annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

bismuto

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • bismuto

    qualcuno ha provato a mettere una lamina di bismuto tra due magneti in attrazione? non si dovrebbero respingere?

  • #2
    qualcuno ha provato a mettere una lamina di bismuto tra due magneti in attrazione? non si dovrebbero respingere?
    Il bismuto ha una suscettività di -1.65 E-4 questo significa se un magnete
    attrae un corpo in ferro con una forza di diecine di kg lo stesso magnete
    respingerà un corpo delle stesse dimensioni ma di bismuto di qualche
    grammo e sicuramente vincerà l'attrazione dei due magneti tra di loro
    leo48
    -Ogni problema ha sempre almeno due soluzioni basta trovarle
    -La forza dei forti è saper traversar le traversìe con occhio sereno

    Commenta


    • #3
      secondo te per vincere l'attrazione di due magneti, con forza d'attrazione, di 3 kg l'uno che spessore dovrebbe avere lo schermo di bismuto?

      Commenta


      • #4
        Perdonatemi, ma non ho capito che cosa state dicendo... occorre rivedere se possibile il "questo significa..." cioè divulgare più semplicemente... ho estremo bisogno di capire l'uso di questo materiale (il bismuto) e le differenze tra lui e gli altri materiali speciali (permalloy, mumetal, ...) e poi se sono vere o false le dicerie di free-energy sull'uso - esoterico - di impiegare ad esempio strati di pasta di bismuto e plastica per fare un prodotto di schermatura vera e propria (io penso che è impossibile...non so bene sinché faccio esperimenti).

        Commenta


        • #5
          bismuto

          in pratica il bismuto viene respinto leggermente dal magnete ma si lascia attraversare allegramente da quasi tutto il flusso magnetico quindi non scherma un bel niente.... per ciò che riguarda gli schermi magnetici tipo, mumetal, permalloy, ferro, ecc... vengono tutti attratti dai magneti, tranne alcuni miscugli di polvere come questo: http://www.energeticambiente.it/appa...magnetico.html , non so quanto ci sia di vero... andrebbe sperimentato...
          Per ciò che riguarda la freenergy credo che si possa ottenere ma se fosse messa a disposizione di tutti sarebbe più dannosa di una guerra nucleare... , prova ad immaginare che se il brevetto del MEG non avesse qualche trucco per NON funzionare lo potrebbe costruire chiunque, quindi niente più ENEL, tutti i dipendenti licenziati... se poi costruisco un meg da 10kw e lo metto nella mia macchina elettrica da 100kw, facendogli caricare le batterie durante i momenti di fermo, sparirebbero tutti i distributori di benzina e tutte le raffinerie... tutti licenziati... hai idea di quanti siano???...
          per non parlare delle tasse sul carburante!!!
          Quindi se costruisci un dispositivo freenergy cerca di mascherarlo come qualcosa che faccia diminuire i consumi, così tutti avranno il tempo di adeguarsi (20 anni)......... per esempio:" motore a scoppio coadiuvato da motore elettrico freener... pardon... ad alto rendimento".

          Commenta


          • #6
            Grazie per le info... se puoi segui le mie ricerche... io non penso che si possa facilmente realizzare un "motore" (meglio dire "generatore primo") esclusivamente magnetico e nemmeno altre strane macchine che porteranno ad un crollo di mercato e destabilizzazione sociale... penso invece che compiendo ricerche si può passare a studiare fisica e matematica... appena si ha sul tavolo qualcosa di carino e che magari girasse... girare come un giostra non è assolutamente come il moto di un mulino ad energia rinnovabile; ed inoltre sapere la verità sulle burle che girano su youtube...

            E poi c'è una cosa tremenda in corso... l'ignoranza (anche la mia) che riguarda il condurre proprio questi compiti di intelligenza, come lo scegliere la migliore configurazione e dotarla di reazioni decenti... ho appena provato l'induzione su metallo in cui credevo... ma ora sono deluso, ma solo per oggi... quindi in pratica dovrò pensare molto e provare anche diverse tecniche di composizione pura, senza niente di strano...

            Appena trovato però polvere di bismuto e sapere come si modella, vedrò di sperimentare questi "schermi esoterici" e poi osservare ancora ciò che si nota... appunto, sappiamo che è tutto improbabile, però la curiosità...

            Lo so, è molto più importante ad esempio la difesa del suolo (ecologia) però anche determinare qual'è la via di percorrere la costruzione di una macchina a magneti permanenti, e altre... date per impossibili da realizzare... e così sarà...

            Commenta


            • #7
              Appena trovato però polvere di bismuto e sapere come si
              modella
              Questo è l'ultimo dei problemi: il bismuto fonde a 271 °C quindi basta
              metterlo dentro un pentolino di acc inox su un fornello della cucina e in
              pochi minuti diventa liquido e puoi colarlo in una forma che vuoi.
              Leo48
              -Ogni problema ha sempre almeno due soluzioni basta trovarle
              -La forza dei forti è saper traversar le traversìe con occhio sereno

              Commenta


              • #8
                ho fatto degli "accrocchi " per vedere se uno schermo rotante in ferro, posto tra magneti e bobine, potesse generare corrente ed in effetti la corrente veniva generata... ma non avevo fatto i conti con l'effetto coggin, in quanto i magneti erano in numero pari e le braccia dello schermo pure, ma questo non mi ha scoraggiato infatti sto pensando a come eliminare l'impuntamento equilibrando lo schermo con l'influenza di altri magneti... ma navigando sono riuscito a trovare qualcuno che ha realizzato qualcosa di molto simile ma senza overunity anche se il suo setup è diverso dal mio... comunque sono convinto che ci siano molte prove da fare ancora prima di arrendersi, e non bisogna abbattersi ad ogni delusione ma cercare di vedere altre strade magari che non seguono la normale logica...
                http://web.archive.org/web/200401152...ator/part1.htm

                http://montalk.net/science/72/john-ecklins-sag-6


                Directoryaniel Quale Lenzless Generator - PESWiki
                Ultima modifica di rossano64; 28-08-2010, 19:16.

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da rossano64 Visualizza il messaggio
                  Per ciò che riguarda la freenergy credo che si possa ottenere ma se fosse messa a disposizione di tutti sarebbe più dannosa di una guerra nucleare...
                  Quindi, secondo te, è così semplice violare il principio di conservazione dell'energia (che non è altro che una generalizzazione del 1° principio della termodinamica)?
                  Tutta la free-energy che decanti nel tuo post, da dove proverrebbe? Dal nulla?

                  Originariamente inviato da rossano64 Visualizza il messaggio
                  ho fatto degli "accrocchi " per vedere se uno schermo rotante in ferro, posto tra magneti e bobine, potesse generare corrente ed in effetti la corrente veniva generata...
                  Descritto così, mi pare un disco di Barlow, il quale funziona secondo l'elettromagnetismo classico.

                  Commenta


                  • #10
                    Ciao, ora del bismuto so abbastanza...
                    pubblicate qualcosa di vostro, se ricercate effetti con l'uso del bismuto...

                    A proposito di "violare"... io non penso che mi discosto come un reietto o come un arrogante se prendo in esame qualcosa che proviene dalla free-energy, per il presupposto che se davvero fosse "libera" questa energia sarebbe visibile in tanti luoghi...

                    Commenta


                    • #11
                      Quindi, secondo te, è così semplice violare il principio di conservazione dell'energia (che non è altro che una generalizzazione del 1° principio della termodinamica)?
                      Tutta la free-energy che decanti nel tuo post, da dove proverrebbe? Dal nulla?
                      Io non mi limito semplicemente a prendere per "oro colato " le leggi della termodinamica ma mi faccio ulteriori domande:

                      1) se è vero che nulla si crea e nulla si distrugge, l'energia posseduta dalla materia da dove proviene? dal nulla?

                      2)perchè accettiamo il fatto che, se spariamo un neutrone contro il nucleo dell'uranio otteniamo energia, mentre ci viene difficile credere che qualcuno riesca ad estrarre energia dalla materia comune? Ma non è forse vero che la materia è energia?
                      E' possibile che chi genera freenergy non sappia esatamente come faccia e quando cerca di spiegarlo usa teorie poco eleganti e poco convincenti quindi non viene preso sul serio, però ciò non toglie che il dispositivo possa funzionare....

                      per esempio Tesla che genera "energia radiante" usando un impulso monodirezionale, la spiega dicendo che viene stimolato "l'etere" a produrre energia, ma l'etere e difficile da concepire in quanto non rilevabile in modo certo, per cui quasi nessuno ha portato avanti le sue ricerche, mentere se avesse dato una spiegazione diversa usando i paradigmi accettati, di sicuro le ricerche sarebbero andate avanti magari scoprendo che si sbagliava sulla spiegazione ma non sul fatto che l'energia venga prodotta...!!!
                      Per esempio una spiegazione alternativa potrebbe essere questa:

                      " Quando un'impulso monodirezionale colpisce il nucleo di un metallo fa allentare leggermente la forza che tiene insieme i nucleoni liberando una picolissima parte dell'energia che ogni atomo contiene..."

                      chissà se non è proprio cosi...!!!

                      per sorvolante

                      A proposito di "violare"... io non penso che mi discosto come un reietto o come un arrogante se prendo in esame qualcosa che proviene dalla free-energy, per il presupposto che se davvero fosse "libera" questa energia sarebbe visibile in tanti luoghi...
                      l'energia elettrica è stata visibile da quando è nata la terra ma solo negli ultimi secoli qualcuno ha guardato nella direzione giusta, osservando prima il "fenomeno" e successivamente cercando di spiegarlo con la ricerca... ora invece tutti vogliono prima la spiegazione, e se non è convincente il fenomeno viene abbandonato... se poi la spiegazione è plausibile allora viene fatto desistere l'inventore a continuare la ricerca (vedi OMERO SPERI, FUSIONE FREDDA, FISSIONE NUCLEARE A ULTRASUONI, ecc...)

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da rossano64 Visualizza il messaggio
                        Io non mi limito semplicemente a prendere per "oro colato " le leggi della termodinamica ma mi faccio ulteriori domande:

                        1) se è vero che nulla si crea e nulla si distrugge, l'energia posseduta dalla materia da dove proviene? dal nulla?
                        Nulla si crea, nulla si distrugge e tutto si trasforma. C'è stato un big bang, all'inizio.

                        2)perchè accettiamo il fatto che, se spariamo un neutrone contro il nucleo dell'uranio otteniamo energia
                        Quando spariamo un neutrone contro il nucleo dell'uranio (235) spacchiamo il nucleo dell'uranio in nuclei più leggeri e liberiamo 2-3 neutroni veloci che poi rallentiamo. L'emissione dei neutroni è legata al fatto che i nuclei più leggeri sono più stabili dell'uranio. L'energia è l'energia cinetica dei neutroni. Lo accettiamo perchè questo è in linea con quanto conosciamo.

                        possibile che chi genera freenergy
                        Chi genera free energy?

                        per esempio Tesla che genera "energia radiante" usando un impulso monodirezionale, la spiega dicendo che viene stimolato "l'etere" a produrre energia, ma l'etere e difficile da concepire in quanto non rilevabile in modo
                        L'etere è difficile da concepire in generale per le sue proprietà contradditorie.
                        Deve propagare un'onda trasversalmente, avere rigidità infinita, essere meno denso di qualsiasi cosa conosciuta e, non ultimo, essere in quiete con la terra.
                        La cosa più semplice è che semplicemente non esista e che le onde elettromagnetiche si propaghino nel vuoto.

                        " Quando un'impulso monodirezionale colpisce il nucleo di un metallo fa allentare leggermente la forza che tiene insieme i nucleoni liberando una picolissima parte dell'energia che ogni atomo contiene..."
                        Oh, questo è possiblilissimo.
                        Decadimento gamma?

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da rossano64 Visualizza il messaggio
                          I

                          l'energia elettrica è stata visibile da quando è nata la terra ma solo negli ultimi secoli qualcuno ha guardato nella direzione giusta, osservando prima il "fenomeno" e successivamente cercando di spiegarlo con la ricerca... ora invece tutti vogliono prima la spiegazione, e se non è convincente il fenomeno viene abbandonato... se poi la spiegazione è plausibile allora viene fatto desistere l'inventore a continuare la ricerca (vedi OMERO SPERI, FUSIONE FREDDA, FISSIONE NUCLEARE A ULTRASUONI, ecc...)
                          No caro mio.
                          Anche oggi vogliamo "vedere il fenomeno", la spiegazione può aspettare. Se c'è il fenomeno, ed è utile, qualcuno lo sfrutterà facendoci un sacco di soldi. La spiegazione non interessa a chi fa affari.
                          Il telegrafo è nato 50 anni prima che si sapesse cos'era un elettrone.
                          Il problema è che il fenomeno non c'è.
                          Il sole freddo? Ma per favore
                          L'unico fenomeno reale è la credulità dei frequentatori di certi siti.

                          Ciao
                          Tersite
                          Ogni problema complesso ha una soluzione semplice. Ma è sbagliata
                          Quando gli dei sono adirati contro un popolo mandano un filosofo a governarlo

                          Commenta


                          • #14
                            Anch'io vorrei desistere, visto che ho dialogato di più con gli "oppositori al continuale fuori-scienza" che con gli appassionati... e vorrei vedere - appunto - cosa mi succede se invento davvero qualcosa (che peraltro ho appena detto a tutti il come provare a fare esperienze insolite...) Oggi mi sono soffermato a leggere la descrizione della "pseudoscienza" ed ho capito solo che manca il dialogo per stare tutti insieme a ricercare la verità... Ciao.

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da rossano64 Visualizza il messaggio
                              Note di Moderazione: nll
                              Non è consentita la citazione inutile. Lo strumento della citazione serve esclusivamente per evidenziare una parola, o una brevissima frase alla quale si vuole aggiungere un commento. Quando si fa una citazione NON VA CAMBIATO NULLA del testo citato, i propri commenti vanno posti fuori dai tag QUOTE! Violazione art.3d del regolamento del forum.

                              A) Forse dalla sua massa (nel caso di materia a riposo), come si sa dalla relatività ristretta... No?

                              B) Mi viene difficile crederlo nel momento in cui non ci sono evidenze sperimentali di reazioni chimiche o nucleari.

                              C) Il problema è che quelle che vengono spacciate come evidenze sperimentali perfettamente replicabili poi si rivelano:
                              - o non essere "evidenze" (ad es., quante analisi dei dati si sono viste? Quante analisi degli errori di misura si sono viste? Quanti test d'ipotesi statistica si sono visti? Quante raccolte di dati da ricercatori indipendenti si sono viste? ecc...);
                              - o non essere "perfettamente replicabili".

                              D) Potresti spiegarmi meglio cosa intendi per "impulso monodirezionale"? L'etere, comunque, ha i problemi che t'ha elencato Endymion70. Tu come li supereresti?
                              Tesla parlava di etere proprio perché alla fine del 1800 esso ERA il paradigma DOMINANTE. Quindi Tesla, al suo tempo, era allineato col "paradigma dominante".

                              E) La tua spiegazione mi sta anche bene. Però essa implicherebbe l'impiego di raggi ?, in quanto - mi pare di capire - tu stai parlando di reazioni nucleari indotte da FOTONI. Reazioni che sono ben conosciute, come ad es. la fotodisintegrazione o la fotofissione.
                              Pensa che già nel 1934 J. Chadwick e M. Goldhaber riuscirono a fotodisintegrare il deuterio! A `Nuclear Photo-effect': Disintegration of the Diplon by gamma-Ra
                              Oppure pensa al processo-p di nucleosintesi in una supernova collassante.

                              F) Be', è un po' assurdo volere la spiegazione di un fenomeno prima ancora di scoprirlo... Semmai si parla di previsione teorica da confermare sperimentalmente, non certo di spiegazione.
                              Ultima modifica di nll; 01-09-2010, 22:38.

                              Commenta


                              • #16
                                ok... mi sta bene lo scetticismo, neanche io sono un credulone, ma non do mai per scontato che qualcosa non funziona solo perchè
                                non segue le leggi sulla termodinamica... infondo dobbiamo ammettere che prima del big-bang non c'era niente e che nell'universo
                                manca un sacco di materia per far tornare i conti... quindi forse il vuoto non è poi così vuoto... ci manca solo lo strumento per
                                vedere cosa cosa c'è dentro, teniamo presente che prima dell'invenzione del microscopio non si poteva neanche immaginare l'esistenza di
                                quello che stato scoperto dopo...

                                Potresti spiegarmi meglio cosa intendi per "impulso monodirezionale"? L'etere, comunque, ha i problemi che t'ha elencato
                                Endymion70. Tu come li supereresti?
                                se è vero che le onde elettromagnetiche trasversali si propagano nel vuoto e non in un mezzo, sarà anche vero che le onde
                                longitudinali si possano propagare allo stesso modo: per generare onde longitudinali serve un'impulso monodirezionale Tesla lo
                                otteneva spegnendo una scintilla prima che che ci fosse il ritorno.
                                La spiegazione elementare che mi sono dato è questa:
                                immaginiamo di prendere una barra di ferro lunga dieci metri, e di diametro 2 centimetri, appoggiamo un'estemità ad un muro e
                                l'altra la teniamo in mano, adesso con un martello picchiamo l'estremità che abbiamo in mano (come se volessimo spezzarne la punta)
                                a questo punto si genera un'onda che ci metterà del tempo per arrivare all'altra estremità provocando un danno lievissimo al muro:
                                abbiamo generato un'onda trasversale, che trasmette pochissima energia ma tutta "l'informazione".
                                Proviamo ora a picchiare col martello, l'estremita nelle nostre mani, come se fosse la testa di uno scalpello (impulso
                                monodirezionale), a questo punto abbiamo una trasmissione di quasi tutta l'energia infatti il danno che andremo a provocare sul
                                muro sarà notevole!!! inoltre il tempo di trasmissione sarà anche più breve!!! Abbiamo creato un'onda longitudinale...
                                (nell'inesistente etere??? nel vuoto ???...)
                                Ancora più elementare... (forse troppo!) prendiamo un'altoparlante, chiudiamo la parte posteriore in una cassa, applichiamo
                                corrente continua e la membrana andrà velocemente solo in avanti finchè non togliamo gradualmente corrente, generando così un
                                impulso monodirezionale (un pò come fanno i fumatori a fare gli anelli di fumo...)

                                ogni volta che generiamo un'impuso monodirezionale (penso che si chiami solitone) eccitiamo il "mezzo naturale " (etere...?) in
                                modo longitudinale, in questo modo trasmettiamo abbastaza energia da riuscire a superare la griglia di elettroni che protegge il
                                nucleo degli atomi, forse qest'energia riesce, anche se per un'attimo, ad annullare quella forza che tiene incollati i protoni tra di loro ( che normalmente dovrebbero allontanarsi in quanto carichi positivamente) per poi ritornare al loro posto una volta finito l'impulso; bene, questo allontanarsi e avvicinarsi dei protoni genera un'onda elettromagnetica anzi protomagnetica in quanto
                                generata da particelle cariche positivamente.
                                Tale onda potrebbe avere caratteristiche ben diverse da quelle elettromagnetiche, per esempio potrebbe stimolare gli altri nuclei a produrre altre onde simili e, non essendo un flusso di particelle, diffondersi anche nei materiali isolanti (vedi i segreti
                                dell'energia fredda), infatti Tesla non riusciva a schermarla con nessun materiale, oppure far liberare una piccola parte
                                dell'energia contenuta nella materia, ecc...

                                Commenta


                                • #17
                                  Originariamente inviato da rossano64 Visualizza il messaggio
                                  Note di Moderazione: nll
                                  Hai finito tutta la scorta di tolleranza sulle citazioni inutili di cui potevi disporre, da ora in poi arrivano le sanzioni per violazione dell'art.3 del regolamento.
                                  A) Non credo che nessun fisico sappia dirti, con CERTEZZA, cosa ci fosse prima del Big-Bang o se si possa anche solo parlare di un "prima".

                                  B) Le componenti trasverali del campo elettromagnetico si propagano anche i tutti i mezzi che vuoi. Altrimenti, fammi un controesempio.

                                  C) Esistono bene le componenti LONGITUDINALI del campo elettromagnetico ed esse sono previste dalla teoria di MAXWELL. Pensa ai modi TE, TM o ibridi in strutture guidanti o al cosiddetto campo vicino di un'antenna: lì ci sono anche i modi longitudinali! Questi argomenti vengono affrontati nei corsi AVANZATI di elettromagnetismo nei corsi di laurea in Fisica o Ingegneria delle Telecomunicazioni.

                                  D) Che io sappia, la monodirezionalità è ottenibile mediante un'oculata progettazione di una schiera di radiatori (antenne nel caso elettromagnetico). Ad ogni modo, all'atto pratico, la monodirezionalità non è MAI perfetta a causa di tutte le approssimazioni sulle quali si basa la teoria dei radiatori SUPERDIRETTIVI (vd. corsi di Antenne o Propagazione all'università).

                                  E) Per quale motivo un'onda trasversale dovrebbe trasmettere pochissima energia?

                                  F) Sperimentalmente, le onde longitudinali meccaniche nel vuoto non esistono; mentre esistono componenti longitudinali del campo elettromagnetico nel VUOTO in vicinanza della sorgente.

                                  G) Non credo che sia così, perché all'altoparlante s'applica il concetto di direttività (analogamente a quanto si fa con le antenne). Non mi pare che un'altoparlante con riflettore sia perfettamente monodirezionale.

                                  H) No, non si chiama "solitone". La caratteristica fondamentale dei solitoni non è la monodirezionalità (infatti possono viaggiare in più direzioni), bensì è la NON DISPERSIVITÀ dell'impulso durante tutta la sua propagazione. E la dispersione non c'entra assolutamente nulla con la direttività.

                                  I) Nel vuoto non ci sono né elettroni né nuclei, sennò perché si chiama "vuoto"?
                                  Oppure:
                                  come fai a sapere che l'etere è composto da elettroni e nuclei (cioè come la materia ordinaria)?

                                  J) Puoi interagire coi nucleoni mediante raggi ?. Questo è assodato da molti anni.

                                  K) Anche questa mi pare che sia una normale interazione di raggi ? con nuclei circostanti.
                                  Ultima modifica di nll; 01-09-2010, 22:49.

                                  Commenta


                                  • #18
                                    B) Le componenti trasverali del campo elettromagnetico si propagano anche i tutti i mezzi che vuoi. Altrimenti, fammi un controesempio.
                                    intendevo dire "si propagano nel vuoto e non in un mezzo come l'etere"

                                    D) Che io sappia, la monodirezionalità è ottenibile mediante un'oculata progettazione di una schiera di radiatori
                                    in effeti il termine "monodirezionale" non è adatto ma è spesso usato da Tesla, con "solitone" invece si intende proprio quello che Tesla voleva dire nel suo progetto della trasmissione di energia wirless ... "impulso che non si disperde come le normali onde herziane"

                                    Nel vuoto non ci sono né elettroni né nuclei, sennò perché si chiama "vuoto"?
                                    Oppure:
                                    come fai a sapere che l'etere è composto da elettroni e nuclei (cioè come la materia ordinaria)?
                                    per generare un solitone si utilizzano bobine o spinterometri con elettrodi in rame o altri materiali... è sollecitando questa materia che si potrebbe estrarre l'energia... ed eventualmente trasmetterla...

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Allora, il solitone di cui parli tu non è quello che invece s'intende generalmente in ottica non lineare.

                                      Ok, supponiamo che si possa estrarre energia dalla materia. Dunque, quale effetto tangibile/misurabile si avrebbe in séguito a tale "estrazione"?

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Tesla sentiva una scossa su tutto il corpo anche dietro schermi metallici o isolanti, da qui si deduce che schermando l'apparecchiatura in una gabbia di Faraday, quindi impedendo alle onde herziane, elettrostatiche, ecc... di uscire, si dovrebbe sentre ancora lo stesso effetto ma non ho ancora visto nessuno che abbia fatto una prova simile...
                                        lo stesso Tesla, in uno dei suoi brevetti, dice che l'energia ricevuta era superiore a quella consumata dal trasmettitore, credo che il brevetto sia quello dell'auto elettrica senza batterie...

                                        Commenta

                                        Attendi un attimo...
                                        X
                                        TOP100-SOLAR