annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Delibera AEEG 243/2013/R/eel

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Delibera AEEG 243/2013/R/eel

    Vorrei evidenziare a tutti la delibera di cui all'oggetto che dispone all'adeguamento:

    - entro il 30 giugno 2014
    , gli impianti di potenza superiore a 20 kW già connessi alla rete di bassa tensione ed entrati in esercizio al 31 marzo 2012 e gli impianti di potenza fino a 50 kW già connessi alla rete di media tensione ed entrati in esercizio alla medesima data;
    - entro il 30 aprile 2015
    , gli impianti di potenza superiore a 6 kW e fino a 20 kW già connessi alla rete di bassa tensione ed entrati in esercizio al 31 marzo 2012 e che, in deroga a quanto previsto dal paragrafo 5 dell'Allegato A70, questi impianti debbano rimanere connessi alla rete almeno all'interno dell'intervallo di frequenza 49 Hz - 51 Hz (anziché 47,5 Hz - 51,5 Hz)[2].

    Vorrei anche sottolineare che Dagli adeguamenti sono stati esclusi gli impianti di potenza fino a 6 kW connessi alle reti di bassa tensione poiché tali impianti, molto numerosi, sono poco rappresentativi in termini di potenza complessivamente installata (circa 600 MW); nel medio termine, tali impianti saranno comunque oggetto di adeguamento automatico alla Norma CEI 0-21 per effetto delle progressive sostituzioni degli inverter e dei sistemi di protezione d'interfaccia.

    Ciò che mi mette in allarme è che tutti gli impianti in BT con potenza minore di 6 kW, nel medio termine, DEVONO sostituire l'inverter e gli SPI.

    Dettagli qui:
    http://www.autorita.energia.it/it/nota_stampa/13/130610.htm

  • #2
    Non mi sembra come l'hai scritta te : si parla di adeguamento della frequenza , basta un aggio soft dell'inverter oltre i 6kw, e' scritto chiaramente per evitarne la sostituzione con un semplice aggiornamento dell'installatore al punto [2] ; sotto i 6 si scrive di adeguamento automatico non di sostituzione forzata di tutti gli inverter... naturale che quelli nuovi , via via sostituiti , saranno adeguati alla 0-21 .
    AUTO BANNATO

    Commenta


    • #3
      La delibera non l'ho ancora letta ma ho riportato quanto scritto sul sito dell'AEEG da me linkato.

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da sischo Visualizza il messaggio
        tali impianti saranno comunque oggetto di adeguamento automatico alla Norma CEI 0-21 per effetto delle progressive sostituzioni degli inverter e dei sistemi di protezione d'interfaccia.

        Ciò che mi mette in allarme è che tutti gli impianti in BT con potenza minore di 6 kW, nel medio termine, DEVONO sostituire l'inverter e gli SPI.
        Scusami ma se ti faccio notare che il DEVONO lo hai messo te .....
        secondo me la lettura e' chiara l'AEEG e' stata corretta : non andiamo a rompere le balle a quelli inferiori a 6 perche' va da se' che nel giro di 10 anni avranno tutti gli inverter sostituiti perche' rotti ..... quelli tra 6 e 20 lo stesso nessuna sostituzione ma solo un adeguamento software.....
        AUTO BANNATO

        Commenta


        • #5
          Giusto, ho letto la delibera e sembra proprio quanto da te scritto:
          - non andiamo a rompere le balle a quelli inferiori a 6 perche' va da se' che nel giro di 10 anni avranno tutti gli inverter sostituiti perche' rotti;
          - quelli tra 6 e 20 (aggiungo io: nonchè quelli superiore a 20 kW in BT e fino a 50 kW connessi in MT) lo stesso nessuna sostituzione ma solo un adeguamento software.

          Commenta


          • #6
            Si spera (mi tocco le bolas) che l'inverter non si rompa , ma la media e' quella dei 10 anni..... ma lo stesso nel momento che meta' sono sostituiti l'apporto alla rete nazionale e' ininfluente.....
            AUTO BANNATO

            Commenta


            • #7
              A me viene da pensare un'altra cosa , che non e' cosi' lampante : tutti quegli impianti che adesso lavorano con tensioni olte 253V si troveranno ad affrontare il problema di stacco , che adesso non avevano ?! la delibera parla di adeguare solo la soglia di frequenza ma l'enel sono sicuro che interpretera' alla sua maniera e il test dovra' essere anche sulla tensione , cosi' si tolgono definitivamente il problema di linee schifose.....
              AUTO BANNATO

              Commenta


              • #8
                Non capisco questa tua osservazione.
                Nella delibera si parla del solo range di frequenza ed oggi, che sono stato ad un convegno CEI, il relatore ha parlato del fatto che sarà necessario il solo "aggiornamento firmware".
                Ultima modifica di sischo; 11-06-2013, 18:55.

                Commenta


                • #9
                  Quindi le frequenze di 47,5 Hz e 51,5 Hz (soglie permissive ) non esisteranno più? In poche parole cosa cambierà fatemi capire

                  Commenta


                  • #10
                    Nella delibera si parla di aggiornamento frequenze , ma alcuni inverter se cambi il firmware , immagino , che cambino anche i parametri di tensione automaticamente ?!
                    AUTO BANNATO

                    Commenta


                    • #11
                      Perchè dici questo spider61? Basta scrivere un firmware che accetta una frequenza diversa.

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da sischo Visualizza il messaggio
                        Perchè dici questo spider61? Basta scrivere un firmware che accetta una frequenza diversa.
                        Come fai a scrivere il firmware che accetta una frequenza diversa?

                        Commenta


                        • #13
                          Pensavo che aggiornando il firmware si aggiornasse tutto alla CEI .... nel Danfoss TLX che ho io ci sono firmware a iosa a salire , so anche che si variano i parametri mandando un file di pochi byte sia per la V che per la F , su altri non lo so , alcuni modelli potrebbero non essere nemmeno aggiornabili.... immagino qualche inverter ciofeca cinese che non esiste piu' nemmeno la casa costruttrice... ma a parte questo pensate che limitando la frequenza risolvono tutti i problemi ? secondo me sono molto piu' i problemi di tensione e vedrai che termine qualche mese arriva anche la delibera ad hoc...
                          AUTO BANNATO

                          Commenta


                          • #14
                            Io non scrivo nessun firmware..sarà il produttore dell'inverter a doverlo divulgare tramite il proprio sito internet e poi sarà compito dell'installatore quello di aggiornarlo on-site.

                            Commenta


                            • #15
                              Tipo per gli inverter SMA c'è un programma il sunny explorer che permette di modificare alcuni parametri dell'inverter. Secondo te è possibile farlo utilizzando questa applicazione?

                              Commenta


                              • #16
                                Non credo sia sufficiente in quanto bisognerà inoltrare all'Enel attestazione che l'inverter è compatibile alle nuove disposizioni dell'AEEG.
                                Attenzione: stiamo parlando di una data entro il 30/04/2015 per cui oggi il problema non sussiste.

                                Commenta


                                • #17
                                  Originariamente inviato da sischo Visualizza il messaggio
                                  Io non scrivo nessun firmware..sarà il produttore dell'inverter a doverlo divulgare tramite il proprio sito internet
                                  Ehi e chi lo paga il produttore dell'inverter per mettere delle persone ad aggiornare il soft ?! (intendo mettere personale in fabbrica a perdere tempo a rimettere le mani nel programma dell'inverter,se non era previsto )
                                  No perche' quando c'e' stato il passaggio all 0-21 dovevano essere aggiornati inverter in distribuzione e in ogni caso dovevano perderci tempo per poi venderli in futuro , adesso un inverter montato 3-4 anni fa' pensi forse che il produttore ci rimetta le mani dentro gratis
                                  AUTO BANNATO

                                  Commenta


                                  • #18
                                    A che tu sappia, con quel programma è possibile? O dobbiamo aspettare per forza l'uscita del firmware ufficiale?

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Di questi valori, con la nuova delibera quali si devono cambiare?

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Che potenza ha l'impianto di cui parli?

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Non sto parlando di impianto in dettaglio ma in generale tra la BT e MT, quindi vorrei sapere le modifiche da fare in entrambi i tipi di impianti

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Devi solamente aggiornare il firmware dell'inverter che avrà al proprio interno le disposizioni di cui alla delibera.
                                            Parlo al futuro in quanto oggi questi firmware non sono ancora in commercio visto che la delibera è uscita pochi giorni fa.

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Tutti gli inverter sono modificabili, mi sono documentato con alcuni produttori. Quello che volevo sapere è, cambiare le soglie all'interno dell'inverter? Cioè indicare come frequenza minima di funzionamento 49 e massima 51? E riguardo la tabella che ho postato non cambia nulla?

                                              Commenta


                                              • #24
                                                In alcuni inverter non serve aggiornare il firm , basta cambiare le frequenze.... della soglia restrittiva ....
                                                quello che non capisco e' l'utilita' della delibera , visto che per quel poco che vedo qui i piu'0 grossi problemi sono dati dalla tensione per linee inadeguate , non per lo slittamento di frequenza ?!?!
                                                AUTO BANNATO

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  1) bisognerà vedere come la penseranno i produttori di inverter e quindi se sia sufficiente la sola modifica dei parametri degli inverter oppure se ci sarà bisogno di un firmware che certificati l'inverter alla delibera 243/2013;
                                                  2) nella prefazione della delibera è scritto che essa è stata emanata al fine di evitare problemi di isole indesiderate sulla rete (non problemi di distaccamento dell'impianto per altre cause).

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Ieri ho incontrato un produttore di inverter il quale mi ha detto che varrà la regola per cui l'installatore modificherà i parametri della frequenza e poi sarà quest'ultimo ad assumersi la responsabilità di dichiarare che l'inverter è conforme alla delibera di cui all'oggetto.

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Io comincio a dubitare dello stato mentale di AEEG e Enel.....
                                                      questa delibera e' fatta per garantire il funzionamento entro un range di frequenza allargata o per evitare l'isola indesiderata ?! perche' le due cose sono in conflitto i miei 20+3kw (con 49,7-50,3Hz) non hanno mai avuto problemi di slittamento di frequenza ma solo di tensione elevata ..... qualcuno di chi ha l'impianto ha mai avuto errori o stop per frequenza fuori range ?
                                                      AUTO BANNATO

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Il problema non è che si fermi il tuo impianto ma che collassi la rete in caso di guasto.
                                                        E' già successo in Sicilia nel 2011 dove, causa un guasto ad una turbogas, è venuta a mancare un'importante quota di produzione provocando un repentino abbassamento della frequenza di rete.
                                                        Il calo della frequenza ha causato il distacco della generazione distribuita (FV, eolico, ecc.) aggravando la mancanza di produzione e portanto il sistema al limite del collasso.
                                                        Nel 2011 sono riusciti a metterci una pezza staccando carichi ma Terna se l'è fatta addosso e quindi è nata la delibera 84/2012.
                                                        Con i range attuali la generazione distribuita sarebbe rimasta in produzione evitando i black-out che ci sono stati.
                                                        Ovviamente sono partiti a fare adeguare gli impianti di maggiore potenza per poi arrivare a quelli piccoli e microscopici (6.1kWp?).
                                                        Altrettanto ovviamente aprire le frequenze comporta pericoli di isola indesirata, ecc. ecc. ecc.

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          A tal proposito riporto quanto scritto su wikipedia alla voce blackout Italia:

                                                          A partire dalle 3.25, tutte le linee ad alta portata Svizzera-Italia si aprirono in successione, alcune per sovraccarico, altre per scarica a terra. Il transito proveniente dall'Europa venne ripartito pertanto sulle linee di collegamento con la Francia, che andarono però in sovraccarico, interrompendosi anch'esse a loro volta.

                                                          In seguito a questo calo della potenza disponibile, nel sistema elettrico italiano iniziarono forti instabilità di tensione, seguite da progressiva perdita di passo: la frequenza nominale di rete di 50 Hz prese a scendere, attivando le diverse protezioni previste dal Piano Difesa del GRTN:

                                                          • tra 50 e 49 Hz: distacco di tutti i gruppi di pompaggio (non effettuato a dovere da tutti), distacco prematuro di molti autoproduttori, distacco delle linee verso Austria e Slovenia per perdita di sincronismo.

                                                          • tra 49 e 48,3 Hz: alleggerimento dei carichi (non effettuato a dovere da tutti gli operatori) e richiesta di aumento di produzione alle centrali italiane, al fine di sostenere la rete.

                                                          • tra 48,2 e 47,6 Hz: distacco prematuro di gran parte delle centrali idroelettriche e termoelettriche, che non riuscirono ad aumentare la produzione nei termini richiesti (riserva primaria) e si isolarono dalla rete.

                                                          • sotto 47,6 Hz: distacco per protezione di tutte le centrali e collasso generale della rete.

                                                          Ecco quindi cosa può provocare un abbassamento di frequenza in rete.

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Ciao a Tutti, ma l’adeguamento al paragrafo 5 della A70 non prevede anche che si debba rimanere connessi per valori di tensioni compresi tra 0.85 Vn e 1,10 Vn?
                                                            saluti

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR