Mi Piace! Mi Piace!:  1
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 1 di 2 12 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 20 su 33

Discussione: FIAT SEICENTO Elettra: circuiti vari per implementare nuove funzioni

  1. #1
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito FIAT SEICENTO Elettra: circuiti vari per implementare nuove funzioni



    Ciao a tutti!

    Svegliamo un po' la nostra (o per lo meno mia) sezione preferita?

    Titolo un po' discutibile, diciamo che è una costola del 3d generico per la gestione DIY dei veicoli elettrici.

    Volevo aprire un 3d sul problema specifico che ho deciso di affrontare, ma poi ho pensato che potremmo raccogliere qui eventuali soluzioni circuitali che non rientrano in 3d già esistenti (es quello su CCM/BMS).

    Io ovviamente, pigro, penso soprattutto a circuiti semplici e di "veloce" realizzazione, ma nulla vieta di usare arduino o altri micro dove ne valga la pena.

    Il problema contingente che vorrei risolvere è di sicurezza. Mi sono girato ben 2 volte per colpa della frenata rigenerativa, altre volte per l'accelerazione troppo "esuberante".

    Pensavo quindi di implementare qualcosa che altre macchine ben più costose hanno: la possibilità di scegliere con un commutatore su cruscotto l'entità dilla frenata rigenerativa e eventualmente anche una limitazione in accelerezione della funzione kick-down.

    Che ne pensate? Interessa? Ci ragioniamo insieme?
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  2. #2
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    mm vabbe'... a parte un mi piace mi sa che non devo aspettarmi trooppi contributi....

    Ma cavoli solo io mi sono girato?

    Ho iniziato a ragionarci e rileggere i sacri testi.

    Scarterei l'idea di taroccare la lettura tensione batteria; si potrebbe agire "ingannando" l'inverter e facendogli "leggere" una tensione di batteria elevata (>255V) per ridurre la potenza di frenata regen, ma mi sembra più complicato (bisognerebbe generare una alta tensione).

    Altra possibilità è sfruttare la modulazione in frenata che si può già fare sfruttando gli ultimi mm di acceleratore; poichè però all'accensione VMU verifica che l'acceleratore sia rilasciato, meglio effettuare una modifica del valore resistivo dell'acceleratore regolabile e dipendente dalla velocità.
    In particolare, poichè la VMU riduce automaticamente la frenata sotto i 30km/h, le velocità più pericolose per i testacoda sono tra 40 e 60 km/h e si può pensare di intervenire a limitarla per velocità maggiori di 25-30 km/h (ed eventualmente minori di 60-70, o limitare fino a Vmax).
    Questa modifica non cambierebbe l'intervento dello switch sul pedale freno, quindi la frenata regen andrebbe comunque al massimo premendo il freno.

    DOMANDE:
    qualcuno di voi ha verificato direttamente i valori del potenziometro acceleratore e la presenza di switch (kick down o acceleratore rilasciato)?

    Qualcuno ha mai misurato con oscilloscopio o conosce il segnale impulsato con frequenza proporzionale alla velocità?

    HELP!
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  3. #3
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a tutti
    Ciao Riccardo in genere il potenziometro degli acceleratori su veicoli elettrici è di 5Kohm, non chiedermi perché, ma il valore è abbastanza uniformato. Vengono usati come partitori, quindi una tensione ben stabilizzata sui reofori estremi del potenziometro e la tensione di comando prelevata direttamente dal cursore e dal reoforo del potenziometro normalmente collegato al negativo.
    Per evitare testacoda in accelerazione basterebbe aumentare la "rampa" della tensione in uscita inserendo un circuito RC di facile calcolo in serie al cursore. In questo modo anche se si premesse violentemente l' acceleratore la tensione in uscita "seguirebbe" la posizione meccanica con un certo "delay" ciò dovrebbe funzionare anche in rilascio, ma è da provare. Facile, semplice ed economico. Certo non è l'optimum perché "l'andamento" è esponenziale e sai meglio di me che il tempo di carica è maggiore del tempo di scarica, ma tanto per capire se il concetto è giusto va bene. Poi con un circuito attivo un po' più complesso si può linearizzare la curva.

    Salutoni
    Furio57
    Immagini Allegate Immagini Allegate
    Ultima modifica di Furio57; 29-06-2015 a 22:02
    L' ACQUA E' IL MIGLIOR COMBUSTIBILE, BASTA SAPERLA ACCENDERE. ( Capitano Claudio F. )
    LA DIFFERENZA TRA UN GENIO ED UNO STUPIDO E' CHE IL GENIO HA I PROPRI LIMITI...
    Ma se "L'UNIONE FA LA FORZA", allora perchè "CHI FA DA SE' FA PER TRE"?

  4. #4
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    mmm.... fuochino!

    Anch'io pensavo al solito 5K, e forse l'avevo anche letto da qualche parte... ma poi sfogliando i preziosi documenti trovati grazie a EA ed ai suoi pioneri della Elettra... file 10B pag 15...
    hunter002.jpg
    e poi
    hunter003.jpg

    quindi sembra un potenziometro doppio ma da 1 K, e non so se li usa entrambi ma non credo, dal grafico sembrerebbe usi quello in basso alimentato a 5V.

    Per ora ho deciso di agire solo sulla frenata, in accelerazione l'auto ha due modalità e pure la funzione kick-down, insomma è fatta bene e guidabile. In accelerazione mi sono girato solo mettendo modalità sport per divertirmi su neve o bagnato

    Cioè insomma, la regen sulle ruote posteriori è forse l'unico difetto evidente di questo gioiello italico, io sono fatalista ma sul bagnato/neve è realmente pericoloso proprio perchè non regolabile.

    D'altronde fosse stato regolabile l'avrebbero chiamata Tesla
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  5. #5
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a tutti
    Quote Originariamente inviata da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
    ...fosse stato regolabile l'avrebbero chiamata Tesla...
    Ciao Riccardo beh! non esagerare...non mischiare la cioccolata con...

    Salutoni
    Furio57
    L' ACQUA E' IL MIGLIOR COMBUSTIBILE, BASTA SAPERLA ACCENDERE. ( Capitano Claudio F. )
    LA DIFFERENZA TRA UN GENIO ED UNO STUPIDO E' CHE IL GENIO HA I PROPRI LIMITI...
    Ma se "L'UNIONE FA LA FORZA", allora perchè "CHI FA DA SE' FA PER TRE"?

  6. #6
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    ooooocchio che ti segnalo per oltraggio a pubblico gioiello!

    Dunque... comincio a ipotizzare il circuito...

    Poichè con MOLTA pratica si riesce a modulare la frenata elettrica premendo un filo l'acceleratore, l'idea sarebbe:

    - intercettare il "filo basso" del potenziometro e metterci una opportuna R serie, a scelta tra 2-3 valori, in modo che il rilascio totale equivalga a una certa accelerazione residua

    - per evitare che la macchina si muova anche a gas rilasciato, e per evitare il blocco all'avviamento, tale R serie dovrà essere cortociruitata da FET in base alla velocità del mezzo, suando il segnale a impuldi del tachimetro. In pratica poichè sotto i 30 km/h la frenata elettrica cala di suo, basterà escludere questa Rserie per V>25 km/h circa.

    Insomma, una soluzione "alla richi", semplice e analogica.
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  7. #7
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a tutti
    Quote Originariamente inviata da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
    ...l'idea sarebbe:

    - intercettare il "filo basso" del potenziometro e metterci una opportuna R serie, a scelta tra 2-3 valori, in modo che il rilascio totale equivalga a una certa accelerazione residua

    - per evitare che la macchina si muova anche a gas rilasciato, e per evitare il blocco all'avviamento, tale R serie dovrà essere cortociruitata da FET in base alla velocità del mezzo...
    Ciao Riccardo verifica se la sofisticheria nel contare gli impulsi del tachimetro giustifichi l'impegno nel progetto. Per cortocircuitare la resistenza in serie al potenziometro banalmente installerei un altro microswitch sul pedale usandolo direttamente, lasciando perdere il mosfet. Non penso passi una corrente "infernale". Sulla mia Zele il pedale dell'acceleratore ha due microswitch uno commuta quando è rilasciato mentre l'altro commuta con il massimo del "gas"? Il primo è del regen l'altro serve per l'indebolimento dell'avvolgimento di eccitazione, ho un motore in CC eccitato in serie e ciò serve per avere più potenza agli alti regimi. Un altro microswith commuta da subito appena tocco il freno, penso sempre per il regen però con una corrente più alta. Quando sarà operativa installerò un po' di strumentazione per verificare il tutto (sono curiosissimo).

    Salutoni
    Furio57
    L' ACQUA E' IL MIGLIOR COMBUSTIBILE, BASTA SAPERLA ACCENDERE. ( Capitano Claudio F. )
    LA DIFFERENZA TRA UN GENIO ED UNO STUPIDO E' CHE IL GENIO HA I PROPRI LIMITI...
    Ma se "L'UNIONE FA LA FORZA", allora perchè "CHI FA DA SE' FA PER TRE"?

  8. #8
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    aspetta di vedere il circuitone... un paio di fet, un C e qualche R...

    Mi piace l'idea di avere tutto relativamente automatico e senza switch in giro ma vedremo, il dubbio più che altro è relativo all'assenza di info sulla durata di quegli impulsi.
    Probabilmente inizierò con un approccio manuale, ma solo per centrare i valori dei componenti

    Alla fine, come per la richicolonnina, io continuo a realizzare e testare semplici circuiti analogici...anche per provocare i maniaci dei micro che invece ad oggi latitano
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  9. #9
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a tutti
    Ciao Riccardo, anche io sono di estrazione analogica, comunque dimmi se indovino: gli impulsi del tachimetro vengono "puliti" da un monostabile e/o triggerati (forse non necessario) e poi tramite un circuito integratore generi una tensione cc direttamente proporzionale alla velocità e che finisce in un operazionale che piloterà il mosfet in parallelo alla resistenza per cortocircuitarla. All'accensione del quadro il mosfet è in conduzione e al raggiungimento di una certa tensione programmata tramite un trimmer apre. Ci sono? Potresti però anche utilizzare l'altro potenziometro del pedale se libero, come lo sai già.

    Salutoni
    Furio57
    Ultima modifica di Furio57; 30-06-2015 a 18:12
    L' ACQUA E' IL MIGLIOR COMBUSTIBILE, BASTA SAPERLA ACCENDERE. ( Capitano Claudio F. )
    LA DIFFERENZA TRA UN GENIO ED UNO STUPIDO E' CHE IL GENIO HA I PROPRI LIMITI...
    Ma se "L'UNIONE FA LA FORZA", allora perchè "CHI FA DA SE' FA PER TRE"?

  10. #10
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    si esatto. Ma troppo complicato! Niente opamp ma solo un paio di fet che ho già nei cassettini. Sono pigro, gli opamp hanno almeno 8 piedini, e poi trigger... integratori... tutti componenti in più.
    Non capisco il secondo potenziometro (ammesso esista) come usarlo, io voglio un effetto variabile con la velocità oltre che col pedale dell'acceleratore.

    Ecco il circuito "minimo" pensato:
    hunter004.jpg

    l'ho postato su Electroyou ma non credo di ricevere consigli, non conoscono il gioiello...
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  11. #11
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a tutti
    Ciao Riccardo azz. è proprio minimo, però un buffer all'ingresso lo inserirei, ciò per evitare qualsiasi anomalia al tachimetro, magari addirittura un optoisolatore. L'integratore ovviamente lo hai inserito anche tu (R2-C1), però collegando direttamente l'uscita al gate del secondo mosfet si otterrà una conduzione non in saturazione oltre che la commutazione desiderata on-off.

    Salutoni
    Furio57
    Ultima modifica di Furio57; 02-07-2015 a 00:36
    L' ACQUA E' IL MIGLIOR COMBUSTIBILE, BASTA SAPERLA ACCENDERE. ( Capitano Claudio F. )
    LA DIFFERENZA TRA UN GENIO ED UNO STUPIDO E' CHE IL GENIO HA I PROPRI LIMITI...
    Ma se "L'UNIONE FA LA FORZA", allora perchè "CHI FA DA SE' FA PER TRE"?

  12. #12
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Tutto condivisibile, ma dovrebbe non essere necessario nel mio caso vediamo se ti convinco...

    Avevo pensato a pulire gli impulsi, ma spero non sia necessario con una ottimizzazione sperimentale dei valori. Dovrebbero essere impulsi se non puliti molto ripetitivi, visto che vengono usati per il tachimetro e altre funzioni vitali (regolazione servosterzo elettrico ecc).

    Sparandoli direttamente nel gate del 1o FET evito proprio di caricarli e creare anomalie non credi? Invece l'opto l'ho scartato perchè leggendo i manuali mi sembra non dovrebbero esserci tensioni da isolare, tutti i circuiti a bassa tensione sembrano riferiti come su tutte le auto alla "massa" cioè la scocca auto.

    I due FET hanno soglia a 2.5V max, quindi il 10 ok (i valori low w high sono 1 e 4V) e col trigger R2 (da ottimizzare) dovrebbe essere possibile impostare la commutazione del 2o intorno ai 20-25 km/h.
    Se dovesse intervenire gradualmente invece che a scatto potrebbe essere anche un bene per la guidabilità

    lo mettiamo anche sulla Zele?
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  13. #13
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    E vai... Riccardo col super ABS.
    Occhio che alla Bosch ti copiano gli schemi.
    Scusami la battuta.
    Ho l'impressione che la macchina oltre che frenare di meno... acceleri in automatico... alla partenza.
    Raggiunta la velocita di soglia... gli impulsi fanno interdire il mosfet di destra la tensione aumenta da sola senza pigiare l'acceleratore la cosa è maggiore sulla neve un po meno sul bagnato e per niente se asciutto.
    Occorrerebbe programmare l'inverter che prevede il potenziometro di frenata ma al momento non ho ancora provato ... Sono pigro anche io .
    Ciao
    Ultima modifica di stefanoPc; 02-07-2015 a 22:10
    Solare termico con intergrazione 4 Buderus Sks bollitore 500 L centralina autocostruita Caldaia condensazione Yunkers Stufa a legna a fiamma rovesciata Xeeos Seicento Elettra Robomow

  14. #14
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    si hai ragione, ma la limitazione di frenata avviene nell'ultimo mm o quasi di corsa... dovrebbe...forse... corrispondere ad un'accelerata insufficiente a superare i 25-30 km/h.
    Per quello ho previsto la taratura con potenziometro. Vedremo.

    Ecco lo schema un po' ritoccato, così escludo del tutto rischio di interazioni tra segnale velocità e acceleratore:
    hunter005.jpg
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  15. #15
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao tutti
    Quote Originariamente inviata da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
    ...lo mettiamo anche sulla Zele?
    Ciao Riccardo così com'è configurato non è possibile, sulla Zele ho il tachimetro meccanico simil moto con il bowden collegato al differenziale!

    Salutoni
    Furio57
    L' ACQUA E' IL MIGLIOR COMBUSTIBILE, BASTA SAPERLA ACCENDERE. ( Capitano Claudio F. )
    LA DIFFERENZA TRA UN GENIO ED UNO STUPIDO E' CHE IL GENIO HA I PROPRI LIMITI...
    Ma se "L'UNIONE FA LA FORZA", allora perchè "CHI FA DA SE' FA PER TRE"?

  16. #16
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    veloce aggiornamento.

    Ieri sera ho fatto le 3 di notte nel box come ai bei tempi

    Il tutto solo per tirar fuori i fili che mi servivano per le prime prove di oggi.

    Confermo, per lo meno sulla mia, che l'acceleratore sembra effettivamente formato da due potenziometri SENZA NESSUNO SWITCH. Magari perchè è prima serie?

    Tra l'altro non capisco se e come il 2o potenziometro venga usato, credo sia lì inutilizzato e "ereditato" da altre applicazioni.

    Dalle prime prove le resistenze serie Rs sembrano nettamente eccessive, i valori per regolare tra 0 e 100% dorebbero aggirarsi tra i 40 e i 70 Ohm circa, farò altre prove.

    L'auto non parte con Rs>35 Ohm circa, ma la cosa interessante è che sembra che l'inverter "legga" la resistenza Rs, cioè la pressione residua sul pedale, e modifichi di conseguenza anche la velocità di soglia, cioè i 30 km/h sotto i quali la frenata regen viene diminuita.

    Insomma...volendo semplificare al massimo si potrebbe mettere solo il commutatore con le Rs! La posizione "asciutto" (Rs=0 Ohm) andrebbe in tal caso scelta prima di accendere l'auto, e questo potrebbe essere una sorta di piccolo antifurto aggiuntivo. I valori 40-70 Ohm danno una trazione leggerissima, insufficiente ad avviare la vettura in piano.
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  17. #17
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    oggi ulteriori prove, riporto il grafico dal quale si ricava che Rserie deve andare, a mio avviso, da circa 50 a massimo 58V.

    Allegato 48663

    invece non sono riuscito ad oggi a "leggere" nè tanto meno usare il segnale tachimetro. Pur tentando un filtraggio Rc sembra sia quello negato, ma va da 12V con auto ferma a meno di 3V con auto in movimento anche minimo. Ma a volte rsta basso o alto...insomma ho qualche problema di disturbi oppure non è sul pin C1.

    Proverò qualche altra soluzione, ma vista l'eccezionale fluidità con Rs serie sto valutando di modificare il circuito giusto per avere l'automatismo in accensione.
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  18. #18
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    oggi ulteriori prove, riporto il grafico dal quale si ricava che Rserie deve andare, a mio avviso, da circa 50 a massimo 58V.

    eli005.jpg

    invece non sono riuscito ad oggi a "leggere" nè tanto meno usare il segnale tachimetro. Pur tentando un filtraggio Rc sembra sia quello negato, ma va da 12V con auto ferma a meno di 3V con auto in movimento anche minimo. Ma a volte rsta basso o alto...insomma ho qualche problema di disturbi oppure non è sul pin C1.

    Proverò qualche altra soluzione, ma vista l'eccezionale fluidità con Rs serie sto valutando di modificare il circuito giusto per avere l'automatismo in accensione.
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  19. #19
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Ho finalmente montato il tutto, per ora volante in auto

    Questo è lo schema definitivo, come avevo detto sente l'accensione e si attiva dopo una ventina di secondi. Il LED l'ho messo per comodità, per verificare i tempi di intervento e che tutto funzionasse bene:
    eli002.jpg

    il circuito è già in uso e a me garba molto! Una frenata regen molto meno forte su 3a e 4a posizione, adatta a chi ha la guida fluida. Al tocco del pedale comunque il regen torna al 100%, quindi se si è sbagliato a valutare la distanza si può rigenerare quasi tutto.

    Non so se interessa un breve video dove si vede la variazione della frenata, se riesco lo monto e lo posto.

    Il monitoraggio dei consumi potrà forse dare qualche risposta ai dubbi sulla quantità di energia recuperabile in frenata, se ne era parlato qui
    http://www.energeticambiente.it/veic...li-misure.html
    e magari risvegliamo un po' quel 3d.
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  20. #20
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    complimenti....solo una cosa...quando dici "...al tocco del pedale..." freno o sempre acceleratore?

    O forse non ho capito niente...


    Ciao

    Fox
    16 moduli ST170M Conergy Inverter IPG3000 vision

    alla tv -calcio +rally

    http://www.evalbum.com/2123

  21. RAD
Pagina 1 di 2 12 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. FIAT SEICENTO Elettra: caricabatterie (1a-2a serie)
    Da RomeoII nel forum Fiat Seicento Elettra
    Risposte: 208
    Ultimo messaggio: 13-09-2019, 11:46
  2. FIAT SEICENTO Elettra: BM (Battery Manager)
    Da Bisi nel forum Fiat Seicento Elettra
    Risposte: 131
    Ultimo messaggio: 14-01-2019, 18:31
  3. FIAT SEICENTO Elettra: arpionismo
    Da luigiduca nel forum Fiat Seicento Elettra
    Risposte: 27
    Ultimo messaggio: 06-01-2019, 16:46
  4. FIAT Seicento Elettra: Documentazione disponibile
    Da riccardo urciuoli nel forum Fiat Seicento Elettra
    Risposte: 27
    Ultimo messaggio: 31-01-2015, 21:31
  5. FIAT SEICENTO Elettra: Temperature-Monitor
    Da Oighen nel forum Fiat Seicento Elettra
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 23-06-2009, 22:00

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •