annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Internet Eyes e Anoticon-due modi diversi di intendere la video sorveglianza

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Internet Eyes e Anoticon-due modi diversi di intendere la video sorveglianza

    Iniziamo da Internet Eyes.
    forse qualcuno non ne è ancora a conoscenza della sua esistenza, è abbastanza recente

    Dalla Gran Bretagna arriva la notizia dell’esordio di un Grande Fratello( internet eyes) composto dalle telecamere installate sul paese nei luoghi pubblici.
    Si tratta di Internet Eyes, un gioco online che paga i concorrenti ”guardoni” per setacciare le immagini registrate attraverso alcune telecamere a circuito chiuso (Cctv) con l’obiettivo di scovare crimini o azioni sospette.

    Queste verranno poi segnalate alle autorità, mentre il ”detective” potrà guadagnare fino a 1000 sterline per segnalazione.
    Gli ideatori di Internet Eyes, spiegano che il gioco nasce dal fatto che la Gran Bretagna è il Paese con il maggior numero di Cctv installate , oltre 4 milioni, ma molte delle immagini riprese non vengono controllate, per mancanza di tempo e personale.
    Ovviamente non mancano le polemiche per la privacy e per un uso scorretto delle immagini che ne potrebbe derivare.
    Staremo a spiare…ehm a vedere.

    ed adesso invece sposto l'attenzione su Anopticon.

    anopticon è in sostanza la -video sorveglianza all'opposto. cioè l'obiettivo è "controllare chi controlla" facendo una mappa più dettagliata possibile, di una dettagliata zona di territorio.
    chiunque può partecipare ad anoptico, come per internet eyes, del resto questa è il web-

    l'idea è nata da "Epto", un giovine hacker che pone l'accento sul fatto di avere un diritto di sapere perchè siamo constantemente sotto osservazione .

    Dopo alcune lamentele fatte a Venezia e l’intolleranza di alcuni cittadini nei confronti delle molte e potenti videocamere installate per monitorare il sistema ondoso delle acque dei canali. Il raggio d’azione delle telecamere è talmente ampio da coprire, oltre che la porzione di canale spettante, anche larga parte delle strade circostanti. Inoltre i dispositivi sono dotati di illuminatori notturni a raggi infrarossi perciò risultano sempre perfettamente attivi. A partire da questa prima esperienza di denuncia pubblica circa la violazione della privacy dei cittadini veneziani nasce il progetto di «contro-mappatura». inoltre secondo Epto:"ci sono delle telecamere senza informativa".

    ricordo che la legge 196/2003 meglio nota come" Legge sulla privacy "deve esserci sempre un cartello di informativa ben visibile nelle aree video-sorvegliate. Il cartello, che ha valore legale, deve contenere il simbolo di una telecamera e una precisa forma scritta che deve contenere il nome del titolare del trattamento dei dati e il motivo della videosorveglianza.(non fate caso al mio avatar)

    Cosa ne pensate?
    Ultima modifica di greeenmind; 09-10-2009, 12:36.
    "Secrecy, once accepted, becomes an addiction "Edward Teller

  • #2
    Io voto per internet eyes senza dubbio. Non mi frega nulla di essere ripreso da quando esco di casa (in casa no però...) a quando ci rientro. E l'abnorme vantaggio di sapere che ogni malintenzionato di questo mondaccio sa perlomeno di correre il rischio di essere ripreso mentre spaccia per strada, adesca un bambino, rapisce una donna o semplicemente brucia un cassonetto per me vale più di tutta la toerica "privacy" compromessa. Se giro per strada che privacy ho senza telecamere? Se si gira uno e mi riconosce che faccio? Gli intimo di cancellarsi la memoria che io magari preferirei non far sapere.. ecc?
    Chi ha un'attività autonoma sa perfettamente che ormai un'indagine ad esempio fiscale è più invasiva di qualsiasi telecamera sull'angolo e se si lamenta gli viene risposto che chi non ha niente da nascondere non deve avere nemmeno nulla di che lamentarsi o preoccuparsi no?
    Invece ho scoperto che la polizia non è in grado di arrestare nemmeno quelli che alterano i bancomat mettendoci i leggitessera farlocchi perchè... le telecamere di sorveglianza per legge non devono inquadrare il viso dell'utente-- E allora a che c...avolo servono?!? Ma chemmifrega a me se mi riprendono mentre prendo 50€ per fare benzina? Mah!
    Fosse per me metterei una telecamera ad ogni angolo di strada con illuminatore ad infrarossi anche e archivierei le registrazioni per un anno. A disposizione solo delle forze dell'ordine ovvio, mica libere su internet. Ma a bizzeffe. Più ce n'è meglio è! Addirittura sarebbe ottimo utilizzare quei piccoli dispositivi volanti radiocomandati (vabbè per ora è fantascienza) per setacciare ogni quartiere ad ogni ora in ogni condizione.
    E a morì ammazzata la paura del Grande Fratello!
    “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
    O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da BrightingEyes Visualizza il messaggio
      voto per internet eyes senza dubbio. Non mi frega di essere ripreso da quando esco di casa (in casa no però...) a quando ci rientro. le telecamere di sorveglianza per legge non devono inquadrare il viso dell'utente-- E allora a che c...avolo servono?!?
      Originariamente inviato da BrightingEyes Visualizza il messaggio
      A disposizione solo delle forze dell'ordine ovvio, mica libere su internet. Addirittura sarebbe ottimo utilizzare quei piccoli dispositivi volanti radiocomandati (vabbè per ora è fantascienza) per setacciare ogni quartiere ad ogni ora in ogni condizione.
      Originariamente inviato da BrightingEyes Visualizza il messaggio

      E a morì ammazzata la paura del Grande Fratello!
      l'ultima frase mi parevi brunetta BE .

      cmq andando punto per punto, personalmente mi piace l'idea di Internet Eyes, però si deve fermare alla sicurezza legata alla criminalità.

      In pratica siccome possono usarlo tutti , sarebbe una sorta di *webRONDA* poi le presunte immagini sospette vengono segnalate ai pubblici ufficiali, e sta a loro giudicare che sia il caso di approfondire oppure no.

      Sul fatto però che possono usarlo tutti, può portare dei problemi di cosiddeta "privacy"... ma non è il termine giusto per esprime i problemi collaterali, anche a me BE non interessa troppo che mi inquadrino(magari un po' di soggezzione quando hai 3 telecamere e stai a comprare un panino, però si sopporta) , ma non si intende solo questo per privacy.

      faccio un esempio , in pratica una donna stava guardando google-street wiew(il programma che permette di vedere le strade italiane da una posizione con buona visibilità).. e girache ti gira, stava guardano la strada di casa di un'amica, e davanti a questa, con grande sopresa ha identificato pure l'automobile del marito! ( mi raccomando quindi a tutti di tenere fuori le consorti da street wiew). da qui poi ha capito tutto, eccetere .. eccetera.. quindi magari puoi trovare il figlio che fa "seghino" a scuola...la moglie che chicchiera amabilmente con l'idraulico.. o altre situazioni del genere che non sono crimini ma cmq sono informazioni che tiri fuori da Internet Eyes. Per questo credo che sia uno strumento da utilizzare in dotazione solo alle forze dell'ordine,per la sicurezza contro al criminalità, anche perchè se posssono interagire tutti sarebbe facile DISINFORMARE le forze dell'ordine per un malintenzionato.
      "Secrecy, once accepted, becomes an addiction "Edward Teller

      Commenta


      • #4
        La mia idea è di lasciare il controllo solo alle forze dell'ordine e magistratura. E limitare molto questa nevrosi del "mi riprendono". A me pare assurdo che si debba rinunciare a perseguire un reato perchè la telecamera non ti può inquadrare il viso al bancomat!
        Certo che se metti tutto su internet può essere un problema. Anche qui relativo perchè non è che la casa dell'amica con l'auto del marito possa essere molto "privacy" se si vede dalla strada eh! Certo che se metti una telecamera a infrarossi che gira sui giardini ed i cortili libera su internet allora no.
        Insomma un pò di equilibrio in tutto.
        “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
        O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da BrightingEyes Visualizza il messaggio
          limitare molto questa nevrosi del "mi riprendono". A me pare assurdo che si debba rinunciare a perseguire un reato perchè la telecamera non ti può inquadrare il viso al bancomat!

          la nevrosi nasce spesso però da un numero ritenuto eccessivo dalla persona di telecamere
          pare assurdo anche a me... allora a che serve la telecamera??

          [QUOTE=BrightingEyes;118990471]

          Certo che se metti tutto su internet può essere un problema. Insomma un pò di equilibrio in tutto.[/QUOTE]

          certamente, ci vuole equilibrio.
          per questo io credo che anche Anopticon non sia da buttare, avere la consapevolezza del perchè una teelcamera sta lì, chi ce la messa, mi sembra giusto,anche perchè se le telecamere sono senza autorizzazione , mi sembra un abuso.
          "Secrecy, once accepted, becomes an addiction "Edward Teller

          Commenta

          Attendi un attimo...
          X
          TOP100-SOLAR