PDA

Visualizza la versione completa : Energia dalle maree



MetS
04-10-2007, 22:47
Leggo in rete che una societ&agrave; italiana sta disseminando turbine per ricavare energia dalle maree in tutta l’Asia; la prossima sar&agrave; in Cina, nell’arcipelago Zheijang. Queste installazioni sono finanziate dai programmi di Cooperazione allo Sviluppo (del Ministero degli Esteri).<br><br>La societ&agrave; si chiama Il ponte di Archimede e la sua turbina (Kobold) è così efficiente da essere stata scelta dall’UNIDO (United Nations Industrial Development Organization) come modello tipo da installare in piccole isole, difficilmente collegabili alla rete di distribuzione dell’elettricit&agrave;. Progetti pilota interessano anche l’Indonesia, Jakarta, Sri lanka e Australia.<br><br>Perchè in Italia questo tipo di installazione non ha interesse?<br><br>La kobold è una turbina ad asse verticale capace di ruotare in modo indipendente dal flusso della corrente e oguna di esse produce l’energia necessaria ad una dozzina di abitazioni. La sua efficienza di trasformazione è del 23% (discretamente alta). Sfruttare le correnti marine è un modo di produrre energia rinnovabile e a basso impatto sul clima.<br><br>Nello Stretto di Messina, dove si trova una turbina sperimentale, è stato calcolato che in un anno si possono estrarre dalle maree 538 GWh.<br><br>Pro e contro, li analizziamo insieme?<br><br>Links:<br>1 <a href="http://www.pontediarchimede.com/language_it/" target="_blank">Il Ponte di Archimede</a><br>2 <a href="http://www.pontediarchimede.com/language_it/progetti_det.mvd?RECID=2&amp;CAT=002&amp;SUBCAT=&amp;MODULO=Pr ogetti&amp;returnpages=&amp;page_pd=p" target="_blank">Turbina Kobold</a><br>3 <a href="http://www.unido.org/" target="_blank">Unido</a><br>MetS <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/4ce7f61d7da07f219d05d17320193ec9.gif" alt="^_^">

Stefano78
05-10-2007, 16:48
Ciao Mets ....il progetto Kobold e&#39; veramente una bella idea Italiana ma come sempre poco recepita nel nostro paese ...avevo trovato anch&#39;io qualche info .....il Simple Payback Period dell&#39;esempio e&#39; stimato in 8 anni ....ma secondo me&#39; e&#39; molto cautelativo...magari ottimizando le boe o installando in serie piu&#39; turbine....cmq dai un&#39;occhiata se non l&#39;hai gia&#39; visto<br>qui parlano dell business plan del progetto..<br><a href="http://www.christinasponza.it/christinasponza.it/speciale_nucleare/notizie_articoli/2005_04_18-19_convegno_bologna/Articoli/SessioneII/Coiro%20II.pdf#search=%22allintitle%3A%20energia%2 0pulita%20filetype%3Apdf%20OR%20%20filetype%3Adoc% 20OR%20filetype%3App" target="_blank">ENERGIA PULITA DALLE CORRENTI MARINE: ASPETTI TECNICI ED ECONOMICI</a><br>..<br><a href="http://files.meetup.com/206824/La%20turbina%20Kobold.pdf" target="_blank">IL progetto ENERMAR</a><br>un&#39;altra idea e&#39; l&#39;aquanator... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/3f434113cdc3e2fa864405dfc122616e.gif" alt=":D"> ...non e&#39; un fucile ad acqua come sembra dal nome ma un progetto australiano di sfruttamento delle maree....ho trovato solo questo link ... ..un po&#39; fragilino ...e secondo me flusso alle turbine distubato dal supporto alle ventole....<br><br><a href="http://newton.corriere.it/PrimoPiano/News/2004/10_ottobre/25/correnti.shtml" target="_blank">Aquanator</a><br><br>ciao<br>Stefano

buran001
05-10-2007, 21:47
Ciao a tutti,concordo pienamente tutto,ma vado un po&#39; OT... Ma come in Italia non ci sono piu&#39; ditte che producono le mega turbine a vapore per centrali termoelettriche o nucleari nel resto del mondo ovviamente, eravamo i primi al mondo&#33;pure gli americani venivano ad acquistarle da noi&#33;(siamo anche ed ancora i migliori nella produzione di eliche per navi petrogliere e sottomarini&#33;<br><br>Ritornando al discorso delle turbine,e restando un po&#39; OT,ci sono una marea di progetti ma in Italia si preferisce andare sul sicuro e far domanda (soceta&#39; private ,pubbliche e miste) per altre 40 centrali termoelettriche ed approvate quasi la meta&#39;,centrali a carbone, petrolio e inceneritori camuffati da gasificatori &#33; o le meno peggio a turbo gas&#33; ma hanno dei costi piu&#39; elevati sia di costruzione che di gestione e manutenzione,un imprenditore o azzienda del settore sotto ai 300MW non fa nulla, (vedi Enel, privatizzate o chi per loro)altro che turbinette nelle coste (gia&#39; si odia l&#39;eolico figurati deturpre le coste per produrre energia pulita e rinnovabile&#33; ( si fa prima come sta&#39; facendo Enel con i nostri soldi oviamente.... fre campagne publicitarie mondiali e costruire e mettere mani in alter 15 nazioni estere e costruire centrali NUCLEARI con reattori economici ma sicuri di tipo PWR come i VVER 440 – 213 russi&#33;) siamo alla frutta&#33; io abito a pochi km dalla Francia,e Telecom ITALIA in francia vende l&#39;adsl a meta&#39; prezzo in confronto all&#39;Italia (alice la da&#39; a meta&#39; prezzo&#33;)non mi sembra giusto che i nostri soldi vanno a finire da altre parti, ma é la realta in tutti i campi&#33; abbiamo il costo del KWh piu alto d&#39;Europa e quasi del doppio&#33; e ci chiediamo comemai non si sfruttano le centrali pulite ad energia rinnovabile&#33; )in italia nascono le idee e gli altri le usano) noi passimo i gasificatori(incenreitori) per energia rinnovabile&#33; altro che turbine per le marre onde e correnti sottomarine &#33; ce ne sono intallate da anni dapertutto ma non in Italia.<br>Scusate lo sfogo ma la tecnologia in questo campo esiste da anni, e non si é inventato niente di non gia&#39; conosciuto&#33;al massimo si é messo in pratica a livello privato ecc<br>Ciao

buran001
06-10-2007, 01:26
Ciao,<br>non sapevo di questa faccenda...,grosse azziende italiane conosciute nel mondo per i loro prodotti in crisi &#33;<br>c&#39;é qialcosa che evidentemente non va&#39; e mon é una cosa a breve termine o che é accaduto da poco tempo....<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">2 I reattori PWR di provenienza russa non sono utilizzati in Europa, forse nel sud est asiatico o in Nord Africa. Con ENEL siamo in buoni rapporti ma niente reattori russi.</div></div><br>Stai facendo confusione come tutti con i reattori BWR modello RBMK1000 (trtte e 3 le serie che praticamente non cambia nulla&#33;)rafreddati a acqua e moderati a graffite,sono loro che sono VIETATI IN TUTTO IL RESTO DEL MONDO E NON SOLI IN EUROPA &#33; a parte il fatto che non sono piu in progettazione e costruzione dall 1986 (gli ultimi ancora in fase di costruzione erano le unita&#39; 5-6-7-8 di chernobyl&#33; che sono stati rigoprosamente anullati dopo l&#39;incidente&#33;) ma comunque restavano gli ultimi al mondo&#33;,A chernobil l&#39;ultimom é stato spendo nel 2000&#33; e ne esistono ancora 3 in funzione &#33; in altre centarali dell&#39; x unione sovietica &#33; questo é inammisibile dato che sono molto ma molto piu&#39; vicini a noi di Chernobyl&#33; e soffrono di un enormita&#39; di problemi tecnici, vengono mantenuti a regime ridotto e con quasi un centinaio di barre di moderazione fisse e non estraibili,sono loro ma non I VVER 440-xxx che sono degli ottimi PWR dotati anche di &quot;sarcofago&quot; (i russi nei primi modelli ne facevanoi a meno... sarebbe come non costruirlo in una normalissima centrale nuke, funziona lostesso ma pregiudica la sicurezza... ora viene eseguito anche da loro da 20 anni e obligatorio nel resto del mondo da sempre (che sono tali e quali a quelli che sono sparpagliati e prodotti maggiormente dai produttori di reattori nucleari e maggiormente utilizzati nel mondo (come Francia ecc ecc) sono omologatissimi per tutta Europa e difatti se cerchi in rete (non nei siti fandonia che scrivono notizie false e prive di fondamento e che li paragonano per far notizzia ai RMBK1000) saranno loro ad essere utilizzati dalla nostra Enel in 4 centrali estere&#33; cerca anche nel sito ENEL, ne parlano... fine OT<br><br>Le kobold sono turbine da pochi KW per ora sono solo 20KW prodotti con punte di 30kw e non POCHE decine o cenrtinaia di MW &#33; come le centrali idroelettriche calssiche, é un ottimo progetto per paesi in via di sviluppo o posti come isole senza energia,per ragiungere potenze raggionevoli bisognerebbe disseminare le coste di queste enormi zattere ancorate che costano un botto come la posa dei cavi e diventerebbe anti economico fare la manutenzione,dopo 5-10 anni voglio vedere come girano completamente incrostate&#33; per non parlare del,a pricolosita&#39; per la navigazione ecc ecc un conto é una o due in prova e in fase di test un conto sono 1000 di queste per alimentare un piccolo paesello &#33; di altra fattura piu conveniente sono quelle costiere che sfruttano sia la risacca che l&#39;onda del mare.<br>Per il resto quoto pienamente &#33;<br>Ciao<br><br><br>

barbetta
06-10-2007, 10:18
Chiedo scusa. Riguardo al deturpamento delle coste, nella mia ignoranza mi chiedo se non sarebbe fattibile ancorare od appoggiare impianti per lo sfruttamento di correnti marine e/o moto ondoso a realta&#39; gia&#39; presenti e &quot;deturpanti&quot; come ad es. le piattaforme per ricerca ed estrazione del metano (sia operanti che &quot;abbandonate&quot;)che pullulano come funghi nel mare adriatico. Sarebbe un modo di riciclare investimenti vecchi e magari gia&#39; ammortizati senza nulla aggiungere al &quot;deturpamento&quot;. paolo.

buran001
07-10-2007, 13:05
Ciao,certo che se vali su greenn... comunque ci sono degli errori,che guarda caso servono a tire acqua al proprio mulino,quanti soni i reattori nel mondo? (non centrali che ne possono avere di piu&#39;)quanti di questi sono e rispettano le ultime normative? e di ultima generazione? la maggior parte sono degli anni 60&#33; e tutte piu&#39; o meno soffrono di qualcosa.sono ho mai detto che i VVer440-213 sono eccezzionali anzi... i vver 1000 non si costruiscono piu&#39; ma ci sono ancora delle unita&#39; in funzione come i famigerati RBMK1000 di concezzione assurda eda uno scriteriato incoscente.<br><br>Pensa che qualcunoi si chiede ancora comemai.... ma lo&#39;ho scritto sopra, é anti economico anche se producono energia pulita&#33; le grosse soceta&#39; non li frega niente se é energia pulita , basta prudurre al costo piu&#39; basso possibile&#33; se per una piccola turbinetta da 5 kw a malapena ingrado di far funzionare una casa (non é la rete nazzionale) tra&#39; concessioni e permessi ci vogliono almeno due anni di burocrazzia e questo per prelevare 50-100 l/S da un fiume che ne porta 5000 l/s &#33; é lo stesso che chiedere per fare uno sbarramento e fare una centrale di produzzione&#33; allora ci perdiamo in boee incrostate cavi sottomatini tranciati e trascinati come avviene .... quando é piu&#39; economico una centrale termoelettrica a carbone che copre tutta la potenza generata da qualche migliaio di questi sistemi che nel giro di 20 anni sino ferme e da buttare (colare a picco) questa&#39; é la realta&#39; ecco perché non si sviluppano, ti fanno passare la voglia... hai presente quanti impianti micro hidro si possono ancora fare in Italia &#33; e pure non conviene sta&#39; a noi privati ma essendo la maggiorparte occupati a fare altro e disinformati in materia si lascia perdere anche se é un ottimo investimento sicuro&#33; Poi a livello burocratico é un delirio<br>Ciao<br>P.S. come mai le centrali idroelettriche rompono le palle alle trote le eoliche deturpano il paesaggio e le centrali termoelettriche in italia si fanno ad occhi chiusi se ne sente parlare solo localmente e sono diverse centinaia e sono tutte di grande potenza e non come l&#39;idroelettrico che varia e non inquinano affatto come le termo che emettrono tonellate di co2 micropolveri che al confronto il PM10 (una cazzata giornalistica che tutto il maese ci é cascato come al solito) in confronto é un chicco di riso,(sono ben piu fini le micro polveri dannose&#33;<br>Ciao

Archangel
19-12-2007, 20:15
Leggendo quei link vedo che la turbina Kobold ha un&#39;efficienza misurata del 23%.<br>A parte che questa è più o meno l&#39;efficienza di un banale Savonius che non è protetto da nessun brevetto, come viene calcolato questo rendimento ? Come rapporto fra l&#39;energia prodotta e l&#39;energia cinetica della corrente che investe le sole pale o tutto il rotore ? Perchè nel rotore Kobold c&#39;è molto spazio fra le pale attraverso il quale buona parte della corrente può passare senza fare lavoro.

HEIM
06-01-2008, 16:04
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (MetS&#45;Energie @ 4/10/2007, 22:47)</div><div id="quote" align="left">Leggo in rete che una societ&agrave; italiana sta disseminando turbine per ricavare energia dalle maree in tutta l’Asia; la prossima sar&agrave; in Cina, nell’arcipelago Zheijang.</div></div><br>Molto piú interessante delle maree - la kobold dellíng. Coiro é giá un lavoro superbo - sono le correnti di profonditá . A Gibilterra, con i calcoli di Coiro, si potrebbe produrre energia per tutta lÉuropa. Ma questi studi di profonditá interessano le marine militari e non sono disponibili. Manca il coraggio politico per tali scelte. Aspettiamo che si arrivi con l´acqua alla gola.