Mi Piace! Mi Piace!:  11
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 1 di 2 12 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 20 su 33

Discussione: Consiglio aggiornamento impianto

  1. #1
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito Consiglio aggiornamento impianto



    Vorrei un consiglio su come aggiornare l’impianto, voglio premettere mi trovo sull’isola d’Ischia il gasolio costa circa 1.80 euro a litro ed il pellet 5/5.50 euro a sacchetto da 15 kili la zona dove mi trovo io non è servita dal metano. Le abitazioni da servire sono 2 ed ognuna è di 160 mq circa con 4 bagni (due per abitazione) è un’immobile risalente agli anni 60 quindi non ha un grosso isolamento termico.
    Attualmente ho un vecchio impianto a gasolio (caldaia tregi 4 della riello) risalente ai primi anni 90 con termosifoni in alluminio (sira c600) ed un boiler (marca sicc porcellanato) per la produzione di ACS di 500 litri con un’unica serpentina posta nella parte bassa; i tubi dell’impianto sono in rame .
    Poiché ormai è diventato insostenibile continuare ad usare il suddetto impianto con il gasolio a 1.80 euro al litro, ma in questo momento non posso affrontare grosse spese, mi hanno proposto di passare al pellet mettendo una caldaia Laminox omnia 32 in sostituzione di quella a gasolio il grosso della spesa sarebbe la caldaia poiché l’impianto è già esistente ( quindi si tratterebbe solo di sostituire la caldaia) ed una buona parte della spesa mi verrebbe restituita dal conto termico. Premetto che nella zona dove mi trovo non ci sono molti CAT e normalmente gli idraulici hanno le convenzioni solo sulle marche che vendono i distributori in loco.
    Normalmente il periodo di utilizzo della caldaia per il riscaldamento va da novembre ai primi di marzo il periodo di punta è dicembre febbraio per circa media di 8 ore al giorno (uno/ due ore la mattina e 6/7 ore la sera) mentre per l’ACS l’utilizzo è 12 mesi all'anno
    Tutto ciò premesso gradirei avere dei consigli se possibile non vorrei trovarmi dalla padella nella brace.
    P.S. in futuro vorrei mettere un paio di pannelli solari per l ACS.

  2. #2
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Vorrei un consiglio su come aggiornare l’impianto, voglio premettere mi trovo sull’isola d’Ischia il gasolio costa circa 1.80 euro a litro
    domanda: qual'è il tuo consumo annuo attuale ?
    http://www.erregisas.org/wp-content/...2044703798.jpg
    SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED , riscaldamento a biomassa e PDC
    Scopri e guarda chi sono: www.erregisas.org / 348-8581140


  3. #3
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Solo per ACS almeno 2 litri di gasolio al giorno, almeno 2000/2500 litri di gasolio annui come consumo totale.

  4. #4
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    .... quanto costa a kwh, l' energia elettrica ?

    La termoboiler è un bel prodotto, ma 32 kw di potenza mi sembrano tantini.

    Consumo di pellet in proporzione allo storico di gasolio, potrebbe essere di 50-55 qli anno.



    Una pdc aria acqua, selezionata fra quelle con trattamento specifico per le zone salmastre, potrebbe essere una soluzione alternativa alla caldaia a pellet.

    Considerata la zona, immagino troverai cat per la pdc senza problemi!

  5. #5
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ...

    La vecchia caldaia ha una "portata termica nominale Qn max di 34.80 kw" ed era leggermente sottodimensionata secondo l'ingegnere dell'epoca ma fu scelta per non fare la centrale termica con i VV.FF. (non sono certo di ciò sono passati parecchi anni ma credo che sia stato questo il motivo)
    per quanto riguarda la PDC bisognerebbe cambiare contatore ad oggi i due appartamenti sono serviti ognuno da un contatole da 3kw.
    So di dire una sciocchezza ma il concetto di PDC mi è un pò lontano e non mi ha mai entusiasmato preferisco le soluzioni tradizionali.
    il consiglio sulla termoboiler omnia 32 mi è stato fatto anche perché cercavo un qualcosa con poca manutenzione pulizie al max mensili non ho tempo da poter dedicare alla caldaia,vorrei aggiungerci anche l'alimentatore di pellet per evitare interventi frequenti di ricarica.
    Ultima modifica di scresan; 05-11-2019 a 18:55 Motivo: Eliminato quote. reg.3D del forum.

  6. #6
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao dinippo, come dice scresan perché non valuti la soluzione a pdc?
    Sull'isola d'Ischia la biomassa è davvero una pessima scelta.
    Nella tua zona avrai un ottimo risparmio con la pdc.
    Permettimi solo una battuta, La guerra è finita e oggi l'energia elettrica è la fonte dal minor costo e dal maggior comfort.
    Probabilmente non avrai avuto modo di leggere quanti nella tua stessa situazione passano a riscaldamento con pompa di calore e con poche migliaia di euro di impianto si riscaldano tutto l'inverno con spese davvero basse.
    Togliendo la parte acs ed ipotizzando quindi 2500 litri - 700 litri per acs potresti riscaldarti tutto l'inverno con circa €400 ad appartamento.
    Avendo due contatori potresti mettere anche due pdc separate ed avere la massima efficienza e regolazioni indipendenti una dall'altra.
    Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
    Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

  7. #7
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Chiederò al mio idraulico per la pompa calore anche se è un sistema che non mi convince.
    Solo una domanda: potrò continuare ad usare i vecchi termosifoni o li dovrò cambiare l'impianto era stato progettato per funzionare con acqua riscaldata a 70/80 gradi se non erro, forse più 80 che 70.
    ma come alternativa tradizionale alla caldaia a gasolio cosa mi potete consigliare?

  8. #8
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da dinippo Visualizza il messaggio
    o li dovrò cambiare l'impianto era stato progettato per funzionare con acqua riscaldata a 70/80 gradi se non erro, forse più 80 che 70.
    ma come alternativa tradizionale alla caldaia a gasolio cosa mi potete consigliare?
    una PDC non può funzionare a quella temperatura...... (chiedi cmnq al tuo idraulico, ipotizzo che la risposta sarà uguale)
    qualche modifica devi faral

    se invece non vuoi far modifiche, rispetto al gasolio ti rimane il pellet (usufruendo nel caso il CT2.0 se ti interessa, o la detrazione fiscale)
    http://www.erregisas.org/wp-content/...2044703798.jpg
    SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED , riscaldamento a biomassa e PDC
    Scopri e guarda chi sono: www.erregisas.org / 348-8581140


  9. #9
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da dinippo Visualizza il messaggio
    ...
    Solo una domanda: potrò continuare ad usare i vecchi termosifoni o li dovrò cambiare l'impianto era stato progettato per funzionare con acqua riscaldata a 70/80 gradi se non erro, forse più 80 che 70.
    ...
    Quelle T erano (immagino considerato la zona dove vivi, che non è di certo il polo nord!) necessarie alla caldaia a gasolio (che credo non abbia mai visto un sistema anticondensa!) che soffre (iva ancora di piu' un tempo) la condensa acida che si genera con lo zolfo presente (appunto ora per norma molto piu' basso di 20 anni fa).

    Cioè se facevi lavorare l' impianto a T sotto i 60 gradi, i fumi acidi ti avrebbero sciolto la caldaia come il burro.

    Problemi inesistenti con una pdc, anzi le basse T di lavoro e impianto acceso h24 in modulazione (le pdc arrivano a modulare abbastanza in basso) sono "il modo" per consumare poca EE, ovvero ottenere alti cop con la pdc.

    In conclusione verifica se davvero nei giorni piu' freddi dell' anno la caldaia rimane accesa h24 con T termosifoni a 80 gradi.

    O meglio setta la caldaia a 55-60 gradi (al limite della condensa) e verifica se la casa si riscalda comunque!

  10. #10
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Purtroppo ti anticipo che il tuo idraulico, a meno che non sappia progettare impianti con pdc ti dirà che non è fattibile....
    Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
    Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

  11. #11
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ho parlato con il mio idraulico, lui è propenso ad una pompa calore,ma i miei dubbi restano dovrei aumentare la potenza del contatore o installarne un'altro (ho bisogno di 30/35kw) la casa non è particolarmente efficiente al livello termico (mancanza di doppi vetri, infissi in legno, radiatori, impianto centralizzato, ecc). In alternativa mi ha proposto di installare una caldaia a pellet e mi ha consigliato una dielle freedom. qualcuno ha esperienze con queste caldaie? sono valide? hanno bisogno di parecchia manutenzione ordinaria (tipo pulizia ceneri?
    Grazie per le eventuali risposte.

  12. #12
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ma come 30-35kw??? Parli di potenza termica immagino.
    Comunque mettendo una pdc per ogni appartamento probabilmente basta portare a 6kw entrambi i contatori e sei a posto.
    Ripeto ad Ischia è davvero un peccato mettere ancora il pellet o altro.... Domani invece del solare termico metti qualche kw di fotovoltaico e abbatti i costi davvero.
    Il pellet non te lo rimborsa nessuno, mentre l'energia elettrica si.
    Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
    Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

  13. #13
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da dinippo Visualizza il messaggio
    In alternativa mi ha proposto di installare una caldaia a pellet
    sai che se installi pellet, un puffer dimensionato è altamente consigliato, sempre.
    la biomassa non è per tutti........ ma per alcuni si

  14. #14
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    si per 35kw intendo la potenza termica credo, da quel che ho letto sui forum di energeticambiente, che ci voglia una pompa calore da 10/11kw . Dopo nottate insonni passate a leggere il forum sulle pompe calore mi sono reso conto della bontà e della convenienza di questo sistema anche se per via delle caratteristiche del mio vecchio impianto probabilmente una buona parte dei vantaggi scompaiono, anche il mio installatore che mi ha proposto la pompa calore, la considera (allo stato attuale) una soluzione tampone fino all'arrivo del metano previsto tra 4/5 anni. Qualcuno di voi ha sentito parlare di caldaie dielle?

  15. #15
    Gianfranco59
    Ospite

    Predefinito

    Al momento , valutata la zona dove risiedi che è piuttosto mite, la pompa di calore è la soluzione ottimale in termini di benessere e costi.

  16. #16
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Di nippo io vengo dal pellet e pensa che qui ho già toccato i 0 gradi ora mentre scrivo sono a 4 e ti assicuro che la mia 70m lavora nemmeno a metà potenza la stufa a pellet è una 14kw con 10.8 all'acqua ora una pdc da 7kw termici nominali tiene tranquillamente testa all'impianto ho casa con caldo molto uniforme perchè è accesa h24 prima la notte la stufa per paura la spegnevo qualche ora, poi cenere da levare polvere nera dappertutto nonostante compravo pellet autriaco dinplus dei migliori roba da 5 € per carità il pellet mi ha salvato per molti anni perchè prima scaldarsi era impossibile avevo GPL ma finalmente avere una temperatura omogenea non camalarsi quei sacchi di pellet, certo la stufa va curata come un figlio e darà ottime soddisfazioni se vieni dal gasolio ma con le nuove pdc non c'è storia poi con i soldi di un puffer cambi i radiatori almeno questa è la mia opinione.
    con i consumi di novembre cui posso già fare un paragone senza considerare il fotovoltaico sono nettamente inferiori certo andando con temperature basse il consumo diventa equivalente ma considerando il costo stagionale vince la pdc a mani basse se poi ci metti anche un impiantino fotovoltaico non ci sono storie neanche a stare a parlarne.
    ricordo i miei timori nel passaggio ma nel forum c'è gente preparata che considero meglio di molti ingegneri certo anche li ci sono i mariucci ingegneri che magari ti fanno installare un impianto con puffer megagalattici pompe di rilancio perchè si devono parare il c**o ed effetivamente non guardano al risparmio ed efficenza ma vogliono solo stare TRANQUILLI che il sistema riuscirà a dare tutta l'energia che ti serve, il risultato sono impianti che lavorano male sovradimensionati. quindi occhio

  17. #17
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Io arrivando dalla legna, super economica, salto il pellet per una evntuale Pdc. O rimango nel metano
    Un pianeta migliore è un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso.
    Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. John Belushi.

  18. #18
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    se hai metano lascerai stare il pellet per consumi da abitazione classica il risparmio rispetto a metano è esiguo, se invece hai un castello allora se ne può parlare perchè aumentano proporzionalmente i numeri in gioco,
    poi dipende se hai un sistema di riscaldamento a bassa Temperatura o alta temperatura.
    se hai bassa temperatura con la pdc risparmi sicuro, se hai anche fotovoltaico con ssp allora ti dico domani vai a comprarti una pdc.

  19. #19
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Casa 700+ metri cubi
    Cappotto fatto da due mesi
    Impianto a radiatori con 25+ Kw di elementi installati Dt 50
    Climatica regolata da 30 a 48 con temp di progetto 0 gradi
    Lo scorso inverno mai superati 50 gradi di mandata senza cappotto, adesso con 4 gradi esterni siamo a 36/37 di mandata, con locali a 21
    Interni sempre a 20/21
    Fotovoltaico dal 2009, gia 100% in autoconsumo, possibilita di aumento potenza fino6 Kw

    2019 anno di transizione per "vedere" consumi reali dopo cappotto, tutto inverno a metano per decidere cosa fare, Pdc in programma......................
    Un pianeta migliore è un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso.
    Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. John Belushi.

  20. #20
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da dinippo Visualizza il messaggio
    si per 35kw intendo la potenza termica credo, da quel che ho letto sui forum di energeticambiente, che ci voglia una pompa calore da 10/11kw .
    Esatto

    Quote Originariamente inviata da dinippo Visualizza il messaggio
    per via delle caratteristiche del mio vecchio impianto probabilmente una buona parte dei vantaggi scompaiono, anche il mio installatore che mi ha proposto la pompa calore, la considera (allo stato attuale) una soluzione tampone fino all'arrivo del metano previsto tra 4/5 anni.
    Scompaiono mi sembra esagerato..... pdc vince sempre e comunque su tutto il resto poi ad Ischia ripeto nemmeno a parlarne anche su termosifoni
    Se vai con pdc il metano lo lasci usare a chi vuole spendere di più.
    Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
    Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

  21. RAD
Pagina 1 di 2 12 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Aggiornamento impianto con caldaia a pellet
    Da Suk nel forum Caldaie a Biomassa
    Risposte: 33
    Ultimo messaggio: 14-03-2019, 17:44
  2. aggiornamento parcelle progettazione impianto FTV sino a 19,9 kWp
    Da DRK nel forum Aspetti economici e bancari
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 22-02-2019, 18:29
  3. Aggiornamento impianto
    Da zorro73 nel forum Solare TERMICO
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 29-09-2017, 22:47
  4. Aggiornamento impianto di una vecchia casa
    Da Gil1932 nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 10-08-2016, 11:14
  5. aggiornamento A70 per impianto >50kW in MT
    Da Nik77 nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 02-03-2013, 19:17

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •