PDA

Visualizza la versione completa : 5a Diodo



gattmes
06-06-2006, 14:46
Parliamo di qualcosa di un po più complicato/non tanto lineare: il <b>diodo</b><br><br>Che picchio è un diodo?<br><br>In generale è una specie di ...valvola...ovvero un oggetto che in certe condizioni è chiuso, in altre aperto. Il suo "stato" dipende da qualche fattore ben preciso, insomma.<br><br>Immaginiamo un circuito elettrico come un circuito..idraulico: i tubi che trasportano acqua sono paragonabili ai fili che trasportano la corrente elettrica.<br>Immaginiamo ora di inserire in serie, in qualche punto, una "valvola di non ritorno": La corrente d'acqua potrà passare in un senso, ma se volesse passare in senso opposto provocherebbe la chiusura della valvola.<br><br>Quindi il diodo è come un rubinetto automatico: Se la corrente lo attraversa in un senso (dall' <b>anodo</b> verso il <b>catodo</b>) allora è completamente in conduzione (riubinetto aperto)ed è come se non ci fosse, o meglio al suo posto ci fosse un filo diretto (avete letto la <a href="http://www.forumcommunity.net/?t=3278702" target="_blank">premessa</a> ?). Se la corrente (per qualche motivo che esula dal presente post..) tentasse di invertirsi (cioè tentasse di passare dal catodo all'anodo) il diodo si interdirebbe (rubinetto chiuso) è la corrente verrà interrota.<br><br>Figo&#33; Mhhhh....ma l'utilità?<br><br>Behh...moltissime...Per esempio supponete di dover collegare non una lampadina ma un utilizzatore elettronico ad una batteria dove non si conoscono le polarità (non si leggono le indicazioni/scritte per qualche motivo...). Se si collegasse a caso si ha 50% di probabilità di invertire la polarità, cosa che potrebbe distruggere la radio.<br>Viceversa proteggendo gli ingressi con un diodo accade che se il collegamento alla batteria è giusto il diodo è come se non ci fosse ("premessa" a parte...), mentre se fosse sbagliato il diodo si interdirebbe evitando di alimentare la radio a rovescio...proteggendola insomma....<br>....inoltre potrebbe essere che invece della batteria/generatore di tensione continua, sia a disposizione un generatore in altrenata (un generatore dove la polarità cambia in qualche modo nel tempo...un po è + e -...un po è - e+...). Con un diodo si eliminerebbe la polarità che non interessa. Ora questo può comunque portare a dei malfunzionamenti su oggetti tipo la radio...per via dell'alimentazione a "singhiozzo"...tuttavia pensate alla funzionalità su un motore lettrico in continua: si eviterebbe che il motore giri un po in un senso e un po nell'altro....(sono solo banali esempi...non cito ad esempio il "ponte"...) ecc., ecc.<br><br><br>Ricordo che viviamo nella realtà...e non nella teoria pura. Quindi il diodo in "inversa" (cioè polarizzato....messo in un circuito in cui dovrebbe presentarsi interdetto) non è proprio come un rubinetto chiuso 100%. In realtà farà passare una piccola ..corrente...molto piccola (dipende dal TIPO di diodo)....inoltre non è in grado di tenere "prevalenze"...cioè tensioni...infinite&#33; Oltre un certo valore, che è una delle principali caratteristiche (insieme alla corrente....) definite nei dati relativi, si romperà (tensione inversa di rottura ...Vbreakdown x chi ama l'inglese...). Allo stesso modo quando in "diretta" (cioè quando polarizzato direttamente/in conduzione) non è proprio equivalente ad un filo, ma presenta una caduta di tensione, dipendente da temperatura, corrente, ecc. , ...ma sopratutto dipendendente dal TIPO di diodo (di solito si "mangia" mezzo volt circa...).<br><br><span class="edit">Edited by gattmes - 9/6/2006, 15:34</span>

gattmes
09-06-2006, 14:34
Come viene ottenuto questo comportamento non regolare/non lineare (diverso ad esempio a quello di una resistenza)?<br><br>Il diodo ha origini &quot;antiche&quot;.<br>Si può dire che è stato il primo componente elettronico.<br>Agli inizi infatti era una valvola..non solo nel funzionamento..ma proprio nel senso elettronico della parola, ovvero un &quot;tubo termoionico&quot; (NR vedi apparecchi a valvole...).<br>Vedere <a href="http://www.forumcommunity.net/?t=3301570" target="_blank">qua</a> per le valvole.<br><br>Oggigionro invece è in genere ottenuto creando una &quot;giunzione&quot; tra due materiali conduttori o semiconduttori di natura diversa. Questo fa si che basti un piccolo pezzo di materiale semiconduttore opportunamente lavorato per fare un diodo.<br>per maggiori info: <a href="http://it.wikipedia.org/wiki/Diodo" target="_blank">http://it.wikipedia.org/wiki/Diodo</a><br><br><span class="edit">Edited by gattmes - 30/6/2007, 10:03</span>