Mi Piace! Mi Piace!:  4
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 1 di 2 12 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 20 su 31

Discussione: Caldaia Pellet Nordica HP30 temperatura bassa ai radiatori

  1. #1
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito Caldaia Pellet Nordica HP30 temperatura bassa ai radiatori



    Buonasera,
    sono possessore di una caladaia pellet nordica hp30 (con valvola anticondensa), collegata a un gruppo della emmeti (in basso la foto) per dividere i due piani e un vaso d'espansione aggiuntivo. La caldaia può lavorare da 65 a 80°, attualmente è a 68 ma più di 65° l'acqua non arriva dal display della caldaia, mentre in ingresso al gruppo dal manometro non leggo più di 55° mentre sui ritorni il piano di giù ritorna a 46° mentre quello di sopra a 50°. La pompa della stufa è come quella del gruppo ed è impostata alla massima potenza, anche quelle del gruppo sono impostate al massimo. Tutti i radiatori sono caldi sopra e freddi sotto, quelli del piano di sotto non hanno valvole termostatiche quelli di sopra si ma aperte al massimo. Tutto questo è normale?non dovrei avere i radiatori caldi uniformemente? l'uscita dell'acqua non dovrebbe essere 65°?

    Grazie in anticipo a tutti
    emmeti.png

  2. #2
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    "forse" c'è da invertire mandata con ritorno sui collettori.
    ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

  3. #3
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Ma la caldaia funziona alla massima potenza? oppure va in modulazione?

    Setta per prova la caldaia a 72 gradi

    Setta i circolatori a velocità 2 o media velocità se elettronici.

    Vediamo cosa succede.

    Secondo me con setpoint della caldaia a 68 °C potrebbe essere che la caldaia lavori in modulazione già a 65° e la limitata potenza le impedisce di portare a regime l' impianto.

    Sul collettore fra il compensatore dove arrivano i tubi della caldaia e il collettore dove sono collegati i due circolatori, avrei interposto (se esiste) una valvola che limiti la T a 50-60 gradi dell' acqua verso i termosifoni.

  4. #4
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Lucas2 Visualizza il messaggio
    "forse" c'è da invertire mandata con ritorno sui collettori.
    Guardando tutti gli schemi idrauilici della caldaia e del collettore, mandata e ritorno sono collegati correttamente

    Quote Originariamente inviata da scresan Visualizza il messaggio
    Ma la caldaia funziona alla massima potenza? oppure va in modulazione?

    Setta per prova la caldaia a 72 gradi

    Setta i circolatori a velocità 2 o media velocità se elettronici.

    Vediamo cosa succede.

    Secondo me con setpoint della caldaia a 68 °C potrebbe essere che la caldaia lavori in modulazione già a 65° e la limitata potenza le impedisce di portare a regime l' impianto.

    Sul collettore fra il compensatore dove arrivano i tubi della caldaia e il collettore dove sono collegati i due circolatori, avrei interposto (se esiste) una valvola che limiti la T a 50-60 gradi dell' acqua verso i termosifoni.
    La caldaia una volta che arriva a 65° va in modulazione scendendo da potenza 5 a potenza 3. Setterò a 72 gradi oggi così vediamo cosa succede.

    I circolatori sono entrambi a potenza 6, prima erano a velocità costante poi ho provato a diminuirli con piano terra alla minima e primo piano a metà ma il risultato non è cambiato. Adesso ho impostato di nuovo alla massima entrambi ma a velocità variabile che si regolano loro in base alla pressione (così ho letto sulla scheda tecnica)

    Tra caldaia e collettore c'è solo la valvola anticondensa a 55°, stasera faccio le foto dell'impianto così da capire meglio.

    Grazie per le celeri risposte

  5. #5
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    evidentemente la portata dei tubi dalla caldaia al collettore non è sufficiente per le 2 zone. di conseguenza i termo saranno caldi sopra e freddi sotto.. magari la vac, poi, potrebbe avere un kvs basso insufficiente per garantire la portata necessaria.. un puffer risolverebbe il problema compensando il fabisogno..
    Caldaia red compact 24 easy clean - Termocamino 30 kW - puffer 1300 Lt., scambiatore 40 + 12 piastre acs - centralina climatica HCC5 Sorel - zona climatica "C" - 1384 gradi giorno - Uw infissi zona C, 2.6W/m2K - casa 360 MC - temperatura interna 22° h 18/24..

  6. #6
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da jack-vc09 Visualizza il messaggio
    I circolatori sono entrambi a potenza 6,
    quanti kvs hanno di portata alla max velocità?


    Tra caldaia e collettore c'è solo la valvola anticondensa a 55°
    quanti kvs ha di portata?
    la biomassa non è per tutti........ ma per alcuni si

  7. #7
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Buonasera,
    andando per ordine:
    * Caldaia impostata a 72° accesa dalle 15.00 dopo circa 3 ore e mezza di utilizzo la temperatura sulla caldaia oscilla tra 67 e 68° con potenza massima senza andare in modulazione. La temperatura sul collettore è di circa 62°
    *Per i kvs quelli della pompa faccio difficolta a capire, per questo vi allego le schede tecniche:
    -> Valvola anticondensa Dropbox - ST-132-133-Valvola-Anticondensa-ITA.pdf - Simplify your life
    -> Pompe circolatori Dropbox - user-manual-yonos-para-it-.pdf - Simplify your life

    allego qualche foto dell'impianto i tubi della caldaia e la valvola sono da 1"
    IMG_9195.JPGIMG_9196.JPGIMG_9197.JPGIMG_9198.JPGIMG_9199.JPG

  8. #8
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    ma i termo hanno scaldato uniformemente o sempre lo stesso problema..?

    si la vac è ok. 9 Kvs..
    Caldaia red compact 24 easy clean - Termocamino 30 kW - puffer 1300 Lt., scambiatore 40 + 12 piastre acs - centralina climatica HCC5 Sorel - zona climatica "C" - 1384 gradi giorno - Uw infissi zona C, 2.6W/m2K - casa 360 MC - temperatura interna 22° h 18/24..

  9. #9
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Hai qualche "strozzo" sulle linee, ma alla fine era una questione di logica di funzionamento.

    La caldaia arriva alla T di setpoint e va in modulazione (abbassa la potenza) e la rialza solo se la T va sotto di un tot gradi (spesso 3 gradi)

    Nel tuo caso non riusciva ad andare sotto la soglia affinchè la logica della centralina la riportasse a piena potenza.



    In compenso per una serie di motivi (portata anello caldaia limitato dalle molte curve delle linee e ad occhio dai raccordi a pressare dei due pezzi di multistrato, e altro lato da quei cannotti in ottone cromato utilizzati per installare i termometri per le due linee di riscaldamento...)

    le T di lavoro risultano nella norma.

    Se diminuisci la velocità del circolatroe della caldaia lasciando in essere quelli dei due piani, potresti ottenere valori ancora migliori, ovvero:

    T di lavoro della caldaia intorno ai 70-75 gradi (al limite aumenti ancora un pochino la T di setpoint)
    T di lavoro dei termosifoni intorno ai 50-55 gradi.

    Le T piu' basse dei termosifoni ti aumentano il confort in casa, ma con piu' ore di funzionamento (migliore distribuzione del calore nell' arco della giornata, senza on-off e termosifoni troppo caldi, alzano piu' polvere e danno sensazione di secchezza ...)

    I consumi rimangono gli stessi, ovvero migliorano in quanto la parte di calore irraggiata dei termosifoni (rispetto a quella per convenzione) sarà maggiore!

  10. #10
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da aldo55 Visualizza il messaggio
    ma i termo hanno scaldato uniformemente o sempre lo stesso problema..?

    si la vac è ok. 9 Kvs..
    I termosifoni hanno scaldato più uniformemente

    Quote Originariamente inviata da scresan Visualizza il messaggio
    Hai qualche "strozzo" sulle linee, ma alla fine era una questione di logica di funzionamento.

    La caldaia arriva alla T di setpoint e va in modulazione (abbassa la potenza) e la rialza solo se la T va sotto di un tot gradi (spesso 3 gradi)

    Nel tuo caso non riusciva ad andare sotto la soglia affinchè la logica della centralina la riportasse a piena potenza.



    In compenso per una serie di motivi (portata anello caldaia limitato dalle molte curve delle linee e ad occhio dai raccordi a pressare dei due pezzi di multistrato, e altro lato da quei cannotti in ottone cromato utilizzati per installare i termometri per le due linee di riscaldamento...)

    le T di lavoro risultano nella norma.

    Se diminuisci la velocità del circolatroe della caldaia lasciando in essere quelli dei due piani, potresti ottenere valori ancora migliori, ovvero:

    T di lavoro della caldaia intorno ai 70-75 gradi (al limite aumenti ancora un pochino la T di setpoint)
    T di lavoro dei termosifoni intorno ai 50-55 gradi.

    Le T piu' basse dei termosifoni ti aumentano il confort in casa, ma con piu' ore di funzionamento (migliore distribuzione del calore nell' arco della giornata, senza on-off e termosifoni troppo caldi, alzano piu' polvere e danno sensazione di secchezza ...)

    I consumi rimangono gli stessi, ovvero migliorano in quanto la parte di calore irraggiata dei termosifoni (rispetto a quella per convenzione) sarà maggiore!
    La caldaia ha la stessa pompa dei circolatori e anche quella è al massimo, la porto alla metà?
    Il set point della caldaia ok nel settarlo, ma quella di lavoro dei termosifoni come faccio?

  11. #11
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da jack-vc09 Visualizza il messaggio
    La caldaia ha la stessa pompa dei circolatori e anche quella è al massimo, la porto alla metà?
    Il set point della caldaia ok nel settarlo, ma quella di lavoro dei termosifoni come faccio?
    si quello della caldaia fai la prova di abbassarlo gradualmente fino a trovare il giusto set, tanto hai un separatore/compensatore sul collettore che regola i flussi..

    per la T dei termosifoni dovresti installare una miscelatrice regolabile. questa ti permette di impostare una T variabile, es. 50° inverno e 45° mezze stagioni.. ma non ne sono molto convinto, in quanto con caldaia diretta si rischia che lavori sempre a potenze basse se non sempre o quasi in modulazione, con conseguente sporco della camera di combustione e rese inferiori.. con puffer questo era altro discorso, anche in climatica con ulteriori benefici..ma..
    Caldaia red compact 24 easy clean - Termocamino 30 kW - puffer 1300 Lt., scambiatore 40 + 12 piastre acs - centralina climatica HCC5 Sorel - zona climatica "C" - 1384 gradi giorno - Uw infissi zona C, 2.6W/m2K - casa 360 MC - temperatura interna 22° h 18/24..

  12. #12
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da jack-vc09 Visualizza il messaggio
    I termosifoni hanno scaldato più uniformemente



    ... la porto alla metà?

    Il set point della caldaia ok nel settarlo, ma quella di lavoro dei termosifoni come faccio?
    Si prova a metà (anche se essendo elettronica cambierà poco)

    Quella dei termosifoni non puoi controllarla se non come detto all' inizio interponendo una valvola miscelatrice ....

    Se la portata del circolatore della caldaia diminuisce, vedrai che a parità di settaggi la T di mandata verso i termosifoni diminuisce in proporzione.

    Fai delle prove.

    Come sempre detto:

    1- T caldaia a biomassa piu' alta possibile
    2- T termosifoni piu' bassa possibile (tanto da tener calda la casa)
    3- Tempo di utilizzo durante le 24 ore del riscaldamento maggiore possibile.

  13. #13
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    scusa scresan.. come fa a tenere caldaia più alta possibile con miscelatrice h24 magari tarata a 40/45°.. sarà permanentemente in modulazione una volta raggiunta la T di set della caldaia..considerando anche che la caldaia ha una potenza minima di 9 kW..
    Caldaia red compact 24 easy clean - Termocamino 30 kW - puffer 1300 Lt., scambiatore 40 + 12 piastre acs - centralina climatica HCC5 Sorel - zona climatica "C" - 1384 gradi giorno - Uw infissi zona C, 2.6W/m2K - casa 360 MC - temperatura interna 22° h 18/24..

  14. #14
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Io ho capito come potrebbe fare............................
    Calaia settata a 75
    Circolatore primario che alimenta il separtore settata a meta velocita
    Circolatori impianto a piena potenza
    La caldaia andra in modulazione, ma sempre a 75 gradi
    Al separatore arriva tot acqua a 75 gradi
    Le due pompe necessitano di almeno il doppio e si riprenderanno fluido dal ritorno del proprio circuito, il separatore serve anche a questo, il risultato sara la temperatura piu bassa ai radiatori
    Il difficile è trovare il punto di equilibrio, senza miscelatrice

    P.s. i produttori si vantano delle capacita di modulazione delle caldaie, allora facciamole "modulare" no??
    Un pianeta migliore è un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso.
    Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. John Belushi.

  15. #15
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    certo.. il problema è che la stagione invernale non è fatta solo di gennaio e febbraio.. cosa succede se la casa ad un certo punto chiede meno della potenza minima (in questo caso 9 kW) della caldaia..
    magari andrà bene in un periodo e in altri no.. poi non saprei..
    Caldaia red compact 24 easy clean - Termocamino 30 kW - puffer 1300 Lt., scambiatore 40 + 12 piastre acs - centralina climatica HCC5 Sorel - zona climatica "C" - 1384 gradi giorno - Uw infissi zona C, 2.6W/m2K - casa 360 MC - temperatura interna 22° h 18/24..

  16. #16
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Come fa una caldaia a metano........................si ferma
    Non il massimo..........................ma di cose strane è pieno il mondo
    Il 70% delle caldaie a pellet funziona cosi eh!!!. Noi siamo perfezionisti, ed è bene, ma basta girare un po e ti accorgi del casino che esiste
    Un pianeta migliore è un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso.
    Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. John Belushi.

  17. #17
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Io per far lavorare la caldaia su temperature alte l'ho settata al minimo, con impianto a 3 zone dove le relative pompe le ho settate a metá, e ho trovato una sorta di equilibrio tra mandata caldaia e riscaldamento.
    Ho dovuto tribolare un pò perché il puffer Consolar devia tramite flangia la mandata caldaia dritta sulla mandata riscaldamento, mettendo la pompa caldaia al minimo svuota più tardi la sua acqua facendola scaldare di più e arrivando facilmente a 70, calando automaticamente la potenza fino a 75 dove poi modula.
    Certo, ho comunque il vantaggio di sfogare il surplus sul puffer, con un separatore idraulico é difficile da farsi specie se si manda ai riscaldamenti acqua a 30 gradi di meno

    Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk

  18. #18
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    io già stavo chiamato il CAT che credevo fosse un problema della caldaia.. provo ad abbassare la velocità pompa della caldaia per cercare l'equilibrio che sicuramente da quanto ho capito non sarà facile..
    visto che ne sono passati di idraulici ma senza il risultato ottenuto..secondo voi c'è da fare qualche modifica all'impianto?

    Grazie

  19. #19
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Chi fa partire e quando la caldaia?

    Se i crono di zona, ne hai 2? uno per piano?

    Chi fa partire i circolatori dei piani? I crono? ed in seguito parte la caldaia?

    Quando si spegne qual' è la sequenza (la logica?)

  20. #20
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    inoltre, l'elettronica dopo tot di tempo che modula fa spegnere la caldaia oppure no..? ha intervalli di tempo impostabili o fissi..?
    Caldaia red compact 24 easy clean - Termocamino 30 kW - puffer 1300 Lt., scambiatore 40 + 12 piastre acs - centralina climatica HCC5 Sorel - zona climatica "C" - 1384 gradi giorno - Uw infissi zona C, 2.6W/m2K - casa 360 MC - temperatura interna 22° h 18/24..

  21. RAD
Pagina 1 di 2 12 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Caldaia nordica extraflame HP30 errore serbatoio vuoto
    Da jack-vc09 nel forum Caldaie a Biomassa
    Risposte: 7
    Ultimo messaggio: 09-11-2019, 09:45
  2. Caldaia nordica extraflame hp30 non arriva al setpoint
    Da jack-vc09 nel forum Caldaie a Biomassa
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 12-03-2019, 10:45
  3. Problematica settaggio Caldaia Nordica HP30 EVO
    Da mirco1965 nel forum Caldaie a Biomassa
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 07-02-2019, 21:24
  4. Impianto radiatori a bassa temperatura.
    Da das873 nel forum Caldaie a Gas (metano-GPL)
    Risposte: 23
    Ultimo messaggio: 17-02-2017, 09:14

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •