Mi Piace! Mi Piace!:  16
NON mi piace! NON mi piace!:  1
Grazie! Grazie!:  38
Pagina 29 di 30 primaprima ... 915161718192021222324252627282930 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 561 a 580 su 581

Discussione: impostazione caldaia

  1. #561
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito



    ok...domani provo.
    Due domande...
    1 alzo la temperatura dell'acqua di mandata? da 38 a 40...o salgo anche di+?
    2 ho notato che in questi giorni lavorando a 38 gradi di mandata, la caldaia ha una pressione di 1.3
    Normale o devo far salire anche quella, e può influire sull'arrivo scarso verso i termosifoni al piano superiore?

  2. #562
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    No la pressione lasciala stare.

    Fai una cosa per volta, se non hai freddo in casa al momento non ti serve alzare ma devi solo cercare di distribuire meglio il calore, per questo devi aprire al massimo nella stanza più fredda e chiudere in quelle più calde.

    Se invece inizi ad aver freddo alza un po’ (oltre ad agire sui termi).

    La climatica.... mi raccomando.... altrimenti stiamo parlando per niente.
    PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

  3. #563
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    "La climatica.... mi raccomando.... altrimenti stiamo parlando per niente."
    Non ho capito che vuoi dire?

    Siccome ieri sera era tardi e non mi andava di agire sui termosifoni con chiavette varie...ho fatto un'altro esperimento...ho provato a lasciare acceso per tutta la notte così da simulare gli h24. Oggi però rispetto a ieri fuori faceva meno freddo...un mare di nebbia e umidità, ma più caldo.
    La temperatura che era ormai salita non è mai scesa sotto ai 21 gradi al primo piano in zona termostato, e a metà giornata è arrivata anche a 22, tenuti fino a poco fa che ho spento. Al piano superiore il solito grado di scarto in meno. Devo provare con la regolazione dei termosifoni.
    Confort in casa molto buono...ad eccezione del famoso bagno con l'ultimo termosifone...si fa per dire perché stavano poco meno di 20 gradi ance li. Nel
    letto era bello caldo, forse anche troppo.

    Ho letto il contatore ieri alle 23 e ho ricontrollato alle 23 di oggi...meno di 8mc...7,74
    In proporzione alle ore, per ogni ore s'è abbassato il consumo...da circa 0,36 se acceso per 15 ore a 0,28/0,30 se usato h24...tenendo però presente come dicevo che oggi era più caldo e avrà influito.

  4. #564
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Che vuol dire "climatica": mi riquoto....

    Quote Originariamente inviata da sergio&teresa Visualizza il messaggio
    Informati sulla possibilità di aggiungere la sonda climatica esterna, per regolare la T di mandata in base a quanto fa freddo fuori, nella tua situazione è la soluzione giusta.
    Quote Originariamente inviata da sergio&teresa Visualizza il messaggio
    informati sulla possibilità di mettere la sonda esterna per far regolare alla caldaia la T di mandata a seconda della T esterna.

    A quel punto il termostato lo puoi mettere anche a 30 gradi.....

    Anzi, potresti metterlo a 30 gradi anche adesso e vedere se comunque la T in casa non sale.

    Il fatto che la casa inizia a non scaldare con mandata 38 è che adesso fa freddo e probabilmente 38 inizia ad essere troppo poco. Dovresti alzare un po’. Ecco perché devi mettere la sonda esterna.... così ci pensa la caldaia ad alzare quando fa freddo e abbassare quando fa caldo.
    Si chiama "regolazione climatica della T di mandata", oggi i generatori si regolano così, non più on-off con termostato.
    PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

  5. #565
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ragazzi alla fine ho risolto cambiando termostato e montando un Fantini Cosmi CH115 e ora la caldaia va da dio senza le continue accensioni. I 17 gradi che mi segnava quello a rotella in realtà erano 22. Probabilmente il motivo delle continue accensioni era proprio questo.

  6. #566
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Adesso è chiaro...e hai ragione mi sa che la sonda serve.
    Va bene una qualunque o ne serve un tipo specifico? Su che prezzi siamo? Istallarla è semplice?

    L'altra notte ho spento e come al solito è partito stamattina. Durante la notte la temperatura è scesa poco, perché all'esterno le temperature sono salita, infatti oggi in casa faceva un po caldo, e in serata in zona termostato la temperatura è addirittura salita a 23...un po troppo...nonostante i termo tiepidi, il caldo si sentiva. Ho abbassato il termo a 22 cosi da spegnere.
    Grazie alle temperature esterne anche i consumi sono un po calati...con le solite 15 ore (8:30 - 23-30), 4,711 mc

    In attesa di trovare domani il tempo per farmi il giro di tutti i radiatori e regolare il ritorno, ho momentaneamente abbassato la temperatura di mandata da 38 a 36...domani dovrebbe essere relativamente caldo come oggi, e forse scendendo a 36 gradi la temperatura si fermerà ai 21/22 max. vedremo.

  7. #567
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Per la sonda consulta il manuale della caldaia e parla con il tuo centro assistenza, avrai fatto la prova fumi no?
    PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

  8. #568
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    chiedevo per capire quanto si può spendere per una sonda...così da poter valutare l'acquisto già quest'anno...e capire se potevo montarla da solo o con l'ausilio del tecnico, e quanto mi prende!!
    Se la spesa non è da poco mi tocca rimandarla...

    Giornata direi calda...ho abbassato a 35 e messo il termostato a 22 perché pensavo basasse.
    Che vi devo dire, verso l'ora di pranzo è arrivato a 22 e si è staccato, mi è toccato rimettere a 23.

    Cosa non so se strana...
    35 acqua di mandata e 42 quella sanitaria. Dopo la doccia, uscendo sono passato davanti alla caldaia e sul disply da il valore della temperatura in quel momento...era a 38...ha influito la doccia o va sempre un po più su della mandata??
    Pressione a 1,2...non è un po bassa? O normale visti i 35 impostati?
    Non credo ci siano perdite, i radiatori sembrano apposto, e anche a livello di rumori nei muri per la presenza di eventuali bolle se ne sentono pochissimi, e solo a impianto spento.

  9. #569
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    La pressione va bene, una volta che sta tra 1 e 1.5 va bene.

    La sonda è una spesa contenuta, qui sul forum c’è chi l’ha presa e montata in fai da te, ma è una settimana che ti dico di informarti...... prima di fasciarti la testa rompila..... lo stai vedendo da te che ti serve, altrimenti stai sempre a smanettare sulla mandata.

    Normale che al termine dell’erogazione Acs la mandata sia un po’ più alta, lo scambiatore è lo stesso.... quindi se è caldo la mandata si alza per qualche minuto.
    PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

  10. #570
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Salve,

    ho fatto installare a maggio una caldaia a condensazione, termostato modulante, sonda esterna e valvole termostatiche sui vecchi termosifoni. Ho scelto la curva 1.2 per la regolazione climatica. Mi trovo bene per il momento.
    Quello che volevo capire è in base a cosa s'imposta l'influenza dell'ambiente e come funziona.
    Se in base alla curva a 0° esterni rilevati dalla sonda la caldaia manda l'acqua a 54° cosa cambia se io metto influenza ambiente al 50%, 20% o zero? E in base a cosa scelgo il valore da immettere?

  11. #571
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ci sarà scritto sul manuale...? A naso dovrebbe essere che se metti un numero elevato, ci sarà una grossa variazione della T di mandata rispetto a quella risultante dalla curva climatica, data dalla differenza tra la T impostata sul termostato e la T misurata. Più basso metti il valore, minore dovrebbe essere la variazione. Se lo metti a zero dovrebbe seguire la climatica.
    PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

  12. #572
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da sergio&teresa Visualizza il messaggio
    Ci sarà scritto sul manuale...? A naso dovrebbe essere che se metti un numero elevato, ci sarà una grossa variazione della T di mandata rispetto a quella risultante dalla curva climatica, data dalla differenza tra la T impostata sul termostato e la T misurata. Più basso metti il valore, minore dovrebbe essere la variazione. Se lo metti a zero dovrebbe seguire la climatica.
    Ti riporto tutto quanto scritto nel manuale (sensys di Ariston) a riguardo.
    "L'influenza della sonda ambiente è regolabile tra 20 (max influenza) e 0 (influenza esclusa). In questo modo è possibile regolare il contributo della temperatura ambiente nel calcolo della temperatura di mandata"
    Ho impostato a 4 la sonda ambiente senza però capire come funziona e se è una scelta corretta.

    Se metto 0 funziona con la climatica. E fin qui ci sono.
    Il mio termostato è impostato per 19 di giorno e 18 di notte e la temperatura ambiente è sempre vicina a quella desiderata tranne naturalmente nella fase di passaggio notte/giorno dove la differenza arriva a 1,1 gradi. Se ho capito bene il tuo ragionamento dovrei mettere un'influenza sonda ambiente bassa. Se invece avessi messo temperatura desiderata di notte 15 avrei dovuto aumentare l'influenza della sonda ambiente. E' così?

  13. #573
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Preso da qui Pompe di Calore Ariston Nimbus 2017 io ho la PDC , quel numero tra 0 e 20 di influenza ambientale sono i gradi che aggiunge alla mandata , per ogni grado di differenza tra set e misurata , se ho la la ambiente inferiore al set , in pratica serve ad accelerare la rimessa a regime della T ambiente , quando c'è stato uno spegnimento anche notturno...
    jn pratica una volta trovata un regolazione climatica che mi tiene perfettamente il set di 20° per esempio , se per qualche ragione faccio scendere ambiente (tipo vacanze , apertura finestre , etc) non riuscirò mai a riportare a 20° , serve un altro parametro che mi innalzi mandata per il tempo che riporto a 20° altrimenti uno è sempre a smanettare su e giu....

    Se metto influenza proporzionale a 4 , e la climatica ha una mandata di 50 , se ho 20 e ambiente 19 mandata =54, se ho 18 mi mandata 58 , e via , io ho capito così..... via via che avvicini al set l'influenza si riduce e si raggiunge equilibrio , altra cosa non riportata nel manuale è che per ogni grado di differenza di set dai 20 , aggiunge o toglie quel grado dalla climatica ....

  14. #574
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito impostazione caldaia

    Sempre funziona con la climatica, solo che se metti quel parametro ad un numero diverso da zero la caldaia varia la T mandata che la climatica imposterebbe di una quantità che varia a seconda:
    a) della differenza di temperatura tra setup e T rilevata in casa,
    b) del parametro impostato

    Se non hai grosse variazioni della T in casa quel parametro dovrebbe essere abbastanza ininfluente: in pratica indipendentemente da quello che scegli avrai sempre una piccola variazione rispetto alla climatica impostata.

    Se abbassi molto il setup notturno, alla ripartenza del mattino invece potresti aver bisogno di una mandata più allegra se la casa disperdesse molto e quindi ti trovassi con una T rilevata molto diversa dai 19 impostati, e quindi ti converrebbe aumentare quel parametro.

    Insomma... dipende più da come si comporta la casa che dal setup sul termostato.
    PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

  15. #575
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Grazie ad entrambi per le risposte. Ho le idee più chiare. Mi leggerò la discussione segnalata con calma.

  16. #576
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Non tutta la discussione , ma da dove ti ho linkato , il messaggio #3763

  17. #577
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Aggiornamento...
    Sono stato fuori per lavoro e alla fine non sono ancora riuscito a "bilanciare" l'afflusso di acqua nei radiatori regolando le valvole di ritorno...
    Proprio perché sapevo di non esserci, e visto che era previsto un deciso calo delle temperature, ho lascito tutto come stava (mandata a 35 gradi) per h24...alzando solo il termostato ambiente a 25 per non far staccare.
    Ho chiesto di controllare ogni tanto la temperatura rilevata, che ha oscillato tra i "soliti" 21-22 in zona termostato, vicino ai primi termo.
    Nelle altre stanze ovviamente un po più bassa. Ma si stava bene. Solo il solito bagno un po di fresco percepito.
    Consumo h24 6,60mc
    Pressione caldaia scesa a 1,2 bar

    Devo assolutamente trovare il tempo per regolare il ritorno delle valvole in basso dei termo (quelle del ritorno) così da bilanciare. Poi informarmi anche sulla sonda per esterno.
    Sto temporeggiando in attesa di aver un po di tempo perché è una vita che queste valvole non vengono adoperate, e su alcune c'è anche del deposito calcareo...ho paura che muovendole magari iniziano a perdere e poi devo chiamare l'idraulico per risolvere...quindi devo essere libero per esserci in casa. Comunque è una cosa da fare.
    Posso fare il tutto con impianto in funzione? O devo fermarlo?

  18. #578
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Puoi fare tranquillamente con impianto in funzione, anzi è pure meglio perchè puoi verificare immediatamente se chiudere un po' i termi può causare fastidiosi fischi (in quel caso riapri un po'). Per regolare, per ogni termo conta i giri che il detentore fa da completamente aperto a completamente chiuso, e poi regola l'apertura a seconda delle T che stai ottenendo in casa, aprendo progressivamente di più man mano che vai verso la stanza più fredda, dove il termo dovrà stare tutto aperto.
    PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

  19. #579
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito Consigli su impostazione caldaia a condensazione

    Ciao a tutti, innanzi tutto mi presento, sono Simone e scrivo da Moncalieri.
    Ho bisogno del vs aiuto.
    Ho ristrutturato da poco la mia abitazione a Moncalieri (provincia di Torino), una casa su 2 livelli di circa 170 mq e affidai i lavori ad una ditta che mi ha installato una caldaia a condensazione (Fondital Formentera KC28) per gestire acqua calda e riscaldamento a pavimento.
    Fino a pochi giorni fa, vuoi perchè la temperature fosse più alta, si stava discretamente bene, in questi gg che fa più freddo ho alzato la T di mandata per gradi, fino a 30. Ma continuiamo ad avere freddo al piano di sopra. Ammetto che sul tetto la coibentazione non è delle più recenti (è un lavoro che mi sono riservato di fare più avanti), ma i pavimenti sono più freddi rispetto al piano di sotto e di notte ne risentiamo particolarmente.
    Consumi attuali: circa 8-9 kw/giorno... ma avendo spesso freddo...
    Non ho al momento valvole di zona, nè termostati, perchè chi mi ha installato la caldaia suggeriva un funzionamento costante per evitare spegnimenti che avrebbero poi generato consumi eccessivi (mi chiedo... raggiunta la temperatura ideale deve necessariamente spegnersi??)
    Il piano di sopra non è "chiuso", nel senso che è comunicante con quello di sotto dalla scala, per cui sicuramente anche questo non mi aiuta a tenere caldo al piano di sopra, ma magari sbaglio...
    Entro un paio di giorni l'idraulico dovrebbe fare un sopralluogo per controllare flussimetri e quant'altro, ma vorrei gentilmente avere il vostro punto di vista su cosa sia meglio per me con quello che ho adesso.
    Inoltre, come vedreste l'abbinamento di una termostufa (o idrostufa) a pellet alla caldaia a condensazione? Stavo pensando che potrei ammortizzare la spesa in poco tempo poichè utilizzerei la caldaia a condensazione per gestire solo più l'acqua calda (o al massimo acqua calda e radiante piano inferiore).
    Sarò grato a chiunque riesca ad essermi di aiuto!! Grazie davvero!!

  20. #580
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Per carità, lascia perdere il pellet, siamo nel 2020 e abiti in zona 'sensibile'.
    Ti basta bilanciare l' impianto, come già il tuo idraulico si appresta a fare.

  21. RAD
Pagina 29 di 30 primaprima ... 915161718192021222324252627282930 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Impostazione fasi del combustibile
    Da vincio1111 nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 31-10-2012, 14:43
  2. impostazione temperatura termocamino
    Da aldo55 nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 14
    Ultimo messaggio: 22-03-2012, 17:55
  3. Miglior impostazione per riscaldamento.
    Da Neuro74 nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 27-10-2010, 20:32

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •