Mi Piace! Mi Piace!:  6
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 3 di 11 primaprima 1234567891011 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 45 a 66 su 230

Discussione: Consigli caldaia biomassa

  1. #45
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito



    L'unico motivo valido, ed il senso di esistere di una caldaia marina, é se si ha modo di accedere a combustibili triti diversi dal pellet di legno, tipo il nocciolino, mais, gusci di nocciola e similari.
    Altrimenti no

    Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk

  2. #46
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da bravo666 Visualizza il messaggio
    L'unico motivo valido, ed il senso di esistere di una caldaia marina, é se si ha modo di accedere a combustibili triti diversi dal pellet di legno, tipo il nocciolino, mais, gusci di nocciola e similari.
    appunto, per questo come sempre dico che ogni impianto è a se, e deve essere valutato in base alle esigenze e tante altre cose dell'utente.
    Sta di fatto che ho pure io la mia idea, che è quella che nel 2020, con tutti i problemi di emissioni, di tempo da dedicare, ecc ecc.... usare prodotti non certificati e che comportano molti "contro" per risparmiare forse qualche centinaio di euro all'anno, non ha senso.
    Poi, se uno abita in un luogo dove la caldaia la usa un mese all'anno, è altro discorso....
    la biomassa non è per tutti........ ma per alcuni si

  3. #47
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Bettaccina Visualizza il messaggio
    penso siano molto grandi e non ho tantissimo spazio da dedicargli..
    quanto spazio hai e che misura ha la porta di accesso ?
    la biomassa non è per tutti........ ma per alcuni si

  4. #48
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    La porta è 2 metri,alta e 1 metro larga..
    dentro ho circa 1 metro di larghezza per 2,20 di altezza...
    purtroppo ho anche un bollitore da 300 lt che occupa un po’ di spazio...
    Scusate l’ignororanza, cosa cambia tra avere una caldaia diretta e una con un puffer?

  5. #49
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Cambia la gestione della caldaia, l'ottimizzazione della combustione e il comfort in casa.
    Con la caldaia collegata direttamente non hai potere sulla temperatura dell'acqua nei termosifoni, e se collegata a termostato in casa sará assoggettata ai relativi on off connessi al termostato.
    Il puffer invece le permette di lavorare meglio a temperature alte senza inficiare il comfort in casa, potendo poi limitare la T di mandata ai termosifoni tramite valvola miscelatrice, e in più limita le accensioni giornaliere della caldaia stessa, se correttamente dimensionato.
    E siccome l'accensione é la fase dove si consuma più pellet che non viene sfruttato dalla casa, riducendole al minimo riduci automaticamente anche i consumi

    Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk

  6. #50
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Bettaccina Visualizza il messaggio
    La porta è 2 metri,alta e 1 metro larga..
    dentro ho circa 1 metro di larghezza per 2,20 di altezza...
    con quelle misure non ci sta certo un 1.500 lt.....
    anzi, su un mt di larghezza ci sta ben poco, perchè devi anche collegare le tubazioni attorno......
    un puffer cmnq puoi metterlo dove vuoi, anche a distanza, basta sia raggiungibile da due tubi
    la biomassa non è per tutti........ ma per alcuni si

  7. #51
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Bettaccina Visualizza il messaggio
    ... oppure sostituire la caldaia , anche se ancora nuova ( ha lavorato 2 stagioni) io da gennaio ad ora ( facendo il conto settimanalmente delle ore che ha lavorato la caldaia con i sacchi di pellet consumati) sono sui 2,2 kg all’ora ( avendo costantemente 20 gradi di notte e 22/22,5 di giorno con temperature esterne nel mese di gennaio intorno allo 0/-3 di notte e 3/8 di giorno) riscaldando una casa di circa 180m2
    libera su 4 lati con sopra un’altro appartamento della stessa dimensione però disabitato ( dovrei riuscire a comprare anche quello quest’anno)
    A questo punto vorrei sapere se sto consumando tanto.
    io pensavo di consumare poco per il metraggio della casa , però ora non ne sono più tanto convinta

    Non ci hai detto la zona climatica dove ricade la tua casa (??), ma 2,2 kg/h per le sole ore in cui è accesa (h24?) su 180 mq di casa, con il piano superiore disabitato (senza riscaldamento acceso?) a dicembre/gennaio con 0 gradi esterni


    è poco.

    Di sicuro la caldaia è sovradimensionata!

    Se la notte spegni il riscaldamento, basta trovare un modo per spegnere la caldaia dalle 22 alle 5 del mattino (o orari che preferisci a seconda della gestione) e stop.

    Durante il giorno produrrà calore per riscaldamento e acs.

    In estate l' accendi 2 volte al giorno (5 del mattino, prima di alzarsi e alle 4 del pomeriggio prima del rientro al lavoro) per avere sempre acs pronta.

    Un passo successivo e non molto costoso, una regolazione climatica che regoli continuamente la T dell' acqua tecnica verso i termosifoni, in modo da lasciare acceso h24 il riscaldamento e rendere piu' continuo ed uniforme il funzionamento della caldaia, senza gli on/off di una regolazione tramite cronotermostati della casa.

    Valvola anticondensa sulla caldaia tarata a T alte (68-70 gradi), utile per un funzionamento ottimale della caldaia in modulazione.

    Se acquisti anche il piano superiore in futuro, la caldaia risulterà meglio dimensionata ed i consumi, anche se raddoppierai la cubatura, non saranno doppi dato che il pavimento del piano superiore corrisponderà al soffitto di casa tua.... e le dispersioni termiche dell' edificio maggiori si hanno sui muri esterni.

    Poi come sempre c'è di meglio ..... ma spesso molti utenti cambiano anche il "combustibile "utilizzato!

  8. #52
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    La zona climatica è la E,
    di solito il programma della caldaia è sempre lo stesso..
    si accende alle 7 la mattina e si spenge alle 23 ..
    dalle 23 alle 7 ho due soluzioni..
    o lascio la caldaia sempre accesa per poter garantire acqua calda a acs in caso la richiedesse, oppure spengere completamente tutto ( ho optato per la seconda visto che l’acs la mattina c’e sempre e anche perché non c’è a detta del tecnico un programma che faccia partire la caldaia solo al momento del bisogno per acs)
    scusa la mia ignoranza ( come già detto sono veramente negata per questi sistemi a biomassa) cosa intendi per regolazione climatica?

  9. #53
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    E la valvola anticondensa cosa sarebbe? Dal nome penso di aver capito, ma come funziona? Tipo una valvola che miscela l’acqua per evitare più possibile gli scambi caldo freddo?

  10. #54
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    1- la regolazione climatica dell' impianto è un modo per regolare la T degli ambienti interni modificando continuamente la T dell' acqua tecnica che arriva nel radiante (per cui è nata) o nei termosifoni. Invece che avere acqua nei termosifoni a 60 gradi fissi, e una serie di sistemi per aprire e chiudere l' acqua (on/off) a seconda della T rilevata nelle varie zone della casa, c'è una centralina che ha un sensore che rileva la T esterna della casa, ed incrociando una serie di valori liberamente programmabili, decise la T di mandata ai termosifoni. Ad esempio quando fuori ci sono -5°C l' acqua sui termosifoni sarà a 55°. Se fuori hai 7 gradi, i termosifoni saranno a 45°C. Fuori 12 gradi, termosifoni a 30.....
    In questo modo l' impianto potrebbe funzionare h24 (sempre acceso) a bassissima potenza. Ottimo confort. Caldaia accesa ma a bassa potenza.

    2- con la regolazione climatica lato termosifoni, potrai far lavorare la caldaia a max T (di solito 80-85 gradi) in modo da tenere gli scambiatori ben puliti e ceneri molto leggere, anche se la caldaia funzionerà quasi sempre in modulazione, a step di potenza 1 o 2 senza andare a max potenza per poi spegnersi e ripartire....o in stand-by (andrà regolata a seconda della casa/impianto), ovvero tramite una valvola anticondensa a 70-72° (miscelatrice che non permette ad acqua tecnica troppo fredda di entrare in caldaia), 80-85° in uscita dalla caldaia, ovvero caldaia tenuta molto calda riesce a sopperire in parte ai problemi che si creano quando funziona a bassa potenza, o spesso in modulazione....

    Grossomodo!

  11. #55
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    senza puffer.....qualsiasi gestione climatica o altre cose non serviranno a nulla su una marina.
    gli on-off saranno cmnq continui, ancor più se la caldaia lavora in climatica a bassa temperatura.......
    purtroppo questa è la realtà
    la biomassa non è per tutti........ ma per alcuni si

  12. #56
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    La regolazione climatica lato termosifoni sarebbero le valvole termostatiche?
    nel mio impianto c’è uno scambiatore, quello serve al posto della valvola anti condensa?
    per il puffer non ho posti al coperto dove poterlo mettere, a parte il locale caldaia , ma come detto non ho spazio a sufficienza ; dovrei acquistare o farmi fare una casetta di legno apposta per contenerlo

  13. #57
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    se non hai spazio dentro, ma hai spazio fuori, si può benissimo fare rivestimento
    ecco un'esempio:

    WhatsApp Image 2018-10-25 at 11.46.41(1).jpeg WhatsApp Image 2018-10-25 at 11.46.41(2).jpeg WhatsApp Image 2018-10-25 at 11.46.41.jpeg
    la biomassa non è per tutti........ ma per alcuni si

  14. #58
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Bettaccina Visualizza il messaggio
    La regolazione climatica lato termosifoni sarebbero le valvole termostatiche?
    nel mio impianto c’è uno scambiatore, quello serve al posto della valvola anti condensa?
    per il puffer non ho posti al coperto dove poterlo mettere, a parte il locale caldaia , ma come detto non ho spazio a sufficienza ; dovrei acquistare o farmi fare una casetta di legno apposta per contenerlo
    Primo. Per me parti da un presupposto sbagliato. Sei convinta che la tua caldaia consumi una esagerazione, ma poi parli di 2,2 kg/h di pellet in una casa aperta ai 4 venti, con 0/-5 fuori e il piano superiore non abitato e immagino non riscaldato, zona E 180 mq!

    Cosa credi succeda con una nuova caldaia, superimpianto ??? Che i consumi passino a 15 kg/gg di pellet?

    Il fatto che la caldaia rimanga in mantenimento braci (aggiunte di quanto pellet in un' ora? 100 grammi?) non significa che perda tutta l' energia generata dalla combustione di quel poco di pellet. Anche fosse un 30/40% il pellet per il mantenimento è sempre poco/issimo, il resto va all' acqua della caldaia.

    In casa ho una caldaia a triti senza accensione automatica (per capirci anche molte buone caldaie moderne fanno un ciclo forzato di spegnimento, lavaggio braciere e riaccensione ogni 2 ore! sempre) da oltre 10 anni e conosco il consumo della fase di mantenimento..... ridicolo!


    Secondo. Una regolazione della T ambiente secondo una curva climatica impostabile, è un modo complicato per dire che c'è una valvola miscelatrice con un motore controllato da una piccola centralina che decide ogni 1-2 minuti quale sia la T ottimale dell' acqua che ti arriva sui termosifoni, in modo che i termosifoni rimangano tiepidi (o caldi quanto basta) tutto il giorno (anche la notte) ma senza che la casa si trasformi in una sauna.

    Come riesce a fare tutto questo una piccola centralina? Semplice legge continuamente la T esterna tramite una sonda ed a seconda della T letta muove il motore della miscelatrice affinchè l' acqua verso i termosifoni raggiunga il valore registrato sulla curva climatica scelta ....

    Spero di essermi spiegato meglio!

    Qui una spiegazione da parte di un produttore (fra i tanti!) di tali sistemi.

    Impostare la curva di una centralina climatica

    Anticondensa.

    Si lo scambiatore puo' avere funzioni anticondensa ma in forma abbastanza "grezza". Inoltre è complicato riuscire a far convivere un sistema anticondensa con scambiatore e la regolazione climatica, per una serie di motivi..... ovvero lo scambiatore puo' essere lasciato sull' impianto con funzione di separazione dei due circuiti (caldaia a gpl da caldaia a pelelt) ma serve anche una valvola anticondensa per ottimizzare il funzionamento della tua caldaia a bassa potenza (le alte t dell' acqua in caldaia migliorano comunque e parecchio il suo funzionamento.....).

    In conclusione, se non puoi inserire un puffer, se non trovi un tecnico che ti fa le modifiche necessarie (anticondensa e climatica + regolazione fina della caldaia) e considerando che non ti intendi piu' di tanto...... cerca di accettare come buoni i tuoi attuali consumi di pellet.

    P.S.: le termostatiche sui termosifoni, quelle classiche manuali con i numerini da 0 a 5 simulano lontanamente il funzionamento di una regolazione climatica, limitando la quantità d' acqua che arriva al termosifone, man mano che la T rilevata si avvicina a quella voluta. Quindi ok!

    P.S.2: fai fare un controllo alla canna fumaria, ovvero verifica che non ci sia un "tiraggio" superiore q auello previsto dalla casa costruttrice la caldaia. In caso (meglio sempre e comunque!) installa un regolatore di tiraggio (depressione) per canne fumarie.
    Vedrai che la fase di mantenimento diminuirà notevolmente i consumi!

    Valvola regolatrice regolatore tiraggio CE DN 150 canna fumaria | eBay
    Ultima modifica di scresan; 03-04-2020 a 21:50 Motivo: link

  15. #59
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    questo dei 2.2 kg all'ora non dice nulla, se riferito a un solo giorno e non alla stagione invernale
    poi, 2.2 kg/h per 24 ore? per 5 ore al gg? per 10 ore al gg?
    se ad esempio è la media delle 24 ore, il consumo è enorme
    se ad esempio è la media di 5 ore, il consumo è irrisorio
    come si vede, i numeri non servono a nulla se non sono contestualizzati e giustamente interpretati
    sta di fatto che i consumi tra una vecchia marina e una prestante caldaia moderna variano facilmente del 30/40%

    inoltre, se una caldaia marina montata diretta,magari pure sovradimensionata, se fatta lavorare in climatica aumenterà ancor di più gli on/off e paradossalmente, a volte, i consumi.
    altro discorso se il sistema è abbinato a un puffer dimensionato.
    ma come detto varie volte, se devo interventire con aggiunta puffer, climatica, ecc ecc su impianto con una marina, sfrutto il CT2.0 e cambio caldaia praticamente gratis.
    Esempio:
    se aggiungere puffer, espansioni, miscelatrici, lavoro, ecc ecc mi costa 2/3000 euro e non detraggo nulla, ne spendo 10.000 per impianto prestante e ne porto a casa 7.000 in CT2.0. Alla fine spendo uguale, ho tutto nuovo e consumo il 30% in meno.
    Quindi............
    la biomassa non è per tutti........ ma per alcuni si

  16. #60
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Perché non detrai nulla con le sole aggiunte? Non si tratta sempre di efficientamento energetico con il controllo climatico?

    Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk

  17. #61
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    no, con le aggiunte non detrai nulla
    per fare detrazione (ecobonus) servono interventi sostanziali, tipo sostituzione generatore, infissi, cappotto, ecc ecc
    non certo una valvola e un puffer.......

    qui trovi i dettagli dell'ENEA, ente preposto a tale servizio: Detrazioni fiscali - ENEA - Dipartimento Unita per l'efficienza energetica

    ScreenShot001.jpg
    la biomassa non è per tutti........ ma per alcuni si

  18. #62
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Il mio termotecnico indicò nella centralina di gestione il nodo di tutto, mi disse che grazie a quella rientravo nelle detrazioni fiscali perché diventava un sistema con termoregolazione evoluta.
    Ovvio che per avere tale sistema serviva puffer e mix automatica.
    Altrimenti le detrazioni non avrebbero senso, riguardo l'efficientamento, che non riguarda unicamente la sostituzione di generatori insomma.
    Poi per caritá, la normativa non aiuta a comprendere facilmente eh

    Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk

  19. #63
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    La mia discussione era iniziata perché avevo dei problemi per settare la caldaia, tipo che se spengo i riscaldamenti la caldaia rimane accesa e sempre a temperatura impostata ( esempio 70 gradi) perché quando il bollitore scende di qualche grado la caldaia deve essere pronta a dargli acqua calda...
    ecco questo mi sembrava e mi sembra tutt’ora una cosa senza senso.
    Ho 2 possibilità: o la spengo del tutto ma fino a quando non la faccio ripartire non mi scalda l’acs ,oppure la tengo costantemente ai gradi impostati così che quando il bollitore chiama ha subito acqua disponibile..
    secondo me era più sensato che si spegnesse e all’occorrenza ( quando il bollitore come ora va giù di 4 gradi) si riaccendesse per poter scaldare l’acqua.
    durante la notte il bollitore non va mai giù di temperatura quindi ho optato per tenere la caldaia tutta in off...
    i consumi sono venuti dopo, comunque il calcolo l’ho fatto con le ore di lavoro reale della caldaia di 30 giorni diviso i kg di pellet usati ... non so se sia tanto o poco, a me non sembravano così esagerati.
    il voler cambiare caldaia è data dal fatto che mi sono un po’ innervosita con il tecnico quando mi ha detto che non si può fare niente, la centralina della caldaia è questa ( tiemme sy250 , ho chiesto anche se qualcuno di voi più esperti conoscesse questa centralina)ma al mio dire sarà meglio cambiar caldaia perché non esiste che nel 2020 una centralina non abbia queste impostazioni basilari , mi risponde ”no signora guardi che è una gran caldaia” non lo metto in dubbio, anche perché ripeto, non ho assolutamente esperienza su biomassa però almeno le centralina ‍♂️

  20. #64
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ho sentito anche il vecchio proprietario; mi ha detto che lo scambiatore lo ha fatto montare solo per un discorso di anticondensa visto che la caldaia a gpl è su un altro impianto e che quando parte o 1 o l’altra le valvole a 3 vie chiudono il passaggio o di una o di in altra.. quindi non comunicano mai tra di loro

  21. #65
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Come faccio a capire se il tiraggio della canna fumaria è troppo?
    io per avere una buona combustione tengo l’aria al minimo (1) e la cloclea a 3 temperatura dei fumi 157/160

  22. #66
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Ma guarda che é cambiabile l'impostazione da centralina, anche il mio camino monta una sys 250 e prima di fargli montare le candelette di accensione funzionava esattamente come la tua caldaia, era il parametro in centralina impostato su fermo pompa invece che su on off.
    Non l'avevi giá risolto questo problema dalle impostazioni?


    Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk

Pagina 3 di 11 primaprima 1234567891011 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. consigli caldaia a biomassa (combinata)
    Da alehammer nel forum Caldaie a Biomassa
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 27-07-2018, 17:07
  2. Consigli per acquisto caldaia a biomassa
    Da edilio giuseppe nel forum Caldaie a Biomassa
    Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 26-11-2017, 19:55
  3. Consigli per istallazione caldaia biomassa
    Da Alex7817 nel forum BIOMASSE
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 10-01-2016, 16:00
  4. Consigli per istallazione caldaia biomassa
    Da Alex7817 nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 10-01-2016, 15:57
  5. caldaia a biomassa consigli per favore
    Da Pietro888 nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 16
    Ultimo messaggio: 12-03-2013, 10:39

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •