annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

la mia situazione: piena di immondizia

Comprimi
Questa discussione è chiusa.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • la mia situazione: piena di immondizia

    ciao raga, io abito a Napoli e come bene sapete gia ta tempo è un paese ricoperto dai rifiuti.
    io sto vivendo una bruttissima esperienza in questo campo, cattivi odori, score, acidi, batteri, epidemie e immaondizia invadono il mio paese, io credo che noi abitanti del posto siamo come morti viventi perchè stando a contatto con queste sostanze non va a fatto bene ! la cosa ancora più grave è che su questa grande schifezza vengono piantate piante da frutta, da raccolto ecc.. che poi vanno a finire nelle tavole di tutta Italia;
    quindi è un fatto e un problema che tocca un po' tutti.
    ultimamente grazie ai miliari la situazione sta un po' migliorando ma ancora non ci siamo !
    spero che la cosa migliori.
    vi ho raccontato del mio problema per sapere i vostri pensieri e pareri e un rimedio per il problema !!

  • #2
    Comprendo la situazione, e l'ultima cosa che voglio fare è scaricare la colpa ai napoletani, ma mi chiedo: da quando è cominciata l'emergenza avete cambiato qualcosa nelle vostre abitudini e nel modo di smaltire i rifiuti?

    Commenta


    • #3
      no perchè non siamo mai stati ascoltati d nessuno, in realtà questo problema esiste gia da circa 15 anni, solo che adesso sta uscendo fuori.
      il comune non ci ha mai ascoltato, abbiamo fato ribellioni e molto altro ma nulla da fare ! tutto questo grazie alla camorra !

      Commenta


      • #4
        CITAZIONE (arianna.07 @ 7/3/2008, 08:07)
        no perchè non siamo mai stati ascoltati d nessuno, in realtà questo problema esiste gia da circa 15 anni, solo che adesso sta uscendo fuori.
        il comune non ci ha mai ascoltato, abbiamo fato ribellioni e molto altro ma nulla da fare ! tutto questo grazie alla camorra !

        Ci sono almeno altre due discussioni aperte in questa sezione sul problema rifiuti Campania.
        Comunque, per curiosità, cosa intendi con "abbiamo fatto ribellioni?". Cosa in realtà avete chiesto al comune? Come pensate si debba agire ora per uscire dall'emergenza e sopratutto come pensate si debba agire una volta superata l'emergenza? Quale tipo di aiuto e a fronte di quale impegno vostro vi aspettate?
        Che il problema esista da 15 anni si sa. Si sa pure che alcuni comuni campani hanno da tempo affrontato correttamente il problema e non hanno responsabilità nella situazione. Non è questione di scaricare le colpe passate, sia chiaro. E' questione di capire di fronte a che richieste e a che impegni ci troviamo! <img src=">
        “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
        O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

        Commenta


        • #5
          Credo che finchè ci sia collusione fra amministrazione (poltica), camorra, e organi di controllo sanitario e tecnico, non ci sia soluzione valida e duratura. Riuscire a smantellare questo meccanismo dovrebbe essere la vera sfida per risolvere la questione a monte; poi le soluzioni per i rifiuti ci sono... questo forum (come credo altri) le fornisce tutte...
          Come smantellare il meccanismo? iniziando ad eleggere, nelle amministrazioni, persone serie e difficilmente corruttibili, controllando il loro operato e facendo passare il messaggio che la smodata ricchezza di pochi laidi ed ignoranti, può essere devastante per tutti (anche prima dei 15 anni).
          Non sarà facile ma poichè deve essere possibile...da un punto si deve partire...
          e scusate la retorica...

          Saluti a tutti

          L.

          Commenta


          • #6
            D'accordissimo, ma questo e' un piano a medio lungo termine, mentre l'emergenza che anche qui viene riportata in prima persona richiede soluzioni altrettanto estreme.

            Qui bisogna rimuovere la spazzatura dalle strade.

            Una quota piu’ o meno grande e’ ormai chiaro finira’ o in Germania o in altre regioni italiane.

            Le quali pero’, credo giustamente, vorrebbero evitare il ripetersi di simili sconcerie.

            Ed allora che si individuino applicando CRITERI SCIENTIFICI le aree dove trattare nell’immediato questi rifiuti ( e diciamocelo chiaramente che dovranno per forza essere discariche) e li’ si cominci a conferire il prima possibile i rifiuti.

            Parallelamente ogni singolo cittadino cominci a differenziare i “suoi rifiuti”: anche il mare e’ composto da gocce e comunque non si puo’ sempre attendere che qualcun altro faccia il lavoro per te.

            Per quel che riguarda l’intreccio politico camorristico, il commissariamento della regione e’ uno strumento obbligato. L’azzeramento degli organigrammi pure. Che il commissario abbia pieno potere, compreso quello di utilizzare le forze dell’ordine (esercito compreso) per assicurare che l’ordine pubblico non venga violato dai camorristi (ma neanche dai manifestanti).

            La domanda e’: tu cittadina campana sei disponibile?

            Commenta


            • #7
              Altrove, i cittadini suddividono i rifiuti in
              - sacchi gialli
              - sacchi neri
              - sacchi trasparenti
              - sacchi colorati secondo usi locali
              - campane vetro trasparente
              - campane vetro verde
              - campane vetro misto
              - contenitori plastica
              - contenitori pile
              - contenitori medicinali
              - contenitori per lattine e metalli
              - contenitori vestiario/scarpe recuperabili
              - ecc.

              Da quel che vedo in TV, nel napoletano c'e' l'uso di buttare tutto a terra, senza un sacco ben chiuso che contenga il rifiuto, con sacchettini semiaperti e rifiuti vari in brutta vista.
              Nessuno pensa a imporre lo stesso funzionamento anche nel napoletano? O sbagliano tutti gli altri a usare i sacchi? <img src=">

              Ciao
              Mario
              Molto urgente: cerco socio: Collaborazione a Milano
              -------------------------------------------------------------------
              Mala tempora currunt, non contattatemi piu' per questioni riguardanti il forum, grazie, il mio tempo e' finito.
              -------------------------------------------------------------------
              L'energia non si crea ne' si distrugge, ma ne sprechiamo troppa in modo irresponsabile. Sito personale: http://evlist.it
              Se fate domande tecniche e volete risposte dal forum precise e veloci, "date i dati" specificando anche l'ambiente operativo e fornendo il maggior numero possibile di informazioni.
              ------------------------------------------------

              Commenta


              • #8
                Diciamo che evitare di mostrare interi divani, reti da letto, lavatrici e cateteri sparsi darebbe una grossa mano, anche senza sacchetti colorati. :P
                “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
                O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

                Commenta


                • #9
                  posso assicurarvi che comunque la situazione non è molto bella qui da noi, spero che la cosa passi al più presto !
                  ciao !
                  ps: sono daccordissimo con ego73

                  Commenta


                  • #10
                    Ciao a tutti <img src=">
                    CITAZIONE (arianna.07 @ 7/3/2008, 20:59)
                    ...la situazione non è molto bella qui da noi, spero che la cosa passi al più presto !

                    Ciao arianna.07 bentrovata! Non dovete sperare, ma darvi da fare! almeno per la "nuova" immondizia chiudetela e non spargetela in giro! Piuttosto spero che il costo di tutta questa "sporca" storia comprese le multe della comunità europea, gli aiuti economici per i mancati incassi degli albergatori e relativo indotto sia caricata solamente alla regione Campania e non su tutti cittadini italiani.

                    Saluti <img src=">
                    Furio57
                    L' ACQUA E' IL MIGLIOR COMBUSTIBILE, BASTA SAPERLA ACCENDERE. ( Capitano Claudio F. )
                    LA DIFFERENZA TRA UN GENIO ED UNO STUPIDO E' CHE IL GENIO HA I PROPRI LIMITI...
                    Ma se "L'UNIONE FA LA FORZA", allora perchè "CHI FA DA SE' FA PER TRE"?

                    Commenta


                    • #11
                      CITAZIONE (Furio57 @ 7/3/2008, 22:08)
                      Piuttosto spero che il costo di tutta questa "sporca" storia comprese le multe della comunità europea, gli aiuti economici per i mancati incassi degli albergatori e relativo indotto sia caricata solamente alla regione Campania e non su tutti cittadini italiani.

                      Saluti <img src=">
                      Furio57

                      Bravo spera che non costa niente; sai cosa penso io? che io riciclo circa il 75 % della mia spazzatura, e comunque in provincia siamo attorno al 35%, segno che ci sono molti come me che ci credono e che anche le istituzioni pubbliche si danno da fare; un po meno purtroppo le imprese, ciecamente attente solo al profittto.
                      Ciò che non viene differenziato viene bruciato sul nostro territorio, in un inceneritore di ultima generazione pagato con le nostre tasse; poco o tanto esso inquina i nostri polmoni, anche se almeno produce un po di energia elettrica. E in più, come SEMPRE, sarà lo Stato, coi soldi di tutti a pagare per l'ennesima volta, per mettere una toppa allo scempio campano. E fosse almeno l'ultima volta ! :angry:

                      Ad arianna.07 e atutti gli amici campani del forum:

                      non voglio fare di tutta l'erba un fascio, ma temo che purtroppo il cittadino campano medio preferisca gettare i rifiuti per strada, insomma che sia menefreghista. Attenzione, dico purtroppo soprattutto per i campani stessi. Io pagherò anche qualche € in più di tasse gettate in quella follia, pazienza non mi cambia la vita, ma lì si sta avvelenando una intera popolazione.
                      Sciaguratamente, i veleni non distinguono tra onesti e disonesti, tra soggetti dotati di spirito civico e menefreghisti, tra "stupidi" che fanno la raccolta differenziata e pagano tasse e canone rai ecc e "furbi".

                      Penso che solo i campani possano salvare se stessi. Spero che ce la facciate, con tutto il cuore.

                      Commenta


                      • #12
                        grazie raga per il vostro appoggio siete grandi !
                        comunque adesso stanno mettendo il riciclaggio, speriamo che la situazione migliori !

                        Commenta


                        • #13
                          poveri campani!

                          tutti a sperare che paghino solo loro per questa situazione!

                          nessuno dice che molte spa coinvolte nella questione rifiuti sono società con sede al nord <_<

                          a ragazzi, capisco i timori, ma in questa storia c'è dentro fino al collo l'Italia intera

                          Purtroppo le cose meglio non saperle, se ci fosse vera informazione in questo paese quante teste cadrebbero!




                          guardate la conferenza stampa del 'Monnezza-day' su Youtube <img src=">

                          Conferenza stampa - parte 1

                          Commenta


                          • #14
                            lo so grazie al signore stanno attivandosi per la raccolta differenziata e per lo smaltimento dei rifiuti !

                            Commenta


                            • #15
                              CITAZIONE (taote @ 8/3/2008, 17:04)
                              poveri campani!

                              tutti a sperare che paghino solo loro per questa situazione!

                              nessuno dice che molte spa coinvolte nella questione rifiuti sono società con sede al nord <_<

                              A dire il vero la cosa che la Campania sarebbe piena di rifiuti "del nord" è stata tirata fuori da settimane e continua ad essere riproposta anche se è chiaro a tutti che di discariche abusive ne sono state fatte in tutta Italia negli anni passati.
                              Comunque ricordo che negli ultimi 15 anni per l'emergenza rifiuti lo stato ha versato oltre due miliardi di euro alla Campania! E tutt'ora i costi dell'emergenza sono in gran parte a carico della comunità. Quindi vediamo di finirla con il solito vittimismo meridionalista ideologico e vediamo di capire bene i termini della questione:
                              Assodato che all'emergenza si sta ponendo mano con gli inceneritori tedeschi e le poche discariche che la popolazione permetterà di riaprire... non mi pare difficile capire il senso della richiesta di assunzione di responsabilità, anche economica, per il futuro! In parole povere la domanda resta quella:
                              Passata la fase di emergenza come contate di arrangiarvi per risolvere il problema definitivamente?
                              Che ora ci si stia muovendo sulla raccolta differenziata lo trovo confortante, ma il problema resta sempre il capire come verrà smaltito il differenziato raccolto!
                              “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
                              O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

                              Commenta


                              • #16
                                report rai tre se ne vedono delle belle, a volte penso che non esista una soluzione, prima o poi finirà come a cernobyl, si cinterà tutto, diventerà terra di nessuno una regione intera...

                                Commenta


                                • #17
                                  CITAZIONE (janvaljan @ 7/3/2008, 02:49)
                                  da quando è cominciata l'emergenza avete cambiato qualcosa nelle vostre abitudini e nel modo di smaltire i rifiuti?

                                  sarebbe una cosa buona non avere nulla da buttare. E dotarsi di una compostiera.

                                  A casa mia buttiamo all'immondizia solo vaschette di polistirolo e tetrapack. Un pò di carta va in caldaia, l'umido in compostiera, vetro e plastica differenziati, carta satinata differenziata. Metalli a parte.

                                  I rifiuti non sono da buttare, sono una risorsa! nei rifiuti c'è carta, plastica, umido per fare compost, metalli. Occorre separarli, e farlo all'origine è molto più facile che farlo dopo.

                                  ciao
                                  Giorgio
                                  Il mio: Fotovoltaico a inseguimento - Caldaia a biomassa - Pannello solare

                                  Commenta


                                  • #18
                                    CITAZIONE (Hamlet da Hamelin @ 9/3/2008, 20:21)
                                    Certamente non la povera gente...

                                    Report Rai3 pochi minuti fa (non Rete4!!)
                                    DUE MILIARDI di euro volatilizzati (nanoparticellizzati?? boh!)
                                    Un'impresa, ovviamente campana, che assume 380 lavoratori socialmente utili (absit inuria verbis si può dire?) assunti per 5 anni senza fare nulla! Assolutamente nulla! Impresa pagata 65 (diconsi sessasantacinque!) milioni di euro di fondi statali! 380 lavoratori che per 5 anni non fanno nulla in assoluto silenzio e mò pretendono "o risarcimento" perchè non gli si è permesso di dimostrare la loro utilità!!
                                    Il comune di Pincopallo vesuviano che ha un unico vigggile al nucleo ambientale, che fa il suo dovere, denuncia, certifica e viene spostato a fare il custode al museo di Pulcinella (non è una barzelletta eh!!) col sindaco che ammette candidamente alle telecamere che l'hanno spostato perchè sollevava "troppi polveroni"!!!!
                                    Due agricoltori che fanno saltare i lucchetti dei pozzi sequestrati e poi utilizzano l'acqua inquinata intervistati... risposta comune "io non so nulla!"
                                    Il magistrato che svela in TV che L'INTERA produzione di fanghi tossici dei depuratori di tutta la Campania è stata sparsa a mò di letame nelle campagne perchè smaltirla secondo legge "costava assai"!
                                    Pecore e pastori di Acerra UCCISI dalle diossine dei roghi di spazzatura bruciati (chi era quello che preferiva il colera? Direi che non ha da preoccuparsi del colera se vive in quelle zone!). Tassi di malformazione e tumori in aumento vertiginoso in ogni zona interessata alle discariche e roghi abusivi. Ma, buona notizia, nessuna pecora finora è morta per le nanoparticelle, dato che l'inceneritore ancora non funziona grazie agli eroci sforzi dei comitati per la "salute"! (Ah! Che fortuna sfacciata sti pastori!!)
                                    Minuti e minuti di riprese di cumuli di spazzatura osservando i quali salta all'occhio facilmente che NON si tratta di soli rifiuti urbani! Con la scusa della "emmerggenza" ogni famiglia di "povera gente" della zona pare si senta autorizzata a disfarsi del divano, del materasso, della lavatrice, degli pneumatici, dei vecchi vestiti, del water e del TV!! Depositandoli amorevolmente sul ciglio della strada! :blink:
                                    Come perla finale, per dare la buona notizia ci presentano il perfetto funzionamento del recupero degli oli esausti... a Lodi! <img src=:">

                                    Ora... io penso che Grillo abbia anche fatto bene a chiedere scusa ai campani di qualche posizione troppo sprezzante che sta crescendo nel resto d'Italia! Però insistere che il problema lo ha creato il nord d'accordo con la Camorra mi pare un tantino sfidare la fortuna eh!
                                    Se gli amici campani non riescono a rendersi conto che sta a OGNUNO di loro cominciare a fare tutto il possibile per uscire da questa situazione dimostrando il senso civico che, a giudicare da questa trasmissione sicuramente molto limitativa, parrebbe essere del tutto assente in gran parte della "povera gente" oltre che dei soliti politici... veramente non so come può andare a finire! Ci si renda conto che a farsi i fatti propri e gettare dalla finestra tanto poi "qualcuno dovrà pensarci" e dare retta ai facili demagoghi da rivolta di quartiere si è riusciti soltanto a garantirsi un tasso di patologie triplo della media nazionale.
                                    L'Italia rischia la propria reputazione all'estero, ma i campani rischiano la pelle! 27 inceneritori a pieno regime NON produrrebbero gli stessi pericoli! Certo qualcuno non ci crederà, ma è una scommessa sullla propria pelle eh! Il pastore morto di cancro con un tasso di diossina superiore di 10 volte al consentito probabilmente era davvero convinto che protestando contro l'inceneritore proteggeva la propria salute! Occhio a quel che si fa!!
                                    “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
                                    O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

                                    Commenta


                                    • #19
                                      certo che anche far pascolare le pecore in mezzo ai rifiuti oppre permettere di coltivare sui campi in cui è stato sparso fango tossico...
                                      io lo chiamerei deliberato inserimento nella catena alimentare di prodotti nocivi...
                                      ora la colpa dei rifiuti non sarà dei pastori o dei contadini, ma se noto il problemi continui a vendere il tuo prodotto tossico sei un criminale.

                                      Ma visti i lavoratori che puliscono giornalmente e giornalmente trovano monnezza quanto ci vuole a prendere chi scarica? Non ci voglio indagini a tappeto, se si sa che tutte le sere vanno a scaricare in quel punto, iniziamo a portarne un pochino in galera... (avrei anche un'idea di dove andare a prendere l'insalata per il loro pranzo).

                                      Insomma è emergenza? Agiamo in condizioni emergenziali, scarichi?
                                      vieni portato dentro, il massimo della pena, sequestro dei mezzi che si usano per scaricare in via definitiva.
                                      Si scopre l'azienda da cui vengono i prodotti? Sequestro dell'azienda all'istante, congelamento dei conti correnti (giustamente bisognerà bonificare e i soldi serviranno).
                                      Il cittadino scarica il divano? non è un rifiuto tossico, ci si limita ad una bella multa a 3 zeri...

                                      Invece qui si continua a giocare a passarsi la patata bollente con cifre colossali...
                                      non ti mettevano in condizioni di fare il lavoro e dopo 5 anni chiedi i danni? Accorgersi prima? Scindere il contratto? Già è vero così non hai fatto il lavoro ti sei preso tutti i soldi per farlo e i dipendenti pagati a vuoto li paga l'italia...

                                      non vanno fatte manifestazioni per non aprire inceneritori, vanno fatte manifestazioni per sistemare le altre cose, pur non essendo favorevole all'incenerimento, quello sarebbe il minore dei mali, vanno fatte manifestazioni in cui si prendono a calci in culo i responsabili politici di tutto questo, dovreste prendere bassolino e infilargli la testa in quei cumili di ceneri tossiche e dirgli respira a pieni polmoni adesso...
                                      Purtroppo devo constatare che tutti si riempiono solo la bocca di slogan e grillo che è quello che si è riempito la bocca con i rifiuti non è in grado di proporre una vera soluzione (chiaramente) ma continua a gridare contro l'incenerimento, mi piacerebbe che mi rispondesse alla domanda: bene ieri hai pesantemente criticato la decisione di Prodi di incenerire le ecoballe, tu cosa faresti? Non stiamo parlando di rifiuti che verranno prodotti per i quali si può parlare di riuso, riciclo, altri sistemi da allestire, ma di tonnellate e tonnellate di monnezza da saltire ragionevolmente in tempi rapidi cosa ci facciamo?

                                      Commenta


                                      • #20
                                        CITAZIONE (Hamlet da Hamelin @ 10/3/2008, 02:15)
                                        Che mi citi a fare? mi riferivo alla povera gente che muore di cancro, povera in quel senso, non certo ai lavoratori non-lavoranti dell'Asìa e simili. Ma che è tutto 'sto spirito polemico? Fosse almeno, colui che polemizza, uno di quelli che si rimboccano le maniche per far fronte al disastro.

                                        Tu hai scritto che i soldi non sono andati alla povera gente, io dico che sono andati a tutti. Lavoratori SU compresi, che certo non fanno parte della gente ricca. E tutti si son ben guardati dall'avanzare riserve! Cioè.. quella di report di stasera sembrava una fantasia da spot elettorale di Borghezio! 65 milioni per 5 anni per mantenere 300 persone, che qualcuno ha pure il coraggio di definire "utili"? A parte che dovevano fare qualcosa per i rifiuti e non han fatto nulla! Ma storielle ai confini della realtà di questa portata pensate siano d'aiuto?
                                        Che c'entra poi l'Asia? Ma magari fosse in Asia il problema!
                                        Comunque io non ci penso nemmeno a "rimboccarmi le maniche"! Semmai polemizzo con chi, di fronte al disastro di anni di assoluta mancanza di senso civico, invoca l'attenuante del nord appiattito sull'antimeridionalismo e pensa di risolvere il problema a tavolino con garbata ironia stilisticamente ineccepibile! I milioni di tonnellate di rifiuti tossici delle aziende del nord (perchè trattenersi poi, dico io! Passiamo direttamente ai miliardi, tanto chi può negare??) NON sono una scusante per quanto sta uscendo fuori ogni giorno di più! Si sono alternati 6 o 7 commissari, tutti campani! L'unico che ha provato sul serio a fare qualcosa è Bertolaso, che ovviamente è l'unico che avete pesantemente contestato! Epperbacco.. pretendeva di aprire discariche serie e controllate!
                                        Mi aspetto che di fronte a situazioni come quella evidenziata da Report ci sia una presa di coscienza del tipo "guagliò.. qui qualcosa dobbiamo fare! Rimbocchiamoci le maniche, tiriamo fuori il senso civico, se i vigili non bastano ci mettiamo a fare i presidii e a coricare di mazzate chi troviamo a scaricare l'amianto, fosse pure il nipote di Pasquale "o animale", mettiamoci a differenziare pure il cartone dalla carta... ne va della nostra salute! Se proprio serve un inceneritore acccettiamolo e facciamolo al più presto, poi lo elimineremo se e quando non servirà piu..."
                                        Ed invece leggo che i cittadini dell'ameno posticino non gradirebbero il dissociatore molecolare... mmm no! Dai! Fa puzza e sta pure brutto! Magari invece, nel caso, un pò di TMB... ma poco eh! E la gente continua a gettare in strada qualsiasi cosa. QUALSIASI! Pure davanti alle scuole! Cioè, ma perchè il servizio è sospeso è normale gettare tutto davanti casa? Ma pensate che, non dico al nord che magari si pensa male, ma nelle vie di Cagliari la gente getta la lavatrice o il divano dalla finestra confidando sul fatto che li c'è un servizio di smaltimento rifiuti che funziona?
                                        Ma ci siete o ci fate? :unsure:
                                        Al di là di chi pagherà (discussione che mi sembra abbastanza inutile e frustrante per quelli che si sa alla fine pagheranno!) si può pretendere uno scatto di orgoglio civile da parte dei Campani o no?
                                        Rinnovo la domanda a cui tutti sfuggono solo per riaffermare subito dopo quanto si sta male così e la inacccettabilità di ogni soluzione proposta: Visto che a gestire la fase post-emergenza mi pare assodato che dovranno essere in primis i Campani (con aiuto certo, ma solo dietro un chiaro ravvedimento operoso!) ci volete spiegare come diavolo avreste deciso di risolvere il problema??? Il piano di Carapini o come si chiama... è fattibile? E' accettato da tutti quel che prevede? Acerra lo volete aprire o no? L'Italia pretende risposte serie, il tempo della sceneggiata è finito! <_<

                                        “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
                                        O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

                                        Commenta


                                        • #21
                                          1) Asia con l'accento sulla i si scrive "l'azienda Asia" o Asìa. Fortunatamente non esiste ancora l'obbligo per chi vive al Nord di informarsi sulle aziende del Sud! Non credi? Io mi riferivo alla Jacorossi di cui ha parlato Report. Evitiamo di approfondire questo caso Asia per pudore comunque.

                                          2) Se le mie parole sono "empie" dovreste sentire l'umore della gente fuori dalla Campania! Sono conscissimo che non bisogna fare di tutta l'erba un fascio. Esistono molte realtà (vedi Salerno) avanzate e civili da cui prendere esempio anche per le città del nord. Questo non toglie che se io vedo mucchi di rifiuti davanti all'asilo e la gente che evidentemente (o si tratta sempre di coincidenze?) utilizza questa emergenza per disfarsi comodamente di qualsiasi cosa gli sia di impiccio, dal divano vecchio all'amianto della ristrutturazione (e non mi si venga a tirare fuori la solita camorra!! Li si tratta evidentemente del solito camioncino della piccola azienda edile che sparpaglia di notte i residui dei lavori di giorno!!) una qualche presa di coscienza seria da parte dei Campani che non vogliono essere accomunati al fascio me la aspetto! Invece leggo solo siti anche stilisticamente sofisticati che si limitano al NIMBY più becero e alle solite banalità sulla salute da difendere a tutti i costi. Eh si vedo come l'avete difesa. My compliments!

                                          3) Perfetto. Prendo atto. Bertolaso NON c'è più. Ora c'è De Gennaro che cerca disperatamente discariche. Fateglielo sapere che esistono questi siti così entusiasmanti! Fate manifestazioni di piazza per CHIEDERE che le discariche si facciano lì! Qual'è il problema??

                                          4) Il CIP6 era stato eliminato da Bersani. Per evitare i problemi poi puntualmente verificatesi la prima versione li eliminava con gradualità, tenendo conto delle situazioni già avanzate come ad es. Acerra. Ovviamente investimenti del genere non sono cosa che si improvvisa e un rispetto per le aziende e le loro programmazioni l'Italia farebbe tanto bene ad impararlo!
                                          Purtroppo al governo c'era pure il pecoraro con la sua claque di ecoideologi alla Grillo da tenere a bada. E costui si è impuntato sull'eliminazione totale del CIP6, con il solito ricattuccio del "saremo 4 gatti, ma se non ci dai qualcosa il governo salta!".
                                          Il risultato, del tutto prevedibile e previsto, si è verificato. Contribuendo non poco alla decisione di alcuni di perdere probabilmente le prossime elezioni, ma a mani libere!
                                          Comunque il discorso è semplice: se l'inceneritore serve e l'azienda vuole X per farlo funzionare chi lo utilizza paga X! Il CIP6 che tanto vi angoscia è un costo che si scarica su tutta la nazione. Semmai dovremmo essere noi a inc... per il ritorno del CIP6, ed infatti lo siamo! Ora che Acerra apra mi sembra il minimo, sennò dopo il danno c'è pure la beffa!

                                          5) Mi sembra il minimo! Ma ci sono solo due strade: o si fa la bonifica con soldi di tutti, realizzata da imprese extracampane, controllate da amministrazioni straordinarie extracampane, con supervisione di magistratura e enti di controllo extracampani a costo di stravolgere le regole democratiche (misure draconiane insomma!). O la bonifica viene gestita per l'ennesima volta dai vari boiardi inamovibili locali. In questo caso lo stato parteciperà alle spese prestando (cassa depositi e prestiti!) quanto serve, in subordine ovviamente alle necessità primarie statali e con la clausola che è tutto da restituire interamente a emergenze superate, e del risultato saranno responsabili solo ed esclusivamente i campani.
                                          “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
                                          O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Come gia’ detto piu’ volte, nessuno vuole negare il fatto che dei rifiuti provenienti dal Nord siano stati smaltiti illegalmente in Campania (ma rimarrei nel mondo reale, le favole di Everest di rifiuti lasciamole a chi fa uso di sostanze....), ma se vogliamo usare questa verita’ come paravento per negare l’altrettanto scandaloso problema dei rifiuti urbani, allora non ci siamo.
                                            Innanzitutto, se qualcuno guadagnava al Nord, qualcuno guadagnava in Campania. Com’e’ che cosi’ tante e affollate manifestazioni di protesta non sono state fatte anche allora?
                                            Cerchiamo di non mischiare i problemi, o la soluzione non la troveremo mai.
                                            E’ infatti innegabile che quelli che attualmente ammorbano l’atmosfera campana sono dei comunissimi rifiuti urbani (non scorie nucleari!!!) e che al quindicennale mancato smaltimento di questi si sta chiedendo conto ai campani.
                                            I quali, giustamente, chiedono oggi la solidarieta delle altre regioni italiane, le quali, altrettanto giustamente, chiedono un chiaro impegno delle genti campane (anche di quelli delle Assisi) per garantire che in futuro tutto questo non abbia piu’ ad accadere. Il come poi lo dicideranno democraticamente i campani stessi, basta che le proposte siano credibili ed accettabili.


                                            QUOTE (Hamlet da Hamelin @ 10/3/2008, 02:15)
                                            Fosse almeno, colui che polemizza, uno di quelli che si rimboccano le maniche per far fronte al disastro.

                                            Senza voler polemizzare inutilmente, tu CONCRETAMENTE cosa stai facendo per risolvere i problemi in cui mi sembrI quotidianamente immerso? ^_^

                                            Commenta


                                            • #23
                                              QUOTE (Hamlet da Hamelin @ 11/3/2008, 16:26)
                                              Io e un amico abbiamo fondato il Comitato Capuano Allarme Rifiuti, che altro ti devo dire: http://www.google.it/search?hl=it&q=...

                                              Gentilmente, ti avevo chiesto CONCRETAMENTE...

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Nerone Prodi e le ecoballe

                                                Nerone Prodi ha deciso che SETTEMILIONIDITONNELLATE di “ecoballe” devono essere bruciate nel termodistruttore di Acerra. Nessuno sa con certezza cosa c’è nelle “ecoballe”. Sono state sigillate senza verificare il contenuto. Possono contenere qualunque cosa. Rifiuti tossici, medicinali scaduti, scorie radioattive. Bruciarle vuol dire accelerare la condanna a morte delle persone che vivono nel territorio di Acerra e in quelli vicini. Infatti, la zona è già chiamata “Triangolo della morte” per la diffusione dei tumori. Morto in più, morto in meno che differenza fa? E’ un calcolo politico e anche economico. Se i campani non si lamentano muoiono e se muoiono non si lamentano più. Si scrive Nerone Prodi si legge Impregilo. Le donne di Giugliano si danno fuoco per disperazione e il vicerè Bassolino è ancora lì.



                                                image

                                                Pubblico una lettera di Alex Zanotelli.



                                                La termodistruzione dei diritti fondamentali.
                                                ”E´ con orrore che apprendiamo della decisione del Presidente del Consiglio Romano Prodi sulle ecoballe della Campania: almeno 7 milioni di tonnellate (che di eco non hanno nulla, ma sono solo rifiuti tal quali), accatastate in buona parte a Giugliano. Si tratta dell´ordinanza n. 3657 del 20 febbraio 2008: “Disposizioni urgenti per fronteggiare l´emergenza nel settore dei rifiuti nella regione Campania”. La disposizione che lascia più stupefatti è quella contenuta nell´art.4 : “Per accelerare le iniziative finalizzate al superamento dello stato di emergenza, in particolare per consentire la messa in esercizio in tempi rapidi dell´impianto di termodistruzione di Acerra è autorizzato il trattamento e lo smaltimento dei rifiuti contraddistinti dai codici Cer 191212 ,190501 e 190503 (rispettivamente le ecoballe campane, la frazione organica non stabilizzata, ossia l’ex fos, e il compost fuori specifica) presso detto impianto, assicurando comunque il rispetto dei livelli delle emissioni inquinanti già fissati nel provvedimento di autorizzazione. Ciò vuol dire che le ecoballe di rifiuti prodotti dai Cdr campani , che non rispondono ai requisiti richiesti dalla normativa, potranno essere bruciate nell’inceneritore di Acerra.(Una realtà, questa di Acerra, che per la prima volta il governo chiama TERMODISTRUZIONE!)
                                                Questa decisione , che è contraria al diritto comunitario e alla giurisprudenza ordinaria e contabile, è di una gravità estrema.
                                                Come mai, a governo scaduto, Prodi emana questa nefasta ordinanza a breve distanza da un´altra altrettanto grave che reintroduceva, in barba alle decisioni del Parlamento, il CIP/6 per i tre nuovi inceneritori della Campania?
                                                E’ evidente che alla base di tale provvedimento vi siano logiche finanziarie e contrattuali, perché consentirà agli aspiranti gestori dell´impianto di Acerra di tenere in piedi la tariffa, rendendo più appetibile la partecipazione alla gara. Dal punto di vista finanziario, l´impianto di Acerra si sosterrà, oltre che con i contributi CIP/6, con i rifiuti semplicemente triturati, compattati, selezionati, piuttosto che con Cdr di qualità o con Cdr semplici. L’obiettivo sarà quello di non fare andare deserta la gara, triturando così i diritti dei cittadini, andando a minare il bene sacro dell’umanità: la vita stessa.
                                                Questa ordinanza che permetterebbe all’inceneritore di Acerra di bruciare rifiuti tal quali in un territorio, che è già chiamato il Triangolo della morte, è un crimine contro l’umanità perché comprometterebbe la salute dei cittadini, già gravemente minata. A questa logica del profitto noi diciamo no, perché antepone gli interessi di POCHI alla salute di tutti.
                                                Chiediamo che questa ordinanza venga immediatamente ritirata. Siamo pronti ad impugnarla davanti alle corti europee e nazionali.
                                                In questo momento di campagna elettorale, chiediamo a tutti i candidati premier di esprimersi su questa ordinanza di vitale importanza. E´ questione di vita o di morte per tutti.” Alex Zanotelli, Gerardo Marotta, Alberto Lucarelli, Guido Donadone, Raffaele Raimondi, Ugo Mattei

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Io da sardo ho accolto volentieri i rifiuti campani per solidarietà alla popolazione (accusando la cattiva amministrazione campana).
                                                  Ma dopo che ho visto a Report quanto sono MANDRONI (=pigri) molti di voi campani non lo rifarei!!!
                                                  Mettetevi i guanti e fate la raccolta differenziata!!! :angry: Senza aspettare che qualcuno vi aiuti o vi paghi per farlo...
                                                  ciao
                                                  Giorgio
                                                  Il mio: Fotovoltaico a inseguimento - Caldaia a biomassa - Pannello solare

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Caro taote
                                                    CITAZIONE
                                                    Nessuno sa con certezza cosa c’è nelle “ecoballe”

                                                    Vero. L'unica cosa che sappiamo che è roba della Campania, posso dire "cosa vostra"?
                                                    E' troppo dire arrangiatevi?
                                                    Non è più il tempo di recital o sceneggiate, è ora che di mettersi i guanti e spalare.
                                                    Forse non l'avete ancora capito: siamo tutti più o meno nella cacca.
                                                    Ognuno per sè e Dio per tutti.
                                                    E' il momento anche per voi di diventare adulti.

                                                    Ciao
                                                    tersite
                                                    Ogni problema complesso ha una soluzione semplice. Ma è sbagliata
                                                    Quando gli dei sono adirati contro un popolo mandano un filosofo a governarlo

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      intanto Chieti non è in Campania, ma in Abruzzo

                                                      e non la farei così semplice sul 'mettersi i guanti e spalare' visto che ci sono rifiuti di ogni genere, e assolutamente NON sono solo rifiuti campani. Un conto parlare dei riufiuti per le strade che non vengono raccolti, un conto parlare delle aree agricole da bonificare piene di rifiuti provenienti da ogni dove.

                                                      Io ho piena solidarietà con i campani poichè conosco bene certe incompetenze dell' amministrazione pubblica in materia rifiuti, anche se non c'è una emergenza qui. Dire che loro li hanno votati è superfluo e scontato, poichè quando si vota purtroppo si è costretti spesso a scegliere il meno peggio, persone scelte dai partiti spesso dalla dubbia competenza.

                                                      E nonostante comunque bene o mele i rifiuti vengono smaltiti tranquillamente (almeno per ora), nella mia regione ci ritroviamo con la discarica abusiva di rifiuti tossici più grande d'Europa, e non sono rifiuti degli Abbruzzesi!

                                                      La discarica è a monte di pozzi per l'acqua potabile, e L'Istituto Superiore di Sanità ha confermato la tossicità dell'acqua erogata da qei pozzi. E cosa succede a livello istituzionale? Si cercano i responsabili? Si fa informazione ai cittadini? Macchè!

                                                      E noi cosa dovremmo fare metterci i guanti e prendere la pala? Ma per dargliela sulla schiena!!

                                                      Che cxxo ci stanno a fare gli enti e le agenzie regionali e tutti gli altri carrozzoni politici? solo a ciucciare soldi?

                                                      Una cosa è certa, NON PAGHEREMO LA BOLLETTA DELL'ACQUEDOTTO IN TANTI.

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        CITAZIONE (taote @ 11/3/2008, 21:09)
                                                        E noi cosa dovremmo fare metterci i guanti e prendere la pala? Ma per dargliela sulla schiena!!

                                                        potrebbe essere un'inizio

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Caro Taote
                                                          CITAZIONE
                                                          intanto Chieti non è in Campania, ma in Abruzzo

                                                          Immagino che stia rispondendo a me.
                                                          Le ecoballe sono un'invenzione campana, cosa c'entra l'Abruzzo poi me lo spieghi.
                                                          CITAZIONE
                                                          un conto parlare delle aree agricole da bonificare piene di rifiuti provenienti da ogni dove.

                                                          Intanto l'area agricola è di qualcuno. Se arriva un camion a scaricare schifezza nei miei terreni li prendo a fucilate.
                                                          Oppure, se sono furbo, mi faccio dare dei soldi e poi organizzo una manifestazione per farmi bonificare il terreno.
                                                          Dalle mie parti i furbi così li mettono dentro.
                                                          I furbi fanno fortuna finchè le cose vanno bene, quando si è nella cacca si salvano solo quelli che si danno da fare.
                                                          Amici Campani, siete, siamo nella cacca. O imparate a nuotare o bevete.
                                                          L'era delle illusioni è finita.

                                                          Tersite
                                                          Ogni problema complesso ha una soluzione semplice. Ma è sbagliata
                                                          Quando gli dei sono adirati contro un popolo mandano un filosofo a governarlo

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            CITAZIONE (taote @ 11/3/2008, 19:25)
                                                            Possono contenere qualunque cosa. Rifiuti tossici, medicinali scaduti, scorie radioattive. Bruciarle vuol dire accelerare la condanna a morte delle persone che vivono nel territorio di Acerra e in quelli vicini. Infatti, la zona è già chiamata “Triangolo della morte” per la diffusione dei tumori.

                                                            Sta cosa sta prendendo i connotati di uno psicodramma grottesco. Non fosse tristissima sarebbe veramente da piegarsi dal ridere! Ora aprire l'inceneritore di Acerra è diventato un "crimine contro l'umanità". Oibò... nientepopodimeno!!
                                                            Zanotelli e compari saranno pure famosi e impegnati in molte attività lodevoli, ma la loro scelta di porsi di traverso alla realizzazione dell'inceneritore di Acerra comporta una grave responsabilità.
                                                            Qui (http://www.peacelink.it/editoriale/a/19414.html) si legge come già due anni fa non ci fosse alcuna attenzione al vero problema del triangolo della morte (la diossina prodotta dai roghi) ma solo la stolida riproposizione del teorema antiinceneritore. Con affermazioni che non si possono nemmeno definire false, perchè sono semplicemente ridicole (Brescia e l'Emilia come zone più a rischio tumorale in Europa! Massì.. te scrivilo che tanto male non fa! Immagino tutti i poveri bresciani ed emiliani in coda per ottenere il visto per trasferirsi a Caserta e zone limitrofe "esorcizzate" dalla nefasta influenza del termosatanovalorizzatore di turno.
                                                            Nelle ecoballe ci possiamo mettere di tutto, non vedo perchè limitarsi a fantasticare di scorie radioattive... secondo me ci sono anche i fusti delle armi chimiche dello zio di Saddam, le prove che l'undici settembre lo ha organizzato Emilio Fede e i resti dell'alieno di Roswell! Lasciando da parte le fantasie c'à da segnalare che le ecoballe sono smaltibili dall'impianto di Acerra (sempre che si riesca a farlo prima del quarto millennio). Certo sono fatte coi piedi come più o meno tutto nella vicenda rifiuti campana.
                                                            A proposito delle responsabilità c'è da segnalare che almeno la magistratura, dove e quando riesce, il suo lo fa:

                                                            "Per ogni impianto, si legge infatti nelle carte, è stata nominata una commissione di collaudo in corso d'opera, guidata in sei casi su sette da un preside di facoltà di Ingegneria o Architettura delle università campane. A costruzione avvenuta, gli impianti sono entrati in funzione, a volte con un certificato di collaudo provvisorio, a volte con quello definitivo, vedi quelli della provincia di Napoli e di Santa Maria Capua Vetere. E proprio in uno di questi impianti, a Tufino, la Procura ha trovato l'inghippo. «La commissione» guidata da Alfonso Gambardella, preside della facoltà di Architettura di Napoli, «attestava fatti non corrispondenti al vero», si legge nell'ordinanza di custodia cautelare per uno dei collaudatori. Garantiva cioè che «l'affidataria avesse ottemperato a tutti gli obblighi derivanti dal contratto» anche se non era vero. Per questo, col decreto 245 del 30 novembre 2005 «il contratto tra affidataria e il commissario è stato risolto», causa «accertata inadempienza contrattuale». Ma nonostante ciò, il 26 gennaio 2006 veniva depositato il certificato finale di collaudo con esito positivo" http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=33998

                                                            Cioè SEI impianti su SETTE per il CDR sono stati pure certificati dalle punte più avanzate del sapere scientifico e tecnologico campano, controllati dalle amministrazioni della Campania, realizzati in piena e completa autonomia campana! E sono serviti a fare le ecoballe farlocche! <_<
                                                            Scusateci, non ce n'eravamo accorti! :unsure:

                                                            CITAZIONE (Hamlet da Hamelin @ 11/3/2008, 16:49)
                                                            Si vede che non hai sfogliato neanche una pagina.

                                                            Io l'ho fatto. A parte i soliti peana sulla differenziata, il riciclo e i discorsi utopici sui rifiuti zero (ma io mi accontenterei già se a qualcuno delle vostre parti entrasse in testa che il divano andrebbe "differenziato" dalla spazzatura di città e che nemmeno a Bolzano ci stanno i cassonetti per "divani" sotto casa!!! :B): ), l'unico accento comune che ho trovato è tutto sulla critica alle zone individuate come sede di discarica a cui lo scienziato di turno oppone alcune località nell'avellinese. A parte che non ho trovato interventi dei cittadini delle zone dell'avellinese indicate dallo scienziato, e sarebbe istruttivo conoscerne il pensiero... c'è da dire che il senso del "tirarsi su le maniche" era un pelino diverso. Diciamo che leggere di una comunità che decide autonomamente di fare raccolta differenziata seria e piantonare l'ufficio del sindaco per pretendere che i propri rifiuti vengano trattati ed avviati allo smaltimento, quanlunque esso sia, sarebbe stata una scelta più tranquillizzante che il solito sito "antiquestoequello"!
                                                            “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
                                                            O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR