Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 1 di 2 12 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 20 su 21

Discussione: FIAT SEICENTO Elettra: monitorare le singole batterie

  1. #1
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito FIAT SEICENTO Elettra: monitorare le singole batterie



    moderazione (gattmes):
    Per altre discussioni relative alla Seicento vedere l'elenco / Concernig other threads about Seicento see index: informazioni mappa sezione / informations section map


    Ciao,
    Usate la "unita interconnettiva di diagnosi" originale di Fiat o avete una alternativa per misurare le tensione singule delle batterie (ognuna) e le temperature?
    Sono anche interessato in avere un strumento con la possibilita di schermo fissato sul cruscotto da vedere questi valori quando la macchina é in marcia.
    Sono tedesco e vorrei un po piu di controllo ;-)

    Grazie, ciao,
    Oighen
    P.S.: Spero voi avete capito mio italiano e cosa ho chiesto....
    Ultima modifica di gattmes; 25-06-2009 a 11:43
    Twike-Active 037
    Audi A2 1.2TDi 3L (33km/litro)

  2. #2
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Un noto (vecchio) proverbio diceva.. "comandante tedesco, truppa italiana"...
    come controllo (ordine, ecc.) è bene la prima cultura... ma una certa "arte di arrangiarsi" della seconda è utile! (E l'insieme/sinergia delle due è ottimo).

    Un "work around" consiste nel misurare le tensioni dei blocchi su uno dei connettori della centralina "Battery Monitor" (vedi file che ti ho mandato: 10E_Battery_monitor.pdf).

    ATTENZIONI: tensioni pericolose, usare le opportune precauzioni!

    Forse è possibile "raggiungere" i pins (con un multimetro) senza scollegare i connettori.

    Certo che uno strumento di misura da inserire vicino al guidatore sarebbe meglio... ma più complicato.
    Un metodo semplice potrebbe consistere nel collegare dei fili a quel connettore (fare una derivazione, magari con un circuito da interporre) e trasportarli dentro l'abitacolo, USANDO DELLE RESISTENZE DI DISACCOPPIAMENTO DI VALORE ELEVATO (se si usa un multimetro l'impedenza d'ingresso è alta e l'errore di misura è minimo).
    Come misura si possono usare diversi multimetri ..o anche strumenti analogici. In caso di multimetri prestare attenzione all'alimentazione; nel 99,9% dei casi dovrà essere disaccoppiata/isolata tra i multimetri.. ed anche rispetto alle tensioni sull'auto (12V servizio compreso)

    ..e poi qualcosa di simile per il controllo della temperatura.


    (PS
    Eccetto ... piccolissimiiiiiiii errori il resto è perfetto!
    NOTA: 10 e lode!
    ..Io di solito faccio più errori..si ma.....scrivendo in italiano!!!)
    Ultima modifica di gattmes; 25-06-2009 a 11:02

    Fare si puo'!..... Volerlo dipende da te.

    Consultate e rispettate il REGOLAMENTO ( < cliccare sopra per visionarli >) e l' INDICE del Forum

    Ricorda: un piano cottura a induzione consuma mediamente solo il 30% dell'energia richiesta da uno a gas e comporta in "bolletta" costi dimezzati. Contrariamente a quello che ti diranno in giro poi si può generalmente usare anche con il normale contratto da 3 kW, pur se sprovvisto di sistema di autolimitazione. Per maggiori informazioni:
    Vetroceramica (piani cottura HOBs): bugie&verità
    PIANI COTTURA: vetroceramica radiande/alogeno, induzione, metano/GPL, ecc: QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI
    [/I]

  3. #3
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Intanto segnalo che sto portando avanti un'indagine (rev. eng.) sull'attuale BM
    che può essere seguita da circa questo punto..
    http://www.energeticambiente.it/cate...#post119039699
    ... in avanti dell'apposita discussione sulla BM (tutti i messaggi relativi sono stati spostati in discussione dedicata).

    Una considerazione:
    la BM sfrutta i connettori circolari S75A (vano anteriore) ed S76B (vano posteriore) [NB lo segnalo come da manuale, anche se per me c'è qualche errore di sigla/ubicazione per la parte anteriore.. mi risultano invertiti!] per misurare la tensione dei 4 blocchi (0-60; 60-120; 120-168; 168-216).
    Conseguentemente dai connettori "femmina" volanti escono solo i fili relativi ai blocchi.

    Tuttavia i connettori "maschi" a pannello montati sui cestelli batteria "portano" le connessioni interne di tutte le batterie.
    In particolar modo aggiungo che le connessioni alla tensione di blocco sono protette da fusibili (valore 5A come da foglio 10E battery monitor, pagina 3 in basso a sinistra.. lo scrivo perchè non è facile ricordarsi da dove salta fuori questo valore!), mentre le altre sembrano dirette.

    Sarebbe quindi possibile collegare circuiti esterni di altro tipo (esempio caricabatterie modulari, oppure equalizzatori, ecc.) oppure utilizzare gli stessi per ripristinare "manualmente" qualche carica, ecc.
    Importante non eccedere i 5A.. sicuramente sui fili/connessione dotati di fusibile.. ma anche sugli altri.. in quanto il cablaggio non penso sia fatto per sopportare elevati correnti.

    La cosa più pulita consisterebbe quindi nel dotarsi di un altro paio di connettori femmina. A tal fine eseguo una ricerca sul tipo (AMP vecchia versione a 12 vie; CINCH nuova versione a 14. Se vi capita di vedere sigle, p/n, ecc. segnalatelo!). Al momento è noto che sono circolari, portano pin(s) piatti (e non tondi!) e in numero di 14.. anche se il connettore è forse di una "famiglia" maggiore .. inoltre c'è una polarizzazione.

    La corrispondenza tra pin(s) e interconnessione batteria-batteria è visibile a pag. 11 del pdf "10F batterie trazione" allegato (a pag 10 il disegno dei connettori)
    File Allegati File Allegati
    Ultima modifica di gattmes; 31-05-2010 a 15:25

    Fare si puo'!..... Volerlo dipende da te.

    Consultate e rispettate il REGOLAMENTO ( < cliccare sopra per visionarli >) e l' INDICE del Forum

    Ricorda: un piano cottura a induzione consuma mediamente solo il 30% dell'energia richiesta da uno a gas e comporta in "bolletta" costi dimezzati. Contrariamente a quello che ti diranno in giro poi si può generalmente usare anche con il normale contratto da 3 kW, pur se sprovvisto di sistema di autolimitazione. Per maggiori informazioni:
    Vetroceramica (piani cottura HOBs): bugie&verità
    PIANI COTTURA: vetroceramica radiande/alogeno, induzione, metano/GPL, ecc: QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI
    [/I]

  4. #4
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Sto portando avanti un progettino a base di Pic per monitorare la tensione dei singoli blocchi e visualizzarla su un display lcd.

    Per ora ho comincato facendo quattro gruppi come fa la centralina originale ma piano piano vedro di estendere a ogni elemento il controllo.

    Vorrei anche fare pilotare a questo circuito l'indicatore di carica che cosi come concepito in origine non vale una cicca.....

    Vi piace l'idea ?
    Avete qualche suggerimento ?
    Ciao
    Solare termico con intergrazione 4 Buderus Sks bollitore 500 L centralina autocostruita Caldaia condensazione Yunkers Stufa a legna a fiamma rovesciata Xeeos Seicento Elettra Robomow

  5. #5
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito Multivoltmetro a barra di LED

    Ciao a tutti, mi intrometto...

    e voi direte ma che cavolo c'entra questo? Non ha neanche la Elettra!

    Ebbene si, la sto cercando e per essere pronto mi sono letto TUTTI i 3d! Ho il cervello sintonizzato, penso solo a LEI!

    Sperando che non porti s**** alla mia ricerca oggi sono passato in RS a comprare qualche componente per accrocchiare un semplice voltmetro per le singole batterie.

    E' vero che c'è quello di Ciccio visibile in

    http://www.energeticambiente.it/fiat...#post119197901

    ma io pensavo a qualcosa più adatto all'uso in marcia e soprattutto meno costoso e che assorbisse meno corrente possibile.

    Quindi quello di Ciccio resta il 'riferimento' in quanto a precisione, io provo a preparare uno strumentino meno preciso ma 'ottico' che dia un'indicazione immediata anche durante la guida.

    Se ho ben capito dalle mille raccomandazioni in merito si maneggiano tensioni pericolose, e non sarebbe semplice 'sconnettere' questi 18 indicatori dalle batterie. Quindi i requisiti che ho posto per un primo dimensionamento sono:

    - una barra a 4 LED per ogni batteria; i LED si accendono singolarmente (per ridurre il consumo) a tensione maggiore di 11/12/13/14 V

    - assorbimento minimo, 20mA o meno per ogni batteria, in modo da avere una scarica trascurabile (qualche mese) anche con lo strumentino sempre acceso

    - fototransistor o qualcosa del genere per abbassare la luminosità al buio, per ridurre il disturbo di notte e anche il consumo

    Da domani comincio il montaggio e vi faccio sapere...
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  6. #6
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Bravo Riccardo .... complimenti .
    Il mio progetto è per ora in alto mare per motivi di tempo (scarso).
    Io avevo pensato di fare tutto con i fantastici pic che al momento sto usano in vari progetti.
    Consumano pochissimo e integrano tutto quello che può servire per realizzare uno strumento di misura di questo tipo in modo da rendere molto ridotte le dimensioni del circuito e visualizzare tutto su un unico lcd. il difetto è che vanno programmati e che una buona parte di tempo risparmiata nelle realizzazione dello stampato e dei cablaggi va dedicata allo sviluppo del sw.
    Il grande pregio è l'enorme flessibilita del sistema e la possibilita di fare modifiche sostanziali senza mettere mano all'hardware.

    Tu cosa pensavi di usare ???
    Scusa la curiosita....
    Solare termico con intergrazione 4 Buderus Sks bollitore 500 L centralina autocostruita Caldaia condensazione Yunkers Stufa a legna a fiamma rovesciata Xeeos Seicento Elettra Robomow

  7. #7
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    niente di rivoluzionario.... LM324 per le 4 soglie, un po' di resistori, e la barra di LED codice RS 247-3438

    Circa 4-5 euro a batteria, più tanto lavoro di cablaggio. Dovrebbe stare sui 15 mA max per batteria -> per assorbire i 45 Ah di una batteria ci metterebbe 4 mesi a piena luminosità.
    Ma ci sarebbe un modo per scollegare rapidamente e senza pericolo tutte le 18 batterie da un simile voltmetro? Io penso di no, e comunque un display sempre collegato aiuterebbe a controllare lo stato delle batterie/celle evitando autoscarica eccessiva, per esempio

    In pratica ci sono 3 realizzazioni possibili:
    - il tuo voltmetro con pic, sicuramente il più evoluto, ma se leggi le tensioni in successione credo sarebbe quello meno utilizzabile mentre guidi
    -quello di Ciccio, una via di mezzo (visualizzazione simultanea ma un po' dura leggere i numeri mentre vai)
    -il mio, il più grezzo, ma mentre vai avresti questo 'istogramma' che vive e pulsa, e a parte i dubbi in piena luce dovrebbero essere facilmente identificate le celle/batterie degradate o che hanno bisogno di essere equalizzate, la colonna relativa sarebbe spenta o con il LED acceso più basso delle altre.

    Peccato però che il mio rischia di restare una lucina su una scrivania triste...
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  8. #8
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Devo prenotarti l'aereo per Palermo ???
    Battute a parte su un lcd quattro righe per 20 colonne si puo organizzare sia di vedere tutte le tensioni contemporaneamente la corrente la temperatura del pacco batterie .
    volendo si puo dire al microprocessore di ordinare i dati dal valore piu basso al piu alto
    di vedere i valori tipo barra led ogni carattere puo essere una barra led a 7 gradini quindi ad esempio su una sola riga si possono mettere tutte le diciotto batterie
    ovviamente si puo chiedere di registrare i valori e di fare il resoconto a fine viaggio di tutti i valori piu interessanti ad esempio memorizzare per ogni batteria la minima e la massima tensione, la massima corrente in uscita, per quanti secondi è stata sotto o sopra una certa soglia ecc.
    Con un sw un pelino piu evoluto si puo anche misurare la potenza e l'energia erogata questo ultimo dato forse è il piu difficile da ottenere ma anche il piu interessante.
    i cablaggi dovrebbero essere un po meno problematici .
    Pensavo ad una scheda di acquisizione in ogni pacco batterie che ovviamente è connessa alle singole batterie poi tra queste due e la scheda principale bastano 3 o 4 fili in tutto piccoli e isolati galvanicamente dal circuito di trazione .
    Assorbimento su ogni batteria, ho provato ieri sera se si usa un 555 cmos circa 1 ma e per il resto non piu di 10ma a 12V.
    Ciao sono disponibile ad una collaborazione per il progetto...Vedrai che tra un po la trovi..
    Solare termico con intergrazione 4 Buderus Sks bollitore 500 L centralina autocostruita Caldaia condensazione Yunkers Stufa a legna a fiamma rovesciata Xeeos Seicento Elettra Robomow

  9. #9
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Stefano, tu fai parte del gruppo di 'digitali', ci metterei anche Crriss (con le sue prove sullo scooter) e il mio amico Giovanni che ha realizzato controller motore, con display e molte delle funzioni di cui parli, sulla Ecolà
    http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecol%C3%A0.html

    L
    a mia (personalissima) opinione è questa, ma mi sembra che in parte l'hai già detto anche tu: se uno pensa di arrivare, prima o poi, alla gestione completa del CB, controller motore e frenata rigenerativa ha sicuramente senso sviluppare circuiti complessi con microprocessore.
    Sulla Ecolà il display visualizza corrente istantanea, Ah totali assorbiti, velcità, tensione batterie (totale), con vari allarmi (sovratemperatura, undervoltage ecc ecc); avevamo pure implementato un calcolo dell'autonomia residua in km! Però erano dati che arrivavano dal cuore della moto, la centralina di controllo motore (autocostruita!)

    Sono progetti lunghi, anche se parti da zero, e se devi adattare a circuiti preesstenti forse è peggio!

    Se riesco a prendere la Elettra Giovanni è già allertato, magari ci metteremo un anno ma il primo obiettivo potrebbe essere proprio una gestione delle batterie (con un probabile passaggio al litio)

    Tornando al mio voltmetro, oggi prime prove ma LM non lavora bene a basse tensioni (ho tentato di usarlo a 4 V); comunque gli assorbimenti di cui parlo comprendono i LED, la circuiteria da sola dovrebbe stare su 1-3 mA!

    Una domanda a te e Ciccio: anche i vostri voltmetri saranno sempre collegati alle batterie o c'è un modo di staccarli?
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  10. #10
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Voltage-Alarm - Buzzer - Cicalino per batterie Lipo 2-8 Celle | eBay

    che ne dite di questi? leggono 8 celle e costano 7 euro.. c'e' pure l'avvisatore acustico... potrebbero essere buoni secondo voi?

  11. #11
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    più o meno, ma leggono 8 celle al litio, cioè fino a 36V, quindi leggerebbe fino a 3 batterie e non singolarmente, ma il totale...
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  12. #12
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    LIPO LiFe BATTERY MONITOR TESTER 7,4V..29,6V + ALLARME 2 BUZZER PROGRAMMABILE | eBay

    quest'altro lo specifica meglio ....legge a rotazione tutte e 8 le celle e anche la totale oltre a cicalino e al led che si accendono quando una cella si scarica (soglia regolabile ) 15ma di consumo

  13. #13
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    si,probabilmente è adatto per le batterie al litio, molte celle e uno non deve pretendere di vederle tutte mentre va....
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  14. #14
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Riccardo, si in effetti ho messo 18 interruttori a pulsante si accendono e spengono abbastanza facilmente, in ogni caso li accendo solo dopo aver percorso i primi 120km, o quando devo fare delle verifiche come in questi giorni.
    Grillino, quel display è fantastico bravo! io ne avevo trovato uno che misurava 6 celle più la tensione totale, e li ho anche provati vanno benissimo e consumano pokissimo, e altra cosa non trascurabile con quattro soldi si possono monitorare tutte le celle!

    ps.Grillino, sono impaziente di vedere i primi lavori con le litio, vedrai che ne sarai pienamente soddisfatto! complimenti per il coraggio che hai dimostrato di avere.

    dimenticavo di dirvi che sono in prossimità dei 40000km, 39200km per la precisione appena raggiungo il traguardo posto la foto!


    buona giornata a tutti

  15. #15
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Anche io sono stato un analogico puro fino a qualche anno fa ma ora è inutile non si puo fare a meno dei controllori digitali anche a livello hobbistico.
    Senza esagerare ovviamente se devo fare un alimentore per il trenino di mio figlio, non ci metto un microcontrollore, con quattro transistor e poco altro ho gia finito.
    I punti dolenti della seicento secondo me sono due il carica batterie e il battery manager.
    Comiciamo col battery manager o BM che non funziona bene per niente dato che si capisce di piu con un tester che guardando la lancetta nel quadro.
    Quindi dato che il tempo non è molto essendo hobbista preferirei risolvere due o tre problemi in un colpo solo.

    Vedere tutti i dati che mi servono per capire lo stato delle batterie ecc e non girare alla cieca come ora.
    Sostituire l'attuale BM con una che permetta all' utilizzatore di programmarne i parametri di funzionamento.
    Tutto cio consentirebbe di predisporre la macchina per altri tipi di batterie in vista di un futuro passaggio ad altro tipo di accumulatore (Litio o qualsiasi altro).

    Se invece mi limito a fare solo il visualizzatore ad esempio il tuo a led avrei risolto solo un problema ma dovrei sottostare sempre alla BM attuale con grandi limitazioni.

    Il carica batterie non è un gran che neanche lui ed è troppo complicato per i miei gusti per ora mi sono limitato a modificarlo un pochino se avessi avuto piu tempo lo avrei gia rifatto e sicuramente analogico, per cambiare la tensione e la corrente bastano due trimmer...

    L' inverter invece funziona benissimo e proprio non lo andrei a toccare...non sono in cerca di grane per ora.

    Per quanto riguarda la disconnessione dei misuratori dalle batterie si si possono disconnettere tramite apposito connettore che ho messo di proposito sui due pacchi batterie.
    Spero di essermi spiegato...
    Ciao a tutti
    Ultima modifica di stefanoPc; 15-07-2012 a 11:25
    Solare termico con intergrazione 4 Buderus Sks bollitore 500 L centralina autocostruita Caldaia condensazione Yunkers Stufa a legna a fiamma rovesciata Xeeos Seicento Elettra Robomow

  16. #16
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Bene, per lo meno sono riuscito a risvegliare questo 3d!

    Stefano, ti sei spiegato benissimo, non fraintendetemi io veramente pendo dalle vostre labbra ed esperienze, siete il vero motivo per cui mi è venuta la malsana idea di comprarmi una Elettra!
    Comunque come ho già detto è proprio l'intenzione di mettere mano ai vari componenti della macchina che può giustificare un voltmetro evoluto, e siccome per ora non ho neanche l'auto (...) mi limito a immaginare soluzioni più semplici per me, che ho imparato da poco a fare circuitini che molti maneggiano a 12 anni (forse maneggiavano, i ragazzi di adesso pensano solo alla Play)

    Il giorno prima di andare a vedere una Elettra ho dormito malissimo (vero!) e ora ho la fissa, e mi invento prove da fare.

    Già mi immagino a fare i primi giri, cambiare le batterie (tutte o solo le peggiori)... spero non resti un'illusione...

    Spero di poter presto postare le foto della MIA bambina!
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  17. #17
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Stai tranquillo che arriva arriva... Ciao
    Solare termico con intergrazione 4 Buderus Sks bollitore 500 L centralina autocostruita Caldaia condensazione Yunkers Stufa a legna a fiamma rovesciata Xeeos Seicento Elettra Robomow

  18. #18
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao stefano, che connettore hai usato?

    Nel frattempo ho provato il mio 'voltmetro dei poveri'...

    Facendo accendere un solo LED della barra, l'assorbimento è di circa 8,6 mA al buio, e sale a 14-15 mA in piena luce.

    Direi che così potrebbe stare sempre in presa senza causare un calo apprezzabile della relativa batteria!
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  19. #19
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ecco i due connettori quello sopra va al vecchio BM quello sotto è gia pronto per il sistema di misura delle singole batterie e/o nuova bms.Spina_IMG_4246.jpg
    Al momento è chiuso con un tappo stagno.
    Ciao
    Solare termico con intergrazione 4 Buderus Sks bollitore 500 L centralina autocostruita Caldaia condensazione Yunkers Stufa a legna a fiamma rovesciata Xeeos Seicento Elettra Robomow

  20. #20
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Aggiornamento!
    Beh, basta guardare il mio ultimo post per capire perchè nel 2013 NON bisogna ostinarsi con l'analogico... e peggio ancora non bisogna farsi venire la geniale idea di fare 18 voltmetri su millefori tirando dei filini microscopici.
    'Tanto che ci vuole?'
    'ma si, in pausa mensa...con calma...'

    Risultato ho finito ieri! Ed è già un miracolo se 'solo' uno dei voltmetri ha un falso contatto!

    Questo è il circuito nella scatolina:
    voltmetro1.JPG


    cablaggio retro......
    voltmetro2.JPG

    appena finisco un po' di taglia e cuci metto un filmato sul voltmetro in funzione...non è male, fa molto anni 90!
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  21. RAD
Pagina 1 di 2 12 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. FIAT SEICENTO Elettra: batterie di trazione alternative
    Da tonini_mingoni nel forum Fiat Seicento Elettra
    Risposte: 1520
    Ultimo messaggio: 19-11-2019, 08:53
  2. FIAT SEICENTO Elettra: BM (Battery Manager)
    Da Bisi nel forum Fiat Seicento Elettra
    Risposte: 131
    Ultimo messaggio: 14-01-2019, 18:31
  3. FIAT SEICENTO Elettra: arpionismo
    Da luigiduca nel forum Fiat Seicento Elettra
    Risposte: 27
    Ultimo messaggio: 06-01-2019, 16:46
  4. FIAT SEICENTO Elettra: batterie (originali) e affini
    Da RIZZO99 nel forum Fiat Seicento Elettra
    Risposte: 278
    Ultimo messaggio: 05-11-2014, 15:09

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •