Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Visualizzazione dei risultati da 1 a 10 su 10

Discussione: Consiglio Impostazione Caldaia Condensazione Riello Start condens 25 kis

  1. #1
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito Consiglio Impostazione Caldaia Condensazione Riello Start condens 25 kis



    Salve a tutti, vivo ad Avellino e ho un impianto a termosifoni, appartamento di circa 70mq abbastanza vecchiotto, non molto isolato (ho finestre con doppi vetri e doppio infisso ma nessun cappotto termico per intenderci, di notte se sta tutto spento perdo circa 1.5/2 gradi). Abito però al primo piano (sotto ho cantine, e a fianco nessuno che riscalda, appartamento vuoto, sopra ci vivono ma non credo riscaldino molto però).

    Ho un termostato nest così impostato:

    Dalle 23 alle 4 del mattino18 gradi (non si accende quasi mai)

    Dalle 4 alle 8.30 imposto 19.5 gradi così parte il riscaldamento (difficilmente li raggiungo)

    Dalle 8.30 alle 14 circa di nuovo 18 gradi ( a volte parte anche, dipende dal freddo esterno, perché in genere di mattina apriamo anche le finestre per una ventina di minuti al max, giusto per un ricambio d'aria).

    Dalle 14 alle 23 imposto 20 gradi (non li raggiungo mai però)

    Al momento ho impostato temperatura mandata 43 gradi (credo sia quella di mandata, è l'unica temperatura modificabile dalla caldaia, anche se vedo che il range di temperatura che raggiunge la caldaia è 38-48, cioè arriva a 48 e si stacca, poi scende a 38 e si riattacca) e consumo all'incirca 4.5-4.8 MC al giorno.

    Il confort è ottimo, anche se forse un mezzo grado in più non sarebbe male.

    La mia caldaia è una Riello Start condens 25 Kis (senza sonda esterna) se può essere utile questi sono i dati del report del tecnico

    1 pagina
    Shared album - Lorenzo Carullo - Google Photos

    2 pagina
    Shared album - Lorenzo Carullo - Google Photos

    Qualche consiglio su come migliorare la situazione? Se posso migliorare il confort e/o abbassare i consumi?

    Grazie a tutti dei consigli.

  2. #2
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Nessun suggerimento?

  3. #3
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Difficile dare suggerimenti..... non si capisce cosa speri di ottenere: per un mezzo grado in più devi alzare la mandata ma consumerai un po' di più.... se vuoi consumare meno invece abbassa ma avrai mezzo grado in meno.... quindi sono due cose che non stanno insieme....

    Migliorare il comfort rispetto a cosa? In cosa hai discomfort?
    PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

  4. #4
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Innanzitutto grazie per la risposta. È che non riesco a capire come impostare la t di mandata migliore per la mia situazione. Oggi l'ho impostata a 45 (anche se la mia caldaia arriva a 50, scende fino a 40 e riparte, più o meno due cicli all'ora).

    La temperatura massima rilevata è di 19°, con t esterna 4°.

    Se volessi arrivare a 20°, non serve aumentare il numero di ore, giusto? E tanto meno abbassare t di mandata a 40° (e quindi avrei un range di funzionamento 35-45) H24?

    Dovrei aumentare tipo a 50° (quindi temperature 45-55) ma sfrutterei accorse la condensazione?

    In pratica non ho ben capito se sto sfruttando la condensazione anche con t di mandata 40-45...

  5. #5
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Niente consigli?

  6. #6
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Devi far installare la Sonda esterna, altrimenti avrai sempre qualche problemino, non c'è soluzione. Poi farai le dovute regolazioni ma così a spanne è difficile fare miracoli nella tua situazione. Per altro , meno di 5 Mc al giorno per 70 Mq in classe G (?) ( non so la T media esterna, interna ed esposizione) mi sembra già un consumo abbastanza basso, poi bisogna vedere il consumo annuo etc etc.
    ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

  7. #7
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    il fatto è che vedo la caldaia che comunque fa on/off (tipo con la t mandata a 48, la caldaia 15/20 minuti arriva a 53 gradi, si spegne per una decina di minuti fino a 43 e riparte, uno massimo 2 on/off per ogni ora) e non so se è normale (leggevo che forse la potenza minima della caldaia è alta oppure è stata regolata male dal tecnico)... Ho messo T mandata a 48, e in casa arrivo a massimo 19,5 gradi (e di notte se lascio il riscaldamento spento arrivo anche a 16 gradi, t esterne circa -2 di notte).

    Al momento ho impostato:
    - 17 gradi dalle 23 alle 8
    - 15 gradi dalle 8 alle 13 (qui considerando ricambi d'aria e tutto arriviamo anche a 15/16 gradi)
    - 20 gradi dalle 13 alle 23 (massimo a sera 19.5 gradi)

    quindi di giorno la caldaia è sempre accesa, di notte si accende solo quando la temperatura scende sino a 16.5 gradi. Consumo circa 6/6.5 mc al giorno.

    Posso migliorare?

    La mia domanda è, per non peggiorare troppo i consumi, conviene abbassare la t mandata (43 o 45) e lasciare fissi 20 gradi 24h (tanto paradossalmente non li raggiungo mai)? Oppure spreco solo gas non riscaldando a sufficienza? Oppure per non far andare la caldaia in on/off aumento la t mandata?

  8. #8
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    allora dopo diverse prove ho visto due modalità:
    - Mandata a 44 gradi (quindi oscillazione della caldaia tra 39 e 49 gradi), accensione dalle 5 di mattina alle 23 di sera no stop (di notte imposto 17 e di giorno il termostato alto per non farlo intervenire), consumo circa 6 mc e temperatura costante 18/18.5 gradi
    - Mandata a 50 gradi (oscillazione tra 45 e 55 gradi) però mantenendo notte e mattina il termostato a 17 gradi (quindi si accende e spegne la caldaia in base a quanto scende la temperatura, e dalle 13 alle 23 imposto termostato alto per non farlo intervenire; consumo circa 6.5mc al giorno (quindi un pò di più), però raggiungo 19 gradi verso le 20.

    Ora secondo voi quale delle due è migliore?

  9. #9
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Consumi pressochè identici, scegli la configurazione col miglior comfort per te.
    ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

  10. #10
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Stiamo li anche come confort, solo che con la mandata più alta, anche se acceso per meno ore alla fine, raggiungo una temperatura di circa 1 grado più alta.

    A questo punto mi chiedo cosa sia meglio per la caldaia, se accesa tutto il giorno, oppure ad occorrenza.

  11. RAD

Discussioni simili

  1. Abilitare OpenTherm su Riello Family Condens 2.5 KIS e termostato Nest
    Da atmb82 nel forum Caldaie a Gas (metano-GPL)
    Risposte: 50
    Ultimo messaggio: 01-03-2020, 00:55
  2. riello remote control caldaia family condens
    Da auleia nel forum Caldaie a Gas (metano-GPL)
    Risposte: 18
    Ultimo messaggio: 17-12-2019, 21:28
  3. Riello Family Condens non tiene la temperatura
    Da Tony2k nel forum Caldaie a Gas (metano-GPL)
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 19-11-2019, 19:04
  4. Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 18-01-2018, 13:51
  5. Impostazione caldaia a condensazione su impianto a pavimento
    Da margio87 nel forum RISPARMIO ENERGETICO ed EFFICIENZA ENERGETICA
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 03-01-2018, 00:45

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •