Problema con centralina solare - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Problema con centralina solare

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Problema con centralina solare

    Ciao a tutti,
    credo di avere un problema con la centralina solare Buderus ma non ne sono sicuro e vorrei la vostra opinione.

    Quando il circolatore é spento e il pannello é freddo, ho una temperatura della linea HOT uguale a quella del puffer, ovvero 40° gradi nel puffer e 40° nel termometro della mandata.
    Tra centralina e puffer ci sono circa 2,5m di tubo di rame.

    La centralina é dotata di valvola di non ritorno (la 1 nello schema - Schwerkraftbremse=freno di gravitá) ma io temo che ci sia una circolazione naturale verso i pannelli, con conseguente spreco di energia.

    Voi cosa ne pensate? È normale o effettivamente ci potrebbe essere un problema?


    Grazie

    P.S. per l'idraulico ovviamente é tutto in ordine


    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   solare.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 636.3 KB 
ID: 1984120image2015-10-22-104015.pdf

  • #2
    Nessun aiuto?

    Commenta


    • #3
      io mi sono montato un bollitore e una centraline e le valvole di non ritorno non c'erano le ho dovute
      acquistare a parte,forse sono nello schema ma non sono fornite ne state montate,comunque non è normale
      il caldo sale il boiler si raffredda

      Commenta


      • #4
        Dallo schema e da quanto detto dalla Buderus, ci dovrebbe essere qualche cosa tipo un "freno gravitazionale" ma dal comportamento del sistema, deduco invece che non ci sia nulla o che non funzioni o che non sia stato eventualmente regolato a dovere

        Il caldo sale ed il boiler si raffredda ed io pago !!!

        Commenta


        • #5
          E che T ha il pannello la sera dopo 2 o 3 ore che e' calato il sole ?
          AUTO BANNATO

          Commenta


          • #6
            Purtroppo non sono ancora entrato ed abito a 130Km di distanza e questo controllo purtroppo non lo posso ancora fare.
            Effettivamente é la cosa giusta da fare e lo faró domani mattina che verró a lavorare in macchina anche perché oggi ne ho scoperta un'altra che mi ha fatto leggermente bollire il sangue.

            Probabilmente anche la valvola che seleziona il pipe in tank alto o quello basso del bollitore lavora al contrario (ho 2 pipe in tank per solare nell'accumulatore)
            Oggi pioggia e nuvolo con T.ext 8 gradi.
            Il bollitore é settato per ACS a 50° .
            Alle 12 vado a vedere come procede e la pompa solare stava girando.
            Mandata verso i pannelli 44° ritorno caldo circa 42° !
            Parte alta del bollitore circa 55° parte bassa circa 22°
            temperatura pannelli 42°

            C'é decisamente qualche cosa che non va !!!!

            Commenta


            • #7
              Eh si.... si chiama Pannello Penelope, prima fa e poi disfa.
              PDC Ibrida Daikin HPU 8/35 kW . FV: 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°. Solare Termico 9.6 mq Tilt 54°. Auto Volvo XC40 T5 Recharge Plug-In Hybrid

              Commenta


              • #8
                Non si capisce a questo punto se hai una caldaia accesa che scalda il tutto ?
                e altra domanda : cosa vuol dire 2 pipe in tank , hai due accumuli diversi ?!
                AUTO BANNATO

                Commenta


                • #9
                  Ho il solare che, tramite una 3 vie, é connesso ad una serpentina alta ed una serpentina bassa nello stesso accumulatore.
                  Siccome il puffer é in carico per ACS, il solare gestisce automaticamente la prioritá ad ACS selezionando la serpentina superiore sino a quando la temperatura non raggiunge il valore desiderato.
                  Una volta raggiunto, seleziona la serpentina inferiore per caricare il resto dell'accumulo.
                  In pratica ragiona come se ci fossero 2 accumulatori.

                  Non é un sistema che mi piace ma al momento non posso fare molto.

                  Ho anche ACS pipe-in-take con ricircolo pipe-in-pipe (che ho provato ieri e nonostante la mia incredulitá funziona bene)

                  Commenta


                  • #10
                    Ieri giornata fredda ed uggiosa sono andato a controllare l'impianto.

                    Quando arrivo l'accumulatore é sui 40° per ACS e la centralina solare ha il termometro blu della mandata lato circolatore, a circa 40° mentre quello lato caldo di ritorno dai pannelli a circa 20°.
                    Ci risiamo, ecco di nuovo che siamo in circolazione naturale ma in senso inverso rispetto alla volta scorsa.
                    Come suggerito, chiudo entrambi i rubinetti ed aspetto.
                    Dopo un po' di tempo ricontrollo. Temperatura del termometro blu é scesa a 30°.
                    Per tagliare la testa al toro, riapro i rubinetti ed aspetto.
                    Dopo un po' di tempo temperatura termometro blu nuovamente a 40°

                    Ora non ci sono piú dubbi, c'é una circolazione naturale verso i pannellli.
                    Questa volta peró é in senso inverso rispetto a prima e segue la normale direzione di circolazione ovvero la direzione che dovrebbe essere consentita da una eventuale valvola di non ritorno.

                    la mia domanda é.

                    Come faccio a risolvere questo problema di circolazione naturale verso i pannelli? Sia in una direzione che nell'altra.

                    Cosa posso dire di fare all'idraulico che non capisce un tubo?

                    Grazie

                    Commenta


                    • #11
                      Puoi fare delle foto ad ampia veduta? Così vediamo che giri fanno le tubazioni.

                      Commenta


                      • #12
                        Ho messo su dropbox un po' di foto dell'impianto non ancora completato.
                        I tubi del solare sono quelli in rame con la mandata calda dai pannelli collegata ad una 3 vie che seleziona il pipe in take superiore o inferiore ed i ritorni che dal puffer vanno al circolatore solare, hanno un giunto a T per unire le due parti basse del P i T.

                        La caldaia ha 2 mandate. 1 al puffer in alto per ACS, 1 in mezzo per riscaldamento ed il ritorno comune dal basso del puffer.

                        Ci sono anche mandata e ritorno del termocamino.

                        Se qualcosa non é chiaro chiedi. C'é anche lo schema dove poi non é stata installata la 3 vie del ritorno alla caldaia che anziché avere 2 attacchi, é collegato solo alla parte bassa del puffer

                        https://www.dropbox.com/sh/zmwbkcrlg3jnlw8/AAC8j3bDgYtNXvnQGGVKFIYKa?dl=0



                        Ultima modifica di Bertu65; 31-10-2015, 17:52.

                        Commenta


                        • #13
                          Stesso problema

                          Io ho il tuo stesso identico problema, in tanti anni dal 2007, non mi era mai capitato di vedere queste anomalie, il tecnico (che non è quello che ha fatto l'impianto) mi diceva che una soluzione potrebbe essere quella di fare un sifone sui tubi di andata e ritorno del glicole al pannello, praticamente, se ho capito bene, farci un'aggiunta e creare un sifone a collo di cigno, devo ancora risentirlo per accordarmi sul dafarsi. Saluti, Osvaldo.

                          Commenta


                          • #14
                            esistono le valvole di non ritorno se le conosco io, e me le sono installate che manco sono un idraulico

                            Commenta


                            • #15
                              Anche lì ci sono le valvole di non ritorno. Infatti secondo me non c'è alcuna circolazione inversa.
                              C'è però un moto convettivo che porta naturalmente il calore verso l'alto, seguendo i tubi fino ai termometri. Poi da lì probabilmente il calore risale ancora un po' ma poi i tubi girano e fanno diversi metri in orizzontale per cui secondo me muore tutto lì.
                              Per provare a calcolare la differenza di dispersione si potrebbe fare una notte con i rubinetti chiusi e vedere di quanti gradi si discosta l'accumulo la mattina, ma è un metodo estremamente spannometrico.

                              Commenta


                              • #16
                                Il moto convettivo puó generare una circolazione del fluido portando il calore dal basso verso l'alto.
                                È un moto molto lento ma é comunque un moto
                                Proveró a fare una prova e verificare la temperatura dei tubi nel sottotetto al mattino presto.
                                Diverso il discorso della conduzione che potrei capire ma che non dovrebbe essere influenzato dal fatto che quando chiudo una valvola cessa.
                                La cosa strana é che se chiudo la valvola lato freddo, la temperatura lato caldo scende, a dimostrazione del fatto che il moto convettivo o circolazione naturale che sia é stato interrotto.

                                E mettere un'elettrovalvola in serie al circuito che impedisce questo fenomeno?
                                Potrebbe essere la soluzione definitivo o no?

                                Commenta


                                • #17
                                  torniamo sempre lì valvola di non ritorno,quando la pompa spinge passa il fluido senza spinta chiude
                                  costo circa 5 €,provare per credere

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Originariamente inviato da pox1964 Visualizza il messaggio
                                    torniamo sempre lì valvola di non ritorno,quando la pompa spinge passa il fluido senza spinta chiude
                                    costo circa 5 €,provare per credere
                                    Se hai visto le foto potrai notare che capita anche che per qualche misterioso motivo la circolazione naturale o moto convettivo che sia avviene anche nella direzione della pompa. Questo significa che una eventuale valvola di non ritorno non servirebbe a nulla.

                                    Quello che non mi é chiero é la differenza tra "freno gravitazionale" (che é installato nella centralina solare" e "valvola di non ritorno"

                                    Commenta


                                    • #19
                                      la valvola di non ritorno va messa,su tutti i tubi che escono dal boiler,ed ha un suo verso quello del flusso
                                      te la spiego così anche se sono un profano,è un giunto con un otturatore che apre quando la pompa spinge
                                      poi credo ci sarà una molla che in assenza di spinta richiude

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Originariamente inviato da pox1964 Visualizza il messaggio
                                        la valvola di non ritorno va messa,su tutti i tubi che escono dal boiler,ed ha un suo verso quello del flusso
                                        te la spiego così anche se sono un profano,è un giunto con un otturatore che apre quando la pompa spinge
                                        poi credo ci sarà una molla che in assenza di spinta richiude
                                        Ti sei spiegato benissimo ma non hai capito che a volte, la circolazione non voluta é comunque nel verso del flusso e quindi una valvola di non ritorno non servirebbe comunque a nulla

                                        Commenta


                                        • #21
                                          te l'ho detto la valvola di non ritorno se non c'è la spinta della pompa rimane chiusa,il moto convettivo non
                                          deve socchiudere la valvola almeno che sia difettosa,comunque la prova di leggere la temperatura prima di andare
                                          a letto e al mattino per quantificare l'eventuale dispersione in tot ore

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Te lo ripeto non é un problema di valvole di non ritorno o comunque non é solo quello il problema.

                                            Commenta

                                            Attendi un attimo...
                                            X