annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Energia dalla pioggia

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Energia dalla pioggia

    Secondo voi possibile generare energia sfruttando la pioggia?
    Tempo fa avevo letto di una tastiera per portatile che tramite la pressione dei tasti ricaricava le batterie dello stesso, secondo voi possibile applicare lo stesso principio con la pioggia ?

    Oppure ho detto una mega castronata ... ?

    Edited by Gpl - 18/7/2005, 20:11

  • #2
    Certo che e' possibile!
    Lascio ad altri la disquisizione ...
    Ciao
    Mario
    Molto urgente: cerco socio: Collaborazione a Milano
    -------------------------------------------------------------------
    Mala tempora currunt, non contattatemi piu' per questioni riguardanti il forum, grazie, il mio tempo e' finito.
    -------------------------------------------------------------------
    L'energia non si crea ne' si distrugge, ma ne sprechiamo troppa in modo irresponsabile. Sito personale: http://evlist.it
    Se fate domande tecniche e volete risposte dal forum precise e veloci, "date i dati" specificando anche l'ambiente operativo e fornendo il maggior numero possibile di informazioni.
    ------------------------------------------------

    Commenta


    • #3
      ora cerco se trovo qualcosa, non so una specie di piezoelettrico...

      Commenta


      • #4
        bene, se tu raccogliessi la pioggia in un luogo adeguato, facessi una condotta da questo luogo ad uno che sta piu' in basso di altitudine, e in questo secondo luogo impiantassi delle turbine, avresti una bella centrale idroelettrica!!!
        la domanda mal posta!, dovresti dire quanta pioggia hai disponibile, e quanta energia ci vuoi ricavare.
        qualche milliwatt? watt? kilowatt?
        e in piu', con che costi? non che i sistemi piezoelettrici costino poco, avresti un costo per watt esagerato

        Commenta


        • #5
          non appena trovo qualche dispositivo provo a fare due conti

          Commenta


          • #6
            Io i conti li ho fatti e se non ho sbagiato produce pi corrente un cricetino su una ruota...

            Ho ipotizzato che venga sfruttata l'energia potenziale gravitazionale dell'acqua dopo averla raccolta sul tetto di una casa. Le altre ipotesi sono:
            1 3000mm di pioggia per anno (approssimazione per eccesso!)
            2 tetto di 200m2
            3 Palazzo di 15m

            ottengo circa 25Kwh/anno, che sono energia disponibile, poi sono da considerare i rendimento della macchina che dovrebbe trasformarla in corrente, e quelli di condotta.

            Ora che ci penso, per alzare l'energia disponibile, potresti convincere tutti gli inquilini ad andare a far pip sul tetto!!!

            Ovviamente sarebbe pi interessante un dispositivo che trasforma in energia elettrica gli impulsi generati dalla caduta di ogni singola goccia, ma non penso che esista!

            Ciao ciao.

            Commenta


            • #7
              3000 mm di acqua all'anno??????
              non credo ci si arrivi in italia.
              e poi dove la metti?
              e i costi per fare la centrale?
              seghe mentali!

              Commenta


              • #8
                Sono il primo a dire che una sega mentale

                I 3000mm di acqua sono un'approssimazione per eccesso come già detto, in realtà in Italia la pioggia pi abbondante in 1 anno stata registrata ad Uccea (Udine) nel 1960 con 6103 mm!!! Comunque nelle zone pi piovose d'italia si superano i 2000mm.

                Per il resto ovvio che l'acqua non la metto (quasi) da nessuna parte. Intorno al tetto di una casa c' una canala orizzonatale collegata ad una verticale che porta l'acqua a terra. Basta inserire un serbatoio di qualche centinaio di litri (tipo scaldabagno) fra le due canale di modo che quella orizzontale funga da affluente, e quella verticale da condotta forzata. Un'interruttore a galleggiante fa svuotare completamente il serbatoio ogni volta che si riempie completamente. Infine, in fondo alla canala si inserisce la turbina.

                Comunque ripeto, si fa solo per fare due chiacchere, il gioco non vale la candela.

                CIA!

                Commenta


                • #9
                  simpatica questa soluzione, una centrale idroelettrica da grondaia

                  Commenta


                  • #10
                    Intendi una soluzione che sfrutti l'energia cinetica di ogni singola goccia per produrre energia cinetica? E' poco vantaggioso purtroppo. Ogni goccia raccolta implicherebbe comunque un dispendio di energia in attrito, anche se minimo, dato dal dispositivo che sfrutta il suo movimento. Sarebbe pi logico, come proposto da nicthepic, raccogliere l'acqua e farla cadere tutta assieme: avresti un'unica macchina che sprecherebbe meno energia di quella globalmente dissipata nella soluzione "goccia per goccia"

                    Commenta

                    Attendi un attimo...
                    X