Terreni autorizzati in Puglia retrocessi ? - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Terreni autorizzati in Puglia retrocessi ?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Terreni autorizzati in Puglia retrocessi ?

    Ciao,

    mi hanno detto che i terreni già autorizzati in Puglia (con DIA ?) possono essere in futuro privati dell'autorizzazione, a causa di problemi politici e ricorsi al TAR. In pratica esiste il pericolo che -una volta montato l'impianto- si debba smontare perché diventerebbe di fatto abusivo. Qualcuno mi sa dire qualcosa in più ?

    Grazie,

  • #2
    So per certo di tedeschi che hanno dovuto smontare i pannelli e riportarseli indietro proprio in Puglia, impianto partito con DIA senza STMG.

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da Claud60 Visualizza il messaggio
      ........i terreni già autorizzati in Puglia (con DIA ?) possono essere in futuro privati dell'autorizzazione, a causa di problemi politici e ricorsi al TAR. In pratica esiste il pericolo che -una volta montato l'impianto- si debba smontare perché diventerebbe di fatto abusivo..........

      Ciao Claud,
      Nn e' una novita'. Nel mondo dell'edilizia tutte le concessioni edilizie, ora le chiamano DIA o PdC, sono revocabili quando viene configurata una irregolarita' ed il FV nn fa eccezzione.
      Dura lex sed lex, dicevano i romani (gli antichi)
      ciao car.boni
      Acqua, sole e vento. La natura per l'energia pulita.

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da Siciliano Visualizza il messaggio
        ......... impianto partito con DIA senza STMG.


        Ciao Siciliano,
        il vezzo piu' comune e' quello di pensare che l'uso dell'istituto della DIA sia una "passeggiata" ed il fatto che dopo 30 (o 20) gg, a secondo del caso, ci sia la possibilita' di eseguire i lavori, pensando di nn incorrere in infrazioni se nn c'e' opposizione da parte del Comune entro i termini, e' sicuramente una leggerezza imperdonabile.
        ciao car.boni
        Acqua, sole e vento. La natura per l'energia pulita.

        Commenta


        • #5
          Braccio di ferro tra Governo e Regione Puglia - Ambiente & ambienti
          AUTO BANNATO

          Commenta


          • #6
            un conto è violare la legge o non adempiere agli aspetti autorizzativi...ed allora capisco lo smantellamento.
            altra cosa è fare un iter corretto ed avere una legge "nuova" con valore retroattivo. in questo secondo caso mi aspetto tempi lunghissimi per i ricorsi, ma direi che in generale vengono salvaguardati i diritti acquisiti.

            non è successa la stessa cosa con il secondo decreto sul conto energia che valorizzava soltanto l'energia "immessa" e non tutta quella "prodotta", anche per i primissimi impianti? alla fine il GSE è stato costretto a fare marcia indietro.

            Siciliano, sono interessato a sapere di che impianto si tratta (quello dei tedeschi), avendo seguito da vicino un progetto tedesco in Puglia. Mi puoi mandare qualche info via PM? Grazie.
            FV: 3,00 kWp - 12 pannelli Schuco + inverter Power One Aurora - totalmente integrato - azimut: 20°Ovest, tilt: 30° // Riscaldamento: caldaia a condensazione Viessmann Vitodens 200-W da 24,7 kW // ACS: 2 pannelli solari Viessmann Vitosol + bollitore Vitocell 100 da 300 litri // VMC: Zehnder ComfoAir 550 ERV con scambiatore entalpico

            Commenta


            • #7
              Lo ho saputo per certo da miei clienti tedeschi, se non ricordo male dovrebbe essere un impianto della Solon.

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da Siciliano Visualizza il messaggio
                Lo ho saputo per certo da miei clienti tedeschi, se non ricordo male dovrebbe essere un impianto della Solon.


                Ciao Siciliano,
                ma la Solon era il fornitore, immagino, mentre le responsabilita' sono del committente, oppure fornitore e committente erano un unico soggetto?
                ciao car.boni
                Acqua, sole e vento. La natura per l'energia pulita.

                Commenta


                • #9
                  Lo so da fonte indiretta per cui non ti so dire molto altro, so solo che era in Puglia ed era uno dei soliti impianti da 1 Mw partito con DIA.
                  Mi ricordo SOLON, normalmente queste ditte costruiscono e poi rivendono l'impianto chiavi in mano.
                  Ultima modifica di Siciliano; 01-02-2010, 19:22.

                  Commenta


                  • #10
                    Veramente c'è pendente un rocorso alla Corte Costituzionale per presunta illeggittimità della legge regionale che consente di fare gli impinti con una semplice DIA... C'è un grosso rischio per gli impianti autorizzati ma non ancora realizzati, per gli altri la cosa è più complessa (tecnicamente si chiama "autotutela")

                    Commenta


                    • #11
                      Ma secondo voi il rischio è solo per gli impianti autorizzati con DIA o anche per quelli con tutte le altre autorizzazioni complete ?

                      Grazie,

                      Commenta


                      • #12
                        La storia della corte costituzionale riguarda solo quelli autorizzati con DIA...

                        Commenta

                        Attendi un attimo...
                        X