Mi Piace! Mi Piace!:  1
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  2
Pagina 2 di 7 primaprima 1234567 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 21 a 40 su 132

Discussione: FIAT SEICENTO Elettra: BM (Battery Manager)

  1. #21
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito



    io proverei con il ... gatmetodo... specialmente se hai un alim da laboratorio..insomma con regolazione della limitazione di corrente...

    In tal caso in 5 -10 minuti hai fatto...

    Per il tempo di riallineamento dipende da spire, corrente usata ed entità di spostamento che deve essere fatta sulla lancetta... (avevo postato anche delle formulette...)

    (PSx Bisi è "arrivato" anche l'ultimo file?)
    Ultima modifica di gattmes; 10-11-2008 a 15:26

    Fare si puo'!..... Volerlo dipende da te.

    Consultate e rispettate il REGOLAMENTO ( < cliccare sopra per visionarli >) e l' INDICE del Forum

    Ricorda: un piano cottura a induzione consuma mediamente solo il 30% dell'energia richiesta da uno a gas e comporta in "bolletta" costi dimezzati. Contrariamente a quello che ti diranno in giro poi si può generalmente usare anche con il normale contratto da 3 kW, pur se sprovvisto di sistema di autolimitazione. Per maggiori informazioni:
    Vetroceramica (piani cottura HOBs): bugie&verità
    PIANI COTTURA: vetroceramica radiande/alogeno, induzione, metano/GPL, ecc: QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI
    [/I]

  2. #22
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Bisi Visualizza il messaggio
    Eccomi tornato, vi faccio un riassunto delle puntate precedenti, poichè la lancetta della carica non saliva mai sopra 1/4 ho controllato le tensioni sul connettore B della BM e poichè non tornavano abbiamo rismontato il pacco batterie e controllato tutto con gli schemi che mi avete inviato, tutto tornava alla perfezione e non ho trovato nessun filo fuori posto fino a che il meccanico facendo delle prove con il tester ha messo i puntali in modo errato e ha causato un corto facendo addirittura saltare il fusibile da 125 Ah anteriore e fondendo il connettore circolare dove passano i fili dei fatidici sensori; dopo 3 giorni di lavoro sono riuscito insieme a mio padre a ricostruire il connettore sostituendo uno ad uno gli fastod interni, insomma per farla breve le tensioni ora tornano ma in realtà tornavano anche prima solo che noi misuravamo male mettendo il negatvo a massa invece che sul pin 18 del connettore, quindi tutto questo casino per nulla.
    oggi ho ripreso la macchina che va bene come prima
    ma l'indicatore di carica è ancora a 1/4 che faccio cammino un pò con la centralina staccata cosi da resettarla? e quale spinotto stacco? quello a destra della centralina cioè opposto a A e B?
    ...azz ti abbiamo fatto lavorare per niente...però lo schema era chiaro non dovevi misurare riferendoti al telaio della macchina!!!!

    per il ripristino della lancetta usa il gattmetodo.


    Ciao

    Fox
    16 moduli ST170M Conergy Inverter IPG3000 vision

    alla tv -calcio +rally

    http://www.evalbum.com/2123

  3. #23
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    moderazione tecnica: copia messaggio da altra sezione

    Ciao ragazzi vi volevo chiedere un consiglio, la mia 600 è ancora in fiat, dopo piu di 3 mesi abbiamo rimontato il caricabbatterie aggiornato da Pomigliato ma ora sembra che il caricabatterie non carichi più, in fiat mi dicono che serve anche la BM nuova o meglio aggiornata per le batterie al Gel, altrimenti il caricabatterie dopo 3 minuti circa stacca la carica, la società che effettua l'aggiornamento della centralina la GE-Procond di Longarone mi dice che non effettua più aggiornamenti da anni ma la fiat ribadisce che senza l'aggiornamento la macchina ora è peggio di prima perchè proprio non carica.
    Ma voi che avete cambiato le batterie come me, mettendo le Gel come avete fatto?
    Io ho l'impressione che la mia macchina abbia un altro tipo di problema e tutti accusano gli aggiornamenti di centraline e caricabbateire perchè non capiscono un cappero.
    che mi consigliate?
    Ultima modifica di gattmes; 11-04-2011 a 14:08 Motivo: riordino discussioni

  4. #24
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    moderazione tecnica: copia parziale di messaggio in altra discussione
    Quote Originariamente inviata da Bisi Visualizza il messaggio
    Ciao ragazzi vi volevo chiedere un consiglio, la mia 600 è ancora in fiat, dopo piu di 3 mesi abbiamo...
    ...allora la procond l'avevo contattata anche io per avere chiarimenti e anche a me hanno detto che non avevano più il materiale e le persone che avevano seguito il progetto....però la BM è esclusivamente un controllore dello stato di carica delle batterie e basta...non interagisce con il CB...
    La BM ha nei connettori alcuni pin per la comunicazione , ma direi che servono solo per la diagnosi e basta...ora che mi ricordo ... io ho caricato le batterie con la BM scollegata...quindi la BM non c'entra niente con il CB...L'unico problema che si ha se la programmazione della BM non è allineata al tipo di batteria è che l'indicatore di carica batteria non coincide con il rale stato di carica della batteria stessa.
    La curva di ricarica delle batterie al gel o quelle agm precedenti in exide mi hanno detto che sono simili , e che il CB può andare bene lo stesso.

    ...io ho fatto così ; Stacchi i 3 connettori della BM e con un'amperometro e voltmetro , dovresti misurare la corrente e la tensione che eroga il CB durante la fase di carica...(staccando la BM sul cruscotto la spia M si accende , ma il CB inizia la carica).
    Poi appena colleghi la presa di ricarica alla 220Vac , il caricabatteria comincia erogare corrente da 0 fino a 9Amp. in un minuto circa , e la tensione deve andare a circa 264Vdc (:18 = 14,4Vdc)...Le batterie sono considerate cariche , quando , dopo un ciclo di ricarica le misuri , devono essere a 13Vdc (x18=234Vdc).

    Se è così è ok...allora le batterie si devono caricare.

    Ma sul cruscotto si accende la spia M?
    Questa spia è accesa dai vari dispositivi , tipo Inverter , BM , e CB...occorrerebbe individuare qual'è di questi...

    Fai queste prove e poi scrivi il risultato...

    Ciao

    Fox
    Ultima modifica di gattmes; 11-04-2011 a 14:13
    16 moduli ST170M Conergy Inverter IPG3000 vision

    alla tv -calcio +rally

    http://www.evalbum.com/2123

  5. #25
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito FIAT SEICENTO Elettra: BM (battery manager)

    Ciao , posto le foto del mio bms con la sigla della versione software.

    Tu Bisi , riesci a vedere sul BM che hai tu che versione di file hai?


    Grazie

    Fox
    Immagini Allegate Immagini Allegate
    16 moduli ST170M Conergy Inverter IPG3000 vision

    alla tv -calcio +rally

    http://www.evalbum.com/2123

  6. #26
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Tonini, appena mi tornerà la macchina lo guardo subito e te lo scrivo, sappi che la mia 600 è in FIAT da 5 mesi, ormai ho dimenticato anche il colore della macchina comunque dovrebbe essere partita ieri per Pomigliano d'Arco in pratica quasi 20 giorni per organizzare il trasporto (RIDICOLI) e poi ci si chiede perchè la FIAT vada male e rischi il fallimento .............
    ciao e auguri di buone feste.

  7. #27
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao per provare a sincronizzare l'indicatore di SOC con il reale stato di carica delle batterie , ho operato nel seguente modo:

    Con il voltmetro collegato alle batterie ho utilizzato la 600 fino a fare arrivare l'indicazione della SOC vicino alla zona gialla , senza fare accendere la spia di batteria scarica.
    Ho staccato il BM e ho utilizzato la 600 fino a misurare una tensione di 190Vdc (:18 = 10,5Vdc , quindi batterie scariche).

    Ho ricollegato il BM , ricaricato le batterie ed ora è tutto ok.

    Quindi il problema del Carica batteria e del bm direi che li ho risolti e sono convinto ch siano due problemi legati all'utilizzo della vettura con temperature inferiori a 10gradi/c e ad un problema sw del BM che non tiene in considerazioni il cambiamento di temperatura delle batterie.

    Ciao

    Fox

    buona Pasqua a tutti!!!
    16 moduli ST170M Conergy Inverter IPG3000 vision

    alla tv -calcio +rally

    http://www.evalbum.com/2123

  8. #28
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao fox, alla elasys hanno combiato o riprogrammato la BM e il caricabatterie, almeno così mi hanno detto, ma l'indicato SOC non rispetta per niente lo stato ci carica delle batterie, nel senso che ad ogni ricarica segna sempre un po' meno della volta prima fino ad arrivare a meno della metà poi si stabilizza lì ma l'autonomia resta sempre la stessa.
    Allora ho fatto 5 o 6 spire di filo attorno al sensore di corrente e ogni tanto durante la carica gli faccio passare un po corrente (qualcha A) con un alimentatore esterno fino a ripristinare l'indicazione corretta.
    Ma non me ne preoccupo + di tanto, guardo i Km.

    Ho visto le foto delle auto di Modena, sembrano di tipo 2.
    Se puoi fammi sapere se hai qualche novità.
    Intanto hai idea di quanto chiedono e se le batterie sono da cambiare?
    Riguardo il carrozzaio sai se sono di tipo 1 o 2 e quanto chiede o eventualmente se hai il n. di tel. provo a contattarlo.

    Ciao e grazie per le info.
    Franco

  9. #29
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da FRANCO_BIELLA Visualizza il messaggio
    Allora ho fatto 5 o 6 spire di filo attorno al sensore di corrente e ogni tanto durante la carica gli faccio passare un po corrente (qualcha A) con un alimentatore esterno fino a ripristinare l'indicazione corretta.
    Ovvero hai usato il gatmetodo

    (vedere http://www.energeticambiente.it/disc...ps-tricks.html)

    Fare si puo'!..... Volerlo dipende da te.

    Consultate e rispettate il REGOLAMENTO ( < cliccare sopra per visionarli >) e l' INDICE del Forum

    Ricorda: un piano cottura a induzione consuma mediamente solo il 30% dell'energia richiesta da uno a gas e comporta in "bolletta" costi dimezzati. Contrariamente a quello che ti diranno in giro poi si può generalmente usare anche con il normale contratto da 3 kW, pur se sprovvisto di sistema di autolimitazione. Per maggiori informazioni:
    Vetroceramica (piani cottura HOBs): bugie&verità
    PIANI COTTURA: vetroceramica radiande/alogeno, induzione, metano/GPL, ecc: QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI
    [/I]

  10. #30
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito FIAT SEICENTO Elettra: BM (battery manager)

    (re ti faccio sapere)
    ..intanto ho cominciato a vedere un po' di cose

    Il sensore di corrente è della LEM (dal foglio 10E del manuale: modello LF306S)
    http://www.lem.com/docs/products/lf%20306-s%20e.pdf

    Nella Elettra è alimentato a +-15V e terminato su una serie di resistenze (R52 da 33 ohm per la reale misura.. e una serie di 1 ohm).
    L'alimentazione sembra ricavata da un piccolo dc/dc pwm (con TO210G.. - > poi) e semplici regolatori serie a 15V "7815" per il positivo e "7915" per il negativo

    Il sensore fornisce una corrente, rispetto lo "0V" dell'alimentazione duale.. positiva o negativa, a seconda del verso della corrente di batteria (trazione, rigenerativa e/o ricarica), e di un valore pari a 1/2000.
    Con 50A fornirà 25mA, con 100A 50ma, con 200A 100ma e così via.

    Il circuito che la pre-processa è con operazionale (quadruplo) MC34071D
    http://www.onsemi.com/pub_link/Collateral/MC34071-D.PDF

    Allego parziale schema (errori possibili) il cui funzionamento dovrebbe essere:
    IC1D e IC1B sono rettificatori a singola semionda/"diodi ideali" (Vf=0V)

    il primo (D) è diretto e con guadagno apparentemente unitario
    il secondo (B) inverte anche il segnale.. inoltre amplifica di circa 4 volte.

    L'uscita in "or" (punto comune di D7 D1) è pertanto sempre positiva, qualunque sia la corrente (trazione, rigenerativa e/o ricarica)
    [nb il nome dei diodi è "reale".. tranne D1 che sostituirò con il suo vero D18. La sigla 1N4148 l'ho messa "arbitrariamente"..]

    Il diverso guadagno può essere giustificato dalla diversa grandezza della corrente massima di trazione (270A) rispetto quella rigenerativa (50A) o di ricarica (10-15A carica "normale")..in effetti si vede che "l'econometro" mostra due pesi&misure

    IC1A sembra non utilizzato.. mentre il C (a reazione positiva) sembra un circuito a scatto per rilevare qualche soglia di corrente (vedi es. accensione ventole in ricarica se I>5A) e/o per capire il verso della corrente!
    Immagini Allegate Immagini Allegate
    Ultima modifica di gattmes; 03-03-2010 a 13:30

    Fare si puo'!..... Volerlo dipende da te.

    Consultate e rispettate il REGOLAMENTO ( < cliccare sopra per visionarli >) e l' INDICE del Forum

    Ricorda: un piano cottura a induzione consuma mediamente solo il 30% dell'energia richiesta da uno a gas e comporta in "bolletta" costi dimezzati. Contrariamente a quello che ti diranno in giro poi si può generalmente usare anche con il normale contratto da 3 kW, pur se sprovvisto di sistema di autolimitazione. Per maggiori informazioni:
    Vetroceramica (piani cottura HOBs): bugie&verità
    PIANI COTTURA: vetroceramica radiande/alogeno, induzione, metano/GPL, ecc: QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI
    [/I]

  11. #31
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    mi era venuto il dubbio per due pesi e due misure riguardo alla visualizzazione in ricarica e o durante l'assorbimento...

    Comunque ottimo reportage tecnico , se hai bisogno di aiuto...dimmi pure anche in pm...come vuoi!

    Fox

    16 moduli ST170M Conergy Inverter IPG3000 vision

    alla tv -calcio +rally

    http://www.evalbum.com/2123

  12. #32
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    aggiungo un piccolo (purtroppo..) aggiornamento
    (poi magari facciamo una discu a parte.. per il BM)

    La parte di misura della corrente/tensioni bat trazione fa capo a un micro.
    Tutta la sezione è alimentata dalle batterie di trazione (praticamente tutta la parte che fa capo al connettore "B").
    Un opto attiva l'alimentazione che, tramite un dc/dc, alimenta il tutto (manca ancora questa parte.. purtroppo devo creare anche le figure dei componenti speciali/dedicati..).

    Ci sono altri due opto.. uno per trasferire i dati dal micro lato bat trazione.. ad un altro micro lato 12V servizio... ed uno per la comunicazione opposta.
    Si vedono tutti a metà pcs (dove c'è anche un'asola per evitare scariche superficiali o giù di li e tenere l'isolamento..)
    La parte che dialoga con gli indicatori (stato bat e corrente entrante/uscente) nonchè le ventole, spie anomalia trazione, ecc. è infatti sul 12V servizio (praticamente ciò che fa capo al connettore "A".. e "C")

    (continua)
    Immagini Allegate Immagini Allegate
    Ultima modifica di gattmes; 22-03-2010 a 10:10

  13. #33
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    si infatti si può vedere il cs con fessure proprio per evitare che la parte dc alta tensione possa indurre disturbi alla parte di bassa tensione...sarebbe belo ed interessante avere la possibilità di leggere il micro...

    Essendo un micro , la cosa è un pò più complicata...ci vorrebbe l'appoggio della procond , che ho provato a contattare , ma mi dissero a suo tempo che non c'era più nessuno di quelli che aveva seguito il progetto fiat 600...

    Per il caricabatteria prima serie sulla scheda di logica ha due flash 29f010 , mi sembra , e quelle ho la possibilità di dissaldarle e leggerne il contenuto...

    Stavo valutando un controllore di batterie tipo PakTrakr Multi Battery Monitor Battery Pack Monitor


    Ciao

    Fox
    16 moduli ST170M Conergy Inverter IPG3000 vision

    alla tv -calcio +rally

    http://www.evalbum.com/2123

  14. #34
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Faccio un aggiornamento. Allego un altrettanto aggiornato schema (non completo! E con possibili imprecisioni.. ad esempio manca il ritorno a massa sul pin 18 del connettore B "0V" in alto a sinistra) della parte "sotto" tensione di trazione (notare che alcuni componenti hanno cambiato sigla, man mano che ne trovo di già assegnate per altri componenti).

    Ricapitolando:
    la BM è "divisa" in due sezioni/parti elettricamente circa isolate. Circa in quanto ci sono delle resistenze di elevato valore (svariati Mohm) per la misura d'isolamento. Per il resto le due parti dialogano per mezzo di optoisolatori.
    -Una parte è alimentata "lato" batteria di servizio (12Vnom), quindi "riconosce" anche la massa generale del veicolo, cioè la carcassa/scocca.
    -Una parte è invece alimentata "lato" batteria di trazione (216Vnom)

    Seziona "lato" trazione.
    In questa sezione ritroviamo un oggetto "intelligente": il micro (sigla U4) M37351E4FP.
    Ricopre la funzione di monitorare la tensione dei 4 sotto blocchi in cui è "divisa" elettricamente la batteria di trazione (fisicamente è divisa in due blocchi/contenitori principali) e della corrente che la interessa (trazione, rigenerativa, ricarica).
    Correlazionando tra loro questi parametri nonchè il "tempo" si è in grado di gestirne lo stato di carica.

    Nel micro è caricato il "software" di gestione dei parametri sopra citati. Il software è indipendente dall'hardware ed è identificato su un'etichetta applicata sul contenitore della BM ("richiamato" anche brevemente con il solo numero identificativo progressivo da un'etichetta posta sopra U4). Ad esempio VMCIS025.HEX VMHAO025.HEX ..uno dei due .. devo ancora capire quale..("25" su U4)
    Il micro dialogo con "l'altra" sezione per mezzo di due optoisolatori tipo TLP521: OPT2 per la trasmissione di informazioni; OPT3 per la ricezione di informazioni/comandi.

    Per la gestione della corrente, come già indicato.. si sfrutta un sensore esterno che la "scala" di 2000 volte.. oltre che "isolarne" la misura.
    La corrente scalata è convertita in tensione dalla resistenza R52 di 33 ohm e gestita dall'amplificatore operazionale che ho indicato a schema con IC1.
    Questa tensione è applicata a due sezioni di IC1, a schema la B e la D, che svolgono la funzione di rettificatore ideale (praticamente un diodo con tensione di soglia 0V).
    In particolare la sezione D presenta un guadagno unitario, ovvero il livello di uscita è identico a quello di ingresso se questo è una tensione positiva rispetto alla massa della sezione, ciò che corrisponde a correnti di misura entrati nel piedino 2 del connettore B della BM, ovvero uscenti dal misuratore LEM.. insomma di trazione dal punto di vista funzionale.
    La sezione B invece inverte la polarità della tensione ed inoltre amplifica di circa 4 volte. La sua uscita sarà pertanto attiva sulle correnti di misura uscenti dal piedino 2 del connettore B della BM, ovvero entranti nel misuratore LEM.. insomma rigenerativo o ricarica dal punto di vista funzionale. La misurazione sarà anche 4 volte più sensibile (considerando le correnti più modeste di questi funzionamenti).
    Inoltre la sezione D, diversamente da come scritto in precedenza, praticamente fornisce il segnale di polarità al micro, ottenuto elaborando uno stato interno alla sezione B.

    Per la gestione della tensione dei 4 sotto blocchi si ricorre direttamente al micro, attraverso i piedini da 3 a 7 (da P20/AN0 a P23/AN3) e tramite un circuito d'interfaccia per ogni sottoblocco.
    Quest'ultimi circuiti, identici fra loro, sono costituiti principalmente da un partitore formato da una resistenza di 332K lato misura e 5.62K lato massa sezione. In parallelo a quest'ultima resistenza è posto un condensatore di filtro. Il micro è disaccoppiato dal partitore tramite una resistenza di protezione di 2,2K.
    Nel ramo del partitore è interposto un mosfet in grado di gestire le elevate tensioni in gioco. Si trova in serie alla resistenza da 332K. Quando interdetto bloccherà il passaggio di corrente, pertanto la tensione a valle della resistenza coinciderà con quella a monte, ovvero alla tensione del blocco in questione, così pure anche il drain del mosfet. Verrà anche bloccata la debole corrente di misura, evitando scariche della batteria sul lungo termine (è questo lo scopo principale!). Il source, nonchè la resistenza da 5,62K e quella da 2,2K verso il micro si ritroveranno a massa, visto il valore 0 della corrente nel partitore.
    Viceversa quando in conduzione funzionerà tutto come se non ci fosse (RDSon è trascurabile in serie ai 332K) e la tensione sulla resistenza da 5,62K, nocnhè quella verso il micro, sarà corrispondente al valore risultante dalla partizione ..e dal valore in ingresso... che non è quello "differenziale" di quel singolo blocco.. ma sempre tra quel capo del blocco e massa: sarà il micro ad effettuare le opportune operazioni aritmetiche di "sottrazione"

    Circuiti sussidiari alla sezione (in costruzione: tornare a leggere in seguito...)
    Immagini Allegate Immagini Allegate
    Ultima modifica di gattmes; 31-05-2010 a 14:42

    Fare si puo'!..... Volerlo dipende da te.

    Consultate e rispettate il REGOLAMENTO ( < cliccare sopra per visionarli >) e l' INDICE del Forum

    Ricorda: un piano cottura a induzione consuma mediamente solo il 30% dell'energia richiesta da uno a gas e comporta in "bolletta" costi dimezzati. Contrariamente a quello che ti diranno in giro poi si può generalmente usare anche con il normale contratto da 3 kW, pur se sprovvisto di sistema di autolimitazione. Per maggiori informazioni:
    Vetroceramica (piani cottura HOBs): bugie&verità
    PIANI COTTURA: vetroceramica radiande/alogeno, induzione, metano/GPL, ecc: QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI
    [/I]

  15. #35
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Estrapolato dalla discussione http://www.energeticambiente.it/fiat...#post119184525

    Quote Originariamente inviata da giarmelo Visualizza il messaggio
    l,unico problema da risolvere sarebbe far risultare alla BM le giuste tenzioni tra i quattro pacchi equalizzati (60-120-168-216),e con una o due batterie in meno non sara cosi facile far inquadrare la cosa,ma intuisco che la cosa e risolvibile e qualcuno di noi sul forum troverà la risposta al problema. Hai fatto bene ad avere tutte le batterie ispezionabili.
    Si: nella BM ci sono dei partitori con delle resistenze di centinai di kohm. Secondo me basta rimpiazzarle con altri valori per "ingannare" (sufficientemente) la BM
    Ultima modifica di gattmes; 17-03-2011 a 13:33

    Fare si puo'!..... Volerlo dipende da te.

    Consultate e rispettate il REGOLAMENTO ( < cliccare sopra per visionarli >) e l' INDICE del Forum

    Ricorda: un piano cottura a induzione consuma mediamente solo il 30% dell'energia richiesta da uno a gas e comporta in "bolletta" costi dimezzati. Contrariamente a quello che ti diranno in giro poi si può generalmente usare anche con il normale contratto da 3 kW, pur se sprovvisto di sistema di autolimitazione. Per maggiori informazioni:
    Vetroceramica (piani cottura HOBs): bugie&verità
    PIANI COTTURA: vetroceramica radiande/alogeno, induzione, metano/GPL, ecc: QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI
    [/I]

  16. #36
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    [ Dato finale 140 km! http://www.energeticambiente.it/fiat...#post119187957 ]
    Ottime premesse.... vediamo al volo il discorso del SOC della BM.
    Dato che l'indicatore a cruscotto non è graduato (ha solo dei settori colorati), potresti ritoccare (ritoccare... non modificare drasticamente) quanto "legge" in corrente.
    Per far ciò (vedi sezione BM... continuiamo eventualmente li per i dettagli) si può ridurre (saldando in parallelo) la resistenza dentro la BM dove si converte la corrente del LEM in tensione (che poi gli "operazionali" leggono)...
    ... ma anche esternamente: visto che il LEM esce in corrente! Basta una R esterna tra la sua uscita e la massa cui fa riferimento (che non è uno dei due fili, visto che è alimentato duale a +-15 V [vado a memoria])
    Ultima modifica di gattmes; 17-03-2011 a 13:36

  17. #37
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    scusa una domanda gattmes, prima di fare la modifica non credi che sarebbe meglio testare il SOC con la BM funzionate? vorrei ricordare che attualmente non funziona, spero che si tratta delle ventole staccate ieri sera la prima vera ricarica l'ho fatta con BM staccata, e poi volevo chiederti se al posto delle ventole posso collegare delle resistenze? la BM credo che senta il carico o sbaglio? ciao...

  18. #38
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    in effetti oggi, ho provato con le ventole ripristinate, (a parte che non girano), la carica si interrompe dopo un paio di minuti, dopo aver controllato l'isolamento, (trovato il post in cui ne parli gattmes) misurare massa batt. serv. e batteria traz. +e-, tutto ok isolamento nella norma di cui parli nel post. infine ho provato col relè EJ9 quello vicino al carica batterie, ho piegato il piedino come spieghi in un altro post e niente da fare carica interrotta come sopra, un solo dubbio nn sono sicurissimo de piedino piegato domani posto una foto, ciao e grazie per l'aiuto gattmes .

  19. #39
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    rettifico il post precedente , ho visto la foto gattmes ho sbagliato relè.!!! domani riprovo anzi, prendo una lampadina vado adesso!

  20. #40
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    ho fatto un paio di foto! non sono riuscito ad individuare il relè EJ9!!,il quadro strumenti mi segnala quelle anomalie..
    Immagini Allegate Immagini Allegate

  21. RAD
Pagina 2 di 7 primaprima 1234567 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. FIAT SEICENTO Elettra: caricabatterie (1a-2a serie)
    Da RomeoII nel forum Fiat Seicento Elettra
    Risposte: 208
    Ultimo messaggio: 13-09-2019, 11:46
  2. FIAT SEICENTO Elettra: arpionismo
    Da luigiduca nel forum Fiat Seicento Elettra
    Risposte: 27
    Ultimo messaggio: 06-01-2019, 16:46
  3. FIAT SEICENTO Elettra: riduzione potenza ricarica CB
    Da gattmes nel forum Fiat Seicento Elettra
    Risposte: 49
    Ultimo messaggio: 10-02-2014, 00:27
  4. FIAT SEICENTO Elettra: Temperature-Monitor
    Da Oighen nel forum Fiat Seicento Elettra
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 23-06-2009, 22:00
  5. FIAT SEICENTO Elettra: Avviare CB a basse temperature
    Da tonini_mingoni nel forum Fiat Seicento Elettra
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 10-12-2008, 08:00

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •