Mi Piace! Mi Piace!:  2
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Visualizzazione dei risultati da 1 a 4 su 4

Discussione: Elettricità, il flop del mercato libero. Per le famiglie bollette più care del 26%

  1. #1
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito Elettricità, il flop del mercato libero. Per le famiglie bollette più care del 26%



    Elettricità, il flop del mercato libero. Per le famiglie bollette più care del 26%

    La liberalizzazione del mercato elettrico sta causando più danni che vantaggi ai consumatori, Netto il rincaro delle bollette rispetto al regime tutelato che però sparirà nel 2022. Va meglio per le grandi aziende che pagano meno dei concorrenti tedeschi e inglesicità, il flop del mercato libero. Per le famiglie bollette più care del 26%


    In teoria la concorrenza dovrebbe portare benefici ai consumatori. Ma nel mercato elettrico italiano pare proprio stia accadendo l’opposto, almeno per quanto riguarda le famiglie. Nel 2019, riferisce l’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (Arera), “sul mercato libero i clienti domestici hanno pagato mediamente il 26% in più sul mercato libero, per l’approvvigionamento dell’energia elettrica. “Pur scontando le possibili differenze in termini di condizioni contrattuali e di servizio offerto, questo differenziale di prezzo rappresenta certamente un elemento di attenzione”, ha spiegato il presidente dell’autorità Stefano Besseghini, presentando ieri a Parlamento e Governo la Relazione annuale 2019. “Per i clienti domestici il prezzo medio del mercato libero continua ad essere maggiore di quello del regime tutelato”, ha aggiunto Besseghini. Secondo il presidente “Nelle transizioni che interessano il settore energetico, quella al mercato libero sembra essere una delle più faticose. Il percorso di liberalizzazione del mercato, cominciato nel 2007, pur procedendo costantemente non ha ancora conosciuto il definitivo approdo”.

    Il seguito dell'articolo nel link:
    Elettricita, il flop del mercato libero. Per le famiglie bollette piu care del 26% - Il Fatto Quotidiano
    2,99 kWp 13xTrinaSolar TSM-DC05 Monocristallino ,Franciacorta (BS), Azimuth -55°,Tilt 16°,Inverter PowerOne Aurora PVI-3.0, Record produzione 22,2 kWh(27/05/2013) 2011=4014 kWh:2012=3846 kWh:2013=3533 kWh:2014=3537 kWh:2015=3715 kWh:2016=3683kWh:2016=3683kWh:2017=3735 kWh:2018=3600 kWh:2019=3761 kWh
    >>> Il mio impianto FV su Sonnenertrag.eu <<<

  2. #2
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Interessante questo rapporto. Come e' interessante leggere che le rinnovabili hanno coperto il 40% della domanda elettrica. Grazie
    Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

  3. #3
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    - in più metterei anche la rottura di c.........oni per fare il cambio fornitore ogni anno.......
    - io, da anni sono entrato nel libero con il gas, la luce sono ancora col tutelato e guardando i vari siti di offerte e arera son contento di essere rimasto nel tutelato, nonostante gli ultimi rincari continuo a risparmiare...
    - poi mettiamo che se si rompe qualcosa devi passare per il fornitore con relativa tangente
    13 pannelli REC230AE 2.99kwp, inverter mitsubishi PVPNS03ATL-IT, tilt 15°, azimut 12°, Soliera (MO), lat 44.74 log10.92, mslm 27 --allacciato dal 04/03/2011

  4. #4
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    e poi, se uno cambia fornitore per andare con uno meno caro ci mettono più di 3 mesi... chissà perché, domanda di cambio fatta in luglio via web, accettazione del contratto il 29/7 (mi hanno mandato tutti gli incartamenti via mail), il fornitore precedente mi comunica la cessazione del contatore gas il 5/10/20 (ormai da 2 mesi nuova tariffa), il 6/10/20 il subentrante mi comunica l'accettazione della fornitura... mi viene il dubbio che siano d'accordo cosi per 2/3 mesi pago l'aumento arrivatomi per posta... e non so ancora ... alla mia richiesta di chiarimenti al nuovo fornitore al numero verde risposta che non sapevano e di provare piu avanti... ieri ho inviato una mail al nuovo fornitore, oggi mi hanno risposto che ""probabilmente "" partirà con il primo di novembre... sapevo che c'erano delle tempistiche dettate da arera, mah... a qualcuno è capitato una cosa simile??? é normale aspettare piu di 3 mesi ?? sempre che inizi il primo di novembre
    13 pannelli REC230AE 2.99kwp, inverter mitsubishi PVPNS03ATL-IT, tilt 15°, azimut 12°, Soliera (MO), lat 44.74 log10.92, mslm 27 --allacciato dal 04/03/2011

Discussioni simili

  1. Passaggio dal mercato libero al mercato tutelato
    Da ElManu nel forum Aspetti economici e bancari
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 17-01-2020, 11:46
  2. Diritto di ripensamento nel mercato libero
    Da thecas nel forum RISPARMIO ENERGETICO ed EFFICIENZA ENERGETICA
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 20-10-2013, 14:05
  3. Mercato libero e bioraria
    Da vincycata93 nel forum Aspetti economici e bancari
    Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 17-11-2012, 16:17
  4. Bollette sempre più care!
    Da giovi07 nel forum Discussioni sui MASSIMI SISTEMI del mondo ENERGETICO
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 31-10-2008, 16:13

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •