annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Disconnettere il trasformatore durante la notte

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Disconnettere il trasformatore durante la notte

    Ciao a tutti,

    In un impianto da 100kWp connesso in BT attraverso un trasformatore di isolamento si vorrebbe disconnettere il trasformatore durante le ore notturne per evitare inutili consumi, pari a circa 2000kWh /anno.

    Che soluzione si può adottare: contattore trifase comandato da un sensore di luce ambientale? Quali sono i costi?

    Il trasformatore può avere dei problemi, tipo formazione di condensa all'interno della cassetta metallica in cui è ubicato?

    Grazie.
    Eubrun

  • #2
    Io solitamente risolvo in tre modi, ma non mi piace il crepuscolare che magari va a togliere tensione quando i pannelli producono seppur poco:

    -semplice orologio a cavalieri da programmare ogni tanto
    -crepuscolare con temporizzatore ritardato all'eccitazione
    -Logo o plc programmabile

    In tutti i casi vado ad agire sulla bobina del teleruttore.

    Commenta


    • #3
      Mi potresti dire che tipo di teleruttore usi solitamente?
      Grazie.
      Eubrun

      Commenta


      • #4
        Non ti metto la marca che non credo si possa.

        Per un 100 Kw che abbiamo realizzato recentemente abbiamo utilizzato


        nr 1 pezzo 3TK10420AP0 CONT.QUADRIP. 200A AC-1 230V 50HZ
        +
        nr 1 pezzo 3TK19400A CALOTTA COPRIMORS.X 3TK10/11


        Dipende però con che tensione vuoi alimentare la bobina. Se hai 230Vca ok, diversamente devi scegliere un teleruttore con bobina che abbia la giusta tensione di comando.

        Commenta


        • #5
          Avrei pensato di utilizzare lo stesso dispositivo generale per disconnettere la sera e riconnettere al mattino il trasformatore.
          Si tratta di un magnetotermico che può essere dotato di un modulo di sgancio e riarmo controllato da un rele'.
          A conti fatti si spende circa la meta'.

          Ciao,
          Eubrun

          Commenta


          • #6
            L'operatività di questa manovra comporterebbe nell'arco di 25 anni a realizzare oltre 18.000 manovre, fra aperture e chiusure, o comunque 9.000 se consideriamo di sganciare con bobina l'interruttore e di richiuderlo con motore.

            La scelta di utilizzare un teleruttore è sicuramente dovuta a questo motivo, in quanto una qualsiasi motorizzazione è per costruzione più sensibile e soggetta a manutenzione di un qualsiasi teleruttore.

            Commenta


            • #7
              Salve, ho una domanda sul trasformatore di isolamento. Nel mio caso ne verrà messo uno per un impianto da 78 kwp. Ma è giusto lasciarlo collegato anche di notte o è meglio scollegarlo? Se si fa in modo da scollegarlo ogni notte può danneggiarsi il trasformatore? Intendo dire il gioco vale la candela? Come si fa a capire il consumo che avrà a vuoto? Grazie

              Commenta


              • #8
                La potenza che andrà ad assorbire a vuoto è un dato di targa oppure è semplicemente misurabile .... sicuramente il trasformatore non si danneggia, quello che andrà ad usurarsi saranno i contatti del contattore di inserzione e potrà essere scollegato con uno dei metodi sopra descritti

                Commenta

                Attendi un attimo...
                X
                TOP100-SOLAR