Welcome!

Benvenuto nel Forum EnergeticAmbiente! Siamo un insieme di persone che hanno a cuore il Pianeta Terra e che si prendono in qualche modo la responsabilità di proteggerlo dalla stupidità umana. Per poter scrivere o scaricare foto e documenti devi prima registrarti. Vedrai anche meno pubblicità. Basta 1 minuto, un nome inventato e una mail dove ricevere le notifiche delle risposte.

La registrazione è gratuita e puoi farla -QUI-

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Migliore Soluzione pompa di calore in zona climatica F?

Comprimi
X
Comprimi
  •  

  • Migliore soluzione per Pompa di Calore in zona climatica F?

    Salve a tutti.

    architecture.jpgHo seguito per alcuni giorni le discussioni fatte negli ultimi tempi in questo ottimo forum e sono arrivato ad individuare la soluzione che sembra addattarsi alle nostre esigenze, una soluzione "alla Dotting" ma applicata in zona climatica F. Per questo chiedo vostro aiuto (soprattuto al buon Dotting!).

    Situazione di partenza: casa ben coibentata, circa 110 mq, fabbisogno energetico di 9 Kwh a temperature di -10°C calcolato dall'ingegnere che segue le pratiche di isolamento (migliorerà ulteriormente dopo il cambio di alcune vetrate), impianto fotovoltaico che produce circa 4.500 KW/anno quindi corrente disponibile.

    Non potendo utilizzare metano (è disponibile solo GPL volendo) ho cercato soluzioni che prevedessero l'uso della corrente elettrica autoprodotta e un buon impianto a pompa di calore con riscaldamento a pavimento in BT.

    Il problema, come ampiamente da voi discusso è la zona climatica dove per qualche giorno si arriva anche a temperature di -10°C. La pompa di calore scelta garantisce valori di COP a 6°C di quasi 4 alla temperatura di 35° in uscita. A -10° il valore scende e si attesta circa a 2, io dico pessimisticamente 1,8 considerando più cicli di sbrinamento. Il valore, seppur basso, visto comunque anche l'incentivo del FV, garantisce tranquillamente l'economicità della soluzione (se volete vi mando un po' di calcoli fatti da me e dalla persona che segue il fabbisogno dell'abitazione).

    Come suggerisce il buon Dotting la soluzione migliore per migliorare le prestazioni è quella di fornire del calore supplementare alla pompa e mantenerla più o meno ad una temperatura di esercizio di 5-6° che mi garantirebbero la potenza necessaria (la pompa assorbe circa 1.800 W e dovrebbe fornire il necessario). Non dovesse servire potrei integrare con il caminetto a pellets che ho in zona giorno (potenza massima di 8 KW) che mi dimezzerebbe il fabbisogno. Purtroppo non riesco a canalizzare aria dalla stufa verso la pompa, ne tantomeno recuperare il fumo del camino posto troppo lontano.


    SOLUZIONE: Posso però installare la termopompa in un locale caldaia usato da mia sorella, attualmente fornito di una vecchia caldaia a gasolio (da 30 KW) che verrà sostituita presto da una caldaia a legna a fiamma rovesciata (credo anche questa da una trentina di KW). La temperatura interna, anche senza coibentazione, è davvero elevata d'inverno e arriva a oltre 30° viste le dispersioni della caldaia attuale. Probabilmente con la nuova caldaia le dispersioni scenderanno di molto.

    Veniamo al dunque. Come fare per aumentare la temperatura di ingresso della mia PDC? Non credo sia sufficiente piazzarla nel locale in quanto temo che farebbe scendere troppo la temperatura, addiritura sotto zero. Io avrei delle idee ma vorrei il vostro aiuto per capire la migliore.

    1) recuperare "alla Dotting" il calore dei fumi della caldaia attuale e della futura caldaia a legna accordandomi con mia sorella. Preleverei così l'aria che passa attraverso il diffusore ad una temperatura sicuramente più alta. Poco costo aggiuntivo ma sarà sufficiente? L'aria fredda dove mi converrebbe convogliarla? Nella stanza stessa o direttamente fuori richiamando però altra aria esterna che potrebbe essere più fredda?

    2) piazzare una micro stufa a pellet "alla Dotting" nel locale caldaia e sfruttare sia i fumi che il caldo che produrrebbe. Costo: pellet e stufa. Probabilmente qui riuscirei anche ad avere temperature di ingresso superiori ai 10° migliorando di molto il COP e portandolo oltre 4,6. Anche qui l'aria fredda però dove la inviamo? E da dove la preleviamo?

    3) piazzare direttamente all'aperto la PDC aumentandone la potenza (con costi però molto elevati!). Avrei anche purtroppo una PDC sovradimensionata che mi funziona a buone potenze solo per i pochi giorni davvero freddi.

    4) piazzare sempre all'aperto la PDC senza aumentarne la potenza e cercando di prelevare dall'interno della zona caldaia il caldo anche dei fumi. Dubito però che sarebbe sifficiente e mi costringerebbe a scegliere una pompa maggiorata con costi molto elevati.

    5) accordarmi con mia sorella e collegare al mio puffer di 300 l che sta tra la PDC e l'impianto anche la caldaia a legna mediante una pompa termostatata al giusto set-point condividendo però ulteriori costi di impianto (caldaia a legna) e fatiche della legna proporzionalmente all'uso (anche se sarebbe molto inferioriore e verrebbe attivato solo quando la PDC non riesce a garantire la potenza necessaria).

    6) altre soluzioni che vi vengoo in mente! :-)

    Secondo voi quale sarebbe la soluzione migliore? Bel rebus, ma credo sia un bel esercizio di applicazione della "soluzione Dotting" anche in zone climatiche più rigide che però hanno la fortuna di una caldaia a disposizione gratis o quasi! :-)


    Per concludere vi posso dire anche che l'ACS viene prodotta con un boiler a termopompa (quello ottimamente citato da Dotting, se volete vi dico il modello) e che sono installati anche un paio di pannelli solari che mediante una valvola a tre vie aiutano alternativamente sia il boiler che il puffer per il riscaldamento soprattutto dalle mezze stagioni in avanti. Se volete vi posso inviare anche uno schema completo dell'impianto.

    Attendo fiducioso un vostro prezioso aiuto. Grazie!

    Andrea
      L'invio di commenti è disabilitato.

    Latest Articles

    Comprimi

    • Tutti gli Incentivi Auto elettriche 2021
      da dolam
      Ragazzi la finanziaria 2021 è stata pubblicata e con essa ci sono tutte le disposizioni per gli incentivi alle auto elettriche nel 2021 ( molto pochi in verità o meglio meno che per le ancora inquinanti euro6).
      Comunque sono stati confermati quelli precedenti con e senza la rottamazione di un veicolo di più di 10 anni di vita, ovvero:

      Con rottamazione di veicolo M1 inferiore a Euro 6 e più vecchio del 1° gennaio 2011, per acquisto auto nella fascia 0-20 g/km (elettriche): ...
      02-01-2021, 21:52
    • Come Monitorare un impianto FV con l'uso di Shelly-EM, Telegraf/Influxdb/Grafana - GUIDA
      da solarbyte
      Buongiorno a tutti.

      Ho finalmente portato a compimento la Guida per impianti fotovoltaici promessa sulla catena di monitoraggio Shelly-EM --> Grafana.

      La trovate qui: GitHub - githubbyte/Shelly-EM-Monitor-Telegraf-Influx-Grafana.
      E' venuta un pò lunga, in una prossima revisione magari la organizzo con allegati fuori dal corpo principale. Se trovate errori e/o sviste siate comprensivi ().. e segnalatemeli.. Un grazie a glfp e raffaelem che hanno dato un fondamental...
      29-12-2020, 19:01
    • La moderazione sul forum Energeticambiente
      da eroyka
      Sento utile ricordare agli utenti del forum energeticambiente come funziona attualmente la moderazione. Infatti da diversi mesi non esiste più la figura del moderatore e la moderazione è affidata agli utenti stessi e all'amministratore. Per cui la buona educazione, lo spirito costruttivo e di automoderazione da parte di tutti, prende un importanza fondamentale per mantenere il clima sereno e costruttivo in tutto il forum. Detto questo, in presenza di messaggi che reputate da moderare, sia che...
      21-12-2020, 17:06
    • Come dimensionare una Pompa di Calore - PDC - software gratis
      da raffaelem
      Come si dimensiona una Pompa di calore in base alla temperatura, i gradi giorno, ore di funzionamento e altri parametri attraverso un software gratuito e intuitivo. Come promesso ho messo online sul server EA una dashboard per il dimensionamento di una PDC a partire dai consumi. I controlli sono intuitivi e i dati di input necessari sono - la temperatura di progetto - i gradi giorno della località - il rendimento della caldaia usata allo stato attuale - il PCI del combustibile che si utilizz...
      01-12-2020, 08:12
    • Esperimenti cella al plasma di Renzo Mondaini - Fusione fredda
      da eroyka
      Ciao a tutti,
      riporto in auge dopo alcuni anni, gli esperimenti eseguiti da Mondaini sulle celle al plasma.
      Ho appena pubblicato il video della sua Conferenza a Grottammare dove ha fatto vedere una serie di esperimenti molto interessanti.
      L'obiettivo è quello di approfondire l'aspetto scientifico e cercare di spiegare il perchè accadono questi effetti e se vi è davvero eccesso energetico. Contributi seri e pacati sono ben accetti nella discussione originale: ...
      13-11-2020, 22:35
    • [video]Energia elettrica dal calore ambientale
      da eroyka
      Ciao a tutti,
      segnalo che abbiamo appena pubblicato un nuovo video su un brevetto cinese che dichiara di riuscire ad ottenere energia elettrica sfruttando il calore ambientale.
      questo il link:

      Tra l'altro un fenomeno simile è quello che accade, ma sfruttando l'acqua, il brevetto della italiana Promete il cui amministratore, Roberto Germano, è stato intervistato da me proprio pochi mesi fa: https://www.youtube.com/watch?v=KpdLNGX8pzo Inoltre nella discussione seguente, d...
      30-10-2020, 22:14
    Sto operando...
    X
    TOP100-SOLAR