annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Dal calore all'elettricità

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Dal calore all'elettricità

    Ciao raga so che questo non è il posto giusto per un post simile ma spero di avere piu risposte visto che è la sezione piu visitata del foum, cmq volevo sapere queto:<br>cosi come una lampadina riceve elettricit&agrave; e da luce ce la cella fv che riceve la luce e da elettricit&agrave;<br>cosi come una resistenza riceve elettricit&agrave; e da calore, volevo sapere se ce qualche cosa che riceve calore e restituisce elettricit&agrave;, es qualche tipo di PTC NTC o roba varia, vi prego aiutatemi perchè ho in mente una cosa davvero carina<br><br><hr><br>ah dimenticavo:<br>cosi un motore elettrico riceve elettricit&agrave; per generare una trazione, la dinamo trasforma il moto per produrre elettricit&agrave; <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/rolleyes.gif' alt='rolleyes.gif'>

  • #2
    Si, una termocoppia ad esempio.<br>Se unisci due metalli...esempio due fili 1 di rame 1 di costantana..ai due estremi, hai formato una termocoppia. Se ora tieni le due giunzioni a temperatura diversa avrai un passaggio di corrente..che puoi verificare se spezzi uno dei due fili e introduci un microamperometro.<br>Se prendi esempio "enne" termocopie (tipo 500) cosi fatte e le colleghi in serie...poi una parte di ogni termocoppia la colleghi alla marmitta (termicamente e non elettricamente altrimenti metti tutto in corto) e l&#39;altra la lasci a temperatura ambiente ottieni una discreta tensione e forse qualche centinaia di milliwatt a motore acceso....<br><br>La stessa cosa avviene mettendo in contatto non solo conduttori ma semiconduttori...oppure semiconduttori "drogati" in modo diversi (es P e N)...e proprio quello che succede nelle celle Peltie<br>... <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wink.gif' alt='wink.gif'><br><br><span class="edit">Edited by gattmes - 30/11/2005, 18:47</span>
    Fare si può! Volerlo dipende da te.

    Consulta e rispetta il REGOLAMENTO

    Piano cottura induzione: consumo energia 65...70% in meno rispetto uno a gas! Pure a costi doppi dell'elettricità fa risparmiare, almeno 30%! Contrariamente a quanto si dice si può usare con contratti 3 kW, perfino se sprovvisto di limitazione.
    Gas 100% fossile, elettricità 30...100% rinnovabile. Transizione ecologica? Passa all'induzione!

    Commenta


    • #3
      esatto, te lo chiedo per 2 motivi: 1) stavo realizzando una pila ad alcool<br>2) ricoprire il motore elettrico cosi il calore non si dissipi nel nulla. Allora gatt, sei dei nostri????

      Commenta


      • #4
        cmq ho fatto un po di ricerche ed una termocoppia composta da rame e ferro dovrebbe dare intorno da 55 a 80 mV, quindi 200 fili dovrebbero fare 16 V. Cmq ti volevo chiedere, ma se in vece di 2 fili sottili uso 2 barrette di ferro e rame la tensione è la stessa???? oppure la stessa??

        Commenta


        • #5
          Io ho giocherelato con fili di rame-costantana (semiconduttori a parte)...ora la tensione che si ottiene dipende dai materiali e in genere è espressa come microV...milliVolt (o multipli/sottomultipli del Volt) a...<b><u>grado</u></b>.<br>Cosa significa?<br>Sigifica che per ogni grado di <b>differenza</b> di temperatura <b>tra</b> i punti di contatto tra i 2 materiali (che sono sempre 2 ...) si genera quella tensione...<br><br>..cosi se il dato è 46uV/C vuol dire che se un capo è a TA (temperatura ambiente ..circa 25C) e l&#39;altro è nel frigo a 0C avremo una ddp (differenza di potenziale) di 46uV/C x 25C= 1150 ...mhh dungue /C per C si semplifica quindi rimane uV...dicevo 1150uV...ovvero 1,15mV..<br><br>...se invece porto la temperatura da 0 a 125C, lasciando l&#39;altra a TA, otterrò circa il quadroplo ovvero 4,6mV....ma di polarit&agrave; invertita (la corrente girer&agrave; in senso inverso rispetto a prima) in quanto ora è più calda la parte/coppia di unione che prima invece era + fredda.<br><br>Circa l&#39;uso di fili o ....pilastri di 4mt di diametro...non cambia niente (a parte le cadute resistive e/o le inerzie termiche) dal punto di vista della ddp o ddp/C. Cambia invece dal punto di vista di corrente....<br>...come in radiofrequenza..la massima estrazione di energia la otteniamo quando il "carico" assume la stessa..."impedenza" del ...generatore...quindi mettendo insieme 200/500 termocoppie..magari fatte con costantana e altri materiali più "resistenzosi" (per non parlare di uso di semiconduttori... che gi&agrave; lo dice la parola...) si può arrivare a diversi ohm con fili...tenendo presente che i 2 punti di unione non possono essere vicini-vicini..perchè devono esseremantuenuti a temperatura diversa e nascono problemi di isolamento (il materiale poi delle termocoppie è in genere un buon conduttore termico...vedi rame)<br>...<br><br><span class="edit">Edited by gattmes - 1/12/2005, 10:19</span>
          Fare si può! Volerlo dipende da te.

          Consulta e rispetta il REGOLAMENTO

          Piano cottura induzione: consumo energia 65...70% in meno rispetto uno a gas! Pure a costi doppi dell'elettricità fa risparmiare, almeno 30%! Contrariamente a quanto si dice si può usare con contratti 3 kW, perfino se sprovvisto di limitazione.
          Gas 100% fossile, elettricità 30...100% rinnovabile. Transizione ecologica? Passa all'induzione!

          Commenta


          • #6
            Il principio di funzionamento della termoelettricit&agrave; si basa su tre effetti: Seebeck (a una delta T corrisponde un delta V caratteristico di ogni materiale); Peltier (una giunzione che collega due conduttori si scalda e si raffredda a seconda che il primo conduttore generi più calore per effetto Joule o meno del secondo materiale); Thompson (l&#39;opposto del seebeck: a una delta V corrisponde un delta V). Su questi principi basta collegare tre materiali conduttori fra di loro con dei materiali appositi (ad es. uno drogato P e uno drogato n) in modo che i conduttori si trovino uno a T + alta e una a T piu bassa; si ottiene una termoelettricit&agrave;. Il problema è che in genere le potenze ricavate sono molto piccole, ma sempre meglio che niente...

            Commenta


            • #7
              allora facciamo 4 conti, la fiamma dell&#39;alcool a che temperatura è??? da qui si puo ricavare la tensione di uscita e la corrente??

              Commenta


              • #8
                <div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'><br> e la corrente??<br></div></div><br>Paragona il tuo ipotetico termogeneratore ad una cella..anzi...ad un pannello solare composto da più celle. Di questo ti viene fornita:<br>1) La tensione "a vuoto" -> uV/C x DT x numero di termocoppie<br>2) La corrente di cortocircuito -> uV della formula del piano di sopra / resistenza totale delle termocoppie<br>3) Potenza di picco -> se colleghi un carico che ha = resistenza a quella totale delle Tcoppie avrai la massima potenza e che...star&agrave; in un punto intermedio come valore di tensione e corrente rispetto i massimi della 1) e 2)<br>...<br><br><br><span style='color:red'>Vi avviso che tra breve vedo se è possibile spostare la discussione in una sezione + consona.</span><br><br><span class="edit">Edited by gattmes - 1/12/2005, 15:05</span>
                Fare si può! Volerlo dipende da te.

                Consulta e rispetta il REGOLAMENTO

                Piano cottura induzione: consumo energia 65...70% in meno rispetto uno a gas! Pure a costi doppi dell'elettricità fa risparmiare, almeno 30%! Contrariamente a quanto si dice si può usare con contratti 3 kW, perfino se sprovvisto di limitazione.
                Gas 100% fossile, elettricità 30...100% rinnovabile. Transizione ecologica? Passa all'induzione!

                Commenta


                • #9
                  <div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>QUOTE</b> (militarx @ 30/11/2005, 16:41)</div><div id='QUOTE' align='left'>visto che è la sezione piu visitata del foum...volevo sapere questo:<br>cosi come una lampadina riceve elettricit&agrave; e da luce ce la cella fv che riceve la luce e da elettricit&agrave; cosi come una resistenza riceve elettricit&agrave; e da&#39; calore, volevo sapere se c&#39; e&#39; qualche cosa che riceve calore e restituisce elettricit&agrave;...</div></div><br>Ciao a tutti <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'> <br>Ciao Militarx puo&#39; darsi che questa sia la sezione piu&#39; visitata, ma potete anche guardare ogni tanto anche le altre. Questo argomento e&#39; gia&#39; stato trattato anche in modo abbastanza completo.<br><br><a href='http://www.forumcommunity.net/?t=2118104&st=0' target='_blank'>http://www.forumcommunity.net/?t=2118104&st=0</a> <br><br>Salutoni<br>Furio57 <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' alt='biggrin.gif'><br><br><span class="edit">Edited by Furio57 - 4/12/2005, 07:52</span>
                  L' ACQUA E' IL MIGLIOR COMBUSTIBILE, BASTA SAPERLA ACCENDERE. ( Capitano Claudio F. )
                  LA DIFFERENZA TRA UN GENIO ED UNO STUPIDO E' CHE IL GENIO HA I PROPRI LIMITI...
                  Ma se "L'UNIONE FA LA FORZA", allora perchè "CHI FA DA SE' FA PER TRE"?

                  Commenta

                  Attendi un attimo...
                  X
                  TOP100-SOLAR