• Come gestire un impianto in Pompa di Calore

    Lo slogan pubblicitario di un famoso marchio di pneumatici italiano recitava così: la potenza è nulla senza controllo.

    Dalla nostra esperienza decennale di costruttori di pompe di calore possiamo senz’altro confermare che anche nel nostro settore, potenza e COP di picco da soli non determinano un buon prodotto senza un avanzato algoritmo di controllo.
    La potenza termica infatti, va sapientemente dosata per assicurare i massimi livelli di comfort per l’utente, preoccupandosi al contempo di mantenere minimi i costi di gestione. Non in una prova di laboratorio, bensì durante l’intero arco della giornata, in ogni singolo giorno dell’anno.

    Per arrivare a questo traguardo, in Templari abbiamo tradotto la nostra esperienza di gestione ottimizzata delle pompe di calore, nello sviluppo di HCC (House Climate Control). Si tratta di un algoritmo di controllo e gestione, in grado di tradurre il fabbisogno di riscaldamento degli ambienti nel più corretto regime di funzionamento della pompa di calore, per massimizzare ad ogni istante il massimo benessere abitativo con la massima efficienza possibile.
    Questa intelligenza gestisce la pompa di calore grazie ad un sistema hardware composto da tre elementi principali:

    • l’interfaccia grafica, che informa l’utente circa il regime di funzionamento del sistema, e gli permette di scegliere in modo facile ed intuitivo la temperatura ideale per ciascun ambiente abitativo;
    • le schede elettroniche di comando, che consentono la comunicazione tra i vari elementi;
    • i sensori, in numero variabile e pari alle necessità ed ai desideri dell’utente;

    Per garantire il massimo livello di sicurezza, i diversi componenti del sistema HCC comunicano attraverso una affidabile rete Modbus.
    Templari pannello k-touch

    Pannello K-touch (interfaccia grafica)
    E’ contemporaneamente il cervello ed il monitor del “sistema” di comfort Templari. Questa elettronica elabora i dati provenienti dai sensori di temperatura distribuiti nella casa, quelli operativi inviati dalla pompa di calore e quello della temperatura esterna, decidendo attimo per attimo la migliore strategia di gestione.
    K-touch inoltre, grazie ad un pannello LCD da 7” informa l’utente in tempo reale sulla regolazione e l’operatività di ogni componente del sistema, consentendogli di intervenire per modificare i set-point ed i principali parametri di funzionamento.
    Da questa interfaccia grafica è poi possibile leggere il consumo elettrico istantaneo della pompa di calore, così come quelli totali del giorno precedente.

    Ove sia disponibile una connessione alla rete internet, le prestazioni del pannello K-touch possono essere ulteriormente ampliate, consentendo il pieno controllo del sistema da remoto.
    Grazie a K-touch, l’utente ha la massima flessibilità di intervento, anche quando non è in casa, e chi cura la manutenzione dell’impianto ha una visione completa dell’operatività del sistema e può periodicamente verificarne il corretto funzionamento senza la necessità di recarsi dal cliente.
    Templari scheda Floor - pompe di calore

    La scheda FLOOR
    La scheda FLOOR acquisisce i valori di temperatura ed umidità dai diversi sensori installati, li elabora e conseguentemente comanda l’avvio delle pompe di rilancio –sia dirette che miscelate- che servono le zone in richiesta di calore (o di raffrescamento, in estate). Oltre alle pompe, la scheda FLOOR gestisce le testine dei pannelli radianti, così pure come le valvole di apertura, tenendo infatti sotto controllo le temperature di mandata e ritorno di ciascun circuito.

    Per gli impianti a pannelli radianti, nel processo di raffrescamento, la scheda FLOOR controlla poi in modo continuo il punto di rugiada per evitare la formazione di condensa, ed azionando in caso di necessità il sistema di deumidificazione.

    templari sensore Room - pompe di calore

    Bianco o nero? Sensore Room

    I sensori ROOM sono i rilevatori di temperatura ed umidità del sistema HCC. Non sono dei semplici termostati ambiente perché non si limitano a richiedere calore (o fresco) quando le condizioni ambiente si discostano troppo dal valore impostato.
    Queste schede infatti, oltre a raccogliere costantemente temperatura ed umidità, comunicano con l’intelligenza centrale, e lo fanno con un nome preciso, specifico di ciascuna stanza di una certa superficie, una certa destinazione d’uso e conseguentemente una specifica richiesta di calore (o fresco). Non si tratta di filosofia, bensì di massima efficienza, in quanto in questo modo HCC è in grado di determinare istante per istante quale sia la potenza da richiedere alla pompa di calore, andando così a bilanciare istante per istante il regime di funzionamento alle reali necessità. Questo equilibrio garantisce che la pompa di calore lavori sempre nel punto di massima efficienza, minimizzando i consumi elettrici.
    In presenza di pannelli fotovoltaici che producono energia per la casa, grazie alle schede ROOM, HCC può inoltre decidere di accumulare energia sotto forma di calore nei periodi di massima insolazione, garantendo il pieno sfruttamento di entrambi i sistemi, e riducendo così la necessità di funzionamento della pompa di calore al di fuori di questi periodi.
  • Forum Post attinenti

    athxp

    da possessore e utilizzatore di una termoboiler...

    da possessore e utilizzatore di una termoboiler 31 (del 2016, credo una delle prime versioni), scrivo qua due opinioni personali che ho riscontrato, sia in negativo che in positivo.

    1 - accensione...

    athxp Oggi, 11:24 Vai all'ultimo messaggio
    arch.simone

    Ok tutti gli interventi, ma per favore... metti...

    Ok tutti gli interventi, ma per favore... metti una PdC (seria) e non una Ibrida! Chiaramente, se vuoi/devi tenere i radiatori, mettili correttamente dimensionati per lavorare alla T più bassa...

    arch.simone Oggi, 10:13 Vai all'ultimo messaggio
    junp

    si, al 50% (che potresti anche cedere tu alla...

    si, al 50% (che potresti anche cedere tu alla banca ricavandone immediatamente l'80%) l'accumulo non conviene quasi mai... se non ti serve per il backup ma solo per la luce di sera lascia stare, fai...

    junp Oggi, 09:36 Vai all'ultimo messaggio
    junp

    ok hai vinto Solo Tesla ricarica le batterie dal...

    ok hai vinto
    Solo Tesla ricarica le batterie dal FV in isola
    l'accumulo conviene sempre e tutti dovrebbero montarlo (a prescindere dal 110)
    se Enel attacca un gruppo elettrogeno per manutenzione...

    junp Oggi, 09:19 Vai all'ultimo messaggio
    fedetarab

    Intanto grazie per le risposte junp e Boh!:beer:...

    Intanto grazie per le risposte junp e Boh!:beer:


    per 50% intendi la detrazione in tot anni? questo lavoro rientra nel bonus "ristrutturazione"?
    o magari intendi cessione del credito e sconto in...

    fedetarab Oggi, 00:58 Vai all'ultimo messaggio