annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Energia per ospedale disagiato

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Energia per ospedale disagiato

    Ciao a tutti

    Un ospedale molto disagiato in Asia mi chiede una soluzione per avere una quarantina di kW di potenza per la sala operatoria e altri servizi necessari, anche di notte e in assenza di vento, senza dover fare grandi spese.

    Hanno un UPS ma la capacita' della batteria e' di pochi minuti, mentre le interruzioni possono durare ore.

    Ho suggerito di realizzare due rulli, sui quali far salire le ruote motrici di un'auto, uno dei quali collegato ad un generatore a corrente continua che ricarica la batteria durante l'emergenza. Se finisce il combustibile, si cambia auto.

    Altre idee?

    Ciao!
    Mario
    Molto urgente: cerco socio: Collaborazione a Milano
    -------------------------------------------------------------------
    Mala tempora currunt, non contattatemi piu' per questioni riguardanti il forum, grazie, il mio tempo e' finito.
    -------------------------------------------------------------------
    L'energia non si crea ne' si distrugge, ma ne sprechiamo troppa in modo irresponsabile. Sito personale: http://evlist.it
    Se fate domande tecniche e volete risposte dal forum precise e veloci, "date i dati" specificando anche l'ambiente operativo e fornendo il maggior numero possibile di informazioni.
    ------------------------------------------------

  • #2
    Ciao a tutti,

    Sempre che ne abbiano/trovino uno, pensavo anche al un motore di un trattore, messo in postazione fissa, utilizzando la presa di forza, collegata direttamente ad un generatore e un serbatoio esterno per un'autonomia sufficiente (magari alimentato a carburante vegetale ).

    Ciaoo00

    Commenta


    • #3
      CITAZIONE (mariomaggi @ 20/6/2005, 08:14)
      Un ospedale molto disagiato in Asia mi chiede una soluzione per avere una quarantina di kW di potenza per la sala operatoria e altri servizi necessari, anche di notte e in assenza di vento, senza dover fare grandi spese...Ho suggerito di realizzare due rulli, sui quali far salire le ruote motrici di un'auto, uno dei quali collegato ad un generatore a corrente continua che ricarica la batteria durante l'emergenza. Se finisce il combustibile, si cambia auto...

      Ciao a tutti
      Ciao Mario buona idea, devi ricordarti per che necessario un sistema di ventilazione che "butti" aria sul radiatore, pena il surriscaldamento e successiva fusione del motore.

      Salutoni
      Furio57

      Edited by Furio57 - 20/6/2005, 10:07
      L' ACQUA E' IL MIGLIOR COMBUSTIBILE, BASTA SAPERLA ACCENDERE. ( Capitano Claudio F. )
      LA DIFFERENZA TRA UN GENIO ED UNO STUPIDO E' CHE IL GENIO HA I PROPRI LIMITI...
      Ma se "L'UNIONE FA LA FORZA", allora perch "CHI FA DA SE' FA PER TRE"?

      Commenta


      • #4
        Grazie Furio! Non l'avevo considerato!
        Oggi alle 14 avro' qui un tecnico di Emergency.it per discutere le soluzioni possibili.

        Se vuoi esserci anche tu sei il benvenuto.
        Ciao
        Mario
        Molto urgente: cerco socio: Collaborazione a Milano
        -------------------------------------------------------------------
        Mala tempora currunt, non contattatemi piu' per questioni riguardanti il forum, grazie, il mio tempo e' finito.
        -------------------------------------------------------------------
        L'energia non si crea ne' si distrugge, ma ne sprechiamo troppa in modo irresponsabile. Sito personale: http://evlist.it
        Se fate domande tecniche e volete risposte dal forum precise e veloci, "date i dati" specificando anche l'ambiente operativo e fornendo il maggior numero possibile di informazioni.
        ------------------------------------------------

        Commenta


        • #5
          CITAZIONE (Furio57 @ 20/6/2005, 10:05)
          Ciao Mario buona idea, devi ricordarti per che necessario un sistema di ventilazione che "butti" aria sul radiatore, pena il surriscaldamento e successiva fusione del motore.

          Il calore "dissipato" pu essere recuperato per scaldare acqua .
          In un ospedale non dovrebbero mancare occasioni di utilizzare vapore e acqua bollente......

          Odisseo

          Commenta


          • #6
            Caro odisseo,

            CITAZIONE
            Il calore "dissipato" pu essere recuperato per scaldare acqua .
            In un ospedale non dovrebbero mancare occasioni di utilizzare vapore e acqua bollente......

            Vero! Ma diventerebbe allora un impianto fisso, tipo cogeneratore, l'auto non serve. E se non parte al momento buono per manutenzione scadente (cosa molto probabile)? Con l'auto o trattore fai presto a cambiare veicolo.

            Ciao
            Mario
            Molto urgente: cerco socio: Collaborazione a Milano
            -------------------------------------------------------------------
            Mala tempora currunt, non contattatemi piu' per questioni riguardanti il forum, grazie, il mio tempo e' finito.
            -------------------------------------------------------------------
            L'energia non si crea ne' si distrugge, ma ne sprechiamo troppa in modo irresponsabile. Sito personale: http://evlist.it
            Se fate domande tecniche e volete risposte dal forum precise e veloci, "date i dati" specificando anche l'ambiente operativo e fornendo il maggior numero possibile di informazioni.
            ------------------------------------------------

            Commenta


            • #7
              ah, ok, doveva essere un apparato mobile, non l'avevo capito

              Odisseo

              Commenta


              • #8
                MarioMaggi, Tutti,

                Se l'ospedale di cui stai parlando ha la possibilità di spuntare, con il gestore locale, una buona fornitura di gas, c' la possibilità di installare un cogeneratore che consente di riscaldare acqua e produrre energia elettrica contemporaneamente.

                Una piscina comunale, nella zona in cui abito, ha realizzato qualcosa del genere; addirittura si sono slacciati dalla fornitura Enel, in quanto per loro pi conveniente bruciare gas per produrre energia elettrica, che comprarla direttamente dal gestore.

                A presto!

                Commenta


                • #9
                  Caro &milio,
                  in Afghanistan tutto quello che qui si realizza facilmente risulta piu' difficile da realizzare. Il gas non arriva !

                  Dal 28 al 30 alla fiera di Milano ci sara' l'evento PowerGen Europe, andro' a rinfrescarmi le idee.

                  Ciao
                  Mario
                  Molto urgente: cerco socio: Collaborazione a Milano
                  -------------------------------------------------------------------
                  Mala tempora currunt, non contattatemi piu' per questioni riguardanti il forum, grazie, il mio tempo e' finito.
                  -------------------------------------------------------------------
                  L'energia non si crea ne' si distrugge, ma ne sprechiamo troppa in modo irresponsabile. Sito personale: http://evlist.it
                  Se fate domande tecniche e volete risposte dal forum precise e veloci, "date i dati" specificando anche l'ambiente operativo e fornendo il maggior numero possibile di informazioni.
                  ------------------------------------------------

                  Commenta


                  • #10
                    MarioMaggi, tutti,

                    Hai ragione, qu facile, non avevo considerato il "molto disagiato".

                    Commenta


                    • #11
                      Ciao gente! In Afghanistan NON FANNO arrivare il gas...mi risulta che lo esportano in Russia... il governo del Paese che se ne frega di aiutare la gente...basta pensare chi ha "messo" quel governo e che interessi ha...

                      Commenta

                      Attendi un attimo...
                      X