la larghezza sarà intorno al pollice) quasi 9 cm sviluppa 1 Hp (possibile???? non è che hanno sbagliato??? mi sembra troppo....) e uno da 6 pollici probabilmente anche circa 6 pollici di larghezza che sviluppa 10 kw....

kekko.alchemi
09-01-2010, 02:53
No francesco non hanno sbagliato! A dire il vero mi sembra anche poco, noi con l'MK12 in proporzione siamo anche sopra quei valori!

francescoG1
09-01-2010, 10:44
giusto per curiosità qual'è il diametro del vostro prototipo???? grazie

kekko.alchemi
09-01-2010, 12:21
Allora con il motore 4 poli, abbiamo circa 2000 W e misura 150mm di diametro e 35mm di spessore. Con l'MK12 invece abbiamo sempre 2000W ma misura 208mm di diametro e 20mm di spessore.

francescoG1
09-01-2010, 15:13
il motore da 3,5" peserà sul 1,5 kg...cioè oltre 400 w/kg...nel vostro caso penso sia inferiore (non voglio sminuire il vostro lavoro).....guardando l'immagine del nucleo dello statore:QM POWER (http://www.qmpower.com/content.aspx?page=reliability) si nota che lo spazio per il magnete è a forma di matita o punta da trapano ,c'è una curvatura verzo il magnete(servirà per ridurre il percorso???)...

kekko.alchemi
09-01-2010, 16:09
"peserà" non significa nulla. Non puoi stimare il peso a occhio. Devi considerare flange, asse, rame, magneti, lamierini, tiranti, cuscinetti e tutto il resto...

francescoG1
09-01-2010, 18:42
si hai ragione però quelle sono le misure....il prototipo a due poli (magneti permanenti) pesa 1,6 kg potenza 0,5 hp 3,3" per 1,2":PR: Parallel Path Electromagnetic Motors -- A Revolution in Motion? (http://www.prwebdirect.com/releases/2006/2/prweb349465.htm...quello) quello nominato intorno ai 2 Kg????

a proposito quali sono i "giri" tipici (dove si ha la potenza nominale) per entrambi???


nella versione lineare come dovrebbero essere disposte le varie parti?
grazie e scusate il disturbo..

mariomaggi
09-01-2010, 19:12
mac-giver,
la rumorosita' e' comunque un difetto che dovreste cercare di attenuare. In molti casi non e' possibile applicare motori rumorosi. Tieni presente che per generare energia acustica si richiede energia elettrica, quindi il rendimento di un motore rumoroso e' sempre inferiore a quello di un motore simile ma meno rumoroso.
Ciao
Mario

mac-giver
09-01-2010, 23:13
mac-giver,
la rumorosita' e' comunque un difetto che dovreste cercare di attenuare. In molti casi non e' possibile applicare motori rumorosi. Tieni presente che per generare energia acustica si richiede energia elettrica, quindi il rendimento di un motore rumoroso e' sempre inferiore a quello di un motore simile ma meno rumoroso.
Ciao
Mario


mario.. un asincrono è silenziosissimo, ma la resa?:cry:

poi schermare il rumore se servirà si farà secondo la sua applicazione.. in un automobile fanno piu casino le ruote che il motore a pp...poi se devi fare un motore per un braccio robotizzato in una sala di registrazione lo schermeremo..:bye1:

ps.. mk12 è molto silenzioso in confronto agli altri che abbiamo fatto o che si vedono in in video..

broberto
10-01-2010, 14:02
buongiorno a tutti,

a che cosa è dovuta la rumorosità di questo motore?
se fosse dovuta alla forma delle superfici adiacenti di statore e rotore non basterebbe raccordare tutto con una buona resina? oltretutto nel mio caso (barca) la resina proteggerebbe il motore dall'ambiente salino..

broberto

kekko.alchemi
10-01-2010, 17:25
Il rumore è dovuto alla gran quantità di flusso che si riversa nel rotore, come tante martellate. Ma il gran rumore che si sentiva nei motorelli era anche dovuto al fatto che la sede dei cuscinetti era rovinata, e il cuscinetto sbattendo contribuiva parecchio al rumore. Ora nell' MK12 il rumore è molto più attenuato e gira che è una meraviglia!

drag0n
11-01-2010, 11:26
Ciao, è da tanto che seguo il discoso "motori magnetici" (da perendev a
questo passando per infiniti altri senza mai riuscire a vedere la fine (nel senso di apparati senza alcun dubbio funzionanti e acquistabili o costruibili lasciando perdere le probabili truffe a prezzi assurdi) Questa volta pare che qualcosa finalmente stia andando nel verso voluto col vostro apparato.
Vorrei chiedere agli sviluppatori se la loro applicazione, l'MK12, potrebbe costituire una "unità residenziale" nel senso di 1 oggetto che oltre al motore stesso (cuore dell'apparato), con allegata elettronica e altra componentistica (alternatore, inverter, etc) possa sostituire la normale fornitura enel in 1 casa (3, 4,5 o 6KW).
Con un consumo enel che alimenta l'apparato paragonato a quello di 1, 2,3, o 4 lampadine a seconda del consumo effettivo.
Sarebbe un bel modo di minimizzare al massimo i costi della bolletta enel che diventa sempre più alta ogni anno e che in questo periodo di crisi è veramente pesante.

Che ne pensate? Sarà possibile o è solo utopia?

Comunque complimenti per la costanza e l'ottimo lavoro svolto fin'ora!

mac-giver
11-01-2010, 14:20
non ho capito.. ma vuoi collegare questo motore ad un generatore di corrente?:cry:

endymion70
11-01-2010, 14:35
Ciao, è da tanto che seguo il discoso "motori magnetici" (da perendev a
questo passando per infiniti altri senza mai riuscire a vedere la fine (nel senso di apparati senza alcun dubbio funzionanti e acquistabili o costruibili lasciando perdere le probabili truffe a prezzi assurdi) Questa volta pare che qualcosa finalmente stia andando nel verso voluto col vostro apparato.


Sta andando nel verso voluto perchè dal punto di vista squisitamente qualitativo si comporta come tutti i motori e le macchine esistenti: rendimento alto, ma sempre minore di uno.

francescoG1
11-01-2010, 18:40
ripropongo le mie domande:quali sono i "giri" tipici (dove si ha la potenza nominale) per entrambi??? (4 poli e 12 poli)

nella versione lineare come dovrebbero essere disposte le varie parti?

pensate sia possibile costruire un motore che fornisce 220 Nm di coppia ( non all'avviamento ma propio costanti ovvero la coppia che si ha alla potenza di picco (mantenedela costante da 0 giri fino ai giri del picco)) è una velocita nominale di circa 3800 che non pesa più di 40-50 Kg?????

drag0n
11-01-2010, 19:10
non ho capito.. ma vuoi collegare questo motore ad un generatore di corrente?:cry:

Forse è meglio che riformuli il mio quesito:

Che tipo di applicazione avete in mente o credete possibile per questo tipo di motore in un futuro prossimo?

Generare corrente/tensione a 220V no mi par di capire. :bored:

kekko.alchemi
11-01-2010, 19:16
Probabilmente si, forse i Kg saranno un po' di più, ma non posso dirlo con certezza perchè quello che chiedi è un motore da circa 90 KW, e su motori così grandi non abbiamo esperienza. Il prossimo MK12 trifase avrà circa 5 - 6 Kw.

Per quanto riguarda il numero di giri, il motore a 4 poli ha un range di coppia ottimale a circa 4500 giri, mentre l'MK12 dovrebbero essere 1500. Ma ancora non sappiamo con certezza se possiamo chiedergli più giri e meno coppia per poter arrivare ai 3000 giri.

Dobbiamo finire i test, il torsiometro è quasi pronto, sto impazzendo per potr gestire tutte le varie funzioni compreso trasmissione / ricezione. Ma ho quasi finito e tutto sembra funzionare alla grande.

drag0n
11-01-2010, 19:20
Sta andando nel verso voluto perchè dal punto di vista squisitamente qualitativo si comporta come tutti i motori e le macchine esistenti: rendimento alto, ma sempre minore di uno.

Allora è un progetto costruttivo di 1 motore funzionante con un principio solamente diverso da altri ma con gli stessi risultati.

Non c'era già in circolazione una ditta che produceva motori magnetici per autotrazione con rendimento del 90% o forse più? Mi pare di averlo letto proprio su questo forum forse quando ancora aveva il vecchio nome. Dove sta la differenza con l'MK12?

Giusto per capire! :confused:

francescoG1
11-01-2010, 20:08
rileggi i vecchi commenti (cosa che non hai fatto) oppure:http://www.qmpower.com/UserFiles/File/White_Paper_Variable_Speed_Motor_Applications.pdf

drag0n
11-01-2010, 20:53
rileggi i vecchi commenti (cosa che non hai fatto) oppure:http://www.qmpower.com/UserFiles/File/White_Paper_Variable_Speed_Motor_Applications.pdf (http://www.energeticambiente.it/www.qmpower.com)


Chiedo venia! Ho letto tutto il trend ma questo mi era sfuggito! Grazie!

devid2g
12-01-2010, 22:14
Mi ero dimenticato due domande che forse sono stupide e di fatto sono in parte collegate.
1. Le bobine del motore con che forma d'onda vengono alimentate?
2. Il moto del motore è di tipo incrementale tipo passo passo o continuo?

kekko.alchemi
13-01-2010, 20:42
Il motore viene alimentato con un classico ponte ad H, ed il moto è continuo e regolare come in un brushless.

hiram
13-01-2010, 21:54
La Reuter riporta di un ricercatore che avrebbe realizzato un supermagnete. A me pare che abbia versato qualcosa tipo azoto liquido.....
UK scientists develop super magnet | Video | Reuters.com (http://uk.reuters.com/news/video?videoId=26737781&videoChannel=6)

*** hiram, quello dei magneti superconduttivi e' tutto un altro discorso, a Roma li vendono normalmente a scopo di studio. Non c'entra con questa discussione ***

staffa
16-01-2010, 05:27
WOW!!!! sono rimasto estasiato da questo nuovo motore tutto italiano!!! leggo da una decina di giorni il forum e solo ora ho scoperto di questo fantastico lavoro!!!!

complimentissimi!!!!

a questo punto aspetto un attimo ad ordinare il leggendario agni 95r per la mito che voglio trasformare da inquinante 2t a zev.... :wub2:

fateci sognare!!! ciaoo!!

francescoG1
16-01-2010, 13:49
staffa se sei uno di jobike che sta "modificando" la cagiva mito....se devi partecipare al TTXGP questo motore (la versione tristadio) non ha la potenza sufficente ...andrebbe progetto un'altro più adatto non credo sia fattibile in tempi brevi.....quindi meglio rimandare più in là (compra l'agni 95 riforzato)

kekko.alchemi
16-01-2010, 23:37
Hem, francescoG1, calma... Chi dice che non ha la potenza sufficente? Il tristadio progettato, può essere portato tranquillamente a una 20a di KW (ma anche di più), senza dover fare grosse modifiche. Basta impaccare più lamierini e far diventare ogni stadio da 60mm.

La potenza di questo motore non ha limiti, e penso che soprattutto per l'autotrazione, vinca su qualsiasi tipo di motore, sia per lo spunto (che ti fa cappottare la moto), e sia sulla MEDIA di rendimento quasi doppia rispetto agli motori elettrici.

Staffa, grazie per i complimenti, pensa che il nostro prossimo passo sarà proprio costruire uno scooter elettrico! Stiamo finendo di costruire il torsiometro che ci servirà per dimensionare il tristadio!

Saluti kekko

staffa
17-01-2010, 00:34
staffa se sei uno di jobike che sta "modificando" la cagiva mito....se devi partecipare al TTXGP questo motore (la versione tristadio) non ha la potenza sufficente ...andrebbe progetto un'altro più adatto non credo sia fattibile in tempi brevi.....quindi meglio rimandare più in là (compra l'agni 95 riforzato)
mmm francesco no ignoravo jobike ma ho appena visto il loro forum :D diciamo che ho seguito indirettamenteil progetto bim (condividevo il box), la shell ecomarathon e direttamente, con le più svariate mansioni, la formula student al poli di milano ;)

Hem, francescoG1, calma... Chi dice che non ha la potenza sufficente? Il tristadio progettato, può essere portato tranquillamente a una 20a di KW (ma anche di più), senza dover fare grosse modifiche. Basta impaccare più lamierini e far diventare ogni stadio da 60mm.

La potenza di questo motore non ha limiti, e penso che soprattutto per l'autotrazione, vinca su qualsiasi tipo di motore, sia per lo spunto (che ti fa cappottare la moto), e sia sulla MEDIA di rendimento quasi doppia rispetto agli motori elettrici.

Staffa, grazie per i complimenti, pensa che il nostro prossimo passo sarà proprio costruire uno scooter elettrico! Stiamo finendo di costruire il torsiometro che ci servirà per dimensionare il tristadio!

Saluti kekko

Grandissimo kekko! immaginavo una risposta del genere! veramente splendido, non vedo l'ora almeno quanto voi :D per qualsiasi consiglio meccanico basta un fischio (diciamo che ho ancora parecchi contatti nel motorsport) ;)



ps: gli inventori di sirena e dell'elastico per le mutande sono ipermilionari :D vi auguro davvero altrettanto!!!!!!

kekko.alchemi
17-01-2010, 03:00
per qualsiasi consiglio meccanico basta un fischio (diciamo che ho ancora parecchi contatti nel motorsport) ;)


Per ora la cosa che più stiamo cercando, è una moto/scooter a cui poter applicare il nostro motore! Andrebbe bene anche con il motore fuso, visto che tanto ci serve solo il telaio! :)

ps: non puoi capire l'inventore del cavatappi :bored:

broberto
17-01-2010, 09:56
buongiorno,

kekko e francesco: vorrei farvi una domanda in merito a quello che ha detto kekko sulla possibilità di aggiungere lamierini per aumentare la potenza del motore: la resistenza che il flusso magnetico incontra nell'attraversare i lamierini come dipende dalla sezione di questi? voglio dire se cerchiamo di far passare un fluido in un tubo a sezione tonda o rettangolare sottile sottile fa una bella differenza.. a occhio mi sembra che la sezione dei lamierini dell'mk 12 sia +/- quadrata..

buona domenica a tutti

broberto

francescoG1
17-01-2010, 11:06
Hem, francescoG1, calma... Chi dice che non ha la potenza sufficente? Il tristadio progettato, può essere portato tranquillamente a una 20a di KW (ma anche di più), senza dover fare grosse modifiche. Basta impaccare più lamierini e far diventare ogni stadio da 60mm.




chiedo scusa pensavo fosse già al limite.....(in termini di peso però non peso sia paragonabile all'agni 95r...pesa solo 11kg)

broberto....credo che aumenti anche la superficie del magnete permanente di pari passo se ti tieni sotto la saturazione dei lamierini le perdite sono quasi trascurabili ...

mauropal
28-01-2010, 12:17
Ciao mac-giver e kekko, ho appena finito di leggere tutti i post, mi sono iscritto subito per potervi dimostrare la mia riconoscenza infinita per il vostro lavoro.
SIETE GRANDI!!!

Mi occupo a vario titolo di veicoli elettrici da tanti anni, solo di recente però sono riuscito a trasformare la passione in un lavoro vero e proprio. Fornisco ordinativi a 4 aziende che producono veicoli elettrici, e sono sicuro che una collaborazione con voi per sviluppare il motore è fattibile.

Io stesso, vorrei contribuire. I mezzi, siano scooter, auto o furgoni, si trovano.
Già penso a cosa vuol dire un rendimento ottimale come quello dell'MK12: minor consumo di energia, quindi meno batterie, quindi costi inferiori (e il costo del litio su un auto è anche oltre il 50% del totale), oppure con lo stesso pacco percorrere molti km in più...

Possiamo sentirci in pm per parlarne?

Complimenti ancora!

vanesio
28-01-2010, 20:35
...Per ora la cosa che più stiamo cercando, è una moto/scooter a cui poter applicare il nostro motore!


Appena iscritto: anzitutto complimenti per il lavoro e la realizzazione appassionata. Molto bello!
Al posto dello scooter vorrei mettere a disposizione la mia esperienza di 35 anni nella progettazione elettronica (analogica/digitale/potenza), firmware e ASIC. Mi si conosce come uno che puo' realizzare l'impossibile (vanesio dixit :character05:).

mauropal
30-01-2010, 15:58
Ciao di nuovo Mac-Giver,

come anticipato mi darò da fare per sviluppare il vostro prototipo.
Non ho la certezza di far intervenire chi penso, ma di contatti ne ho diversi e in un modo o nell'altro...

La diffusione degli EV è uno dei punti del progetto che sto realizzando.

A presto, su questi schermi

Mauro

Futuro
02-02-2010, 23:31
Ciao KEKKO è possibile avere informazioni sulla centralina che pilota il vostro MK12

kekko.alchemi
04-02-2010, 02:23
Ciao mac-giver e kekko, ho appena finito di leggere tutti i post, mi sono iscritto subito per potervi dimostrare la mia riconoscenza infinita per il vostro lavoro.
SIETE GRANDI!!!

Mi occupo a vario titolo di veicoli elettrici da tanti anni, solo di recente però sono riuscito a trasformare la passione in un lavoro vero e proprio. Fornisco ordinativi a 4 aziende che producono veicoli elettrici, e sono sicuro che una collaborazione con voi per sviluppare il motore è fattibile.

Io stesso, vorrei contribuire. I mezzi, siano scooter, auto o furgoni, si trovano.
Già penso a cosa vuol dire un rendimento ottimale come quello dell'MK12: minor consumo di energia, quindi meno batterie, quindi costi inferiori (e il costo del litio su un auto è anche oltre il 50% del totale), oppure con lo stesso pacco percorrere molti km in più...

Possiamo sentirci in pm per parlarne?

Complimenti ancora!

Si certo, come no! Ci fa solo che piacere, magari riuscissimo a sviluppare il prototipo per un auto o scooter elettrico. Fatti sentire.

Saluti kekko

kekko.alchemi
04-02-2010, 02:27
Ciao KEKKO è possibile avere informazioni sulla centralina che pilota il vostro MK12

Come vedete, della centralina ne parlo ancora poco, è in via di sviluppo, ormai è cambiata totalmente, i progetti sono quasi finiti, e presto vedrete un banco attrezzato da star-trek!

Ho finito anche il torsiometro digitale, manca di mettere a punto qualche stupidagine. Non appena riesco a finirlo posterò tutto quanto.

In questo periodo stiamo davvero molto impegnati, stiamo anche aprendo una fabbrica di MK12 in venezuela con elisha, una persona davvero molto brava che mi sta finanziando anche lo sviluppo della centralina.

A presto kekko

mauropal
04-02-2010, 11:06
Kekko,

ho parlato anche con Mac-Giver, sto contattando le ditte che conosco per contribuire allo sviluppo. Certo è che sviluppare l'MK12 per uno scooter o per un auto non è la stessa cosa... Probabilmente verrò in zona nei prossimi giorni, mi farebbe piacere conoscervi.

Mauro

Futuro
04-02-2010, 14:29
In questo periodo stiamo davvero molto impegnati, stiamo anche aprendo una fabbrica di MK12 in venezuela con elisha, una persona davvero molto brava che mi sta finanziando anche lo sviluppo della centralina.

Ciao KEKKO, secondo te come potrebbe essere ingegnerizzato L'MK12 per farlo funzionare da generatore, e che tipo di modifiche bisognerebbe apportare.
Sarebbe possibile sempre sullo stesso principio costruire un generatore da 10Kw.
Scusa per le domande ma sto sperimentando un generatore eolico a magneti permanenti e sarebbe bello poter mettere a confronto il rendimento dei due sistemi, grazie e come al solito buon lavoro.:bye1:

alex_audi
05-02-2010, 15:11
Ciao avete dati relativi alla rigenerazione di corrente se usato in fase di frenata da un veicolo elettrico ?

ifftb
06-02-2010, 16:07
Una fabbrica in Venezuela ?!?.:spettacolo:......... E perchè non in Italia? :cry:

Immagino......questione di finanziamenti !

Non finirò mai di stupirmi per l'ottusaggine di chi sta nei posti di potere! Forse, se ogni tanto si prendessero la briga di scorrazzare in internet o, in mancanza di tempo, lo facessero fare a qualcuno in vece loro, si renderebbero conto che ci sono iniziative che vale veramente la pena di incoraggiare e sostenere, oltretutto con possibili grandi vantaggi per tutti!

Se poi si pensa a come viene spesso utilizzato il denaro pubblico e all'enormità degli sprechi...c'è di che rabbrividire....

kekko.alchemi
08-02-2010, 01:53
Non ne parliamo che è meglio, questo paese è davvero alla deriva... Se solo si pensano ai soldi che si sprecano o che vengono pilotati...

Noi siamo aperti a tutti, chi ci finanzia e ci fa andare avanti con la ricerca è sempre ben accetto, dal Venuezeula si sono interessati al nostro motore, ci finanziano e credono in noi. In questo paese invece chi ha delle buone idee viene sempre soppresso, la storia cominciò da un certo Cristoforo Colombo, poi con Rubbia... e una lista infinita di cervelli che se ne sono dovuti andare per forza di cose.

Si spera sempre che le cosi cambino, per ora noi andiamo avanti a testa bassa, con impegno, sacrifici, e tanta buona volontà. Il nostro lavoro è online chi sarà lungimirante ne trarrà benefici, il resto sono solo chiacchiere.

New Magnetic Engine (http://newmagneticengine.blogspot.com/)

Grazie sempre per il vostro appoggio kekko.

alex_audi
08-02-2010, 09:50
Beh sai com'è a una nazione cresciuta a veline e grande fratello cosa vuoi che importi se ci sono dei cervelli da sostenere...... ????
Sapete già quanto sarà grande in proporzione ai kilowatt erogati ?

kekko.alchemi
20-02-2010, 01:28
Ho quasi finito la nuova centralina, ora riusciamo a regolare l'anticipo e il ritardo da software, e un paio di cosette che più avanti posterò.

Oggi abbiamo fatto un po' di prove per vedere l'MK12 quanto tira, siamo arrivati fino a 1450 W sull'asse senza problemi a quasi 3000 RPM. Promette davvero bene, contiamo di passare i 2 KW. E' davvero impressionante vedere un motore di soli 20 mm di spessore tirare così tanto, i 5 Nm li tira ad "occhi chiusi", e aumentando i Volts sotto carico, accelera come se stesse girando a vuoto.

A presto kekko

mariomaggi
20-02-2010, 09:37
Dal sito NME non c'e' alcun modo per contattarvi se non per vie traverse.
Non c'e' un indirizzo fisico, ne' email, ne' telefono o cellulare.
Non sarebbe oppurtuno aggiungere i riferimenti, per dare un'idea di maggior concretezza?
Buon lavoro
Mario

lasvoltaesiste
20-02-2010, 10:56
Mentre Scaiola annuncia il nuovo piano di sviluppo in Italia per il nucleare, il Prof. Cardone con il suo reattore prototipo "R-1-S" della Startec srl, fa passi da gigante nella direzione della produzione di energia pulita dal ferro con il piezo-nucleare. Voi grandissimi, con i vostri prototipi ci fate sognare per un futuro migliore con auto elettriche a basso consumo energetico e nella produzione di energia. Ma c'è qualcuno che ha poteri decisionali e tiene all'ambiente che può fare qualcosa, mi domando? Io sono ignorante in materia, ma mi è bastato andare in internet per poche settimane e ho scoperto un mare in fermento, scoperte scientifiche, applicazioni tecniche che mi sono detto, boia! Ma abbiamo già tutto quello che ci serve per la svolta in un mondo migliore, e invece niente. L'inquinamento che avanza, conferenze internazionali sull'ecologia...l'ecosostenibilità...bla,bla,bla; fiumi di denaro che non si sa dove finiscono, però fatti...zero. Un saluto a tutti del forum e scusate lo sfogo

kekko.alchemi
20-02-2010, 16:17
Tranquillo, nessuno sfogo è solo la verità!!

Hai ragione mario provvederemo immediatamente.

francescoG1
21-03-2010, 10:57
Ci sono novità?? è da molto che non scrivete....

Zebiran
22-03-2010, 12:49
Povera Italia, avete ragione.

ifftb
22-03-2010, 17:41
Più che altro... è difficile dare un'interpretazione a questo lungo silenzio...:bored:

Non è che ci dobbiamo preoccupare...vero?

eroyka
22-03-2010, 18:01
Non penso proprio... ho il contatto di mac su FB ed è vivo e vegeto.

Stanno lavorando...
Ma speriamo tutti in una loro apparizione qui.
Ciao
Roy

mac-giver
22-03-2010, 22:09
scusate il ritardo ragazzi.. come dice roy, non ci si ferma un attimo con il lavoro.. e infatti finalmente l'università ha approvato la realizzazione del tristadio ..ma prima hanno voluto vedere le peculiarità dell' mk12 ..

l''ing che segue i progetti per le auto elettriche voleva vedere un motore senza spazzole non a coppia costante..perchè diceva che così si poteva far a meno del cambio su una vettura..

da quello che abbiamo visto sulle vetture su cui stanno lavorando vengono utilizzati degli asincroni trifase della ansaldo raffreddati ad acqua con degli inverter da 0 a 400hz raffreddati anchessi a liquido..

questi motori sono da 40kw nominali e 60 di picco..

pesano 80kg e l'inverter è una bestia che non vi dico..

la ricerca che ci stanno appoggiando sta proprio nel vedere che risultati può dare il nostro motore in confronto con quelli attualmente in commercio.. si valuterà il rapporto pesopotenza principalmente , e la potenza di picco..

proprio su questo stiamo facendo ulteriori prove nel nostro lab, per vedere il piccolo mk12 cosa tira fuori..

abbiamo dovuto rivedere un pò tutti gli schemi di pilotaggio(KEKKO vi darà qualche delucidazione) potenziare lo stadio finale e cmq proteggere dai soliti picchi di ritorno i finali stessi..

a giorni avrò finito di montare tutti i varistor in parallelo proprio per questo e poi finalmente potremo stirare le orecchie al motore senza che distrugga ogni cosa..


anche li all'uni ci hanno chiesto se possiamo arrivare al rapporto pesopotenza di quel motore a spazzole tanto decantato agni motors che ha potenze nominali e di picco mostruose pur essendo leggerissimo..

questo ancora non lo possiamo sapere, il prototipo che faremo li ci servirà anche a capire questo.. ma una domanda me la pongo..

perchè questi super motori a spazzole così prestanti, visto che costano pure molto poco, necessitano solo di un pwm semplicissimo per il controllo non vengono utlilizzati massivamente per l'autotrazione? :preoccupato:

io l ho visto montato solo su moto elettriche e su quad fuoristrada, ma su autoveicoli.. non se ne parla..mah.. ma da quello che posso intuire è che un motore che tira 300A a spazzole non lo so se è esente da manutenzione assidua.. :rolleyes:

appena avrò visto quale potenza nominale l'mk 12 e di picco può tirare fuori, non vi preoccupate che sarete i primi a saperlo..:bye1:

triac60
22-03-2010, 23:45
Buon lavoro Mac e Kekko.

mac-giver
25-03-2010, 18:16
grazie triak.. finalmente abbiamo trovato dal surplus militare gli igbt che ci servivano per fare tutte le prove distruttive senza rompere i finali..

