annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Doppio accumulo? Come farli lavorare?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Doppio accumulo? Come farli lavorare?

    Salve,<br>ho letto con grande interesse gli interventi del forum che ho trovato molto istruttivi ma non ho mai trovato niente di simile al mio impianto di riscaldamento.<br>Mi trovo ora nella possibilit&agrave; di aggiornarlo e ottimizzarlo e chiedo il vostro aiuto. Si tratta di un riscaldamento con fonti energetiche combinate: solare, biomassa e gasolio a condensazione. L&#39;impianto attuale prevede due accumuli: uno per ACS di 400 l (con resistenza di sostegno) e uno per caldaia a biomassa di quasi 6000 l (avete letto giusto seimila). I due accumuli sono serviti in parallelo da 25 m2 di collettori solari sottovuoto. Questo l&#39;impianto originale. In un secondo tempo è stata aggiunta una caldaia a gasolio a condensazione che si inserisce nella mandata e nel recupero della caldaia a biomassa (mandata nella parte più alta dell&#39;accumulo grande, ritorno in fondo). Per farla funzionare utilizzo un cronointerruttore fintanto che ha scaldato una certa quantit&agrave; dei 6 m3 dell&#39;accumulo tale da assicurarmi l&#39;autonomia di un giorno.<br>La distribuzione del calore avviene attraverso una canalizzazione d&#39;aria calda che arrriva a tutti i locali e controllata da termostati ambiente e attraverso serpentine nel pavimento.<br>Mi piacerebbe far funzionare i pannelli a pavimento con la caldaia a gasolio in &quot;scarico&quot; al contrario di adesso che è tutto in &quot;carico&quot; solamente quando è veramente freddo. Nelle mezze stagioni utilizzerei solamente l&#39;aria calda prodotta dal solare e dalla caldaia a legna.<br><br>C&#39;è qualcuno che senza scuotere la testa per la mostruosit&agrave; dell&#39;impianto... mi d&agrave; una mano?<br><br>Grazie. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/c4d9035024610643391a5a3025c37c79.gif" alt=":"><br><br><br>Dimenticavo. La casa ha una superficie da riscaldare di circa 300m2 su due piani ed è stata ben coibentata (classe di certificazione D calcolata con le tabelle di fcattaneo che ringrazio).<br><br>Saluti.

  • #2
    sono invidioso del tuo accumulo. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/0731369f488b1bb941e348158951a8cd.gif" alt=""> e anche dei 300 m2 <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/0731369f488b1bb941e348158951a8cd.gif" alt=""><br><br>Ps: poco costruttivo ma lascio rispondere agli utenti piu competenti.

    Commenta


    • #3
      Se ho capito bene ...ti hanno fatto un signor impianto... quindi...per quello che vuoi fare tu...è solo questioni di termostati...senza tagliare nulla...il mega accumulo serve per caricare di biomassa (legna, erba, gusci di noce, cacca di mucca secca ecc) una volta al giorno per i kg di prodotto equivalenti al fabisogno termico giornaliero...senza curarsi di quando si spegne la fiamma.. quindi basta che non carichi il caldaione...e vai di pannello... tanto se manca qualcosa la da il gasolio...a cui avrai tarato il termsotato al minimo... e se il minimo è troppo alto...allora lo farai sostituire con uno cha ha un minimo piu basso (100 euro comrpesa manod&#39;opera)<br><br> vah...almeno uno che ci&agrave; n&#39;impianto bono <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/b075f8c361c7cfe7155e70e86e5a6090.gif" alt="">

      Commenta


      • #4
        Vi ringrazio innanzitutto per i vostri complimenti.<br>Il problema è quello di far funzionare questo ambaradan in maniera efficace.<br>Il serbatoio per l&#39;ACS è forse un po&#39; piccolo in proporzione al grosso e quando fa più di due giorni di pioggia è scarico. Esisteva una connessione frai i due accumuli ma l&#39;abbbiamo disattivata perché la temperatura anche nella parte alta dell&#39;accumulo grande non supera, a parte d&#39;estate, i 60 gradi e dunque era più quello che si perdeva. La caldaia a gasolio non ha un automatismo di accensione. La usiamo solo in dicembre, gennaio e una parte di febbraio quando caricare la legna diventa troppo impegnativo. D&#39;estate dunque solo solare caricando prima l&#39;accumulo dell&#39;ACS e integrando con resistenza elettrica in caso di pioggia prolungata, nelle mezze stagioni con caldaia a legna che riversa però solamente nell&#39;accumulo grande e serve il riscaldamento e d&#39;inverno con caldaia a gasolio che per il momento lavora in carico sull&#39;accumulo grande.<br>I dubbi sono due:<br> se vale la pena creare un collegamento fra i due accumuli;<br> far lavorare la caldaia a gasolio direttamente, in scarico, sul riscaldamento a pavimento senza caricare l&#39;accumulo.<br>Per intanto ci sono un sacco di pompe per far funzionare il tutto. Mi piacerebbe anche semplificare.<br><br>Saluti.

        Commenta

        Attendi un attimo...
        X
        TOP100-SOLAR