annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Pagamenti , misure , conguagli , etc dal 2015 CE , RID , SSP

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • V_V
    ha risposto
    Per il 110 sei escluso da qualsiasi incentivo ulteriore quindi la risposta è tassativamente no, mi spiace.

    Lascia un commento:


  • energezio
    ha risposto
    ciao bella la spiegazione per la sora Maria

    interessante il discorso delle comunità energetiche, ma si sa se potranno accedere anche chi ha attivato il fotovoltaico con i bonus 110% o comunque a queste cosidette CER potranno aderire sia produttori con SSP che quelli che hanno usufruito del bonus 110%

    Lascia un commento:


  • V_V
    ha risposto
    Originariamente inviato da dolam Visualizza il messaggio

    Bene visto che devi opporti per forza dimmi pure quale sarebbe il sistema premiante per i vecchi impianti in SSP

    te lo dico io : nessuno!

    non è previsto al momento nessun sistema premiante per i vecchi impianti in SSP ne men che meno per gli ex CE,ne sarà previsto ,
    forse
    ma è solo un ipotesi di studio al momento,
    potrebbero graduare per i nuovi convenzionati allo SSP un'uscita "lenta" ma al momento il 31/12/2024 tutti i vecchi SSP escono da qualsiasi incentivo e se aderiscono alle CER hanno i "vantaggi" di cui sopra

    .
    Io non te lo dico quale sarà il sistema perché in attesa dei decreti attuativi non ho certo modo di saperlo visto che non sto al Governo ma a differenza di te non ho problemi ad ammetterlo e non mi invento certezze che non posso certo avere.

    Nel caso non l'avessi capito quella che io ho citato in una sua minima parte è legge dello Stato e non un semplice consiglio per gli acquisti, lo Stato quindi dovrà implementarla e non semplicmente "potrebbe". Poi probabilmente ci daranno una miseria e mezza giusto per soddisfare le disposizioni di legge ma questa è un'altra storia.

    Anche la tua affermazione che "al momento il 31/12/2024 tutti i vecchi SSP escono da qualsiasi incentivo" è campata per aria perché se il Governo non dovesse veramente pubblicare mai i decreti attuativi la legge diventerà nulla e quindi non ci sarà nessuna uscita automatica dallo SSP. Sapessi quante leggi fatte solo per salvare la faccia sono poi rimaste prive di efficacia per mancata pubblicazione dei decreti attuativi (per cui fra l'altro non è prevista nessuna sanzione nei confronti di chicchessia e quindi la pubblicazione dei decreti attuativi è lasciata completamente al buon cuore dei governanti). Non penso che questo succederà in questo caso ma non c'è mai limite al peggio...

    Lascia un commento:


  • JO GREEN
    ha risposto
    Traduco per l’immaginaria e quasi pensionata sora Maria, convinta anni addietro dai nipoti a mettere il FV e triste per la fine dello SSP.
    • Continuerà ad avere il beneficio dell’autoconsumo
    • Riceverà RID (da tassare)su ciò che verserà in rete.
    • Se convince la signora del piano di sotto e quella del piano di sopra (magari casalinghe o pensionate) a consumare mentre lei produce, a fine anno avranno qualche € in più in tasca.

    Funzionerà solo se FACILE da fare.

    Con il prezzo dell’energia attuale il kWh condiviso te lo pagherebbero come quello che scambiavamo grazie allo SSP (tra RID tassato e premio per autoconsumo).

    Se il prezzo dell’energia però tornasse a livelli normali degli ultimi anni,la comunità pagherebbe più che che con lo SSP e con una convenzione ventennale.
    Sicuramente a meno gente perché ci si deve mettere d’accordo per farlo.

    Lascia un commento:


  • dolam
    ha risposto
    Originariamente inviato da V_V Visualizza il messaggio

    D.L. 53/2021, Art. 5, comma 1.p)

    "2) il meccanismo dello scambio sul posto sia soppresso, prevedendo meccanismi di tutela degli investimenti gia' avviati e introducendo nuovi meccanismi volti a premiare l'autoconsumo istantaneo nonche' la condivisione dell'energia nell'ambito di configurazioni di autoconsumo multiplo quali l'autoconsumo collettivo e le comunita' dell'energia;"

    L'unico qui che si comporta come un bambino dell'asilo sei tu pur non avendo sicuramente l'età per qualificarti come tale.
    Bene visto che devi opporti per forza dimmi pure quale sarebbe il sistema premiante per i vecchi impianti in SSP

    te lo dico io : nessuno!

    non è previsto al momento nessun sistema premiante per i vecchi impianti in SSP ne men che meno per gli ex CE,ne sarà previsto ,
    forse
    ma è solo un ipotesi di studio al momento,
    potrebbero graduare per i nuovi convenzionati allo SSP un'uscita "lenta" ma al momento il 31/12/2024 tutti i vecchi SSP escono da qualsiasi incentivo e se aderiscono alle CER hanno i "vantaggi" di cui sopra

    Questo vale anche per i bambinetti del preasilo, quelli come te appunto.

    Lascia un commento:


  • V_V
    ha risposto
    Originariamente inviato da dolam Visualizza il messaggio

    al vecchio produttore con la fine dello SSP non spettarà nessun rimborso per l'energia prodotta e da lui stesso consumata durante la produzione, al massimo, se riesce a formulare un buon accordo con gli altri componenti la comunità, spetterà una quota parte degli 11cent a kWh sull'energia consumata dai "consumer" della comunità qualora riesca a spuntare un accordo per lui stesso conveniente.
    In poche parole scordatevi un premio per il vostro autoconsumo. ( spiegato così spero anche un bambino dell'asilo possa comprendermi)
    D.L. 53/2021, Art. 5, comma 1.p)

    "2) il meccanismo dello scambio sul posto sia soppresso, prevedendo meccanismi di tutela degli investimenti gia' avviati e introducendo nuovi meccanismi volti a premiare l'autoconsumo istantaneo nonche' la condivisione dell'energia nell'ambito di configurazioni di autoconsumo multiplo quali l'autoconsumo collettivo e le comunita' dell'energia;"

    L'unico qui che si comporta come un bambino dell'asilo sei tu pur non avendo sicuramente l'età per qualificarti come tale.

    Lascia un commento:


  • dolam
    ha risposto
    Originariamente inviato da JO GREEN Visualizza il messaggio
    Se non è troppo complicato potrebbe funzionare bene: nelle piccole palazzine in genere ci si conosce tutti o si è imparentati con qualcuno.
    ecco questo è il focus,
    dalla pubblicazione del decreto delle CER sostengo che l'unica vera formula di convenienza è la comunità a due , ovvero un prosumer ed un consumer magari su villetta bifamiliare dove un solo impianto ,ben dimensionato,
    alimenta direttamente l'autoconsumo del produttore senza alcun collegamento fisico e dà il premio dell'autoconsumo al "consumer" , parente o amico, di tutti gli 11 cent ( o in pratica li prende lui!)

    è l'unica vera forma di incentivo dalla CER, tutto il resto è : prendersi per i fondelli. ( per rimanere sull'educato )

    Lascia un commento:


  • dolam
    ha risposto
    Nel ribadire che con certezza non vi sarà nessun premio all'autoconsumo per i vecchi impianti produttori in caso di rinuncia allo SSP preciso per qualcuno che forse capisce male l'italiano
    che il premio per l'autoconsumo spetta a coloro che partecipano alle comunità come consumatori che in pratica si accollano l'onere e l'onore di consumare l'energia rinnovabile prodotta da altri durante la stessa produzione.
    Che poi per accordo tra le parti il produttore possa dire al consumatore: "tu consumi ed io incasso il premio di 11cent a kWh" questo è possibile ma la vedo molto difficile e piuttosto complicato ma di fatto al vecchio produttore spetterà il premio solo se per accordi predefiniti, questo venga pattuito ed accettato dai consumatori della sua energia .

    Perciò ribadisco per Hazard77 e JO GREEN ed altri che qui ci leggessero:

    al vecchio produttore con la fine dello SSP non spettarà nessun rimborso per l'energia prodotta e da lui stesso consumata durante la produzione, al massimo, se riesce a formulare un buon accordo con gli altri componenti la comunità, spetterà una quota parte degli 11cent a kWh sull'energia consumata dai "consumer" della comunità qualora riesca a spuntare un accordo per lui stesso conveniente.
    In poche parole scordatevi un premio per il vostro autoconsumo. ( spiegato così spero anche un bambino dell'asilo possa comprendermi)
    Per cui è consigliabile tenersi stretto lo SSP finché ci sarà e sopratutto se si ha un CE portarlo termine per massimizzare il proprio rientro.


    Per chi volesse sapere cosa fare e come fare e come aderire ad una CER e/o ad una comunità di autoconsumatori ( dove il compenso scende a 10cent/kWh) il GSE mette a disposizione norme ben scritte e pubblicate sul proprio sito il 4/4/2022.

    Una buona notizia è che il PNRR metterà a disposizione degli enti publici ben 2,2 Miliardi di euro per finanziare le comunità energetiche , al momento sembra sotto forma di prestiti da restituire a venti anni senza interesse ( un pò di magna magna per fare qualche cimitero di pannelli sui tetti pubblici, e dare incari di progettazione/consulenza a qualche amico ?)


    Sui decreti attuativi non si sa ancora nulla, tranne che l'uscita prevista a maggio sembra slittare nuovamente.
    Intanto ieri la Comunità Europea ha preventivato nuovi investimenti per incentivazione alle rinnovabili , vedremo a chi saranno indirizzati questi "aiutini" e la somma che metteranno a disposizione, notizie di stampa parlano di una grossa fetta riservata all'eolico. Sapremo di più a breve appena i giornali pubblicheranno notizie più dettagliate.
    Intanto il buono è che si allarga la fascia delle aziende che aprono conti in rubli per pagare il gas e questo potrebbe significare che si allontana il rischio chiusura dei rubinetti.

    https://www.gse.it/documenti_site/Do...0condivisa.pdf

    Lascia un commento:


  • V_V
    ha risposto
    Originariamente inviato da JO GREEN Visualizza il messaggio
    Se non è troppo complicato potrebbe funzionare bene: nelle piccole palazzine in genere ci si conosce tutti o si è imparentati con qualcuno.
    Di solito si ha anche litigato furiosamente con almeno la metà dei condomini, parenti in testa...

    Lascia un commento:


  • JO GREEN
    ha risposto
    Se non è troppo complicato potrebbe funzionare bene: nelle piccole palazzine in genere ci si conosce tutti o si è imparentati con qualcuno.

    Lascia un commento:


  • V_V
    ha risposto
    Originariamente inviato da JO GREEN Visualizza il messaggio

    Devo studiarmela meglio: sai se l'autoconsumo collettivo è ancora applicabile solo a membri dello stesso edificio/condominio?
    Sì, è così e non penso cambierà mai altrimenti autoconsumo collettivo e CER diventerebbero di fatto la stessa cosa. Per la precisione la legge parla proprio di medesimo edificio e non di condominio che potrebbe anche essere composto da più edifici.

    Lascia un commento:


  • JO GREEN
    ha risposto
    Originariamente inviato da V_V Visualizza il messaggio
    Si, vale anche per l'autoconsumo collettivo.
    Grazie
    L’autoconsumo collettivo sembra essere una soluzione più semplice e simile a qualcosa di già vissuto tipo la bolletta della luce condominiale che nei piccoli condomini si divide per il numero di famiglie.

    Devo studiarmela meglio: sai se l’autoconsumo collettivo è ancora applicabile solo a membri dello stesso edificio/condominio?
    Ultima modifica di JO GREEN; 19-05-2022, 07:48.

    Lascia un commento:


  • V_V
    ha risposto
    Originariamente inviato da JO GREEN Visualizza il messaggio
    Vale anche per le configurazioni di autoconsumo collettivo (quelle dovrebbero essere più semplici delle CER anche se limitate al singolo edificio o condominio)?
    Si, vale anche per l'autoconsumo collettivo.

    Lascia un commento:


  • JO GREEN
    ha risposto
    Originariamente inviato da V_V Visualizza il messaggio
    Per quanto riguarda la partecipazione alle CER il DL che abolisce l'SSP a partire dal 31.12.2024 dice anche che agli impianti ex-SSP sarà riconosciuto pieno diritto di aderire ad una CER senza alcuna limitazione. Il discorso del 30% max è una norma transitoria varata per ammorbidire la norma precedente che ha istituito le CER in via sperimentale e che invece le riservava esclusivamente agli impianti nuovi. Finita la fase sperimentale l'adesione ad una CER sarà possibile per qualsiasi impianto anche quelli che prima avevano SSP o CE piuttosto che solo RID.
    Questa è una bella notizia per chi ha lo SSP.
    Vale anche per le configurazioni di autoconsumo collettivo (quelle dovrebbero essere più semplici delle CER anche se limitate al singolo edificio o condominio)?

    Nel mio condominio dubito che qualcuno si convinca ad installare il FV ma uno/due disponibili a risparmiare qualche cent per kWh forse si trova…

    Lascia un commento:


  • V_V
    ha risposto
    Originariamente inviato da dolam Visualizza il messaggio

    la risposta è : No, non più premio all'autoconsumo per i "vecchi" SSP.
    Che è una tua risposta personale e quindi priva di valore visto che non ci sono i decreti attuativi e non mi risulta tu sia il ministro competente che può sapere in anticipo quali sono le intenzioni del Governo.

    In realtà il Decreto Legge di recepimento della direttiva RED II dice che per i vecchi impianti in SSP ci sarà un regime transitorio incentivante l'autoconsumo per consentire "il rientro degli investimenti". In mancanza dei decreti attuativi però oggi non si conoscono ancora i dettagli di detto regime.

    Per quanto riguarda la partecipazione alle CER il DL che abolisce l'SSP a partire dal 31.12.2024 dice anche che agli impianti ex-SSP sarà riconosciuto pieno diritto di aderire ad una CER senza alcuna limitazione. Il discorso del 30% max è una norma transitoria varata per ammorbidire la norma precedente che ha istituito le CER in via sperimentale e che invece le riservava esclusivamente agli impianti nuovi. Finita la fase sperimentale l'adesione ad una CER sarà possibile per qualsiasi impianto anche quelli che prima avevano SSP o CE piuttosto che solo RID.

    Lascia un commento:


  • dolam
    ha risposto
    Originariamente inviato da FABIO5 Visualizza il messaggio
    Tramite uno shelly EM sono andato a verificare i dati e per quanto riguarda l'energia prelevata lo shelly per il medesimo periodo mi segna 484kwh quindi si discosta dal valore del GSE di soli 4kwh, mentre per quanto riguarda l'energia immessa lo shelly mi misura 16kwh, 8 in più di quelli fatturati.
    Lo shelly ha un errore medio dell'1% ma sulle quantità che hai immesso/consumato non farei alcun affidamento, tranquillo per il 2022 avrai misure congruenti con GSE

    Hazard77 si il RID è il compenso dei kWh immessi in Rete e non autoconsumati , soggetti a tassazione e a prezzo di mercato alla data d'immissione
    per l'autoconsumo dal 2024 nulla più però è data facoltà di partecipazione ad una CER con qualche limitazione
    non più del 30% di vecchi impianti aderenti su una sola CER e compensi variabili ma comunque di qualche centesimo, insomma
    la risposta è : No, non più premio all'autoconsumo per i "vecchi" SSP.

    Lascia un commento:


  • hazzard77
    ha risposto
    Originariamente inviato da dolam Visualizza il messaggio

    Nulla ,
    alla scadenza saremo pagati solo in RID
    RID significa chr per ogni kw immesso ci verrà data una somma?
    Per l'autoconsumo invece niente.

    Lascia un commento:


  • FABIO5
    ha risposto
    Buonasera a tutti, vorrei chiedere a voi esperti un consiglio. Il 17 dicembre 2021 mi hanno attivato lo scambio sul posto del mio impianto FV da 6,4kwh, per cui per la pochissima corrente prodotta dal 17 al 31 dicembre ho ricevuto un rimborso di 3,183€ per 8,062 kwh immessi.

    I valori indicati nel conguaglio sono i seguenti:

    Energia Prelevata: 488,668
    Energia Scambiata (kWh): 8,082
    Energia Immessa: 8,082
    Contributo CS (Euro): 3,183

    Tramite uno shelly EM sono andato a verificare i dati e per quanto riguarda l'energia prelevata lo shelly per il medesimo periodo mi segna 484kwh quindi si discosta dal valore del GSE di soli 4kwh, mentre per quanto riguarda l'energia immessa lo shelly mi misura 16kwh, 8 in più di quelli fatturati.

    Ora, non è che mi interessi verificare i pochi spiccioli del periodo di dicembre, però se il valore del consumato è praticamente corretto, perchè quello dell'immesso è la metà? Il mio timore è di trovarmi delle sorprese per il conguaglio del 2022.
    Non c'è nessun modo per verificare se la corrente che sto immettendo attualmente è corretta?

    Da gennaio 2022 ad oggi ho:
    prodotto 3090 kwh dato shelly;
    prodotto 3240 kwh dato inverter solaredge;
    immesso 1710 kwh dato shelly

    vi ringrazio

    Lascia un commento:


  • dolam
    ha risposto
    Originariamente inviato da hazzard77 Visualizza il messaggio
    Al momento cosa è previsto nei prossimi anni per chi come noi ha SSP? Le discussioni attuali sull'energia potrebbero giovare ad un eventuale proroga del SSP?
    Nulla ,
    alla scadenza saremo pagati solo in RID e non penso che ci saranno proroghe a meno che la CE non decida di congelare un pò tutto.

    In realtà l'Europa dovrebbe anche inserire nuovi incentivi per le rinnovabili, ne stanno certamente parlando e addirittura sere fa in TV il Direttore Generale di Terna ha affermato che loro sono in grado, da subito, di assorbire addirittura
    fino a 100 nuovi GW di installazioni Rinnovabili senza alcun problema alla rete e con piccoli accorgimenti possono arrivare , da subito, addirittura + 200GW .
    Alla domanda specifica del giornalista "ma parliamo dal 2022 ?" la risposta è stata testualmente e perentoria : " certo già dal 2022 , Noi siamo pronti da oggi" .

    Perciò per ora lo SSP resta fino al 2024 e fino alla pubblicazione dei decreti attuativi lo è ancora accettato per le nuove installazioni dal GSE , vedremo cosa scriveranno per il futuro.

    Lascia un commento:


  • hazzard77
    ha risposto
    Originariamente inviato da ligabue82 Visualizza il messaggio
    Dati mio conguaglio 2021.

    Energia prelevata: 4367 (misura reale e precisa) - OE: 589,18€
    Energia immessa: 4146 (misura reale e precisa) - CEI: 485,12€
    Riporto energia avanzata anno precedente: 67,40€
    Cus: 5,078 c€/kWh

    Totale rimborso: 763,06€

    Escludendo il riporto dell'energia avanzata, il prezzo di contabilizzazione del contributo in Conto Scambio è stato pari a: 16,78 c€/kWh

    Peccato veramente che elimineranno questo ottimo strumento, decisamente migliore rispetto alle batterie di accumulo e alle CER...

    Saluti
    Chi non ha il pagamento delle eccedenze può comunque vedere questi valori? Dove?
    Al momento cosa è previsto nei prossimi anni per chi come noi ha SSP? Le discussioni attuali sull'energia potrebbero giovare ad un eventuale proroga del SSP?

    Lascia un commento:


  • Alby62
    ha risposto
    Per il 2022, pagato 2023 il cus sarà più scarso in quanto gh liberi sono a 0, mette il puu, cingolati aparte sarà un bel gruzzolo.

    Lascia un commento:


  • V_V
    ha risposto
    Originariamente inviato da Peace and Love Visualizza il messaggio

    Credevo che le eccedenze fossero liquidate a parte.Non nel conquaglio SSP.
    Ma infatti lui non se le è fatte liquidare, le ha riportate come credito a inizio anno ed è riuscito in parte a recuperarle grazie ai prelievi molto superiori alle immissioni.

    Lascia un commento:


  • Editor
    ha risposto
    Originariamente inviato da JO GREEN Visualizza il messaggio
    ...Io e dolam abbiamo una tariffa stracciata che sta per scadere in cui paghiamo l’energia meno di 3 cent/kWh in F1 e F2 e 1,28 cent in F3...
    Non siete gli unici.

    Lascia un commento:


  • JO GREEN
    ha risposto
    Se è più conveniente cercare o meno di autoconsumare di più o di meno dipende da quanto paghi l’energia elettrica.
    Se vuoi fare un conto veloce togli il canone rai e i fissi mensili e dividi per i kWh in bolletta.

    Io e dolam abbiamo una tariffa stracciata che sta per scadere in cui paghiamo l’energia meno di 3 cent/kWh in F1 e F2 e 1,28 cent in F3.

    Dal 1/8 con la nuova tariffa, circa 20 cent/kWh (che diventano 30 con perdite, PD, iva accise ecc) mi converrà di più autoconsumare ma senza troppe ansie perché il risparmio sarà di pochissimi centesimi…
    Se il prezzo dell’energia rimanesse a 25 cent, PD e trasporto e gestione del contatore come questo trimestre, parleremmo di 2,5 cent scarsi…

    Lascia un commento:


  • hazzard77
    ha risposto
    Originariamente inviato da JO GREEN Visualizza il messaggio
    Ciao dolam ho fatto il conto preciso anche io.

    Rimborso stratosferico anche per i miei 4.314 kWh scambiati : ben 817 €
    Ci ho coperto:
    • il 100% di quanto pagato per i consumi in bolletta (487 €)
    • 215 € di fissi in bolletta
    • ci ho guadagnato 115 € (in realtà 58 € perché devi togliere i 36 € del GSE e i 21 € del contatore di produzione)
    Quando i prezzi dell'energia hanno iniziato a lievitare ho evitato (per quanto possibile) di autoconsumare perché con l'attuale tariffa era meglio versare in rete.

    Nei primi 4 mesi dell'anno ho guadagnato tra i 15 e i 25 cent per ogni kWh scambiato rispetto al rimborso dello SSP quindi fino al 31/07 continuerò così.

    Poi l'autoconsumo tornerà ad assillarmi molto poco (almeno dal punto di vista economico) perché con la nuova tariffa che ci hanno proposto e il PUN attuale la differenza sarà a spanne tra 1,5 e 5 cent scarsi per ogni kWh scambiato.
    Quoto Jo Green per chiedere come verificare se meglio autoconsumare o meno, considerando che passerò 3 mesi con raffrescamento ON.
    Inoltre sarei grato a tutti gli esperti se inseriscono i link utili per i vari conteggi e le altre informazioni da reperire nei singoli contratti LUCE.

    Grazie

    Lascia un commento:


  • roosters
    ha risposto
    Originariamente inviato da ligabue82 Visualizza il messaggio
    Dati mio conguaglio 2021.

    Energia prelevata: 4367 (misura reale e precisa) - OE: 589,18€
    Energia immessa: 4146 (misura reale e precisa) - CEI: 485,12€
    Riporto energia avanzata anno precedente: 67,40€
    Cus: 5,078 c€/kWh

    Totale rimborso: 763,06€

    Escludendo il riporto dell'energia avanzata, il prezzo di contabilizzazione del contributo in Conto Scambio è stato pari a: 16,78 c€/kWh

    Peccato veramente che elimineranno questo ottimo strumento, decisamente migliore rispetto alle batterie di accumulo e alle CER...

    Saluti


    Scusa in che file vedi questi valori?

    Lascia un commento:


  • ligabue82
    ha risposto
    Dati mio conguaglio 2021.

    Energia prelevata: 4367 (misura reale e precisa) - OE: 589,18€
    Energia immessa: 4146 (misura reale e precisa) - CEI: 485,12€
    Riporto energia avanzata anno precedente: 67,40€
    Cus: 5,078 c€/kWh

    Totale rimborso: 763,06€

    Escludendo il riporto dell'energia avanzata, il prezzo di contabilizzazione del contributo in Conto Scambio è stato pari a: 16,78 c€/kWh

    Peccato veramente che elimineranno questo ottimo strumento, decisamente migliore rispetto alle batterie di accumulo e alle CER...

    Saluti

    Lascia un commento:


  • gigisolar
    ha risposto
    O2 12,66 P2 12,66 che corrisponde a R2 dello scorso anno
    Ultima modifica di gigisolar; 16-05-2022, 21:04.

    Lascia un commento:


  • gruppo
    ha risposto
    gigisolar in O2 e P2 che valori hai?

    Lascia un commento:


  • gigisolar
    ha risposto
    Nel mio caso corrispondono tutti i valori immesso e prelevato anche per fasce.
    Lo SSP 2021 è un po più ricco dell'anno precedente.

    Lascia un commento:

Attendi un attimo...
X
TOP100-SOLAR