1200V 600A messi in parallelo.. due ponti completi doppi.. mo vedemo se se rompe..

finalmente con l'oscillo sono riuscito a vedere che il picco a poco più di 600V non sale..prima non potevamo perchè l'igbt ci salutava prima...

ho messo cmq un varistore da 520V e così anche se dovvesse arrivare un picco ad un livello esagerato il varistor protegge ..

ma da quello che ho visto probabilmente per la bassa induttanza del motore più di 600V non è arrivato.. quindi alla fine ora possiamo distruggere il motore per sapere bene i suoi limiti..

appena ritorna kekko( tra due sett) deve subito mettersi all'opera che c'è il processore che comincia a sfarfallare dopo i 25 A di assorbimento del motore..

per il resto tutto funzia e non si rompe nulla..mai dire mai:preoccupato:

stradajeeeeee:bye1:

kekko.alchemi
26-03-2010, 02:14
Hola, sono in argentina a trovare la ragazza... ma cmq non mi fermo neanche da qui, sto facendo la centralina del tristadio sta venendo proprio un opera d'arte.

Come già detto da mac abbiamo trovato un banco di IGBT che era di un inverter da 1000 KW di una casa di telefonia... Sono 1200V e 1200A nominali a 25 °C. Il problema sono sempre i picchi di lenz che tornano indietro con una potenza mostruosa stiamo parlando di circa 400W di picchi, che per ora dissipiamo in dei varistori messi in parallelo sulle fasi del motore. Non è sicuramente la soluzione vincente, perchè come prima cosa buttiamo 400W e come seconda cosa i varistori si rompono dopo un certo tempo che ricevono extratensioni. Per questo sto facendo un filtro LC ben dimensionato con tanto di secondario che recuperi i picchi e li rimetta in alimentazione.

Non sognatevi di utilizzare diodi schottky, ultrafast ecc... non esistono componenti tanto veloci, il picco si genera quasi alla "velocità della luce", per cui nessuna giunzione PN può essere tanto veloce, l'unica sono condensatori, resistenze e induttanze.

Per vedere il picco ho messo una sonda a 100 sull'oscilloscopio, in modo da avere un fattore di divisione per 100, altrimenti l'oscillo sarebbe andato di granlunga a fondoscala.

X mac: Non mandare i picchi fino a 600V!!!!!!!!!!!!!!! Perchè quello che leggi sull'oscillo è un valore approssimato, se la punta del picco è fina l'oscillo non la legge, e nemmeno i varistori possono farci nulla. Il processore con lo sfarfallamento non c'entra nulla. Lui fa i calcoli solamente sui giri, non c'entrano nulla gli Ampere! Se i giri sono quelli, e salgono solamente gli A, e dopo i 25A sfarfalla, vuol dire una cosa sola, che i picchi sono ben di più di 600V, e o stanno rompendo il dielettrico degli IGBT, oppure si infilano nei cavi e saricano dove nemmeno immaggini... Ste prove così al limite evita di farle, senza il giusto filtro distruggiamo tutto un altra volta. Oggi ho simulato il filtro, sembra che funzioni, ma ora devo dimensionarlo per bene altrimenti è come se non ci fosse.

Qui sotto vi allego il grafico che ho fatto vedere all'ingegnere della Sapienza, dove si può ben vedere come all'aumento della coppia calano i giri e viceversa. Questo lo rende adatto all'autotrazione in quanto questa curva viene simulata dal cambio nei motori a coppia costante per renderli adatti all'autotrazione. Nel MK12 il cambio non serve in quanto la sua curva di coppia e RPM è già adatta allo scopo!

PS: Ora la centralina ha 2 processori, e con quelli riesco a variare anticipo e ritardo da software con un potenziometro, più le relative pause di impulsi.

Un saluto Argentino kekko

Smilzo
26-03-2010, 11:40
...abbiamo trovato un banco di IGBT che era di un inverter da 1000 KW di una casa di telefonia... Sono 1200V e 1200A nominali a 25 °C. Il problema sono sempre i picchi di lenz che tornano indietro con una potenza mostruosa stiamo parlando di circa 400W di picchi, ...sto facendo un filtro LC ben dimensionato con tanto di secondario che recuperi i picchi e li rimetta in alimentazione.

Stika.... :spettacolo:

Mi chiedo una cosa: perchè non vi concentrate su un motore da bici, 250w, e cercate di dominarlo? Affrontereste sempre gli stessi problemi, ma di un ordine di misura diverso... :bye1:

mac-giver
26-03-2010, 12:11
Hola, sono in argentina a trovare la ragazza... ma cmq non mi fermo neanche da qui, sto facendo la centralina del tristadio sta venendo proprio un opera d'arte.

**** non quotare messaggi interi ****
PS: Ora la centralina ha 2 processori, e con quelli riesco a variare anticipo e ritardo da software con un potenziometro, più le relative pause di impulsi.

Un saluto Argentino kekko

mi sa che sono i ripple che i condensatori non riescono a "spianare":preoccupato:

ho messo la scala a 5 e l'ho ingrandita ogni quadretto sarebbero 500V ma è bello nitido il segnale.. il varist c'è sempre a protezione e quelli a 650volt vanno in corto pieno.. cmq l ho messi in serie ai condensatori, praticamente quando il varist chiude scarica nei cond.. vedi un pò se tocca parlà qui dar forum:)

oggi provo con i trasil che limitano a 150-200V vediamo come si abbrastt.. e in più metto un altro banco di condensatori da 20mila uF

mi sento al tel con mauro per evitare grandi botti..

kekko.alchemi
26-03-2010, 12:34
ahahah okk, il condensatore però va dimensionato altrimenti se è troppo grande la sua reattanza negativa in frequenza sarà elevata, e di fatto sarà come se non ci fosse o peggio. Il condensatore in serie non serve a molto, prova con quel componente che ti ho linkato in msn... ci sentiamo!

mac-giver
26-03-2010, 20:31
allora senti che è successo...

lo sfarfallio era un driver che si surriscaldava:bored:

ho insisitito un altro pò e brasssttt driver.. tutto in corto variak che strillava ma non si è rotto nessun igbt :wub2:

cambiato il driver tutto funzia a dovere.. ma.. c'è un ma..

come dicevi tu non se po lascià i picchi a 600v SUCCEDE L'IMPOSSIBILE sbrocca con i numeri pure il wattmetro prima dei condensatori:cry:

quindi si ritorna a limitarli sui 300V..

ho cominciato a saldare 100 di quei varist quindi sono 50 varist in parallelo.. i varist chiudono completamente a 140V quindi a 280V stanno quasi a manetta.. si intiepidoscono.. ho messo l'amperometrino rms tra una fase i un capo dei varist così quando i varist aprono quello comincia a segnare..

praticamente arriva a fondo scala:bored:

2,5 A!

bonanotteeeeeeeeee ma ci stanno 280V e 2,5 A di picco????:preoccupato:

kekko.alchemi
26-03-2010, 22:46
Eh si t'ho detto 600V sono un boato, le radiofrequenze arrivano lontano metri e metri, e con quella potenza fanno impazzire qualsiasi cosa. Con 300V di picco massimo già va molto meglio. Ma l'amperometro rms qual'è? quello digitale?? perchè lì sognati di usare qualcosa di digitale, sbrocca alla grande! Devi usarne uno a lancetta, che sicuramente è più veritiero. Se leggi 2,5A anche con la lancetta allora sono circa quelli. Avevamo stimato circa 400W di picchi, ma vedrai che con l'aumentare della coppia aumenteranno anche i Watt dei picchi.

Ahh una cosa, non li far intiepidire i varistori che si rompono ancora prima del dovuto, mettili tutti e 600 e poi prova così!

mac-giver
26-03-2010, 23:07
ma si si è quello a lancetta rms tutta na storia.. solo che 280 v 2,5 A sono un bottoooooo, tranqui che non hanno fatto in tempo ad intiepidirsi.. però se tanto mi dà tanto si arriverà a botte anche di 6 A visto come viaggia quella lancetta:cry:

domani continuo a saldare.. 600 varistori.. non se pò..

francescoG1
27-03-2010, 09:44
Qui sotto vi allego il grafico che ho fatto vedere all'ingegnere della Sapienza, dove si può ben vedere come all'aumento della coppia calano i giri e viceversa.


perchè non parte da zero RPM????

kekko.alchemi
27-03-2010, 14:54
Perchè prima di tutto nel monostadio non è possibile l'avvio automatico del motore, per questo stiamo sviluppando il trifase. E poi perchè quei grafici li ho fatti sulle prove che facemmo sul banco prova di forlì, quindi non ci sono molti punti per tirar fuori un grafico completo. Presto faremo un grafico più completo con tutti i dati e i parametri.

btbbass
27-03-2010, 16:27
Ciao, è da un po che nn mi faccio sentire, ma tra tesi e lavoro... posso solo capire quanto siate impegnati voi!!
A me sta cosa dei 200W di picco mi sembra veramente esagerata! Mi sa che distrugge ogni cosa! Quanto dura all'incirca? L'unica in effetti è un filtro fatto con i cosiddetti, ma non saprei, non me ne intendo...
Forza M&K!

Gianfranco
27-03-2010, 18:41
Ciao ragazzi.....nel mio motorello...sto aspettando gli IR.....si abrastegano che è un piacere...
Ho messo tutti gli avvolgimenti in parallelo....con alimentazione a 24 V ho picchi di 200V.....ma il motore gira a vuoto,senza carico.
Gli IR si abrastegano quando spengo il motore....."che gira al massimo"senza alimenrtazione al ponte,
così facendo la tensione è libera di salire oltre i 600V"limite degli IR".

Na pugnetta sti picchi!!!!......poi una cosa,se parlate di rendimenti alti, i 400W dissipati in picchi!!!! da dove vengono????? free@@gy ???

Ho una mezza idea di usare solo due mosfet senza ponte e senza IR.....ma è da provaaa

Ciaaoooo

mac-giver
27-03-2010, 22:44
gianfrà.. mettece du varistor tra le fasi da 75V così non si distrugge più nulla.. ne metti un pò in parallelo cosi non esplodono, ma proteggono un casino.. fidati..

kekko.alchemi
28-03-2010, 14:00
Ciao ragazzi.....nel mio motorello...sto aspettando gli IR.....si abrastegano che è un piacere...
Ho messo tutti gli avvolgimenti in parallelo....con alimentazione a 24 V ho picchi di 200V.....ma il motore gira a vuoto,senza carico.
Gli IR si abrastegano quando spengo il motore....."che gira al massimo"senza alimenrtazione al ponte,
così facendo la tensione è libera di salire oltre i 600V"limite degli IR".

Na pugnetta sti picchi!!!!......poi una cosa,se parlate di rendimenti alti, i 400W dissipati in picchi!!!! da dove vengono????? free@@gy ???

Ho una mezza idea di usare solo due mosfet senza ponte e senza IR.....ma è da provaaa

Ciaaoooo

Wee ciao gianfranco, quello che ti succede non c'entra nulla con i picchi, probabilmente c'è un anomalia nel circuito. Le alimentazioni degli IR e del ponte sono separate? Perchè è strano che quando spegni l'alimentazione al motore e lasci quella degli IR accesa la tensione sale a 600V. Ma l'alimentazione la stacchi prima dei condensatori? Perchè se si, allora è proprio impossibile perchè significherebbe che i condensatori si caricano a 600V.

Per i rendimenti elevati infatti i picchi vanno recuperati altrimenti il motore sta al 60%.

Per utilizzare solamente due mosfet con il centrale della bobina, puoi provare ma il motore non andrà tanto bene, perchè succede che quando dai corrente ad una bobina, l'altra riceve un flusso che si trasforma in corrente passa per il diodo del mosfet e si riversa nell'alimentazione, questo ti fa consumare di più e non ti permette inoltre di recuperare i picchi, perchè il diodo del mosfet si trova al contrario rispetto al picco.

:bye1:

Gianfranco
28-03-2010, 18:53
con il centrale della bobina

No. no. niente centrale......solo una bobina :) ma è da provare l'ideonaaaaa

mariomaggi
28-03-2010, 21:36
mac-giver,

perchè questi super motori a spazzole così prestanti, visto che costano pure molto poco, necessitano solo di un pwm semplicissimo per il controllo non vengono utlilizzati massivamente per l'autotrazione?
perche' l'autotrazione esige motori e drive ad alta affidabilita' e possibilmente senza manutenzione, e tutti i motori "tirati" non possono essere ad alta affidabilita'.
Inoltre i motori per automotive hanno spesso le parti attive raffreddate ad acqua, per migliorare l'efficienza e ridurre peso e ingombro. Un motore a corrente continua ha le parti attive rotanti, sarebbe molto complicato raffreddarle a liquido.
L'eliminazione del cambio sulle auto elettriche "serie" rappresenta la normalita', all'universita' lo sapranno di certo.
Ciao
Mario

kekko.alchemi
28-03-2010, 23:42
Invece no non lo sanno di certo, anzi affermano il contrario! Dicono che il cambio è d'obbligo perchè altrimenti le auto elettriche non vanno molto bene. I motori elettrici asincroni e brushless hanno la curva di coppia piatta e quindi per simulare la curva di coppia "dell'asfalto" c'è bisogno del cambio, dove all'aumentare della velocità diminuisce la coppia e al diminuire della velocità (salita) aumenta la coppia. Questa è una caratteristica propria dei motori a spazzole e del MK12. In un motore asincrono trifase questa curva di coppia invece è "piatta" e per questo bisogna mettere un cambio.

Questo è quanto ci insegnano all'università, dove affermano che un motore asincrono trifase da 8 KW con il cambio, va dieci volte meglio di un motore asincrono trifase da 30 KW senza il cambio. I motori a spazzole invece vanno meglio di tutti quanti, per quello detto sopra, ma hanno il difetto di aver bisogno di continua manutenzione. L'MK12 invece no, non necessita di manutenzione, ed ha la curva di coppia idonea all'autotrazione come nei motori in corrente continua a spazzole, infatti quando abbiamo portato l'MK12 all'università e l'abbiamo provato sul banco, l'ingegnere e il rettore non credevano ai loro occhi, mettendo addirittura in secondo piano l'alto rendimento, ed essendo invece interessatissimi alla curva Nm / RPM.

mac-giver
29-03-2010, 09:44
allora buone nuove.. non se rompe più niente.. il sistema dei varistor funziona, ma dobbiamo risolvere in altro modo.. non se pò mette un blocco di roba così..:bored: poi vanno anche raffreddati.. vedi ventola sopra..
gli ho messo una termocoppia per controllare la temperatura, non devono superare i 45° se no poi si innesca un effetto valanga è succede un mega abbrasttt..

per il momento non superano i 30° con il motore spremuto a manetta.. e sull'oscillo il picco non supera i 300V

cmq non gli ho tirato più di 8 nm sempre per paura di grandi botti..

ma ho visto che sotto coppia più dai V e più accelera linearmente senza sentire il minimo "slittamento" di coppia..

si comporta come una ruota dentata quel rotore.. ho l'impressione che questi motori hanno una potenza di picco anche 4 volte quella nominale.. il limite degli asincroni è anche questo, la potenza di picco è molto vicina alla nominale.. quelli a spazzole hanno il solito limite che si bruciano i contatti striscianti, i brushless hanno la difficoltà di smaltire il calore quando li tiri a manetta, qui col fatto che le bobine e i magneti stanno tutti sullo statore puoi raffreddare con semplicità le bobine..ed ecco che finchè non esplodono le bobine, possono uscire potenze di picco veramente mostruose..ottime nelle accelerazioni per il quale l'mk12 non ha rivali..

per quanto riguarda il recupero dei picchi.. vedrai che con il trifase collegato a triangolo tutto sto patema finisce..i picchi rimangono nel triangolo e fine della storia..

questo motore non è nato per essere un monofase..

600varist saldati..:cry:

parlando con mauro, mi diceva di lasciar perdere trasf per recupero, che non fa altro che aggiungere induttanza.. lui dice di mettere un bel ponte di trasil e i diodi skhotty super che recuperano e rimandano nell'alimentazione.. :preoccupato:

leo48
29-03-2010, 13:48
600varist saldati..

Praticamente va a "varistori "

leo48

mac-giver
19-04-2010, 20:35
Praticamente va a "varistori "

leo48
si e infatti sta cosa non và bene.. è più grande il banco di varist che tutto il motore.. ma almeno ci è servito per capire parecchie cosette..

ora ho cambiato le bobine al motore.. una piattina unica di rame di 27 spire.. ora sembrano le bobine di un acceleratore di particelle:)
che bello non avere gli avvolgimenti in cava.. qui fai come vuoi... eheh

l'induttanza si è ridotta di 8 volte.. solo che adesso il motore può essere alimentato solo da batterie.. perchè si prende 20A a vuoto..

i picchi in questo modo sembrano essersi abbassati notevolmente..

staremo a vedere!:bye1:

triac60
19-04-2010, 21:05
Gran bello statore Mac, quelle bobine avvolte con la piattina mi ricordano una prova che facemmo qualche tempo fà, non ci furono risultati immediati forse per le poche spire, ma il principio era corretto, sono contento, è una cosa splendida da vedere.
Se i calcoli che facemmo all'epoca non sono sbagliati quelle bobine dovrebbero reggere dei picchi di circa 100A, non oso immaginare se il motore fosse alimentato a 150V che potenza di picco ne verrebbe fuori, penso che nessun altro motore al mondo possa eguagliarlo come peso, potenza specifica,economicità e semplicità costruttiva, e non ultimo un costo abbastanza contenuto.

Che dire... state facendo un lavoro stupendo, non ho parole, andate avanti cosi e.....
Dajeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!

staffa
19-04-2010, 21:09
bellissimo lo stargate!!!! dajeeeeeeeeeeee

mac-giver
19-04-2010, 22:24
Gran bello statore Mac, quelle bobine avvolte con la piattina mi ricordano una prova che facemmo qualche tempo fà, non ci furono risultati immediati forse per le poche spire, ma il principio era corretto, sono contento, è una cosa splendida da vedere.
Se i calcoli che facemmo all'epoca non sono sbagliati quelle bobine dovrebbero reggere dei picchi di circa 100A, non oso immaginare se il motore fosse alimentato a 150V che potenza di picco ne verrebbe fuori, penso che nessun altro motore al mondo possa eguagliarlo come peso, potenza specifica,economicità e semplicità costruttiva, e non ultimo un costo abbastanza contenuto.

Che dire... state facendo un lavoro stupendo, non ho parole, andate avanti cosi e.....
Dajeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!

calcola che ho dato 60 A in continua ad una bobina si intiepidisce appena
quindi possono prendere botte da 150A tranquillamente e sono 6 in parallelo

se da quel cosetto tiriamo fuori 12 kw abbiamo vinto:)

mariomaggi
20-04-2010, 08:19
Vedo solo ora queste risposte
kekko,

Questo è quanto ci insegnano all'università
mac,

il limite degli asincroni è anche questo, la potenza di picco è molto vicina alla nominale..
non rispondo in questo post per non deviare il discorso, ma non sono assolutamente d'accordo.
Ciao
Mario

mac-giver
20-04-2010, 14:10
Vedo solo ora queste risposte
kekko,

mac,

non rispondo in questo post per non deviare il discorso, ma non sono assolutamente d'accordo.
Ciao
Mario

mario un ansaldo classico asincrono con inverter 0-400hz raffreddato ad acqua sia l'inverter che il motore ha come potenza nominale 40kw e di picco 60kw( e pesa 80kg solo il motore)

un motore a spazzole tipo l'agni motors ha come potenza di picco quasi il triplo di quella nominale..

le prove lo confermeranno ma se mk12 ha nominali 2 kw e di picco ne tira fuori 10 non è un bel risultato?

francescoG1
20-04-2010, 19:55
un motore a spazzole tipo l'agni motors ha come potenza di picco quasi il triplo di quella nominale..




aspetta un'attimo i dati corretti sono questi:Agnimotors.com - Manufacturers of high efficiency D.C. motors - Performance (http://www.agnimotors.com/home/index.php?option=com_content&task=view&id=5&Itemid=36)

mac-giver
20-04-2010, 23:05
aspetta un'attimo i dati corretti sono questi:Agnimotors.com - Manufacturers of high efficiency D.C. motors - Performance (http://www.agnimotors.com/home/index.php?option=com_content&task=view&id=5&Itemid=36)

allora solo il doppio di quella nominale e per soli 5 secondi.. se no le spazzole fondono..poi và b'è questo motore tanto utilizzato nelle competizioni ha bisogno di parecchia manutenzione.. 30kw di botto su delle spazzole non è una passeggiata..

ora vedremo con mk12 che succede.. ma penso che non avendo le spazzole il picco lo può reggere per molti più secondi prima di fondere la bobina..

staremo a vedere..e come al solito sarete i primi a saperlo..:bye1:

Gianfranco
21-04-2010, 08:00
Scusate il fuori tema
Carina 30 Cv per 90 min........Mac...chiama la Ktm....
Potrebbero montare il tuo motore mk12 !!

FREERIDE: LA MOTO A EMISSIONI ZERO DI KTM. - Detail - Notizie - Modelli & accessori - KTM.com - Ready to Race (http://www.ktm.it/Detail.223.10.html?&nodeID=108900&cHash=42d3e96d22)
KTM Zero Emission | MotorBox | Moto | Magazine | Anteprima (http://www.motorbox.com/Moto/Magazine/Anteprima/KTMZeroEmission_Anteprima.html)

Per non parlare di questa .....
Mavizen – Enabling Your Passion for the Future (http://www.mavizen.com/)
YouTube - Mavizen TTXGP (http://www.youtube.com/watch?v=A7F93p8v5zQ)
monta Agni95

Se mk12 va meglio......Fai una super moto da Competizione e li stracci!!!!! Poi vedrai che ti stanno a sentire :)


Ciao

francescoG1
21-04-2010, 15:39
dato che ho letto di un progetto commissionato dalla nasa:NASA Awards $11 Million Quantum Wire (Carbon Nanotube) Contract To Rice University | Commercial Space Watch (http://www.comspacewatch.com/news/viewpr.html?pid=16718) quest'anno dovrebbe essere la scadenza (con la speranza che ci sarà qualcosa..) vorrei sapere qual'è la massima potenza (MK12) oltre il quale i lamierini saturano(o altro) dato che "virtualmete" questi quantum wire hanno una resistenza molto bassa (corrispende più o meno alla potenza di picco ???); grazie.

mac-giver
21-04-2010, 21:41
dato che ho letto di un progetto commissionato dalla nasa:NASA Awards $11 Million Quantum Wire (Carbon Nanotube) Contract To Rice University | Commercial Space Watch (http://www.comspacewatch.com/news/viewpr.html?pid=16718) quest'anno dovrebbe essere la scadenza (con la speranza che ci sarà qualcosa..) vorrei sapere qual'è la massima potenza (MK12) oltre il quale i lamierini saturano(o altro) dato che "virtualmete" questi quantum wire hanno una resistenza molto bassa (corrispende più o meno alla potenza di picco ???); grazie.

francè.. e che ne sapemo?? le ho appena cambiate le bobine.. i lamierini saturano a 1,7T poi bisogna vedere a quale frequenza i lamierini non tengono più il passo.. ma vedrai che prima che le bobine esplodano si fonderanno i lamierini:bye1:

mariomaggi
22-04-2010, 15:46
mac,
avevo pensato di non inquinare il post ma mi tiri dentro per il bavero.

le prove lo confermeranno ma se mk12 ha nominali 2 kw e di picco ne tira fuori 10 non è un bel risultato?
si, ma ci sono motori che danno anche 8 o 10 volte la coppia nominale per tempi brevi. Dipende anche dall' I2t accettabile, e dalle capacita' di raffreddamento del motore.


mario un ansaldo classico asincrono con inverter 0-400hz raffreddato ad acqua sia l'inverter che il motore ha come potenza nominale 40kw e di picco 60kw
Ovvio, se leggi le specifiche del sistema inverter+motore, il limite del sistema sara' dato dal limite del componente piu' debole, in questo caso sara' l'inverter che limita la corrente a poco piu' del 150% della corrente nominale. Se invece consideri il motore da solo, vedrai che la capacita' di sovraccarico di un asincrono e' sempre molto alta.

se no le spazzole fondono
le spazzole non fondono, semmai si fondono i collegamenti in stagno al circuito di armatura.
Ciao
Mario

mac-giver
23-04-2010, 11:34
si, ma ci sono motori che danno anche 8 o 10 volte la coppia nominale per tempi brevi. Dipende anche dall' I2t accettabile, e dalle capacita' di raffreddamento del motore.

le spazzole non fondono, semmai si fondono i collegamenti in stagno al circuito di armatura.
Ciao

Mario

si ma io parlo dell'mk12 senza ancora nessun sistema di raffreddamento..quello verrà curato successivamente..

mario.. era scontato questo.. la grafite fonde a 3000 gradi, naturalmente parlavo di spazzole come il "tutto" va b'è sempre a puntualizzare senza un consiglio costruttivo, andiamo avanti bene così....:closedeyes:

mariomaggi
24-04-2010, 19:47
mac,
vedo che sei sempre molto prevenuto nei miei confronti, quando dici:

va b'è sempre a puntualizzare senza un consiglio costruttivo
Pochi post prima avevo dato questo suggerimento costruttvo:

Dal sito NME non c'e' alcun modo per contattarvi se non per vie traverse.
Non c'e' un indirizzo fisico, ne' email, ne' telefono o cellulare.
Non sarebbe oppurtuno aggiungere i riferimenti, per dare un'idea di maggior concretezza?
Buon lavoro
Mario
Se invece vuoi consigli tecnici su motore o su elettronica di potenza, chiedi in modo preciso e circostanziato, dettagliando, se sono in grado di rispondere, rispondero'.
Ciao
Mario

mac-giver
26-04-2010, 18:22
mac,
vedo che sei sempre molto prevenuto nei miei confronti, quando dici:

Pochi post prima avevo dato questo suggerimento costruttvo:

Se invece vuoi consigli tecnici su motore o su elettronica di potenza, chiedi in modo preciso e circostanziato, dettagliando, se sono in grado di rispondere, rispondero'.
Ciao
Mario

mario, io prevenuto?? ma se mi vai a puntualizzare il pelo nell'uovo a che scopo?? la mancanza del consiglio costruttivo era riferito in questo caso..

per quanto riguardo il consiglio che ci hai dato per il sito come hai visto ti abbiamo dato retta subito..

e per quanto riguarda consigli o illuminazioni se ce li dai in modo semplice e comprensibile noi siamo i primi ad accettarli..

invece vorrei fare con te una serie di riflessioni proprio sulla differenza di questo motore (con i pochi elementi ancora a disposizione) in confronto agli altri.. ora mi dirai, quali altri? io ti rispondo tutti!

allora diciamo che questo è un motore sincrono perchè la velocità di rotazione è data dalla frequenza x 60 diviso il numero dei poli

diciamo che i motori sincroni non hanno i magneti e le bobine nello statore..

diciamo che non ha scorrimento; visto che la frequenza varia col variare dei giri, (grazie all'encoder) e quindi in coppia di blocco non perde il passo,

osserviamo anche che il rotore non ha magneti, che il lavoro delle bobine è indiretto sul rotore, visto che il loro lavoro principale è quello di cambiare la riluttanza nei lamierini deviando appunto il flusso dei magneti permanenti sul rotore..

osserviamo anche che il forte spunto è dato da un semplice imput di corrente inferiore a quella di regime nominale del motore..

certo c'è ancora da valutare con precisione la reale potenza specifica raggiungibile da questo motore e tanti altri fattori, ma alla luce di tutte queste differenze, cosa se ne potrebbe dedurre?

tipo? potrebbe essere adatto a un locomotore? o ad una nave?

oppure vista la sua strasemplicità costruttiva(niente avvolgimenti in cava, è come avvolgere un trasformatore) non avendo magneti rotanti e rotori avvolti e assenza di spazzole , quale potrebbero essere i suoi punti deboli?

ecco mario, per noi un parere di un esperto che attraverso poche informazioni riesce a darci qualche dritta sarebbe molto per noi..

visto che ancora l'università va a passo di bradipo zoppo( dicono a fine mese) e il fatto di avere un affiancamento di un ing, elettrotecnico sembra ancora lontana come prospettiva..

:bye1:

mariomaggi
27-04-2010, 07:57
mac,
nel mio lavoro devo sempre cercare il pelo nell'uovo, sono abituato a lavorare con svizzeri e tedeschi che puntano all'eccellenza. E' quindi una mia deviazione professionale, lo riconosco. Puo' essere un difetto, ma puo' essere anche un pregio, vedi tu come considerarlo.

Prendo nota delle tue affermazioni, solo una non mi convince:

osserviamo anche che il forte spunto è dato da un semplice imput di corrente inferiore a quella di regime nominale del motore..
se riuscirete a dimostrare questo punto, il motore si potra' dire eccezionale. Altrimenti sara' solo una variante costruttiva, con prestazioni normali (almeno fino a prova contraria).
Per l'uso su locomotori, la pulsazione di coppia deve essere molto ridotta, altrimenti si generano fenomeni di abrasione sugli ingranaggi del riduttore, inaccettabili. Da quel che ho capito finora, il vostro motore non puo' avere una erogazione di coppia costante (misurandola per esempio in un arco di tempo di 50 ms si deve vedere una pulsazione molto ridotta) e sara' necessariamente rumoroso.
Piu' che per locomotori mi sembra adatto ad applicazioni di bassa potenza, dove e' pensabile stampare due gusci per realizzare una custodia che tenga in posizione i lamierini ed i magneti. I gusci potrebbero essere stampati in magnesio con la tecnica del thixomolding per avere leggerezza, economia costruttiva e schermatura EMI.
Ciao
Mario

mac-giver
27-04-2010, 09:20
sicuramente con svizzeri e tedeschi non è un pregio ma un obbligo..

però ecco vedi, ora hai capito cosa intendo per dialogo costruttivo..

hai detto una cosa utile dietro l'altra..

prima cosa vedremo meglio la coppia pulsante, che ti dirò.. il motore non è silenzioso come un asincrono, ma in confronto ad uno a spazzole è muto..vedendo la sua geometria fà pensare ad un motore a passo quindi fa pensare ad un funzionamento "ruvido" ma ti dico che è talmente silenzioso che prima del ronzio del motore si sente il rumore dei cuscinetti..o forse è la grafite che smorza parecchio le vibrazioni?.. cmq questa cosa la valuteremo bene..

per lo spunto: è la cosa su cui stiamo puntando da quando abbiamo disegnato il trifase, perchè sulla carta e da qualche prova fatta,( non completa) dimostrerebbe proprio questa caratteristica, solo che il trifase lo dobbiamo costruire con l'aiuto dell'uni, è troppo costoso, se no l'avremmo già realizzato:preoccupato:

per qualto riguarda il magnesio.. con flussi magnetici alternati come si comporta? l'alluminio si scalda come una stufa.. per quello abbiamo usato la grafite..

facci sapere..

Dynoc
27-04-2010, 10:09
sicuramente con svizzeri e tedeschi non è un pregio ma un
per qualto riguarda il magnesio.. con flussi magnetici alternati come si comporta? l'alluminio si scalda come una stufa.. per quello abbiamo usato la grafite..


Purtroppo penso sia molto simile all'alluminio... è comunque un materiale paramagnetico.

mac-giver
06-05-2010, 20:27
mario una curiosità.. ma perchè non si fanno i motori interamente in ferrite>? per esempio uno come il nostro che lavora a frequenze molto elevate dai 400 hz in poi.. il limite è dato dalla permeabilità dei lamierini..

ma come si fa per i trasformatori , che facendoli in ferrite aumentano enormemente il loro rapporto pesopotenza, non si potrebbe fare lo stesso con un motore? evitanto quei materiali costosissimi tipo amorfo o yperco ecc.. la ferrite è molto economica.. certo a 0,6T satura, ma se mi porta 0,4 T a 4khz il 12 poli diventerebbe un motore che tira 2nm a 16mila giri al min diventerebbe piu di 3,3kw ..

funzionerebbe un motore in ferrite??quali vantaggi e svantaggi potrebbe avere? ne sono mai stati costruiti?:preoccupato:

mac-giver
14-05-2010, 10:16
ragazzi buone nuove.. finalmente abbiamo risolto il problema dei picchi..i diodi più veloci e resistenti al mondo sono le vetuste e dismesse valvole di una volta.. eheh

eccoli qui all'opera.. ora praticamente abbiamo i picchi che sono recuperati talmente bene che stanno sotto o al pari della tensione di alimentazione.. quindi i varist non servono più!

hai visto leo?? ora non va più a varistori il motore, ma va a valvoleee:spettacolo:

ps.x mario.. qualche notizia sulla ferrite?:preoccupato:

Smilzo
14-05-2010, 10:48
hai visto leo?? ora non va più a varistori il motore, ma va a valvoleee:spettacolo:

Eh... le buone e vecchie valvole! Non so cosa avete usato, ma dovrebbero aver abbassare il rendimento (con tutta la corrente che si ciucciano i filamenti...:rolleyes:)
Io non capisco però una cosa: questo prototipo non è il trifase, che almeno sulla carta non avrebbe questi problemi. Perchè state "perdendo" tempo e non passate al trifase?:beer:
Il trifase dovrebbe avere solo la centralina nuova e la cablatura diversa, o dovete proprio riprogettare tutto?

ifftb
14-05-2010, 14:07
@ Smilzo

Non penso ci siano problemi di progettazione. Mac ha detto chiaramente perchè non

hanno ancora realizzato il trifase:.. troppo costoso ...devono aspettare il contributo

dell'università.

Come hai potuto pensare che Mac e Kekko " perdessero tempo" ? :spettacolo:

mac-giver
14-05-2010, 14:51
Eh... le buone e vecchie valvole! Non so cosa avete usato, ma dovrebbero aver abbassare il rendimento (con tutta la corrente che si ciucciano i filamenti...:rolleyes:)


alla fine invece ci si guadagna, per due motivi, il primo che recuperano meglio i picchi e quindi il motore gira molto meglio, le valvole non scaldano se non il calore del filamento..

che appunto sono venti watt su 1 kw di assorbimeno.. come perdita mi sembra più che accettabile..

infatti il motore non ha perso nulla sulla resa finale..

ma quelle valvole sono anche troppo grandi.. penso che basteranno quelle più piccoline.. e poi sarà proprio trascurabile la cosa..

per il trifase è come dice iffbt:cry:

Smilzo
14-05-2010, 20:36
alla fine invece ci si guadagna, per due motivi, il primo che recuperano meglio i picchi e quindi il motore gira molto meglio, le valvole non scaldano se non il calore del filamento..

... il recupero dei picchi... non lo spiego con le sole valvole (queste possono dissipare)... avete un bel circuito che li assorbe/rilascia...


ma quelle valvole sono anche troppo grandi.. penso che basteranno quelle più piccoline.. e poi sarà proprio trascurabile la cosa..
che valvole sono? Se vi serve qualche valvola per provare, mandatemi un PM. Così riesco a dare un contributo... :) :bye1:

kekko.alchemi
15-05-2010, 00:25
Metto un po' di dati e foto sulle onde e sui rendimenti!!

http://img140.imageshack.us/img140/8861/img0993h.th.jpg (http://img140.imageshack.us/i/img0993h.jpg/)

http://img189.imageshack.us/img189/4204/img0985j.th.jpg (http://img189.imageshack.us/i/img0985j.jpg/)
Qui sono evidenziati tutti i dati di andamento di amperaggio e tensione. L'amperaggio è misurato con uno shunt da 60A e 60mV di caduta di tensione connesso in serie sull'alimentazione in continua del ponte.

Le misure sono queste: A= Amperaggio V= Voltaggio W= Watt

A di picco positivo: 170A
A di picco negativo: -226A
A consumati: 18A
A recuperati: 11A
A totali fra quelli consumati e quelli recuperati: 29A
A medi, differenza fra A consumati e A recuperati (effettivi): 7A

V: 91,8V
W: 91,8 x 7 = 642,6W (Watt elettrici consumati)
La coppia del motore in questa misura era di 3 Nm e i giri erano 2000 RPM, provate a calcolare i watt meccanici per vedere quant'è il rendimento del motore :P

http://img10.imageshack.us/img10/7668/img0990jx.th.jpg (http://img10.imageshack.us/i/img0990jx.jpg/)
Questo è l'effetto che si ha sulla tensione di alimentazione recuperando il picco di lenz. Guardate la durata è impressionante!!

http://img202.imageshack.us/img202/2715/img0988xz.th.jpg (http://img202.imageshack.us/i/img0988xz.jpg/)
Questo è l'andamento dell'amperaggio sulle fasi rispetto alla tensione, è interessante vedere che prima che si inverta l'amperaggio, c'è uno spicchio che resta positivo nonostante la tensione sia già negativa, che sia uno sfasamento fra tensione e amperaggio?? Il famoso cosfi?

kekko.alchemi
15-05-2010, 00:26
http://img291.imageshack.us/img291/3446/foto0554c.th.jpg (http://img291.imageshack.us/i/foto0554c.jpg/)
Qui avevamo provato con un filtro RC a creare una sorta di onda sinusoidale modificata, funzionava tutto alla grande, se non per il fatto che il filtro si prendeva 1 KW e andava a fuoco :sick:

http://img341.imageshack.us/img341/6529/foto0719.th.jpg (http://img341.imageshack.us/i/foto0719.jpg/)
Questa è l'ultima foto dell'onda della tensione sulle fasi del motore. Le valvole limitano il picco e lo tengono quindi a tensioni molto basse. Questa è l'unica configurazione in cui non si rompe nulla, e si può spremere il motore senza che si creino picchi di lenz distruttivi.

http://img293.imageshack.us/img293/9897/foto0730.th.jpg (http://img293.imageshack.us/i/foto0730.jpg/)
E queste le mitiche valvole PY88 che salvano gli IGBT da qualunque picco!! Le PY88 venivano utilizzate nei vecchi televisori proprio per limitare i picchi del trasformatore di riga, quindi sono state progettate proprio per questo scopo. Hanno una capacità interna di qualche picofarad e reggono tensioni inverse di 6 KV e positive sdi 7,5KV con un picco di amperaggio di 550 mA. Non ci sono diodi schottky che tengano il confronto, i diodi più veloci al mondo sono le valvole!

Smilzo
17-05-2010, 12:56
V: 91,8V
W: 91,8 x 7 = 642,6W (Watt elettrici consumati)
La coppia del motore in questa misura era di 3 Nm e i giri erano 2000 RPM, provate a calcolare i watt meccanici per vedere quant'è il rendimento del motore :P


Dovrebbe essere 628W, rendimento quasi del 98%. Niente male... :rolleyes::wub2:
Le PY88... ne dovrei avere qualcuna da parte... la ragione della uniformità non sta nella velocità di risposta, semmai nella lentezza di risposta. Nell'ambito audio è noto il problema del transiente a 60/120 Hz, che dall'alimentazione si riversa lungo il percorso di segnale... con le valvole si risolve perchè la massa di elettroni "filtra" (per dirla proprio alla buonissima). Nella rettificazione non si recupera niente, se voi riuscite a recuperare quando la tensione è negativa, allora la cosa acquista un senso... :bye1:

kekko.alchemi
17-05-2010, 13:25
Ma si è ovvio, non le usiamo mica per rettificare! Le usiamo come diodi supplementari degli IGBT, in pratica le valvole stanno in parallelo al diodo dell'IGBT. Non sono convinto che non sia per il fatto della velocità, è risaputo infatti che le valvole sono il comoponente più veloce che esiste proprio per la loro bassa capacità interna, non a caso dove le frequenze si aggirano sulle decine e decine di GHz vengono ancora utilizzate le valvole perchè non c'è nessun transitor che lavori a quella velocità...

lore_style
01-06-2010, 18:25
ciao a tutti! Seguo questa cosa da molto tempo ed ora mi sono fatto avanti perchè, se possibile vorrei qualche delucidazione sul vosto motore e sul motore di flynn da cui avete preso spunto!
Lo so che è un argomento già trattato parecchie volte, ma io devo ancora capire il discorso della overunity.. so benissimo che è impossibile una cosa così.. infatti i vostri rendimenti sono altissimi ma mai superiori all'1. Leggendo però gli articoli sul motore di Flynn presi dal sito ufficiale, parla di sovratensioni interne...e tipo di forze contro elettromotrici (tipo quelle dei normali motori cc???) voi che avete progettato e studiato bene questo tipo di motori col PPMT... riuscite a spiegarmi di cosa si tratta? Come mai questo discorso della overunity è così menzionato? E ultima cosa.. mi riuscite a spiegare questa frase? Sempre presa dal sito di flynn
"A PPMT motor will display an over-voltage condition at the output of the power supply that will back bias the power supply rectification diodes and prevent power supply conduction
during the over-voltage condition."

Vi ringrazio in anticipo e siete grandi :) continuate così :) :bye1:

richiurci
01-06-2010, 18:55
Interessante!
Peccato che sulla nostra Lambretta elettrica (vedi Ecolà) abbiamo già montato un 'vecchio' motore a spazzole...
Ci avrebbe fatto comodo un motore piccolo, potente e con meno corrente di spunto!
Comunque anche noi siamo alle prese coi picchi...

Elisha
24-06-2010, 16:42
Qui 's il lavoro di Ed Leedskalnin, il suo libro e un video con un fenomeno molto interessante che può essere utilizzato per migliorare la valvola magnetica del MK12, ma per ora la migliore opzione è bifilari Tesla con il suo condensatore virtuale di grandi dimensioni, che hanno eliminato necessità di diodi di potenza.

Ed Leedskalnin - Magnetic Current (Illustrated) (http://www.scribd.com/doc/242432/Ed-Leedskalnin-Magnetic-Current-Illustrated)

YouTube - Ed leedskalnin pt6 magnetic cancelling compass proof (http://www.youtube.com/watch?v=5L0kOl6-Afg)

e la prova che Tesla bifilari risolverà il problema dei picchi.

Bifilar Electromagnet (http://www.tesla-coil-builder.com/bifilar_electromagnet.htm)

Saluti a tutti.

Enber
29-07-2010, 08:33
Kekko, é da poco che seguo il forum ma sono più che entusiasta al progetto del vostro motore che mi sono messo a copiare il modello del MK12 solo dalle foto del forum perchè non riuscivo a trovare disegni quotati. Per scherzo, da quando ho scoperto il vostro progetto, dicevo a mia moglie che si poteva proporre a chavez che da tempo andava finanziando la ricerca nel settore "dell'energia pulita" e anche del "open-source".
Non posso credere la coincidenza e che tu adesso sia in Argentina dove Stò vivendo a Ottobre. Fammi il piacere di farti sentire se passi per Buenos Aires!!! Voglio farvi troppe domande sul vostro proggetto che forse con un buon asado a casa nostra riuscirai a togliermi tutte le curiosità.
Ja hablas español?
Ti prego non tornare in italia senza che ti conosca...se no ti seguo fin lì. Sono di Venezia e da alcuni post deduco che non state molto lontano da lì...

scrivimi pure a questa mail: un messaggio privato

così ti passo il cell.

Siete veramente grandi. Non ho fatto studi Ingenieristici, anche se sarebbe stato il mio sogno, ma Studi artistici. Comunque è da quando ero piccolo che disegno macchine che dovrebbero funzionare con magneti. Il concetto del motore solo a magneti è per mè cosa vecchia e voi con il vostro proggetto connettate gli studi di buone persone, folli visionari e mi state facendo tornare la speranza che si possano mandare in pensione motori inquinanti e perchè no non spendere nulla per le nostre comodità, ne in termini finanziare che di salute.

è un pos a flusso continuo senza punteggiatura:P

Enber
30-07-2010, 08:50
mario una curiosità.. ma perchè non si fanno i motori interamente in ferrite>? per esempio uno come il nostro che lavora a frequenze molto elevate dai 400 hz in poi.. il limite è dato dalla permeabilità dei lamierini..

ma come si fa per i trasformatori , che facendoli in ferrite aumentano enormemente il loro rapporto pesopotenza, non si potrebbe fare lo stesso con un motore? evitanto quei materiali costosissimi tipo amorfo o yperco ecc.. la ferrite è molto economica.. certo a 0,6T satura, ma se mi porta 0,4 T a 4khz il 12 poli diventerebbe un motore che tira 2nm a 16mila giri al min diventerebbe piu di 3,3kw ..

funzionerebbe un motore in ferrite??quali vantaggi e svantaggi potrebbe avere? ne sono mai stati costruiti?:preoccupato:
http://img.directindustry.it/images_di/photo-p/magnete-in-ferrite-270483.jpg <script type="text/javascript"> document.getElementById("imgProduitMEA_270483").src = "http://img.directindustry.it/images_di/photo-p/magnete-in-ferrite-270483.jpg"; </script>



Magnete in ferrite Magma Magnets Manufacturing

Clicchi per chiudere

Questa è una traduzione automatica.
Gli usi del magma della materia prima produrre i magneti della duro-ferrite, è ferrite dello *******o.
Ciò è una materia prima disponibile facilmente e quindi i magneti della ferrite offrono duro la migliore utilizzazione delle risorse.
I magneti permanenti sinterizzati anisotropi della ferrite sono fatti usando la tecnologia della ceramica, simile a quella usata per fare la porcellana che la polvere è premuta nell'ambito dell'influenza di un campo magnetico esterno che determina l'orientamento magnetico dei grani della polvere.
Il magma si specializza nella produzione dei magneti bagnato-urgenti anisotropi. I magneti sono caratterizzati "duro" da alto coercivity (Hcb, Hci), relativo all'induzione residua (Br).
La loro magnetizzazione è permanente e la loro stabilità è eccellente. Essendo gli ossidi, le ferriti dure possono funzionare in un ambiente molto duro, senza il bisogno del rivestimento (la superficie può tuttavia essere rivestita, se gli alti livelli di pulizia sono necessari dal cliente).
Le proprietà meccaniche della ferrite dura sono simili all'altra ceramica. Sono sensibili ad effetto meccanico. Lavorare è realizzato con le mole del diamante elettrolitico.
Le ferriti dure anisotrope urgenti bagnate ora sono utilizzate estesamente nell'industria automobilistica, come i rotori o statori in motori di CC, in elettrodomestici, come rotori per i motori sincroni e nell'audio industria in altoparlanti, in trasduttori auricolari e in micromotors.
Vedere la traduzione
The raw material Magma uses to produce hard-ferrite magnets, is Strontium Ferrite .
This is a readily available raw material and therefore hard ferrite magnets offer the best value for money.
Anisotropic sintered ferrite permanent magnets are made by using ceramics technology, similar to that used for making porcelain The powder is pressed under the influence of an external magnetic field which determines the magnetic orientation of the powder grains.
Magma specializes in the production of anisotropic wet-pressed magnets. "Hard" magnets are characterized by high coercivity (Hcb, Hci), related to the remanence (Br).
Their magnetization is permanent, and their stability is excellent. Being oxides, hard ferrites can operate in a very tough environment, without the need of coating (the surface can however be coated, if high levels of cleanliness are needed by the customer).
Hard ferrite's mechanical properties are similar to other ceramics. They are sensitive to mechanical impact. Machining is performed with electroplated diamond grinding wheels.
Wet pressed anisotropic hard ferrites are now used extensively in the automotive industry, as rotors or stators in D.C. motors, in home appliances, as rotors for synchronous motors and in the audio industry in loudspeakers, earphones and micromotors.

Ulteriori specifiche... (http://www.directindustry.it/prod/magma-magnets-manufacturing/magnete-in-ferrite-38170-270483.html#)

Nabla
30-07-2010, 12:04
Non si usano le ferriti perché hanno bassa induzione magnetica residua.

Enber
31-07-2010, 09:11
Per Kekko e tutti..
Propietà interessanti della Graffite:
http://www.fis.unipr.it/corsi/fisicacing/Slides/Cnano/Grafite_2008.pdf

Mi sono perso nel cercare di decifrare questo pdf con il mio poco inglese e la quasi inesistente conoscenza scentifica. Mi è sembrato di aver trovato conferma nelle propietà diamagnetiche della graffite. Alcuni stadi della graffite, perchè ho imparato che sono molti e instabili (come me alla fine del pdf):)!
Alcuni di questi hanno propietà diamagnetiche molto differenti tra loro e alcune con differenze molto elavete. Ribadisco che non capisco nulla di formule matematiche e calcoli...diciamo come socrate...che non so nulla; quindi chiedo aiuto per capire se alcune modifiche possono apportare benefici ad un motore come quello di Mac-Kekko l' MK12.
Le mie domande sono da considerarsi in successione (solo se la precedente conferma la mia teoria la successiva ha un sensa se no è la solita pazzia)

Domande:

1) Le propietà diamagnetiche della graffire sono di un'entità sostanziale o ininfluenti a contatto con un campo magnetico come quello del MK12?

2) In questo caso l'isolamento dello STADIO con uno stato di graffite a alte pripietà diamagnetiche davrebbe una concentrazione delle forze magnetiche sul rotore eliminando dispersioni di forza utile e di qualunque altro genere Magnetico?
In questo stesso modo si darà più equilibrio al rotore?

Adesso viene la follia pura e il delirio...

3) Se la graffite avesse, appunto, propietà diamagnetiche interessanti; porebbe essere inserita all'interno del rotore con la funzione che avrebbe un magnete dello stesso polo all'interno del rotore di un motore magnetico tipo Perendev? Se questo avesse una logica di essere; l'inserimento nel rotore di altrettanti denti in GRAFFITE (però arrotondati e studiando le giometrie giuste) possono aiutere il motore con una seconda forza [che fino ad ora credevo incompatibili uno con l'altro all'interno del nostro motore(scusate se lo chiamo nosto!):)] per pensare di poter ottenere due forze costanti e opposte scaricate in rotazione su la maggior parte del rotore o su tutta in caso di vari stadi sfalsati tra loro. E perchè no... pensare ad una architettura distinta, rotore per rotore, che faciliti la direzione di marcia (Avanti<>Indietro) potendo risolvere con due stadi tutti i problemi di induzione alla direzione di rotazione.

Il post spero non sia incomprensibile nella forma di scrivere e che le mie follie non siano propio follie al 100% :)

Se qualcuno vuole verificare le idee di un pazzo sono pronto a fare il pazzo!!!
Aspetto qualunque risposta spero qualcosa.....

Enber
31-07-2010, 09:36
Link interessanti a riguardo:

Carbonio pirolitico (http://www.worldlingo.com/ma/enwiki/it/Pyrolytic_carbon)

magnetic levitation (http://math.ucr.edu/home/baez/physics/General/Levitation/levitation.html)

Flusso turbolento (http://www.worldlingo.com/ma/enwiki/it/Eddy_current)




...............

Enber
01-08-2010, 00:45
c'è una formula per calcolare la forza in kg esercitata su una graffite diamagnetica da un campo magnetico; conoscendo la massa della materia diamagnetica, la superfice del polo magnetico e quella della graffite con proporzione 1:1 (graffite con orientamento perpendicolare alla superfice del polo magnetico), l'intensita, tensione del flusso magnetico?

Sarebbe possibile fare un esperimento su un qualsivoglia parallel pach di prova e una bilancia da gioellere?

Luciano59
15-08-2010, 17:32
Kekko, Mac-giver, ci sono novità? Credo di interpretare il pensiero di tutti quelli che seguoni questo forum nel manifestare la curiosità di sapere come sta andando le sperimentazione.
Fateci sapere.
Con affetto

Luciano Gastaldello

beerladen!
15-08-2010, 20:17
siamo i vostri tifosi fateci sperare in qualche cosa di positivo sono mesi che non si legge nulla dei nostri eroi anche il confermare che non c é nulla di nuovo é sufficente a farci aspettare domani
non mi piace lo sport, ma faccio il tifo per voi come la gente fa con il calcio e i motori, non potendo collegarmi spesso al pc sembra uno sport di fine 800 che si aspetta la notizia si leggono i vostri aggiornamenti anche dopo qualche settimana e li si racconta a qualche amico le vostre scoperte che non avendo mai usato il pc farà il tifo anche lui e chiederà notizie alla prossima occasione di vedersi!
mo come siamo romantici noi !

HAMMURABY
16-08-2010, 15:03
avete poi provato l' HIPERCO ??

Hiperco® 50A Alloy (http://cartech.ides.com/datasheet.aspx?i=101&E=199)

Hiperco 50A leads magnetism extremely well (Permeability); doe if you use to much mass of it near magnets it will heat up rapidly, yet there is less lenz (Lenzless) effect in this than any other material I ever played with, especially if you look at the ratio of lead magnetism good and lens effect (Lens/Tesla ratio.)

I have made some other discoveries also with this material,....

mac-giver
16-08-2010, 21:24
salve ragazzi.. non siamo spariti.. siamo rimasti un pò bloccati perchè con il cambio della giunta regionale qui nel lazio all'università non è arrivato un bel niente.. ora si spera per settembre per poter cominciare un bel progettino...

ma in questi mesi non siamo stati con le mani in mano..e abbiamo sviluppato una nuova geometria che sarà nel prossimo futuro (finanziamenti permettendo perchè non c'avemo più un eur pe magnà n'artro po..) realizzata e collaudata, sarà un motore molto più adatto per la piccola trazione elettrica..(bici,scooter,sedia a rotelle motorizzate)

ma se l'università non si muove, rimaniamo al palo:preoccupato:

poi il problema è sempre lo stesso.. se arriva qualche finanziatore privato pretende un funzionamento sicuro e già sviluppato per la produzione.. si ok, ma un pò di ricerca prima chi la finanzia?.. che scherzi.. cacciare dei soldi senza essere sicuri di un ritorno è un incubo per loro, mica come i sottoscritti che ci sono svenati saltando nel buio..

però poi leggi che con soldi pubblici finanziano traghetti super veloci(tirrenia) con motori a turbina che non possono andare con il mare mosso:cry:

oppure squali che pretendono di avere un'esclusiva totale sullo sfruttamento del brevetto dando per la ricerca e lo sviluppo un millesimo del valore del brevetto stesso..

ecco come stiamo messi..

che tristezza..:cry:

grazie del vostro affetto del vostro tifo e del vostro aiuto che è l'unica cosa pulita, vera, che da quando abbiamo cominciato questo cammino abbiamo avuto.. appena si entra nel settore commerciale vedi solo mer** ..

noi non molliamo, ma pure voi non mollateci col vostro affetto..:wub2:

ps.. l'yperco non si trova.. magari poterne avere un coil per fare delle prove...penso che l'università si darà da fare per trovarlo..spero..

TheOne
19-09-2010, 09:53
Salve a tutti,
sono un nuovo utente, purtroppo ho scoperto tardi l'esistenza del progetto MK 12 così sono andato a leggermi tutta la storia di quest'avventura e ne sono rimasto affascinato, soprattutto per come il sig. Kekko e mr. Mcgiver sono riusciti a calamitare l'attenzione dei vari utenti ed esperti del settore creando un vero e proprio entusiasmo collettivo attorno al loro lavoro che spero stia in qualche modo procedendo dati gli sforzi economici e il tempo dedicato fino ad oggi.
Purtroppo leggo spesso delle difficoltà economiche e la cronica mancanza di fondi che rallentano la loro ricerca, anche se mi sembrava di aver letto da qualche parte di un finanziatore e di una fabbrica di motocicli in Venenzuela...
Tuttavia qualche tempo fa in una comparativa del progetto MK 12 nei confronti dei motori Agni, si era fatto riferimento al campionato E-Power per superbike elettriche.
Personalmente penso che sia la vetrina più adatta per attirare una maggiore attenzione ma soprattutto più fondi al progetto MK 12 specialmente per il tristadio che tutti attendiamo con grande trepidazione di veder girare.
Ho avuto modo di sentirmi con il sig. Thomas Betti che prende parte con successo a tale campionato con il Team Betti Racing e le motociclette Torpedine di propria produzione, il quale mi confermava che il probelema dei finanziamenti è cosa comune anche a loro.
Tuttavia essendo un campionato giovane tutti stanno sperimentando le soluzioni più innovative per aumentare autonomia e potenza dei propulsori e c'è un numero sempre crescente di progetti e team che si aggiungono di stagione in stagione a questo movimento. La cosa sta rapidamente crescendo di popolarità attirando di conseguenza l'attenzione degli sponsor e dei mass media che iniziano a sensibilizzarsi, non ultima la rivista Motosprint che sul numero 34 di agosto, ha inserito un interessante articolo su questa nuova formula e i progetti dei team italiani ad essa collegati.
V'invito quindi a prendere in seria considerazione l'idea di avvicinarvi ad uno di questi team per provare ad iniziare una collaborazione e magari confrontarVi sulle rispettive ricerche.
Anche la Honda ha allo studio delle superbike elettriche... un motivo in più per provare a mettersi in luce... anche perchè da quello che ho capito volete partire proprio da un motociciclo per le prime prove di trazione elettrica.

Saluti e a risentirci presto... :bye1:

Gianfranco
19-09-2010, 10:28
Anche la Honda ha allo studio delle superbike elettriche

Ma secondo voi.....Honda e altre case.....con le loro capacità,quando ci potranno mai mettere a fare un motore tipo MK12 o superiore??? 10 ore,24 ore se va bene....!!!!!

ma voi mi direte.....ma non conoscono tale tecnologia :drive1:



hihihihihihi



mah ...


ciaoo

TheOne
19-09-2010, 12:18
Salve Gianfranco.... presumo che per colossi come la Honda che resta il più grande produttore di propulsori al mondo sia questione di minuti e non di ore mettere insieme un motore come l'MK 12 una volta allestita una linea di produzione.
Probabilmente impiegherebbe qualche ora a produrre l'intero veicolo ma anche qui ho dei seri dubbi soprattutto se si trattasse di motoveicoli....
Non ho idea se alla Honda o in qualche altra nota azienda conoscano o meno questa tipologia di motori, però ho letto su internet che i propulsori prodotti dal russo Vasiliy Shkondin hanno attirato l'attenzione della Toyota che li ha definiti interessanti...
Spero quindi che anche l'MK 12 possa attirare presto l'attenzione di qualche grossa azienda tipo la Magneti Marelli anche perchè le potenzialità del progetto sembrano superiori rispetto al modello russo...
Comunque non sempre le case sono così attente alle innovazioni che nascono dai privati, perchè troppo concentrate nello sviluppo di altre tecnologie oppure perchè data la crisi attuale sono costrette a dare la priorità al controllo dei costi.... almeno finchè riterranno utile propinarci complessi dinosauri a 4 tempi spacciandoli per gioielli della tecnologia...
Comunque un'altra strada che sen'altro prenderei in considerazione per ottenere dei finanziamenti è già stata suggerita dagli utenti del forum ed è quella di abbinare l'MK 12 ad una pompa idrosonica per produrre acqua calda a basso consumo in sostituzione delle attuali caldaie... anche perchè stiamo andando incontro all'inverno...

Ciauz

triac60
19-09-2010, 20:08
che tristezza..:cry:
grazie del vostro affetto del vostro tifo e del vostro aiuto che è l'unica cosa pulita, vera, che da quando abbiamo cominciato questo cammino abbiamo avuto.. appena si entra nel settore commerciale vedi solo mer** ..

noi non molliamo, ma pure voi non mollateci col vostro affetto..:wub2:



Sù con la vita, tra qualche giorno ti vengo a trovare(in compagnia) e se non fai il difficile.....vedrai che qualcosa succede. :closedeyes:

whiles
02-10-2010, 20:30
ma certo! è un ottimo generatore, e ha la caratteristica che se mentre gira le fasi vanno in corto gira libero, non si blocca nulla e non si brucia nulla.. praticamente genera una tensione variabile col variare dei giri, mentre la corrente rimane costante..in poche parole se quei nuclei e quelle bobine generano 8Ah anche a 10000 giri sempre 8Ah rimangono.. cambiano solo i V e quindi i watt in uscita..è un generatore a corrente costante..e pure li da studiare ce ne un bel pò..:bye1:
Già, magari iniziando ad aprire il libro di fisica del terzo anno delle superiori e ripassarsi le unità di misura, tanto per non infarcire il post con lettere a casaccio sperando di azzeccare quella giusta...

HAMMURABY
26-10-2010, 10:15
ciao mac e Kekko...

mi chiedevo se collegando in parallello due PP
potrebbero trasferire ALMENO 10kW di energia cinetica di FRENATA
(quando si rilascia il pedale dell acceleratore)
a una pompa idraulica posta in un altro luogo, come sul tetto...
per avere un efficente recupero idropneumatico e
un accumulo molto piu efficente di quello "chimico".

scopo?
recupero energia di frenata e scarico in accelerazione
brake regenergy-launch assist (http://www.boschrexroth.it/country_units/europe/italy/it/archivio_mobile/hrb.pdf)

ma, NON montando direttamente la pompa idraulica sull albero....

TUTTO inserendo in un serbatoio Toroidale a Doppia falda
sia i due serbatoi (hi e low Pression) che il Motore-generatore (Dinastart o PP ?)
e naturalmente un altro sulla frizione-cambio


perche per ora ho valutato solo il Dynastart ZF (e sisme Como)
http://www.zf.com/corporate/en/products/product_range/cars/driveline_components/dynastart/dynastart.html

ma ci sarebbe da analizzare anche il direct drive (http://www.google.it/images?q=direct+drive+motor&oe=utf-8&rls=org.mozilla:it:official&client=firefox-a&um=1&ie=UTF-8&source=univ&ei=EefHTITtJYWbOq_IrPAI&sa=X&oi=image_result_group&ct=title&resnum=2&ved=0CDMQsAQwAQ&biw=1024&bih=560)? what's the best?

frazzauti
27-10-2010, 12:45
Salve ragazzi !

Sono passati altri due mesi e mezzo dal vostro ultimo post (16/08) condito da MOLTO pessimismo....
Che fate, mollate ?
Dai... fateci sapere qualcosa. :cry:

Ciao e un daieeeeeeeee di cuore (era tanto che nessuno lo scriveva più !)

michylee
02-11-2010, 18:19
Salve ragazzi !
Dai... fateci sapere qualcosa.


In effetti, ci mancano i vostri aggiornamenti.
E dajeeeeeeeeeeeeeeeeeeee, dove siete finiti? Eheh.

Buon lavoro e buona vita a tutti.
:bye1:

Elisha
02-11-2010, 22:56
Si dovrebbe provare più carburo di silicio, diodi e FET. Questo FET hanno break down di tensione molto alta e molto bassa sulla resistenza (data la pausa alto verso il basso voltaggio).

I diodi sono zero i tempi di recupero e di rottura molto alto verso il basso voltaggio.

Provare una società denominata SemiSouth Laboratories Inc. SemiSouth Laboratories, Inc. | Products (http://www.semisouth.com/products/products.html)

L'utilizzo di questi FET permetterà di recuperare quasi tutti che l'energia CEMF senza doversi preoccupare dei problemi di tensione Break Down.

Queste parti hanno diverse esigenze di pilotaggio del gate e si consiglia di ottenere la pensione gate drive offrono per farli funzionare correttamente. http://www.semisouth.com/products/uploads/DS_SGDR600P1_rev1.2.pdf

sciencisto
06-11-2010, 13:31
kekko.alchemi, mac-giver and other experimenting with PPMT.
As you might know I am also experimenting with it. You can see it on my youtue channel:
YouTube - Kanaal van scienculo (http://www.youtube.com/scienculo)
and
here you can see the construction details of my PPMM plus schematics
Index of /laboratorio/esploroj/rownolegle_strumienie (http://servilo.website.pl/laboratorio/esploroj/rownolegle_strumienie/)

Can you email me schematics you are using to run the motors?
scianto @ gazeta . pl

Let us co-operate in order to produce a perfect device.
How can I directly contact you?
I am in Poland.

GEM
25-11-2010, 14:27
Ma dei boys che chiedevano aiuto, $$$, nessuna notizia.....?

rbarba
29-11-2010, 11:03
Complimenti.

Potete dirmi quanto costa il motore?
Costo materiali , e costo mano d'opera?
e la centralina?

ben1065
12-12-2010, 20:52
Niente... volatilizzati. Prima tanto gasati e poi, appena hanno capito qualcosa, ci hanno mollati tutti a metà della storia.

famfilippetti
13-12-2010, 18:53
Per chi crede e ha sempre sostenuto questi due bravi sperimentatori Macc e Kekko non è giusto non far sapere nulla, spero che si abbiano delle notizie, ciao a tutti e ricordate di non mollare mai..........

richiurci
13-12-2010, 22:49
Mi dispiace, ma ormai mi arrivano solo mail di interventi che chiedono notizie...sembra quasi solo un modo per tenere 'vivo' e sempre avanti agli altri questo post...

A questo punto ho deciso di annullare la mia sottoscrizione a questo topic, in attesa che torni ad essere almeno un po' interessante....

mac-giver
17-12-2010, 19:32
salve ragazzi.. perdonateci.. se non ci siamo fatti sentire è solo perchè i tempi biblici di risposte-promesse-impegni(non mantenuti) ci hanno dato una battuta di arresto non indifferente..

poi i prototipi sono rimasti quelli li che conoscete anche perchè le finanze sono finite..

ma abbiamo fatto delle piccole modifiche che hanno perfezionato il funzionamento degli stessi..come? facendo dei calcoli più accurati grazie ad un pò più di studio sia sul simulatore (feem) e sia sull'elettrotecnica base( calcolare le spire sezione lunghezza del solenoide ecc)

quindi alla fine stanno tutti sempre con quella resa altissima e in più kekko perfezionando l'elettronica ha risolto il problema picchi distruttivi sena più dover mettere le valvole di recupero..

nel frattempo i contatti con i vari interessati ha portato a qualcosa di buono( sempre sulla carta) che adesso è stata fatta la domanda per un bando che la comunità europea ha messo a disposizione per la ricerca su innovazioni tecnologiche..

faremo un prototipo sperimentale attraverso i laboratori di un tecnopolo qui a roma sempre collegato con l'università..

lavoreremo 2 anni su questo progetto che sarà finalizzato poi ad industrializzazione su richiesta del cliente interessato al risultato della ricerca..

ora.. la domanda è stata fatta.. la risposta se il bando è stato vinto sarà verso la fine di aprile.. a giugno cominceremo a lavorarci su..sempre che il bando venga vinto..

per il resto.. il brevetto è stato approvato come invenzione e innovazione, quindi almeno su questo stiamo tranquilli..

quindi tranquilli che non è morto nulla.. solo che è tutto molto lento.. moolto :(

non vi abbiamo dimenticati.. anche perchè avete fatto parte di tutto questo cammino...

e non lo dimenticheremo mai..

eroyka
17-12-2010, 20:40
Ciao Mac,
Grazie mille dell'intervento che riporta ossigeno ai vostri tanti seguaci e sostenitori.

Ho bisogno di parlarti per telefono. Ci sentiamo via MP o facebook perchè ho bisogno che mi chiarisci dei punti... forse riesco ad accelerare le cose.

Un saluto e a presto!
Roy

kekko.alchemi
18-12-2010, 16:52
Si avete ragione anche voi, ma non siamo spariti, è che come ha detto mac le finanze sono finite e quindi i prototipi sono rimasti quelli che avete visto.
Nel frattempo non siamo stati fermi, ci hanno fatto molte proposte ora ce ne sono in corso 4, speriamo che almeno una di queste vada a termine.

In questo periodo mi sono concentrato molto a imparare perfettamente l'uso di FEMM grazie all'aiuto di NonSoloBolleDiAcqua, e in più ho sviluppato un "modello matematico" per i dimensionamenti del motore, con le formule riviste e adattate per il nostro motore, sono riuscito ad avere una differenza fra teoria (calcoli) e pratica inferiore al 5%, quindi ora siamo in grado di dimensionare un motore come vogliamo, potenza, RPM, Nm, diametro statore, lunghezza motore, dimensionamento dei poli, delle bobine... Insomma tutto quello che serve per tirare fuori un motore caratterizzato.

Qui sotto vi metto una simulazione in FEMM di come si muove il flusso nel nostro motore!



cmq qui trovate tutto, NonSoloBolleDiAcqua ci ha aiutato e insegnato molte cose, e colgo l'occasione per ringraziarlo ancora. In questo link ci sono tutti i calcoli matematici sul PP, un video che spiega l'effetto di deviazione e isteresi del flusso nel PP e tutte le simulazioni in FEMM.

Mi spiace molto dover cancellare questo link ma è esplicitamente vietato dal regolamento inserire link a forum concorrenti.
Invito Mac e kekko a riportare qui le informazioni se vogliono condividerle su questa platea che gli ha dato tutte le opportunità del caso. Tra l'altro non mi è sembrato molto corretto questo spostamento di sede... Eroyka

Saluti a tutti quanti Kekko

mannadillo
08-01-2011, 11:21
Aggiornamento a link seguente : http://www.youtube.com/v/gwaPV7gqFaE&hl=it_IT&feature=player_embedd

mannadillo
09-01-2011, 10:52
Mi spiace molto dover cancellare questo link ma è esplicitamente vietato dal regolamento inserire link a forum concorrenti.
Invito Mac e kekko a riportare qui le informazioni se vogliono condividerle su questa platea che gli ha dato tutte le opportunità del caso. Tra l'altro non mi è sembrato molto corretto questo spostamento di sede... Eroyka

Piuttosto che lamentarti dovresti chiederti il perchè del trasferimento ...
ho una mezza idea ma non la espongo per ovvi motivi ., ma basta rileggere una o due pagine dietro per capire .

eroyka
09-01-2011, 12:22
Ciao mannadillo... mi spiace ma continuo a non averne idea. Se puoi essere esplicito te ne ringrazio.
Roy

kekko.alchemi
10-01-2011, 19:03
Ti ringrazio mannadillo per aver linkato il nuovo video, che riporto ancora qui sotto:
<embed src="http://www.youtube.com/v/gwaPV7gqFaE?hl=it&fs=1" type="application/x-shockwave-flash" allowfullscreen="true" width="425" height="344">

Per roy: Sono io a non capire tutta questa rabbia contro il forum di energiaalternativa... mahh. Ci sono vecchie ruggini?
Il forum di NonSoloBolleDiAcqua ci ha permesso di fare un salto di qualità, l'amministratore mi ha insegnato moltissime cose, tra cui l'uso di femm, ed è grazie a lui e al forum se siamo riusciti finalmente ad avere un contributo teorico valido e costruttivo. Nessuno vuole togliere nulla a nessuno, vi abbiamo sempre ringraziato per il vostro sostegno e continueremo a farlo. Ma per quanto riguarda la teoria, non abbiamo mai trovato nessuna persona valida che ci dasse un vero aiuto, abbiamo sempre fatto tutto da soli, e quando ci serviva un aiuto teorico per capire cose che non sapevamo abbiamo incontrato gente come mario maggi che ci ha aiutato in discesa...

Nel forum di NonSoloBolleDiAcqua abbiamo trovato un valido aiuto teorico che come ripeto ci ha fatto fare un grande salto di qualità, l'amministratore ci ha inoltre aiutato moltissimo con l'elettronica, ed ha seguito personalmente lo sviluppo ultimo del motore.
Ora grazie a lui siamo in grado di caratterizzare e dimensionare un motore, simularlo e spiegarne tutti i principi di funzionamento a chiunque ce lo chieda.
Pensi che non dobbiamo essergliene grati? Ovviamente nessuno sta dicendo che voi non ci avete aiutato, anche economicamente, e di questo ve ne saremo sempre grati! Ma dal punto di vista teorico, nel suo forum abbiamo trovato la soluzione.

Noi siamo abiutati sempre ad aiutarci l'uno con l'altro, non capisco perchè tu sei contrario a questo, sarebbe bello se fra i forum ci si aiutasse invece di sbatterci le porte in faccia. Noi abbiamo sempre condiviso tutto mi sembra, ora se qualcuno ci ha dato un aiuto, penso che tu debba esserne contento e ringraziarlo insieme a noi, sbattendogli la porta in faccia cancellando i link non si fa di certo una bella figura.

Un saluto kekko, e cerchiamo di non vedere il male anche dove non ce nè mai stato...

kekko.alchemi
10-01-2011, 21:55
http://img824.imageshack.us/img824/9543/mk12.gif (http://img824.imageshack.us/i/mk12.gif/)

Metto dinuovo la simulazione in femm. La simulazione riporta il link del forum di NonSoloBolleDiAcqua perchè l'ha fatta lui, mi sembrava una cosa carina far vedere la simulazione del flusso magnetico del nostro motore. Come puoi vedere ci ha dato un bell'aiuto, come avete fatto anche tutti voi. Ora se ritieni sia giusto cancellare questa gif animata del nostro motore penso che sia d'obbligo, nei confronti degli utenti che volevano i nostri aggiornamenti, che tu ti prenda la briga di rifare questa simulazione e postarla.

Cerchiamo di non rovinare tutto... Da parte nostra c'è la completa fiducia e serenità d'animo.

NonSoloBolleDiAcqua
11-01-2011, 02:58
Ringrazio kekko per le spendite parole che sicuramente non merito...io sono 'intervenuto' con un paio di consigli al 93 esimo...a partita fintita. Il motore ha due ottimi eccellenti creatori e padri....li ho seguiti da sempre in questo forum...e solo da qualche mese molto da vicino in energiaalternativa...anche perchè abbiamo interessi comuni su altre cose che speriamo di portare avanti.

Le parole di Roy non mi fanno piacere...non ci sono mai state con lui delle ruggini è una persona che ho sempre stimato,ultimamente ho anche acquistato un suo libro...e sinceramente rimango sorpreso per aver letto che il forum che che amministro è "un forum avversario". Io sinceramente non vedo EnergeticAmbiente un forum avversario...ma un riferimento. :cry: Non ho mai pubblicizzato il mio forum, non mi interessano i numeri anche perchè reputo sia molto complicato gestire tanti utenti , moderatori e amministratori.

Nel forum che amministro non faccio cancellare nessun riferimento a siti blog o forum...lo vedo come un'interscambio di opinioni e di informazioni...non ha senso e vedo improduttivo un comportamento del genere. L'unica cosa che viene spostata (nemmeno cancellata il mio avatar parla chiaro) è la pubblicità...quella fila dritta dritta in vetrina...ma ognuno , giustamente, gestisce il proprio forum come vuole.

Ora rimango sorpreso della cancellazione ...la notizia l'ho appresa casualmente...ma cancellare l'immagine mi sembra un peccato mortale...perchè quella si che è tecnicamente interessante. Se vuoi, e mi rivolgo a Roy, posso rifartela con il nome del tuo forum.
Fammi sapere.
Un saluto a tutti
Bolle

eroyka
11-01-2011, 08:59
Buon giorno ragazzi,

Intanto voglio chiarire che il mio non è un accanimento contro nessuno e non ce l'ho con nessuno. Semplicemente è stato deciso da amministratori e direttivo di non consentire link diretti a forum "concorrenti" per diversi motivi che non sto qua a elencare ma che sono significativi.
Non cancellerò l'immagine che ha una sua reale utilità.
Va bene collaborare e crescere tutti insieme solo mi sembrava, ma probabilmente mi sono sbagliato, che ci fosse stata una fuga di mac e kekko per qualche motivo particolare e che ci avessero abbandonato dopo tutto l'aiuto e la passione che abbiamo messo nel loro progetto.

Tutto qui.
per cui nessuna ruggine e problema particolare. l'importante è continuate a scrivere anche qui e mantenere i collegamenti diretti con la vasta platea che vi segue e supporta su questo forum.
Roy

mariomaggi
11-01-2011, 10:15
kekko,

abbiamo incontrato gente come mario maggi che ci ha aiutato in discesa...mariomaggi si scrive tutto attaccato, non dico altro!

NonSoloBolleDiAcqua,

il forum che che amministro è "un forum avversario"non cambiare le parole, soprattutto se virgolettate.
La parola scritta giusta e' "concorrente" che e' ben diverso da "avversario".

eroyka

Semplicemente è stato deciso da amministratori e direttivo di non consentire link diretti a forum "concorrenti" per diversi motivi che non sto qua a elencare ma che sono significativi.
Confermo.


Ciao
Mario

mannadillo
11-01-2011, 18:53
mozione di sfiducia per mm ? :spettacolo: