che differenza c'è? - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

che differenza c'è?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • che differenza c'è?

    Ciao a tutti,
    riprendo qui la discussione che avevo iniziato nella sezione Biomasse dove rischiava di essere ormai off-topic.
    Ho decuso di installare un piccolo pannello in una casa in Sicilia, costa sud, insolazione altissima e alte temperature da maggio a settembre, nonché spesso anche nei mesi autunnali e primaverili. Mi serve per la sola ACS e la casa è utilizzata solitamente da 3 persone soprattutto d'estate e a volte nei weekend in inverno. Possono esserci ospiti per qualche giorno, ma d'estate, arrivando fino a 5 persone.
    Il pannello sarà collocato in giardino a una quota di circa 1 metro al di sopra dei punti di prelievo.
    Pensavo a un pannello a circolazione naturale, semplice ed economico, con accumulo da 150/200 L, da unire a un vaso di espansione per attuttire le sovrapressioni dovute alla temperature. Nei periodi più caldi lo coprirò e, quando non sarò in casa per lungo tempo, penso di svuotare il bollitore, parzialemnte o totalmente.
    Veiamo alla domanda.
    Girando sul web ho visto due tipi di pannello, ma non riesco a capire bene la differenza fra essi e la convenienza rispetto all'uso che dovrò farne io:
    1) PANNELLO SOLARE CORDIVARI PANAREA 200L 2mq ACQUA CALDA SISTEMA TERMICO
    2) http://www.ebay.it/itm/like/261541676888?lpid=96&chn=ps
    e poi, della stessa ditta quest'altro
    3) Pannelli Solari Termici - SunProEnergy - Mod. SPP 18/18 185 LITRI
    e questo
    4) Pannelli Solari Termici - SunProEnergy - Mod. SPHE 18/18 180 LITRI
    Qualcuno sa spiegarmi le differenze tecniche, fermo restando che non considererò la spiegazione un consiglio d'acquisto...
    Grazie mille!

  • #2
    mah... nessuno riporta dati.... se non di gemetria..... si può solo dire che 1) è un piano e gli altri sono a tubi, che da un lato a te non servono a niente stando in Sicilia, dall'altro il fatto che tra i tubi c'è aria riduce la superficie di apertura e quindi potrebbero rimanere senza bollire se non ci sei.

    Impossibile dire se uno sia meglio o peggio comunque, ci vorrebbero i dati di resa dei pannelli e dell'isolamento dell'accumulo, questi ultimi mi pare siano riportati solo in un paio di modelli (e sono del tutto confrontabili tra loro).
    PDC Ibrida Daikin HPU 8/35 kW . FV: 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°. Solare Termico 9.6 mq Tilt 54°. Auto Volvo XC40 T5 Recharge Plug-In Hybrid

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da inikon Visualizza il messaggio
      Il migliore sotto il profilo dell'affidabilita è sicuramente il N.3 mentre il piu' prestante sicuramente il N.1

      Il Sicilia metterei il 3 perche le alte T rischierebbero di diventare un serio problema in un impianto ad alta resa come il 1.

      GLi altri sono sottovuoto dove circola l'acqua nei tubi... lascia perdere questa tecnologia perche se si rompe un tubo butti tutto, mentre x il 3 se si rompe un tubo gli altri continuano a funzionare.

      F.
      Segui on-line il funzionamento dei miei impianti in tempo reale.
      Impianto Fotovoltaico grid: 7 pannelli Sanyo HIP 205, 1.44 kWp, Az 90°, Tilt 17°, Inverter Fronius IG.15 + Impianto fotovoltaico in isola da 0,86 kWp con 10 kWh di accumulo + impianto solare termico a svuotamento da 7mq + pompa di calore Altherma 3 Compact R32 da 8 kW.

      Commenta


      • #4
        Grazie a entrambi.
        In che senso il Cordivari è più prestante? Perché ha una maggiore superficie di apertura come scrive sergio&teresa?
        Se è così devo considerare che i pannelli a tubi, oltre alla minor superficie, possono forse "beneficiare" maggiormente dell'azione del vento (che dalle mie parti è sostanzialmente continuo) che, passando fra i tubi, li raffredderà un poco?
        Diminuirà l'efficienza riscaldante, ma forse nel mio caso è un bene?
        Ultima modifica di inikon; 21-11-2016, 09:26.

        Commenta


        • #5
          Si, l'uno ha maggior resa per via del fatto che a parità di superficie lorda ha maggior superficie di apertura (o supefricie captante). Il vento gli fa un baffo ai tubi sottovuoto.... semmai diminuisce un po' la resa del piano (1), che ha coefficiente di dispersione più elevato perchè, appunto, non ha il vuoto come isolante.
          PDC Ibrida Daikin HPU 8/35 kW . FV: 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°. Solare Termico 9.6 mq Tilt 54°. Auto Volvo XC40 T5 Recharge Plug-In Hybrid

          Commenta


          • #6
            Chiarissimo, grazie.
            Posso chiedere una cosa non tecnica?
            Per il semplice acquisto del pannello e di accessori e raccorderia sono previsti sgravi fiscali?
            Ho dato un'occhiata al Conto Termico, ma non mi pare che ci siamo. Tra l'altro non ho trovato il prodotto della Sun Pro Energy nell'elenco dei prodotti autorizzati.
            Forse potrei ottenere la detrazione Irpef del 65%?
            Peraltro è valida atttualmente fino a dicembre, giusto?

            Commenta


            • #7
              Fino a dicembre sicuro, credo che la porteranno avanti anche nel 2017. Controlla sul sito dell'ENEA se vi siano certificazioni necessarie ad ottenere il 65%, io ho fatto il solare ormai 7 anni fa e non ricordo più nulla....
              PDC Ibrida Daikin HPU 8/35 kW . FV: 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°. Solare Termico 9.6 mq Tilt 54°. Auto Volvo XC40 T5 Recharge Plug-In Hybrid

              Commenta

              Attendi un attimo...
              X