annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Domanda di connessione enel - ampliamento fotovoltaico con superbonus 110% - come fare??

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Domanda di connessione enel - ampliamento fotovoltaico con superbonus 110% - come fare??

    Dubbi e perplessità sull'iter di connessione inerente all'ampliamento di un impianto fotovoltaico esistente, portato in detrazione con superbonus 110%

    Hanno finalmente chiarito che il costo per l'ampliamento di un vecchio fotovoltaico, è possibile farlo rientrare nel famoso superbonus 110% (a patto, ovviamente, che si rispettino i due salti di classe, e che sia un intervento trainato).

    il ''nuovo'' impianto non potrà godere dello scambio sul posto (SSP), pertanto mi chiedo:

    - in fase di domanda di connessione enel, dovrò flaggare ''adeguamento connessione esistente'' oppure ''nuova connessione'' ?

    - e se il vecchio impianto tiene l'SSP ma il nuovo NO, come posso avere un solo contatore di scambio? capisco n.2 contatori di produzione, ma se il contatore dell'abitazione resta uno soltanto, Enel, come fa a differenziare, quale energia viene immessa dal primo impianto e quale dal nuovo impianto?

    non voglio nemmeno pensare che per ampliare un fotovoltaico con il 110% si debba richiedere un nuovo contatore anche per l'abitazione..
    sarebbe assurdo

    grazie a chi mi risponderà

    Emanuele
    Ultima modifica di paghino89; 29-01-2021, 20:02.

  • #2
    Buongiorno,
    devi fare ITER ORDINARIO , adeguamento connessione esistente ( perchè il ragionamento è che il POD è esistente , non devi richiedere una nuova fornitura...)
    Poi devi chiedere RID cessione parziale...a seguito della delibera ARERA 581/2020/R/EEL del 22/12/2020 , sia TERNA che il GSE devono priam aggiornare i flussi ...
    Appena sarà operativo le due SEZIONI saranno anche due UP distinte. A quel punto sono veramente indipendenti e potrai avere più convenzioni... poichè legata alla unità produttiva. Al massimo SSP dovrai cambiarlo a RID...

    Il GSE ha pubblicato delle FAQ nella sezione COnto Energia alla data del 26/01/20121.

    la parola chiave è la delibera 581/2020/R/EEL che sistemerà un po tutto.
    A disposizone.

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da paghino89 Visualizza il messaggio
      Dubbi e perplessità sull'iter di connessione inerente all'ampliamento di un impianto fotovoltaico esistente, portato in detrazione con superbonus 110%

      - e se il vecchio impianto tiene l'SSP ma il nuovo NO, come posso avere un solo contatore di scambio? capisco n.2 contatori di produzione, ma se il contatore dell'abitazione resta uno soltanto, Enel, come fa a differenziare, quale energia viene immessa dal primo impianto e quale dal nuovo impianto?

      non voglio nemmeno pensare che per ampliare un fotovoltaico con il 110% si debba richiedere un nuovo contatore anche per l'abitazione..
      sarebbe assurdo
      E' una bella questione, se i due impianti servono un solo impianto utilizzatore in realtà anche con 2 contatori di scambio si riuscirebbe a discernere da quale impianto proviene l'energia in eccesso, penso che si posa fare una proporzione in base all'energia prodotta dai due impianti computata separatamente dai due contatori di produzione.

      Commenta


      • #4
        Anche io dovrei fare un potenziamento da 5,28kw a 9,9kw con accumulo.
        il mio dubbio è:
        per il superbonus l'accumulo lo devo collegare solo alla parte che vado a potenziare o posso collegarlo ad entrambe le sezioni?

        Adesso ho un contratto da 6kw in monofase e vorrei potenziare l'impianto mantenendo lo stessa potenza di prelievo e soprattutto non passare alla trifase. Poichè la monofase puoi averla fino a 10kw ma è necessario avere l'ok dal distributore , ho chiesto a Enel se fosse fattibile e mi hanno risposto che per avere la risposta devo fare una domanda di connessione. Cioè dovrei fare progettazione e pagare €120 di oneri per sapere se posso farlo oppure no?. Mi sembra assurdo
        Ultima modifica di t-mauro; 10-02-2021, 18:02.

        Commenta


        • #5
          Io devo ammettere che molti venditori stanno rifiutando di farmi un preventivo perché ho già un impianto fv (con SSP)
          Ho già ricevuto risposta dal GSE che è possibile ampliare l'impianto attuale ma molti venditori cercano solo appalti semplici e veloci.

          Commenta


          • #6
            Secondo me non puoi fare rid con il 110 l'energia in eccesso deve essere regalata al gse infatti non puoi fare nemmeno ssp , almeno io ho capito così.
            Sul solito pod penso... ma potrei sbagliare non è possibile fare il 110 a meno di perdere lo ssp sul vecchio impianto.
            l'impianto SSP puoi aumentarlo con pratiche che permettono di avere ssp quindi il 110% NO.
            Ultima modifica di gruppo; 10-02-2021, 18:31.
            FV SSP - PDC Nimbus 70M- volano inerziale 50lt - stufa pellet idro 10kW- solare termico puffer ecombi 2 domus 200lt.
            classe climatica D 130mq

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da gruppo Visualizza il messaggio
              Secondo me non puoi fare rid con il 110 l'energia in eccesso deve essere regalata al gse infatti non puoi fare nemmeno ssp , almeno io ho capito così.
              Sul solito pod penso... ma potrei sbagliare non è possibile fare il 110 a meno di perdere lo ssp sul vecchio impianto.
              l'impianto SSP puoi aumentarlo con pratiche che permettono di avere ssp quindi il 110% NO.
              In realtà dovrebbe esser possibile lasciare il vecchio impianto con SSP, e attivare 1 nuovo impianto con 1 nuovo contatore di produzione con il 110 su cui và il RID.
              Poi sarà il Gse a fare un calcolo tra la parte con SSP e la parte con il RID (quello del 110)

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da Trak Visualizza il messaggio

                In realtà dovrebbe esser possibile lasciare il vecchio impianto con SSP, e attivare 1 nuovo impianto con 1 nuovo contatore di produzione con il 110 su cui và il RID.
                Poi sarà il Gse a fare un calcolo tra la parte con SSP e la parte con il RID (quello del 110)
                Ti confermo che è così che mi ha risposto il gse.

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da gruppo Visualizza il messaggio
                  Secondo me non puoi fare rid con il 110 l'energia in eccesso deve essere regalata al gse infatti non puoi fare nemmeno ssp , almeno io ho capito così.
                  Sul solito pod penso... ma potrei sbagliare non è possibile fare il 110 a meno di perdere lo ssp sul vecchio impianto.
                  l'impianto SSP puoi aumentarlo con pratiche che permettono di avere ssp quindi il 110% NO.
                  So benissimo cosa dice l'art. 119 del decreto rilancio.
                  Il gse mi ha risposto citando la circolare 30 dell'agenzia delle entrate.
                  Se scrivo è perché ho letto parecchie normative e chiedo se è capitata anche a voi una situazione del genere.
                  ​​

                  Commenta


                  • #10
                    Buonasera signori,
                    io mi trovo nella situazione di aver attivato un impianto da 3,9 kw/h a luglio 2020, con scambio sul posto.
                    Ora,siccome ho già visto che ho un eccesso di consumo (e relativo prelievo da rete) di sera,mi stavo orientando per un ampliamento di 2 kw/h e relativa batteria da 7 kw/h (lg chem resu).
                    ora,prima domanda: posso o devo aspettare 2 anni? Indicativamente,se possibile, quanto mi costerebbe in pratiche burocratiche?
                    grazie in anticipo per le risposte

                    Commenta


                    • #11
                      se colleghi il nuovo impianto ad altro contatore è a tutti gli effetti un nuovo impianto non un ampliamento.
                      secondo me alla fine è una spesa perche devi pagare i fissi di un altro contatore presumo sarà in BTA .

                      Mi piacerebbe leggere la risposta del GSE togliendo i dati sensibili.
                      Ultima modifica di gruppo; 20-02-2021, 09:31.
                      FV SSP - PDC Nimbus 70M- volano inerziale 50lt - stufa pellet idro 10kW- solare termico puffer ecombi 2 domus 200lt.
                      classe climatica D 130mq

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da JEME1971 Visualizza il messaggio
                        ..
                        Se hai SSP lascia stare gli accumuli SSP è il miglior accumulo virtuale, le eccedenze non scadono le puoi usare quando aumenteranno i consumi, poi non puoi accumulare quello che produci in estate per l'inverno.
                        a mio parere se ti fai due conti fatti bene inserendo un accumulo allontani solo il rientro della spesa.
                        FV SSP - PDC Nimbus 70M- volano inerziale 50lt - stufa pellet idro 10kW- solare termico puffer ecombi 2 domus 200lt.
                        classe climatica D 130mq

                        Commenta


                        • #13
                          Ok,grazie mille. Quindi la batteria per ora non è l'ideale per "risparmiare".
                          ho un solo cruccio: acquisto i kw/h a circa 24 €/cent ma li rivendo a 12 €/cent (sempre che ci sia il famoso prelievo/cessione...altrimenti li venderei a circa 5 €/cent)
                          ora,visto che non riesco a consumare la produzione in autoconsumo,a conti fatti credo sia più vantaggioso acquistare la batterie piuttosto che cedere l'eccesso in rete...

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da gruppo Visualizza il messaggio
                            se colleghi il nuovo impianto ad altro contatore è a tutti gli effetti un nuovo impianto non un ampliamento.
                            secondo me alla fine è una spesa perche devi pagare i fissi di un altro contatore presumo sarà in BTA .

                            Mi piacerebbe leggere la risposta del GSE togliendo i dati sensibili.
                            Si, è considerato impianto a se stante con contatore a parte.

                            Ecco la risposta di gGSE:

                            In linea con la FAQ n. 4.3.1.D della circolare dell'Agenzia delle Entrate n. 30/2020 e fermo restando quanto previsto dal comma 7 dell'art. 119 del D.L. 34/2020 e s.m.i., è ammesso al Superbonus il potenziamento di impianti fotovoltaici già incentivati, a condizione che la sezione di impianto potenziato:

                            · si connoti come unità di produzione (UP), come previsto dalla Delibera 22 dicembre 2020 n. 581/2020/R/eel, ovvero che sia in grado di (1) funzionare in maniera autonoma e indipendente dal resto dell'impianto esistente e di (2) essere misurata autonomamente;

                            · sia installato in modalità di autoconsumo ed abbia una potenza inferiore a 20 kW, così come chiarito dalla Circolare n. 19/E del 8 luglio 2020

                            Si precisa che il decreto legge "Rilancio", convertito con modificazione con la legge n. 77/2020 , prevede che gli impianti fotovoltaici che accedono al superbonus 110% sono tenuti a cedere l'energia elettrica non autoconsumata al GSE alle condizioni del Ritiro Dedicato.

                            Resta inoltre fermo l'obbligo del Soggetto Responsabile dell'impianto fotovoltaico incentivato in Conto Energia di fornire al GSE la comunicazione di avvenuto intervento di potenziamento non incentivato nel rispetto delle disposizioni previste nel documento "Impianti fotovoltaici in esercizio - Interventi di manutenzione e ammodernamento tecnologico - Procedure ai sensi dell`art. 30 del DM 23 giugno 2016".

                            Commenta


                            • #15
                              Scusate,ma il mio impianto non è incentivato,essendo stato installato da neanche 1 anno. Inoltre,non farei l'installazione sfruttando il 110%,ma la classica detrazione del 50% in 10 anni.
                              quindi non dovrei avere l'obbligo di "creare" un "secondo" impianto in parallelo col primo ma semplicemente di ampliarlo installando i vari componenti

                              Commenta


                              • #16
                                per gordonm ,impiantisticamente parlando fare un ritiro dedicato insieme a un ssp poichè non sono compatibili dovrebbero obbligarti a mettere un altro pod quindi.

                                per jeme certo che si può fare presentando opportune pratiche.
                                FV SSP - PDC Nimbus 70M- volano inerziale 50lt - stufa pellet idro 10kW- solare termico puffer ecombi 2 domus 200lt.
                                classe climatica D 130mq

                                Commenta


                                • #17
                                  Originariamente inviato da gruppo Visualizza il messaggio
                                  per jeme certo che si può fare presentando opportune pratiche.
                                  Ciao,grazie mille per la cortese risposta. Ora la mia domanda è:se installato la batteria lg chem resu alto voltaggio (stando a quanto mi ha detto il servizio solaredge,è l'unica "compatibile"),questa vorrebbe un ingresso a 48 volt,giusto?
                                  Quindi se installo 6 pannelli da 330 watt ciascuno con tensione a 24 volt ciascuno, l'aumento di quanto sarebbe?

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Originariamente inviato da gruppo Visualizza il messaggio
                                    per gordonm ,impiantisticamente parlando fare un ritiro dedicato insieme a un ssp poichè non sono compatibili dovrebbero obbligarti a mettere un altro pod quindi.

                                    per jeme certo che si può fare presentando opportune pratiche.
                                    Già senza 110% esisteva la possibilità di ampliare un impianto fotovoltaico.
                                    In pratica avrai 2 contatori di produzione (1 per il vecchio impianto e 1 per il nuovo impianto) e 1 unico contatore di prelievo/immissione.
                                    Sarà poi il GSE a farsi in conti in % su ciò che immetti, facendo un esempio terra terra, se hai un impianto da 10kW, di cui 4kW "vecchi" e 6kW "nuovi" e immetti 100kW, ti considerano 40 immessi dal vecchio (quindi ad esempio in SSP) e 60 immessi dal nuovo

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Originariamente inviato da Trak Visualizza il messaggio

                                      Già senza 110% esisteva la possibilità di ampliare un impianto fotovoltaico.
                                      In pratica avrai 2 contatori di produzione (1 per il vecchio impianto e 1 per il nuovo impianto) e 1 unico contatore di prelievo/immissione.
                                      Sarà poi il GSE a farsi in conti in % su ciò che immetti, facendo un esempio terra terra, se hai un impianto da 10kW, di cui 4kW "vecchi" e 6kW "nuovi" e immetti 100kW, ti considerano 40 immessi dal vecchio (quindi ad esempio in SSP) e 60 immessi dal nuovo
                                      Ok
                                      grazie mille
                                      Purtroppo è la risposta che mi aspettavo. A livello di salto di classe,il solo ampliamento con relativo accumulo ti consente il doppio salto oppure no?

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Originariamente inviato da JEME1971 Visualizza il messaggio
                                        acquisto i kw/h a circa 24 €/cent ma li rivendo a 12 €/cent (sempre che ci sia il famoso prelievo/cessione...altrimenti li venderei a circa 5 €/cent)
                                        ora,visto che non riesco a consumare la produzione in autoconsumo,a conti fatti credo sia più vantaggioso acquistare la batterie piuttosto che cedere l'eccesso in rete...
                                        24 cents mi sembra uno sproposito.

                                        Per sapere quanto ti costa un singolo kWh prova a togliere il canone RAI e i fissi mensili.
                                        I fissi mensili sono circa:
                                        12€ per 3 kW di potenza impegnata
                                        15€ per 4,5 kW di potenza impegnata
                                        18€ per 6 kW di potenza impegnata

                                        Dividi il risultato per i kWh consumati.
                                        FV: 4.68 kwp - 13 PANNELLI SunPower X22 - 360wp - inverter ABB UNO-DM 4 - azimuth = 10 - tilt = 15° - dal 15/02/2019 - Penta-split Daikin Stylish con gas R32 (25+25+25+25+42) dal 31/10/2018 http://pvoutput.org/list.jsp?id=73607

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Ok concordo
                                          ma i costi fissi,spalmati x i kw consumati,fanno comunque un totale da pagare
                                          che siano 24, 20 o quel che è, il risultato non cambia.
                                          si compra a tanto,si vende a poco e lo ssp è quantomeno ridicolo (se ci fosse anche lì un ritorno in tassazione, sarebbe sicuramente più appetibile ma così non è...)
                                          il concetto di base è: il solo ampliamento di impianto con relativo accumulo, ti permette il doppio salto di APE?

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Originariamente inviato da JEME1971 Visualizza il messaggio
                                            il concetto di base è: il solo ampliamento di impianto con relativo accumulo, ti permette il doppio salto di APE?
                                            non si puo perche il fotovoltaico è un trainato non un trainante.
                                            la condizione per fare il 110%, oltre alle 2 classi è fare un intervento trainante (cappotto o pdc)

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Originariamente inviato da matador0975 Visualizza il messaggio

                                              non si puo perche il fotovoltaico è un trainato non un trainante.
                                              la condizione per fare il 110%, oltre alle 2 classi è fare un intervento trainante (cappotto o pdc)
                                              Ok
                                              grazie mille e addio sogni...

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Originariamente inviato da JEME1971 Visualizza il messaggio
                                                Ok concordo
                                                ma i costi fissi,spalmati x i kw consumati,fanno comunque un totale da pagare
                                                che siano 24, 20 o quel che è, il risultato non cambia.
                                                si compra a tanto,si vende a poco e lo ssp è quantomeno ridicolo (se ci fosse anche lì un ritorno in tassazione, sarebbe sicuramente più appetibile ma così non è...)
                                                il concetto di base è: il solo ampliamento di impianto con relativo accumulo, ti permette il doppio salto di APE?
                                                I fissi si pagano anche con ZERO CONSUMI, lo SSP ti restituisce buona parte del del costo sostenuto per la parte variabile.
                                                A me lo scorso anno i kWh che ho scambiato sono costati meno di 4 cents l'uno.
                                                Ad agosto ho stipulato un contratto per l'energia elettrica con prezzi più vantaggiosi e la differenza a mio carico sarà ancora più bassa.

                                                FV: 4.68 kwp - 13 PANNELLI SunPower X22 - 360wp - inverter ABB UNO-DM 4 - azimuth = 10 - tilt = 15° - dal 15/02/2019 - Penta-split Daikin Stylish con gas R32 (25+25+25+25+42) dal 31/10/2018 http://pvoutput.org/list.jsp?id=73607

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Originariamente inviato da JO GREEN Visualizza il messaggio
                                                  ...
                                                  .
                                                  A me lo scorso anno i kWh che ho scambiato sono costati meno di 4 cents l'uno.
                                                  ....
                                                  Non ho capito,volevi intendere 0,4 per i kWh acquistati dopo il conteggio dello SSP che ti hanno pagato.Cioè ipoteticamente hai pagato bollette per euro 400( 2000*0,2 <* kWh>) e SSP ti ha pagato 320 euro o magari dimmi in % quanto ti ha pagato san ssp delle tue bollette?
                                                  diezedi,zona Cividale del Friuli.KWp 2,88,totalmente integrato , 20 moduli Unisolar PVL 144W , film sottile amorfi,,2 in parallelo per alimentare 10 microinverter PowerOne da 300W,PDC Templari da 300 lt,2 collettori Kloben CPC da 8 tubi flusso diretto,circolazione forzata.Azimut -90/+90,tilt 18° .Il tutto in funzione dal aprile 2014

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Con lo SSP (grazie anche a un contratto favorevole per l’energia elettrica) mi tornerà circa il 70% della parte variabile.

                                                    Ho pagato 595,84€.

                                                    Me ne torneranno 462,91€ (di cui 15€ perché ho consumato più di quanto ho versato e ho recuperato eccedenze vecchie).

                                                    Rimarranno a mio carico circa 133€ per 4.377 kWh di prelievi da rete.

                                                    In realtà ci sono i 36,60€ di contributo GSE e i 21€ di contatore di produzione ma sono pienamente soddisfatta.
                                                    Ultima modifica di JO GREEN; 26-02-2021, 00:35.
                                                    FV: 4.68 kwp - 13 PANNELLI SunPower X22 - 360wp - inverter ABB UNO-DM 4 - azimuth = 10 - tilt = 15° - dal 15/02/2019 - Penta-split Daikin Stylish con gas R32 (25+25+25+25+42) dal 31/10/2018 http://pvoutput.org/list.jsp?id=73607

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      AH,OK,hai recuperato eccedenze,che però sono,secondo me, a tassazione separata perciò non è vero che dipendono da quanto uno paga di irpef variabile ma hanno l aliquota fissa della tassazione separata,secondo me è un reddito diverso.Mi pareva un filino elevato.OK.GRAZIE.e non puoi neppure fare 730 ma l Unico ,almeno così mi disse il fiscalista l anno in cui feci redditi diversi ,ma forse solo per papparsi la differenza di costo maggiore per la compilazione del Unico.15 uro. Non ho mai approfondito.
                                                      Ultima modifica di diezedi; 26-02-2021, 19:35.
                                                      diezedi,zona Cividale del Friuli.KWp 2,88,totalmente integrato , 20 moduli Unisolar PVL 144W , film sottile amorfi,,2 in parallelo per alimentare 10 microinverter PowerOne da 300W,PDC Templari da 300 lt,2 collettori Kloben CPC da 8 tubi flusso diretto,circolazione forzata.Azimut -90/+90,tilt 18° .Il tutto in funzione dal aprile 2014

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        No, quest’anno ho consumato più di quanto ho immesso.
                                                        Sono andata ad erodere (consumare) parte delle eccedenze messe via lo scorso anno.
                                                        Me le valorizzeranno circa 15€ e me le aggiungeranno (esentasse) al conguaglio dello SSP.

                                                        Se mi facessi liquidare le eccedenze ci pagherei le tasse in base allo scaglione irpef in cui mi trovo.
                                                        FV: 4.68 kwp - 13 PANNELLI SunPower X22 - 360wp - inverter ABB UNO-DM 4 - azimuth = 10 - tilt = 15° - dal 15/02/2019 - Penta-split Daikin Stylish con gas R32 (25+25+25+25+42) dal 31/10/2018 http://pvoutput.org/list.jsp?id=73607

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Qui qualche spunto in merito il 110% e fv.
                                                          https://www.edilportale.com/news/202..._81338_27.html

                                                          Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            salve,
                                                            chiedo se qualcuno ha novità riguardo l'argomento qui trattato...
                                                            oppure l'ultimo documento ufficiale rimane la
                                                            Delibera Arera 22 dicembre 2020 n. 581/2020/R/eel

                                                            grazie
                                                            villetta unifamiliare 230 mq su 3 piani, anno 2016, FV 10 kWp Solaredge, caldaia a condensazione 30 kW, consumo stagione 20/21 metano 2K mc, radiante a pavimento, T mandata 36, VMC IRSAP canalizzata, Zona D 1950 GG, altit. 145m

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR