PDA

Visualizza la versione completa : Sonoff, schemi e collegamenti



Pagine : [1] 2 3 4 5 6 7

Lupino
17-06-2018, 01:49
Ciao a tutti,
visto il successo che stanno avendo questi semplici ed economici apparecchi ed in considerazione del crescente numero di richieste sulle varie modalità di collegamento ho pensato di riunire in questo thread tutti gli schemi elettrici in modo da fornire un unico riferimento ai vari utenti.
Le schede che prenderò in esame saranno principalmente: la Sonoff Basic, la 4CH PRO e la Dual. Per ogni tipologia di collegamento cercherò di proporre sia schemi con schede "pulite" (senza modifica hardware), sia schemi con schede modificate ovvero schede in cui i contatti del/i pulsanti on-board sono stati resi disponibili al estero delle stesse.
Andiamo a cominciare.....

Lupino
18-06-2018, 09:28
Premessa:
La tensione della rete elettrica è potenzialmente MORTALE (elettrocuzione (https://it.wikipedia.org/wiki/Folgorazione)) per cui sconsiglio vivamente l'installazione a chiunque si senta dubbioso nel porre mano su tali impianti, molto meglio far fare ad un elettricista

L'utilizzo delle Sonoff come interruttore è, molto probabilmente, l'entry-level della domotica a basso prezzo.
Lo schema originale che ritroviamo nelle nostre case, nella sua variante più generica, è il seguente:

66411

... si tenga conto che, nella sostituzione del normale interruttore con una Sonoff, al posto della lampadina, può esserci qualsiasi utenza a patto che, come assorbimento, si rimanga all'interno del massimo ammissibile dalle specifiche della scheda utilizzata (es. 10A per la basic).

L'installazione base è la seguente...
66412
... semplice, semplice ma con un aspetto negativo ovvero l'impossibilità di mantenere il normale "comando manuale" (l'interruttore a muro)

L'installazione "avanzata" è la seguente...
66413
... questa, pur mantenendo una relativa semplicità dal punto di vista prettamente circuitale, permette di avere sia il controllo manuale che lo stato dell'utenza e il controllo in app. La parte difficile riguarda la piccola modifica da apportare alla scheda, nella fattispecie di tratta di "esporre" all'esterno i due contatti del pulsante presente on-board.
Tale modifica non si presenta particolarmente impegnativa (per ora non la illustrerò in questa guida ma vi assicuro che googolando un po' troverete svariati tutorial a riguardo) ma la sconsiglio comunque a chi non ha la minima esperienza di saldo brasature su circuiti stampati... molto meglio far fare ai soliti amici smanettoni
Solo un appunto riguardo quest'ultima variante: l'interruttore a muro va sostituito con un normale pulsante.

Lupino
18-06-2018, 09:55
Il controllo di un utenza, generalmente luci, da più punti dell'abitazione è una situazione facilmente riscontrabile in ogni casa (es. corridoi, scale o disimpegni). Questo viene attuato principalmente attraverso due tipologie di collegamenti: pulsanti + relè P.P. (passo-passo o bistabile) oppure gruppo deviatore/invertitore/deviatore (se i punti luce sono solo 2 l'invertitore è escluso).
In questa sezione esaminiamo la prima tipologia, lo schema di partenza è il seguente...
66414

... quelli base con le sonoff i seguenti....

66415

Una precisazione, sconsiglio vivamente l'integrazione della sonoff basic/dual (senza modifica) nelle linee di controllo con pulsanti in quanto questa, seppur tutto sommato fattibile, è una soluzione economicamente costosa. I due relè che vedete nei relativi schemi sono relè temporizzati del costo di 35/50€ l'uno.
Le tre soluzioni presenti sopra permettono di mantenere il normale "controllo a muro" e nel contempo avere quello in app ma da questa non è possibile conoscere lo stato dell'utenza nel caso di un azionamento manuale.

L'installazione "avanzata" (con la modifica indicata al post #2) è invece la seguente...

66416
... anche in tal caso vengono sorpassati i limiti dell'installazione base ottenendo sia il controllo manuale che lo stato dell'utenza che il controllo in app

P.S.
Se la scheda in esame è la Sonoff 4CH PRO, nell'installazione base, è necessario settare in modo appropriato i vari switch ovvero:
- Interlock: OFF switch; S6 = 0
- Work mode: Inching per il canale relativo; K5 (supponendo CH 1) = 0xxx
- Delay: 500ms (1s per la rev.2); K6 = 1110 (1111 per rev.2)

Lupino
18-06-2018, 10:34
Come accennato sopra, la seconda soluzione nelle tipologie di controllo di un utenza da più punti è rappresentata dai gruppi deviatore - (invertitore) - deviatore (l'invertitore è posto fra parentesi in quanto, nel caso di soli 2 punti, non presente) e, graficamente, schematizzata nel seguente modo...

66417

... anche in tale ambito è fattibile un installazione base, la seguente....

66418

... fattibile sia con la scheda 4CH Pro che con le più economiche basic e dual a patto di affiancare a queste un normale relè (https://it.wikipedia.org/wiki/Rel%C3%A8)del tipo SPDT (es. Finder 40.31.8.048). Anche in tal caso è possibile mantenere il normale "controllo a muro" e nel contempo avere quello in app ma da questa non è possibile conoscere lo stato dell'utenza nel caso di un azionamento manuale.

Mentre quella avanzata è la seguente...

66419

... che comunque sconsiglio vivamente in quanto economicamente molto svantaggiosa, in tal caso è più conveniente sostituire completamente i vari "frutti" (deviatori ed eventuali invertitori) in modo da poter addivenire ad una soluzione come quella riportata nel post precedente e relativa alla sonoff 4 CH PRO

P.S.
Se la scheda in esame è la Sonoff 4CH PRO è necessario settare in modo appropriato i vari switch ovvero:
- Interlock: OFF switch; S6 = 1
- Work mode: Self-locking per il canale relativo; K5 (supponendo CH 1) = 1xxx

Lupino
18-06-2018, 11:22
Come vedete è possibile integrare o sostituire, con le schede Sonoff, praticamente ogni tipologia si soluzione elettrica presente nelle proprie abitazioni. Tali integrazioni presentano però sia lati positivi che negativi (costi o limitazioni), personalmente mi limiterei alle tipologie che escludono la presenza di ulteriori apparati (relè) apportando piuttosto modifiche allo stesso impianto elettrico al fine di semplificare e rendere più fruibile il tutto.
In tal senso appare evidente come la modifica alla scheda stessa possa tornare molto utile, sia come semplificazione, sia in quanto attraverso essa è possibile avere, in app, il riscontro dello stato effettivo delle utenze anche in caso di un azionamento manuale.

P.S.
Chi dovesse avere difficoltà nella visione delle immagini postate (volutamente limitate in risoluzione in modo da ridurne lo spazio (byte) occupato) può ritrovare il tutto nei Pdf allegati al presente post.

Optmum
18-06-2018, 11:29
Appena avrai finito la trattazione, lo prepari un pdf che la racchiude in un solo file? Io te ne sarei grato... Più veloce della luce, ancora non ho preso visione degli ultimi pdf che hai pubblicati, comunque, l'invito lo mantengo.

f.sco

Lupino
18-06-2018, 11:51
Sicuramente, i tre pdf allegati sono una soluzione temporanea, alla fine vedrò di inserire il tutto in un unico file, adeguatamente zippato, con questi e altri schemi

dolam
18-06-2018, 12:16
Grazie Lupino è una gran bell'iniziativa di un'utilità estrema.

Per una lettura più comoda suggerisco la forma verticale che va meglio sia sugli iPad che sui telefoni
e magari come chiede anche optmum su un unico file metterei tutti i casi a seguire.

Lupino
18-06-2018, 12:41
Piccola errata corrige e integrazione....
Nel post relativo ai pulsanti ho sbagliato le impostazioni (trascorso troppo tempo non posso più correggerle direttamente) della 4CH PRO, quelle giuste sono:
- Interlock: OFF switch; S6 = 1
​- Work mode: Inching per il canale relativo; K5 (supponendo CH 1) = 0xxx
- Delay: 500ms (1s per la rev.2); K6 = 1110 (1111 per rev.2)

Nel utilizzo come interruttore le impostazioni della 4CH PRO sono:
- Interlock: OFF switch; S6 = 1
- Work mode: Self-locking per il canale relativo; K5 (supponendo CH 1) = 1xxx

Lupino
18-06-2018, 20:33
Soddisfatti i collegamenti base, su luci o utenze generali, passiamo ora a utilizzi un po' più specifici...
Gli schemi che seguiranno sono presenti, ed ampiamente discussi (anche dal lato software), in QUESTA (http://www.energeticambiente.it/in-casa/14771161-sonoff-ch4-pro-collegamento-tapparelle.html)discussione e sono inerenti l'automazione delle tapparelle di casa.

Con Sonoff 4CH PRO...

66427

Con Sonoff dual...

66428

A questi due aggiungo un ulteriore schema, non presente nella discussione di cui vi ho fornito il link, sempre inerente la Sonoff 4CH PRO...

66429

Quest'ultima, di cui trovate le impostazioni degli switch direttamente nel disegno, è ovviamente fattibile a patto di avere esposto esternamente i contatti dei 4 pulsanti.

P.S.
Le impostazioni inerenti il primo schema sono invece le seguenti:
- Interlock: ON, switch S6 = 0
- Work mode: inching su tutti i canali, K5 = 0000
- Delay: 500ms (1s per la rev. 2); K6 = 1110 (1111 per la rev. 2)

P.P.S.
I fili inerenti i 4 pulsanti sono solo 5 in luogo di 8 in quanto questi (è possibile vedere la cosa sullo schema presente a QUESTO (https://www.itead.cc/wiki/File:Sonoff_4CH.SCHMATIC.pdf)link) funzionano mettendo a massa i relativi 4 PIN, questa sarà quindi comune a tutti e 4 i pulsanti

Lupino
18-06-2018, 20:54
Un altro schema richiesto in una delle discussioni inerenti le schede Sonoff riguarda l'utilizzo del modello TH (https://www.itead.cc/sonoff-th.html)con un normale termostato ambiente (o, volendo, cronotermostato).
Lo schema relativo, molto semplice, è il seguente...

66430

... a proposito di questo va detta una sola cosa: il relè serve esclusivamente per separare elettricamente la Sonoff dai contatti termostato della caldaia ed è buona norma mantenerlo.

Lupino
18-06-2018, 21:15
Per ora è tutto, nel caso di richieste di ulteriori schemi, fatte qui o in altri thread, vedrò di integrare la presente guida.
Come promesso a Optmum e Dolam, in allegato trovate un comodo PDF riassuntivo di quanto sinora visto

carest
19-06-2018, 18:35
Ciao Lupino
Grazie per il tuo lavoro.
Volevo chiederti: il dual non ha esternamente i pulsanti fisici per accendere/spegnere il relè, ma si usa solo l'app.
Per caso, all'interno, sono disponibili questi contatti? Nel tuo pdf lo mostri come il basic con un i 2 fili che escono, ma per due relè dovrebbero esserci due coppie di fili, o al massimo 3 fili, con uno in comune.

dolam
19-06-2018, 19:03
carest quei fili sono presi dai pulsanti interni del sonoff , è una delle modifiche che ho fatto a tutti i tipi e
si può fare su tutti i sonoff,
basta mettere dei connettori e fissarci dei cavi che si possono portare ovunque e svolgere anche la funzione di programmazione, quando si dovessero sconnettere dalla rete o cambi password..
in poche parole duplicano i pulsanti di bordo.

Lupino
19-06-2018, 20:32
...il dual non ha esternamente i pulsanti fisici per accendere/spegnere il relè...
Nessuna sonoff espone esternamente su detti pulsanti, come dice dolam bisogna derivarli da quelli on-board, sulla Sonoff dual il problema vero è che questa, diversamente dalla basic o dalla 4CH PRO, non li ha neppure sulla scheda però...
66449
... guarda le 4 piazzole che trovi sul lato sx del PCB della dual (questo almeno per la Rev 2)

carest
20-06-2018, 00:11
Si, ho aperto il mio e ho visto i collegamenti.... provati e funzionano! C'è anche il forellino nel coperchio per i fili... mi domando perché non abbiano messo i pulsanti anche nel corpo, forse per il costo?
Il mio, pur avendo la scritta ver. 2.0 (senza data di produzione) ha 4 pin in più rispetto al tuo: VCC, C2K, C2D, GND; forse per il collegamento di un altro dispositivo... qui OlliW's Bastelseiten >> owSilProg, BLHeliTool, BLHeliBox: Tutorials (http://www.olliw.eu/2012/owsilprog-tutorials/?en) sembrerebbero per il collegamento di un display

Lupino
20-06-2018, 09:29
...forse per il collegamento di un altro dispositivo...
Sono andato a recuperarmi lo schema della Dual (questo (https://www.itead.cc/wiki/images/1/1d/Sonoff_Dual_View.pdf)), i PIN C2D E C2K (in realtà sarebbero C2D e RST) servono per la programmazione del C8051F330 (https://www.silabs.com/documents/public/data-sheets/C8051F33x.pdf), un processore secondario, presente su alcune schede, che si occupa di fare da interfaccia tra l'ESP e pulsanti e relè.
Un appunto, sempre dallo schema del link, si può notare che tale processore presenta, oltre alla coppia relè/pulsante già presente sulla scheda, un ulteriore ed uguale coppia ... non mi stupirei che con un MOD hardware (e ovviamente firmware) si potesse trasformare la Dual in una 4CH

dolam
20-06-2018, 14:46
La penso come te , in effetti dallo schema ci sono quattro comandi per relè che lo fanno pensare

carest
20-06-2018, 17:46
certo che le modifiche sono proprio facilitate, per chi sa smanettarci.

dolam
20-06-2018, 20:44
Si, molto e chi sa usare il software tasmota può gestirli, tutti, tramite computer-raspberry o altro usando molti più comandi, anche il Sonoff basic può pilotare tre relè e dare
conferma sul desktop di tasmota o Domoticz.

Se fate un giro sul sito della Itead, il costruttore dei sonoff che opera anche con un altro nome ; Geekcreit, ci sono i link anche ai video alle possibili modifiche dei software dei loro stessi prodotti.

Bellissimo esempio di non temere concorrenza da nessuno.

Riprogrammare un interruttore ITEAD Sonoff Basic usando firmware Tasmota - inDomus.it (https://indomus.it/guide/riprogrammare-un-interruttore-itead-sonoff-basic-usando-firmware-tasmota/#update)

Naturalmente preferisco il software originale che interagisce con IFTTT , google Home Mini e Stringify creando cose pazzesche

Lupino
21-06-2018, 09:35
Un utente in un altro thread (questo (http://www.energeticambiente.it/elettrodomestici-e-apparecchiature-elettriche-elettroniche-domestiche/14767336-sonoff-esp8266-non-solo-rela-wifi-ma-un-potente-strumento-automazione-post119824377.html#post119824377)) chiedeva come fosse possibile gestire, con una sola sonoff 4ch, sino a 6 utenze...
Ecco lo schema...
66466
... nel caso in questione le utenze sono costituite da elettrovalvole normalmente usate negli impianti interrati di irrigazione ma va da sè che è possibile sostituirle con qualsiasi altra tipologia

dolam
21-06-2018, 10:29
Lupino, che dirti , ce ne fossero di "vagabondi del sud piemonte" come te in giro, il tuo lavoro e contributo in questo thread è pari al 100% della sua valenza, ti ringrazio pubblicamente per la chiarezza e infallibilità dei tuoi schemi, solo una domanda ma usando sei elettrovalvole come nell'esempio non è possibile controllarne lo stato di ognuna , come potremmo visualizzare visivamente l'ON-OFF ?

Lupino
21-06-2018, 10:47
Hai ragione dolam, la schema è sicuramente una forzatura, nel caso in esame il problema è abbastanza relativo visto che il tutto andrà programmato una sola volta per poi ripetersi giornalmente; in altre situazioni si dovrà pensare allo stato del canale relativo alla separazione del neutro (nero nello schema in quanto pensato per linee DC) non come ON/OFF ma ... ad esempio... zona A e B.

Optmum
21-06-2018, 11:39
Lupino scusa, vi seguo ma non mi sono mai interessato a questa tipologia di "controllori", quanto al problema "visualizzare" l'elettrovalvola in funzione, visto che la singola trova una corrispondenza sulla morsettiera, con un led e relativa resistenza di alimentazione, non si avrebbe la visualizzazione on/off?

f.sco

Lupino
21-06-2018, 11:48
Ciao optmum, si, si, immagino dolam si riferisse alla visualizzazione tramite app

dolam
21-06-2018, 11:59
Si mi riferivo all'applicazione

SIMONE.GASPAROTTO
23-06-2018, 08:18
Che bello sto post... complimenti .. posso chiederti Lupino se hai anche lo schema del sonoff 4ch per il collegamento di 4 tapparelle in modo che funzionino tutte insieme o al limite a 2 coppie.. il tutto senza pulsanti esterni ma solo comandate da sonoff? grazie mille

Lupino
23-06-2018, 21:11
Per 4 tapparelle, anche senza pulsanti esterni, servirebbero almeno 2 sonoff 4ch (se non l'avevi visto QUI (http://www.energeticambiente.it/elettronica-elettrotecnica/14771745-sonoff-schemi-collegamenti-post119824080.html#post119824080)lo schema); uso il condizionale in quanto, in realtà, ci potrebbe essere un sistema per farle funzionare tutte quante ma non è molto "pulito".
Se invece ti serve solo la chiusura/apertura simultanea di tutte e 4 le tapparelle, allora ti basta semplicemente metterle in parallelo tra loro utilizzando così due soli canali.... occhio solamente che il carico complessivo non superi il massimo ammissibile dai relè della sonoff (10A se non sbaglio)

polpy87
27-06-2018, 09:18
Sonoff come pulsante
Volendo lasciare l'attuale impianto invariato, quindi con relè fisico, e utilizzando un Sonoff base come un semplice punto luce wifi, ho visto che non è possibile conoscere lo stato, in caso di azionamento da pulsante. Ma perchè sono necessari i relè temporizzati? Non si potrebbero bypassare?

dolam
27-06-2018, 09:33
polpy87 sinceramente non ho capito molto di quello che dici, provo ad interpretare:
hai dei pulsanti attualmente collegati ad un relè passo passo che accende e spegne una lampadina , vuoi mettere un sonoff basic per accendere la stessa lampadina?
non puoi farlo perchè il basic non ha la funzione pulsante se lo metti così com'è !

Per poter usare un basic e conoscerne lo stato sull'applicazione devi semplicemente saldare due piccoli fili sulla basetta del sonoff duplicando il suo pulsante di bordo e portarli ai tuoi pulsanti attualmente presenti sul tuo impianto di casa, così facendo accenderai e spegnerai da qualsiasi punto della casa, elimini l'inutile relè, e controlli lo stato, On - Off sull'applicazione, semplice economico, sicuro e il basico, svestito , riesci anche a metterlo dentro una scatola degli interruttori.

Lupino
27-06-2018, 10:25
Ciao dolam, polpy86 arriva, su mio consiglio, da questa (http://www.energeticambiente.it/in-casa/14771801-sonoff-3-pulsanti.html#post119824975)discussione
Alla risposta di dolam posso solo aggiungere che, nel caso non si voglia intervenire sulla sonoff, l'unica scheda che permette di interagire (stan-alone) su un impianto pulsanti/relè PP è la 4ch PRO con la funzione inching; anche questa però, come su detto, non da la possibilità di avere lo stato in app in seguito ad un intervento manuale (pulsante a muro)

carest
27-06-2018, 11:31
Ciao Polpy87.
Per il tuo problema (nell'altra discussione), sostituisci l'attuale relè con il sonoff base e collega i fili dei pulsanti esistenti al pulsante nella scheda del sonoff. Finito.

polpy87
27-06-2018, 11:36
Premetto con un grazie ad entrambi per le risposte.
Nel caso dovrei rimuovere il relè dalla derivazione e sostituirlo con il Sonoff "modificato", ma il mio è un dubbio di sicurezza, nel senso che ho un impianto nuovo, a norma, e non vorrei che il Sonoff modificato potesse compromettere la sicurezza dell'impianto.

TheLights
14-07-2018, 12:45
Ciao Lupino,
Scusami ma sono nuovo del forum. Stavo dando un occhio ai tuoi schemi di collegamento. Quindi per utilizzare sonoff dual per domotizzare le tapparelle, c'è bisogno necessariamente dei relè?
Non mi è chiara questa cosa.
Grazie

Lupino
15-07-2018, 22:08
Ciao TheLights...

...c'è bisogno necessariamente dei relè?
... diciamo che sono necessari per poter avere, contemporaneamente, sia il funzionamento attraverso la sonoff, sia quello, più canonico, attraverso il classico pulsante a muro ed il tutto in sicurezza attraverso una forma di auto-esclusione sia relativa ai contatti della sonoff, sia in una relazione tra questa ed il pulsante.
Sicuramente è possibile fare a meno dei due relè, "agganciare" direttamente la dual al motore delle tapparelle ed inserire, in parallelo, il pulsante. In tal modo però nulla ti impedirebbe di attivare contemporaneamente ambedue le uscite della sonoff o di questa assieme al pulsante... con buona pace (nel vero senso della parola) del motore della tapparella

TheLights
15-07-2018, 22:33
Grazie Lupino, risposta chiarissima. Ti faccio un'altra domanda, ho 4 tapparelle elettriche con i classici tasti sali scendi, all'ingresso ho un saliscendi che le comanda tutte contemporaneamente, come posso fare con un sonoff la stessa cosa in remoto?

Lupino
15-07-2018, 22:40
Una per tutte? Cioè una sorta di interruttore (pulsante) generale da remoto? Si certamente, io ti consiglierei la 4CH pro, ti costa un po' di più della dual ma ti permette di evitare l'uso dei relè; in alternativa anche la dual va bene utilizzando lo stesso schema che hai già visto.

dolam
15-07-2018, 22:43
occorre precisare che della dual va bene solo se è la versione R2
perchè la prima non funziona per le tapparelle ,

la ch4 Pro, anche non R2, va invece bene lo stesso.

Lupino
15-07-2018, 22:46
Uhmmm... mi sono perso questo passaggio, dolam, che differenza c'è tra la Dual R2 e la vecchia?

Lupino
15-07-2018, 22:55
Ahhh, ok, ok, ho capito, ti riferisci alla possibilità, sull'R2, di interfacciare direttamente eventuali pulsanti esterni con quelli on-board attraverso i PIN (piazzole) dedicati, senza dover fare saldature "virtuose". In tal caso sicuramente certi passaggi sono facilitati, ma anche con la vecchia, senza modifiche alla scheda, è fattibile. Certo passando attraverso i pulsanti on-board si ha un riscontro maggiore "in app"

Lupino
16-07-2018, 09:58
Giustamente, anche per far comprendere meglio TheLights di cosa si sta parlando....

66712

TheLights
19-07-2018, 18:25
Grazie mille Lupino,
Utilizzando il sonoff 4ch per la tapparella, potrei utilizzare i canali liberi per collegare le accensioni luci della stanza?
Ti ringrazio in anticipo

Lupino
19-07-2018, 19:47
Si, si può ma dipende da come vuoi procedere. Con riscontro in app dello stato delle utenze (luci)? Con o senza modifica della sonoff? Integrando la scheda con che tipologia di controlli (pulsanti, interruttore, devio/invertitore)?


Mi sono accorto solo ora di aver inserito lo schema del post #41 (quello qui sopra) senza porre la giusta attenzione su un piccolo, ma importante, dettaglio.
Lo schema in questione, seppur perfettamente funzionante, non presenta alcuna sicurezza/blocco (interblocco del doppio pulsante a parte) riguardo ad eventuali, accidentali, doppie accensioni, ovvero di ambedue i canali contemporaneamente. La cosa, per chi volesse, è facilmente risolvibile ponendo uno dei due canali asservito all'altro tramite un semplice relè monostabile.

TheLights
20-07-2018, 09:03
Se fosse possibile, con riscontro in app delle utenze, con modifica della sonoff, integrando con (in realtà è indifferente perché è un impianto da fare nuovo) pulsanti, così da non aggiungere niente in giro e sfruttare i relè della sonoff.
Tu cosa e come mi consigli di fare

Lupino
20-07-2018, 10:58
Et voilà...

66743

.... certo se si accetta di effettuare la piccola modifica alla sonoff, ovvero esporre esternamente i pulsanti on-board, tutto (o quasi) diviene più semplice.
Lo schema soddisfa tutte le tue richieste:

Up/down completo o parziale della tapparella con, nel primo caso (modalità full up-down), riscontro in app della situazione con azionamento sia in remoto, che locale
Riscontro in app dello stato delle utenze (luci) sia se l'azionamento avviene in remoto, sia in locale (comandi "a muro")
Linee comandi manuali delle luci basate su semplici pulsanti


P.S.
Se in luogo di una sola tapparella si vuole utilizzare la sonoff come comando generale di più tapparelle occorre verificare che il carico complessivo rientri nel limite dei relè della scheda (10A@250Vac)

P.P.S.
Per la sicurezza generale ed una "lunga-vita" degli apparati è necessario che: 1. Il pulsante doppio sia interbloccato, 2. Il/i motori delle tapparelle abbiano il fine-corsa (meccanico o elettronico) automatico

TheLights
20-07-2018, 13:44
Et voilà...

66743

.... certo se si accetta di effettuare la piccola modifica alla sonoff, ovvero esporre esternamente i pulsanti on-board, tutto (o quasi) diviene più semplice.
Lo schema soddisfa tutte le tue richieste:

Up/down completo o parziale della tapparella con, nel primo caso (modalità full up-down), riscontro in app della situazione con azionamento sia in remoto, che locale
Riscontro in app dello stato delle utenze (luci) sia se l'azionamento avviene in remoto, sia in locale (comandi "a muro")
Linee comandi manuali delle luci basate su semplici pulsanti


P.S.
Se in luogo di una sola tapparella si vuole utilizzare la sonoff come comando generale di più tapparelle occorre verificare che il carico complessivo rientri nel limite dei relè della scheda (10A@250Vac)

P.P.S.
Per la sicurezza generale ed una "lunga-vita" degli apparati è necessario che: 1. Il pulsante doppio sia interbloccato, 2. Il/i motori delle tapparelle abbiano il fine-corsa (meccanico o elettronico) automatico

Grazie mille!!!
Ne farò tesoro!

pakgio
25-07-2018, 15:09
Ciao Lupino, grazie per questa guida veramente ben fatta. Gran Lavoro.

Io e te ci siamo gia scritti su youtube, nei commenti al video del pulsante sul 4chpro...non ho ancora effettuato la modifica ma nelle prossime settimane ci lavorerò.

ora ho una domanda relativa al relay del sonoff. Nel momento in cui si accende il relay tramite pulsante, la bobina del relay rimane eccitata finchè non lo spegni o fa tipo i ray bistabili (credo si chiamino così ma non sono sicuro) dove la bobina viene eccitata per il tempo necessario a far cambiare stato all'interrutore del relay?

La domanda è motivata dal fatto che avrei delle perplessità ad utilizzare un sonoff su delle luci che verrebbero lasciate accese per lungo tempo, andando a abbattere la vita del sonoff (delle bobine dei relay nello specifico).

che ne pensate?
grazie.

Lupino
25-07-2018, 18:21
Ciao pakgio, no, i relè della 4CH pro ma anche della basic, della TH10 o 16 ... e immagino di tutte quante ... sono relè monostabili, il contatto COM-NA (nella PRO sono contatti "puliti") è chiuso sin tanto che le bobine sono sotto tensione. Tieni presente però che sono relè in C.C. a basso voltaggio (la bobina ha una tensione di 5V controllata a sua volta tramite un transistor da un PIN del ESP a 3,3V)... voglio pensare, e sin ora non ho notizie di informazioni contrarie, che il tutto sia stato dimensionato per lavorare tranquillamente su periodi lunghi.
Nulla vieta comunque, se proprio si vuol essere iper-tranquilli... e magari anche nel ottica di abbassare i consumi complessivi... di porre il canale in questione sotto inching (500ms o 1s) e collegarvi in uscita un normale relè bistabile

P.S.

Io e te ci siamo gia scritti su youtube...
Ah si? Mi sa che sto proprio diventando vecchio, la mia memoria .... ormai è un ricordo :-(

Optmum
25-07-2018, 19:35
Ma col relè bistabile, si perde la certezza della posizione di commutazione, potrebbe succedere che un segnale spurio o altro evento esterno al sistema a far perdere la logicità del comando da noi voluto... comunque, è solo una mia "visione"... :-) io lascerei immutata la logicità della commutazione e a voler essere pignoli, ricorrerei alla limitazione di corrente sulla bobina del relè tramite resistenza e condensatore elettrolitico, lo schema è reperibile qui nel forum.

f.sco

Lupino
25-07-2018, 21:19
Ciao Optmum, per relè bistabile intendo un semplice passo-passo di quelli normalmente utilizzati in impiantistica civile, come il finder 26.01
Difficile che una spuria riesca a commutarlo, il suo stato è bloccato meccanicamente e per mutarlo serve per forza un segnale dall'esterno (ovvero dal relè della sonoff). Certo l'uso di un passo-passo e dell'inching sul relativo canale priva l'utilizzatore di un riscontro reale, in app, dello stato dell'utenza ma credo che con app aggiuntive come stringify o IFTTT si possa agevolmente ovviare alla cosa.


...limitazione di corrente sulla bobina del relè tramite resistenza e condensatore elettrolitico...
Questa mi era sfuggita (riesci mica a recuperarmi il link della discussione), a pelle non la vedo una buona cosa, limitare la corrente con una resistenza, normalmente, equivale a dissiparla in calore a rischiando poi di avere una commutazione imprecisa o instabile; oltretutto, come detto su, non ne vedo proprio il motivo visto che, per quanto io sappia, nessuno ha mai lamentato problemi inerenti i relè della sonoff. Personalmente, ho utilizzato la stessa tipologia di relè su applicazioni arduino (shield relè) con commutazioni a breve e lungo (anche un paio di giorni) tempo senza riscontrare inefficienze o surriscaldamenti per il la commutazione prolungata

Optmum
25-07-2018, 23:04
Un passo passo tipo quelli dei corridoi? Ma tu perché agisci sul pulsante? Ovviamente perché vedi la condizione che vuoi cambiare, nel caso qui, non avresti più la "coscienza" dello stato di commutazione, che fai? Occorrerebbe un qualcosa che indichi lo stato del momento.
Non ho esperienze con i sonoff, conosco i micro relè a reed e quelli integrati, è ovvio che un po riscaldano, specie se sotto tensione per ore e ore e chiusi in contenitori poco ventilati, ma non so cosa può succedere se rimagono alimentati per giorni e giorni, non ho esperienza in merito.

Quanto al circuito cui accennavo, non ricordo dove l'ho riscontrato sempre qui, ma farò uno schizzo e lo posto...
fatto, si tratta di un circuito che limita la corrente nei relè dopo che è già eccitato per la spiegazione rimando a dopo, ma sicuramente Lupino avrà fatto mente locale dove è collocato nel forum.
66802

f.sco

dolam
25-07-2018, 23:07
"Non ho esperienze con i sonoff, conosco i micro relè a reed e quelli integrati, è ovvio che un po riscaldano, specie se sotto tensione per ore e ore e chiusi in contenitori poco ventilati, ma non so cosa può succedere se rimagono alimentati per giorni e giorni, non ho esperienza in merito."

Non succede nulla , lavorano in perfetta efficienza per ore ed ore, andate tranquilli.

Lupino
26-07-2018, 12:18
Ciao a tutti... mai visto quello schema Optmum, mi era decisamente sfuggito. Ok, ne capisco il funzionamento, per inciso non limita la corrente ma la tensione sulla bobina partendo dal presupposto (non saprei dire se la cosa valga per tutti i relè) che, la tensione necessaria ad un relè per "l'aggancio" è maggiore di quella per il mantenimento.... certo è che per utilizzare questa soluzione tocca metter mano "pesantemente" alla scheda della sonoff... grazie comunque per il contributo.

Lupino
30-07-2018, 12:30
Inserisco qui lo schema derivato da QUESTA (http://www.energeticambiente.it/elettrodomestici-e-apparecchiature-elettriche-elettroniche-domestiche/14772001-sonoff-impianto-irrigazione.html)discussione; il setup permette il controllo di (sino a) 6 elettrovalvole per l'irrigazione modello bi-stabile.
La particolarità di tali elettrovalvole è relativa all'apertura e chiusura delle stesse che avviene tramite l'inversione delle polarità ai morsetti. Detta inversione viene attuata attraverso l'uso di un ponte ad H controllato da una Arduino Nano.
Seppur lo schema presenti qualche difficoltà in più, rispetto ai classici, nella realizzazione, l'uso dell'accoppiata Arduino-Sonoff apre la porta a innumerevoli, nuovi scenari.

Lo schema è il seguente....

66865

... in allegato lo sketch, adeguatamente commentato, da caricare a bordo della Arduino Nano
Da notare inoltre che la presenza di ulteriori I/O digitali e analogici liberi, oltre ad un relè sulla relativa shield, permetterebbe di integrare nel sistema anche dei sensori pioggia, temperatura o umidità

dolam
31-07-2018, 12:34
lupino sullo schema del sonoff ch4 con pulsanti a parete a mio avviso c'è un problema, guardando lo schema mi sembra che il pulsante a muro
resta isolato se il relè del sonoff resta eccitato in una posizione ON.
Cerco di spiegarmi meglio se alzo la tapparella da remoto , a fine corsa il relè resta in on ma la fase sul pulsante resta non alimentata altrimenti si rischierebbe il botto
però di fatto il pulsante a muro resta non operativo ovvero non consente la manovra a mano perchè resterebbe senza la fase sul cavo ocra, c'è bisogno di un nuovo schema , credi sia possibile?

Lupino
31-07-2018, 13:45
Ciao Dolam, intendi lo schema tapparella più luci?

dolam
31-07-2018, 14:21
no solo motore.
mettiamo che il
rosso sia salita
nero discesa
e blu comune ( neutro)
se fai on sul relè uno , il relè due è su OFF quindi ocra contatta ocra
ma il rosso va a contatto con la fase e la tapparella si alza ma alla fine della corsa il relè uno resta in on e quindi ocra contatta il rosso e nessun altro
se volessi abbassare dal pulsante non avresti nessuna tensione sulla fase , ce l'avrai solo se qualcuno rimette in off il relè uno del sonoff ch4 pro.

Optmum
31-07-2018, 14:28
A mio avviso, il sonoff ed il doppio pulsante a muro, sono due circuiti paralleli, quello a muro rimane sempre attivo perché è sempre disimpegnato dal sonoff e sempre attivo per il motore tapparelle, ora per mia curiosità,
Lupino, il comando del sonoff è di tipo impulso temporizzato ed il comando poi lo mantiene il sistema del motore? Per me è una situazione nuova da affrontare, grazie.

f.sco

P.S.
magari nello schema manca il pallino sulla linea ocra ad indicare il collegamento

Lupino
31-07-2018, 14:34
Vado a memoria perché sono col telefono ma... hai ragione. Il primo relè blocca il funzionamento in manuale del secondo. Devo ragionarci su ma dubito vi siano scamotage semplici per ovviare alla cosa.
Così su due piedi l'unico che mi viene in mente è la modifica alla sonoff. Se i pulsanti a muro fossero in parallelo con quelli della sonoff, l'interlock ovvierebbe alla cosa.
L'alternativa è, se si lavora in app, ricordarsi di spegnere tutto ad azionamento avvenuto

Lupino
31-07-2018, 14:38
Ciao optmum, la 4CH Pro ha la possibilità di funzionare sia ad impulsi o meglio temporizzata che in continuo. I motori delle tapparelle richiedono una continua o diretta o tramite centralina con relè PP

dolam
31-07-2018, 14:48
La sonoff può essere comandata anche con IFTTT che può staccare il comando dopo X secondi e riposizionarsi su OFF così da lasciare i comandi manuali disponibili ma si può fare anche in altro modo , ragioniamoci.

Lupino
31-07-2018, 15:28
Il problema Dolam è sempre lo stesso, l'impossibilità cioè di agire in esterno, a meno di un intervento diy, sui pulsanti della sonoff. Come dice optmum, pulsanti a muro e relè della sonoff costituiscono due rami a sé stanti che, a meno di escamotage vari, non comunicano tra loro.
Si, anche un intervento tramite IFTTT potrebbe essere una soluzione ma così si perderebbero le "mezze aperture".
..... sarà il caldo ma forse potrebbe esserci una soluzione diciamo.... "un po' particolare", in grado di salvare capra e cavoli... oltretutto per funzionare avrebbe bisogno di un solo pulsante, e quindi un solo canale.... il relè multi passo 26.08 della finder... questa sera se riesco provo a buttare giù qualcosa

dolam
31-07-2018, 17:45
Si, anche un intervento tramite IFTTT potrebbe essere una soluzione ma così si perderebbero le "mezze aperture".
..... sarà il caldo ma forse potrebbe esserci una soluzione diciamo.... "un po' particolare", in grado di salvare capra e cavoli... oltretutto per

Lupino uso la soluzione IFTTT + Stringify ormai da sei mesi e anche quella della duplicazione in abbinamento ai sui pulsanti di bordo con la modifica che ho postato più volte.
Ho una casa a Milano dove regolarmente apro e chiudo le tapparelle da Pescara , ti assicuro che funzionano benissimo , stringify governa 3 sonoff ch4 Pro facendo partire insieme in ON i primi relè ( CH1) dopo 33" manda in ON il CH 3 di tutte e tre i sonoff e in 1':06" tutte le sei tapparelle sono sollevate, se voglio stopparle in qualsiasi posizione mi basta calcolare i secondi ( da remoto) invece dal vivo mi basta premere un pulsante ( interconnesso) per fermare la salita/discesa in qualsiasi posizione, ovviamente è possibile lo stesso da remoto con e-Welink.
Detto ciò anch'io sto ipotizzando di usare il pulsante fisico in abbinamento ad un solo relè del sonoff ma funzionerebbe, bene, solo per salita e/o discesa totale se deve funzionare diversamente allora……………………….ci devi pensare tu

Lupino
08-08-2018, 22:25
Volevo solo segnalarvi che qualche mod (riccardo? grazie comunque) ha spostato i vari post sulle tapparelle QUI (http://www.energeticambiente.it/in-casa/14771161-sonoff-ch4-pro-collegamento-tapparelle.html)
Reinserisco comunque lo schema su possibili azionamenti multipli...
66975

.... prossimamente ri-uppero il file pdf complessivo di tutti gli schemi sinora visti

TheLights
15-08-2018, 10:26
Scusate se intervengo, non mi è molto chiara la discussione. Se io ho una sonoff 4ch pro R2 con modifica ai pulsanti (approfitto per chiedervi gentilmente di postare qualcosa che mi spieghi come fare la modifica) a cui ho collegato 2 tapparelle, se utilizzo l'app, mi è parso di capire che non posso utilizzare i saliscendi normali a muro. Oppure ho capito male? Per utilizzare invece una 4 ch per 4 accensioni, come devono essere gli switch?
Grazie in anticipo

Lupino
16-08-2018, 00:26
Ciao thelights, per quanto riguarda le discussioni inerenti sonoff e tapparelle ti rimando a QUESTO (http://www.energeticambiente.it/in-casa/14771161-sonoff-ch4-pro-collegamento-tapparelle.html)link in cui tale applicazione è ampiamente trattata ed approfondita.
Per quanto riguarda le tue perplessità invece, non solo la sonoff 4CH PRO modificata è perfettamente integrabile con i normali pulsanti a muro ma anzi, tale integrazione, è facilitata rispetto ad altre soluzioni (lo schema lo puoi trovare QUI (http://www.energeticambiente.it/elettronica-elettrotecnica/14771745-sonoff-schemi-collegamenti-post119824080.html#post119824080))
Per quanto riguarda la modifica, googolando un po' sono sicuro troverai tutorial e spiegazioni esaurienti, rimanendo in "zona" puoi trovare le indicazioni del buon Dolam a QUESTO (http://www.energeticambiente.it/elettronica-elettrotecnica/14771745-sonoff-schemi-collegamenti-post119824080.html#post119824080)post
Per quanto riguarda la soluzione 4CH x 4 accensioni devi invece specificare meglio cosa intendi per accensioni (tipologia di utenza) e l'eventuale integrazione con impianti già presenti

TheLights
16-08-2018, 01:27
Ciao Lupino, l'impianto è da realizzare da zero. Ho 4 tapparelle e circa 12 accensioni luci che vorrei comandare con sonoff. Quindi avevo intenzione di acquistare 6 sonoff 4ch pro R2 (2 per le 4 tapparelle e 4 per le luci) e modificare come da foto del post di Dolam per avere i pulsanti delle luci e i saliscendi delle tapparelle. Non mi è chiara la discussione venuta fuori sul contatto che resta in on se utilizzato da remoto, rendendo impossibile l'utilizzo dal saliscendi fisico. E infine vorrei sapere se portando tutti i cavi dai tasti delle sonoff ad un saliscendi, posso usufruire di un tasto che mi faccia salire e scendere tutte le tapparelle ( per intenderci porto ch 1 e ch 3 delle 2 sonoff usate per le tapparelle al tasto di salita e i restanti canali al tasto di discesa) scusate le mille domande, ma sono nuovo in questo campo e siccome sto per realizzare l'impianto nuovo, non vorrei toppare. Grazie in anticipo

Lupino
16-08-2018, 22:32
La causa primordiale della questione è l'incapacità, da parte della sonoff di "rispondere" ad eventi esterni (fine-corsa delle tapparelle), mi spiego meglio: se devo alzare (o abbassare) completamente una tapparella, a prescindere se l'attivazione avviene in remoto o in locale attraverso i pulsanti a bordo della sonoff, ho principalmente due vie (modalità selezionabili attraverso gli switch):
- l'inching, (termine inglese per dire temporizzazione) che mi attiva l'utenza per un tempo x per poi auto-spegnersi
- il self-locking, simile ad un comune interruttore, attiva l'utenza indefinitamente sinché non si interviene a spegnere
Ora, se tu guardi lo schema di collegamento sonoff-tapparelle noterai che l'uscita del secondo canale è subordinata al primo canale, ovvero, se CH1 è ON il COM di CH2 è inesistente. Il fine di questo escamotage è il creare una sicurezza intrinseca nei collegamenti si da non poter avere ambedue le fasi sul motore della tapparella. Di contro cosa accade... proviamo un caso reale... è notte, tramite app decido di abbassare la tapparella (ipotizzo CH1), per quanto su detto o sono in inching (max 16s sulla CH4 PRO rev.2) per cui, quasi sicuramente, mi toccherà ripetere il comando almeno un paio di volte o sono in self-locking... attivo il comando e vado a dormire... il mattino dopo decido di sollevare la tapparella (completamente o in parte) attraverso i pulsanti a muro... ahimé non funziona... come mai? Semplice il CH1 è ancora attivo per cui il CH2 è inutilizzabile... la soluzione: disattivare tramite app il CH1 ...... purtroppo, almeno di non inserire relè temporizzati esterni o utilizzare app secondarie come stringify in modo da creare una temporizzazione sufficientemente lunga, non esiste un altro modo per ovviare alla cosa.
Se decidi di modificare la sonoff puoi in parte ovviare alla cosa; sarà comunque sempre necessario disattivare il CH1 per aver accesso al CH2 (ovviamente volendo mantenere la sicurezza di cui sopra [caldamente consigliato]) ma la disattivazione sarà possibile, oltre che in app, anche attraverso i normali pulsanti a muro.
Per le altre domande...
- si, oltre a quelli "locali", è possibile riunire tutti i canali in due soli pulsanti generali in modo da avere la salita, o discesa, completa di tutte le tapparelle con un solo comando
- se le luci sono 12 ti bastano 3 sonoff (4x3 = 12) ... comunque, a prescindere da questo, la tipologia migliore di collegamento (sonoff+comando a muro) è quella pulsante-relè bistabile, puoi attuarla sia con modifica alla sonoff che senza, l'unica differenza è che, nel primo caso, ti risparmi il costo del relè ed in più hai il riscontro in app dello stato dell'utenza (luce)

frangio74
19-08-2018, 10:24
Il controllo di un utenza, generalmente luci, da più punti dell'abitazione è una situazione facilmente riscontrabile in ogni casa (es. corridoi, scale o disimpegni). Questo viene attuato principalmente attraverso due tipologie di collegamenti: pulsanti + relè P.P. (passo-passo o bistabile) oppure gruppo deviatore/invertitore/deviatore (se i punti luce sono solo 2 l'invertitore è escluso).
In questa sezione esaminiamo la prima tipologia, lo schema di partenza è il seguente...
66414

... quelli base con le sonoff i seguenti....

66415

Una precisazione, sconsiglio vivamente l'integrazione della sonoff basic/dual (senza modifica) nelle linee di controllo con pulsanti in quanto questa, seppur tutto sommato fattibile, è una soluzione economicamente costosa. I due relè che vedete nei relativi schemi sono relè temporizzati del costo di 35/50€ l'uno.
Le tre soluzioni presenti sopra permettono di mantenere il normale "controllo a muro" e nel contempo avere quello in app ma da questa non è possibile conoscere lo stato dell'utenza nel caso di un azionamento manuale.

L'installazione "avanzata" (con la modifica indicata al post #2) è invece la seguente...

66416
... anche in tal caso vengono sorpassati i limiti dell'installazione base ottenendo sia il controllo manuale che lo stato dell'utenza che il controllo in app

P.S.
Se la scheda in esame è la Sonoff 4CH PRO, nell'installazione base, è necessario settare in modo appropriato i vari switch ovvero:
- Interlock: OFF switch; S6 = 0
- Work mode: Inching per il canale relativo; K5 (supponendo CH 1) = 0xxx
- Delay: 500ms (1s per la rev.2); K6 = 1110 (1111 per rev.2)

Ciao, innanzi tutto ti ringrazio per i tuoi schemi che mi sono stati utilissimi specie per inserire un sonoff 4ch a comandare due tapparelle accoppiate finestra-porta finestra. Ho anche alcuni sonoff basic che avevo preso un annetto fa e vorrei utilizzarli per domotizzare le luci e se lo farò adottero' sicuramente il tio schema con pulsanti fisici saldati al pulsantino sonoff (temo le saldature ma non c'è alternativa). Ti volevo fare una domanda un po' banale forse, nei nuovi cablaggi con i sonoff è sufficiente utilizzare i cavi unipolari da 1,5 mm (per passare meglio nei corrugati) o mi consigli comunque di passare quelli da 2,5 (tenuto conto che quelli esistenti sono da 2,5). Ti ringrazio anticipatamente e a presto. Saluto anche gli altri ragazzi del forum, in particolare Thommino e Dolam di cui ho letto interessanti interventi attinenti anche a quello che sto facendo. A proposito a tutti volevo chiedere, se cambio il firmware nel sonoff 4ch (installando il tasmota) perdo la funzione RF che mi consente di accoppiare i telecomandini a radiofrequenza con un semplice doppio click? Grazie ancora e a presto..

Lupino
19-08-2018, 17:06
Ciao frangio, felice di esserti stato utile...

...nei nuovi cablaggi con i sonoff è sufficiente utilizzare i cavi unipolari da 1,5 mm....
la sezione dei cavi non è relativa all'utilizzo o meno della sonoff (o altre schede di domotica) ma alla tipologia di utenza finale o, meglio, al suo consumo.
Se in origine sono stati usati cavi da 2,5mm può essere per il fatto che su quella linea l'elettricista ha previsto o ipotizzato carichi sino a (generalmente) 16A, magari anche semplici biprese da 10/16A; considerando però che generalmente i relè delle sonoff, e la CH4 PRO è così, possono "reggere" al massimo 10A, è da capire se il collegamento diretto è fattibile o sarebbe meglio inframezzare un relè di potenza.
In soldoni: cosa ci colleghi alla sonoff?
Per quanto riguarda il tasmota penso che come firmware supporti anche la parte RF comunque Dolam e Thommino sono sicuramente più ferrati di me relativamente alla parte software e sapranno risponderti con più sicurezza

P.S.
In futuro nei tuoi post evita di quotare messaggi interi, piuttosto inserisci il link del post (click destro sul numero del post .... copia indirizzo link) a cui vuoi far riferimento, dal punto di vista dei server di EA è uno spreco di spazio oltre ad esser mal visto da Mod ed Admin ed essere palesemente vietato dalle rules (http://www.energeticambiente.it/misc.php?do=vsarules)del forum

frangio74
19-08-2018, 17:32
Grazie tante per la risposta, con i sonoff dovrei controllare solo luci e tapparelle, nessun carico, l'elettricista ha comunque separato i circuiti delle prese 16A (le schuco e le bipasso a muro) da quello delle luci e da quello poi delle tapparelle (ogni circuito ha il suo magnetotermico), per cui dovrei lavorare con la 10A ed a dir la verità ora mi sorge il dubbio che forse mi sono confuso e quelli esistenti sono da 1,5 mentre quelli da 2,5 li ha messi per il circuito prese (sono più grossi).
Grazie anche per la risposta sull'RF ma prima di avventurarmi a cambiare il firmware vorrei essere sicuro di non perdere la possibilità di usare i telecomandi RF, quindi, chiedo gentilmente a @Thommino e @Dolan se possono darmi delle rassicurazioni a riguardo.
Per quanto riguarda la mia risposta "quotando" chiedo scusa a tutti ma essendo nuovo nel forum sono andato un po' di intuito, cercherò di stare più attento per le prossime volte.
Grazie ancora e a presto..

dolam
19-08-2018, 17:37
frangio74 non ho mai modificato un ch4 ma credo che la funzionalità resti immutata, per sicurezza cerca su YouTube vincenzo caputo, dovrebbero esserci dei tutorial, da li poni a lui il quesito

frangio74
20-08-2018, 09:52
@Lupino

Mi pare di capire, comunque, dai tuoi schemi che nel caso si abbia un semplice interruttore che controlla una luce e si voglia aggiungere una sonoff, l'alternativa alla sostituzione dell'interruttore con un pulsante e modifica della scheda con le saldature sarebbe quella di sostituire l'interruttore con un deviatore ed inserire un Relè SPDT del tipo Finder 40.31.8.048 collegato alla sonoff senza necessità di modificarla. E' corretto?

dolam
20-08-2018, 10:32
oppure metti un microrelè 220V all'uscita del sonoff , rendendo la modifica molto più compatta e per le lampadine, specie quelle led , non c'è nessun problema di potenza.

frangio74
20-08-2018, 10:44
oppure metti un microrelè 220V all'uscita del sonoff , rendendo la modifica molto più compatta e per le lampadine, specie quelle led , non c'è nessun problema di potenza.

Grazie dolan, puoi mettermi un link di un microrele' che posso usare con il sonoff?

Lupino
20-08-2018, 10:46
E' corretto?
Se si parla di sonoff Basic, si... con la modifica, in più, avresti però il riscontro in app dello stato dell'utenza

dolam
20-08-2018, 10:52
frangio74 ho usato uno recuperato da una macchina del caffè rotta e alto un centimetro ma funziona perfettamente a 220v ( uscita sonoff e ha contatti no/c/nc) cerca su aliexpress lo uso per accensioni 12V

frangio74
20-08-2018, 21:38
Allora ragazzi, ringraziandovi ancora una volta per i suggerimenti, oggi ho montato il mio secondo sonoff 4ch che comanda due tapparelle accoppiate della camera da letto (finestra+porta finestra) seguendo lo schema di @lupino e devo dire che sono estremamente soddisfatto! Secondo quello schema ho conservato i comandi a muro che funzionano in maniera indipendente e senza il rischio di un azionamento doppio. Inoltre ho accoppiato i telecomandini e quindi comando le tapparelle oltre che dal telefonino anche via RF. Dulcis in fundo con le app IFTTTT+Stringify e con google assistant riesco a comandarle anche vocalmente! Davvero formidabile il tutto, è stata un po' dura la messa in opera, soprattutto trovare alloggiamento dei sonoff ed adattare i nuovi cablaggi a quelli esistenti ma alla fine me la sono cavata! Ora mi vorrei cimentare con le luci che ho sia comandate da pulsanti che da interruttori/deviatori. Finché è possibile (soprattutto se trovo lo spazio per alloggiarlo) utilizzerò il sonoff 4ch seguendo gli schemi di @lupino. Cercherò il più possibile di mantenere i cablaggi esistenti, ad esempio laddove ho i pulsanti e i relè passo passo li manterro' cosi anche dove ho i deviatori ed interruttori (sostituendoli dove necessario con invertitori e deviatori). Dove non ho spazio valuterò l'utilizzo del sonoff basic eventualmente anche modificato. Vi aggiorno, grazie ancora e a presto.

frangio74
21-08-2018, 08:24
Ragazzi imbattendomi sul sito di Vincenzo Caputo ho scoperto l'esistenza di un prodotto cinese concorrente del sonoff che si chiama emylo.
Qualcuno di voi li conosce o li ha mai utilizzati?
Mi sembrano più compatti dei sonoff e forse si prestano meglio all'alloggiamento nelle scatole 503, che ne pensate?

dolam
21-08-2018, 16:12
emylo sospetto essere un marchio sonoff

Lupino
22-08-2018, 11:19
Ciao Dolam, ho fatto qualche ricerca e sembra proprio essere una ditta concorrente...
QUI (https://www.amazon.it/sp?_encoding=UTF8&asin=B06XW779NF&isAmazonFulfilled=1&isCBA=&marketplaceID=APJ6JRA9NG5V4&orderID=&seller=A26QA7NDH2SGKH&tab=home&vasStoreID=)il profilo venditore sonoff (ITEAD), QUI (https://www.amazon.it/sp?_encoding=UTF8&asin=&isAmazonFulfilled=&isCBA=&marketplaceID=APJ6JRA9NG5V4&orderID=&seller=A3MVG4QNMKGL1L&tab=&vasStoreID=)eMyLO. Peccato non vi sia un sito dell'azienda ma solo quelli dei vari venditori

dolam
22-08-2018, 11:25
Lupino non so risponderti con certezza ma di sicuro ho acquistato un eMylo su Amazon e altri , con altri marchi, da Bangood e sono identici , uno di questi mi è arrivato da ITEAD.
Da allora ho il dubbio che il costruttore sia unico.

frangio74
22-08-2018, 18:45
Credo che gli emylo siano più indicati dei sonoff basic e dual per replicare gli schemi di lupino, non necessitano di relè aggiuntivo ma hanno a bordo la possibilità di tramutarsi in deviatori (lavorano come il sonoff 4ch).
Lo svantaggio è che non hanno il wifi ma lavorano via RF, si può risolvere credo clonando il segnale con il sonoff rf bridge, in tal modo credo si possano integrare nel sistema ewelink e comportarsi proprio come i sonoff basic e dual rispettivamente l'emylo a 1 e a 2 canali.
Altro vantaggio è che sono compatti e dovrebbero entrare nelle 503 quindi i cablaggi dovrebbero essere pratici ed immediati.
Dubbio sull'affidabilità ma vale la pena provarli anche perché il costo, se si prendono in kit più o meno è paragonabile ai sonoff.
Vediamo, vi terrò informati..

dolam
22-08-2018, 21:56
frangio74, "Dubbio sull'affidabilità" per ora non averne
li uso da sei mesi proprio come hai descritto, sonoff bridge e geekcreit ( meglio di eMylo, costano la metà e sono identici) per sicurezza ne ho acquistati 6 a 4€ l'uno, compreso il telecomando e tieni presente che sono in grado di imparare tutti i 433mhz non rolling-code quindi se dovesse rompersi un geekcredit (eMylo) lo cambio e uso le stesse codifiche del telecomando ( cioè non muto nessuna scena) unica cosa non li metterei dentro la 503 anche se non scaldano affatto ( per alimentarlo uso la corrente delle fotocellule del garage, quindi nessun alimentatore), ultima nota possono essere : interruttore, pulsante, ed interconnessi per due tapparelle ( 4 euro una centralina per due tapparelle elettriche!!!!) .
Da quando li ho presi la prima volta sono aumentati del 50%, ma forse li conoscevate già.

https://www.banggood.com/it/12V-4CH-Channel-433Mhz-Wireless-Remote-Control-Switch-p-960987.html?rmmds=myorder&cur_warehouse=CN

Lupino
22-08-2018, 22:55
Ciao Dolam, interessante la scheda, soprattutto il prezzo. Peccato solo non abbia uno switching 230-12V a bordo come le sonoff

P.S.

... ed interconnessi per due tapparelle ...
forse intendevi interbloccati

frangio74
23-08-2018, 08:07
@Dolan

Innanzi tutto grazie per la risposta, ma le tue schede geekcreit mi pare di capire anche da quello che scrive @Lupino, salvo vostre smentite, che funzionino solo con la 12V, diversamente dalle emylo e dalle sonoff, per cui, non sono proprio uguali, ed anzi il vantaggio delle altre due schede è proprio quello di poterle applicare direttamente nella 220V (senza quindi interporre trasformatori o alimentatori).
Credo che proverò le emylo che peraltro si trovano solo su amazon e stranamente su bangood non sono disponibili..

Lupino
23-08-2018, 10:22
Bè, della geekcreit ne esistono anche direttamente in WiFi, QUESTA (https://www.banggood.com/Geekcreit-USB-5V-Or-AC-55V-250V-Four-Channel-Jog-Inching-WIFI-Wireless-Smart-Switch-p-1159786.html?version=1&rmmds=search&cur_warehouse=CN), ad esempio, è praticamente simile alla 4CH PRO ad eccezione del modulo RF che sembra essere opzionale. Per quanto riguarda l'alimentazione c'è da dire che un normale swhiching AC/DC 230-12V costa pochi euro (neanche 2 dalla Cina)

dolam
23-08-2018, 10:44
"solo con la 12V", vero ma alimentatori 220V/12V ,piccolissimi, sono disponibili ovunque come ti ha già detto lupino e confermo che non l'inserirei nella 503.

@ Lupino , si interbloccati , ma l'avevi capito già.

Lupino
23-08-2018, 10:55
Piccolo OT
Girovagando per la rete ho notato che alcuni degli schemi postati in questo thread sono stati riutilizzati in altri ambiti (siti o blog... ad es. Amazon), per cui mi sembra doveroso fare una precisazione.
Tutti i disegni che posto, come è ovvio che sia, ed indicato anche dal logo che inserisco (quando mi ricordo) nei medesimi, sono copyleft. Va da se però che, nell'utilizzarli, sarebbe buona cosa per E.A. (e anche per semplice soddisfazione personale) inserire un qualche riferimento alla loro provenienza. Grazie.
Fine OT

frangio74
23-08-2018, 11:01
Si certo ma preferisco avere apparati il più possibile plug and play, se ci fosse un risparmio considerevole capirei ma emylo mi sembrano abbastanza contenuti come prezzi e compatti, poi per me è importante il comando RF forse piu del wifi, è molto più pratico in certi situazioni prendere il telecomandino che andare ad aprire l'app sul cellulare, l'ideale è averle entrambi chiaro anche per l'integrazione con google home ma conto di risolvere con il sonoff RF bridge, speriamo bene..

frangio74
26-08-2018, 16:47
Ragazzi vi faccio un resoconto sulla mia prima parte di domotica che ritengo conclusa.
Ho installato n. 5 sonoff 4ch che mi controllano n. 7 tapparelle e n. 6 luci. Ho utilizzato tutti i canali e mi sono capitate un po' tutte le tipologie di collegamento (interruttori diventati deviatori, deviatori diventati invertitori, pulsanti collegati a rele passo passo al quale ho aggiunto il pulsante sonoff). Ho utilizzato quindi i canali nelle loro varie modalità (interbloccati, inching, self-locking).
Alla fine tutto ok ma non è stato semplice specie perché non sai quello che trovi e mi è capitato che avevo in progetto di fare una cosa e poi ne ho dovuta fare un'altra (magari ho trovato i corrugati inaccessibili o poco spazio nelle cassette..), la difficoltà maggiore è collocare il sonoff 4ch perché ingombrante anche se lo ritengo in assoluto il dispositivo più completo e suggerisco di metterne il più possibile (io sono riuscito ad installarne 5 pieni).
Ora per completare tutto mi affido agli emylo ad 1 e 2 canali che ho già ordinato e aspetto di riceverli e scoprirli.
Li ho presi perché hanno un principio di funzionamento simile al 4ch anche se purtroppo mancano del wifi ma la loro compattezza ed il loro essere pronti all'uso (non devi aggiungergli nulla o modificarli) a mio avviso fa la differenza rispetto ai sonoff basic e dual. Spero di poterli integrare ai sonoff 4ch con il sonoff RF bridge (che ho già ordinato) altrimenti esiste comunque una strada alternativa (vista sul sito di vincenzo caputo) che sfrutta un altro dispositivo (il brodlink pro mi pare si chiami) ma c'è poi da lavorare con la programmazione.
Eventualmente è un discorso che affrontero' dopo ma quello che mi interessava e che mi ha fatto propendere per gli emylo è appunto la possibilità di arrivare a comandarli con google assistant oltre che col telecomandino RF.
Vi aggiornerò comunque e spero che la mia esperienza possa servire ad altri come la vostra è servita a me.
A presto e buona domenica.

Lupino
26-08-2018, 21:22
Ciao frangio, complimenti per l'opera. Domanda: le sonoff erano modificate?


...lo ritengo in assoluto il dispositivo più completo...
Concordo, è veramente una bella scheda, le uniche cose che, personalmente, aggiungerei/modificherei per renderla perfetta sono:
- 4 morsetti doppi a duplicare i pulsanti on-board (così si evita il diy)
- 2 contatti con input analogico (10bit su 0 - 5V) in modo da poter collegare sensori vari (ovviamente con lettura in app e gestione degli eventi).... questo oltretutto darebbe a ITEAD un ulteriore canale di vendita, cioè i sensori
- 1 pulsante aggiuntivo demandato solo all'attivazione della fase di programmazione iniziale in modo da aggiungere all'inter-lock, all'inching e al self-loching un ulteriore funzione, la jog (il termine è presente sulla geek linkata da dolam), ovvero premo il pulsante e l'utenza è attiva sino a quando tengo premuto, si spegne al rilascio.

frangio74
26-08-2018, 21:57
Lupino grazie per i complimenti e sono d'accordo con te sulla sonoff 4ch che è migliorabile con le modifiche da te descritte.
Per rispondere alla tua domanda non ho modificato i sonoff ma anzi sono partito dal proposito di non modificare i dispositi ed utilizzarli con la loro applicazione originale, non escudo comunque che soprattutto se non riesco a farli dialogare con gli emylo e dovrò programmare mi riservo di modificare il firmware installando il tasmota, il mio dubbio è se supporta il segnale RF e la pratica possibilità di accoppiare i telecomandini.
Che mi trovo espongo un problema che ho riscontrato con google assistant laddove è presente un deviatore che cambia e nasconde l'effettivo stato al sonoff (ed a me che do il comando), se infatti cambio lo stato col deviatore fisico ciò non viene riconosciuto dal sonoff e così una luce che è accesa per il sonoff è spenta e viceversa ed il comando a google assistent è il contrario di quello che deve fare!
Inoltre altra problematica se accendo col deviatore fisico e poi spengo col sonoff il sonoff resta accesso per tutto il tempo che la luce è spenta, è un problema mi chiedo? Si surriscalda il dispositivo oltre al consumo col rischio che a lungo andare si danneggia?
Attendo da tutti opinioni in merito, grazie e a presto..

Lupino
26-08-2018, 22:12
Forse mi sono espresso male, per modifiche intendevo "l'esternalizzazione" dei quattro pulsanti on-board
Sulla parte software ti conviene rivolgere la domanda QUI (http://www.energeticambiente.it/elettrodomestici-e-apparecchiature-elettriche-elettroniche-domestiche/14767336-sonoff-esp8266-non-solo-rela-wifi-ma-un-potente-strumento-automazione.html)... sto cercando di mantenere il thread il più possibile incentrato sulla parte hardware delle schede in modo da limitare gli OT ... sulle problematiche che esponi invece sarebbe da ragionare sui vari collegamenti.

...laddove è presente un deviatore che cambia e nasconde l'effettivo stato al sonoff...
Ok, mi sa che questo risponde alla mia domanda su eventuali modifiche ...

...il comando a google assistant è il contrario di quello che deve fare...
Ovvio

...e accendo col deviatore fisico e poi spengo col sonoff il sonoff resta accesso per tutto il tempo...
Certo, per il medesimo motivo di cui su.
Se i comandi manuali (a muro) non sono parallelati con i pulsanti on-board tutta la logistica del sistema si complica e, com'è ovvio, non vi è riscontro in app (né da google A.) dell'effettivo stato dell'utenza.
I'installazione ottimale, là dove vi è necessità di operare, congiuntamente, sia manualmente che in remoto, prevede per forza di cose che la sonoff controlli direttamente l'utenza e i comandi manuali agiscano sulla scheda
P.S.
Dolam, tu che hai sicuramente più esperienza di me in merito, perché non apri un 3D incentrato sulle varie app: IFTTT, Stringify, google assistant etc. etc. ?

dolam
27-08-2018, 07:09
Frangio74, Lupino, penso che la modifica principale al sonoff sia quella dei morsetti ai suoi tasti fisici ciò eviterebbe ogni problema di visualizzazione sullo stato effetivo della posizione on-off ( vedi video YouTube della mia modifica) e inoltre riduce tantissimo la sezione dei cavi di comando . Do meno importanza ai sensori, esistono già i Th 10/16 che lo fanno magnificamente. Sono restio alla modifica firmware e l’idea di usare un serverino interno non mi affascina per nulla , attualmente il server ITEAD non sbaglia un colpo, funziona benissimo.
Lupino ,Si , apro una discussione per IFTTT e Stringify ma sembra che i più amino le modifiche al firmware e in questo modo l’utilizzo delle due APP non è più possibile.
Per me i Sonoff sono perfetti come sono (meglio con connettori dei pulsanti) l’unica vera carenza, grave, è la mancata integrazione con Apple HomeKit per gli automatismi interconnessi.

frangio74
27-08-2018, 07:15
@Lupino


Forse mi sono espresso male, per modifiche intendevo "l'esternalizzazione" dei quattro pulsanti on-board

No, non li ho esternalizzati altrimenti avrei messo anche i sonoff basic e dual e non avrei quindi ripiegato sugli emylo!
Chiaro che la mia prima scelta sono i sonoff ma proprio per evitare le modifiche hardware ho scelto una strada alternativa.


I'installazione ottimale, là dove vi è necessità di operare, congiuntamente, sia manualmente che in remoto, prevede per forza di cose che la sonoff controlli direttamente l'utenza e i comandi manuali agiscano sulla scheda

In realtà anche per un altro motivo non li ho esternalizzati alla luce anche della tua considerazione: utilizzare infatti i pulsanti on board dei sonoff replicati sui tasti fisici a muro avrebbe significato stravolgere completamente l'impianto ed i cablaggi esistenti ed affidare il funzionamento completamente ai sonoff. Onestamente non me la sono sentita ed ho preferito mantenere l'autonomia dell'impianto esistente ed in tal modo i dispositivi rappresentano un valore aggiunto che se un domani dovessero avere dei malfunzionamenti (non mi fido ciecamente) l'impianto esistente continua a funzionare come si deve senza la necessità e l'impellenza di doverli rimettere.
Che google assistant non riconosca l'effettivo stato credo sia un problema superabile con la programmazione anche se IFTTT+stringify al momento mi sembrano troppo limitate a comandi semplici e non consentono di eseguire istruzioni più articolate e con più operatori logici (ad esempio nell' IF - THEN manca l'ELSE o manca la possibilità di utilizzare l'operatore AND, basterebbero questi due per risolvere il problema dei deviatori).
Vedremo se le svilupperanno e miglioreranno, l'alternativa sarebbe cambiare il firmware ed operare con tasker ed home assistant ma è davvero un mondo che non conosco (ho solo visto qualcosa nei tutorial di vincenzo caputo).
Quello che più mi preoccupa invece nell'utilizzo dei canali come deviatori è l'accensione prolungata dei relè che ne deriva quando lavorano al contrario (cioè quando devono mantenere spenta la luce perché il deviatore a muro è in posizione di apertura), il mio dubbio è: possono stare accesi in maniera prolungata o è meglio tenerli spenti per evitare danneggiamenti o consumi elettrici? Appunto su questo aspetto non ho proprio idea e chiedo a voi suggerimenti.
Sul resto si vedrà, teniamoci aggiornati comunque,
Grazie e a presto..

frangio74
02-09-2018, 07:37
Ragazzi finalmente mi sono arrivati gli emylo ed ho completato diciamo tutta la parte hardware della domotica di casa, sto attendendo il sonoff rf bridge per clonare i telecomandini degli emylo e comandarli anche dalla app ewelink.
Che dire, per il momento sono soddisfatto, l'installazione è andata più o meno come programma diversamente dai sonoff 4ch per i quali ho dovuto combattere di più con i corrugati, ma era da aspettarselo perché gli emylo sono abbastanza contenuti nelle dimensioni, facili anche da configurare non si devono settare pin sulla scheda ma si fa tutto da un tastino.
Riguardo alla questione deviatore fisico che nasconde lo stato a google assistant sto provando a risolvere con la programmazione, in ogni caso basta dare il comando la seconda volta al contrario e comunque ci si può regolare anche dalla posizione del deviatore cioè se è in posizione di apertura e la luce è spenta è chiaro che il relè del sonoff è acceso e si da il comando al contrario.
Vi aggiornerò sugli sviluppi non appena mi arriva il sonoff bridge.
Saluti e a presto..

frangio74
02-09-2018, 20:30
@Lupino
@Dolan
@Thommino

Allora ragazzi, sono riuscito a risolvere il problema del comando vocale in presenza di deviatore a muro, in pratica si deve definire una variabile booleana su Stringify che si aggiorna ogni volta che cambia lo stato del canale del sonoff, a quel punto a seconda dello stato della variabile stringify (tramite IFTTT) o apre o chiude il canale.
Unico neo è che il comando non è stabile ed a volte non funziona, a mio avviso perché ci sono tre server in azione (IFTTT, Stringify ed Ewelink) e troppi richiami ridondanti tra i tre (il problema di fondo è che Stringify ed Ewelink al momento non comunicano direttamente ma solo tramite IFTTT). Spero possano migliorare col tempo, comunque il comando quando funziona in maniera fluida è davvero efficace.
Spero di esservi stato utile, se qualcuno si vuole confrontare sull'argomento o darmi dei suggerimenti sarei ben lieto,
a presto e buona serata..

ros69
04-09-2018, 17:48
Ciao a tutti mi inserisco anche io in questa , interessante discussione .
Ho cominciato , circa un mese fà , a fare esperimenti di domotica proprio con i relè Emylo .
Se i relè risultano molto versatili ( in base alla programmazione funzionano da pulsante , interruttore , deviatore ed interruttore 0/1 ) e funzionano perfettamente con il telecomando in RF , lo stesso non lo posso dire dell'accoppiamento con il Broadlink RM pro ed il suo programma proprietario E control.
Spesso risulta impossibile comandare i relè tramite questa applicazione che , altresì e spesso , si blocca .
Qualcosa in più sono riuscito a risolvere cambiando l'applicazione del Broadlink, da E control sono passato ad IHC , ma non ho risulto del tutto i miei problemi in quanto , anche se sono riuscito a far funzionare tutti i relè alcuni , per farli accendere o spendere devo tappare il relativo tasto più e più volte .
Non avendo un feedback sullo stato dell"accensione questo risulta antipatico specie se sei fuori casa e , non per ultimò non sono ancora riuscito a farli funzionare con Google Home Assistant.
Adesso ho ordinato i Sonoff e vedremo ...........

frangio74
04-09-2018, 18:00
Mi dai una brutta notizia perché io contavo molto di integrare gli emylo nel mio sistema dove di base ho 5 sonoff 4ch perfettamente integrati tra di loro. Il broadlink RM per me rappresenta un piano B in quanto sto attendendo il sonoff rf Bridge con il quale proverò ad integrarli ai sonoff nella loro app ufficiale ewelink. Vediamo, male che vada il cablaggio è fatto e la speranza è che la ITEAD sviluppi dei dispositivi ad 1 o 2 canali con funzionamento simile al 4ch, magari partendo dal basic e dual..

ros69
04-09-2018, 18:37
Il broadlink RM per me rappresenta un piano B in quanto sto attendendo il sonoff rf Bridge con il quale proverò ad integrarli ai sonoff nella loro app ufficiale ewelink.
Ciao Frangio74 , spero che il tuo piano a vada meglio del mio ovvero , che il Sonoff Bridge funzioni meglio meglio del Broadlink e che eWelink funzioni meglio di IHC

frangio74
04-09-2018, 19:34
Ciao Frangio74 , spero che il tuo piano a vada meglio del mio ovvero , che il Sonoff Bridge funzioni meglio meglio del Broadlink e che eWelink funzioni meglio di IHC

Hai provato con tasker ed autovoice? Ci sono i tutorial di Vincenzo Caputo dove mi pare che utilizzano questo sistema soprattutto per l'integrazione con google assistant..

ros69
04-09-2018, 19:58
No , non ho provato con tasker , adesso aspetto i Sonoff poi vediamo .
Ti faccio fare da apripista con il Bridge poi , se funziona compro anche quello e mi tengo il Broadlink per i comandi IF , specie il clima

frangio74
04-09-2018, 20:05
No , non ho provato con tasker , adesso aspetto i Sonoff poi vediamo .
Ti faccio fare da apripista con il Bridge poi , se funziona compro anche quello e mi tengo il Broadlink per i comandi IF , specie il clima

D'accordo, teniamoci aggiornati allora, sinceramente non mi spiego come mai la ITEAD non propone i sonoff ad 1 e 2 canali con i contatti puliti, speriamo di arrivare a soluzione

dolam
04-09-2018, 21:13
Vedo che nessuno conosce i vari problemi legati ai broadlink che sono piuttosto frequenti ed a volte presenti anche nei il sonoff rf Bridge.
Molto spesso ciò è dovuto all'utilizzo di radiocomandi "duplicatori" perchè invece i cinesissimi neri "monocanali" funzionano benissimo.
Comunque uso il sonoff bridge , usato per 12 comandi RF ed è molto, molto più affidabile del broadlink di cui posseggo però solo il mini.

Come vi sarà anche noto non uso gli emylo ma geekcreit molto più economici ed altrettanto affidabili dei sonoff , certo c'è da alimentarli a 12v ma per quello uso la corrente delle fotocellule di garage e cancello e perciò nessun alimentatore vagante, il loro consumo è inesistente.

frangio74
04-09-2018, 21:49
Vedo che nessuno conosce i vari problemi legati ai broadlink che sono piuttosto frequenti ed a volte presenti anche nei il sonoff rf Bridge.
Molto spesso ciò è dovuto all'utilizzo di radiocomandi "duplicatori" perchè invece i cinesissimi neri "monocanali" funzionano benissimo.
Comunque uso il sonoff bridge , usato per 12 comandi RF ed è molto, molto più affidabile del broadlink di cui posseggo però solo il mini.

Come vi sarà anche noto non uso gli emylo ma geekcreit molto più economici ed altrettanto affidabili dei sonoff , certo c'è da alimentarli a 12v ma per quello uso la corrente delle fotocellule di garage e cancello e perciò nessun alimentatore vagante, il loro consumo è inesistente.

Caro Dolan, mi conforta quanto scrivi sul sonoff rf bridge che attendo a questo punto con impazienza per completare l'implementazione del mio sistema, io ho i solo telecomandi neri cinesi che sia con i sonoff 4ch che con gli emylo funzionano benissimo. Purtroppo non ho potuto fare altrimenti per mancanza di spazio ma io sinceramente avrei messo solo sonoff, anzi se usciranno quelli ad 1 e 2 ch a contatti puliti mi riservo di sostituire gli emylo. Vediamo come va col bridge, vi aggiorno..

frangio74
05-09-2018, 11:55
@Dolan

Girando per il web ho trovato il seguente prodotto:

Geekcreit(R) 2 Canali AC 85V-250V APP Telecomando Interruttore Wireless WIFI di Controllo Presa di Corrente per Casa Intelligente Vendita - Banggood.com (https://www.banggood.com/it/Geekcreit-2-Channel-AC-85V-250V-APP-Remote-Control-WIFI-Wireless-Switch-Socket-For-Smart-Home-p-1114958.html?rmmds=search&cur_warehouse=CN)

Ti volevo chiedere @Dolan, dato che tu hai detto che hai usato le Geekcreit queste schede si integrano con i sonoff ed, in particolare, la app ewlink li vede? In altre parole sono controllabili dalla app ewelink (e quindi da IFTTT) o utilizzano una loro app? In quest'ultimo caso la loro app è supportata da IFTTT ?

Ti sarei grato se mi dessi una risposta, appunto questa scheda potrebbe rappresentare l'alternativa all'equivalente emylo a due canali che però è priva del wifi integrato..

dolam
05-09-2018, 12:10
frangio74, non credo si colleghino a App EWelink ma uso un SonoffBridge per comandarli, in pratica utilizzo l'app EWelink e ovviamente IFTTT e Stringify sono perfettamente compatibili ma ripeto con il Bridge di Sonoff

scusami non avevo aperto il tuo link
uso questi ma li presi a 4 €, vedo che hanno quasi raddoppiato il prezzo
Geekcreit(R) 12V 4CH Canale 433Mhz Wireless Controllo a Distanza Interrutore con 2 Trasmettitori Vendita - Banggood.com (https://www.banggood.com/it/12V-4CH-Channel-433Mhz-Wireless-Remote-Control-Switch-With-2-Transimitter-p-1012323.html?rmmds=myorder&cur_warehouse=CN)

frangio74
05-09-2018, 12:29
Quindi mi confermi che usando il bridge IFTTT li vede come fossero dei sonoff? Cioè nel menu a tendina nel servizio ewelink che IFTTT richiama con il THAT ti fa selezionare il singolo canale virtuale (tasto clonato del telecomando) come fa per i canali dei sonoff collegati?

frangio74
05-09-2018, 14:09
Io veramente ragazzi ho un altro dubbio sul bridge, e mi rivolgo a tutti, una volta clonati i telecomandini il comando che parte dalla app rimane comunque di tipo RF? Cioè è il sonoff bridge fisicamente a dare il comando in luogo dei telecomandi? In tal caso è influente la sua posizione rispetto ai relay? Potrebbe darsi che il comando non arrivi alle schede perché il segnale è troppo debole??

dolam
05-09-2018, 15:46
"ti fa selezionare il singolo canale virtuale (tasto clonato del telecomando) come fa per i canali dei sonoff collegati" : assolutamente si!

"Cioè è il sonoff bridge fisicamente a dare il comando in luogo dei telecomandi" : assolutamente si!

"In tal caso è influente la sua posizione rispetto ai relay": invece è molto influente la sua posizione ma t'assicuro è molto più potente del telecomando originale, quindi maggior portata.

frangio74
05-09-2018, 16:29
"ti fa selezionare il singolo canale virtuale (tasto clonato del telecomando) come fa per i canali dei sonoff collegati" : assolutamente si!

"Cioè è il sonoff bridge fisicamente a dare il comando in luogo dei telecomandi" : assolutamente si!

"In tal caso è influente la sua posizione rispetto ai relay": invece è molto influente la sua posizione ma t'assicuro è molto più potente del telecomando originale, quindi maggior portata.



Ho letto che si possono clonare massimo quattro telecomandi, ti risulta?

dolam
05-09-2018, 16:39
"si possono clonare massimo quattro telecomandi"
verissimo ma sono quattro telecomandi da quattro tasti
oppure 8 telecomandi da 2 tasti
oppure 16 telecomandi da 1 tasto
ovvero puoi clonare solo 16 comandi RF 433mHz

frangio74
05-09-2018, 16:42
Ok perfetto, ne ho 17! Uno mi resta fuori..
Vediamo, caso mai se funziona ne prendo un altro cosi due li posso distribuire meglio ed avere un segnale più forte..

frangio74
06-09-2018, 17:21
@Dolan

Ragazzi scusate, e mi rivolgo soprattutto a Dolan che credo abbia schede simili, vorrei utilizzare in alternativa al sonoff 4ch questo sonoff che mi sembra più contenuto nelle dimensioni ma lavora con la DC 5V:

Sonoff 433Mhz Smart Remote Control Switch wireless Modulo universale 4ch DC P4G5 | eBay (https://www.ebay.it/itm/Sonoff-433Mhz-Smart-Remote-Control-Switch-wireless-Modulo-universale-4ch-DC-P4G5/132756229183?hash=item1ee8e34c3f:g:jzwAAOSwzU1bf66 j)

Mi pare di capire che la scheda assorba 1W, vorrei capire che tipo di alimentatore/trasformatore dovrei utilizzare per collegarlo alla 230V ? Potete mettermi magari un link di quello che secondo voi potrebbe andare per questa scheda?

Lupino
06-09-2018, 21:05
Un normalissimo alimentatore da smartphone in grado di erogare almeno 300mA (praticamente tutti) va più che bene. Alimenti la scheda attraverso la porta USB.
Carina la scheda, praticamente una sonoff 4CH PRO senza lo stadio di trasformazione, sarebbe da capire come si impostano le varie modalità visto l'assenza degli switch

P.S.
Questo schema ...
67185
... scordatevelo. L'alimentazione della scheda è 5V non la tensione di rete

frangio74
06-09-2018, 21:25
Un normalissimo alimentatore da smartphone in grado di erogare almeno 300mA (praticamente tutti) va più che bene. Alimenti la scheda attraverso la porta USB.
Carina la scheda, praticamente una sonoff 4CH PRO senza lo stadio di trasformazione, sarebbe da capire come si impostano le varie modalità visto l'assenza degli switch

A me servirebbe solo per accendere luci con i canali utilizzati come deviatori per cui mi andrebbe più che bene, non capisco ai cinesi cosa gli costava alloggiare un trasformatore integrato dato che lo spazio per metterlo mi pare lo abbiano lasciato, come nell'altra scheda due canali non mettono l'antenna RF ma lasciano la predisposizione, sinceramente non capisco, credo che una scheda debba essere completa o quanto meno che diano la possibilità di scegliere magari spendendo un po' di più.
Il mio problema @lupino è lo spazio, ho le cassette ed i corrugati quasi saturi e quindi l'alimentatore dovrebbe essere il più possibile contenuto, quelli dei cellulari hanno la spina, sicuro preferirei la scheda già alimentata a 220V, in alternativa un micro switch..se hai qualche link mettimelo, mi faresti una grande cortesia..

Lupino
06-09-2018, 21:39
Spendendo un po' di più prendi una normale sonoff 4CH PRO che integra già tutto; la scheda che hai linkato va benissimo se hai intenzione di inserirla in linee a BT.
Considera che le schede di base (PCB) sono praticamente sempre le stesse ma vengono vendute in molte varianti, tutto sta trovare quella che meglio si addice agli scopi prefissati; QUESTA (https://www.ebay.it/itm/Sonoff-Smart-Remote-Control-Switch-wireless-Modulo-universale-4ch-DC-5V-12V-N7U1/132712631022?_trkparms=aid%3D222007%26algo%3DSIM.M BE%26ao%3D2%26asc%3D20170831090034%26meid%3Dbecc12 e8965e448496969967b0dd5b43%26pid%3D100005%26rk%3D1 %26rkt%3D12%26sd%3D132756229183%26itm%3D1327126310 22&_trksid=p2047675.c100005.m1851), ad esempio, è uguale alla tua ma non integra il modulo RF e ha un alimentazione compresa tra 7V e 32V, ottima quindi per essere integrata in linee 12V come quelle dei cancelli automatici, o QUESTA (https://www.ebay.it/itm/Sonoff-433Mhz-Smart-Remote-Control-Switch-wireless-Modulo-universale-4ch-DC-X2O4/132697597760?_trkparms=aid%3D444000%26algo%3DSOI.D EFAULT%26ao%3D1%26asc%3D20170221122447%26meid%3Dfd eaf012d0654e1da50eb50f0279f695%26pid%3D100752%26rk %3D5%26rkt%3D6%26sd%3D132712631022%26itm%3D1326975 97760&_trksid=p2047675.c100752.m1982), identica ma con modulo RF

frangio74
06-09-2018, 21:54
E lo so, le 4ch pro ne ho già 5 installate, lo so bene che sono complete ma un po' ingombranti, queste che hai postano sarebbero il giusto compromesso, e mi pare che alimentatori 12V si trovino con più facilità di dimensioni contenute.
Questa è sempre la mia soluzione B alternativa al bridge qualora non mi dovesse consentire di sviluppare quello che ho in mente, cosa che con i sonoff non avrei problemi a fare..

dolam
06-09-2018, 22:45
confermo che non va alimentata a 220V , come nello schema postato da Lupino che ha voluto ribadire che è sbagliato!!!!

però puoi alimentarlo anche senza micro-usb a 5V
Per il Bridge non preoccuparti ti darà molte soddisfazioni.

Kavax
14-09-2018, 13:48
Buongiorno vi seguo da un po'.Mi sono letto tutte le discussioni sui "sonoff" e sto per acquistarne uno di test.
Vorrei ,al momento, "solo" rendere le luci di casa smart tramite google assistant mantenendo anche i pulsanti a muro e lo stato in app.
Volevo chiedere a voi che li avete già implementati e sviscerati a dovere:
1) per l uso che ne devo fare vi sono altre marche da tenere in considerazione? Ho letto di emylo ma la versione wifi non so se sia possibile metterla in parallelo coi pulsanti ( come i sonoff modificandoli) .
2) vi sono altri dispositivi gia predisposti a lavorare in parallelo coi pulsanti? Io avevo trovato i powahome ma costicchiano e non trovo esperienza da chi li ha montati.

@Dolan: per modificare il sonoff 4ch ho visto che hai saldato dei morsetti invece dei fili... è possibile saldare i morsetti anche sul basic o è piu complicato?
Grazie

frangio74
14-09-2018, 14:55
Come potrai leggere dai miei post io ho preferito non modificare i sonoff per due motivi:
1) voglio mantenere l'autonomia dei tasti a muro nel senso che se si guasta il sonoff l'impianto continua a funzionare;
2) non volevo stravolgere il mio impianto al punto di cambiare i cablaggi oltre ai frutti.
Ho utilizzato gli emylo ad 1 e 2ch laddove non ho potuto installare il sonoff 4ch perché mi possono fare da deviatori (diversamente dai sonoff basic e dual che non hanno i contatti puliti in uscita), ma gli emylo hanno il grande limite di non avere il wifi, per cui, dovrò rimediare con il sonoff bridge per integrarli col resto ed anche per comandarli con google assistant.
Io per quello che devi fare sinceramente ti consiglio di mettere il più possibile sonoff 4ch, esiste poi, e lo scoperto dopo, un sonoff (non originale ma prodotto dalla geekcreit) a 2ch che lavora come il 4ch ed è perfettamente integrabile con ewelink ai sonoff solo che non ha l'antenna 433 ma si può montare, questa è una soluzione che sto considerando qualora non riuscissi ad integrare gli emylo con il bridge.

Kavax
14-09-2018, 15:02
Ma scusa per non funzionare intendi che si bruci il relè all interno?
Perche se collego i pulsanti al pulsante manuale del sonoff dovrebbe funzionare anche in caso di connessione... ma è importante la radiofrequenza?? A me non interesserebbe comandando solo le luci interne.

frangio74
14-09-2018, 15:16
Si certo la radiofrequenza è piu importante per le tapparelle che per le luci ma dato che mi trovavo ho domotizzato tutto per fare una cosa uniforme, nel caso poi degli emylo è fondamentale perché ti consente di clonare il segnale e trasformarlo in wifi, ma ti ripeto questa parte non l'ho ancora messa in pratica. Mal funzionamento intendo in generale, se ti porti fuori i pulsanti al muro finisci per centralizzare il funzionamento del tuo impianto sui sonoff e quindi, ti affidi completamente al relè del sonoff, se invece mantieni i tasti al muro come deviatori (e non come pulsanti) disaccoppi le due modalità di accensione.

dolam
14-09-2018, 15:42
Kavax la saldatura ovviamente è possibile sui piedini del pulsante mentre posizionare il morsetto è più difficile senza modificare sia il case che la basetta, ho preferito portare un cavetto all'esterno.

Kavax
14-09-2018, 16:16
Kavax la saldatura ovviamente è possibile sui piedini del pulsante mentre posizionare il morsetto è più difficile senza modificare sia il case che la basetta, ho preferito portare un cavetto all'esterno.[emoji848] mi sembrava fossi tu ad aver postato una foto con una sonoff ch4 modificata con morsetti. Pensavo l avessi fatta tu. Modificare Il case è il meno....settimana prox proverò a vedere se mi arriva

dolam
14-09-2018, 22:48
Si kavax la modifica sul CH4 l’ho fatta io, ti rispondevo sul basic dove è più complesso realizzarla

Kavax
22-09-2018, 08:57
Buongiorno,mi è arrivato il basic l ho aperto ed in effetti montarci i morsetti è dura. L ho testato e configurato e funziona egregiamente. Ora vorrei metterlo al posto del relè comandato da 3 pulsanti effettuando la modifica portando fuori i contatti del pulsantino. Vorrei aver la certezza di come collegare il tutto. Metto un immagine del mio relè.
Allora dovrei mettere il nero (fase) e blu(neutro) all ingresso del sonoff ed il cavo marrone del 4 (che va alle luci) all uscita giusto?

Invece mi lascia perplesso il 3 perche invece di esserci solo un cavo (del pulsante ) ve ne sono 3 come potete vedere, sicuro Sono i tre fili dei pulsanti. Ora questo come li collego al pulsantino del sonoff? O meglio i tre fili su che piedino del sonoff vanno collegati? E sull altro piedino cosa ci collego?
Soprattutto Se sbaglio qualche collegamento rischio di bruciare tutto?
Grazie https://uploads.tapatalk-cdn.com/20180922/a61ef56874659c55bd99ac1e88a5ec19.jpg

frangio74
22-09-2018, 09:51
Allora, i collegamenti sul sonoff sono corretti, ovvero fase e neutro in input (alimentazione) e ritorno alla lampada in uscita ovvero il 4 nel tuo relè. Mentre per i pulsanti devi considerare che come ce li hai collegati ora dovrebbero essere in parallelo sul morsetto 3 del relè e sul neutro, per cui, a mio parere e prendila col beneficio del dubbio perché non conosco i tuoi cablaggi, dovresti collegare al pulsante del sonoff il cavo che va al morsetto 3 del tuo relè ed un altro cavo nuovo che devi portare poi agli altri tre pulsanti al muro e sostituirlo al neutro (o ti porti questo al sonoff attualmente collegato alla linea N ma fai attenzione che lo devi scollegare dalla linea N, ma fai attenzione che se quel cavo va ad alimentare il relè non lo puoi scollegare, quindi, ti conviene portarti un cavo nuovo dal piedino del sonoff e sostituirlo al cavo N)

Lupino
22-09-2018, 11:18
QUI (http://www.energeticambiente.it/elettronica-elettrotecnica/14771745-sonoff-schemi-collegamenti-post119824010.html#post119824010) trovi lo schema di com'è ora il tuo impianto e di come va collegata la basic con la modifica (configurazione avanzata) comunque...
Nero "L" e blu "N" all'ingresso della sonoff rispettando le serigrafie, marrone del 4 all'uscita L della sonoff.
Ora occhio, i 3 fili sul morsetto 3 sono 3 fasi (una per pulsante) di ritorno, per poterle collegare ai morsetti del pulsante della sonoff devi necessariamente scollegare i pulsanti dalla fase in ingresso e collegarli, come dice frangio, ad un nuovo filo.
In soldoni, ora è così....
67358

e tu lo devi trasformare così....
67359

Kavax
22-09-2018, 14:03
Ok grazie. Basta togliere la fase da ogni pulsante e tirare un cavo che da ogni pulsante vada al piedino del pulsantino del sonoff; mentre posso riutilizzare i cavi che vanno da ogni pulsante al relè (n.3) collegandolo al piedino del pulsantino del sonoff.

frangio74
22-09-2018, 15:05
Ok grazie. Basta togliere la fase da ogni pulsante e tirare un cavo che da ogni pulsante vada al piedino del pulsantino del sonoff; mentre posso riutilizzare i cavi che vanno da ogni pulsante al relè (n.3) collegandolo al piedino del pulsantino del sonoff.

Esatto, solitamente e per convenzione sono collegati al N perché la L va al relè, ma hai capito che quel secondo morsetto per ciascun pulsante lo devi scollegare e passarti un nuovo cavo che colleghi al secondo piedino, mentre al primo metti quello che già hai collegato al morsetto 3, secondo lo schema di lupino

frangio74
26-09-2018, 21:09
Allora ragazzi, mi è arrivato il Sonoff RF bridge e vi dico subito la mia prima impressione.
Il dispositivo funziona perfettamente e quello che promette lo fa egregiamente, piuttosto riscontro qualche mancanza di sistema che mi auguro potranno risolvere con i prossimi aggiornamenti del firmware se mai ce ne saranno.
1) L'applicazione ewelink non mostra lo stato dei relè (se sono accesi o spenti), e questo è un problema soprattutto laddove ci sono luci comandate da più punti ho avuto la necessità di accertare lo stato del relè in programmazione per poterlo comandare con google assistant;
2) Il Sonoff RF al momento non è riconosciuto da IFTTT (tale problema ho scoperto spulciando nei forum sul sito ITEAD sarà risolto entro la fine di ottobre);
3) Ho acquistato anche i sensori PIR e di rilevamento apertura porta ma la possibilità di impostare delle scene con ewelink è limitata all'attivazione (o disattivazione) dei relè ma non è possibile inserire un timer, ad esempio se in un ripostiglio programmo una scena che aprendo la porta si accende la luce, non riesco ad inserire un timer per lo spegnimento, e così chiudendo la porta la luce resta accesa e per spegnerla devo riaprire la porta (che quindi dà un nuovo segnale al relè stavolta di chiusura). In sostanza non si riesce a distinguere l'ON e l'OFF come per i relè dei sonoff 4ch ad esempio e non se ne capisce lo stato;
4) Il sonoff RF è limitato all'accoppiamento di massimo 4 dispositivi, per cui, accoppiando i due sensori si possono accoppiare solo altri due telecomandini di al massimo 4 tasti.

Detto ciò, sicuramente se faranno l'aggiornamento che promettono entro ottobre molte problematiche saranno risolte, e non manca molto (1 mese) per cui vale la pena di aspettare!

frangio74
02-10-2018, 14:50
Allora ragazzi,
dato che il sonoff RF bridge ha solo quattro canali, ovvero massimo quattro telecomandini associabili, ero di fronte al dilemma di acquistarne un altro e comandare tutti i relè emylo ad 1 e 2 ch che ho installati con gli RF, oppure sostituire laddove possibile gli emylo con sonoff.
A tal proposito ho trovato delle schede sonoff più compatte (rispetto al 4ch 2 pro) a 4 ed a 2ch che forse non sono della ITEAD ma funzionano con ewelink, a 220V ed a 433 Mhz.
Qui di seguito vi metto i due link:

Sonoff 433Mhz Smart Remote Control Switch wireless Modulo universale 4ch DC B0J6 | eBay (http://rover.ebay.com/rover/1/724-53478-19255-0/1?ff3=4&pub=5574866635&toolid=10001&campid=5337187574&customid=&mpre=https://www.ebay.it/itm/Sonoff-433Mhz-Smart-Remote-Control-Switch-wireless-Modulo-universale-4ch-DC-B0J6/132756229043?ssPageName=STRK:MEBIDX:IT&_trksid=p2057872.m2749.l2649)

Sonoff 433Mhz Smart Wifi Switch Interruttore di controllo remoto wireless A6X5 | eBay (http://rover.ebay.com/rover/1/724-53478-19255-0/1?ff3=4&pub=5574866635&toolid=10001&campid=5337187574&customid=&mpre=https://www.ebay.it/itm/Sonoff-433Mhz-Smart-Wifi-Switch-Interruttore-di-controllo-remoto-wireless-A6X5/132786640889?ssPageName=STRK:MEBIDX:IT&_trksid=p2057872.m2749.l2649)

Ho deciso pertanto di eliminare gli emylo laddove mi servono canali direttamente visibili in ewelink (ad es. per integrare le scene con IFTTT non posso al momento utilizzare i canali clonati del RF bridge perchè non riconosciuti da IFTTT). Certo mi costa di più che mettere un secondo RF bridge e soprattutto mi avanzeranno degli emylo ma pazienza, preferisco avere un controllo diretto sullo stato dell'utenza (ON/OFF) laddove possibile, e ciò in ogni caso (anche se verrà integrato in IFTTT) per il canale clonato del RF bridge non sarà possibile.
Vi aggiorno appena mi arrivano anzi, se qualcuno di voi ha già avuto esperienza con le schede che ho linkato fatemi sapere,
ciao e grazie.

dolam
02-10-2018, 22:31
frangio74 a voce non puoi comandare eWelink dando l'ordine del pulsante da premere ma quando sono in macchina dal mio iPhone dico
"ehi siri apri eWelink" ed immediatamente a schermo compare ewelink aperto e non faccio altro che toccare il pulsante desiderato e il cancello ( con il simil emylo da 4 euro di cui ho ampiamente parlato) si apre all'istante, tempo occorrente 2" netti, se invece sono a casa dico:
"ok google telecomando cancello ON" e immediatamente si apre il cancello, quale difficoltà incontri con i tuoi emylo?

frangio74
03-10-2018, 07:23
frangio74 a voce non puoi comandare eWelink dando l'ordine del pulsante da premere ma quando sono in macchina dal mio iPhone dico
"ehi siri apri eWelink" ed immediatamente a schermo compare ewelink aperto e non faccio altro che toccare il pulsante desiderato e il cancello ( con il simil emylo da 4 euro di cui ho ampiamente parlato) si apre all'istante, tempo occorrente 2" netti, se invece sono a casa dico:
"ok google telecomando cancello ON" e immediatamente si apre il cancello, quale difficoltà incontri con i tuoi emylo?

Ciao Dolan,
nessuna difficoltà, emylo e RF bridge funzionano egregiamente, solo che il sistema tra i due combinato (che dovrebbe emulare il sonoff con Esp integrato) ha al momento dei limiti che ho descritto sopra e che qui riassumo:

1) non si integra al momento con IFTTT, quindi, ad esempio non posso programmare un timer nelle scene;
2) non è possibile conoscere lo stato del relè: d'accordo da ewelink dai il comando del cancello ma non conosci il suo stato, ad esempio quando disponi il relè in parallelo con un comando a muro facendolo funzionare da deviatore, tale problema lo hai soprattutto quando comandi luci da più punti.

Sicuramente quella di cui parlo è una finezza ma emylo+RF bridge vanno benissimo e mi sento di consigliarlo per chi non intende utilizzare IFTTT, anzi RF bridge è anche riconosciuto dal Google Home per cui ti ritrovi i canali belli e fatti nelle stanze del tuo google home e puoi direttamente comandare accensione e spegnimento senza alcuna programmazione.

dolam
03-10-2018, 12:13
Frangio74 , continuo a non comprendere quello che vuoi fare,
le scene le puoi creare, sia manuali che automatiche e saranno eseguite puntualmente da eWelink, puoi comandare da App ewelink, da APP Google Home a voce e per iscritto, da Google-home a casa , puoi controllare dall'appewelink il successo dell'operazione dai log..
Ora non ho tempo di provare con IFTTT ma non penso ci sia nessun problema d'integrazione funziona tutto alla perfezione e per chi può usare la tensione continua d'alimentazione ( io l'ho presa dalle fotocellule del garage, 12V) consiglio i comandi RF che ho postato dal costo irrisorio di 6 euro.
la spunta significa che il comando è stato eseguito

frangio74
03-10-2018, 13:05
Frangio74 , continuo a non comprendere quello che vuoi fare,
le scene le puoi creare, sia manuali che automatiche e saranno eseguite puntualmente da eWelink, puoi comandare da App ewelink, da APP Google Home a voce e per iscritto, da Google-home a casa , puoi controllare dall'appewelink il successo dell'operazione dai log..
Ora non ho tempo di provare con IFTTT ma non penso ci sia nessun problema d'integrazione funziona tutto alla perfezione e per chi può usare la tensione continua d'alimentazione ( io l'ho presa dalle fotocellule del garage, 12V) consiglio i comandi RF che ho postato dal costo irrisorio di 6 euro.
la spunta significa che il comando è stato eseguito

D'accordissimo Dolan ma il mio problema è il seguente, non risolvibile al momento con scene di ewelink:

Rilevo con un PIR collegato al RF bridge l'apertura della porta del ripostiglio, con scena di ewelink si accende la luce a sua volta collegata ad emylo e, quindi, al bridge tramite telecomandino clonato. Fin qui tutto ok e si procede come tu hai postato nei tuoi esempi, ma per spegnere la luce in automatico?? Ad esempio mettendo un timer dopo 30 sec. di accensione??
Potrei farlo con IFTTT+stringify sicuramente se IFTTT riconoscesse il bridge RF come lo riconosce Google Home ma al momento non lo riconosce!!

Altro problema, se anche lo riconoscesse non sarebbe comunque in grado di rilevarmi lo stato del relè dell'emylo (On/Off), per cui, non potrei trattarlo come i canali dei sonoff in programmazione ad esempio dichiarando delle variabili in stringify (come ho già fatto per le utenze collegate ai sonoff) che mi memorizzano lo stato del canale.

Questi sono i limiti che al momento rilevo, ma chiaro che sono connessi unicamente all'utilizzo di IFTTT+Stringify, per chi non ha queste esigenze emylo+RF bridge vanno benissimo e li consiglio pure..

cannos
09-10-2018, 11:23
ragazzi sto sostituendo tutti i relè di casa con i sonoff portando fuori i fili per i pulsanti.
Mi trovo ora con un dubbio, in una stanza ho dei faretti comandati tramite relè, alla prima pressione del pulsante si accendono i primi 4, alla secondo pressione gli ultimi 4 e alla terza tutti.
Sarebbe possibile sostituire il relè finder con un sonoff 4ch mantenendo il funzionamento e i pulsanti presenti?

Lupino
09-10-2018, 13:38
Hai un relè multi-sequenza, dal punto di vista elettrico le due sequenze (intesa come gruppo di lampade ) possono essere gestite da due canali, sarà però necessario aggiungere, a muro, un ulteriore pulsante. Dal punto di vista software immagino che la sequenzialità sia riproducibile con app come stringify o IFTTT

TheLights
10-10-2018, 09:12
Buongiorno a tutti, scusate se scrivo nuovamente, ma non sono ferratissimo sull'argomento. Sto ristrutturando casa ed ho intenzione di utilizzare i sonoff 4ch sia per le tapparelle che per le accensioni delle luci. Ho girato gli schemi che Lupino ha postato al mio elettricista ma non gli è molto chiaro come applicarlo nello specifico. Ho 4 tapparelle (quindi 2 sonoff 4 ch) e 16 accensioni (altri 4 sonoff 4 ch), il tutto verrà montato in unico quadro a cui mi sono fatto portare tutti i ritorni lampada e le tapparelle. I sonoff non gli ho ancora acquistati, ma verranno modificati e sto prevedendo doppi pulsanti interbloccati per le tapparelle e pulsanti normali per le accensioni. Vorrei aggiungere un doppio pulsante all'ingresso che mi funga da comando remoto per tutte le tapparelle. Sareste così gentili da farmi uno schema per il mio caso? Come posso realizzare il comando remoto per le 4 tapparelle? Il mio elettricista non ha molta esperienza con queste cose e vorrei evitare che alla fine della fiera non mi funzioni niente. Vi ringrazio in anticipo

Lupino
10-10-2018, 11:20
Ciao TheLights e tutti...
lo schema che ti serve, utilizzando le sonoff modificate, e questo...
67626
... ovviamente raddoppiato in quanto le tapparelle, come tu dici, sono 4.

Vorrei aggiungere un doppio pulsante all'ingresso che mi funga da comando remoto per tutte le tapparelle...
Questa parte è un po' più difficile, non basta utilizzare un semplice pulsante doppio come quelli normali per singola tapparella e unire i vari fili in quanto creeresti comunque un contatto tra loro. Le soluzioni possono essere due: o inserire tra il generale e i vari pulsanti due relè bipolari o utilizzare dei normali diodi

Lupino
10-10-2018, 11:57
.... anzi mi correggo, con i diodi non funziona, o 2 relè monostabili bipolari (per senso di movimento) o costruire un circuito ad ok con dei transistor

TheLights
10-10-2018, 13:08
Ciao Lupino,
Innanzitutto grazie come sempre per la celere risposta, nello schema vedo che hai pulsanti vanno 4 cavi, 2 tratteggiati, due linea continua che corrispondono ai 4 pulsanti del sonoff, giusto? Il cavo nero è il comune o la fase? Perdona l'ignoranza e grazie in anticipo. Per le luci è la stessa cosa?

Lupino
10-10-2018, 18:06
I cavi o, meglio, i contatti interni alla sonoff che devono essere resi disponibili esternamente tramite la modifica sono 5: il negativo (GND - nero) e i 4 PIN relativi ai 4 pulsanti interni (rosso e verde, continuo e tratteggiato)
I pulsanti, se attivati, cortocircuitano il negativo con gli altri fili.... dal punti di vista elettronico i cavi colorati corrispondono a 4 PIN del PIC presente sulla sonoff, il contatto non fa altro che dare a questi PIN un "riferimento a massa"

... il comune o la fase?...
Anche se i cavi hanno lo stesso colore sono in realtà due cose completamente diverse, il comune è, nella corrente continua il polo negativo (massa o GND = ground), la fase, nella corrente alternata è il cavo che "porta" la corrente. Facendo una forzatura puoi pensare alla fase e al neutro della corrente alternata come al, rispettivamente, polo positivo e al negativo, della corrente continua

Per le luci è la stessa cosa?
In che senso?

Salvatore_B&B
10-10-2018, 19:02
6763067631Buonasera una cortesia io devo solo collegare questo filo dello stesso colore 220V, lo inserisco uno su L input e l'altro su L Output, vero? nella scatoletta 503 non entra voglio smontare la scheda e buttarlo dentro facendo uscire solo la sonda fuori dal coperchio che dite?67632 Questo filo arriva dalla stanza caldaia quindi separato dall'impianto dell'appartamento.

Lupino
10-10-2018, 19:18
Per quanto riguarda smontare la TH16 per riuscire a farla entrare nella 503 si può anche fare, l'unico problema è che così facendo rischi di perdere la garanzia. Per quanto riguarda il filo ... in realtà i fili sono due... non saprei, a cosa sono collegati?

frangio74
10-10-2018, 19:33
Io onestamente eviterei di modificare il sonoff 4ch per portarti fuori i pulsanti, non ne vedo la necessità perché puoi collegare i saliscendi direttamente ai canali e funziona benissimo, soprattutto disaccoppi il funzionamento dei pulsanti a muro rendendoli indipendenti dal sonoff che un domani potresti anche togliere ed i saliscendi ti continuerebvero a funzionare in maniera tradizionale senza passare dal sonoff. Stessa cosa per i punti luce, sfruttando i canali Nc C No puoi mettere a muro dei deviatori/invertitori piuttosto che i pulsanti (senza fare modifiche e saldature al sonoff) ed anche in questo caso disaccoppi il funzionamento perché anche i canali del sonoff ti funzionerebbero come deviatori. Per fare i collegamenti come ti dico ci sono gli schemi che @Lupino (che ringrazio ancora) ha pubblicato all'inizio di questo 3D, e ti invito a guardarli, saranno illuminanti come lo sono stati per me.
Facci sapere che soluzione adotterai,
Buona fortuna e a presto

Salvatore_B&B
10-10-2018, 19:37
Buonasera Lupino il nome di Battesimo di mio Padre è Lupo da piccolo molti mi chiamavano Lupetto :-) .... Praticamente questo filo aziona il circolatore dalla stanza caldaia e mi arriva l'acqua nei caloriferi...se stanno uniti e acceso viceversa staccandogli...La scheda lho gia smontata :-( ...... praticamente il sonoff dovrebbe sostituire un eventuale termostato wifi che costerebbe di più...va bene un filo in L (in) e l'altro in L (out)?67633 Se tocco la sonda esternamente al coperchio della scatoletta non si dovrebbe prendere la corrente....

Lupino
10-10-2018, 20:04
Se tocco la sonda...
No, la sonda è un semplice sensore DHT (digital humidity temperature), funziona a bassa tensione (5V) per cui nessun pericolo di folgorarti.

Praticamente questo filo aziona il circolatore...
Ok, allora stacchi i due fili e colleghi il ramo che va al circolatore al morsetto L Output e il ramo con la 230V al morsetto L Input; manca però il neutro (morsetto N) ..... poi ci vorrebbe, per il lato sicurezza, anche la terra (morsetto E)

Salvatore_B&B
10-10-2018, 20:23
Ok grazie mille, faccio una prova (vado in stanza caldaia stacco la corrente e collego) ma se per caso inverto per sbaglio la 230V in Out e viceversa brucio la scheda sonoff?

Lupino
10-10-2018, 20:26
Uhmmmm.... no, non dovrebbe succedere nulla

TheLights
11-10-2018, 00:06
In che senso?[/QUOTE]

Nel senso della modifica alla sonoff, ma mi hai già risposto in maniera esaustiva!
Grazie mille!

TheLights
11-10-2018, 00:16
Ciao Frangio,
La necessità di modificare le sonoff sta nel poter verificare lo stato di on off dall'applicazione, perché mi era parso di leggere che nel caso di non modifica questa cosa non è possibile farla, nel caso di un futuro senza sonoff non è un problema perché ho previsto un quadro per la domotica (centralino 54 moduli) a cui arriva il tutto (ritorni lampada, tapparelle, etc) dato che ho scoperto i sonoff "in calcio d'angolo" grazie ad un amico che gli ha installati in casa sua, in principio la mia idea era di montare il by-me della vimar. L'impianto elettrico è già stato pensato totalmente con dei pulsanti, ad eccezione per le cose che non renderò smart per scelta. Grazie comunque per il consiglio!

TheLights
11-10-2018, 01:57
I cavi o, meglio, i contatti interni alla sonoff che devono essere resi disponibili esternamente tramite la modifica sono 5: il negativo (GND - nero) e i 4 PIN relativi ai 4 pulsanti interni (rosso e verde, continuo e tratteggiato)
I pulsanti, se attivati, cortocircuitano il negativo con gli altri fili.... dal punti di vista elettronico i cavi colorati corrispondono a 4 PIN del PIC presente sulla sonoff, il contatto non fa altro che dare a questi PIN un "riferimento a massa"

Domanda a cui antepongo sempre le mie scuse per l'ignoranza: Ma tra più sonoff, posso ponticellare il comune o vien fuori un casino? Nel caso specifico, io avrei 2 sonoff 4 ch per le tapparelle (sono 4 totali) e 3 sonoff 4 ch per le luci. Ora, considerando che farò la modifica a tutte e 5 le sonoff, posso ponticellare i GND delle varie centraline tra loro e andare in serie ai pulsanti indifferentemente tra luci e tapparelle e sopratutto senza tener conto della provenienza della sonoff o devo ponticellare il comune in base alla centralina e ai pulsanti che attivano quella centralina? (tipo centralina 1 fa 2 tapparelle collegate a 4 pulsanti doppi, centralina 2 fa 2 tapparelle collegati a 2 pulsanti doppi, centralina 3 fa 4 accensioni di luci ognuna collegata a 4 pulsanti... etc etc devo portare il comune in base alla centralina o posso fare un comune unico e farlo girare come meglio credo tra i pulsanti?)

frangio74
11-10-2018, 08:05
Ciao Frangio,
La necessità di modificare le sonoff sta nel poter verificare lo stato di on off dall'applicazione, perché mi era parso di leggere che nel caso di non modifica questa cosa non è possibile farla, nel caso di un futuro senza sonoff non è un problema perché ho previsto un quadro per la domotica (centralino 54 moduli) a cui arriva il tutto (ritorni lampada, tapparelle, etc) dato che ho scoperto i sonoff "in calcio d'angolo" grazie ad un amico che gli ha installati in casa sua, in principio la mia idea era di montare il by-me della vimar. L'impianto elettrico è già stato pensato totalmente con dei pulsanti, ad eccezione per le cose che non renderò smart per scelta. Grazie comunque per il consiglio!

Il sistema byme lo conosco ed ero anch'io dell'idea di installarlo (non conoscevo ancora i sonoff), poi per problemi di budget ho deciso di fare un impianto tradizionale ed infatti ho i frutti della vimar.
Se la tua perplessità è il non conoscere lo stato dell'utenza (che ti serve al più per le luci) è facilmente risolvibile con la programmazione sfruttando IFTTT+stringify con i quali puoi creare delle variabili che memorizzano lo stato.
Ti invito a riflettere su questi aspetti se davvero vale la pena procedere in un modo piuttosto che nell'altro.
Ciao e a presto

Lupino
11-10-2018, 10:33
Domanda a cui antepongo sempre le mie scuse per l'ignoranza...
Se non ignorassi non saresti qui a domandare e noi a rispondere, non ci sarebbe dialogo e E.A. potrebbe tranquillamente chiudere; per cui ben vengano le tue domande nella speranza di potervi sempre rispondere.
Per rispondere al tuo dubbio.... in linea teorica basterebbe un solo negativo visto che, elettricamente parlando, sono comunque tutte collegate tra loro; al lato pratico, personalmente, eviterei questa semplificazione in quanto un eventuale danno di una scheda (sovraccarico o corto-circuito) potrebbe propagarsi su tutte le altre.
Un esempio, un utente del forum ha scoperto a sue spese che nelle sonoff, nel caso di alimentazione in CC (jack) non è stato prevista una protezione (semplice diodo) contro un eventuale inversione di polarità... nel suo caso ha bruciato una sola scheda, nel tuo le avresti bruciate tutte.
Per quanto riguarda l'indicazione di frangio su evitare la modifica vorrei spendere due parole... se, come ti è stato indicato, cerchi tra i primi post di questo thread vedrai che è possibile inserire le sonoff in quasi tutte le situazioni senza esporre esternamente i pulsanti questo però, se da un lato semplifica di molto le cose, dall'altro impone delle limitazioni, sia per il riscontro in app, sia per l'impossibilità, a volte, di integrarsi nelle "normali" linee casalinghe.... provate ad inserire una basic non modificata a controllare un normale centro-volta con interruttore a muro e capite subito cosa intendo.

...un domani potresti anche togliere ed i saliscendi ti continuerebvero a funzionare ...
Con sonoff modificate devo per forza di cose utilizzare, a muro, dei pulsanti, semplici o doppi interbloccati. Se un domani decido di eliminare le sonoff mi basterà, nel caso delle tapparelle, collegare i pulsanti direttamente ai motori, nel caso delle luci, utilizzare un relè bistabile

TheLights
13-10-2018, 13:48
Salve a tutti, ennesimo dubbio. Sonoff 4 canali con modifica ai pulsanti per accendere le luci di casa. Pulsanti a muro assiali vimar retroilluminati. Dato che io al pulsante porto un canale della sonoff e il comune, come alimento il led della retroilluminazione? Devo per forza tirarmi una fase ed un neutro dietro i pulsanti, oltre al cavo del canale e del comune?
Grazie in anticipo

Lupino
13-10-2018, 15:39
Assolutamente si. Occhio a evitare nel modo più assoluto qualsiasi contatto tra linea pulsanti e linea spia, la distruzione della relativa scheda sarebbe pressoché immediata

frangio74
14-10-2018, 08:57
Per il pulsante ti devi portare i due cavi che hai collegato ai piedini con la modifica (se intendi quelli per comune e canale va bene ma non propriamente chiamali così perché comune ovvero fase e canale ovvero ritorno alla lampada sono quelli che colleghi nel centralino al canale del sonoff in C e NO).
Per alimentare la retroilluminazione ti devi portare anche la 220V, quindi i due cavi L e N, a meno che non verifichi che si possono alimentare in bassa tensione ti crei un circuito dal centralino ma devi portare sempre due ulteriori cavi al pulsante.
Mi viene però il dubbio che se la retroilluminazione è in bassa tensione potresti alimentarli direttamente con il sonoff (e quindi con i due primi cavi) magari utilizzando un trasformatore di tensione se necessario (il sonoff mi pare lavora a 5V e per la retroilluminazione ti serve la 12 V ad esempio).

Lupino
14-10-2018, 14:17
Uhmmm..... facciamo un po' di chiarezza nella terminologia:
Se la corrente è quella alternata (AC) 230V della linea di casa si parlerà di:
- Fase, il filo che conduce la corrente; generalmente di colore nero ma può essere anche marrone o grigio (nei vecchisssssimi impianti l'ho trovato anche rosso ma spero non sia il vostro caso e non per il colore)
- Neutro, tecnicamente corrisponde alla terra (punto stella) della cabina di trasformazione HT/BT, comunemente si può definire il ritorno dall'utenza, praticamente sempre di colore blu
Se la corrente è continua si parlerà di:
- Positivo: convenzionalmente il polo che conduce corrente, di colore rosso
- Negativo o comune o massa o GND (ground): di colore nero

P.S.
Le spie di retroilluminazione dei pulsanti/interruttori casalinghi sono praticamente sempre a 230V

Mi viene però il dubbio che se la retroilluminazione è in bassa tensione potresti alimentarli direttamente con il sonoff (e quindi con i due primi cavi)
Ri-assolutamente no, i cavi che arrivano ai vari pulsanti sono una massa e 4 PIN del PIC interno, utilizzarli come conduttori di corrente, oltre a non funzionare, potrebbe arrecare danni alla stessa scheda

frangio74
14-10-2018, 14:21
Ok perfetto Lupino, ora è chiarissimo

carest
14-10-2018, 22:39
Una possibilità è sostituire i pisellini 220v al neon con luci a led (si trovano di tutte le dimensioni e colore); io l'ho fatto per portare un filo in bassa tensione invece che a 220, perché nelle canaline avevo poco spazio: mi sono collegato in parallelo al led del sonoff, saldando i fili direttamente sulla scheda. Ovviamente bisogna collegare led almeno dello stesso colore, in modo che abbiano la stessa tensione di giunzione (LED - Wikipedia (https://it.wikipedia.org/wiki/LED)). Se colleghi in parallelo un led rosso e uno verde, il secondo non si accenderà quasi, mentre tra il verde e un bianco farà fatica il bianco e così via.

Lupino
14-10-2018, 23:17
Sicuramente così funziona anche se bisognerebbe ragionare sull'amperaggio massimo relativo al PIN a cui sono collegati i LED in questione, un alternativa migliore, proprio in considerazione di eventuali limiti di assorbimento sarebbe collegarsi alle bobine dei relè.
In tal senso si avrebbe sia il positivo (se non ricordo male 5V) che la massa e l'assorbimento massimo, visto che il pilotaggio non avviene direttamente ma attraverso un transistor, potrebbe essere maggiore

Squillr
18-10-2018, 21:20
Ciao a tutti
Nuovo del forum e abbastanza a digiuno di elettricità.
Ho acquistato un sonoff basic per curiosità. Attaccato ad una lampada da tavolo funziona perfettamente
Posso comandare il climatizzatore, che ha la memoria in caso di interruzione di corrente, e così accendendolo prima e poi togliendogli tensione spengendo il sonoff potrei comandare a distanza la riaccensione? Serve un relè per disaccoppiare clima e sonoff oppure posso attaccarlo direttamente?
Grazie
Stupendo lavoro state facendo

Ruggero

Lupino
18-10-2018, 22:25
Mi sembra un modo un po' "grezzo" per controllare un climatizzatore, ma non ha la possibilità di essere controllato tramite un normale contatto/controllo esterno? Foss'anche attraverso un semplice telecomando?
Per il resto ....

Serve un relè per disaccoppiare clima e sonoff ....
... non saprei, il relè della sonoff "regge" al massimo (se non ricordo male) 10A, vista la tipologia di componentistica io, per star sicuro, non eccederei i 7/8, ovvero c.ca 1.5/1.8kW... quanto assorbe il tuo clima?

Squillr
19-10-2018, 07:57
Ciao
si il clima ha il telecomando e anche la programmazione
quello che vorrei è accenderlo da remoto un ora prima del rientro a casa. Viaggio spesso e la programmazione è solo giornaliera non settimanale.
L’assorbimento dovrebbe state nei parametri de sonoff (è un clima A++) ma non mi fido di quella scatoletta

dolam
19-10-2018, 08:31
“ma non mi fido di quella scatoletta ������”
e sbagli, molto!
quella scatoletta è un capolavoro di efficienza ne ho una trentina sparsi su due case e sono spettacolari per duttilità e servizi
il tuo servizio sul condizionatore ce l’ho da due anni e ne il sonoff ne il condizionatore danno problemi

Squillr
19-10-2018, 08:52
Bene meglio cosi!
Allora provo ad attaccarla direttamente al clima. Preferivo fosse scollegato sui due poli anziché solo fase ma ok.
Pensavo di spogliare il sonoff per inserirlo direttamente nello split, se no intercettare il cavo in una scatola di derivazione e infilarlo li.

Lupino
19-10-2018, 09:05
L’assorbimento dovrebbe state nei parametri de sonoff (è un clima A++)...
Che sarebbe??
Per quanto riguarda il resto eviterei la soluzione "violenta" che ipotizzi tu, spegnere e accendere un apparecchio elettronico togliendo tensione, soprattutto se questo è in lavorazione, non è mai sano sia dal lato hardware che, e forse soprattutto, da quello software.
A mio parere la soluzione più conveniente, ovviamente se è fattibile, è acquistare un secondo telecomando (non so se funzionino ma ne ho visti a pochi euro in vari China-store) e in diy collegare la sonoff al pulsante On/Off dello stesso telecomando. Ovviamente toccherà o modificare la scheda o inserire un relè monostabile in modo tale da avere un contatto pulito.
Se poi vuoi migliorare le possibilità di controllo in remoto allora puoi puntare all'acquisto, in luogo della basic, di una sonoff TH10, in tal modo oltre al semplice on/off avresti anche il controllo su umidità e temperatura.

Squillr
19-10-2018, 09:57
Che sarebbe??

nominale 1060W (min440-max1450)



Per quanto riguarda il resto eviterei la soluzione "violenta" che ipotizzi tu, spegnere e accendere un apparecchio elettronico togliendo tensione, soprattutto se questo è in lavorazione, non è mai sano sia dal lato hardware che, e forse soprattutto, da quello software

si è anche il mio dubbio. il clima prevede il restart alla condizione pre-assenza di tensione ma forse abusandone potrei danneggiare qualcosa.


A mio parere la soluzione più conveniente, ovviamente se è fattibile, è acquistare un secondo telecomando (non so se funzionino ma ne ho visti a pochi euro in vari China-store) e in diy collegare la sonoff al pulsante On/Off dello stesso telecomando. Ovviamente toccherà o modificare la scheda o inserire un relè monostabile in modo tale da avere un contatto pulito.

idea intrigante, forse un pò complicata (e da aggiungere il costo di un nuovo telecomando)


Se poi vuoi migliorare le possibilità di controllo in remoto allora puoi puntare all'acquisto, in luogo della basic, di una sonoff TH10, in tal modo oltre al semplice on/off avresti anche il controllo su umidità e temperatura.

si, ma a me basta rinfrescare o riscaldare un po la casa un'oretta prima del rientro.

Lupino
19-10-2018, 10:10
...forse un pò complicata ...
Dipende da quali sono le tue capacità in diy, essenzialmente si tratta di smontare il telecomando ed esporre all'esterno i contatti del tasto on/off.... praticamente un paio di saldature

Squillr
19-10-2018, 10:15
quello di portare fuori il collegamento on/off non è un problema
pensavo piu' all'accrocchio sonoff/relè/telecomando collegati con i due fili, e dove metterli.


Avessi la certezza di non fare danni al clima andrei piatto con il collegamento diretto e costante alla sonoff.

Lupino
19-10-2018, 10:32
Un altra soluzione potrebbe essere questa (https://lamiacasaelettrica.com/broadlink-rm-pro-manuale-italiano/), praticamente un sonoff bridge con, in più, la gestione dei telecomandi I.R.

dolam
19-10-2018, 10:59
il condizionatore non parte mai ai valori nominali "nominale 1060W (min440-max1450)" prima controlla la scheda e poi avvia il condizionatore quindi il carico sul contatto del relè del sonoff all'avvio è praticamente pari a zero, forse nel caso di spegnimento potresti a volte trovare l'assorbimento massimo che comunque è intorno ai 6/7A che dovrebbe sostenere egregiamente.

Per l'accensione "violenta" non che non abbia dubbi che qualche danno potrebbe portarlo ma la mia lavatrice e i miei due condizionatori al momento ( 5 anni la prima e 4 anni i secondi) non sembrano subire danni da questa procedura che uso dal tempo descritto.
Addirittura avevo una Twizy elettrica che caricavo con lo stesso sistema domotico ,
ovvero se c'era produzione solare si attivava la presa di corrente dov'era collegata , se non c'era sovrapproduzione l'auto non si caricava ( davo il comando ON manualmente solo se avevo necessità di carica urgente).

Sarebbe meglio non farlo? certamente si !
ma la mia riflessione è stata più volte: ma il telecomando che fa?
la mia risposta: accende il condizionatore tramite il suo relè interno , cambia molto ? non saprei, il tempo mi dirà se avete ragione, per ora sia la lavatrice, che l'asciugatrice, che la lavastoviglie, che i due condizionatori Vaillant, che la Twizy renault , hanno risposto positivamente alle mie sollecitazioni e la lavatrice v'assicuro che subisce questo trattamento almeno una volta al giorno quindi da almeno 1800gg , la facciamo partire con il suo tasto ON e tramite un interruttore , manuale per urgenza e automatico, connesso al fotovoltaico, viene accesa e spenta tramite comandi remoti automatici legati a produzione fotovoltaico, supero il 50% nell'autoconsumo.

jp.gp75
20-10-2018, 06:38
Ciao, io uso un broadlink pro. Basta attaccarlo al tuo wifi e ti comandi qualsiasi cosa da remoto anche stando in Australia. Ha un paio di apps che puoi utilizzare a tuo migliore gusto . Anche io lo uso x I clima (d’estate), per le luci in giardino, per quando non siamo in casa (ogni tanto accende e spegne temporaneamente qualche lampada), per l’irrigazione, X la tv,per il cancello automatico (in accoppiata con il sonoff bridge ). Basta che hai un telecomando e lo clona, per poi permetterti di usare L’app al suo posto.un saluto


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

jp.gp75
20-10-2018, 06:40
Ovvio...come istantanea alternativa al sonoff...limitato, per quel che descritto sopra.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

dolam
20-10-2018, 08:07
jp.gp75 , uso anch'io il broadlink e il sonoff-bridge, eccellenti entrambi peccato che non clonano tutto e non tutti i condizionatori lo ricevono, il sonoff basic o il ch4 sono l'alternativa a questi casi.

America
20-10-2018, 12:15
Sono nuovo di questo mondo e sto leggendo le vostre esperienze e lavori che fate con questi aggeggi.
Non capisco però come funzioni il discorso con il sonoff bridge per esempio con il condizionatore.
Io gli configuro il telecomando per esempioe poi da app accendo/spengo. Non capisco però come faccia a funzionare il condizionatore se il sonoff si trova in un altra stanza....

Inviato dal mio Redmi 4X utilizzando Tapatalk

dolam
20-10-2018, 12:45
il sonoff bridge funziona ad onde radio ( rarissimo per i condizionatori)
il broadlink funziona anche ad infrarossi ma ha emettitori a 360° molto potenti, devi vedere se da dove lo posizioni può raggiungere il condizionatore.

Rebelraz
22-10-2018, 08:33
Giustamente, anche per far comprendere meglio TheLights di cosa si sta parlando....

66712

Buongiorno a tutti, sono nuovo nel forum e digiuno di conoscenza nel campo ma volenteroso di imparare tanto che ho preso il sonoff 4ch pro r2 per le mie tapparelle.
Dunque ho un motore preso un anno fa con radio comando che si trova qui:
·Istruzioni di Montaggio (https://www.letapparelle.com/istruzioni/)
·Istruzioni Montaggio Motori per Tapparelle
·Motore per tapparelle 20/30/50Nm con telecomando (Radiocomandato)

Non riesco a impartire i comandi dal sonoff, solo dal telecomando che comunica con il ricevitore integrato nel motore. Facendo il collegamento elettrico manca sempre la fase, del motore, che mai in nessuno schema di esempio nel forum è inclusa. È presente solo il neutro, cosa mi sfugge?
Aggiungo i complimenti al forum, i progetti realizzati qui sono illuminati e il limite sembra la fantasia. Bravi bravi!

Lupino
22-10-2018, 10:38
Sinceramente e... imho... posso dire che le istruzioni di montaggio fanno "cacare"?
La funzione/installazione del pulsante a muro è molto confusionaria, mi sembra di capire che la sua funzione dovrebbe switchare tra su - stop - giù a seconda del numero di pressioni che effettuo... o sbaglio?

Rebelraz
22-10-2018, 11:49
Si, è confusionario. Dal suo telecomando funziona come hai giustamente intuito. Ora fisicamente ho (per poterlo "attaccare" al sonoff) 3 fili come per tutti i comuni elettrodomestici neutro, fase, terra + 2 bianco, nero (un' etichetta dice che non vanno alimentate a corrente) per le direzioni suppongo. Seguendo lo schema ormai collaudato da tanti mi rimane fuori la fase (filo marrone) e non si accende nemmeno il motore senza. Ho provato ad aggiungere nel morsetto di alimentazione per il sonoff anche lui e quindi si accende però le uscite dello stesso si attivano correttamente eppure non c'è movimento.. ;(

Lupino
22-10-2018, 12:10
Allora.. il montaggio dovrebbe essere il seguente: Marrone - fase 230V, Blu - neutro 230V, giallo/verde - terra, nero e bianco al pulsante (singolo) a muro. Prova se funziona per la parte sonoff poi vediamo, avendo un solo collegamento per su/giù/stop bisogna ragionarci un attimo sopra.

P.S.
Potrebbe essere un attenzione inutile ma cerca di non scambiare tra loro fase e neutro (basta un cerca-fase per testare i fili), su certi apparecchi è necessario che sia rispettato il giusto verso

Rebelraz
22-10-2018, 12:45
Ok, recupero un pulsante e provo. Per quanto riguarda i fili, con il fai da te ho passato il cavo dentro il cassetto tapparella e dall'altro lato ho messo una comune spina a 2 poli che poi semplicemente viene inserita nella presa di casa... intanto ti ringrazio molto, a presto con ulteriori sviluppi

Squillr
25-10-2018, 07:08
Per quanto riguarda il clima ho optato per il Broadlink RM Mini3, nella speranza che riesca a clonare il telecomando per lo meno solo il tasto di accensione. Se trovo la posizione giusta ci attacchero' anche la TV.
Cosi evito quella brusca interruzione di corrente che avrei avuto nell'uso del sonoff come comando di accensione e spegnimento sfruttando la funzione di restart, che magari è solo di emergenza e se ne abuso avrei fatto danni.
Il broadlink arriva oggi da Amazon. In serata vedo se funziona tutto.
I due sonoff li userò solo per luci e piano cottura a induzione (accendere la piastra piccola comodamente dal letto in piena notte per scaldare il biberon alla bimba appena piagnucola ������)

nos317
25-10-2018, 11:24
Buongiorno a tutti, dopo esser stato bloccato con la mente per 1 mese ho scoperto che i sonoff possono andare in parallelo all'impianto esistente di casa senza stravolgere quasi nulla. Ho letto tutta la discussione dall'inizio e devo dire che state facendo tutti un lavoro egregio.
Vi spiego brevemente cosa vorrei fare: rendere tutte le luci di casa e aperture elettriche "smart", il tutto vorrei che fosse gestito da home assistant su un Rasy 3+ model B che ho già bello pronto che scalpita. Lasciando stare la parte software che non compete a questo 3d: cosa potrei usare come hardware? Non ho problemi con le modifiche DiY, ho sempre saldatore e stagno che anch'essi scalpitano.
La soluzione più semplice mi sembra quella dei sonoff che siano basic o 4CH con remotizzazione dei pulsanti manuali per conoscere lo stato e bla bla bla. E' anche la più economica? Sto giocando un po' nel frattempo con degli ESP-01 (ESP-8266 + relè monocanale) che teoricamente portano il firmware tasmota, proverò e vi aggiornerò. il loro vantaggio è di costare 2,5€ anzichè 5 come i sonoff basic (prezzi aliexp).

dolam
25-10-2018, 11:37
"che teoricamente portano il firmware tasmota, proverò e vi aggiornerò. il loro vantaggio è di costare 2,5€ anzichè 5 come i sonoff basic (prezzi aliexp)."
vero però non hanno alimentazione a 220V, e quindi devi aggiungerne una. Su Bangood i sonoff basic a 4 euro attualmente e forse l'11/11 a molto meno ( l'anno scorso li presi a 2,67€) , decisamente userei i basic che hanno un solo difetto il relè monocanale se fosse a due posizioni sarebbe perfetto.
Ma il CH4 pro ha proprio tutto. Per te poi che sei ingrado di "tasmotare" tutto diventa una passeggiata.
Itead sta rivoluzionando la domotica nel mondo consentendo a chiunque di averla a costi molto, molto bassi, spero che i loro server reggano a questo gran traffico da noi generato. ( per questo papàAMAZON li fa transitare sui suoi, raccoglie miliardi di informazioni utili al marketing ogni istante)

nos317
25-10-2018, 11:49
Accetto anche consigli sull'utilizzo del sistema hass.io... che reputo il più affidabile in quanto mi baso su un server mio (raspy) e posso gestire tutto come meglio credo (ci arriverò per gradi perchè il tempo è poco). Perciò la soluzione sonoff (o altro) tasmotato che spara con MQTT su raspy con hass.io mi pare la più semplice. Specialmente per la semplicità software, nonostante siano ormai 2/3 anni che giochicchio con arduino il basso livello proprio non mi va giù, sono uno spellafili con conoscenze informatiche, non diventerò un programmatore... Tutto infatti si basa sul fare 0 o se possibile meno di 0 a basso livello (copiare e incollare il codice di tasmota sull'ide e mettere SSID e pw devono essere le uniche operazioni :D ).
Sono andato un pò' OT...

dolam
25-10-2018, 11:56
"Tutto infatti si basa sul fare 0 o se possibile meno di 0 a basso livello (copiare e incollare il codice di tasmota sull'ide e mettere SSID e pw devono essere le uniche operazioni :D ) Sono andato un pò' OT…" in rete trovi quanto ti serve se sai smanettare,
io no e uso rigorosamente eWelink e IFTT e Stringify, tutti fantastici e consentono anche ad analfabeti informatici di creare un mondo di efficienza dentro casa , forse anche più di ciò che occorre.

Lupino
25-10-2018, 19:03
nos, la cosa è sicuramente interessante, visto l'argomento credo però che necessiti di un 3D tutto suo. Posso consigliarti di aprirlo e magari darne comunicazione anche qui? In tal senso, oltretutto, diventerebbe un progetto a tutti gli effetti e sarebbe possibile integrare nella discussione anche la parte software

P.S.

...con arduino il basso livello proprio non mi va giù...
Uhmmm .... ti do un "imboccata" che ti farà ricredere, ovviamente non è a "impegno 0" ma può dare grosse soddisfazioni: arduino + esp8266 (o direttamente il Node-MCU) + firebase + thunkable

myabc
29-10-2018, 09:03
ciao a tutti. vorrei farvi 2 domande da profano, so montare un lampadario ma solo perchè tolgo i fili dal vecchio e con la foto precedentemente fatta li ricollego allo stesso modo... questo per dirvi la mia competenza. stessa cosa quando ho cambiato interruttore in casa. veniamo al dunque:
1. sonoff interruttore touch americano (per scatola italiana). ha sul retro 3 collegamenti: neutro, l1 ed l2. io ho 3 fili nell'interruttore vecchio: marrone, blu e giallo/verde..... come li potrei collegare?
2. sonoff basic: avevo pensato di attaccarlo nei fili che fuoriescono dal tetto, a monte del lampadario. questo ha 2 fori soltanto: i miei 3 fili come sopra detto, come li collego?

nel caso del sonoff basic, ovviamente da usare in altra camera rispetto a quella dove metto l'interruttore, potreste dirmi se un collegamento come vorrei fare io è scomodo e forse fuori luogo?

la mia esigenza è quella di comandare dall'esterno l'on/off ma anche di non perdere i pulsanti...

grazie mille

Lupino
29-10-2018, 10:47
1.

... ho 3 fili nell'interruttore vecchio: marrone, blu e giallo/verde ...
da questo dato è impossibile risalire a come sia collegato l'interruttore... teoricamente manca un filo ... fai una foto della scatola aperta senza staccare i fili dal vecchio interruttore
2.
Non puoi collegare la basic così, al massimo si può pensare ad un collegamento in parallelo (con tutte le sue limitazioni) ma comunque non può essere fatto con i fili che escono dal soffitto

P.S. (tiratina d'orecchie)

... so montare un lampadario ma solo perchè tolgo i fili dal vecchio e con la foto precedentemente fatta li ricollego allo stesso modo...
l'indicazione sul come montare le sonoff posso anche dartela ma ti rendi conto che stai trafficando con apparecchiature potenzialmente mortali con conoscenze pari a zero e senza alcuna attrezzatura minima (cercafase)?
Su alcuni forum di carattere prettamente elettronico o elettrotecnico che "bazzico", dare indicazioni riguardanti la 230v è vietato, cerchiamo di fare in modo che non capiti anche qui... se non conoscete lasciate perdere o affidatevi ai professionisti del settore

myabc
29-10-2018, 13:47
1.

da questo dato è impossibile risalire a come sia collegato l'interruttore... teoricamente manca un filo ... fai una foto della scatola aperta senza staccare i fili dal vecchio interruttore





grazie della disponibilità... ho sbagliato, come avrai sicuramente intuito da subito. i cavi come ti avevo indicato erano in una presa e non nell'interruttore... dunque l'interruttore è fatto così.....

20181029-131638 — imgbb.com (https://ibb.co/et4DAq)

mentre come già saprai il sonoff è così.....

20181029-122057 — imgbb.com (https://ibb.co/eYGFOA)

sicuramente manca il neutro se non anche altro. allora ti chiedo da dove potrei iniziare a mettere un neutro e come collegare tutti i fili. grazie mille

Lupino
29-10-2018, 14:04
...dunque l'interruttore è fatto così..
... quello non è un interruttore ma un deviatore, il lampadario è comandato anche da (almeno) un'altro punto luce, vero?
La sonoff (quella che hai tu) non può sostituire un deviatore, mi dispiace

andrea84111
29-10-2018, 15:42
Ciao a tutti,

ho letto con attenzione tutto il thread, ma ho un dubbio:

per passare dalla configurazione:

2 Pulsanti -->Rele' passo passo'-->Luce

a

2 Pulsanti-->Sonoff basic con mod hardware-->Luce

Devo necessariamente ricablare tutto? Oppure posso sfruttare i 4 fili che arrivano al rele'?

Grazie

nos317
29-10-2018, 17:01
Ciao a tutti,

ho letto con attenzione tutto il thread, ma ho un dubbio:

per passare dalla configurazione:

2 Pulsanti -->Rele' passo passo'-->Luce

a

2 Pulsanti-->Sonoff basic con mod hardware-->Luce

Devo necessariamente ricablare tutto? Oppure posso sfruttare i 4 fili che arrivano al rele'?

Grazie

Il sonoff vuole un contatto pulito tra i pin del pulsante manuale, perciò se per esempio hai 3 pulsanti, indichiamo come n°1 quello a cui arriva la fase, e n°3 quello a cui parte la fase e va al relè passo passo esistente, devi semplicemente passare 2 nuovi cavi dal primo pulsante al relè. Poi togli il relè e segui lo schema che trovi a inizio topic. Il senso è: i pulsanti sono tutti in parallelo tra loro, compreso quello del sonoff, SENZA TENSIONE, fase e neutro entrano nel sonoff e vanno alla lampada, niente altro.
Perciò si tratta solo di passare 2 cavi nella peggiore delle ipotesi... Ah.. Il secondo cavo ovviamente è per portarti la fase che prima avevi nel primo pulsante, al relè (sonoff).

Lupino
29-10-2018, 17:02
E come si fa a dirlo? Bisognerebbe avere poteri paranormali per sapere, senza vederlo, com'è fatto il tuo impianto. Diciamo che in linea teorica il ricablaggio potrebbe essere rappresentato dal tirare un filo aggiuntivo


....Il sonoff vuole un contatto pulito tra i pin del pulsante manuale, perciò se per esempio hai 3 pulsanti, indichiamo come n°1 quello a cui arriva la fase, e n°3 quello a cui parte la fase e va al relè..
assolutamente no, stiamo parlando di una linea pulsanti / relè, quella che tu descrivi è la linea deviatori/invertitori

nos317
29-10-2018, 17:18
assolutamente no, stiamo parlando di una linea pulsanti / relè, quella che tu descrivi è la linea deviatori/invertitori

Questa non l'ho capita... io devo semplicemente mettere in parallelo al pulsante del sonoff altri N pulsanti, ma privi di tensione, altrimenti ciaone al sonoff se butto la 230 sul pulsantino. Stiamo parlando del sonoff basic giusto?

Hybrego/
29-10-2018, 17:53
Ciao a tutti.
Ho letto con interesse i post con gli schemi presenti in prima pagina, ma li ho letti, non compresi, perchè i miei rudimenti di elettronica sono vicini allo zero assoluto.

Ho capito che a casa ho:
in sala: 6 pulsanti per due punti luce (3 per punto luce),
in camera: un deviatore (credo). tramite due "interruttori" controllo un lampadario

Ora, per l'installazione mi rivolgerò ad un elettricista, ma mi serve un consiglio per gli acquisti.

1) Il modello che mi consigliate è il 4CH Pro?
2) Quanti ne devo acquistare? 3?
3) Il 4CH Pro andrà a sostituire una scatoletta 506 in cui non avrò più i pulsanti?
4) Il relè attualemente in funzione non andrà sostituito?


Grazie a chiunque avrà la pazienza di rispondermi.

edit
Lo chiedo perchè il mio elettricista (di cui ho piena fiducia) non conosce sonoff quindi gli mostrerei il prodotto che mi consigliate con le specifiche. Grazie

Lupino
29-10-2018, 18:06
...altrimenti ciaone al sonoff se butto la 230 sul pulsantino...
Ti sembra abbia detto una cosa del genere?
Allora, andiamo per punti, così capisci dove e perché il tuo intervento è sbagliato.

- Un impianto elettrico fatto a regola d'arte, pulito e sicuro, implica, in una serie pulsanti/relè, che ai pulsanti non venga data la fase ma il neutro ... ben inteso questa è una regola pratica, alle volte (per vari motivi) disattesa ma comunque...
- Che sia la fase o il neutro non è entrante nel primo pulsante ed uscente dal ultimo, ogni pulsante ha il proprio neutro (o fase) in ingresso ed il proprio conduttore tra esso ed il relè PP, questo proprio perché...


... i pulsanti sono tutti in parallelo tra loro ....

Ora, a prescindere da che polo sia stato dato ai pulsanti, all'interno della scatola di derivazione in cui è posto il relè, ai morsetti di quest'ultimo, troviamo:
- nel caso di relè con 3 fili: un polo derivato direttamente dalla linea, un polo di ritorno dai pulsanti, un polo diretto all'utenza
- nel caso di relè con 4 fili: due poli derivati dalla linea (non necessariamente fase e neutro), un polo di ritorno dai pulsanti, un polo diretto all'utenza
Per cui facendo affidamento di trovare nella suddetta scatola di derivazione la fase ed il neutro, l'unico filo che andrà aggiunto sarà quello sostitutivo del polo entrante nei pulsanti. Se poi per cu.. questo provenisse proprio dalla medesima scatola non vi sarà bisogno di aggiungere alcun filo.
Mi ripeto...

E come si fa a dirlo? Bisognerebbe avere poteri paranormali per sapere, senza vederlo, com'è fatto il tuo impianto...

nos317
29-10-2018, 18:08
Ciao a tutti.
Ho letto con interesse i post con gli schemi presenti in prima pagina, ma li ho letti, non compresi, perchè i miei rudimenti di elettronica sono vicini allo zero assoluto.

Ho capito che a casa ho:
in sala: 6 pulsanti per due punti luce (3 per punto luce),
in camera: un deviatore (credo). tramite due "interruttori" controllo un lampadario

Ora, per l'installazione mi rivolgerò ad un elettricista, ma mi serve un consiglio per gli acquisti.

1) Il modello che mi consigliate è il 4CH Pro?
2) Quanti ne devo acquistare? 3?
3) Il 4CH Pro andrà a sostituire una scatoletta 506 in cui non avrò più i pulsanti?
4) Il relè attualemente in funzione non andrà sostituito?


Grazie a chiunque avrà la pazienza di rispondermi.

edit
Lo chiedo perchè il mio elettricista (di cui ho piena fiducia) non conosce sonoff quindi gli mostrerei il prodotto che mi consigliate con le specifiche. Grazie

Rispondo ma aspetta che l'autore del topic ti confermi tutto perché mi ha fatto venire dei dubbi quando avevo solo certezze :)
Intanto bisogna capire se vuoi mantenere l'impianto esistente e accoppiarlo ai sonoff oppure se vuoi lavorare solo con i sonoff (cosa che ti sconsiglio in quanto se i server di ewilink domani vanno in manutenzione devi attivare la luce premendo il tastino sui sonoff... Forse...).
In parallelo al tradizionale invece basterebbe un solo sonoff ch4 perché avendo 4 uscite puoi comandare fino a 4 punti luce (tu ne hai 3), oppure 2 sonoff se non è possibile passare cavi dalla camera alla sala. In ogni caso i contatti NO del sonoff vanno in parallelo ai pulsanti esistenti (se lupino approva :D ). Leggi il mio intervento di 1 ora fa. È uguale... Per la stanza dove hai i deviatori devi rifarti agli schemi di lupino, in quanto io uso i sonoff modificati sia hardware che software ed i collegamenti sono diversi. Ciao

nos317
29-10-2018, 18:11
Ti sembra abbia detto una cosa del genere?
Allora, andiamo per punti, così capisci dove e perché il tuo intervento è sbagliato.

- Un impianto elettrico fatto a regola d'arte, pulito e sicuro, implica, in una serie pulsanti/relè, che ai pulsanti non venga data la fase ma il neutro ... ben inteso questa è una regola pratica, alle volte (per vari motivi) disattesa ma comunque...
- Che sia la fase o il neutro non è entrante nel primo pulsante ed uscente dal ultimo, ogni pulsante ha il proprio neutro (o fase) in ingresso ed il proprio conduttore tra esso ed il relè PP, questo proprio perché...



Ora, a prescindere da che polo sia stato dato ai pulsanti, all'interno della scatola di derivazione in cui è posto il relè, ai morsetti di quest'ultimo, troviamo:
- nel caso di relè con 3 fili: un polo derivato direttamente dalla linea, un polo di ritorno dai pulsanti, un polo diretto all'utenza
- nel caso di relè con 4 fili: due poli derivati dalla linea (non necessariamente fase e neutro), un polo di ritorno dai pulsanti, un polo diretto all'utenza
Per cui facendo affidamento di trovare nella suddetta scatola di derivazione la fase ed il neutro, l'unico filo che andrà aggiunto sarà quello sostitutivo del polo entrante nei pulsanti. Se poi per cu.. questo provenisse proprio dalla medesima scatola non vi sarà bisogno di aggiungere alcun filo.
Mi ripeto...

Hai ragione, sbaglio io... Grazie per aver perso tempo a chiarire la questione. ;)

Stasera apro il topic di cui mi dicevi la settimana scorsa con home automation etc...

Hybrego/
29-10-2018, 18:15
Rispondo ma aspetta che l'autore del topic ti confermi tutto perché mi ha fatto venire dei dubbi quando avevo solo certezze :)
Intanto bisogna capire se vuoi mantenere l'impianto esistente e accoppiarlo ai sonoff oppure se vuoi lavorare solo con i sonoff (cosa che ti sconsiglio in quanto se i server di ewilink domani vanno in manutenzione devi attivare la luce premendo il tastino sui sonoff... Forse...).
In parallelo al tradizionale invece basterebbe un solo sonoff ch4 perché avendo 4 uscite puoi comandare fino a 4 punti luce (tu ne hai 3), oppure 2 sonoff se non è possibile passare cavi dalla camera alla sala. In ogni caso i contatti NO del sonoff vanno in parallelo ai pulsanti esistenti (se lupino approva :D ). Leggi il mio intervento di 1 ora fa. È uguale... Per la stanza dove hai i deviatori devi rifarti agli schemi di lupino, in quanto io uso i sonoff modificati sia hardware che software ed i collegamenti sono diversi. Ciao

Perfetto grazie mille!
Ovviamente vorrei mantenere l'impianto tradizionale e tutti i miei pulsanti/deviatori.
Il sonoff dove deve essere messo? Al posto di un pulsante o, se la trovo, anche in una scatola nascosto?

Lupino
29-10-2018, 18:18
Ciao Hybrego,
seguo l'ordine delle tue domande...

1) Si, è l'unica che possa integrarsi nelle linee pulsanti/relè senza modifiche hardware ed è l'unica a presentare contatti puliti adatti a linee deviatori/invertitori
2) Sulla carta ne basterebbe una, bisogna vedere se, a livello pratico, ti sarà possibile farle arrivare le varie linee
3) Non ho capito la domanda. Se il tuo intento è inserire la sonoff in una 506 allora la risposta è no, difficilmente riuscirai a farla entrare
4) No, viene eliminato nel caso si utilizzi la 4CH Pro modificata, nel tuo caso (dubito che l'elettricista si presti a tale modifica) il relè viene mantenuto

P.S.
Dovendo integrarsi in una linea pulsanti/relè ti consiglio, all'atto dell'acquisto, di prendere una CH4 PRO rev 1, non la rev 2. Il timing interno della prima è più adatto a pilotare i relè PP

P.P.S.
Se non crollo sul divano, dopo cena vedo di prepararti lo schema che ti serve

myabc
29-10-2018, 18:21
purtroppo non tutti gli elettricisti conoscono questi aggeggi..... con tutto il rispetto per la professione, forse qualche corso di aggiornamento dovrebbero farlo ogni tanto, solo per tenere alta la loro bandiera... è molto difficile perchè francamente andare presso una ditta altamente tecnologica è come vanificare l'economicità di questi aggeggi, ecco perchè si chiede di capirci qualcosa. ho letto in giro che il livello di difficoltà è medio/basso ma per me è difficilissimo.... complimenti a voi che siete così bravi e chiedo quanto secondo voi un medio elettricista che ci capisca qualcosa sul sonoff, potrebbe chiedere per passare un cavo neutro e montare un interruttore... grazie mille

nos317
29-10-2018, 18:21
Perfetto grazie mille!
Ovviamente vorrei mantenere l'impianto tradizionale e tutti i miei pulsanti/deviatori.
Il sonoff dove deve essere messo? Al posto di un pulsante o, se la trovo, anche in una scatola nascosto?

Guarda le misure del sonoff e datti la risposta :-D il ch4 non ci sta sicuramente in altezza in una 506, forse in larghezza si ma poco cambia. Lo metti in una scatola di derivazione sperando non sia stracolma come spesso capita.
Occhio che se vuoi mettere il sonoff in parallelo all'impianto senza modifiche hardware come detto o passi dagli schemi con relè aggiuntivi oppure deviatori/interruttori/invertitori devono diventare pulsanti.

Lupino
29-10-2018, 21:17
Mi sa che per ora lo schema aspetta, sto avendo alcuni problemi nella gestione degli allegati e non riesco a caricarlo on-line.
@hybrego
se dovessi aver fretta vedo di fartelo avere in altro modo

Lupino
29-10-2018, 21:35
... allora, sembra che il problema (per ora) sia stato risolto. Lo schema è il seguente...

67891

.... nella parte alta trovi, divisi per stanza, gli impianti come dovrebbero essere ora ... potrebbero essere lievemente differenti per quanto dicevo qualche post addietro ma in generale dovrebbero essere così.
Sotto hai la sonoff inserita negli impianti esistenti. L'unico cambiamento da fare, nel impiantistica che hai ora, è la sostituzione di uno dei due deviatori presenti nella camera, con un invertitore.
Se passi lo schema al tuo elettricista sono certo capirà, se poi dovesse avere qualche dubbio.... bé, sono sempre in zona

P.S.
I settaggi della sonoff dovranno essere:
- inching da 250ms sui canali 1 e 2
- self-locking sul canale 3

andrea84111
29-10-2018, 21:36
E come si fa a dirlo? Bisognerebbe avere poteri paranormali per sapere, senza vederlo, com'è fatto il tuo impianto. Diciamo che in linea teorica il ricablaggio potrebbe essere rappresentato dal tirare un filo aggiuntivo


assolutamente no, stiamo parlando di una linea pulsanti / relè, quella che tu descrivi è la linea deviatori/invertitoriOk, non essendo un elettricista direi che per ora mi tengo il relè emylo in parallelo. Non ho lo stato della luce ma mi accontento.. Quando sonoff farà un relè passo passo wifi lo cambierò.

Inviato dal mio EVA-L09 utilizzando Tapatalk

Hybrego/
30-10-2018, 01:26
Ciao Hybrego,
seguo l'ordine delle tue domande...

1) Si, è l'unica che possa integrarsi nelle linee pulsanti/relè senza modifiche hardware ed è l'unica a presentare contatti puliti adatti a linee deviatori/invertitori
2) Sulla carta ne basterebbe una, bisogna vedere se, a livello pratico, ti sarà possibile farle arrivare le varie linee
3) Non ho capito la domanda. Se il tuo intento è inserire la sonoff in una 506 allora la risposta è no, difficilmente riuscirai a farla entrare
4) No, viene eliminato nel caso si utilizzi la 4CH Pro modificata, nel tuo caso (dubito che l'elettricista si presti a tale modifica) il relè viene mantenuto

P.S.
Dovendo integrarsi in una linea pulsanti/relè ti consiglio, all'atto dell'acquisto, di prendere una CH4 PRO rev 1, non la rev 2. Il timing interno della prima è più adatto a pilotare i relè PP

P.P.S.
Se non crollo sul divano, dopo cena vedo di prepararti lo schema che ti serve

Grazie mille. Domani mattina passo dall'elettricista e gli faccio vedere il tutto. Fretta per lo schema non ne ho, devo ancora ordinare i sonoff anche se su amazon/ebay ho visto solo la rev 2. La 1 non l'ho vista.
Gentilissimo

Lupino
30-10-2018, 12:57
QUESTA (https://www.ebay.it/itm/Sonoff-4CH-Channel-Remote-Control-Smart-Wireless-Home-Automation-Switch-HS1174/401581630465?hash=item5d80216401:g:eVQAAOSwswNbcrF J:rk:28:pf:0)dovrebbe essere una rev1, chiedi al venditore per sicurezza, beninteso, se non dovessi trovarla anche la rev2 va benissimo

Hybrego/
30-10-2018, 15:42
QUESTA (http://rover.ebay.com/rover/1/724-53478-19255-0/1?ff3=4&pub=5574866635&toolid=10001&campid=5337187574&customid=&mpre=https://www.ebay.it/itm/Sonoff-4CH-Channel-Remote-Control-Smart-Wireless-Home-Automation-Switch-HS1174/401581630465?hash=item5d80216401:g:eVQAAOSwswNbcrF J:rk:28:pf:0)dovrebbe essere una rev1, chiedi al venditore per sicurezza, beninteso, se non dovessi trovarla anche la rev2 va benissimo
Grazie!
Nel frattempo ho chiesto al mio elettricista e non ha ben capito come può funzionare senza escludere i pulsanti già esistenti dell'impianto (secondo lui sarebbero andati solo i pulsanti sopra la 4CH).
Quindi, senza fretta, se mi mandi lo schema è supergradito! (Oggi mi sono arrivati gli echo di alexa con cui conto di comandare l'impianto).

Lupino
30-10-2018, 16:02
L'ho già inserito lo schema, è al post #209

Lupino
30-10-2018, 18:25
Prima sono stato un po' sintetico ... ero col cellulare.

...mio elettricista e non ha ben capito come può funzionare senza escludere i pulsanti...
Funziona perché i canali della sonoff 4CH possono funzionare in due modalità (settabili attraverso appositi switch presenti sulla scheda):
- inching ... leggilo come una sorta di timer
- self-locking, praticamente un interruttore

Nella prima modalità, impostando un timing basso (250ms per la rev1, 1s per la rev 2... questo è il motivo per cui ti consigliavo la prima), agiscono alla stregua di un pulsante o, meglio, un relè temporizzato, per cui si può inserire la sonoff in una linea pulsanti/relè allo stesso modo con cui aggiungeresti un normale pulsante.
Nella seconda modalità, grazie alla presenza di un relè a 3 contatti (comune, normalmente aperto e normalmente chiuso) i canali possono funzionare come un deviatore... questo è il motivo per cui ti indicavo la necessità di sostituire uno dei due deviatori già presenti con un invertitore.

P.S.
Lo schema è fatto partendo dal presupposto che ai pulsanti sia dato il neutro (come dovrebbe essere per i motivi che spiegavo più su), nel caso invece fosse stata data la fase basta cambiare la linea in ingresso ai canali 1 e 2 (morsetto COM) da neutro a fase... ma credo che su questo il tuo elettricista non abbia problemi

Hybrego/
31-10-2018, 09:07
Prima sono stato un po' sintetico ... ero col cellulare.


Grazie ancora. Questa mattina gli porto lo schema.
E penso proprio che avrà bisogno anche della spiegazione del timer!
A questo punto, dato il prezzo se riesco ne inserisco altri per tutti i punti luce che ho.


Edit:

A questo punto compro una rev1 e una rev2 (così copro anche bagno e cucina se trovo abbastanza spazio nelle scatole). Li ho degli interruttori a 1 pulsante, quindi dovrebbe essere più tranquillo.

Domanda, lato software io uso già l'app ewelink per una lampadina.
Ogni ingresso della 4CH è gestibile separatamente dall'app giusto? Configurata una 4CH vedrò altri 5 interruttori sull'app?

dolam
31-10-2018, 10:31
ragazzi ho visto una soluzione geniale per il funzionamento dei sonoff touch anche in caso di funzione deviatore.
Il gioco è molto semplice si collega un sonoff (master) alla lampadina secondo i fili già presenti prendendo solo i due che in quel momento accendo la luce, poi si inseriscono nelle 503 tutti i sonoff che vogliamo , da 1 a 100 senza problemi, dandogli semplicemente la sola alimentazione 220v ,
li inseriamo tutti nella meravigliosa App eWelink ,
creiamo la scena che quando i vari sonoff ,solo alimentati, vanno in ON mandano in ON l'unico connesso alla luce/i da accendere
e facciamo lo stesso per la funzione OFF.
Abbiamo così risolto l'annoso problema della mancanza del deviatore per gli interruttori touch.
Qualsiasi comando dato ad ognuno di essi manderà "il master" nella corrispondente posizione on/off
La trovo una soluzione geniale, e voi??

Hybrego/
31-10-2018, 11:13
Sì. L'avevo vista anch'io prima di trovare questo thread online.
Ho preferito la soluzione del thread per:
-lato estetico i sonoff touch non mi convincono per quella lucina blu
-funzionalità (meglio un pulsante fisico a uno touch per me)
-costo... (sostituire tutte le placche avrebbe avuto un costo assurdo)
-troppi wifi (ho già la rete in sofferenza)

Però la trovo una soluzione molto pratica ed alla portata di tutti (sostituire una 506 sono buono anch'io)

Comunque approcciandomi alla materia per curiosità ho trovato sconcertante come ci sia una differenza di prezzo (enorme) tra i prodotti italiani più famosi e quelli cinesi che lato pratico sono anche più facili da installare adattandosi perfettamente alle reti esistenti senza neanche bisogno di hub

dolam
31-10-2018, 11:19
la lucina blu, per chi ha l'APP android con la versione 3.5.4, si può spegnere,

per tutto il resto……………c'è masterc…...

stefanorizzi70
01-11-2018, 11:57
Ciao a tutti
Sto cercando di entrare in questo fantastico mondo di automazione domestica.
Ho un Amazon Echo e vorrei usarlo per modi un po'più utili che chiedere il meteo e ascoltare un po' di musica [emoji3]
Mio impianto è composto da
1 sala con 2 punti luce comandati separatamente da 2 deviatori
1 camera con un punto luce deviato in 2 punti
1 camera con un punto luce comandato da 3 punti (2 deviatori e 1 invertitore)

Volendo mantenere ovviamente l'impianto fisico, con un sonoff 4ch r2 potrei comandare il tutto wireless ?

Ho nozioni di elettricità e quindi potrei fare io il lavoro, ma avrei bisogno di aiuto sul come.
Metterei il sonoff in una scatola di derivazione.
Immagino debba portare lì tutti i cavi ..

Grazie per chi aiuterà


Inviato dal mio Redmi Note 5 utilizzando Tapatalk

nos317
01-11-2018, 14:06
Ciao a tutti
Sto cercando di entrare in questo fantastico mondo di automazione domestica.
Ho un Amazon Echo e vorrei usarlo per modi un po'più utili che chiedere il meteo e ascoltare un po' di musica [emoji3]
Mio impianto è composto da
1 sala con 2 punti luce comandati separatamente da 2 deviatori
1 camera con un punto luce deviato in 2 punti
1 camera con un punto luce comandato da 3 punti (2 deviatori e 1 invertitore)

Volendo mantenere ovviamente l'impianto fisico, con un sonoff 4ch r2 potrei comandare il tutto wireless ?

Ho nozioni di elettricità e quindi potrei fare io il lavoro, ma avrei bisogno di aiuto sul come.
Metterei il sonoff in una scatola di derivazione.
Immagino debba portare lì tutti i cavi ..

Grazie per chi aiuterà


Inviato dal mio Redmi Note 5 utilizzando Tapatalk

Si, al sonoff vanno portati tutti i cavi, sia che vanno alle lampade che quelli che vengono dai punti di comando ci sono varie possibilità di schemi in base a quanto vuoi smanettare con la parte hardware o software. Nei primi post di sono tutte le indicazioni su come fare... Secondo me molto dipende da quanto sono pieni i corrugati e quanto vuoi modificare il tuo impianto.

Lupino
01-11-2018, 14:10
Ho un Amazon Echo e vorrei ....
Se il titolo del thread è: Sonoff, schemi e collegamenti, qui come minimo sei decisamente OT... ti conviene riformulare la domanda su un altro thread o, magari (non mi risulta ve ne siano ancora), aprirne uno inerente ad essa.

stefanorizzi70
01-11-2018, 14:22
Se il titolo del thread è: Sonoff, schemi e collegamenti, qui come minimo sei decisamente OT... ti conviene riformulare la domanda su un altro thread o, magari (non mi risulta ve ne siano ancora), aprirne uno inerente ad essa.Ma infatti non ho chiesto modi per interfacciare il sonoff all'Echo.
Ho chiesto aiuto sul come installare il sonoff nel mio impianto.[emoji6]


Inviato dal mio Redmi Note 5 utilizzando Tapatalk

stefanorizzi70
01-11-2018, 14:43
Uno degli schemi che hai messo a inizio thread fa praticamente al caso mio, moltiplicandolo x 4 in quanto ho 4 luci da comandare.
Leggendo il tutto non mi è però chiaro se i punti di comando attualmente presenti sono ugualmente utilizzabili assieme al sonoff https://uploads.tapatalk-cdn.com/20181101/c1fd23171c2d57301e9e7b269189b066.jpg

Inviato dal mio Redmi Note 5 utilizzando Tapatalk

Lupino
01-11-2018, 14:53
Ops.... ti chiedo scusa stefano, ho letto male il messaggio

Lupino
01-11-2018, 14:58
Dunque, ricapitolando hai, in totale, 3 punti luce comandati da due deviatori ed 1 punto luce comandato da deviatore/invertitore/deviatore, Giusto?
Quindi, individuato il primo deviatore di ogni serie, va sostituito con un invertitore e questo agganciato a un canale della sonoff


...sono ugualmente utilizzabili assieme al sonoff ..
Si, tutti i deviatori/invertitori a muro rimangono utilizzabili assieme alla sonoff.... l'unico limite è l'impossibilità di vedere in app l'effettivo stato dell'utenza

stefanorizzi70
01-11-2018, 16:51
Per quanto riguarda i dip switch? Si devono fare modifiche ?

Inviato dal mio Redmi Note 5 utilizzando Tapatalk

Lupino
01-11-2018, 17:10
tutti i canali devono essere settati in modalità self-locking per cui:
S6: 1
K5: 1111
K6: indifferente

nos317
01-11-2018, 17:36
apri un topic dedicato e danne comunicazione qui

Ciao Lupino, ieri ho aperto il topic, forse anche 2 volte ma non lo vedo da nessuna parte... L'ho inserito allo stesso livello di questo. Sai qualcosa? Grazie

Lupino
01-11-2018, 22:07
Se l'hai aperto in questa sezione (Manuali ad usum Forum), verrà pubblicato e diventerà visibile solo dopo che la moderazione l'avrà visto

Hybrego/
01-11-2018, 22:30
l'unico limite è l'impossibilità di vedere in app l'effettivo stato dell'utenza

Domanda, mi rendo conto al limite del offtopic, ma per capire.
Intendi dire che se dall'app ho "acceso la luce", e poi la spengo tramite pulsante a muro, dall'app la vedrò comunque accesa?

P. S. Ho scaricato i pdf dalla prima pagina per gli interruttori, così al mio elettricista faccio fare anche quelli in bagno e cucina!

Lupino
02-11-2018, 11:29
Si, esatto

Hybrego/
02-11-2018, 12:00
Si, esatto

Ok, per curiosità, hai provato con gli assistenti vocali se, ad esempio, dando il comando di accensione funzionano anche se vedono la luce già accesa (quando in realtà era stata spenta da pulsante) ?

Lupino
02-11-2018, 12:13
Ti stupirà ma l'unica sonoff che ho, una basic, è a prendere polvere su uno scaffale in attesa di destinazione. Per quanto riguarda la parte software altri qui sono sicuramente più preparati di me. Certo rimane da capire come fanno a "vedere" la luce .... hanno un sensore?

Hybrego/
02-11-2018, 12:20
ahahah sì mi stupisce e rende il tuo lavoro qui ancora più gradito. Vorrà dire che ci proverò io e riferirò.
No, nessun sensore, mi sono spiegato male.
Il mio dubbio è se:
accendendo la luce con comando vocale (oppure con ifttt/app welink) e spegnendola in seguito con pulsante a muro, è comunque possibile riaccenderla con comando vocale (oppure con ifttt/app welink) senza prima dargli il comando di spegnerla (dato che a memoria software è ancora accesa).

dolam
02-11-2018, 13:04
Hybrego cerco di seguirti ma non riesco ( colpa mia)
i Sonoff sono strumenti fantastici, fanno tutto, ubbidiscono ai comandi vocali di Google Home e Alexa e soprattutto vanno a braccetto con IFTT e Stringify.
Per i collegamenti anche di più device su una stessa linea di comando, esempio lampadario con 4 pulsanti, basta usare le scene ed un solo device realmente connesso alla luce.
Ho due abitazioni domotizzate con i sonoff ed entrambe comandate da google home mini e/o eWelink.
Per le tapparelle le guide e gli schemi di Lupino sono molto esaustivi, cosa mi sono perso delle tue esigenze che non rientrano in queste tipologie?

Hybrego/
02-11-2018, 15:09
Ciao Dolam. Grazie, penso di farmi troppi problemi io.
Ho capito che l'unico limite con la configurazione sarà che non mi sarà possibile vedere in app l'effettivo stato dell'utenza (quindi che se anche la luce è effettivamente spenta, da app mi può risultare accesa, perché spenta da "muro"). Da qui mi chiedevo se ci fossero implicazioni con servizi terzi come gli assistenti vocali.

Ho l'app per un "portalampada" e non ha la funzione toggle on/off, ma solo il tasto accendi o spegni a seconda dell'effettivo stato attuale. Da qui il mio dubbio...
Ma risolvo io (i miei dubbi) quando mi arrivano con le prove pratiche!

dolam
02-11-2018, 15:13
Pacos, ricordami che collegamento devi fare e cerco di descrivere come potresti farlo in APP e scene senza fili , i collegamenti di Lupino sono precisi e infallibili ma a volte si può usare solo l'APP magari con IFTTT e Stringify e si risolve egualmente senza problemi.

Lupino
02-11-2018, 18:30
Un utente che mi ha contattato privatamente mi ha fatto ricordare che avevo promesso un sunto in formato "portable" dei vari schemi; nel documento allegato trovate sia quelli già presente nel primo pdf che altri maturati in seguito.

steveone
05-11-2018, 15:39
Ciao a tutti. Io ho una caldaia a condensazione saunier duval con un cronotermostato bticino. Mi farebbe comodo poter accendere da remoto e spegnere la caldaia. Mi hanno consigliato "Shelly"...voi potete aiutarmi a fare quello che mi serve?

dolam
05-11-2018, 17:02
non hai bisogno d'aiuto se Shelly ha un contatto pulito,in quel caso basta metterlo in parallelo al termostato
altrimenti un sonoff modificato può fare la stessa cosa se sai fare un minimo di fai da te.

steveone
05-11-2018, 17:25
non hai bisogno d'aiuto se Shelly ha un contatto pulito,in quel caso basta metterlo in parallelo al termostato
altrimenti un sonoff modificato può fare la stessa cosa se sai fare un minimo di fai da te.

ho in casa un sonoff ma non so se sarei in grado di modificarlo...

frack71
05-11-2018, 18:23
Buongiorno a tutti,
vorrei anche io comprare un aggeggino di questo, pero' avrei bisogno di uno che funzioni da pulsante.
In pratica uno da abbinare ad un orologio (che già ho) scale che e' già temporizzato di suo.
qualche modello in particolare ?
grazie
frack

Lupino
05-11-2018, 18:39
@steveone
Se guardi al inizio della discussione troverai lo schema per collegare la sonoff TH10 in parallelo con un generico cronotermostato, per il resto direi che sei quanto meno OT.
Vedo che hai chiesto numi anche nel 3D sui termostati quindi ti conviene aspettare aventuali risposte in quel luogo sicuramente più adatto

carest
06-11-2018, 18:32
.... avrei bisogno di uno che funzioni da pulsante.....
Questo si può impostare anche come pulsante:
DC 5 V 32 V Jog Auto lock Intelligente WiFi Wireless modulo Rele Interruttore di Controllo APP in DC 5 V-32 V Jog Auto-lock Intelligente WiFi Wireless modulo Rele Interruttore di Controllo APPda Interruttori su AliExpress.com | Gruppo Alibaba (https://it.aliexpress.com/item/DC-5-V-32-V-Jog-Auto-lock-Intelligente-WiFi-Wireless-modulo-Rel-Interruttore-di-Controllo/32848137577.html)
Non è spiegato, ma l'ho fatto pochi giorni fa: il pulsante interno serve per commutare il rele e tenuto pigiato per impostarlo (è quello che viene comandato da app)
Il pulsante esterno per selezionare il tipo di commutazione.

dolam
06-11-2018, 21:16
Questo è un pò più piccolo ha la funzione pulsante
Sonoff wifi interruttore modulo Rele wireless Smart home Automation per accesso al Computer dc5V/12 v 24 v 32 v impulsi/Autobloccanti IOS in Sonoff wifi interruttore modulo Rele wireless Smart home Automation per accesso al Computer dc5V/12 v 24 v 32 v impulsi/Autobloccanti IOSda Smart home, moduli automazione su AliExpress.com | Gruppo Alibaba (https://it.aliexpress.com/item/Smart-access-Module-Itead-5V-1-Channel-Inching-Self-Locking-wireless-Switch-phone-app-Remote-Control/32800870851.html?spm=a2g0y.10010108.1000014.1.627d 388b8Qr69I&pvid=90dfe386-28fe-4ee5-8f00-46130261bdaf&gps-id=pcDetailBottomMoreOtherSeller&scm=1007.13338.112281.000000000000000&scm-url=1007.13338.112281.000000000000000&scm_id=1007.13338.112281.000000000000000)

dolam
06-11-2018, 21:21
Questo è un pò più piccolo ha la funzione pulsante
Sonoff wifi interruttore modulo Rele wireless Smart home Automation per accesso al Computer dc5V/12 v 24 v 32 v impulsi/Autobloccanti IOS in Sonoff wifi interruttore modulo Rele wireless Smart home Automation per accesso al Computer dc5V/12 v 24 v 32 v impulsi/Autobloccanti IOSda Smart home, moduli automazione su AliExpress.com | Gruppo Alibaba (https://it.aliexpress.com/item/Smart-access-Module-Itead-5V-1-Channel-Inching-Self-Locking-wireless-Switch-phone-app-Remote-Control/32800870851.html?spm=a2g0y.10010108.1000014.1.627d 388b8Qr69I&pvid=90dfe386-28fe-4ee5-8f00-46130261bdaf&gps-id=pcDetailBottomMoreOtherSeller&scm=1007.13338.112281.000000000000000&scm-url=1007.13338.112281.000000000000000&scm_id=1007.13338.112281.000000000000000)

Hybrego/
09-11-2018, 13:03
...
Se passi lo schema al tuo elettricista sono certo capirà, se poi dovesse avere qualche dubbio.... bé, sono sempre in zona

P.S.
I settaggi della sonoff dovranno essere:
- inching da 250ms sui canali 1 e 2
- self-locking sul canale 3

Lupino... Aiuto :P Mi dispiace disturbarti, ma ho bisogno di aiuto coi settaggi. IL mio elettricista viene venerdì prossimo, ma mi ha detto che non ha capito come si devono settare.

Io a casa ci sto provando e ho letto i tuoi primi post dove leggo che i settaggi della 4CH PRO, sono:
- Interlock: OFF switch; S6 = 1
​- Work mode: Inching per il canale relativo; K5 (supponendo CH 1) = 0xxx
- Delay: 500ms (1s per la rev.2); K6 = 1110 (1111 per rev.2)Ora, lo posso fare da software?
Dalle impostazioni dispositivo trovo solo:
1) lo stato dei pulsanti all'accensione (on / off)
2) enable inching duration e relativo tempo.

Se ho capito bene per il CH 1 (pulsante) devo lasciarlo su off e dare una inching duration di 1000 (rev 1)
Però non so cosa siano il K6 e S6=1...

Spero di non abusare della tua pazienza.

edit: ho trovato queste istruzioni. Se trasmesse al mio elettricista dovrebbe capire giusto? Sonoff 4CH Pro (R2) User Guide – eWelink (http://ewelink.coolkit.cc/?p=458)

edit2: provo da solo a configurare la REV1 con 2 pulsanti, 1 deviatore 1 interruttore e la REV 2 con 3 pulsanti e un deviatore. Se ci riesco, dopo ti chiederei conferma

Lupino
09-11-2018, 23:59
Eccomi ...

...Spero di non abusare della tua pazienza...
Neanche da chiedere...
Allora....
- S6 = 1 (interlock OFF)
- K5 = 0011 (inching canali 1, 2 e interlock canali 3, 4)
- K6 = 1111 (timing dei canali in inching pari a 250ms per la rev.1 o 1s per la rev.2)

P.S.
I canali 1 e 2, quelli in inching, sono quelli a cui vanno collegati i pulsanti, il 3 (o il 4) è per la linea devio-invertitori

stefanorizzi70
10-11-2018, 13:37
Ho installato il ch4 pro r2.funziona bene,anche se , come detto da lupino, l'app non ha la situazione aggiornata dello stato dell'utenza
Però ho notato una cosa che non mi aspettavo..
Possibile che da app rimane attivo un solo canale alla volta?
Se voglio tenere accesi tutti i canali ne rimane sempre acceso solo 1.
Ho sbagliato qualcosa?


Inviato dal mio Redmi Note 5 utilizzando Tapatalk