Mi Piace! Mi Piace!:  119
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  16
Pagina 6 di 26 primaprima 1234567891011121314151617181920 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 101 a 120 su 520

Discussione: Storia di ELI

  1. #101
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito



    Arieccomi! Sono tornato ieri dalle ferie e ovviamente mi sono dato da fare, guardate l'ora...

    Rimontato già tutto, compreso paraurti schiumato e la 'richibarra'; non so se e quanto sarà utile in caso di altro urto che spero NON AVVENGA MAI PIU'... però il tutto sembra più consistente, per lo meno paragonato all'altra seicento termica che ho.

    Appena riesco metto un paio di foto, nel frattempo domani ricomincio a usarla che mi è mancata tantissimo!
    Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
    Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

  2. #102
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Ecco alcune foto!

    La schiuma dopo l'indurimento..stalattiti e stalagmiti di poliuretano!
    schiuma1.jpg
    Rifinitura con i tamponi originali come riferimento
    schiuma2.jpg
    Richibarra in fase di montaggio; i due blocchetti in legno trasmettono l'urto ai supporti del cestello batterie; li ho fatti in legno sia per semplicità di lavorazione sia affinchè con urti consistenti si spacchino senza deformare il cestello (idea malsana che magari non ha senso)
    richibarra1.jpg
    Richibarra e supporti verniciati per la durata... e per non traumatizzare gli addetti alle revisioni...
    richibarra2.jpg
    Il frontale.... cofano leggermente ammaccato, vedrò se sistemarlo; in compenso paraurti bello nuovo!
    frontale.JPG
    L'adesivo non è granchè ma per ora...
    Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
    Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

  3. #103
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    sembra un'ambulanza,leva quello stampino centrale.........XD

  4. #104
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Riccardo, si intravede l'ordine sparso dei cavi all'interno del cassone anteriore...

    Bella roba!!!!!!!

    Ciaooo

    Fox
    16 moduli ST170M Conergy Inverter IPG3000 vision

    alla tv -calcio +rally

    http://www.evalbum.com/2123

  5. #105
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    eehhh vabbe'! Fox sei troppo esigente!

    Manca ancora una delle 4 PCB per il controllo delle celle, e c'è il cablaggio per l'allarme tensione (cicalino e led) che ancora non è collegato... per ora ci sono 5 filini che viaggiano di lato al cofano, ESTERNAMENTE! Comunque in effetti 72 cavi con 72 fusibili volanti...è un po' un casino ma così ho montato tutto nei cassoni originali.

    Spero di migliorare un po' il tutto prima delle piogge autunnali... ma visto che critica ora traumatizzo Fox con un'altra foto...

    DSC06332.JPG

    questo era il cestello anteriore inferiore; si intravedono i cavi con fusibili, che poi vanno nella parte superiore del cestello, passano sotto le CCM e finiscono nei connettori.... avrete intuito il mio disordine cronico, immaginate che casino....
    Appena riesco faccio una foto delle CCM e dei vari circuitini volanti, attaccati con lo scotch un po' in giro per il cofano... tutto rimasto in posizione anche dopo il tamponamento però!
    Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
    Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

  6. #106
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito Bomba d'acqua!

    Aggiornamento: ho spostato gli ultimi interventi sulla interessantissima soluzione di Fox, non solo perchè l'invidia mi rode e mi fa fare pessima figura, ma anche perchè credo fosse ora di aprire un 3d specifico che diventerà sicuramente molto frequentato. Eccolo:
    http://www.energeticambiente.it/fiat...#post119466055

    Tornando a ELI, ieri in quel di Cernusco ho beccato una quasi tromba d'aria e una 'bomba d'acqua'...

    Ovviamente i miei circuiti volanti hanno preso qualche goccia e sono tornato a casa con il beeeeeeeep assordante dell'allarme Vlow nelle orecchie. E quindi mi sono finalmente deciso, ed era banale, ad avvitare il coperchio in modo da limitare il rischio di bagnare i miei obbrobri.
    Comunque in due punti le fogne erano esplose, e a parte la puzza ho potuto testare la buona resistenza, nonostante l'età, del mezzo ai 'guadi' fino a 20cm e forse qualcosa di più! Meglio non riprovarci però...

    Oggi ho rischiato anch'io il danno, ho provato ad andare su con la tensione di carica per vedere come funziona la limitazione pilotata dai miei circuiti, e ho scoperto che le 18 celle non ancora gestite sono andate ben più in alto, alcune hanno superato anche se per pochi secondi i 4V!
    Non credo di aver fatto danni perchè si è trattato proprio di una decina di secondi, ero li col tester.
    Questo conferma ai polli come me (e non solo) che è pericoloso, MOLTO, andare sopra i 3,4V medi per cella.

    Mi spiego: o si fanno le cose con molta calma e con soluzioni affidabili e ben montate come quella di Fox, oppure si rischia molto, basta 1 circuito di controllo non collegato o difettoso per rischiare di mandare a fuoco la relativa cella. In serie lunghe come questa anche poche decine di mV di tensione, moltiplicati per il numero di celle, possono bastare a dare 1V o più di sovratensione sulla cella s****ta.

    Quindi ho deciso che d'ora in poi, anche con tutti i circuiti montati, solo ogni tanto farò la cosiddetta bilanciatura andando sopra i 245V totali, e lo farò vigilando personalmente!
    Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
    Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

  7. #107
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Sono perfettamente d'accordo
    Nel mio piccolo e con sole 20 celle quando la prima volta le ho messe a caricare ho visto come il BMS (grazie al cielo) ha bloccato il caricabatterie mentre io ero li' a controllare le celle. Non mi ero accorto che una della serie aveva superato il voltaggio max consentito, succede troppo repentinamente, se non avessi avuto il BMS avrei rischiato di rovinarne 1 o 2.
    IL passaggio tra 3,6V e 4V è piuttosto repentino quando carico a soli 5A o 8A su celle da 40AH, non posso immaginare in serie come le vostre come si possa controllarle a mano, salvo caricarle a voltaggi limitati ed amperaggio verso il target a calare (hai piu' tempo di beccare overvolting)

    Comunque, incrociando le dita e toccando Litio Ferro, con 4V non dovresti aver fatto danni.

  8. #108
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Non per portare sfiiga,ma se ne accorgerà subito se ha fatto il danno,perchè la cella danneggiata carica molto piu lentamente delle altre,quindi sarà sempre molto indietro con la carica,in quel caso,stai tranquillo che è danneggiata............parola di Ponzo!! (per esperienza )

  9. #109
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Anche un po' oltre i 4V, ma veramente per una manciata di secondi. Era un esperimento, e dire che me l'ero anche scritto di non escludere le limitazioni prima di completare tutti i circuiti!

    CCriss, io ho circuiti di controllo, il problema è che non ho finito l'ultimo di 4... quindi ho 18 celle non monitorate automaticamente.

    Sembra comunque tutto ok, le celle sovraccaricate in realtà per ora vanno meglio delle altre, dopo 50km; leggendo su internet sembra che uno dei rischi principali di cariche esagerate è il surriscaldamento, ma pochi secondi con circa 10A in ingresso non bastano a surriscaldare una cella. Oggi a fine giro e circa 70km le ricontrollo tutte per scrupolo!
    Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
    Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

  10. #110
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
    Non credo di aver fatto danni perchè si è trattato proprio di una decina di secondi, ero li col tester.
    Questo conferma ai polli come me (e non solo) che è pericoloso, MOLTO, andare sopra i 3,4V medi per cella.

    Mi spiego: o si fanno le cose con molta calma e con soluzioni affidabili e ben montate come quella di Fox, oppure si rischia molto, basta 1 circuito di controllo non collegato o difettoso per rischiare di mandare a fuoco la relativa cella.
    No, le LiFePO4 non si ioncendiano, si rompono e basta. Al massimo "sfiatano", ma se non ci sono scintille non credo si incendino. E' il vantaggio più importante delle LiFePO4 sulle li-ion! Sennò perchè usare batterie più costose e meno capienti?!? (le li-ion arrivano a 150 Wh/kg, le LiFePO4 non superano i 100).
    Batterie, DoD e profondità di scarica: *** Scaricare le batterie solo fino a metà prima di ricaricarle. *** Al piombo da 60 km: usata 20 km per volta durerà 60.000 km, 60 km per volta ne durerà 12.000. *** Al litio da 60 km: usata 20 km per volta durerà 120.000 km, 60 km per volta durerà 60.000 km.
    -- Jumpjack --

  11. #111
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito RICHI-colonnina

    Giusto Jump, era un modo di dire, però tutto è relativo... cioè la chimica è più sicura, ma se una cella è totalmente andata e continuiamo a immetterci o prelevare correnti elevate va tutto in calore, e dissipare decine o centinaia di W in uno scatolotto porta surriscaldamenti pericolosi comunque..

    Non è il mio caso, complice una mancata ricarica della figlia oggi ho fatto 80km e le celle sono tutte paurosamente allineate come prima.

    Domani per scrupolo faccio il test col celllog per vedere se qualcosa è cambiato da nuove ad adesso.

    Invece ecco a voi la foto della mia Richi-colonnina personale:
    colonnina.jpg

    i possessori noteranno che ho allungato il cavo di ricarica, e tolto il differenziale che c'era lungo il cavo. Mi impediva di usare un timer di recupero per ricaricare di notte, e non ho avuto pietà...
    Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
    Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

  12. #112
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Aggiornamento:

    per ora le celle sembrano ok; le celle che erano andate in overvoltage sembrano comportarsi esattamente come le altre a vuoto, anche dopo vari km, l'unica cosa che noto è che mediamente sono sempre loro ad andare in equalizzazione a fine carica, come se avessero ancora immagazzinato una carica maggiore.
    C'è da dire che al momento più che equalizzare il mio circuito ferma la carica quando le prime celle arrivano a 3,6V, se e quando riuscirò a fare una vera (e lunga) equalizzazione vedremo.

    Nel frattempo, visto che non ho voglia di fare video editing, mi sono deciso finalmente a caricare un video ormai vecchio; erano i miei primi giorni al litio e vi potete godere le prestazioni in accelerazione della Eli alleggerita!
    Test drive Seicento Elettra - YouTube

    I tempi sono ovviamente molto migliori di quelli dichiarati da FIAT! Se qualcuno ancora al piombo riesce a fare un filmato simile... ci giochiamo una birra!
    Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
    Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

  13. #113
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito Mi sento solo!

    A me sembra inaccettabile non scrivere più di Eli solo perchè ormai l'uso è diventato di routine.. e quindi mi invento (per modo di dire) qualcosa da dirvi..

    Prima di tutto mi sento solo, sono a casa da una settimana col piede rotto e non ho potuto neanche scendere in box a controllare che tutto sia a posto. Mi tocca fidarmi di quanto dicono i figli sotto torchio.

    Hai messo in carica?
    Si papà, non ti preoccupare.

    Ma hai controllato che dopo la carica segnasse il pieno?
    ma perchè, dov'è che si guarda se c'è il pieno?

    ...

    Vitto ma hai sentito lo scatto del relè quando hai attaccato la carica? (segue breve spiegazione di cos'è un relè)
    No non ho sentito niente quando ho messo la spina di ricarica!
    Ma l'hai inserita bene? L'hai abbassata fino allo scatto?
    Perchè, va abbassata?

    Io non ce la faccio più, domani copro bene il piedino e scendo giù!

    Finisco con qualcosa di più serio. A me sembra incredibile quanto queste celle sembrino, almeno per ora, assolutamente allineate e vicine come comportamento.
    Quelle che avevo 'sovraccaricato' tendono ancora ad andare prima in sovratensione; potrebbe essere un brutto segno ma non cedono prima delle altre.
    Inoltre... qualche tempo fa uno dei miei circuitini ha avuto un malfunzionamento e ha scaricato un certo numero di Ah dalla rispettiva cella. L'ho riallineata manualmente solo in parte, diciamo che più o meno potrebbe avere 5-10Ah in meno al suo interno. Ebbene, vi assicuro che ho provato a misurarla in varie occasioni, ed è sempre 0,01-0,02V sotto le altre!

    Insomma, a parte pochi casi di disallineamento dovuti a miei 'errori', tutte le celle, nonostante un'equalizzazione quasi inesistente, hanno tensioni comprese in +-0,02V!
    Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
    Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

  14. #114
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Che dirvi? Senza rendermene conto mi sono letto in pochissimo tempo tutti e 113 i post di questo fantastico quanto "allucinante" thread. Allucinante perchè mi ha fatto venire una voglia di auto elettrica che forse solo mio figlio quando gli regalai la motina elettrica ha provato...
    Grazie a tutti ragazzi ed in particolare a te Riccardo per il modo di raccontare la passione che hai messo in questo progetto!
    Ciao.
    Massimo.
    Impianto 2,925 kWp parz. integ. 2° CE - 13 pannelli Suntech STP225-20/Wd Poly - Inv Aurora Power One PVI 3.0 OUTD-IT - Sud - Tilt 26°. ROMA. Terminato il 30/12/10. In rete dal 09/02/11, rifatto il 07/11/12. Stazione Meteo online. (Pala Micro-Eolica 1000 Wp)+(i500). Casa FULL LED. Impianto su Sonnenertrag.eu & su Pvoutput.org & nel team del forum. Auto Hyundai IONIQ ibrida Plug-in.

  15. #115
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito I punti esclamativi!

    Certe volte le coincidenze della vita mi lasciano allibito. E allora scrivo un clamoroso OT..beh forse mica tanto visto che questo ormai è quasi un blog.
    Qualche volta penso che potrei scrivere un libro, un E-book ma poi mi scoraggio, leggo pochissimi libri, preferisco manuali o riviste scientifiche, e quindi sono ignorante.... però in effetti se restassi un po' sul tecnico...

    Masmod, il tuo è praticamente il primo complimento, e sicuramente l'ultimo, che ho ricevuto in quanto 'scrittore'. E quando l'ho letto ieri sera mi ha fatto piacere, anche perchè scopo di questo forum e di chi ci scrive è anche e soprattutto cercare di fare proseliti e rompere certi tabù.

    Ma perchè mi ha fatto piacere, a parte il mio spiccato narcisismo? Eh mi tocca ancora inserire un dialogo tra me (R) e mia figlia di 22 anni (C), iniziato ieri a pranzo e finito ieri sera (prima che leggessi il post di masmod..)

    Non ricordo più come è iniziato il discorso, mi sembra siamo partiti dalle mie critiche all'abuso di internet e tecnologie, per poi arrivare ai neologismi degli SMS, sigle, faccine e roba simile.

    C: e poi metti quello stato troppo politico su FB e pure il punto esclamativo.
    R: beh a me sembra assurdo, a volte un punto esclamativo dice tutto!
    C: Ricca' sei troppo ignorante, si vede che hai letto solo Sinuhè l'egiziano, già alle elementari ti spiegano che il punto esclamativo si deve usare con moderazione e quasi solo nei discorsi diretti (se ricordo bene, ndr)

    Qui ci vuole una nota: sono fissato con gli antichi egizi, e Sinuhè è un romanzo lungo e per i miei figli noioso, uno dei pochi libri che ho letto tanti anni fa!
    2a nota: Ricca' è il classico modo di chiamarmi dei miei figli, quando vogliono volutamente sminuire il mio ruolo paterno o evidenziare quelli che a loro giudizio sono i miei limiti socio-culturali. Mala tempora currunt!

    R: cavoli, ma io i punti esclamativi li uso un sacco! Devo rivedermi tutti gli interventi sui forum che frequento!

    La sera, nella libreria del multisala, apro un libro e leggo velocemente 2 o 3 pagine...

    R:vedi che dici cavolate! In questo libro con due occhiate ho trovato già tre punti esclamativi!
    C: Ricca' ma smettila, è un libro per bambini.

    ...

    Chiarito perchè masmod mi ha riempito di orgoglio, torno in tema con un breve resoconto.
    Ieri ovviamente avanti e indietro dal cinema con Eli, sotto l'acqua.
    Solito continuo rimprovero mio allo stile di guida, curve troppo strette o troppo larghe, e tieni la distanza di sicurezza che i pneumatici hanno dieci anni e non c'è l'ABS ecc ecc

    Poi ogni tanto i nuovi 'utenti' dell'auto mi dicono che sentono puzza di bruciato.
    Ma no, sarà l'odore normale dell'elettronica di potenza..
    Ma dai è impossibile, sarebbe già andata a fuoco! Provare a stare meno attaccati a auto vecchie e puzzolenti no?

    E ieri sera appena partiti il mio urlo (metto anche i punti esclamativi per farvi immaginare meglio il tono usato):
    R: Caxxo! Per forza che senti puzza di bruciato! Hai il freno a mano tirato!
    C: Ricca' ma che dici, è la prima volta che mi capita.

    Ovvio...
    Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
    Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

  16. #116
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Prima o poi io metterei dei lucchetti per impedire l'uso di Eli a persone diverse da te !!!!!!! Scherzo, comunque insisti a fare innamorare i tuoi figli di Eli perché sarà la salvezza del loro futuro (anche se appartenente ad una precedente generazione di autovetture). Ieri sono passato davanti ad una scuola e dei ragazzi mi hanno indicato urlando: e quel coso cosa è ? Io gli ho risposto : il tuo futuro. Alle mie due figlie che hanno una dieci ed una sei anni sto tentando di farle innamorare già da ora dei veicoli elettrici e devo dire che fortunatamente sembra che seguano, ma sono ancora piccole. Comunque sii fiero dei tuoi risultati, cosi come lo siamo noi che ti seguiamo.
    2,4 KWp 28/08/09 2° Conto Energia 26709 al 31/12/2018 Kwh prodotti. Scooter elettrico Flash 6000 litio 5650 Km Venduto per passaggio a Open Start Lab venduta passaggio a Fiat 500e 27/10/2017
    http://www.energeticambiente.it/categoria-m1-es-auto-elettriche-/14759846-fiat-500-elettrica-4.html

  17. #117
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    comunque se i pneumatici hanno veramente dieci anni, buttali, sono diventati dei pezzi di legno, ricomprali ricoperti magari se non vuoi spendere/inquinare, ma dopo 7/8 anni sono troppo vecchi

  18. #118
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    hai ragione, rischiare un'auto così (e l'incolumità dei figli va, ci metto pure quella...)

    L'unico vantaggio che hanno è l'ovalizzazione: vista la silenziosità del mezzo è l'unico modo per rendersi conto della stratosferica velocità che raggiunge in pochi secondi!

    A parte gli scherzi, è che un poco mi dispiace buttare tutta quella gomma così tenuta bene..... comunque in questi giorni compero 4 cerchi e gomme termiche: a me piace un sacco derapare e lavorare di controsterzo, ma non so se avete idea di cosa vuol dire guidare un'auto con coppia non trascurabile e trazione posteriore!
    La pioggia è già arrivata, tra un po' potrebbero cominciare le prime gelate, o peggio la neve... oddio, vado a ordinarli or ora sul web!
    Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
    Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

  19. #119
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Sono pienamente d'accordo sull'importanza di coinvolgere le nuove generazioni in qualcosa che poi li toccherà in prima persona tra qualche anno. Vedo mio figlio che ha 8 anni che sta crescendo, già da quando aveva meno di 5 anni, tra i pannelli solari fotovoltaici e i miei monitoraggi domestici e ultimamente i miei studi ed esperimenti con la pala micro-eolica, ed inevitabilmente sta assumendo un atteggiamento ecologista nei confronti della produzione dell'energia. L'ho visto quando è capitato di andare fuori Roma e sull'Aurelia abbiamo incontrato distese di pannelli fotovoltaici e lui mi ha gridato "papà guarda quanti sono, pensa quanta energia che fanno!!!" Oppure quando ci siamo trovati nell'area di servizio in direzione di Genova al Passo del Turchino una pala eolica enorme e mi ha detto "papà mettiamo quella sul terrazzo così la vedono tutti!". Sono banalità ma se non togliamo la cultura dei combustibili fossili dalla gente, per il nostro futuro la vedo dura...
    Impianto 2,925 kWp parz. integ. 2° CE - 13 pannelli Suntech STP225-20/Wd Poly - Inv Aurora Power One PVI 3.0 OUTD-IT - Sud - Tilt 26°. ROMA. Terminato il 30/12/10. In rete dal 09/02/11, rifatto il 07/11/12. Stazione Meteo online. (Pala Micro-Eolica 1000 Wp)+(i500). Casa FULL LED. Impianto su Sonnenertrag.eu & su Pvoutput.org & nel team del forum. Auto Hyundai IONIQ ibrida Plug-in.

  20. #120
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    8 anni ragazzi... e già ragiona meglio di tanti colleghi 50enni, che però sono laureati o almeno diplomati in elettronica e dintorni.

    Un'altra considerazione, guardando gli interventi di questo 3d e non solo: almeno in questi argomenti il Sud d'Italia non sembra poi così indietro, sarà che avete più sole da sfruttare, sarà che avete meno fretta di arrivare al lavoro e quindi vi fate meno problemi riguardo alla cavalleria dei veicoli

    Speriamo che almeno in questo l'Italia non resti troppo indietro.
    Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
    Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

  21. RAD
Pagina 6 di 26 primaprima 1234567891011121314151617181920 ... ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Storia della FF all'ENEA
    Da giucam nel forum REAZIONI NUCLEARI a BASSA ENERGIA (Fusione Fredda)
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 24-02-2011, 11:28
  2. Storia dell'idroelettrico
    Da maxsanty nel forum IDROELETTRICO
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 10-10-2008, 08:21
  3. Storia fotovoltaico
    Da ieioo nel forum FOTOVOLTAICO
    Risposte: 18
    Ultimo messaggio: 11-02-2008, 12:57
  4. Storia di Tonle
    Da francescomat nel forum RISPARMIO ENERGETICO ed EFFICIENZA ENERGETICA
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 28-08-2006, 08:50
  5. Un pò di storia
    Da nel forum L.E.N.R. (Trasmutazioni Bassa Energia)
    Risposte: 7
    Ultimo messaggio: 02-09-2004, 09:29

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •