annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Dovremmo essere NOI a decidere!

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Dovremmo essere NOI a decidere!

    Sequestro di persona - Politica - Repubblica.it
    http://www.repubblica.it/2009/03/sez...era-voto.htmlE

    E ora cosa succederà? Semplice, che la vittima, con l'aiuto dei familiari che ben comprendono il dramma di una simile scelta, la porteranno all'estero per quello che dovrebbe essere considerato l'ultimo atto di umanità: concederci di morire con dignità, per nostra consapevole scelta.
    Chissà se questa volta un refendum abrogativo lo vinciamo...

    PS - spero che non ci siano problemi, essendo in questa sezione stata aperta la discussione 'Non ti denuncerò', di tema sociale non meno importante

  • #2
    Originariamente inviato da Valmax Visualizza il messaggio
    E ora cosa succederà? Semplice, che la vittima, con l'aiuto dei familiari che ben comprendono il dramma di una simile scelta, la porteranno all'estero per quello che dovrebbe essere considerato l'ultimo atto di umanità: concederci di morire con dignità, per nostra consapevole scelta.
    Non credo. I medici in generale hanno un'intelligenza superiore a quella dei politici. Io personalmente sono allineato e coperto al 100% con Veronesi (Biotestamento, l'altol? di Veronesi "Non rispetter? questa legge" - Politica - Repubblica.it) e non me ne può importare di meno nè della chiesa nè dei tanti suoi ipocriti zerbini umani.
    Esattamente come per un cattolico la legge divina è superiore a quella umana per me la coscienza medica è superiore a qualsiasi legge promulgata dai guardiani della rivoluzione occidentale. E se questa affermazione fa sobbalzare qualcuno... consiglio di farsene una santa e pia ragione in quanto del tutto inappellabile.
    Quindi si continuerà come si è sempre fatto. Medico competente e professionale e parenti decideranno insieme, magari rispettando le parole del malato, di staccare la spina quando, come, dove, perchè e per quanto riterranno giusto, opportuno e sensato. Come si è sempre fatto e sempre si farà. Indipendentemente da che se ne pensi nella stanze del vaticano e in tutte le sue stanzette periferiche sparse per la penisola.
    Semplicemente c'è stato un breve periodo, grazie anche a Englaro, in cui molti han creduto che questo nobilissimo e responsabile agire potesse finalmente non essere più un rischio per il medico (rischio del tutto teorico perchè voglio proprio vedere le "ronde cattoliche" a girare per le rianimazioni! Come consiglio... lo sconsiglio! ).
    Periodo finito. Evabbè si torna alla normalità di sempre. Così molti ipocriti perbenisti potranno continuare a far finta di non sapere che OGNI GIORNO in ogni ospedale italiano un medico stacca la spina, chiude il tubetto o fa quel che ritiene giusto.
    Punto!
    “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
    O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

    Commenta


    • #3
      Oy. Tuttavia, come tu stesso hai detto, questa pratica occulta è sempre una roulette russa per la carriera del medico coinvolto, che rischia seriamente di finire in carcere. Quindi punto, ma non basta!
      E i 'medici obiettori di coscienza' dove li mettiamo? Basterebbe un direttore di reparto fervente servo del vaticano e ti saluto possibilità di un medico davvero intelligente di fare la cosa giusta.
      Comunque, il nocciolo è che queste cose non possono e non debbono essere fatte come fossero un aborto clandestino! Spero che, in caso di referendum, questo dannato quorum venga superato, e allora se ne riparlerà seriamente. (sempre ammesso che la nostra cara opposizione abbia gli attributi per sostenere una battaglia referendaria fino in fondo)

      Commenta


      • #4
        Si, certo Valmax. Tieni ragionissima. Il mio era solo uno sfogo, un outing verso quel plumbeo nulla intellettuale convinto sempre di poter imporre agli altri la propria ideologia becera che si ritiene anche talmente importante da "non accettare" (perbacco, che ansia!) nemmeno le critiche, nemmeno quando vengono da organismi internazionali e addirittura da stati sovrani, e che sa sempre cosa è meglio per se e sopratutto per gli altri. Un corso fulmineo di rispetto e libertà che, al solito, non servirà a nulla.
        Vabbè, l'unica è informarsi prima sulle inclinazioni del primario. Comunque io un testamento biologico lo farei. In presenza di questo e delle norme costituzionali prevedo un compito arduo per i nostalgici di Torquemada!

        P.S. I referendum sarebbero un'ottima cosa, ma ormai in Italia si è trovato abbondantemente il modo di svuotarli di significato. Quindi ci spero, ma ci credo poco. Secondo me sarà l'universale schifato non rispetto per questo sfortunato aborto legislativo che ne decreterà l'oblio.
        “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
        O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

        Commenta

        Attendi un attimo...
        X
        TOP100-SOLAR