Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  1
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 1 di 2 12 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 22 su 24

Discussione: inverter comando pompe quanto si risparmia ?

  1. #1
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito inverter comando pompe quanto si risparmia ?



    In sostituzione del classico press control o del boccione da collegare al motore dell'acqua per ottenere la pressione desiderata nell'impianto di casa, ho notato questi comandi per pompe ad inverter.
    Certo non costano poco, almeno 200€ ed oltre per un classico motore da 1Hp.
    Ma il risparmio energetico c'è realmente e quanto potrebbe essere ?
    Qualcuno utilizza già per uso casalingo questa tecnologia ? e come si trova ?

  2. #2
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Elisabetta Meli Visualizza il messaggio
    In sostituzione del classico press control o del boccione da collegare al motore dell'acqua per ottenere la pressione desiderata nell'impianto di casa, ho notato questi comandi per pompe ad inverter.
    Certo non costano poco, almeno 200€ ed oltre per un classico motore da 1Hp.
    Ma il risparmio energetico c'è realmente e quanto potrebbe essere ?
    Qualcuno utilizza già per uso casalingo questa tecnologia ? e come si trova ?
    Ciao Elisabetta, io ho l'inverter (pmax 1.5kw) e la pompa a immersione lowara (1kw)
    posso elencarti solamente pro:
    1) tutto ordinato, senza ingombri (espansioni); l'inverter è compatto, il pressostato manco si vede, serve una scatoletta di derivazione
    2) la pompa se apro un rubinetto consuma 500w, per i successivi rubinetti ho calcolato 200w\cad
    3) ha il comfort migliore, la pressione è sempre costante, negli altri sistemi hai degli sbalzi nel rubinetto, se la pompa è dimensionata per dare pressione a uno o due o tre rubinetti aperti in contemporanea, se ne apri uno solo, avrai la pompa che attacca e stacca e l'acqua che aumenta e diminuisce la sua pressione, brutto e scomodo..., con questa non ti accorgi della variazione, neanche quando finisce di caricare lo sciacquone e ti stai lavando le mani...
    4) tornando ai consumi, facendo dei calcoli completamente "ad occhio" nel mio caso va a lavorare circa 10minuti al giorno X365giorni sono 60ore di lavoro continuo a 500w che sono 30000wh, ossia 30kwh, in un anno prelevandoli sono 140€, ma a me la pompa funziona solo di giorno (di notte il timer la spegne).

    Non ho idea con una pompa normale ma credo che mi costerebbe circa il doppio sostituendo a 500w la pompa da 1kw.
    anzichè 30kwh si parla di 60kwh, e quindi 280€.

    p.s. conta che io son da solo, ma in una famiglia di 3\4\5 persone o in condomini in cui la pompa costa parecchio nel bilancio annuale, poter "dimezzare" tale costo può avere un ottimo risparmio

  3. #3
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Ma a quanto la paghi la corrente ? 4,66€ kWh ?
    Quale modello hai di inverter ? non scende al di sotto del 50% di potenza ?

    Sai spesso si apre il rubinetto con un filo di acqua per sciacquarsi le mani o per lavarsi i denti ed in cucina è un continuo tra stoviglie varie.
    Io reputo una accensione media giornaliera di circa 1h considerando un prelievo medio giornaliero di acqua di 750 litri, considerando una portata teorica di 3600Lh viene sfruttato circa 1/4 della portata potenziale.
    Se fosse vero su di 1kW di potenza della pompa, modulando con l'inverter si ridurrebbe il consumo giornaliero di circa 750Wh per giorno di funzionamento, cioè circa 270kWh l'anno che consentirebbe un ammortamento in circa 4 anni.

    In merito alla pressione costante e senza sbalzi ci credo, è uno dei vantaggi principali, come la salvaguardia del motore.
    Per le regolazioni come ti sembra, vista la tua esperienza ?

  4. #4
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    si hai ragione, ho sballato i conti (la calcolatrice qui del pc) mi costa una miseria all'anno 6€\anno.

    si sotto 500w non ci va, conta che in qualche altra configurazione potrebbe anche andare sotto metà della potenza (parlo di un altra combinazione pompa\inverter).

    E qui rispondo anche alla tua domanda, infatti in realtà di regolazioni ce ne sono una marea, ma l'inverter si "autoconfigura" e si memorizza una curva di funzionamento, immagino pressione\ tensione-frequenza,
    ci mette circa 15 secondi a memorizzare la configurazione, e poi ad ogni accensione a fare un auto aprendimento (circa 5 secondi).

    Con + e - si può variare la pressione di attacco della pompa, inoltre ti segnala che la pompa è disattivata e viene visualizzata la pressione nei tubi.

    Io non ho avuto particolari problemi nell'installazione e configurazione a meno di un problema che ogni tanto si presenta....
    Ogni tanto l'inverter attiva la pompa, sembra che la pressione cali, ma non può essere perchè ho messo valvole a sfera a valle e a monte del pressostato, e chiudendole il problema persiste.

    Così ho "risolto" modificando uno dei parametri dell'auto configurazione, il Delta tra la pressione impostata e la pressione a cui deve ripartire la pompa mettendolo un Delta di 2 bar, io tengo la pressione a 4 bar e anche se la pressione cala, non può andare sotto i 3 bar che è la rete idrica.


    a seconda della pressione che imposti la pompa lavora di piu o di meno, se non vuoi farla funzionare quando apri un filo il rubinetto, devi trovare la giusta configurazione, che per esempio da me con 3 bar della rete devo impostare a 2,5. Se invece imposto i 2bar anche se apro un rubinetto non parte, ma parte solo se ne apro due...

    Insomma tutto dipende da cosa hai necessità di fare, la mia esigenza è che col frigo col dispenser d'acqua e impianto osmosi se non metto 4bar, ci mette una vita ad uscire l'acqua per riempire un bicchiere altrimenti manterrei i 2,5...

    ciao
    Ultima modifica di ricmy; 04-05-2015 a 21:23

  5. #5
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    risparmio garantito e confermo la maggiore durata di vita che si può garantire al motore con questo excamotage.
    Fossi in tè non ci penserei 2 volte, quei 200 euro verrebbero compensati in poco tempo.
    Demshop.it : tutto sulla termoidraulica, caldaie a condensazione e articoli per il condizionamento.

  6. #6
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Rispolvero questa discussione... Alla fine hai installato l'inverter?

  7. #7
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Non ancora, ma credo che questa primavera del 2018 farò l'operazione, ho aspettato troppo in realtà.
    Approfitto per ringraziare ricmy e demshop per la loro testimonianza, e se qualcun altro avesse maggiori informazioni sull'uso reale sarebbe molto gradito per un confronto di modelli presenti sul mercato.

  8. #8
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Dovendo e volendo acquistare anche io presscontrol con inverter per casa mi accodo alla discussione con un'ulteriore domanda di chiarimento.
    mi hanno consigliato un press control digitale con inverter alimentazione 220 e uscita pompa 380. Con questo sistema mi hanno detto che si avrebbe una regolazione più bassa del numero di giri della pompa e un ulteriore riduzione dei consumi sul classico entrata 220 uscita 220.
    cosa ne pensate?
    qualcuno lo utilizza?

  9. #9
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Non saprei, ma dovresti avere il motore da 380V invece che da 220V quindi se già lo hai non puoi usarlo.
    Ho visto che esistono dei semplici inverter 220V ed anche 380V da 1kW in su con costi intorno dagli 80€ a salire.
    Sono comandabili tramite contatti esterni puliti o modulanti.
    Utilizzando il contatto modulante, accoppiato ad un trasduttore di pressione adeguato, altri 20€ circa, si potrebbe realizzare.

  10. #10
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    No. Devo comprare tutto. Pompa e press control inverter o sistema simile. per questo sto cercando di capire se effettivamente questa soluzione è più vantaggiosa rispetto alla "classica" entrata 220 uscita pompa 220
    Ho visto che esistono dei semplici inverter 220V ed anche 380V da 1kW in su con costi intorno dagli 80€ a salire.
    ...
    Utilizzando il contatto modulante, accoppiato ad un trasduttore di pressione adeguato, altri 20€ circa, si potrebbe realizzare.
    mi puoi gentilmente inviare o scrivere qualche riferimento dei prodotti che hai trovato?

  11. #11
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    A titolo di semplice esempio.
    Inverter

    Trasduttore
    In pratica traduci il segnale del trasduttore (nel caso fino a 5 atm) per comandare il segnale PWM dell'inverter, l' uscita risulterà modulata in frequenza in base al parametro variabile fornito dal trasduttore.

  12. #12
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Considerando che i motori 'monofase' sono rarissimi (il 99% dei motori usati in monofase sono in realtà trifase) e che per l'avviamento c'è un condensatore che 'mima' la trifase, io andrei per il modello 220/380, siguramente avrà una gestione migliore dell'avviamento. (dando per assunto che NON SERVA la connessione trifase per far partire la pompa).

  13. #13
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ragazzi/e buongiorno,
    vorrei chiedervi un consiglio.
    Io ho un cassone dell'acqua potabile in alto rispetto la casa, di notte l'acquedotto carica il cassone perché di giorno specialmente d'estate l'acqua da me scarseggia, vorrei mettere una pompa perché fare la doccia con l'acqua in caduta è un incubo, vorrei però accendere la pompa solo quando faccio la doccia perché in realtà per tutti gli altri usi mi è sufficiente averla a caduta e sono un tirchio pauroso e non voglio consumare più energia del necessario, accenderei e spegnerei la pompa con un interruttore wireless tipo questo:
    503 - Service Unavailable Error

    Il quesito è questo:
    Una volta installata la pompa, se la tengo spenta, l'acqua esce lo stesso a caduta oppure no?

  14. #14
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Usa un sonoff per comandare la pompa in wifi.
    Se dovesse scendere troppo metti la pompa in parallelo con una valvola di non ritorno sul circuito in caduta e risolvi, perderai un poco di pressione in ogni caso, o dal motore ( se senza bypass) o dalla valvola di non ritorno (necessaria in caso di bypass).

  15. #15
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao mi accodo a questa discussione perché pure io devo montare una pompa per aumentare la pressione dell'acqua in casa. Oltre alla classica pompa e presscontrol il rivenditore mi ha proposto una pompa ad inverter la dab easybox mini. Il problema è il costo che si va a più del doppio, la easybox infatti costa 380€. Da quanto ho letto sembra che ne vale la pena in termini di efficienza e di consumi energetici. Qualcuno conosce già questo prodotto?

    Inviato dal mio SM-J730F utilizzando Tapatalk

  16. #16
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Ce l'ho installata in casa, la trovo fenomenale.
    Prima avevamo un'autoclave, montata questa la bolletta si é ridotta di una ventina d'euro a bimestre come media, sicuramente consumava troppo l'autoclave di prima.
    Con questa regolo la pressione dell'impianto che serve 3 appartamenti di 6 persone

    Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk

  17. #17
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Salve a tutti, mi intrometto anch' io in questa interessante discussione: in campagna ho un casolare con pianoterra e primo piano che dovrei ristrutturare per poterlo abitare. Non c'è la possibilità di allacciarsi all' acquedotto per l' uso domestico, ma per irrigare l' orto uso l' acqua di un pozzo distante dal casolarecirca una cinquantina di metri, che ha un diametro di un metro e profondità di nove metri con il quale attingo acqua con una elettropompa. Se l' acqua dovesse essere potabile, dopo le relative analisi, mi piacerebbe all' acciare l' abitazione tramite una pompa ad inveter, ma mi sorge il dubbio di come procedere. Potrei con l' attuale pompa riempire un cisterna di acqua al piano terra, e poi distribuire l' acqua attraverso l' autoclave ad inverter all' abitazione. Oppure secondo voi si potrebbe attingere direttamente l' acqua con la pompa autoclave direttamente dal pozzo distante una cinquantina di metri e farla arrivare in linea diretta al primo piano della casa? Così facendo dovrei utilizzare solo una pompa e non due per riempire prima un serbatoi. Sarebbe possibile dato la distanza?

  18. #18
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    50 metri non sono molti, puoi farcela tranquillamente con una pompa anche mediocre, il problema secondo me è data dalla profondità del pozzo, 9 metri sono pochi e le falde acquifere sono imprevedibili anche a 50 metri, figurati a 9, ti consiglio di fare exnovo un pozzo artesiamo di minimo 50 metri con pompa a siluro, potresti farlo vicino a casa e risparmieresti, se devi fare i lavori pensa anche a mettere una pompa di calore con sonda per acqua.

  19. #19
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da bravo666 Visualizza il messaggio
    Ce l'ho installata in casa, la trovo fenomenale.
    Prima avevamo un'autoclave, montata questa la bolletta si é ridotta di una ventina d'euro a bimestre come media, sicuramente consumava troppo l'autoclave di prima.
    Con questa regolo la pressione dell'impianto che serve 3 appartamenti di 6 persone

    Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk
    scusami ma in questa configurazione la pompa di parte sempre anche quando c'è l'acqua diretta oppure quando è presente l'acqua diretta la pressione chiude la valvola di non ritorno a monte della dab e quindi non parte?

  20. #20
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da BelloDentro Visualizza il messaggio
    50 metri non sono molti, puoi farcela tranquillamente con una pompa anche mediocre, il problema secondo me è data dalla profondità del pozzo, 9 metri sono pochi e le falde acquifere sono imprevedibili anche a 50 metri, figurati a 9, ti consiglio di fare exnovo un pozzo artesiamo di minimo 50 metri con pompa a siluro, potresti farlo vicino a casa e risparmieresti, se devi fare i lavori pensa anche a mettere una pompa di calore con sonda per acqua.
    Si è vero, nove metri sono pochi, ma questo pozzo non si è mai asciugato fino ad ora. Tieni conto che irrigo l'orto tutti i giorni e da da bere anche a quattro cavalli e nonostante il caldo e la siccità in questo momento ci sono ancora 5 metri di acqua. E' una zon molto ricca di falde acquifere, ricordo addirittura che 20 anni fa in estate, facendo uno scavo profondo soli quaqsi 2 metri, il giorno dopo era pieno di acqua.
    Quindi mi confermi che nel caso mettessi direttamente una pompa con inverter dal pozzo con tubazione fino al casolare, la distanza non sarebbe un problema. Magari una pompa da 1 o 1,5 cavalli sarebbe più che sufficiente?

  21. #21
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Io ho avuto questa situazione per un paio d'anni, pompa direttamente a casa in un pozzo artesiano con filtri e autoclave ma ti consiglio di mettere un cassone da 1500 litri (per una famiglia di 3 o 4 persone) e poi una pompa più piccola dal cassone a casa, altrimenti ogni volta che riempi un bicchiere d'acqua o che la lavatrice/lavastoviglie richiede acqua ti parte la pompa del pozzo.

  22. #22
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da BelloDentro Visualizza il messaggio
    Io ho avuto questa situazione per un paio d'anni, pompa direttamente a casa in un pozzo artesiano con filtri e autoclave ma ti consiglio di mettere un cassone da 1500 litri (per una famiglia di 3 o 4 persone) e poi una pompa più piccola dal cassone a casa, altrimenti ogni volta che riempi un bicchiere d'acqua o che la lavatrice/lavastoviglie richiede acqua ti parte la pompa del pozzo.
    Infatti era questo il mo dubbio. Ma mi pareva di aver capito che la pompa ad inverter con autoclave, riesca a risparmiare il 20-25% in meno di corrente, in virtù della sua natura elettronica confugurabile in base all' uso quotidiano, rispetto ad una pompa con autoclave normale. Quindi avevo presupposto il fatto che avere una pompa sola rispetto a due, fosse energicamente più conveniente. Certo la pompa ad inverter ha un costo più alto, ma ha anche il vantaggio di tenere la pressione costante anche quanto si preleva l' acqua in più punti. Devo sentire per forza un idraulico e sentire anche il suo parere. Resta cmq il fatto che devo prima fare le analisi batteriologiche dell' acqua ed è qello che più temo, in quanto il pozzo non è profondo...mah vedremo.

  23. RAD
Pagina 1 di 2 12 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. inverter per pompe idrauliche
    Da Edoardo_94 nel forum IDROELETTRICO
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 30-06-2013, 08:04
  2. Quanto si risparmia con 1kWh di fotovoltaico autoconsumato
    Da accise nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 01-09-2011, 09:18
  3. quanto rumore fa un inverter?
    Da porsiam nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 12
    Ultimo messaggio: 25-02-2011, 17:38
  4. Risposte: 29
    Ultimo messaggio: 26-09-2008, 09:26
  5. MA IN SOLDONI QUANTO SI RISPARMIA?
    Da diegodi nel forum Solare TERMICO
    Risposte: 51
    Ultimo messaggio: 15-03-2008, 12:07

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •