Mi Piace! Mi Piace!:  124
NON mi piace! NON mi piace!:  1
Grazie! Grazie!:  8
Pagina 8 di 12 primaprima 123456789101112 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 155 a 176 su 262

Discussione: Emissioni delle nuove caldaie

  1. #155
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito



    Quote Originariamente inviata da Nicht Visualizza il messaggio
    Si stai parlando di una caldaia a cippato (che può andare anche a pellet)
    si, una caldaia a cippato
    non a pellet
    la biomassa non è per tutti........ ma per alcuni si

  2. #156
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Ertrag Visualizza il messaggio
    Sulle stufe mi trovi assolutamente d’accordo, perché a parità di stelle sono 10 volte più inquinanti di una caldaia e sono d’accordo anche sul fatto che non dovrebbero essere incentivati le sostituzioni di stufe con un’altra stufa dove a volte cambia solo il colore e un numero su un certificato. Tra l’altro i valori sono calcolati proprio per i costi di questo tipo di apparecchi, quindi per me questo tipo di apparecchi può tranquillamente sparire dal mercato.
    ....

    Volere è potere, ma poi la realtà come al solito è diversa:

    La tendenza è che piu' il clima è caldo, maggiore è il numero di stufe venduto, in rapporto alle caldaie.

    Visto l' andazzo del clima, le tue speranze sono ....... vane!


  3. #157
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Finchè ci sara la tendenza e la volontà di seguire i paesi "del nord" nei modi e nelle regole, sara sempre un bagno di sangue per il settore biomassa, troppo diverso il mercato e il clima....................e le disponibilità economiche
    Almeno il 50% dell'italia ha inverni di 3 max 4 mesi contro 6/7 di Colonia o Berlino per non parlare di chi è piu a Nord
    Di conseguenza è "normale" in Italia e Spagna passando per la Francia investire cifre piu che dimezzate nel settore "riscaldamento"
    I regolamenti assurdi e i prezzi alle stelle fanno il resto

    Sempre un Mio Pensiero eh!!
    Ultima modifica di rrrmori53; 17-02-2020 a 20:03
    Un pianeta migliore è un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso.
    Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. John Belushi.

  4. #158
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Non è una questione di clima, di seguire i paesi del nord ma di mentalità.
    Vogliamo parlare delle caldaia a GAS da 25 o 30 Kw vendute da Bolzano a Catania. Torno a dire dobbiamo cambiare atteggiamento e considerare l'impianto facente parte della casa e ragionare su impianto/edificio.
    Per ogni casa va valutato attentamente cosa serve e quanto serve in potenza, dei produttori costruiscono caldaia con taglie che vanno da 7Kw a 500Kw, come distribuire il caldo nei locali e se necessita di raffrescamento estivo, si devono raccogliere tutte le necessità e poi valutare il sistema più indicato per produrre calore per l'inverno e ACS e se serve come fare il freddo

  5. #159
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Gia.............la potenza
    Io vedo sempre mostri da 35 Kw con superpifferi che suonano un mare di euro, sara mica che tutti sbagliano eh!!
    Poi ci metti una Pdc e ti dicono che 9Kw sono troppi..........................successo a me personalmente
    Allora perchè non mettere "caldaiette" da 7/8 Kw da far funzionare h24 come una Pdc e puffer da 150/200 litri

    CI SONO TROPPE COSE CHE NON "TORNANO"

    Perche se mi scaldo con 9Kw........................sono sempre 9 Kw, pero mi dicono che a pellet servono 20/22

    P.s. Sara mica una questione di "portafoglio" eh!!
    Un pianeta migliore è un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso.
    Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. John Belushi.

  6. #160
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Io ho costruito case per 50 anni, e con le case anche impianti,
    Sempre visto installare materiale e potenza di troppo......................sempre
    A casa mia ho fatto togliere nel 2003 oltre 50 elementi dal calcolo fatto da studio progettazione, in accordo col termotecnico di fiducia
    Adesso mi ritrovo comunque una superficie in elementi sovradimensionata ugualmente
    Figuriamoci aver lasciato stare


    La mentalità...............................
    Su queste pagine circa un anno fa mi fu detto che ero un pazzo e un sognatore a pensare che con il solo cappotto avrei "risolto"
    Beh adesso ho un fabbisogno di 40 Kw anno mq contro gli oltre 100
    Cosa dire........................ci sono molte teste da cambiare

    Sempre secondo Me eh!!
    Ultima modifica di rrrmori53; 17-02-2020 a 22:09
    Un pianeta migliore è un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso.
    Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. John Belushi.

  7. #161
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a Tutti...
    Quote Originariamente inviata da Nicht Visualizza il messaggio
    Non è una questione di clima, di seguire i paesi del nord ma di mentalità.
    La prima mentalità da cambiare è sopratutto quella di chi progetta e installa e che poi consiglia/indirizza l'utente finale. Spesso per fare business e/o anche non incappare in errori di calcolo (che non si sanno fare) si piazzano bestioni sovradimensionati.
    La seconda mentalità da cambiare invece è quella dell'utente finale che, in virtù di un'improbabile risparmio, si fa consigliare o peggio realizzare impianti alla "mio cugino" con conseguenze nefaste su: funzionamento, consumi e costi gestionali....

    Vogliamo parlare delle caldaia a GAS da 25 o 30 Kw vendute da Bolzano a Catania. Torno a dire dobbiamo cambiare atteggiamento e considerare l'impianto facente parte della casa e ragionare su impianto/edificio.
    Vorrei 1€ per ogni volta che questa frase è stata scritta...

    Per ogni casa va valutato attentamente cosa serve e quanto serve in potenza, dei produttori costruiscono caldaia con taglie che vanno da 7Kw a 500Kw, come distribuire il caldo nei locali e se necessita di raffrescamento estivo, si devono raccogliere tutte le necessità e poi valutare il sistema più indicato per produrre calore per l'inverno e ACS e se serve come fare il freddo
    Già!! In pratica, come già detto e ridetto ci s deve rivolgere ad un serio professionista e non affidarsi al primo venditore di turno...

    Saluti
    Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

  8. #162
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Anzi di più..............................
    Fuori dalle balle tutte le stufe e cadaie sotto 500Kw e tutto in teleriscaldamento
    Se tutti pagassimo 5 anni come con "impianto di proprieta" , sarebbe gia a pareggio il costo
    Con emissioni e inquinamento ridotti a frazione decimale di quella attuale
    Un pianeta migliore è un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso.
    Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. John Belushi.

  9. #163
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Il conto termico, il vero motore di questa "pseudorivoluzione ambientale" sulle caldaie a biomassa..... è direttamente proporzionale alla potenza della caldaia!

    Il resto è conseguenza.

    Un tempo era solo questione di "ignoranza tecnica" nel sovrapotenziare le caldaie, tutte. Ora la tecnica c'è, ma business is business !!!

  10. #164
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da rrrmori53 Visualizza il messaggio
    Anzi di più..............................
    Fuori dalle balle tutte le stufe e cadaie sotto 500Kw e tutto in teleriscaldamento
    Se tutti pagassimo 5 anni come con "impianto di proprieta" , sarebbe gia a pareggio il costo
    Con emissioni e inquinamento ridotti a frazione decimale di quella attuale
    Questa è un’altra delle cose buone che fanno nel nord europa e che sono molto difficili da realizzare da noi.

  11. #165
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da manfre73 Visualizza il messaggio
    Ertag, parlaci di questi filtri , si possono applicare a tutte le varie soluzioni? Caldaie stufe etc?

    Inviato dal mio SM-G950F utilizzando Tapatalk
    Premetto che non conosco i catalizzatori ne produttori che li usano, che ha citato mr. hyde in altra discussione

    Il vantaggio dell’elettrostatico (pulito) è che non limita il tiraggio in alcun modo ed è molto efficace, se la concentrazione di polveri non è troppo alta, per questo considero solo gli autopulenti, che quindi prevedono uno smaltimento meccanico automatico e una logica che gestisce e programma la pulizia periodica, altrimenti se la pulizia viene richiesta all’utilizzatore, non è più garantita e svanisce l’efficacia.

    Su camini o apparecchi senza ventilatore, possono essere inseriti solo filtri in serie sulla canna fumaria verticale e l’alta produzione di polveri si accumula massicciamente sul filtro rendendolo inefficace e pericoloso in poco tempo.

    E non è possibile togliere alimentazione per pulirlo anche dopo ore dallo spegnimento perché il tiraggio è sempre attivo

    Gli apparecchi con ventilatore in depressione invece permettono di inserire anche filtri, sempre in serie, ma con uno o più girofumi, quindi visto che di solito le combustioni controllate sono più pulite e lavorano con temperatura fumi molto più bassa, diventano molto efficaci e potrebbero fare cicli di pulizia anche durante il normale funzionamento.

    Negli ultimi anni alcuni produttori hanno pensato di inserire il filtro all’interno delle macchine e avere in questo modo solo un cassetto cenere da svuotare e cosa più importante, una caldaia certificata ad emissioni di polveri zero.

    ETA la prima poi a ruota la Froling e penso che in fiera ci saranno altri come KWB e Schmidt con soluzioni del genere.

  12. #166
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Ertrag Visualizza il messaggio
    Questa è un’altra delle cose buone che fanno nel nord europa .
    Bastava legare il conto termico a questa cosa...............................piu facile di come si crede, almeno nei quartieri degli ultimi 10 anni era fattibile
    Prova a calcolare quante risorse spese negli ultimi 20 anni in "stufe" di qualsiasi genere, immagina adesso quante tubazioni si erano posate, magari insieme al Metano...........................che arriva quasi a tutte le case

    E QUANTO INQUINAMENTO IN MENO, E QUANTI SOLDI RISPARMIATI IN OSPEDALE PER CURE RELATIVE

    Ma come detto sopra ci sono altre "priorita" alla Salute Pubblica

    Io conosco bene Dusseldorf..............................non ci sono camini e antenne Tv sui tetti, chi sono extraterrestri???


    P.s. Lo so che sono un sognatore.......................ma almeno sogno dalla parte giusta
    Ultima modifica di rrrmori53; 18-02-2020 a 07:07
    Un pianeta migliore è un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso.
    Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. John Belushi.

  13. #167
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Il limite del conto termico sono i valori che sono stati calcolati per incentivare solo la sostituzione delle stufe di produttori italiani

    Poi si aggiunge il 186/2016 con dei limiti bassissimi per le caldaie (che ne mette molte fuorilegge) e praticamente nessuno su stufe e camini

    Non sono certo scelte tecniche

  14. #168
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da rrrmori53 Visualizza il messaggio
    Io conosco bene Dusseldorf..............................non ci sono camini e antenne Tv sui tetti, chi sono extraterrestri???


    P.s. Lo so che sono un sognatore.......................ma almeno sogno dalla parte giusta
    Dusseldorf non so, ma la Germania assorbe tra l'80 e il 90% della produzione Austrica di caldaie a biomassa. Dici che le comprano per distruggerle?
    Quot homines tot sententiae

  15. #169
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    L'azienda dove lavora mio fratello, a Dusseldorf, gestisce oltre 1000 appartamenti in città, nessuno ha caldaia per riscaldamento
    Solo scalda acqua a gas e cucina a induzione
    Addirittura hanno in molti appartamenti anche sensori di incendio e fumo.........................la sigaretta devi gustarla in terrazza, Lui compreso

    P.s. Se in Germania, secondo quanto sopra scritto, hanno "solo" 250000/300000 caldaie in funzione non sono certo in "tutte" le case.........................anzi in molto poche, con un installato di 15000 unita anno
    Come dico .....................qualcosa non torna eh!!
    Ultima modifica di rrrmori53; 18-02-2020 a 09:54
    Un pianeta migliore è un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso.
    Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. John Belushi.

  16. #170
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Che la biomassa non sia una opzione valida per appartamenti o in grandi città, mi pare la scoperta dell'acqua calda; ma se mi stai dicendo che in Germania non si incentiva la biomassa mi sa che ti sbagli proprio di grosso. Attualmente ci sono 2mila euro di bonus per chi installa caldaia e pellet a condensazione (per esempio), e la Germania è e resta comunque il mercato principale di tutti i produttori di caldaia a legna e pellet, sia Austriaci che Tedeschi. Che poi sul totale le caldaie a biomassa rappresenti una piccola percentuale è vero, ma del resto lo è pure da noi dove invece la parte del leone la fanno stufette e caminetti (che invece hanno meno apeal fra i tedeschi). In ogni caso, la Germania è di gran lunga il primo consumatore di biomasse in europa.
    Ultima modifica di Daniel1980; 18-02-2020 a 10:39
    Quot homines tot sententiae

  17. #171
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    a dire il vero, basta guardare qualsiasi foto di Dusserdolf e si vedono le case con le canne fumarie sui tetti......
    che poi sul palazzo di 10 piani non si usi la legna, è logico e normale, come pure in Italia......
    quindi, più che Dusserdolf o Milano, sarebbe il caso di vedere nei paesi e paeselli esterni.......

    questa indagine ha qualche anno, ma si vebe benissimo il trand in continuo aumento: http://www.icon-project.eu/docs/wp/5...rucioli_IT.pdf
    la biomassa non è per tutti........ ma per alcuni si

  18. #172
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    2020 sarà uno spartiacque, virus permettendo, per gran parte dell' UE.

    Non a caso molte aziende si buttano sull' EE inserendo pdc dappertutto, ma non è una novità qui sul forum!!

    Ne stiamo parlando da un paio d' anni, ormai ed è visibile benissimo nelle varie sezioni del forum.

    Spero la sezione biomassa rimanga "viva" magari parlando, appunto, di caldaie "ibride" e della loro convenienza.

    Piuttosto che niente, meglio piuttosto!
    Berlino fa da apripista per il New Deal verde: “Subito via il carbone” - La Stampa

  19. #173
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da scresan Visualizza il messaggio

    Spero la sezione biomassa rimanga "viva" magari parlando, appunto, di caldaie "ibride" e della loro convenienza.
    rimarrà viva se "i soliti" non faranno di tutto per farla morire.....

    "via il carbone" non è "via la biomassa"...........
    Ultima modifica di GiuseppeRG; 18-02-2020 a 14:47
    la biomassa non è per tutti........ ma per alcuni si

  20. #174
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da GiuseppeRG Visualizza il messaggio
    rimarrà viva se "i soliti" non faranno di tutto per farla morire.....
    Vabbè dai, ognuno passa il tempo come preferisce, se qualcuno ama venire qua nella sezione biomassa a combattere i poteri forti della lobby galattica delle caldaie a biomassa....peggio per lui. Tra l'altro è anche carnevale.
    Quot homines tot sententiae

  21. #175
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Vale anche l'aprire nuove discussioni per sostenere le proprie di certezze?
    O no?
    F.

    Inviato dal mio SM-A920F utilizzando Tapatalk

  22. #176
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Secondo me si, importante farlo nella giusta sezione e non mescolare le cose
    la biomassa non è per tutti........ ma per alcuni si

  23. RAD
Pagina 8 di 12 primaprima 123456789101112 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Risposte: 253
    Ultimo messaggio: 30-11-2018, 10:16
  2. Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 24-07-2014, 12:31
  3. [NORMATIVA]: Emissioni caldaie
    Da birillo1981 nel forum Legislazione e Normativa Impianti
    Risposte: 241
    Ultimo messaggio: 06-06-2014, 18:12
  4. La zootecnia è responsabile del 50% delle emissioni antropogeniche?
    Da clayco nel forum Mutamenti Climatici e Protocollo Kyoto
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 06-11-2009, 19:28
  5. Mappa delle nuove start-up solari
    Da andreaporta nel forum FOTOVOLTAICO
    Risposte: 11
    Ultimo messaggio: 24-04-2008, 14:46

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •